Jump to content

smec-easyjet

Utenti
  • Content Count

    11,054
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    124
430

Community Reputation

430 Excellent

2 Followers

About smec-easyjet

  • Rank
    Cycling Legend
  • Birthday 05/30/1985

Profile Information

  • Gender
    Male
  • Location
    Genova

Contact Methods

  • ICQ
    0
  • Website URL
    http://www.cycling-manager.it/forum/index.php?showtopic=12089&st=0&p=485766&#entry485766

Recent Profile Visitors

8,095 profile views
  1. Ancora un appuntamento con il calendario spagnolo, e per il nostro capitano Valverde, non è un appuntamento banale: quello con la Vuelta a Murcia, sua corsa di casa:
  2. grazie maurottino! direi che siamo rimasti solo noi qui dentro a raccontare storie!
  3. ciao Bubba! ci si prova! anche se mi sento un po' l'ultimo dei Mohicani ormai
  4. Nuovo aggiornamento, dalla Volta a la Comunitat Valenciana, alla quale ci presentiamo con Enric Mas come capitano al suo debutto in Movistar:
  5. Rieccoci, per vedere come sono andate le quattro prove della Challenge Mallorca che segnavano il debutto stagionale di Alejandro Valverde.
  6. Sotto con il resoconto della nostra seconda corsa di stagione, la Vuelta a San Juan, alla quale andremo puntando alla classifica con Carlos Betancur, supportato in salita da Carlos Verona e dal padrone di casa Eduardo Sepúlveda, con Einer Rubio al debutto da professionista, Nelson Oliveira a puntare la cronometro e José Joaquín Rojas gli arrivi in volata, aiutato dal pistard Albert Torres: Naturalmente la storia delle tre squadre ritirate in polemica con gli organizzatori è una fuffa: è che, smanettando sul PCM Career Explorer (un tool molto figo scaricato da PCM.Daily, che archivia tutti i risultati di stagione, conservandoli anche quando spariscono dal gioco, e consente contemporaneamente di apportare altre modifiche al db) quando poi ho riaperto la partita, i corridori di quelle tre squadre erano spariti dal db della corsa, tant'è che - essendo la mia Movistar una delle tre squadre sparite - non ho nemmeno potuto giocare l'ultima tappa. Vabbeh, fa niente.
  7. ehm... il problema è che in realtà sto giocando sempre con PCM 2018, solo aggiornato al 2020. So che non sarebbe questa la sezione corretta, ma già leggono in pochi questa, figuriamoci la sezione vecchia.
  8. ciao e ben tornato! il World DB è fatto molto bene, questo con cui sto giocando io, però, è un db scaricato da LeGruppetto che penso sia derivato dal World DB, ma non è proprio quello, a cominciare dai valori massimi volutamente più bassi.
  9. Ed ecco, tutta d'un fiato, la cronaca del Down Under 2020:
  10. La stagione si è messa in moto con i campionati nazionali in Oceania: in Australia vittoria di Richie Porte (Trek-Segafredo) a cronometro e del giovane Robert Stannard (Mitchelton-Scott) in linea; nella vicina Nuova Zelanda, successi per Patrick Bevin (CCC) contro il tempo e George Bennett (Jumbo-Visma) in linea. Tutto pronto per il debutto stagionale al Tour Down Under, che ho corso con la startlist vera (unica differenza rispetto alla realtà, Bevin anziché Van Keirsbulck dato che quando ho giocato il neozelandese non era ancora saltato per infortunio; assente anche l'UniSa che non mi sono sbattuto ad aggiungere al database). Anche il percorso sarà quello del TDU 2020:
  11. Caratteristiche dei corridori - NB: la patch che ho scaricato ha valori particolari, nel senso che il massimo è stato abbassato a 79 su tutti i terreni (con qualche rara eccezione, tipo Bernal a cui hanno dato 80 in montagna) e lo stesso vale per i potenziali, compresi quelli dei newgen. L'autore della patch, un francese di Le Gruppetto, dice che in questo modo i valori si adattano meglio all'IA del gioco: credo che l'obiettivo sia avere corse più chiuse che si decidono veramente nei finali, anziché azioni a lunga gittata che scavano solchi profondi in tappe dove, nella realtà, succede poco o nulla. ps: le slide non saranno tutte in spagnolo!
  12. toc toc... c'è ancora qualcuno? È inutile, ogni anno ci ricasco, e questa volta mi è venuto voglia di giocare con la Movistar (patch 2020 scaricata da Le Gruppetto, livello estremo), alle prese con una vera e propria rifondazione dopo gli addii a Quintana, Landa e Carapaz. In fondo, la mia prima storia 10 (!) anni fa l'avevo fatta con l'Astana del dopo Contador, dunque in una situazione simile... chissà che non sia di buon auspicio, anche se non credo: mi sa che ormai il forum è defunto... Ad ogni modo, stay tuned!
  13. ciao! ti avevo già risposto ma mi accorgo ora che il messaggio deve essersi perso nel crash di qualche giorno fa. Allora: in realtà l'ultimo pcm con cui ho giocato abbastanza a lungo da avere un giudizio completo è il 13 (Tugas), dopodiché ho comprato solo il 17 e il 18 giocandoci sempre molto poco, e soprattutto senza mai arrivare a disputare un GT, per cui sospendo il giudizio. Anche questa story la sto giocando col 18 anche se con rose aggiornate a quest'anno, in effetti ho sbagliato sezione. Ad ogni modo, che dire: rispetto a PCM 13, in questi ultimi anni mi sembra migliorata l'IA durante le fughe (in cui non hai più la sensazione frustrante che tutti ti corrano contro, e che un brocco riesca a staccare il tuo corridore al primo scatto, mentre se ci provi tu ti seguono tutti) e sulle salite, nel senso che i big avversari non partono più all'attacco come se non ci fosse un domani, praticamente ai piedi della salita, se non addirittura in pianura. Bene anche la possibilità di fare i treni in salita. Però, in 6-7 anni, mi sarei aspettato qualche miglioramento in più, tanto nella IA quanto, soprattutto, nella parte manageriale. Una miglioria minima che mi aspetterei sarebbe, almeno, una maggiore differenziazione nella tipologia dei corridori, perché ad oggi solo intervenendo sulle stats secondarie (accelerazione, grinta, resistenza, ecc), è possibile differenziare un minimo corridori che in valore assoluto possono essere forti uguale nel loro fondamentale, ma avere caratteristiche in realtà molto diverse. Mi spiego: Pinot e Bernal ci sta che possano avere lo stesso valore in montagna (poniamo: 82), ma poi dovrebbero esprimersi diversamente a seconda del tipo di salita. Pinot meglio su quelle più brevi ed esplosive, Bernal più forte sulle salite lunghe e in alta quota. E mi aspetterei anche delle animazioni diverse: Pinot spesso in piedi e che attacca con scatti secchi, Bernal che sale seduto e va via in progressione. Idem per i velocisti: Ewan che esce negli ultimi 50 metri, Groenewegen che parte più da lontano (e anche qui: andrebbe aggiunto un valore "capacità di limare" tale per cui, ad esempio, Groenewegen, che in questo fondamentale è scarso, perda le ruote del proprio treno più spesso di quanto non lo faccia Viviani. Anzi: in questo modo si potrebbe dare maggior risalto anche agli apripista - che nella realtà hanno grande dignità mentre a Pcm è piuttosto irrilevante l'identità del penultimo uomo. Il valore di limatura, infatti, servirebbe sia per stare più o meno facilmente a ruota di chi ti precede, sia per rendere più facile stare a ruota a chi ti segue: di modo che, se imposto un treno con Morkov e Richeze terzultimo e penultimo uomo (entrambi con valore limatura superiore ad 80) allora per il mio velocista sarà più facile seguirli anche se lui ha magari un valore di limatura più basso (per restare all'esempio di Groenewegen, non gli darei più di 72-73). Mentre se metto nel treno corridori poco adatti, se anche poi come finalizzatore ho un Viviani (limatura 81, ad esempio) il risultato potrebbe ugualmente essere deludente, nel senso che il treno non riesce ad uscire bene. E rivedrei anche le cronosquadre, in cui ad oggi non hai veramente il polso di come stai andando, se non al passaggio per l'intermedio (che spesso, nelle corse minori, neanche c'è).
×
×
  • Create New...