Jump to content

Seguici su Discord

Unisciti al server Discord di PCM Italia per rimanere sempre in contatto con noi, parlare di ciclismo e vivere un'esperienza multiplayer ottimale
Unisciti al server

PCM Italia è su Tapatalk

Scarica Tapatalk gratuitamente sul tuo smartphone per consultare in maniera facile e veloce PCM Italia anche da mobile!
Leggi di più

Disponibile Pro Cycling Manager 2024

Pro Cycling Manager 2024 e Tour de France 2024 sono finalmente disponibili
Leggi di più

L'ultima fuga di Millar


LEVI

Recommended Posts

L'ultima fuga di Millar, il ciclista diventato donna

"Re degli scalatori" al Tour 1984, 2° al Giro d'Italia 1987, Robert ha fatto perdere le sue tracce nel 2003. Ora si fa chiamare Philippa York e vive nel Dorset con la fidanzata: nel suo passato c'è anche una storia di doping

robert-philippa--346x212.jpg

LONDRA, 7 luglio 2007 - Robert Millar è stato il miglior ciclista inglese al Tour de France, l’unico a salire sul podio degli Champs Elysèes nel 1984 (finì quarto, ma venne incoronato “re degli scalatori”), e a chiudere al secondo posto al Giro d’Italia del 1987. Oggi, Robert Millar si fa chiamare Philippa York, vive in uno sperduto villaggio del Dorset, in Inghilterra, con la fidanzata e continua ad andare in bicicletta, ma non parla con nessuno della sua vita precedente. É stato il Daily Mail a scoprire la sua nuova identità, dopo che quattro anni fa Millar sparì misteriosamente dalla circolazione: le stesse ricerche per scrivere la sua biografia In Search of Robert Millar fatte dal giornalista sportivo Richard Moore non portarono a nulla: i due si scambiarono, infatti, solo delle mail e in una di queste il ciclista negò recisamente di essere sparito (“Non sono affatto scomparso, faccio solo quello che mi piace”).

"RE DELLE MONTAGNE" - Scozzese di nascita, scoperto quand’era ancora un adolescente, in quel magico 1984 Millar venne nominato “personalità sportiva dell’anno” dalla BBC e divenne l’idolo di migliaia di tifosi, ispirati dalle sue scalate al limite dell’impossibile (“Le montagne sono l’unica possibilità che ho per far soffrire gli altri corridori, ma io devo soffrire così tanto per farli soffrire che la cosa non mi diverte affatto”, disse una volta in un’intervista), ma per i suoi colleghi continuava a restare un mistero: parlava pochissimo con tutti e della sua vita privata si sapeva poco o nulla. Anche il matrimonio con la francese Sylvie Transler del 1985 passò quasi sotto silenzio: nessuno della sua famiglia vi prese parte e la coppia, che nel frattempo aveva avuto un bambino, si separò poco dopo.

SQUALIFICA PER DOPING - La sua carriera ebbe una battuta d’arresto nel 1992, quando - malgrado la scelta di vita vegetariana (cosa alquanto insolita per un ciclista) e la sua fanatica avversione ai preparati chimici - gli vennero trovate percentuali troppo elevate di testosterone nel sangue: squalificato per tre mesi, si beccò anche una multa di 1000 sterline (circa 1500 euro). Una volta tornato alla sua amata bicicletta, riprese rapidamente il ruolo di leader delle corse in montagna, ma sette anni fa apparve chiaro a tutti che al corpo di Millar stava capitando qualcosa di strano e non era solo il codino che aveva cominciato a sfoggiare. Sotto la maglia, infatti, si cominciava a intravedere distintamente la rotondità del seno. “Ogni volta che lo incontravamo – raccontò all’epoca un amico – Robert sembrava avere un seno sempre più grosso, ma lui non parlò mai con nessuno di questa cosa”.

LA FUGA - La svolta definitiva fu nel 2003, quando Robert Millar decise di eclissarsi volutamente dal mondo, sparendo dalla sua casa di Daventry, nel Northamptonshire, per riapparire nei panni di Philippa York nel Dorset, dove oggi vive in una casa da 350.000 sterline (516.000 euro) con la fidanzata Linda Purr. “Tutti qui lo sanno che Philippa una volta era un uomo – ha spiegato un abitante del paese al giornale – ma siamo troppo educati per chiederle i dettagli della sua vita passata. Comunque, le piace ancora andare in bicicletta e la vediamo spesso a cavallo della sua bici, perfettamente equipaggiata e con i lunghi capelli che le escono dal caschetto”.

NO COMMENT - Avvicinata dai cronisti del Daily Mail, Philippa-Robert non ha voluto rilasciare dichiarazioni e tutto quello che si è riusciti a sapere è che ora si è ritirata dalle competizioni e che ha passato la settimana in garage a riparare la sua motocicletta. Nessun commento anche dalla sua fidanzata, che lavora per il consiglio distrettuale. Sempre nel 2003 Millar venne scelto per entrare a far parte della “Sports Hall of Fame” scozzese, ma non si mise mai in contatto con gli organizzatori per partecipare alla cerimonia. A distanza di quattro anni, si è capito il motivo: a quel tempo, Robert aveva già lasciato il posto a Philippa.

:oops::D :grin: :D :grin: :D :grin:

Link to comment
Share on other sites

la maggior perplessità di questa storia mi è data dalla storia sentimentale? la ragazza ha tendenze omosessuali, oppure l'ha conosciuto/a prima della metamorfosi? E poi "di sotto" il povero Millar sarà rimasto invariato o qualcosa gli ha preso il volo 8) ? E poi mIllar si è cambaito il nome in Philippa per non dare nell'occhio o perchè realmente si sente una donna?

Mi chiedevo se fra qualche anno spunteranno le tette pure a Rijs...certo, non sarebbe un bello spettacolo!

Comunque, tornando seri, è una storia che mi ha scioccato quando domenica l'ho letta sulla Gazzetta. Però l'esperienza di Millar potrà fare rabbrividire qualche corridore "sleale", che prima di prendersi ormoni come fossero aspirine ci penserà su due volte

Link to comment
Share on other sites

  • 3 weeks later...

Si però dai non esageriamo sù, sentire parole come "ribrezzo" o "esiste certa gente al mondo?" è esagerato...ha fatto la sua scelta? STOP! Va rispettata come uno che ,ad esempio, si fa un tatuaggio...

PS:Riis con le tette :smilie_daumenpos:

Link to comment
Share on other sites

  • 2 months later...

letto solo ora...

Ma davvero c'è qualcuno di voi che pensa c'entri qualcosa il doping?

Per il resto

:thumbup::mrgreen::mrgreen:

Mi inchino davvero davanti a lui, ha avuto coraggio, ancora più di tutti i personaggi non famosi che fanno una scelta del genere, e lo dico senza ironie ne niente, e resto quasi profondamente deluso da quelli tra voi che hanno usato certe parole :cry2:

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.


×
×
  • Create New...