Jump to content
  • Sign Up

Disponibile Pro Cycling Manager 2021

Pro Cycling Manager 2021 e Tour de France 2021sono finalmente disponibili
Leggi di più

Hai già scoperto i nostri tutorial?

Come sottoscrivo una mod su Steam? Come modifico un database? Come posso creare una maglia personalizzata? Per queste ed altre domande visita la nostra sezione tutorial!
Tutorial

Seguici su Discord

Unisciti al server Discord di PCM Italia per rimanere sempre in contatto con noi, parlare di ciclismo e vivere un'esperienza multiplayer ottimale
Unisciti al server

PCM Italia è su Tapatalk

Scarica Tapatalk gratuitamente sul tuo smartphone per consultare in maniera facile e veloce PCM Italia anche da mobile!
Leggi di più

La nostra RECENSIONE di Pro Cycling Manager 2020

Leggi e guarda la nostra recensione di Pro Cycling Manager 2020, a cura di BubbaDJ
Leggi di più

[STORIA CYM06] Storie dell'altro mondo??


Recommended Posts

  • Replies 155
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Molte storie iniziano con un protagonista che, seduto in casa propria, sul divano, in un pomeriggio di tardo autunno, mentre il sole declina e la grigia nebbia cede il posto lentamente alla sera, attende con ansia uno squillo del telefono che possa dare il là ad una nuova, fantastica avventura.

Questa volta invece cominciamo dalla fine.

E’ sempre autunno, è sempre pomeriggio, ma…….. chi ha un po’ d’occhio sicuramente ha già notato che il calendario sul muro segna una data inconsueta, 2058. Ebbene si, gli anni passano.

Nel mio caso, ne sono già passati 89, e non sono pochi. Magari fatico a ricordare cosa ho mangiato a mezzogiorno, ma i giorni del passato più remoto affiorano con facilità, vengono a galla da soli.

Era il 2006, quando presi la curva che cambio direzione alla mia vita. Tutto iniziò con un videogioco, si chiamava Cycling Manager 6, mi intrappolò nei primi giorni d’estate e fu una folgorazione. Ci giocai, ci lavorai per migliorarlo, divenne uno strumento per conoscere nuovi amici attraverso il forum (Bubba, Camenzind, Heldram, Karpets, Magio sono i primi nomi che ricordo, in rigoroso ordine alfabetico).

Poi, a Novembre di quell’anno la Cyanide, che produceva il gioco, organizzò un concorso ad estrazione, tra tutti i membri dei diversi forum nel mondo. In palio, la possibilità di trascorrere le tre settimane del Giro d’Italia su di un’ammiraglia, quella della Milram. E la fortuna…..

Furono tre settimane stupende, tra sprint, fughe, montagne storiche, paesaggi meravigliosi, fatica e sofferenza. E anche a loro piacque avermi lì. Contro ogni mia aspettativa, alla fine delle tre settimane decisero che si, forse si poteva fare qualcosa, coinvolgermi, in fondo a me piaceva e a loro piacevo. E quindi, perché no?

Da allora, per 30 anni, vissi per il ciclismo (oltre che per la famiglia, ovvio).

Poi il meritato riposo, gli anni che passano e come il buon Guccini ben racconta con le sue parole, l’autunno è la stagione che:

Cambia io faccio, e lo fa diventare io ricordo.

L’autunno della mia vita.

Ed ora, mentre anche il sole si addormenta nelle nebbie d’autunno, lentamente chiudo gli occhi.

Link to comment
Share on other sites

E’ un sogno??

E’ qualcos’altro????

Non credo che lo saprò mai, ma nella mia vita ho sempre sperato che il paradiso fosse proprio così: il posto dove fare ciò che più ci piace!!!! Che premio sarebbe cantare tutta l’eternità salmi in un coro di angeli??

Certo a tutto c’è un limite, quindi quando mi avvicinai a quel vecchio dall’aria austera e rigorosa, con il viso avvolto da una lunga barba bianca, fu lui a parlare:

Benvenuto. Questo è il posto per soddisfare finalmente i tuoi desideri, ben arrivato.

Davvero?? Posso uscire con Sophie Marceau stasera???? :D

sophieul9.jpg

Beh, non esageriamo. :D

Acc., lo immaginavo……

Cerchiamo qualcosa di più, come dire, tranquillo. E poi Sophie non arriverà nei prossimi duecento anni; sai, sta passando un paio di secoli giù, in purgatorio, a raccogliere mele come punizione per la sua mancanza di pudore.

Pensavo a qualcosa legato al ciclismo. Sai, tutti sanno che hai avuto grosse soddisfazioni da quel mondo, ma un desiderio ti è sempre rimasto insoddisfatto: avresti voluto allenare i grandi della storia, del passato, vero?

Ohhh, si, davvero. Mi piacerebbe.. ma come si può?

Questo è un posto dove ognuno fa quello che più gli piace, ricorda. E ad un ciclista cosa vuoi che piaccia di più se non andare in bici? Guardali, sono tutti là.

In fondo, su di una strada di campagna, si delineano proprio in quel momento delle biciclette ad andatura turistica, che si avvicinano. Il primo lo riconosco subito, El Diablo, decisamente strano ritrovarlo qui, ma tant’è. E poi, tanti volti, noti o meno noti, chiacchierano tra loro, qualcuno mi nota ed ammicca, un paio di altri salutano apertamente…… :lol::D

Li riconosci, vero?

Quasi tutti, si.

La voce tradisce l’emozione, ritrovarsi a due passi da Fausto Coppi, da Merckx, dal Pirata……

Chi vuoi allenare di loro? Li ho divisi in squadre, come avevi fatto tu a suo tempo per quel gioco. Bene, scegli.

Ma è un sogno? Oppure……

Non credo che tu possa saperlo, devi fidarti. Cogli l’attimo, non porti troppe domande, scegli.

Ci sono nomi che a tutti verrebbero in mente, e vengono in mente per primi anche a me, sono quelli che quando ho visto prima mi hanno dato più emozione. Coppi, il Pirata, Bartali. Poi però, ci penso un attimo in più, mi ricordo che un nome aveva caratterizzato quella svolta della mia vita, il mio nickname, un ciclista che vinse meno di altri, ma che più di altri mi entusiasmò quando, nel 1987, visse il culmine di una carriera contrastata vincendo Giro, Tour e mondiale. E allora:

roche2im0.jpg

roche3kl9.jpg

Voglio allenare Stephen Roche. Dammi la sua squadra.

Bene. E’ tua. Dovrai allenarli, rinforzare la squadra, condurli negli stage, discutere i loro contratti, ma soprattutto guidarli in corsa. Loro sono felici di correre, fai si che lo restino anche sotto la tua guida. Ora vai, non devo dirti più nulla.

Link to comment
Share on other sites

Mentre il canuto vecchietto si allontana, un gruppo di una ventina di ciclisti si ferma e torna sui propri passi. A capitanarli, il volto deciso e sorridente di Bjarne Rijs.

Eccoci mister. Ci siamo tutti?

al suo fianco, Tonkov fa la conta…….diciotto, diciannove, venti…….. no, ne manca uno.

Otto. Ottooooooooo. Dove sei? Jasper, per favore, vallo a prendere.

Che succede?

Niente mister, è Lauritzen. Sa, è un po’ sordo…….. però pedala non si preoccupi. Adesso Skibby lo riporta qui. Eccoli, arrivano.

Lauritzen ha l’aria imbarazzata, :D:cry: qualche risatina intorno a lui, la tensione si scioglie anche così. Poche parole da parte mia, tanto ci conosciamo più o meno tutti.

Ragazzi, siamo tutti qui per fare quello che più ci piace, giusto? Bene, pedaleremo sulle strade più famose della storia, con i ciclisti più grandi di ogni tempo. Fatevi onore, date il massimo e soprattutto……… divertitevi. E smettetela di darmi del lei o di chiamarmi mister. I miei ciclisti mi hanno sempre chiamato Mario, fatelo anche voi.

Ora cominciamo a capire chi farà cosa.

Rjis fa un gesto a Tonkov, che si avvicina

Ecco, mister……cioè, Mario, ecco le abbiamo preparato una scheda per ciascuno di noi, così, per facilitare un po’ le cose.

Bene, le avete qui? Vediamo un po'.

pcm0001jc4.jpg

Link to comment
Share on other sites

Bene, così mi sembra possa andare. Che ne dite?

Si, può andare.

E’ Bjarne a parlare. Il carisma del ragazzo è tale che gli altri lo seguono senza nemmeno pensarci; al di là delle qualità tecniche, un vero leader naturale.

Ora, pensiamo a chi farà cosa. Per i grandi giri a tappe siamo in tanti, c’è Rijs, Roche, Berzin, Tonkov, Ugrumov…… Chi vuole fare il Giro d’Italia tra questi??

Roche e Ugrumov? Bene. E il Tour? Ancora voi due? Ce la fate?

Si, non si preoccupi. Se ci potremo allenare, non ci saranno problemi.

Rjis, Tonkov, anche voi al Tour. Bene. Saremo fortissimi alla Grand Boucle.

E tu Berzin? Niente?

Per me è uguale, vado dove mi dite, basta correre.

Bene, allora tu farai la Vuelta. Nessun altro in Spagna con lui?

Silenzio………

Beh, non spingete, mi raccomando.

Dai avanti, andate adesso. Ci troviamo qui domani a quest’ora, cominceremo a pianificare la stagione, ritiri, calendario, allenamenti. Oggi giornata libera, ma non fateci troppo l’abitudine.

Alè, dai ragazzi andiamo…….

Se ne vanno tutti, anzi, no, uno rimane……

Lauritzen, vero??

Come?

Azz, questo è sordo come un campanone..

LAURITZEN!!!

Si, sono io mister.

Mmmmmmh

Puoi andare, giornata libera, ci troviamo domani.

No mister, non ho freddo alle mani.

……….sarà dura……..

Link to comment
Share on other sites

Il giorno dopo, ci ritroviamo tutti allo stesso posto. I ragazzi però hanno un aspetto completamente diverso. Il giorno prima sembravano un gruppo di scapoli in gita domenicale, oggi con le maglie e le bici ufficiali, danno l’impressione di una squadra vera.

relmaillotpl3.jpg

Certo, qualche pancetta è ancora un po’ rotonda, ma siamo qui anche per questo.

Ragazzi, ho ricevuto una lettera, me la hanno spedita i dirigenti della Alfa-Lum. Ci sono gli obiettivi per i quali vorrebbero vederci lottare quest’anno.

pcm0002ah8.jpg

Ma non c’è il Giro! E del Tour, sembra quasi che anche li non gli interessi niente!!!!

Hai ragione Bjarne, che ci posso fare. Questi vogliono vederci brillanti in Spagna e nelle corse di un giorno. Ci attrezzeremo, voi non preoccupatevi. Farete Giro, Tour e Vuelta come già deciso. Per le classiche c’è Sean Kelly.

Ehm, Mario, ecco io vorrei fare anche il Giro……

Va bene Sean, se al nord andrai bene lo farai

……..e anche il Tour…..

Si, e poi?? Anche la Vuelta?

Perché? Posso??

……… :lol::oops::wink::D

Va bene, ho capito. Cercheremo sul mercato un altro per le corse di un giorno, non puoi fare Giro, Tour e tutte le classiche, non sei mica Cancellara.

Ora ragazzi forza, pedalare, oggi buttiamo giù un po’ di ciccia, 80 km per cominciare.

Ottanta? chiede Lauritzen

Ah, ma allora ci senti.

No mister, non centoventi…………

:D:D

Link to comment
Share on other sites

Djamoulidine Abdoujaparov!!!

Era il mio IDOLO... :lol:

Abdu, un mito. Andava come una scheggia, pur di scappare dalla Russia.

Mister 60% in quanto si diceva che avesse 60 di ematocrito...

Si, forse non era il più pulito di tutti i tempi, ma è l'unico che gli altri hanno accettato come leader. Io volevo Stephen, ovvio, ma gli altri della squadra stavano già prendendo le bici per andarsene........

Link to comment
Share on other sites

Interludio

LA STORIA, QUELLA VERA

Ogni tanto troverete dei post come questo. Servono per ricostruire aspetti storici legati a squadre, personaggi corse ed aneddoti reali legati ai personaggi della storia.

Questo serve per ricostruire in breve la storia dell'ALFA-LUM, il cui nome ritroviamo in questa storia.

Alfa Lum fu un marchio attivo per sei anni nel ciclismo, dal 1982 al 1984 e dal 1988 al 1990.

Affiancato talvolta da nomi di prestigio, come Olmo o Legnano, deve gran parte della sua popolarità al transito di nomi di prestigio provenienti dal ciclismo sovietico. I primi professionisti russi arrivarono proprio tramite questa squadra, nei due ultimi anni di attività, 89 e 90.

Abdoujaparov, Konyshev, Pulnikov, Tchmil, Ugrumov, solo per citare i più famosi. Ecco un giovane Tchmil con questa maglia.

tchmilrb3.jpg

Questa è la maglia del 1989, quella nel gioco è la versione del primo anno, 1982.

Russi a parte, anche Fondriest passò di qui, correndo nel 1988 la sua seconda stagione da pro con questa maglia.

fondriestek2.jpg

Fu grazie a lui che la Alfa Lum ottenne il più prestigioso successo, perchè proprio in quell'anno il buon Maurizio vinse il mondiale.

fondriest2ee4.jpg

Link to comment
Share on other sites

Questo mondo, così strano, sembra veramente il paradiso. E’ il mio mondo di tutti i giorni, ma senza le malignità e le cattiverie, senza ciò che può rendere le giornate spiacevoli. Un frutto maturo, succoso, pulito e senza api che gli ronzano intorno. Sono solo un paio di giorni che vivo (vivo?) in questa realtà, ma già mi auguro che non sia un sogno, ma qualcosa di più. Ho tenuto duro dall’altra parte per quasi 90 anni, ma dopo aver provato questo, non so se ne sarei ancora capace. E dire che non ero neanche stato sfortunato, in un mondo intorno che andava a catafascio io nel mio piccolo ho vissuto una storia stupenda, ma non si può sempre chiudere gli occhi e guardare solo a se stessi ed alla propria bicicletta…….. questo invece è il mondo come dovrebbe essere.

Un pezzo di carta in tasca mi infastidisce, frugo e torno alle questioni più prosaiche, richiamatovi dagli appunti che ho preso nel pomeriggio durante la sgambata. I ragazzi li conoscevo già bene, sono nomi importanti, ora ne ho riassunto le caratteristiche per capire in cosa siamo a posto e dove magari qualche nuovo arrivo può seguire:

pcm0003is5.jpg

E mi accorgo che parlando con Sean (Kelly) avevo ragione. SE lui mi fa davvero Giro e Tour, non può esserci anche per Sanremo, classiche del Nord, classiche di Agosto e gare di fine stagione……e se non c’è lui, chi c’è??

Per le corse a tappe siamo super attrezzati, ci serve qualcosa per le gare di un giorno.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.



×
×
  • Create New...