Jump to content
  • Sign Up

Disponibile Pro Cycling Manager 2021

Pro Cycling Manager 2021 e Tour de France 2021sono finalmente disponibili
Leggi di più

Hai già scoperto i nostri tutorial?

Come sottoscrivo una mod su Steam? Come modifico un database? Come posso creare una maglia personalizzata? Per queste ed altre domande visita la nostra sezione tutorial!
Tutorial

Seguici su Discord

Unisciti al server Discord di PCM Italia per rimanere sempre in contatto con noi, parlare di ciclismo e vivere un'esperienza multiplayer ottimale
Unisciti al server

PCM Italia è su Tapatalk

Scarica Tapatalk gratuitamente sul tuo smartphone per consultare in maniera facile e veloce PCM Italia anche da mobile!
Leggi di più

La nostra RECENSIONE di Pro Cycling Manager 2020

Leggi e guarda la nostra recensione di Pro Cycling Manager 2020, a cura di BubbaDJ
Leggi di più

Ka ma te ka ma te, ka ora ka ora


Recommended Posts

  • Replies 63
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

6ibdsg.png


Andiamo dunque a presentare i primi sette effettivi che hanno scelto di far parte del progetto All Blacks per questa stagione 2013:


Michael Vink

Ad appena 21 anni al giovane Vink è riuscito nella scorsa stagione un numero non da poco visto che il ragazzo originario di Christchurch è riuscito ad aggiudicarsi tutte e due le prove dei campionati nazionali neozelandesi. I suoi margini di progressione non sono enormi ma le sue capacità di superare abbastanza tranquillamente le salite non troppo ripide e soprattutto lunghe unite alle sue più che discrete doti di cronoman lo porteranno ad essere un uomo fondamentale nell'immediato per poter competere nelle piccole corse a tappe del circuito continentale.

juwj7o.jpg

David Ackerly

Proveniente direttamente dal mondo degli juniores questo giovane velocista 19enne ha dei margini di miglioramento impressionanti. Già bravo in pianura e resistente in salita, il suo spunto veloce in volata promette di diventare uno dei più conosciuti a livello mondiale nel giro di 3-4 anni. Le sue doti sul pavé inoltre lo potrebbero rendere una carta molto interessante in prospettiva nelle classiche del nord meno esigenti. David ha bisogno di fiducia e noi siamo pronti a dargliela.


2ykjgw0.jpg

Aaron Gate

A 22 anni per Aaron è arrivato il fatidico momento del passaggio tra i pro ma questo ragazzo di Auckland ha già mostrato il suo ottimo potenziale in volata visto che lo scorso anno è già riuscito ad aggiudicarsi una tappa del New Zealand Cycle Classics, la corsa più importante del paese. Discreto anche contro il tempo, ed in particolare nei brevi prologhi, Aaron si rivelerà sicuramente una freccia molto importante nell'arco degli All Blacks.


2cr0wm0.jpg


Myron Simpson

Anche Myron Simpson, come Aaron Gate ha 22 anni ed anche lui è un velocista che ha dimostrato già tra i dilettanti il suo spunto veloce, in particolare nel 2011, anno in cui riuscì ad imporsi in una tappa dell'An Post Ras. Dopo un ultimo anno tra i dilettanti non troppo positivo Myron punta a rilanciarsi con la casacca degli All Blacks e noi siamo certi potrà essere un valido elemento del nostro treno per le volate per la squadra e perché no potrà anche giocarsi le sue carte in alcune situazioni.


vsl15h.jpg

Stephen Vazquez

Figlio di immigranti argentini, il 19enne Stephen Vazquez è espressione della multiculturalità della società neozelandese moderna che, anche se in misura minore rispetto alla vicina Australia, ha risentito molto dei flussi migratori provenienti da diverse aree del globo. Anche Stephen è uno sprinter e probabilmente si giocherà con Ackerly il ruolo di velocista principe della squadra in questi primi anni anche se, questo bisogna ammetterlo, il suo potenziale non è paragonabile con quello di quest'ultimo, anche per quello che riguarda la tenuta in salita.

2hp4pop.jpg
 

Garry Goutzoulis

Anche Garry è figlio di immigrati, greci, come facilmente intuibile dal suo cognome. Questo 19enne viene dal mondo della pista, settore molto curato in Nuova Zelanda, e si presenta come un discreto cronoman già attualmente e anche i suoi margini di progressione fanno molto ben sperare. Il sogno nel cassetto di Garry è quello di poter un giorno lottare con i migliori specialisti del tic-tac al mondo, chissà che non ci riesca davvero

6i73es.jpg

Dion Smith

Il 19enne Dion Smith è l'ultimo dei neoprofessionisti che sinora ha accettato di abbracciare il progetto All Blacks. La sua tenuta sugli strappi secchi unita ad un discreto spunto veloce potrebbero farlo diventare un interessante elemento in prospettiva per quanto riguarda le classiche di un giorno del circuito continentale.

1zmjxoh.jpg
 

Edited by BWiggins92
Link to comment
Share on other sites

1z48tmq.png

Tom David

Nato il 31/03/1990, Tom ha mosso i primi passi nel mondo del ciclismo fuori dai confini nazionali svolgendo tutta la trafila in Belgio, militando nella T.Palm-Pole Continental Wallon. Tom ha cominciato a correre già dall'età di 16 anni nel circuito semiprofessionistico belga riuscendo a distinguersi come un più che discreto passista, qualità questa che gli ha permesso anche di alzare le braccia al cielo in diverse occasioni lo scorso anno, nel quale riuscì a portarsi a casa una tappa e la classifica generale del Tryptique Ardeinnase oltre Deux Acren e la Hoksem-Hoegaarden, tutte corse del calendario belga. Per il 2013 Tom ha scelto di ritornare in patria per tentare un ulteriore salto di qualità con gli All Blacks, siamo certi che si rivelerà un elemento prezioso per la squadra.

2ps4vme.jpg

James Oram

Anche il 19enne James Oram ha mosso i primi passi nel ciclismo professionistico fuori dai confini nazionali neozelandesi. Riesce nel 2011, da juniores, ad imporsi nelle classifiche generali del Tour of Northland e della Coupe de Nations Abitibi chiudendo quindi l'annata con un secondo posto campionati del mondo in linea categoria Junior di Copenaghen. Corridore piuttosto completo, bravo in salita e capace di fornire prestazioni più che discrete anche a cronometro, James è passato professionista lo scorso anno con la Bontrager-Livestrong squadra con la quale ha preso parte a svariate corse del calendario nordamericano, anche molto importanti come il Tour of Utah e l'USA Pro Cycling Challenge, nelle quali si è rivelato come uno dei gregari più importanti per un certo Joe Dombrowski. Tornato anche lui in patria siamo certi che sarà fin da subito in grado di dare una grossa mano agli All Blacks.

35ck26v.jpg

Tom Scully

 Grazie ai suoi più che discreti trascorsi su pista, Tom Scully è riuscito a passare professionista lo scorso anno con il Chipotle-First Solar Development Team, ovvero la formazione satellite della Garmin-Sharp, riuscendo poi a correre come stagista con la formazione maggior durante il finale di stagione. Proprio lo scorso anno la sua prima e sinora unica vittoria da professionista che è arrivata nel prologo del Tour of Southland in Nuova Zelanda. A soli 22 anni Tom è uno dei migliori interpreti della cronometro del movimento ciclistico neozelandese e potrebbe già a partire da quest'anno togliersi grandi soddisfazioni in particolare nel calendario nazionale. I suoi ottimi margini di miglioramento, inoltre, lo fanno entrare di diritto tra i migliori prospetti della specialità a livello mondiale.

aaksur.jpg

Dylan Spiby

A soli 18 anni Dylan Spiby, dopo dei buoni trascorsi tra gli juniores decise di passare professionista con il Qinghai Tianyoude Cycling Team, formazione continental cinese. Purtroppo il doppio salto di categoria è stato fatale a Dylan che lo scorso anno non è riuscito a confermare le aspettative che erano state riposte su di lui anche a causa, bisogna sottolinearlo, dei problemi fisici che hanno caratterizzato la sua prima stagione nel ciclismo dei grandi. Discreto velocista, Dylan ha deciso di tornare a casa e di ripartire dal progetto All Blacks per cercare di superare una volta per tutte i problemi fisici dello scorso anno così da potersi mettere a disposizione della squadra.

2pynt5c.jpg

Jason Christie

Nonostante abbia appena compiuto 22 anni Jason Christie può già vantare tre anni di esperienza nel circuito professionistico, tutti trascorsi, peraltro, in tre formazioni diverse. Dopo l'esordio nel 2010 con il Team Endura, anno nel quale riesce a fare suoi i prologhi del Tour de Vineyards e del Tour of Southland, in Nuova Zelanda, Jason passa nel 2011 al Marco Polo Cycling Team, formazione cinese nella quale si mette in grande evidenza vincendo il campionato nazionale a cronometro neozelandese, chiudendo quarto ai campionati oceanici a cronometro e, soprattutto, chiudendo sesto ai mondiali di Copenaghen di categoria U23. Vince inoltre per la seconda volta consecutiva i prologhi inaugurali del Tour de Vineyards e del Tour of Southland oltre ad un paio di corse minori in Belgio. Nel 2012, quindi, il passaggio al Team Differdange dove non riesce a confermarsi a livello nazionale chiudendo secondo i campionati nazionali a cronometro ma riesce comunque a portare a casa per la terza volta consecutiva il prologo del Tour de Vineyards. Si presenta quindi al via dei campionati mondiali U23 con l'obiettivo dichiarato di salire sul podio ma la sua prova è assai deludente e Jason chiude staccatissimo dai primi al quarantacinquesimo posto. Nel 2013 arriva per lui l'occasione del rilancio con gli All Blacks.

rh5zq0.jpg


Shane Archbold

Classe 1989, Shane Archbold sarà il corridore più "vecchio" che l'anno prossimo militerà negli All Blacks. Passato professionista nel 2012 con gli eritrei del Marco Polo Cycling Team ma già nel 2011 si era rivelato come un buon velocista vincendo diverse tappe in corse del calendario nazionale come il Tour de Vineyards e il Benchmark Homes Tour oltre alla prima tappa della Mi-Aout en Brétagne in Francia. Dopo un anno condito da tanti piazzamenti ed una sola vittoria al Tour de la Dordogne, Shane è pronto ad interpretare un ruolo di leader negli All Blacks dove certamente sarà, anche grazie alle sue discrete doti di cronoman, uno degli uomini più importanti.

2ljon60.jpg

Matt Buckley

Matt è a soli 19 anni la più grande speranza neozelandese per le grandi corse a tappe. Capace lo scorso anno di chiudere tra i primi cinque sia il Tour de l'Avenir che il Girobio e di portare a casa le classifiche generali di tutte le più importanti corse a tappe neozelandesi, questo ragazzo nativo di Auckland si dimostra già oggi molto competitivo per il panorama continentale grazie ad un'ottima tenuta in salita e a cronometro. Per il futuro il talento di questo ragazzo potrebbe portare, un giorno, alla conquista di un primo, storico grande giro per la Nuova Zelanda.

2jbvcao.jpg

Matthew Joyce

Dulcis in fundo, Matthew Joyce. Con i suoi 190cm Matthew è già un passista molto potente capace di belle prestazioni nelle prove contro il tempo; inoltre, la sua attitudine sulle pietre del nord gli ha permesso lo scorso anno di trionfare nella prestigiosa Parigi-Roubaix U23. I suoi esponenziali margini di miglioramento ne fanno dunque uno dei maggiori prospetti per le classiche di un giorno e se si considera che il suo soprannome in corsa è nientemeno che Spartacus, forse, in nuova Zelanda potrebbero aver davvero trovato l'erede di Fabian Cancellara.

30cvx50.jpg
 

Link to comment
Share on other sites

Eccoci dunque per l'inizio vero e proprio di questa story, ma prima di cominciare vorrei ringraziare LoryITA94 per la realizzazione delle maglie e minimaglie che utilizzerò per questa story! Ma passiamo ora al ciclismo pedalato! Come già anticipatovi nei giorni scorsi inizieremo dall'Australia, e più precisamente dall'Herald Sun Tour dove l'obiettivo dello sponsor è quello di ottenere una top 5, obiettivo che, sarà molto complicato da raggiungere vista la partecipazione di ben dodici squadre World Tour!
 

O6gQc31.png

zN4YojF.png

mSzjHXs.png
 

Ordine di arrivo 1° tappa 

1  Jonathan Castroviejo Nicolas Movistar in 3'43''
2  Rohan Dennis Garmin-Sharp a 0''
3  Marco Pinotti BMC Racing a 1''
4  Adriano Malori Lampre-Merida a 1'
5  Cameron Meyer Orica-GreenEDGE a 2''
6  Reinardt Jense Van Rensburg Team Argos-Shimano a 3''
7   Adam Phelan Drapac Cycling a 4''
8   Markel Irizar Aranburu Radioshack-Leopard a 4''
9   Brent Bookwalter BMC Racing Team a 4''
10 Hayden Roulston Radioshack Leopard a 5''

                                                                         


                                                                      
Classifica Generale dopo la 1° tappa:

1 Jonathan Castroviejo Nicolas Movistar in 3'43''
2 Rohan Dennis Garmin-Sharp  a 0''
3 Marco Pinotti BMC Racing a 1''
4 Adriano Malori Lampre-Merida a 1''
5 Cameron Meyer Orica-GreenEDGE a 2''
6 Reinardt Jense Van Rensburg Team Argos-Shimano a 3''
7   Adam Phelan Drapac Cycling a 4''
8   Markel Irizar Aranburu Radioshack-Leopard a 4''
9   Brent Bookwalter BMC Racing Team a 4''
10   Hayden Roulston Radioshack Leopard a 5''

 

Edited by BWiggins92
Link to comment
Share on other sites

OD6XI3p.jpg

Ordine di arrivo 2° tappa:

1     François Parisien Team Argos-Shimano 2h48'33''
2     Reinhardt Jense van Rensburg Team Argos-Shimano s.t.
3     Simon Clarke Orica GreenEDGE s.t.
4     Murilo Antonio Fischer FDJ.fr s.t.
5     Sergey Lagutin Vacansolei-DCM s.t.
6     Gianluca Brambilla Omega Pharma-Quickstep s.t.
7     Nathan Haas Garmin-Sharp s.t.

8     Cameron Meyer Orica-GreenEDGE s.t.
9     Guillaume Van Keirsbulck Omega Pharma-Quickstep s.t.
10   Jens Keukeleire Orica-GreenEDGE s.t.
16   Michael Vink All Blacks Pro Cycling s.t.
69   James Oram All Blacks Pro Cycling s.t.
72   David Ackerly All Blacks Pro Cycling s.t.
88   Matthew Joyce All Blacks Pro Cycling s.t.
115 Garry Goutzioulis All Blacks Pro Cycling s.t.

120 Matt Buckley All Blacks Pro Cycling s.t.
195 Tom Scully All Blacks Pro Cycling a 3'40''
196 Stephen Vazquez All Blacks Pro Cycling a 3'40''


Classifica generale dopo la 2° tappa:

 1    Reinhardt Jense Van Rensburg Team Argos-Shimano 2h52'13''
 2    François Parisien Team Argos-Shimano a 2''

 3    Jonathan Castroviejo Nicolas Movistar a 3''

 4    Rohan Dennis Garmin-Sharp a 3''

 5    Marco Pinotti BMC Racing a 4''

 6    Adriano Malori Lampre-Merida a 4''

 7    Cameron Meyer Orica GreenEDGE a 5''

 8    Ignatas Konovalovas MTN-Khubeka a 6''

 9    Adam Phelan Drapac Cycling a 7''

10   Markel Irizar Aranburu Radioshack-Leopard a 7''
73   Michael Vink All Blacks Pro Cycling a 12''
80   David Ackerly All Blacks Pro Cycling a 12''
81   Matthew Joyce All Blacks Pro Cycling a 12''
185 James Oram All Blacks Pro cycling a 19''

188 Matt Buckley All Blacks Pro Cycling a 20''
189 Garry Goutzioulis All Blacks Pro Cycling a 36''

195 Tom Scully All Blacks Pro Cycling a 3'52''
196 Stephen Vazquez All Blacks Pro Cycling a 3'56

 

Edited by BWiggins92
Link to comment
Share on other sites

Su Imgur basta che ti iscrivi, clicchi sul tasto con la freccia in su (è in alto a sinistra, vicino alla scritta Imgur), poi clicchi su "browse your computer" e selezioni il file che devi caricare (in questo caso la tua slide). Ritroverai tutte le immagini che vorrai caricare in "Images" (pulsante in alto a destra) e cliccando su edit (la tavolozza con i colori, per intendersi) potrai ridimensionare le immagine o aggiungere effetti speciali. :wink:

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now



×
×
  • Create New...