Jump to content

Seguici su Discord

Unisciti al server Discord di PCM Italia per rimanere sempre in contatto con noi, parlare di ciclismo e vivere un'esperienza multiplayer ottimale
Unisciti al server

PCM Italia è su Tapatalk

Scarica Tapatalk gratuitamente sul tuo smartphone per consultare in maniera facile e veloce PCM Italia anche da mobile!
Leggi di più

Disponibile Pro Cycling Manager 2021

Pro Cycling Manager 2022 e Tour de France 2022 sono finalmente disponibili
Leggi di più

CYM08, prova km zero


Recommended Posts

Ho provato CYM08, alcuni aspetti devo ancora approfondirli bene, datemi tempo, ecco le mie impressioni, totalmente personali e opinabili. Finora ho sempre giocato a livello Normale.

Grafica:

Ben fatta non c'è che dire, sul mio PC riesco a farlo girare a tutta ed è fluido, le animazioni nuove sono ben fatte, devo ancora abituarmi ai ciclisti con la pancetta visto che nelle scorse edizioni erano tutti snelli. I menù a livello di grafica sono cambiati poco, solo i menù principali e di scelta del tipo di corsa, per quanto riguarda la carriera e la scelta della tappa e della squadra non ci sono grandi differenze a parte qualche menù in più.

Corsa:

La corsa ha subito parecchie variazioni, per prima e forse quella più importante è la storia delle borracce, su una salita con gruppo allungato se non si ha un buon gregario che riesce ad andare in fondo al gruppo ed a risalire, specie quando l'andatura non è turistica, non si va da nessuna parte. In pratica mentre prima avendo un solo corridore in squadra si poteva vincere ora se non si ha una squadra di appoggio viene tutto più complicato. Il nuovo sistema dell'energia rende il gioco più divertente, in pratica si hanno due barre, rossa e gialla, per scattare servono entrambe altrimenti non si riesce, la rossa si consuma in fretta ma si ricarica anche in fretta se non si tiene un'andatura sostenuta. Per fare un esempio tappa del Giro di Svizzera, salita finale di 15km con Simoni sono riuscito a scattare per 5 volte, questo rende il gioco sicuramente più appassionante visto che nella scorsa edizione si riusciva a scattare una volta, massimo due, per poi dover procedere del proprio passo. Non ho ancora capito come funziona bene il gel energetico, per ora non ho notato grandi differenze durante il suo utilizzo. Altro punto a favore è che dopo una tappa passata in fuga appena ripresi dal gruppo non ci si stacca, sempre se non si è esagerato, altro esempio, tappa collinare di 190km, Kiryienka in fuga quasi dall'inizio, fuga di 10 corridori fatta tutti di scatti e controscatti sugli strappetti, ripresi a 10km dalla fine Kiryienka è riuscito a fare lo sprint ed a piazzarsi nei dieci. Con questa gestione delle energie diverse inoltre ho notato che anche in tappe di montagna qualche fuga potrebbe andare in porto, esempio tappa del giro da Arabba al Passo Fedaia, Piepoli scatta a 80km dalla fine sul Giau e viene ripreso da Cunego a soli 2km dalla fine della tappa, essendo tappa singola penso che sia andato a riprenderlo per vincere, magari in un Giro vero se parte un uomo fuori classifica potrebbero lasciarlo andare per risparmiare energie per i giorni successivi. Inoltre è cambiata la gestione dello sforzo, mentre se prima con un corridore in forma potevi farti una salita tutta a 90% ora per salire regolare, da quel che ho visto, bisogna non superare i 70% altrimenti si scoppia. Sempre nella tappa con Simoni ho fatto la salita finale tutta a 50% di pallino, anche per questo sono riuscito a scattare tante volte ma comunque chi mi stava dietro non riusciva a riprendermi anzi... alla fine più di 1' di vantaggio (la mia prima vittoria)

Non mi convincono le volate, o meglio le vedo un po diverse rispetto agli altri anni, ora, a mio avviso, se non si prende la volata nelle prime dieci posizioni del gruppo ai 3km non si hanno speranze di recupero mentre prima i divari e le scie erano più marcate, impressione dopo due volate si intende, ancora tutto da testare per bene. Ultima cosa che non mi ha convinto appiena inoltre sono i distacchi, prima tappa corro è la Rovetta-Tirano, il primo (Valverde o Pereiro non ricordo) giunge con 1'30" su tre corridori e su 3'00" su un'altra decina. Mi aspettavo distacchi un po più risicati visto che una delle pecche, a mio vedere, della versione precedente era proprio che in una grande corsa a tappe dopo due tappe di montagna i distacchi erano già elevati.

Pista :

Un gioco nel gioco direi, il modo di gioco è totalmente diverso dalla corsa su strada, è abbastanza divertente ma anche un po ripetitivo, penso che dopo un primo approcio di "esaltazione" cadrà nel dimenticatoio.

Carriera :

Ho giocato poco e non posso dare un giudizio definitivo, sicuramente per dare un giudizio reale bisognerà finire almeno una stagione. Sicuramente ci sono tre grandi innovazioni: le corse U23, la gestione della nazionale che rende meno "impersonale" il ruolo di CT visto che prima si faceva una corsa con corridori non scelti (difatti non ho mai corso un mondiale in vita mia) mentre ora è più realistico, per ultimo ma non meno importante gli allenamenti con questo nuovo sistema che ti permette di settare i picchi di forma ad inizio stagione e di non dover andare sempre a modificare le percentuali. Piccola nota, mi hanno rovinato il Giro di Malesia, non ci sono più le due tappe con arrivo in salita che facevano di questa corsa un buon banco di prova di inizio stagione.

Editor :

Lo ammetto, mi ha deluso, bastavano due o tre funzionalità in più per renderlo perfetto. Ora si possono cambiare nomi di squadre e corridori ed i vari valori, ma nulla più. Cosa avrei voluto in più? La possibilità di inserire nuovi corridori e nuove squadre e la possibilità di settare ad una squadra una diversa cartella per la parte grafica. Se ad esempio vorrei crearmi una squadra e sostituirla alla Lampre dovrei modificare un DB cambiando il nome alla Lampre ecc (cosa possibile con l'editor) e fin qua tutto bene, ma per cambiare le maglie ecc dovrei andare a sovrascrivere la grafica della lampre e questo comporterebbe che ogni corsa che farei fuori dalla carriera vedrebbe sballate le maglie di quella squadra, o che dovrei andare a ripristinare la grafica. Penso che questo editor potrà essere utile per i meno "esperti" che vorranno modificare i valori dei ciclisti a loro piacimento ma per i creatori di Database nuovi serviranno altri editor (ne sto testando uno scaricato da PCMDaily, vedremo come andrà).

Non entro nel merito dei valori dei ciclisti perchè sono del tutto personali anche se mi fa ridere che i migliori scalatori siano Contador ed Evans, il primo è giusto ma per l'australiano mi pare eccessivo, ma come detto i valori dei cislisti sono totalmente personali.

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 97
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Evitate di chiedermi i valori di uno o dell'altro, non perchè non vi voglia rispondere ma perchè non sono stato a spulciarli uno per uno, solo la cosa di Evans mi è rimasta impressa.

Per le corse sinceramente non ci ho guardato e non essendo fino a stasera sul PC di casa non ho modo di guardarci sorry.

Link to comment
Share on other sites

Ecco qualche screenshot, ho salvato le immagini in PNG, sono più pesanti da caricare rispetto ad un JPG ma i dettagli sono nettamente migliori quindi abbiate pazienza se è lento a caricare.

I dettagli sono al massimo, ombre, case, publico, antialias, visto che sicuramente qualcuno lo chiederà posto la configurazione del mio PC.

Processore : ADM Athlon 64x2 Dual

Core Processore 5000+ 2.60GHz

RAM : 2GB

Scheda video : NVIDIA GeFORCE 8600 GT, 512MB, 540MHz

pcm0001.png

pcm0002.png

pcm0003.png

pcm0004.png

pcm0005.png

pcm0006.png

Link to comment
Share on other sites

Ho provato CYM08, alcuni aspetti devo ancora approfondirli bene, datemi tempo, ecco le mie impressioni, totalmente personali e opinabili. Finora ho sempre giocato a livello Normale.

Grafica:

Ben fatta non c'è che dire, sul mio PC riesco a farlo girare a tutta ed è fluido, le animazioni nuove sono ben fatte, devo ancora abituarmi ai ciclisti con la pancetta visto che nelle scorse edizioni erano tutti snelli. I menù a livello di grafica sono cambiati poco, solo i menù principali e di scelta del tipo di corsa, per quanto riguarda la carriera e la scelta della tappa e della squadra non ci sono grandi differenze a parte qualche menù in più.

Corsa:

La corsa ha subito parecchie variazioni, per prima e forse quella più importante è la storia delle borracce, su una salita con gruppo allungato se non si ha un buon gregario che riesce ad andare in fondo al gruppo ed a risalire, specie quando l'andatura non è turistica, non si va da nessuna parte. In pratica mentre prima avendo un solo corridore in squadra si poteva vincere ora se non si ha una squadra di appoggio viene tutto più complicato. Il nuovo sistema dell'energia rende il gioco più divertente, in pratica si hanno due barre, rossa e gialla, per scattare servono entrambe altrimenti non si riesce, la rossa si consuma in fretta ma si ricarica anche in fretta se non si tiene un'andatura sostenuta. Per fare un esempio tappa del Giro di Svizzera, salita finale di 15km con Simoni sono riuscito a scattare per 5 volte, questo rende il gioco sicuramente più appassionante visto che nella scorsa edizione si riusciva a scattare una volta, massimo due, per poi dover procedere del proprio passo. Non ho ancora capito come funziona bene il gel energetico, per ora non ho notato grandi differenze durante il suo utilizzo. Altro punto a favore è che dopo una tappa passata in fuga appena ripresi dal gruppo non ci si stacca, sempre se non si è esagerato, altro esempio, tappa collinare di 190km, Kiryienka in fuga quasi dall'inizio, fuga di 10 corridori fatta tutti di scatti e controscatti sugli strappetti, ripresi a 10km dalla fine Kiryienka è riuscito a fare lo sprint ed a piazzarsi nei dieci. Con questa gestione delle energie diverse inoltre ho notato che anche in tappe di montagna qualche fuga potrebbe andare in porto, esempio tappa del giro da Arabba al Passo Fedaia, Piepoli scatta a 80km dalla fine sul Giau e viene ripreso da Cunego a soli 2km dalla fine della tappa, essendo tappa singola penso che sia andato a riprenderlo per vincere, magari in un Giro vero se parte un uomo fuori classifica potrebbero lasciarlo andare per risparmiare energie per i giorni successivi. Inoltre è cambiata la gestione dello sforzo, mentre se prima con un corridore in forma potevi farti una salita tutta a 90% ora per salire regolare, da quel che ho visto, bisogna non superare i 70% altrimenti si scoppia. Sempre nella tappa con Simoni ho fatto la salita finale tutta a 50% di pallino, anche per questo sono riuscito a scattare tante volte ma comunque chi mi stava dietro non riusciva a riprendermi anzi... alla fine più di 1' di vantaggio (la mia prima vittoria)

Non mi convincono le volate, o meglio le vedo un po diverse rispetto agli altri anni, ora, a mio avviso, se non si prende la volata nelle prime dieci posizioni del gruppo ai 3km non si hanno speranze di recupero mentre prima i divari e le scie erano più marcate, impressione dopo due volate si intende, ancora tutto da testare per bene. Ultima cosa che non mi ha convinto appiena inoltre sono i distacchi, prima tappa corro è la Rovetta-Tirano, il primo (Valverde o Pereiro non ricordo) giunge con 1'30" su tre corridori e su 3'00" su un'altra decina. Mi aspettavo distacchi un po più risicati visto che una delle pecche, a mio vedere, della versione precedente era proprio che in una grande corsa a tappe dopo due tappe di montagna i distacchi erano già elevati.

Pista :

Un gioco nel gioco direi, il modo di gioco è totalmente diverso dalla corsa su strada, è abbastanza divertente ma anche un po ripetitivo, penso che dopo un primo approcio di "esaltazione" cadrà nel dimenticatoio.

Carriera :

Ho giocato poco e non posso dare un giudizio definitivo, sicuramente per dare un giudizio reale bisognerà finire almeno una stagione. Sicuramente ci sono tre grandi innovazioni: le corse U23, la gestione della nazionale che rende meno "impersonale" il ruolo di CT visto che prima si faceva una corsa con corridori non scelti (difatti non ho mai corso un mondiale in vita mia) mentre ora è più realistico, per ultimo ma non meno importante gli allenamenti con questo nuovo sistema che ti permette di settare i picchi di forma ad inizio stagione e di non dover andare sempre a modificare le percentuali. Piccola nota, mi hanno rovinato il Giro di Malesia, non ci sono più le due tappe con arrivo in salita che facevano di questa corsa un buon banco di prova di inizio stagione.

Editor :

Lo ammetto, mi ha deluso, bastavano due o tre funzionalità in più per renderlo perfetto. Ora si possono cambiare nomi di squadre e corridori ed i vari valori, ma nulla più. Cosa avrei voluto in più? La possibilità di inserire nuovi corridori e nuove squadre e la possibilità di settare ad una squadra una diversa cartella per la parte grafica. Se ad esempio vorrei crearmi una squadra e sostituirla alla Lampre dovrei modificare un DB cambiando il nome alla Lampre ecc (cosa possibile con l'editor) e fin qua tutto bene, ma per cambiare le maglie ecc dovrei andare a sovrascrivere la grafica della lampre e questo comporterebbe che ogni corsa che farei fuori dalla carriera vedrebbe sballate le maglie di quella squadra, o che dovrei andare a ripristinare la grafica. Penso che questo editor potrà essere utile per i meno "esperti" che vorranno modificare i valori dei ciclisti a loro piacimento ma per i creatori di Database nuovi serviranno altri editor (ne sto testando uno scaricato da PCMDaily, vedremo come andrà).

Non entro nel merito dei valori dei ciclisti perchè sono del tutto personali anche se mi fa ridere che i migliori scalatori siano Contador ed Evans, il primo è giusto ma per l'australiano mi pare eccessivo, ma come detto i valori dei cislisti sono totalmente personali.

la barra gialla ha la stessa funzione di quella blu in pcm07? e quella rossa come funziona?

Link to comment
Share on other sites

Ottimo lavoro, grazie Cle!

Prima di acquistare aspetterò comunque la demo, ma le tue immagini mettono appetito............

Una domanda, che si aggiunge alle tante già postate da altri utenti:

Hai provato in qualche modo se il bug dell'accelerazione dimostrato da Sobrano sul 2007 è stato risolto?? (In pratica, con alcuni test Sobrano aveva dimostrato che il parametro accelerazione non serviva a nulla nel gioco, non entrava negli scatti in salita, negli sprint e nemmeno negli scatti in pianura. Avere accelerazione 50 0 85 era la stessa identica cosa.....)

Link to comment
Share on other sites

Ottima analisi Cle! anche io sono interessato al bug dell'accelerazione, se poi come avete detto è cambiao il modo di scattare mi pare utile differenziare (finalmente) i corridori scattisti dai passisti scalatori..

Link to comment
Share on other sites

E' una mi impressione o in alcune immagini i corridori leggermente si sovrappongono? Spero che non succeda ancora in volata :wink:

Link to comment
Share on other sites

Cerco di rispondere un po a tutte le vostre domande:

Cipollini sulle corse.

Alla fine il numero totale di corse non mi pare essere cambiato, ci sono corse in meno come ad esempio l'eindhoven time trial (la cronosquadre pro-tour), il trofeo di Chiasso e io non trovo neppure la Milano-Torino. In compenso ne hanno aggiunte alcune come l'Eroica o il Giro di Grosseto.

Grimpeur1990 sull'utilizzo della barra.

Quest'anno non esiste più la barra rossa della fatica, esistono due barre una gialla ed una rossa, entrambe possiamo dire che sostituiscono la vecchia barra blu. Quella gialla direi che è come la vecchia blu, si consuma lentamente sia negli scatti che negli sforzi, quella rossa invece possiamo definirla come "esplosività", ovvero una barra che permette di scattare (se si hanno le forze ovvero barra gialla) e che una volta finito lo scatto comincia a ricaricarsi in maniera più veloce rispetto alla gialla. Esempio se io scatto con entrambe le barre piene alla fine dello scatto avrà la barra rossa finita e quella gialla a circa metà, questo consente di far risalire la barra rossa e pertanto di scattare più volte.

AndrySnake sulla sua configurazione.

A mio avviso se levi le ombre, antialias a 4 e o un dettaglio in meno di publico oppure levi le città ti riesce a girare fluido, poi molto dipende anche dal sistema operativo. Se hai installato Vista invece di Xp questo ti succhia più risorse e pertanto dovresti dover abbassare di un 1 punto qualche altra caratteristica. Mentre XP che sfrutta meno memoria e CPU dovresti avere meno problemi.

StephenRoche sull'accellerazione.

Purtroppo non ho verificato, non ho fatto test così approfonditi.

Per Bartoli riguardo ai distacchi.

Ho fatto la mia disamina sull'argomento basandomi su un paio di tappe di montagne corse, anche se in altre i distacchi erano minori, finchè non si correrà un giro o un tour non posso dare una risposta definitiva.

Ciro sulla sovrapposizione.

Io a differenza di Bubba questo problema invece l'ho ancora riscontrato, dapprima una macchina dell'organizzazione mi ha "investito" un ciclista, poi in volata con il mio treno Viganò-Quaranta quando ho detto a Quaranta di uscire di scia questo è andato dritto "violando" il povero Viganò.

Link to comment
Share on other sites

Ecco qualche screenshot, ho salvato le immagini in PNG, sono più pesanti da caricare rispetto ad un JPG ma i dettagli sono nettamente migliori quindi abbiate pazienza se è lento a caricare.

I dettagli sono al massimo, ombre, case, publico, antialias, visto che sicuramente qualcuno lo chiederà posto la configurazione del mio PC.

Processore : ADM Athlon 64x2 Dual

Core Processore 5000+ 2.60GHz

RAM : 2GB

Scheda video : NVIDIA GeFORCE 8600 GT, 512MB, 540MHz

pcm0003.png

Da questa immagine mi sembra infatti che i 2 corridori dietro valverde si sovreppongano

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.



×
×
  • Create New...