Jump to content
  • Sign Up

Seguici su Discord

Unisciti al server Discord di PCM Italia per rimanere sempre in contatto con noi, parlare di ciclismo e vivere un'esperienza multiplayer ottimale
Unisciti al server

PCM Italia è su Tapatalk

Scarica Tapatalk gratuitamente sul tuo smartphone per consultare in maniera facile e veloce PCM Italia anche da mobile!
Leggi di più

Disponibile Pro Cycling Manager 2021

Pro Cycling Manager 2022 e Tour de France 2022 sono finalmente disponibili
Leggi di più

Fenomeni e Malattie


emmea90

Recommended Posts

  • Admininistrators

Apro un nuovo topic perché non saprei come classificarlo.

 

Stavo già riflettendo da giorni su un punto in comune tra Armstrong, Froome e Contador: tutti e tre hanno avuto nel corso della propria carriera una malattia anche se di natura diversa.

 

Nel mentre Berton su Eurosport sta parlando di Quintana e indovinate... pure lui in età più giovane pare abbia avuto problemi, rischiato la pelle.

 

Ora la domanda che mi frulla in testa da qualche giorno è: può il fisico migliorare esponenzialmente dopo un'uscita da una malattia mortale oppure a questi viene permesso di prendere medicinali "extra" dopo le malattie?

Link to comment
Share on other sites

  • Admininistrators

Non era da trauma il suo aneurisma? O ricordo male io?

 

Secondo Wikipedia e qualche sito che riporta la biografia ha rischiato la pelle.

Comunque dimmi la tua idea, non buttare il discorso su Contador come sempre, almeno qua  

Link to comment
Share on other sites

Secondo Wikipedia e qualche sito che riporta la biografia ha rischiato la pelle.

Comunque dimmi la tua idea, non buttare il discorso su Contador come sempre, almeno qua  

Ehi tigre, rientra gli artigli :roll: ed evita di fare la vittima "come sempre, almeno qua" :mrgreen:

Sto solo cercando di capire se il suo aneurisma è da trauma, e in tal caso non si può definire una malattia (non basta aver "rischiato la pelle", per essere definita malattia). Conseguentemente, se così fosse, lo escluderei dal discorso "fenomeni e malattie"... 

Chiarito questo, ma non prima, mi sembra sensato fare considerazioni al riguardo. Altrimenti tu parli di pere e io di fragole, ma un vero dialogo non potrebbe riuscire...

Link to comment
Share on other sites

  • Admininistrators

Cito da Cyclemagazine

 

Lo stesso Alberto Contador, nel 2004, fu operato al cervello, dopo che gli fu riscontrata una malattia scoperta per caso, dopo un attacco epilettico che il corridore ebbe durante una corsa ciclistica.

Link to comment
Share on other sites

Ma che centra se è una malattia un trauma, il comune denominatore non è la malattia, ma il rischio della morte.

Esatto, per me questa situazione bisogna vederla dal punto di vista "filosofico" e psicologico. Non so voi come la vedete ma per me il superamento del rischio della morte, averla vista in faccia e averla in qualche modo sconfitta credo dia una forza e una determinazione non indifferente.
Link to comment
Share on other sites

Non vorrei fare psicologia da salotto, ma le implicazioni psicologiche son ben diverse tra l'essere sopravvisuti ad una malattia (o simili), rispetto ad un incidente, a prescindere da quanto tu abbia rischiato la vita...

 

Detto questo sono anche d'accordo che alcune persone ne escono decisamente rinforzate, ma quanti altri hanno rischiato la vita come e più dei corridori in questione ma non per questo sono diventati dei fenomeni? Sempre che poi abbia senso, almeno per il momento, mettere a paragone Froome e Quintana con Contador e Armstrong...

Link to comment
Share on other sites

Premesso che sicuramente potrebbero centrare anche motivazioni psicologiche, penso che in realtà la ragione non sia in "loro" ma in "noi" che ci facciamo caso.

Mi spiego meglio: quante cose banali capitano mille volte al giorno con mille possibili varianti ? Ma noi "notiamo" quelle che per noi hanno un senso e anche se sono 5 su 100000, vediamo solo quelle, collegandole tra loro.

Quanti fenomeni nello sport hanno i capelli biondi ? Quanti sono mancini ? Quanti vegetariani ? Quanti orfani ? Quanti hanno un nome che inizia per M ?

Chi lo sa ? Chi lo nota ? Chi li collega tra loro per questi motivi ? Magari prendendosi la briga di farlo scopriremmo che moltissimi sono "così" piuttosto che "cosà", ma significherebbe qualcosa ?

Le malattie (gravi) ci colpiscono, quindi notiamo anche i pochissimi casi che ci sono e li colleghiamo tra loro. Ma c'entra davvero qualcosa ? (ovviamente non ho una risposta)

 

Ehm... Temo di non essere stato troppo chiaro...   :(

Link to comment
Share on other sites

giusto per la cronaca, da quel che mi risulta l'aneurisma di Contador gli venne durante una corsa (mi pare una Vuelta a Asturias) ed è per colpa di quel malore che cadde; quindi, anche se poi in effetti ha generato un incidente, direi che si possa parlare di malattia congenita e non di trauma.

 

Dopodiché le mie conoscenze mediche terminano lì e non mi spingo oltre; giusto per non divenatare come quest'uomo qui :P

 

hqdefault.jpg

 

poi se devo dire la mia idea, credo che si tratti di un caso se Armstrong, Froome e Contador hanno avuto tutti dei gravi problemi di salute in passato (senza contare, come già detto da molti di voi e mi pare pure dallo stesso emmea che ha aperto il thread, che sono casi diversissimi l'uno dall'altro); sarò banale, eh, ma di norma se uno è sano aiuta! :wink:

Link to comment
Share on other sites