Jump to content
  • Sign Up

Seguici su Discord

Unisciti al server Discord di PCM Italia per rimanere sempre in contatto con noi, parlare di ciclismo e vivere un'esperienza multiplayer ottimale
Unisciti al server

PCM Italia è su Tapatalk

Scarica Tapatalk gratuitamente sul tuo smartphone per consultare in maniera facile e veloce PCM Italia anche da mobile!
Leggi di più

Disponibile Pro Cycling Manager 2021

Pro Cycling Manager 2022 e Tour de France 2022 sono finalmente disponibili
Leggi di più

Recommended Posts

4evt.png

 

Può piacere oppure no. Di sicuro, Bradley Wiggins è un personaggio a sè nel ciclismo contemporaneo: nato pistard, dopo aver vinto tutto quello che c'era da vincere nei velodromi è passato alla strada, dove in pochi anni si è trasformato da specialista dei prologhi a corridore da grandi giri. Tanto da diventare il primo corridore della storia a poter vantare nel proprio palmares ori olimpici su pista e a cronometro, e addirittura la conquista di un Tour de France.

 

iwds.png

E così, in vista del 2013, dopo avere raggiunto tutti gli obiettivi che si era prefissato, Bradley ha spostato ancora più in là l'asticella: «Un Tour l'ho vinto, che mi importa vincerne un secondo? Proviamo a scrivere la storia e a vincere anche il Giro!», deve essersi detto il baronetto di Sua Maestà.

 

tvus.png

Ma la corsa rosa ha clamorosamente respinto le ambizioni di Wiggins, vittima di un blocco psicologico prima ancora che tecnico, a cominciare dalla scivolata sotto il diluvio di Pescara. Messo definitivamente ko da un'infezione polmonare sulla via di Treviso, il vincitore del Tour 2012 è così tornato a casa con le pive nel sacco. E un problema al ginocchio (almeno questa è la versione ufficiale) lo ha costretto a saltare anche la Grande Boucle. Compromessa ormai la stagione 2013 - nella quale, al massimo, Brad punterà a fare bene al Tour of Britain per puntare poi al mondiale a cronometro, anche se sinceramente ci crediamo poco - non resta che iniziare a pensare al 2014.

 

xz7l.png

Già, ma quali possono essere gli obiettivi per un corridore prossimo ai 34 anni, apparentemente destinato al viale del tramonto e chiuso da gente come Chris Froome, Richie Porte e i colombiani Urán ed Henao per quel che riguarda la leadership nelle gare a tappe?

 

utea.png

 

Lo ripeto, Bradley Wiggins può piacere oppure no, ma una cosa non gli si può negare: una grande conoscenza della storia del ciclismo e un rispetto altrettanto grande per questo sport. Già nel 2010, quando vinse il prologo di Amsterdam al Giro d'Italia, disse che «la maglia rosa è un'icona» e la sua scelta fatta quest'anno di mettersi in gioco proprio sulle (ripide e tortuose) strade del Giro, per nulla adatte alle sue caratteristiche, gli va riconosciuta. Avrebbe potuto tranquillamente focalizzarsi per un'altra stagione sul Tour, come un Lance Armstrong o un Merdy Schleck qualsiasi, ed invece ha scelto di rimettersi totalmente in discussione.

 

xihk.png

Ebbene, una volta svaniti i sogni rosa e, soprattutto, una volta lievitata la concorrenza interna per i grandi giri, il vecchio Brad si è trovato davanti a un bivio: lasciare la Sky, oppure rivedere completamente i suoi obiettivi per la prossima stagione. Impossibile la prima opzione, sia perché il Sir è il corridore più rappresentativo del team di Dave Brailsford, sia soprattutto perché sarebbe stato difficile, per il basettone più famoso del reame, trovare un ingaggio altrettanto allettante altrove.

 

c72l.png

 

E così, ecco nascere l'idea folle per il 2014: dare l'assalto a...

 

o9bv.png

 

L'INFERNO DEL NORD!

 

Segui l'assalto di Bradley Wiggins alla Parigi-Roubaix, la nuova ministory di Smec-Easyjet con Pcm 2013!

Link to comment
Share on other sites

eheheh, mo' vi spiego... :wink:
 

e cmq, siccome praticamente è dai tempi della story con l'Astana (pcm 2009) che non gioco sul pavé - perché sia i Tugas che i Nobili erano delle pippe per quel tipo di gara - mi è venuta voglia di testare pcm 2013 sulle classiche del nord... poi a settembre (dopo le vacanze, e con una bel pack pcm_ita o daily definitivo) si parte con la story vera e propria...

Link to comment
Share on other sites

Allora, ecco nel dettaglio come mi organizzerò:

 

modalità di gioco: carriera (per avere da gestire anche la condizione, e avvicinarmi alle gare importanti attraverso altre corse di preparazione)

livello: estremo

 

Ovviamente, ho anche ritoccato un po' le caratteristiche di Wiggins per rendere la sfida sensata. In pratica, ipotizzando che già dall'inverno 2013/14 abbia cambiato la sua preparazione impostandola sulle classiche del nord, è naturalmente calato nei valori di montagna e collina, mentre è aumentato per quanto riguarda il pavé e rimasto invariato sul passo:

 

o0ff.png

 

Anche così, naturalmente, 75 di pavé è insufficiente per sperare di poter vincere la Roubaix. Però è un buon valore di partenza con cui presentarsi all'Het Nieuwsblad, la prima di una serie di gare in cui, in base al piazzamento che saprà raggiungere, Wiggo potrà migliorare o peggiorare la sua valutazione.

 

j5pr.png

 

qualche specificazione rispetto alla tabella qui sopra: a prescindere dai risultati, il valore di pavé non scenderà mai al di sotto dei 70 punti, né al di sopra degli 83. Inoltre, per quello che riguarda i piazzamenti dall'11° posto in su, farà fede non la posizione esatta di Wiggo ma quella del primo corridore del gruppetto in cui si sarà classificato lo stesso Wiggins. Mi spiego meglio: se in una gara come la Gent-Wevelgem Bradley si piazza 36°, ma arrivando nello stesso gruppo che è arrivato a giocarsi in volata il 12° posto, considererò come se Wiggo si fosse piazzato 12°, e quindi lascerò invariata la sua valutazione di pavé anziché abbassarla. Questo perché la prestazione non può essere troppo influenzata dal piazzamento finale, soprattutto per un corridore fermo in volata come l'inglese. Ovviamente, però, se il gruppo in cui si piazza Wiggo si gioca un piazzamento in top 10, ma Bradley ne resta fuori (arrivando, diciamo, 14°) non è che sto a premiarlo addirittura con un +1 o un +2: gli incrementi di valore varranno solo in caso di effettivo piazzamento di Wiggo. Tutto chiaro?

Link to comment
Share on other sites

al Romandie 2012 ha vinto uno sprint di 60 corridori

 

ho capito, ma considera che: a) ha 66 di valore in volata e b) sono sempre stato inchiappato agli sprint :P

 

poi, in generale, per un corridore che prova per la prima volta a fare un certo tipo di gare, la prestazione non può essere valutata esclusivamente dal suo piazzamento, ma soprattutto da quanto ha saputo essere competitivo.

 

ps e poi chi c'era a fare le volate al Romandia? anche quest'anno Meersman sembrava Cavendish!

Link to comment
Share on other sites

Una story su Wiggo in un forum di attentatori al team Sky, che coraggio!

 

eheheh, a parte che ha fatto le mie fortune al Fantaciclismo che faccio coi miei amici l'anno scorso, ma poi a me Wiggo piace per le ragioni che ho scritto nell'introduzione (e cioè che ha accettato di mettersi in gioco al Giro, nobilitandolo, quando nessuno glielo chiedeva - e che cmq non è mai stato un corridore Tour-centrico che imposta tutta la stagione sulla Grande Boucle, ma uno che, almeno dal 2011 in poi, si è sempre presentat alle corse per vincerle). Ok, probabilmente sarà dopatissimo come è dopatissima tutta la Sky, ma chi non lo è? :P

Link to comment
Share on other sites

Ci sarebbe anche l'Eneco Tour  :smilie_daumenpos:

 

ah, ma è una MINIstory! arrivo giusto alla Parigi-Roubaix, poi vedo. Se la vinco, amen finita lì. Se ci arrivo vicino, simulo fino alla fine della stagione e ci riprovo l'anno dopo con le stesse regole. Se va a finire come è andata a finire con il Giro, amen e morta lì :wink:

Link to comment
Share on other sites

ah, ma è una MINIstory! arrivo giusto alla Parigi-Roubaix, poi vedo. Se la vinco, amen finita lì. Se ci arrivo vicino, simulo fino alla fine della stagione e ci riprovo l'anno dopo con le stesse regole. Se va a finire come è andata a finire con il Giro, amen e morta lì :wink:

Pensavo facessi una stagione intera :wink:

Link to comment
Share on other sites

a me Wiggo piace per le ragioni che ho scritto nell'introduzione (e cioè che ha accettato di mettersi in gioco al Giro, nobilitandolo, quando nessuno glielo chiedeva - e che cmq non è mai stato un corridore Tour-centrico che imposta tutta la stagione sulla Grande Boucle, ma uno che, almeno dal 2011 in poi, si è sempre presentat alle corse per vincerle).

 

Anche a me è piaciuto per questo.

Link to comment
Share on other sites

I miei complimenti a Smec. Mentre molti altri copiano, lui riesce ancora ad inventare sistemi nuovi.

 

 

Infatti ha delle splendide idee!!!

 

 

Smec, come posso non seguire le gesta di questo grande campione narrate da te. Credo che comunque prima che si ritiri ci proverà a fare qualcosa sul pavé Sir Wiggo anche nella realtà, ha il carattere per farlo.

 

 

Cavolo, le tue story hanno sempre delle caratteristiche che mi attirano. Magari è per come le imposti, o (essendo giornalista?) per come le scrivi. Seguo assolutamente :D

 

grazie ragazzi! beh, sì... in effetti c'è anche da dire che dopo tanti anni che gioco, o mi invento qualcosa per avere io per primo voglia di giocare, o se no non vale neanche la pena raccontarla... poi appunto, in questo caso mi servirà per prendere confidenza con il nuovo gioco e per riassaporare il pavé, su cui ho sempre giocato molto poco.

 

E intanto vedo di farmi venire in mente qualche idea per la story che farò a settembre :wink:

Link to comment
Share on other sites

I miei complimenti a Smec. Mentre molti altri copiano, lui riesce ancora ad inventare sistemi nuovi.

Infatti, vorrei sapere dove lavora per avere tutto questo tempo per pensare :mrgreen: .

 

Comunque mi ricordo che qualche anno fa qualcuno iniziò (e mi sembra che non finì... :dubbio: ) una story inversa con Cancellara. :)

 

Cavolo, le tue story hanno sempre delle caratteristiche che mi attirano. Magari è per come le imposti, o (essendo giornalista?) per come le scrivi. Seguo assolutamente :D

Tutte e due, idee appassionanti e narrazione accattivante :105:

 

 

 

 

 

Ok basta complimenti, che inizi lo spettacolo!

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.



×
×
  • Create New...