Jump to content
  • Sign Up

Seguici su Discord

Unisciti al server Discord di PCM Italia per rimanere sempre in contatto con noi, parlare di ciclismo e vivere un'esperienza multiplayer ottimale
Unisciti al server

PCM Italia è su Tapatalk

Scarica Tapatalk gratuitamente sul tuo smartphone per consultare in maniera facile e veloce PCM Italia anche da mobile!
Leggi di più

Disponibile Pro Cycling Manager 2021

Pro Cycling Manager 2022 e Tour de France 2022 sono finalmente disponibili
Leggi di più

Per un Tour da protagonisti


Recommended Posts

Vacansoleil-DCM_logo.png

 

L'esperienza al Giro d'Italia è stata tutt'altro che positiva per gli uomini della Vacansoleil DCM, mai nel vivo della corsa e incapaci di ottenere risultati di rilievo. Per la formazione olandese è in arrivo un altro importante test, quello del Tour de France numero 100. I tecnici hanno cercato di allestire una formazione di alto livello, con uomini forti e in grado di poter competere su tutti i fronti. 

Vista la concorrenza sarà improbabile riuscire a lottare per un posto sul podio, ma la speranza è che i vari Poels, De Gendt, Flecha e Rujano possano regalare una soddisfazione ad uno sponsor che, giorno dopo giorno, sembra sempre più intenzionato ad abbandonare il mondo delle due ruote. 

 

Alla vigilia del Tour de France la tensione è molta così come la voglia di competere ad altri livelli. Nell'attesa di vivere la Grand Depart da Portovecchio in Corsica, vi proponiamo la startlist definitiva della Grand Boucle

 

bnei.png
 
 
Link to comment
Share on other sites

  • Replies 61
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

TOUR DE FRANCE TAPPA 1

 

PORTOVECCHIO - BASTIA (214 km) PIANEGGIANTE

Percorso-prima-tappa-tour-de-france-2013

 

Per la centesima edizione del Tour de France gli organizzatori hanno deciso di partire dalla Corsica non con un prologo ma con una tappa in linea completamente pianeggiane (ad eccezione di un colle di 4° categoria che è eccessivo definire salita) che verosimilmente assegnerà la maglia gialla numero 1 ad un velocista. Il grande favorito di giornata è Mark Cavendish, fresco dominatore delle volate al Giro d'Italia. Il campione britannico dovrà però guardarsi le spalle da Andrè Greipel, Matthew Goss, Marcel Kittel e molto altri uomini veloci che vorranno fare di tutto per alzare le braccia al cielo sul traguardo di Bastia. In casa Vacansoleil si cercherà la fuga da lontano, nella speranza di fare subito il colpaccio e contemporaneamente con Kris Boeckmans si andrà a caccia di un prestigioso piazzamento in volata. 

 

Tutto è pronto per la partenza del Tour de France. Nonostante siamo a fine giugno il cielo non promette nulla di buono. I corridori dovranno stare molto attenti in caso di pioggia perchè, come sanno tutti, le prime tappe sono sempre quelle con maggiore rischio di cadute. 

Ed ecco finalmente che viene dato il via...

 

itlv.png

 

 

 

Dopo pochi chilometri parte subito la fuga con Anthony Ravard (Ag2r La Mondiale), Maarten Tjallingi (Belkin), Davide Cimolai (Lampre Merida), Sebastien Chavanel (Europcar), Marcus Burghardt (BMC Racing), Jimmy Engoulvent (Sojasun), Adrien Petit (Cofidis), Moreno Moser (Cannondale) ed il nostro Marco Marcato (Vacansoleil DCM), abilissimo a centrare il tentativo buono. 

 

szjm.png

 

Il gruppo lascia fare ed il vantaggio sale fino a 5' 30". Il buon accordo tra i battistrada è stato interrotto solo in vista della Cote de Sotta, unico GPM di giornata, che ha visto vincere il bravissimo Marcato al termine di una tiratissima volata con il tedesco Burghardt. 

 

kgb8.png

 

 

 

L'essersi garantito la prima maglia a pois del Tour de France è già un successo per Marco Marcato che però, vedendo che il gruppo a meno di 100 chilometri dal traguardo aveva un ritardo ancora superiore ai 5 minuti, stava iniziando a pensare anche ad un eventuale successo di tappa. 

Dietro è stata l'Argos Shimano a prendere in mano le operazioni per preparare la volata di Marcel Kittel ma, senza l'aiuto di altre squadre, le difficoltà sarebbero state molte visto che davanti l'accordo era buono.

 

6ks.png

 

Il ritmo in gruppo è aumentato in vista del traguardo volante (vinto tra i fuggitivi da Cimolai) in vista del quale i principali velocisti si sono sfidati in un primo assaggio di volata. Qui il migliore è stato Mark Cavendish che, con uno sprint col freno a mano tirato, è riuscito ad anticipare Greipel e Kittel.

 

6l3d.png

 

Ai 20 chilometri dal traguardo il ritardo del gruppo è ancora di 2' 30" e non è così scontato che la fuga possa essere ripresa. Davanti la stanchezza si inizia a far sentire nelle gambe, ma la possibilità di indossare la maglia gialla è una cosa che fa gola a molti. Prepariamoci dunque ad un gran finale, che verrà vissuto sul filo dei secondi.

 

Continua...

 

 

 

 
Link to comment
Share on other sites

In 10 chilometri il gruppo dei velocisti, tirato ora anche dagli uomini Lotto Belisol, Omega Pharma Quick Step e Orica GreenEDGE, è riuscito a recuperare ai battistrada più di un minuto e, vedendo che le possibilità di arrivare erano ridotte all'osso, è stato Marco Marcato a rompere gli indugi tentando un'azione disperata. 

 

9jv.png

 

 

Sulla ruota del corridore della Vacansoleil si sono riportati tutti i fuggitivi ma il vantaggio, ai - 5 si era stabilizzato sui 37 secondi. Il gruppo dietro lanciatissimo però non aveva intenzione di mollare. 

 

d2ik.png
 

Nonostante lo sforzo i fuggitivi sono stati raggiunti sotto lo striscione dell'ultimo chilometro. Alcuni corridori veloci come Chavanel, Petit e Ravard non hanno però voluto mollare, lanciandosi a loro volta nella volata finale. 

 

yfp.png
 

E clamorosamente Sebastien Chavanel, partito lunghissimo, è riuscito a resistere alla rimonta del gruppo andando a vincere sul traguardo di Bastia. 

 

qz0k.png
 

Grande festa in casa Europcar che è riuscita subito a lasciare il segno sul Tour de France, conquistando anche la maglia gialla. Per Chavanel un successo insperato visto che all'ultimo chilometro il gruppo era praticamente rientrato. Bene anche il giovane Moreno Moser che è riuscito a resistere alla rimonta portando a casa un onorevole secondo posto.

 

A breve tutte le classifiche...

Link to comment
Share on other sites

Ed ecco tutte le classifiche di giornata. Sebastien Chavanel si prende la gialla e la verde, maglia a pois per Marco Marcato mentre Moreno Moser avrà l'onore di indossare domani la maglia di miglior giovane. Casco giallo per la Argos Shimano. 

 

v844.png
 
zd1x.png
 
ohi7.png
 
99mc.png
 
cv2o.png
 
k7k.png
 
 
Nonostante le paure di molti, questa prima tappa in Corsica non ha creato problemi ai big che sono giunti tutti in gruppo evitando anche cadute che avrebbero potuto compromettere già da ora la lotta per la maglia gialla. 
In casa Vacansoleil il bilancio è buono in quanto Marcato ha preso subito la maglia a pois anche se dispiace per Boy Van Poppel che oggi stava molto bene ma che in volata è rimasto chiuso non riuscendo ad andare oltre il 17° posto. Male anche Boeckmans che è apparso lontano dalla condizione dei giorni migliori. 
Domani si cambia registro visto che la Bastia - Ajaccio presenta diversi strappetti e nel finale potremmo assistere ad una bella battaglia.
 
Link to comment
Share on other sites

Francamente non mi aspettavo che questa fuga potesse arrivare al traguardo quindi ho fatto uno scatto giusto per scena :( vabbè mi consolo con la maglia a pois...

 

Tra l'altro una rosicata ho perso gli screen del finale della 3° tappa che era stata molto bella ma non ho salvato il replay :( farò un racconto senza immagini, comunque nel pomeriggio arriva la seconda tappa!

Link to comment
Share on other sites

TOUR DE FRANCE TAPPA 2

 

 (156 km) MEDIA MONTAGNA

 

tour2013_2_pre.png

 

La prima volata del Tour de France ha regalato le prime sorprese con la fuga vincente di Sebastien Chavanel (Europcar). Ora per i corridori si prospetta una giornata molto impegnativa con 4 colli da scalare di cui uno, il Col de Vizzavona, di 2° categoria. Possibilità di riuscita per una fuga da lontano anche se gli scattisti potranno cercar di dir la loro sullo strappo finale, la Cote du Salario, che terminerà ai 10 chilometri dal traguardo.

 

Neanche il tempo di dare il via e vediamo subito i Vacansoleil DCM molto attivi. Questa volta è Juan Antonio Flecha ad andare all'attacco.

 

equz.png

 

 

L'andatura nelle prime fasi della corsa è stata molto elevata con diverse azioni e si è dovuto aspettare il traguardo volante posto a Castello di Rostino per veder partire la fuga. Alla fine lo stoico Flecha, dopo tanti scatti, è riuscito ad entrare nel tentativo, in compagnia di Fabian Wegmann (Garmin Sharp) e Damiano Cunego (Lampre Merida) che sembra che abbia deciso di puntare alle tappe e non alla classifica generale

 

fhu.png

 

 

 

Proprio il veronese, in vetta al Col de Bellagranajo è riuscito a transitare per primo davanti a Flecha che al fotofinish ha anticipato Wegmann. Marco Marcato a fine tappa rischia di perdere la maglia a pois anche perchè oggi ci sono ben 9 punti in palio

 

yl8p.png

 

 

 

Dietro la fuga è tenuta sotto controllo dagli uomini dell'Europcar. Non sarà facile per la formazione francese tenere la maglia gialla con Chavanel che in salita proprio non va

 

hl4w.png
 
Proprio in vista del GPM del Col de Vizzavona c'è stato il forcing di Damiano Cunego che ha staccato i propri compagni di fuga andando a conquistare anche i 5 punti in cima alla salita. 
 

0w69.png
 
 
Niente da fare per Flecha che nel finale perde le ruote di Wegmann e viene riassorbito dal gruppo. Qui il ritmo è cambiato in maniera significativa, anche perchè c'è lo scatto di Andy Schleck (Radioshack Leopard), Michael Albasini (Orica GreenEDGE) e Brice Feillu (Sojasun)!
 

 


1oy.png
 
Continua...
 

 

Link to comment
Share on other sites

Il gruppo nella discesa del Vizzavona però va a riprendere tutti gli attaccanti. Questa volta sono stati gli uomini del Team Sky e della Saxo-Tinkoff a fare l'andatura, anche perchè nel tratto in salita la maglia gialla di Sebastien Chavanel aveva perso contatto dal gruppo. 

Siamo ormai a 13 chilometri dal traguardo e tra poco inizierà la Cote du Salario. Attenzione perchè c'è l'attacco di 4 uomini, ovvero Cadel Evans (BMC Racing), Bauke Mollema (Belkin), Igor Anton (Euskaltel Euskadi) e ancora una volta Andy Schleck (Radioshack Leopard) davvero indomito in questa frazione. 

 

n5.png

 

Dietro però il gruppo non molla. Questa volta è la Vacansoleil DCM a fare il ritmo con la maglia a pois (ancora per un giorno visto che da domani sarà sulle spalle di Damiano Cunego), di Marco Marcato a fare un ritmo infernale sull'ultima salita. 

 

mc8k.png
 

Dopo il forcing del veneto si è messo anche Liewue Westra a fare il ritmo, andando a chiudere sull'attacco dei quattro atleti. 

Siamo ormai in vista dell'ultimo chilometro e c'è lo scatto del solito Marcato, seguito da Simon Spilak (Katusha). 

 

jmyz.png
 

L'azione dei due sembra buona. Potrebbero essere loro a giocarsi la tappa di Ajaccio. 

Invece vediamo che da dietro sbucano altri corridori. 

 

2i9w.png

 

E' un brillantissimo Alberto Contador (Team Saxo Tinkoff) a lanciarsi allo sprint. 

Sta venendo fuori un vero testa a testa tra lo spagnolo e Spilak. I due tagliano il traguardo praticamente insieme e non si capisce chi ha vinto... toccherà al fotofinish dirci il nome del vincitore!

 

lac7.png

 

Continua... (giusto per curiosità, per voi chi ha vinto?)

 
Link to comment
Share on other sites

67gl.png
 

 

Ed è Alberto Contador a trionfare sul traguardo di Ajaccio. Lo spagnolo è riuscito a beffare Spilak per pochissimi centimetri cogliendo un risultato importante non tanto sotto il profilo dei secondi, quanto per il morale. Terzo posto per Joaquim Rodriguez (Katusha) mentre chiude al 5° posto Marco Marcato, migliore degli italiani e della Vacansoleil DCM. Il veneto può avere qualche rimpianto visto che sulla Cote du Salario ha speso davvero molto. Se avesse corso al risparmio forse avrebbe ottenuto qualcosa in più di un semplice piazzamento. 

 

Cambia anche la classifica generale, con Matthew Goss (Orica GreenEDGE) che balza al comando per la somma dei piazzamenti, davanti proprio a Marcato. Resiste in maglia verde invece il buon Sebastien Chavanel (Europcar) mentre la maglia a pois finisce sulle spalle di Damiano Cunego (Lampre-Merida). 

 

Ecco tutte le classifiche di giornata

 

5viu.png
 
qe0r.png
 
f8p.png
 
3zn.png
 
r4br.png
 
bxgj.png
 
La tappa odierna ha anche mietuto vittime importanti. Diversi uomini che potenzialmente potevano fare classifica sono arrivati in ritardo. Tra questo troviamo Jean Christophe Peraud, John Gadret e Domenico Pozzovivo (Ag2r La Mondiale), Alberto Rui Costa (Movistar) che ora sono a 3' 22" dalla maglia gialla e Robert Kiserlovski (Radioshack Leopard) che accusa un gap di 4' 56".
 
Per quanto riguarda noi della Vacansoleil ci siamo ben comportati anche se penso di aver buttato una tappa nel cesso... oltre a Marcato, spompato dopo le trenate sulla Cote du Salario, avevo in gruppo anche Boeckmans che però è partito troppo indietro allo sprint. Devo migliorare nella tattica di corsa ma sono le prime corse... speriamo di andar meglio in futuro. 
 

 

Link to comment
Share on other sites

TOUR DE FRANCE TAPPA 3


 


AJACCIO - CALVI (145 km) MEDIA MONTAGNA


 


tour2013_3_pre.png


 


Siamo giunti all'ultima tappa in Corsica. Ancora un percorso vallonato per il gruppo che dovrà arrivare da Ajaccio a Calvi superando 4 GPM con l'ultimo, il Col de Marsolino, di 2° categoria. Sarà difficile vedere all'opera dunque i velocisti quest'oggi. 


 


Purtroppo per alcuni problemi non abbiamo a disposizione molte immagini della corsa. Vediamo però che è partita una fuga con due uomini, Juan Antonio Flecha (Vacansoleil DCM) e Simon Geschke (Argos Shimano). 


Proprio sul Col de San Martino lo spagnolo ha staccato il suo compagno di fuga andando a conquistare punti importanti per la classifica dei GPM. Proprio per questo motivo al termine della tappa sarà lui ad indossare la maglia a pois.


 


mrsu.png


 


Il gruppo però non lascia fare ed è lo stesso Flecha a rialzarsi dopo aver fatto il pieno di punti. Sul Col de Marsolino è sempre la Vacansoleil a prendere in mano le operazioni con Thomas De Gendt e Liewue Westra. L'obiettivo è quello di tenere alto il ritmo per favorire la volata di Marco Marcato, già quinto ieri. 


Nel tratto in discesa però riesce ad avvantaggiarsi Rigoberto Uran (Sky). L'azione del colombiano è ottima e sembra avere un esito felice. Proprio per questo Marcato all'ultimo chilometro si lancia al suo inseguimento ma ormai non c'è niente da fare. Nonostante vengano accreditati con lo stesso tempo, è Rigoberto Uran vincitore della 3° tappa del Tour de France davanti a Marcato che però, grazie a questo piazzamento riesce a conquistare un'insperata maglia gialla!


 


8r95.png


 

 


Bella soddisfazione in casa Vacansoleil DCM nonostante ci sia la consapevolezza che nella prossima tappa il simbolo del primato verrà perso. Mi dispiace non essere riuscito a fornire le immagini a causa del crash del replay anche perchè è stato un bel finale.


Link to comment
Share on other sites

TOUR DE FRANCE TAPPA 3


 


NICE - NICE (25 km) CRONOMETRO A SQUADRE


 


Nice-time-trial-2013.png


 


E' arrivato il giorno dell'attesa cronometro a squadre. Il percorso di 25 chilometri indubbiamente non solcherà grandi differenze ma oggi verosimilmente avremo l'ultima opportunità (non che prima ce ne siano state molte) di vedere qualche distacco tra i big prima della due giorni pirenaica prevista per il week-end. Occhi puntati sul duello Froome - Contador mentre noi della Vacansoleil DCM cercheremo quantomeno di limitare i danni anche se tenere la maglia gialla sarà un'impresa impossibile nonostante la presenza di discreti passisti in squadra come Thomas De Gendt e Liewue Westra. 


 


omega_pharma_quickstep_team_time_trial_w


 


Come da pronostico è stata l'Omega Pharma Quick Step a dominare la prova sotto la spinta di passisti del calibro di Martin, Chavanel e Kwiatkowski. La formazione belga ha lasciato a soli 3 secondi la Sky di Chris Froome, mentre 3° si è piazzata una sorprendente Radioshack-Leopard, a soli 14 secondi. Buona anche la difesa della Saxo - Tinkoff, 5° a 29 secondi. Noi della Vacansoleil ci siamo difesi con le unghie e con i denti ma non siamo riusciti ad andare oltre il 14esimo posto a 57" dai vincitori. 


 


36f6.png

 


 

 


Cambia naturalmente la classifica generale. Nuova maglia gialla per lo slovacco Peter Velits mentre nella battaglia tra i big troviamo Froome davanti a tutti con un vantaggio di 26 secondi sul suo grande rivale, Alberto Contador. Perse le prime posizioni di classifica, noi ci consoliamo con la maglia verde per Marcato e quella a pois con Flecha... ma da domani inizia un nuovo Tour!


 


fb1e.png


 

Link to comment
Share on other sites

TOUR DE FRANCE TAPPA 5

 

CAGNES-SUR-MER - MARSEILLE (228 km) PIANEGGIANTE

 

 

 

tourdefrance2013_5_pre.png

 

Dopo la cronometro a squadre il Tour de France riparte con una frazione che sembra dover lasciare spazio ai velocisti. Le asperità del percorso infatti sembrano tutt'altro che impossibili da superare e tutto lascia presagire ad una volata a ranghi compatti nel finale. E invece... 

 

Il gruppo fa male i conti e la fuga partita sul primo GPM con Maarten Tjallingi (Belkin), Davide Cimolai (Lampre Merida), Egoitz Garcia (Cofidis), Anthony Charteau (Europcar), Jon Izaguirre (Euskaltel Euskadi), Jens Voigt (Radioshack Leopard), Fabian Wegmann (Garmin), Pierrick Fedrigo (FDJ.fr), Marcus Burghardt (BMC Racing) e i nostri Marco Marcato e Juan Antonio Flecha (Vacansoleil DCM) è riuscita ad avere la meglio tenendo un minutino di vantaggio fin sul traguardo. E chi ha vinto? 

 

scq.png
 

Il grandissimo Marco Marcato! Perfetta finalmente è stata la tattica della Vacansoleil. In realtà il veneto era andato in fuga soprattutto per prendersi i 20 punti del traguardo volante. Dopo aver centrato l'obiettivo è rimasto spesso a ruota sfruttando il lavoro del suo compagno di squadra. Sul Col de la Ginestre poi è partito come una freccia mantenendo un discreto margine sul gruppetto in rimonta e cogliendo il successo più importante della carriera. A completare il trionfo ci ha pensato poi Flecha che ha regolato il gruppo inseguitori regalando una clamorosa doppietta per la formazione olandese. 

 

A breve tutte le classifiche...

 

 

Link to comment
Share on other sites

Grande festa per Marco Marcato sul podio di Marsiglia. Si può dire che l'obiettivo minimo in casa Vacansoleil sia già raggiunto dopo cinque tappe. Tanta visibilità per la squadra olandese che ha indossato la maglia gialla e vinto una tappa. Da qui a Parigi la strada è ancora molta e tutto può succedere. 

 

x0hf.png

 

 
7qh0.png
 

 

E tra l'altro cambia la maglia gialla con Pierrick Fedrigo (FDJ.fr) che grazie alla fuga balza al comando precedendo di soli due secondi il nostro Marcato. 

 

u5sa.png

 

 
9w7.png

 

Comunque per la Vacansoleil la possibilità di godere della leadership nella classifica a punti, in quella dei GPM e anche in quella a squadre... davvero niente male. 

 

vu0o.png

 
1gz0.png
 
3qf.png
 
hq0n.png
 

 

Link to comment
Share on other sites

TOUR DE FRANCE TAPPA 6


 


AIX EN PROVENCE - MONTPELLIER (176,5 km) PIANEGGIANTE


 


aix6.png


 


Per un motivo o per l'altro le prime tappe del Tour de France hanno sempre regalato sorprese ma oggi finalmente affronteremo una classica tappa da prima settimana. 176 chilometri completamente pianeggianti che porteranno il gruppo a Montpellier. Difficile che gli sprinter si lascino sfuggire questa grande occasione per mettersi in mostra. I grandi favoriti sono naturalmente Mark Cavendish, Andrè Greipel e Marcel Kittel ma attenzione anche a Matthew Goss ed Elia Viviani. In casa Vacansoleil cercheremo di cogliere un piazzamento con il buon Kris Boeckmans che potrà contare sull'aiuto di Boy Van Poppel e Marco Marcato che, lo ricordiamo, indossa la maglia verde e che oggi cercherà comunque di ottenere un piazzamento dignitoso. 


 


La fuga del mattino è partita praticamente dal chilometro 0, con ben 9 corridori coinvlti: Daniele Ratto (Cannondale), il solito Marcus Burghardt (BMC Racing), Remi Pauriol (Sojasun), Maxim Iglinski (Astana), Fabian Wegmann (Garmin Sharp), Pablo Lastras (Movistar), Egoitz Garcia (Cofidis), Jens Voigt (Radioshack Leopard) e Alexander Pichot (Europcar). 


 


mi1k.png

 


 

Il gruppo ha concesso loro un vantaggio massimo di 7 minuti anche se la situazione è apparsa sempre sotto controllo. Per più di metà corsa sono stati gli uomini della FDJ.fr della maglia gialla di Pierrick Fedrigo a controllare la situazione, ma negli ultimi 50 chilometri sono salite in cattedra le squadre dei velocisti, in particolare l'Orica GreenEDGE e la Lotto Belisol.


 


kcly.png

 


 

 


Il ricongiungimento è avvenuto ai 5 chilometri dal traguardo. Vediamo come è proprio la formazione australiana che sta cercando di formare un treno ma attenzione ad Andrè Greipel appostatosi sulla ruota di Matthew Goss. Ben piazzati anche i Vacansoleil: alla sinistra dell'immagine possiamo infatti vedere Juan Antonio Flecha che sta cercando di pilotare nell'ordine Keizer, Marcato, Van Poppel e Boeckmans. 


 


7ctm.png

 


 

 


Continua...


 


 


 


Link to comment
Share on other sites

All'ultimo chilometro sono proprio gli uomini della Vacansoleil a prendere in mano la situazione. 

Parte la volata con Van Poppel bravissimo a lanciare Kris Boeckmans. Attenzione però alla rimonta di Andrè Greipel (Lotto Belisol) sulla destra e di Elia Viviani (Cannondale) sulla sinistra. 

 

980g.png

 

Ed è Andrè Greipel! Grande vittoria del tedesco che in rimonta riesce a superare Boeckmans che comunque ha fatto molto di più di quanto ci si potesse aspettare da lui. Terzo posto per Alexander Kristoff (Katusha), partito forse troppo tardi.

 

xntb.png
 
A breve le classifiche...
 
Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now



×
×
  • Create New...