Jump to content
  • Sign Up

Disponibile Pro Cycling Manager 2021

Pro Cycling Manager 2021 e Tour de France 2021sono finalmente disponibili
Leggi di più

Hai già scoperto i nostri tutorial?

Come sottoscrivo una mod su Steam? Come modifico un database? Come posso creare una maglia personalizzata? Per queste ed altre domande visita la nostra sezione tutorial!
Tutorial

Seguici su Discord

Unisciti al server Discord di PCM Italia per rimanere sempre in contatto con noi, parlare di ciclismo e vivere un'esperienza multiplayer ottimale
Unisciti al server

PCM Italia è su Tapatalk

Scarica Tapatalk gratuitamente sul tuo smartphone per consultare in maniera facile e veloce PCM Italia anche da mobile!
Leggi di più

La nostra RECENSIONE di Pro Cycling Manager 2020

Leggi e guarda la nostra recensione di Pro Cycling Manager 2020, a cura di BubbaDJ
Leggi di più

F1 - STAGIONE 2009


Big S.

Recommended Posts

La Formula 1 si spoglia

Guardate come sarà

Non solo gomme lisce: la forma delle monoposto 2009 cambia drasticamente. Muso allargato, ala dietro più alta e stretta per ridurre l'effetto scia. E una galleria del vento americana aiuterà la Ferrari

0KB963OH--346x212.jpg

Aerodinamica meno sofisticata sulle vetture 2009.

È senza dubbio la più radicale rivoluzione tecnica degli ultimi anni quella che riguarderà le F.1 che correranno nel 2009. Non una sola area della monoposto resterà immune da pesanti modifiche.

OBIETTIVO - L’intento è quello di realizzare vetture che risentano meno dell’effetto scia in modo tale da agevolare i sorpassi. Si è voluto anche dare un taglio netto alla ricerca in galleria del vento anche se la Ferrari ha addirittura programmato una sessione di prove in una struttura in scala 1:1 negli Usa. I team, infatti, stanno già lavorando per recuperare gran parte del carico deportante che la Fia ha ridotto del 50% con l’eliminazione di tutte quelle appendici aerodinamiche che hanno caratterizzato le monoposto in queste ultime stagioni.

NUDA - Sulle F.1 del 2009 spariranno tutte le appendici aerodinamiche all’interno e dietro le ruote anteriori, le ciminiere, i boomerang e quant’altro era applicato alle fiancate, le quali dovranno avere forme raccordate con raggi ben precisi. Al bando ovviamente anche i mini profili dietro la presa dinamica del motore e quello largo 100 cm all’interno delle ruote posteriori. Aboliti anche gli sfoghi per evacuare l’aria calda dalle fiancate e questa limitazione darà del filo da torcere ai progettisti che avranno anche il problema di dover raffreddare le batterie del Kers.

ALI - Le differenti dimensioni degli alettoni sono state dettate dall’esigenza di ridurre gli effetti negativi dei vortici creati dalle monoposto in scia. Quello anteriore orribilmente largo (1.800 mm) è abbassato di ben 75 mm e lavora in una zona meno disturbata. Deve avere un profilo neutro e uguale per tutte le vetture nei 500 mm centrali (laddove nel 2008 c’erano le generose zone a cucchiaio). Inoltre c’è la novità del flap regolabile (6°) dal pilota. Quello posteriore è ristretto ma rialzato di 150 mm in modo da avere un flusso meno disturbato e ha una maggiore possibilità di incidenza dei profili.

DIFFUSORI - Complicata la modifica che riguarda i profili estrattori: prima quello centrale era molto più alto e i due laterali molto bassi (125 mm) ora tutti e tre i canali hanno la stessa altezza maggiorata (175mm) rispetto a quella dei canali laterali precedenti. Inoltre sono stati arretrati rispetto all’asse posteriore. Per compensare questi tagli all’aerodinamica la Fia ha reintrodotto le gomme lisce che permetteranno una maggiore aderenza meccanica.

gazzetta.it
Link to comment
Share on other sites

  • Replies 182
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Non hanno tolto l'appendice che aumentava la scia, hanno solo ristretto e alzato l'alettone e cambiato lo scivolo posteriore per creare meno turbolenze a chi sta dietro perchè con le macchine dell'anno scorso facevi fatica a tenerle in strada anche se eri a 50 m da quello davanti.

Per compensare hanno abbasato e allargato l'alettone anteriore e messo le gomme slick

Link to comment
Share on other sites

  • Admininistrators

Mondiale F.1 2009

Si è appena spento il rombo dei motori e la Formula 1 già pensa al 2009, introducendo nuove regole e variando il calendario. Il Consiglio mondiale della Fia, riunito a Parigi, ha deciso infatti che dalla prossima stagione i motori dovranno durare tre eventi, al posto di due, ovvero prove libere, qualifica e gara: una svolta importante, che comporterà investimenti per garantire una maggiore affidabilità dei propulsori (ma se ne userà un numero minore, quindi in prospettiva il risparmio ci sarà).

Tra le altre deliberazioni rientra un maggiore "training" dei giudici di gara, che dovranno essere "osservatori" ad almeno un Gran Premio prima di poter assumere la funzione. A cinque gare del 2009, inoltre, verranno invitati alcuni aspiranti giudici per "familiarizzare" con la F.1. Con le nuove regole, inoltre, gli "arbitri" saranno chiamati a prendere il più rapidamente possibile le loro decisioni, durante la corsa; subito dopo, la motivazione sarà messa on line sul sito della Fia.

Per quanto riguarda il calendario, cambia la posizione del Gran Premio della Cina, previsto inizialmente per il 18 ottobre, la nuova data è 19 aprile, ovvero subito dopo la Malesia e prima del Bahrain. Anticipato al 1° novembre l'ultimo evento della stagione, il GP di Abu Dhabi, in origine previsto per il 15 dello stesso mese.

Ecco il nuovo calendario completo.

29 marzo, GP Australia (Melbourne)

05 aprile, GP Malesia (Sepang)

19 aprile, GP Cina (Shanghai)

26 aprile, GP Bahrain (Sakir)

10 maggio, GP Spagna (Barcellona)

24 maggio, GP Monaco (Montecarlo)

07 giugno, GP Turchia (Istanbul)

21 giugno, GP Gran Bretagna (Silverstone)

12 luglio, GP Germania (Hockenhein)

26 luglio, GP Ungheria (Budapest)

23 agosto, GP Europa (Valencia)

30 agosto, GP Belgio (Spa-Francorchamps)

13 settembre, GP Italia (Monza)

27 settembre, GP Singapore (Singapore)

4 ottobre, GP Giappone (Fuji)

18 ottobre, GP Brasile (Interlagos)

1° novembre, GP Abu Dhabi (Abu Dhabi)

Tutti i Gran Premi inizieranno alle ore 14 locali, salvo le seguenti eccezioni:

GP Australia e Malesia, ore 17;

GP Singapore, ore 20;

GP Giappone, ore 15.

Link to comment
Share on other sites

  • Admininistrators

* La grande novità regolamentare del 2009 sarà il ritorno delle gomme slick, al posto delle gomme scanalate in uso dal 1998. Il regime di monogomma permetterà comunque un certo controllo dell'aumento delle prestazioni, ma la maggiore influenza dell'aderenza meccanica dovrebbe consentire ai piloti maggiori possibilità di sorpasso, ovviamente insieme a limitazioni sull'aerodinamica (molto critica sulle vetture odierne).

* I motori dovranno durare tre gare e non più due.

* Le vetture verranno private della maggior parte delle appendici aerodinamiche accessorie: queste appendici fanno sì che le auto, pur avendo efficienza aerodinamica maggiore, non riescano a trarre vantaggio dall'uso delle scie e incontrino un'estrema difficoltà nell'effettuare i sorpassi. In questo modo la competizione ravvicinata ed i sorpassi dovrebbero risultare più agevoli.

* Contrariamente a quanto annunciato nel 2007, Bernie Ecclestone ha annunciato, il 12 maggio 2008, che dal 2009 non si correrà il Gran Premio di Francia a Magny-Cours. Pertanto, in assenza di altri candidati credibili, il Gran Premio di Francia non è compreso nel calendario della stagione 2009. Le trattative riguardano al momento la possibilità di allestire un circuito cittadino a Parigi, entro il 2010[1][2].

* In maniera analoga al Gran Premio di Francia, anche quello di Gran Bretagna sembra essere a rischio. Mentre sono in corso importanti lavori di rifacimento delle infrastrutture, Ecclestone ha richiesto un consistente aumento, per gli organizzatori, del costo per ospitare l'evento sul proprio circuito[3]. Proprio in occasione del Gran Premio di Gran Bretagna, la FIA ha annunciato ufficialmente che la gara, dal 2010, si terrà sul tracciato di Donington Park [4].

* Dopo diversi tentativi di contenere i costi mediante modifiche al regolamento tecnico, la FIA propone un limite al budget dei vari team, da applicare, a partire dal 2009, in scaglioni successivi fino al 2011. La proposta ha lo scopo, alla luce delle difficoltà dei team minori, di rendere la partecipazione al mondiale più sopportabile per i soggetti che non siano supportati in modo ufficiale da una casa automobilistica. Inoltre, potrebbe limitare il rischio che le case costruttrici che non riescano ad ottenere i risultati sperati a fronte di importanti investimenti, decidano di abbandonare la serie[5].

* Introduzione di un meccanismo di recupero di energia al fine di ottenere, in un periodo limitato, potenza aggiuntiva alla monoposto. Tale sistema si chiama Kers ma allo stato attuale, difficilmente verrà utilizzato dalle monoposto nella stagione 2009[6].

* Rispetto alla scorsa stagione non ci sarà più il Gran Premio del Canada. Al suo posto ci sarà il Gran Premio di Abu Dhabi che si disputerà nell'omonima capitale degli Emirati Arabi Uniti il 1 Novembre come ultima gara del mondiale.

-----------------------------------------------------

Orari italiani GP NON ALLE 14.00

- Australia ore 8.00

- Malesia ore 11.00

- Cina ore 9.00

- Bahrain ore 13.30

- Giappone ore 8.00

- Brasile ore 18.00

- Abu Dhabi ore 17.00

Link to comment
Share on other sites

Calendario semplicemente vergognoso, circuiti storici come Imola, Montreal e Silverstone esclusi, al loro posto Cina ed Emirati Arabi, di belli sono rimasti appena Monza e Spa

Link to comment
Share on other sites

Calendario semplicemente vergognoso, circuiti storici come Imola, Montreal e Silverstone esclusi, al loro posto Cina ed Emirati Arabi, di belli sono rimasti appena Monza e Spa

concordo, cmq silverstone c'è.

Penso sia saltato il canada e la francia rispetto all' anno scorso.

Link to comment
Share on other sites

Calendario semplicemente vergognoso, circuiti storici come Imola, Montreal e Silverstone esclusi, al loro posto Cina ed Emirati Arabi, di belli sono rimasti appena Monza e Spa

E' normale, si è sempre cercato il circuito che dà più soldi, prima Imola li dava, adesso nuove potenze economiche come AbuDhabi o il Bahrain hanno sopravanzato i circuiti europei. Siamo già fortunati che c'è ancora Monza :wink:

Link to comment
Share on other sites

Non oso immaginare che valocità faranno a monza. Con carico areodinamico ridotto del 50% ci scappa il record.

Con le gomme slik, in oltre si potrebbe avere più trazione in uscita delle varianti "lente" ciò vuol dire ancora più velocità nel rettilineo sucessivo.

Link to comment
Share on other sites

Ammazza che brutte F1...sembrano quelle degli anni '90

Poi non ho capito una cosa? Ma se tolgono l'appendice che aumentava la scia, ci saranno meno sorpassi. Perchè dicono che vogliono più sorpassi?? :dubbio:

Brutte? Quella della gazzetta è soltanto un F2008 con i cambiamenti del 2009: Via alette varie e pinna di squalo, ristretto ed alzato l'alettone dietro ed allargato quello davanti... Ed il risultato è anche decente alla vista (Se riesci a trovarti delle immagini guardati el immagini della BMW ai test capirai forse come saranno realmente orride alla vista le macchine 2009 :lol: ). Però negli anni '90 c'erano, a mio parere, le migliori macchine di F1 a livello estetico :wink:

Link to comment
Share on other sites

Non oso immaginare che valocità faranno a monza. Con carico areodinamico ridotto del 50% ci scappa il record.

Con le gomme slik, in oltre si potrebbe avere più trazione in uscita delle varianti "lente" ciò vuol dire ancora più velocità nel rettilineo sucessivo.

Sai che non saprei... Con questa robaccia del limite di giri al motore non penso che sia possibile battere i record stabiliti con i V10 3l 850-900CV circa.

Link to comment
Share on other sites

Sai che non saprei... Con questa robaccia del limite di giri al motore non penso che sia possibile battere i record stabiliti con i V10 3l 850-900CV circa.

Pure limitano i giri motore? possiamo dire cia ai cari e vecchi 19 mila giri?

Link to comment
Share on other sites

Mi Manca Tanto la Minardi... :sad2: Nostalgia Canaglia...

C'è sempre la Toro Rosso anke se l'anno prossimo i soldarelli della Red Bull a quello che ho sentito non ci saranno più... e non ci sarà neanche Vettel, passato alla Red Bull

Link to comment
Share on other sites

Pantano: "Io abbandonato

In F.1 contano solo i soldi"

Il padovano si sfoga: "Ho vinto in tutte le serie ma non ho nemmeno un'offerta. Ormai, se non hai uno sponsor dietro, il talento non serve. Ecclestone mi ha detto che se si muove qualcosa mi informerà"

1999323--346x212.jpg

Giorgio Pantano, campione del mondo della GP2, si sente abbandonato dai team di F.1, mentre Bruno Senna e Sebastian Buemi che sono finiti dietro di lui in classifica, hanno avuto la possibilità di fare dei test. L'italiano, 29 anni, aveva già corso in F.1 nel 2004 con la Jordan, con scarsi risultati ma con una monoposto tutt'altro che competitiva.

SCHERZO - "Sfido chiunque ad avere un curriculum come il mio - dice Pantano ad Autosprint - ho vinto due titoli mondiali nel karting, tre europei, tre italiani, F.3 tedesca, GP2 e sono arrivato tra i primi in F3000. Ma ora non ho offerte in F.1, è uno scherzo? Mi sento abbandonato. L'unica persona che si è comportata ragionevolmente è stata Bernie Ecclestone. L'ho chiamato alcuni giorni fa e dopo dieci minuti mi ha ritelefonato".

ALTI LIVELLI - "Gli unici posti ancora disponibili sono quelli di Honda e Toro Rosso - prosegue Giorgio - Bernie mi ha detto che se qualcosa si muoverà io sarò il primo a saperlo. Essere un pilota di talento non serve più se non si porta uno sponsor notevole ai team. I soldi sono diventati la priorità assoluta per correre. Penso che potrei ancora fare sei o sette anni in F.1 ad alti livelli. Mi piacerebbe essere chiamato a collaudare una F.1 e solo dopo potrebbero giudicare se sono in grado di far bene oppure no. Vorrei soltanto una reale possibilità".

gazzetta.it
Link to comment
Share on other sites

Honda, addio alla F.1

Il team giapponese chiude con i GP: restano senza lavoro 760 persone. Il presidente Fukui: "Tutta colpa della crisi che sta investendo il mercato dell'auto, non resteremo neppure come fornitori di motori" . La Fia: "Urgente ridurre i costi"

0KBE9GBP--346x212.jpg

La crisi mondiale dell'economia si abbatte anche sulla Formula 1. E' ufficiale , la Honda chiude i battenti e le scuderie al via del prossimo campionato saranno solamente 9.

DOLOROSO - I motivi della decisione sono stati spiegati a Tokyo durante una conferenza stampa indetta dal presidente del team giapponese, Takeo Fukui, che non ha nascosto un certo dispiacere: "Il 2008 è stato l'ultimo campionato della Honda in F.1. Questa difficile decisione è stata presa alla luce del difficile momento che sta vivendo il mercato dell'auto su scala mondiale. Dobbiamo proteggere il core business della nostra azienda". A quanto sembra non si tratta neppure di una decisione temporanea. "Avvieremo consultazioni con gli associati di Honda Racing F.1 team e il fornitore di motori Honda Racing Development in relazione al futuro delle due compagnie, che includerà anche offerte di vendita del team. Comunque in questo momento non abbiamo elementi per dire che un giorno torneremo. Non forniremo neppure i motori a qualche altro team. Non ha senso fare le cose a metà: o sei dentro o sei fuori".

NUBI MINACCIOSE - Il ritiro porterà alla Honda un risparmio di circa 420 milioni di euro). "Lo scenario dell'auto a livello globale è peggiorato e rende la ripresa del settore difficile - ha continuato Fukui - Il team resterà in piedi fino a marzo dandosi quindi tre mesi di tempo per trovare un nuovo compratore". Si tratta però di un'ipotesi molto difficile. E ci sarebbero altri due team a caccia di acquirenti. La Casa giapponese ridurrà anche l'organico dei dipendenti che lavorano sulla produzione, tagliando i contratti a termine. Le 760 persone che lavorano tra Tokyo e la Gran Bretagna percepiranno gli stipendi fino a fine anno, poi resteranno senza lavoro.

I TEAM RIUNITI - Tra l'altro nella riunione della Fota (l'associazione dei team di Formula Uno) a Londra, è stata messa a punto una serie di proposte per ridurre i costi da sottoporre al Consiglio mondiale della Fia in programma la settimana prossima. È stata votata all'unanimità l'introduzione di un motore a basso costo da introdurre a partire dal 2011, un turbo di 1,8 litri che dovrebbe sostituire l'attuale V8 da 2,4. Questo motore consumerebbe circa il 30% di benzina in meno. Ma i team hanno discusso anche del prossimo futuro, dei prossimi due anni. Hanno raggiunto l'accordo di ridurre i testi da 30.000 a 15.000 km. Stilata anche una proposta per le qualifiche. La nuova idea consiste nel far girare contemporaneamente tutte le monoposto e con la stessa quantità di benzina. A ogni giro verrebbe eliminato il pilota più lento.

FIA PREOCCUPATA - Con un comunicato ufficiale di oggi sul proprio sito la Fia scrive che l'annuncio del ritiro da parte della Honda ha confermato la "preoccupazione che il costo di partecipazione al campionato del mondo di Formula 1 è divenuto insostenibile. La crisi economica globale non ha fatto altro che peggiorare una situazione già critica. La Fia pertanto invita la Fota ad impegnarsi per permettere la riduzione dei costi". Sulla stessa lunghezza d'onda il patron della F.1 Bernie Ecclestone: "Il ritiro della Honda deve fungere da campanello d'allarme per tutti. Dobbiamo svegliarci se non vogliamo andare incontro a conseguenze più serie. Bisogna spendere meno, i costi sono insostenibili".

MONTEZEMOLO - "La FOTA si augura che il patrimonio di conoscenze tecnologiche della squadra di Brackley non vada disperso e che possa essere possibile riprendere al più presto la sfida sportiva". Così in una nota diffusa oggi Luca di Montezemolo, presidente della Ferrari e della Fota (Formula One Teams Association), ha commentato la notizia del ritiro della Honda dal Mondiale.

gazzetta.it
Link to comment
Share on other sites

Se si continua di questo passo, missà che la Formula 1 perdarà di valore e di spettacolo, visto k sorpassi nn se ne vedono da anni.

Tutte qst modifiche secondo me nn servono a molto e poi il motore unico, se decidono di metterlo, sarà una grandissimo boiata.

Mi mancano un casino i duelli Schumacher vs Hakkinen, Senna vs Prost, Mansell vs Piquet....quella era la vera Formula 1

Link to comment
Share on other sites

  • 3 weeks later...

Nuove vetture entro gennaio

La Formula 1 scalda i motori

La Ferrari dovrebbe essere la prima scuderia a svelare la monoposto 2009, con una presentazione a Fiorano entro metà mese. La Toyota si presenta sul web, Williams e Renault sul circuto portoghese di Portimao. Ancora senza una data Force India, Red Bull e Toro Rosso

p90044512-470x312.jpg

Tutti in vacanza, anche in Formula 1. Ma per le scuderie gennaio sarà un mese fondamentale, con la presentazione delle monoposto che correranno il Mondiale 2009, al via dal 29 marzo in Australia.

NOVITA' - Dovrebbe essere la Ferrari la prima a scoprirsi, con la presentazione della vettura 2009 prevista a Fiorano entro il 15 gennaio. Quello sarà il giorno della nuova Toyota, che verrà presentata sul web dalla sede di Colonia, 24 ore dopo spazio alla McLaren da Woking. Il 19 tocca a Williams e Renault, che si esibiranno anche in qualche test sul circuito portoghese di Portimao. Il giorno dopo sarà il turno della Williams, che ha scelto Valencia per iniziare la sua stagione. Ancora senza una data le prime volte di Force India, Red Bull e Toro Rosso.

HONDA - Continua a lavorare sulla macchina 2009 il gruppo dell'ex Honda: Ross Brawn e il suo team stanno sviluppando la nuova vettura, sempre in attesa di un acquirente che permetta alla scuderia di essere presente sulla griglia di partenza di Melbourne.

GAZZETTA.IT
Link to comment
Share on other sites

  • 3 weeks later...

Ecco la nuova F60

Il nome è legato al numero di partecipazioni al Mondiale della rossa. Massa: "Compatta e carina, io pronto". Costa: "Niente a che vedere con la vettura 2008". Al Mugello subito i primi giri in pista col brasiliano al volante

0KDCXPCP--346x212.jpg

Presentata sul web la nuova Ferrari (vedi le foto) per il Mondiale 2009 di F.1. Il suo nome è F60, come le partecipazioni del Cavallino in altrettante edizioni dei campionati mondiali. Poi al Mugello subito i primi giri di pista. Alle 10.35 il rombo del motore 056 della nuova monoposto ha rotto il silenzio dei box. Alle 10.55 il vice campione del mondo Felipe Massa è uscito nuovamente dai box: anche questa volta un giro completo compiuto dal pilota brasiliano.

FELIPE PRONTO - "Sono emozionato ma anche contento di portarla in pista per la prima volta. Con tutte le regole nuove mi aspettavo una macchina diversa, come 10 anni fa con grandi alettoni e sono rimasto sorpreso. Ho trovato la nuova F.60 piccolina, molto compatta e carina". Questo il primo giudizio del brasiliano Felipe Massa. Non era presente il presidente Luca Montezemolo. È stato trattenuto a Roma da impegni che si sono prolungati, dopo la partecipazione al convegno alla Luiss con il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.

PROGETTO NUOVO - La nuova F60 non è una evoluzione della F2009, ma un progetto tutto nuovo. Il direttore tecnico Aldo Costa ha spiegato: "Quest'anno ci sono stati tanti cambiamenti. Non si può parlare di un'evoluzione, ma di una macchina disegnata a partire da un foglio bianco. È frutto di tanti cambiamenti regolamentari dovuti all'introduzione di nuove tecnologie come il Kers o dal desiderio della Federazione di migliorare lo spettacolo e favorire i sorpassi. L'aerodinamica quindi è stata completamente rivista, così come le gomme slick. L'aerodinamica della macchina non ha niente a che vedere con l'anno scorso".

IL KERS - A capo dei motori c'è il francese Gilles Simon. Il suo gruppo è stato quello che forse ha dovuto affrontare le difficoltà maggiori causa l'introduzione del sistema di recupero dell'energia cinetica (Kers). "Le novità per i motori nel 2009 sono due - ha spiegato Simon - la prima è la modifica al motore per accettare il Kers, poi la nuova regola che ogni pilota avrà 8 motori per tutta stagione. Questo implicherà una vita del motore quasi raddoppiata, stimata intorno ai 2.500 km con giri ridotti a 18.000 al minuto. Il Kers? È un sistema elettrico che la Ferrari ha sviluppato con la Magneti Marelli, un progetto che ha coinvolto però tutti i reparti della Gestione Sportiva. Ci sono state difficoltà notevoli su diversi fronti, ma li abbiamo affrontati con uno spirito di squadra forte".

AERODINAMICA - Per quanto riguarda l'aerodinamica, grosse sfide ha dovuto affronatre anche Nicolas Tombazis. L'ingegnere greco ha già stupito per alcune soluzioni interessanti che "aggirano" le limitazioni ai regolamenti, come ad esempio i sostegni degli specchietti che partono dal basso delle fiancate e che fungono da deviatori di flusso. Tombazis ha spiegato le caratteristiche della F60: "Siamo stati molto condizionati dai nuovi regolamenti che hanno influito per l'aerodinamica. Forse sono i cambiamenti più grossi che abbiamo mai avuto. L'aerodinamica con i nuovi regolamenti ha cambiato tutto il flusso d'aria intorno alla macchina. L'ala anteriore è molto più larga, la scia e i vortici dell'ala vanno all'esterno delle ruote. Poi abbiamo la grossa eliminazione di tante appendici, la macchina quindi è più liscia di forma. Abbiamo riottimizzato tutta la carrozzeria intorno a questi regolamenti. L'ala posteriore è più stretta, essendo più centrale dall'abitacolo, è stata riprogettata completamente".

gazzetta.it
Link to comment
Share on other sites

Esteticamente forse la più brutta che ricordi. Ma vabbè, speriamo sia "bella dentro" :mrgreen: .

La tendenza al risparmio e ad un maggior rispetto per l'ambiente ormai, nel campo motoristico, è molto diffusa. Non c'è più la corsa allo sviluppo tecnologico. Cosa alquanto positiva, nel momento di crisi che si sta vivendo(Anche se è un fenomeno al quale assistiamo da un paio d'anni) e con una nuova consapevolezza nei confronti del mondo nel quale viviamo.

Ho la sensazione però, e spero di sbagliarmi, che la spettacolarità ne risentirà molto...

Link to comment
Share on other sites

La F60 mi ha sorpreso; conme ha detto Massa in un intervista, sembra una F3!Molto Compatta anche se non bellissima esteticamente.E' chiaro che ciò che interessa sono le prestazioni in generale;Bisogna tornare a vincere... :smilie_daumenpos:

Link to comment
Share on other sites

Questa è la lista dei partecipanti e dei rispettivi numeri di gara per il campionato di Formula 1 2009.

1 - Lewis Hamilton (Gbr, McLaren)

2 - Heikki Kovalainen - (Fin, McLaren)

3 - Kimi Raikkonen (Fin, Ferrari)

4 - Felipe Massa (Bra, Ferrari)

5 - Robert Kubica (Pol, Bmw)

6 - Nick Heidfeld (Ger, Bmw)

7 - Fernando Alonso (Spa, Renault)

8 - Nelson Piquet (Bra, Renault)

9 - Jarno Trulli (Ita, Toyota)

10 - Timo Glock (Ger, Toyota)

11 - Sebastien Buemi (Svi, Toro Rosso)

12 - da annunciare (Toro Rosso)

14 - Mark Webber (Aus, Red Bull)

15 - Sebastian Vettel (Ger, Red Bull)

16 - Nico Rosberg (Ger, Williams)

17 - Kazuki Nakajima (Jap, Williams)

18 - da confermare (Honda)

19 - da confermare (Honda)

20 - Adrian Sutil (Ger, Force India)

21 - Giancarlo Fisichella (Ita, Force India)

Inspiegabilmente(almeno per me), la Fia ha assegnato il numero 3 a Kimi e il 4 a Massa, sebbene il brasiliano sia arrivato davanti. Sembra che la Ferrari abbia chiesto di invertire i numeri.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.



×
×
  • Create New...