Jump to content
  • Sign Up

Seguici su Discord

Unisciti al server Discord di PCM Italia per rimanere sempre in contatto con noi, parlare di ciclismo e vivere un'esperienza multiplayer ottimale
Unisciti al server

PCM Italia è su Tapatalk

Scarica Tapatalk gratuitamente sul tuo smartphone per consultare in maniera facile e veloce PCM Italia anche da mobile!
Leggi di più

Disponibile Pro Cycling Manager 2021

Pro Cycling Manager 2022 e Tour de France 2022 sono finalmente disponibili
Leggi di più

Le imprese più finte del Ciclismo recente


emmea90

Recommended Posts

  • Admininistrators

Le imprese più finte del Ciclismo recente

Questo topic nasce da una discussione ieri sera in Chat dopo la positività di Di Gregorio.

Ci sono imprese che ti fanno gridate quanto sia bello questo sport, ci sono poi imprese ancora più difficili da fare che non possono che farti gridare una singola parola di tre sillabe: doping. Oggi vi offriamo una classifica delle più belle, o delle più piene.

6° Posto: Davide Rebellin: Pechino 2008

Si può fare un secondo posto ad un olimpiade a 37 anni? Evidentemente sì. Dopo aver vinto dal 2004 in cui centrò il trittico prestigioso Amstel-Freccia-Liegi per tre anni il corridore Gerolsteiner aveva vinto unicamente al Brixia Tour. Nel 2008 si riscopre però rinato, vince la Parigi > Nizza e si fa beffare solamente da Sanchez nella prova olimpica. Doping? Doping.

 

5° Posto: Mauro Santambrogio: Cervere > Jaffreau: Giro d'Italia 2013

giro-2013-stage-14-new-profile.jpg

In una giornata da eroi Vincenzo Nibali mette il suo sigillo sul giro d'Italia arrivando vicino alla vittoria di tappa. Già, vicino, poiché il siciliano riesce a staccare Uran, Evans, Betancur, Scarponi... praticamente tutti i rivali tranne uno: Mauro Santambrogio, fino all'anno scorso anonimo gregario BMC - il perché lo scopriremo a fine giro.

4° Posto: Stefan Schumacher: Cérilly > Saint-Amand-Montrond, Tour de France 2008

alt20.gif

Cosa c'è di più sospetto di non aver mai vinto una cronometro in carriera al Tour e fare 2 su 2 battendo anche Cancellara? Ce lo spiega Stefan Schumacher che vince la cronometro di Saint-Amand-Montrond, rifilando ben 21'' allo svizzero già campione del mondo. Schumacher aveva già vinto sempre in quel Tour la cronometro di Cholet per un 2/2 che faceva gridare chiaramente doping come alla fine fu.

3° Posto: Riccardo Riccò: Toulouse > Bagneres de Bigorre, Tour de France 2008

alt9.gif

E' la prima tappa Pirenaica, tappa che vista la distanza dell'ultimo colle dall'arrivo sconsiglia gli attacchi da lontano. Riccò si lancia sull'Aspin guadagnando più di un minuto - tiene un intero plotone lanciato nel tratto di discesa e tiene anche nel falsopiano fino all'arrivo perdendo quasi nulla e arrivando al traguardo con 1'04'' su Efimkin e 1'17'' sul gruppo. Sarà poi trovato positivo alla cera.

Link to comment
Share on other sites

  • Admininistrators

2° Posto: Leonardo Piepoli: Pau > Hautacam, Tour de France 2008
alt10.gif


Ad Hautacam, arrivo in salita, infuria la battaglia. Frank Schleck attacca facendo staccare Andy, poi Evans fa crollare Riccò, Menchov e Nibali. Sastre scatta con Schleck venendo ripreso poi da Piepoli fino all'attacco di Kohl. In testa si forma un quintetetto con Schleck, Cobo, Piepoli, Kohl ed Efimkin. Piepoli attacca ancora ai -2,5 restando con Schleck e Cobo. Piepoli e Cobo riescono quindi a staccare Frank Schleck - arrivando al traguardo in parata. La tappa viene vinta da Piepoli che rifila 28'' a Schleck, 1' a Kohl, 2' a Riccò ed Evans - e come spesso accade agli scalatori che si scoprono tra i migliori al mondo solamente dopo i 30 anni, anche Piepoli si rivela pieno come un uovo pochi giorni dopo. La tappa andrà quindi a Cobo (della Saunier-Duval l'unico non colpito)

1° Posto: Floyd Landis - Saint Jean de Maurienne > Morzine, Tour de France 2006
525x525px-LL-81ab42aa_vbattach6175.jpg


Landis era in maglia gialla fino al giorno precedente quando viene beccato da una crisi nella tappa con arrivo a La Toussuire. L'americano attacca quindi sul primo colle di giornata, il Saisies, nonostante un cospicuo drappello di fuggitivi poi ripreso raggiungendo anche nove minuti di vantaggio sotto il Joux-Plane. All'arrivo recupera sei minuti a Sastre e sette a Pereiro finendo a 30'' dalla maglia gialla in classifica, maglia gialla che poi prenderà nella cronometro finale. Landis sarà quindi squalificato per positività al Testosterone proprio dopo questa tappa.
Link to comment
Share on other sites

Manca Kohl, la sua maglia a pois e il terzo posto finale nel 2008.

Oltre a Rasmussen che batte Contador al Tour del 2007, fino alla squalifica :mrgreen:

Le ricordo che Micheal Rasmussen non è mai stato trovato positivo a sostanze dopanti, è stato squalificato per colpa di quello spifferone di Cassani :lol:

Link to comment
Share on other sites