Jump to content
  • Sign Up

Disponibile Pro Cycling Manager 2021

Pro Cycling Manager 2021 e Tour de France 2021sono finalmente disponibili
Leggi di più

Hai già scoperto i nostri tutorial?

Come sottoscrivo una mod su Steam? Come modifico un database? Come posso creare una maglia personalizzata? Per queste ed altre domande visita la nostra sezione tutorial!
Tutorial

Seguici su Discord

Unisciti al server Discord di PCM Italia per rimanere sempre in contatto con noi, parlare di ciclismo e vivere un'esperienza multiplayer ottimale
Unisciti al server

PCM Italia è su Tapatalk

Scarica Tapatalk gratuitamente sul tuo smartphone per consultare in maniera facile e veloce PCM Italia anche da mobile!
Leggi di più

La nostra RECENSIONE di Pro Cycling Manager 2020

Leggi e guarda la nostra recensione di Pro Cycling Manager 2020, a cura di BubbaDJ
Leggi di più

Giri D'Italia Fantasy


Recommended Posts

Salve,chiedo innanzitutto scusa per non avere la foto,ma non riesco a caricalra,in più so che forse avrei potuto postare questa richiesta nella sezione "artisti su commissione",ma vista la specificità e la lunghezza che potrebbe assumere la discussione ho preferito aprire un topic a parte,sempre se non dispiace e/o se interessa.

Venendo al dunque,ho aperto questo topic perchè io ritengo un "problema" quello dellà varietà dei Giri D'Italia presenti sul gioco,se non sbaglio sono quattro o 5 che ruotano,pertanto sia che uno scelga la modalità carriera sia che uno scelga la modalità "corsa a tappe" alla fine non ha un granchè di scelta.Quindi la mia idea era,collaborando tutti insieme inventando e proponendo dei percorsi nuovi,e sperando di poter contare sull'abilità dei tecnici e dei "creatori" di tappe per realizzarli,quella di postare mano a mano i Giri qua sopra in modo che chi abbia voglia di variare possa scaricarseli.Che ne pensate?

..come ho scritto sopra,spero di avere la fortuna di poter contare sull'abilità di chi sa creare le tappe,perchè ahimè io,come credo tanti altri,pur avendoci provato non riesco ad avere buoni risultati nella creazione,diciamo che proprio non sono capace..:)

io intanto propongo una mia idea,un percorso che ho ideato..con una breve descrizione di ogni tappa...spero che ciò verrà accolto bene.

GIRO D'ITALIA-MATTEO

1° TAPPA: Città Del Vaticano-Roma (cronoprologo) 7km

breve cronoprologo,totalmente pianeggiante,che si svolge nelle vie centrali della Città Del Vaticano,quindi anche con alcuni tratti con strada a "Sanpietrini",praticamente pavè.

2°TAPPA: Castel Gandolfo-Mondragone 187km

tappa pianeggiante che parte dalle rive del Lago di Albano,incontra la prima salita dopo 15,2 km (Rocca Priora,770 metri di altitudine,pendenza media del 5%,massima dell'8%,lunghezza 4,5 km),passa poi per il lungomare pontino,deviando all'altezza di Monte San Biagio sul gpm del Monte delle Fate (circa 1000 metri di altitudine,pendeza media attorno al 6%),posta a 70 km dal traguardo,Finale totalmente pianeggiante sul lungomare.Tappa per velocisti.

3° TAPPA: Castel Volturno-Potenza 225km

tappa quasi esclusivamente pianeggiante su strada statale,unica asperità la salita verso Monteforte Irpino (502 m di altitudine,lunghezza e pendenze non le conosco,ma è molto semplice) a circa 55km dal traguardo.Volata quasi sicura.

4°TAPPA: Potenza-Castellana Grotte 152km

altra tappa semplice,pure corta,anche se a circa 40 km dal traguardo si scala il Monte della Parata (circa 505 m di altitudine,pendenza media al 4%,lunghezza circa 6,5km).

5° TAPPA: Monopoli-San Giovanni Rotondo 197km

tappa pianeggiante sulla costa ADRIATICA,ma l'arrivo è in "altitudine",San Giovanni Rotondo infatti è ai 570 m di altitudine,negli ultimi 5 km si puo mettere uno strappo o un muro in stile Liegi che puo fare anche distacchi,adatto al miglior Cunego o al miglior DiLuca :)

6° TAPPA San Giovanni Rotondo-RoccaRaso 225km

Primo arrivo in salita,in cima a Roccaraso,località sciistica e turistica,a 1236 m di altitudine.7,5km di salita al 6,2 % di pendenza media.Prima di quella si affronta il Colle Dell'Orso a 96 km dal traguardo,salita agevole ma lunga,una collina,e soprattutto la salita di Rionero Sannitico,a 21 km dal traguardo,1030 m di altitudine,9 km al 6,7% di pendenza,Tappa durissima.

7° TAPPA: Sulmona-Sant'Elpidio a Mare 188 km

Nessuna asperità,solo un percorso leggermente nervoso.tappa per velocisti.

8° TAPPA: Macerata-Borgo Pace 188km

Prima parte tranquilla nelle Marche,poi si affronta il Monte Cucco (1170 m di altitudine,8,2km di salita al 7,7% di pendenza) a 95km dal termine,dopo un po si affronta il Monte Nerone (1290 m di altitudine,lunghezza circa 15 km,pendenza media al 7,5%,massima all'11%) posto a 40 km dal traguardo.Tappa dura anche se non arriva in salita si puo fare la differenza.

9° TAPPA: Borgo Pace-Monte Acuto 182km

Secondo arrivo in salita,sul Monte Giovi,870 m di altitudine,lunghezza 8,9 km all'8,4% di pendenza media,prima si affronta il Monte Santa Maria di Tiberina,10,5 di salita al 3,3% di media,posto dopo circa 70 km dalla partenza,quindi ad oltre 110 dall'arrivo.

PRIMO GIORNO DI RIPOSO.

10° TAPPA: Pistoia-Lucca crono individuale 42,7km

Crono individuale di 50 km,per specialisti,quasi tutta pianeggiante.L'unica asperità e al Ponte di Serravale,250 m di altitudine,salita molto blanda posta 13 km dopo la partenza.

11°TAPPA: Lucca-Budrio 195km

Tappa con l'Abetone,posto però a 130km dal traguardo.Per il resto percorso nervoso tra gli Appennini e finale pianeggiante nelle valli di comacchio.

12° TAPPA:Bologna-Bussolengo 201km

Tappa pianeggiante ma suggestiva,percorso che infatti attraversa molte grandi città storiche,dopo Bologna appunto Modena,Reggio Emilia,Parma,Mantova e termina appunto in località Bussolengo,probabilmente in volata.

13° TAPPA:Verona-Caorle 184km

Altra tappa tranquilla,si affronta solo la lieve salita di Altavilla Vicentina dopo 30 km dalla partenza,corta e semplice,poi tutta pianura tra le province di Padova e Venezia e l'arrivo a Caorle,sul litorale.

14° TAPPA:Lignano Sabbiadoro-Ljubljana(Slovenia) 189km

Sconfinamento in Slovenia,con passaggio del duro Valike Vrse a meno di 90km dal traguardo ad un altitudine di circa 800m e pendenze medie al 5,arrivo nel centro della capitale Slovena.

15°TAPPA:Dobrova (Slovenia)-Mt.Zoncolan 239km

Si riparte ancora dalla Slovenia,ma dopo circa 40 km si rientra in Italia nella provincia di Udine,un bel po di pianura a qualche falsopiano,si arriva in cima allo Zoncolan e non serve che descrivo nulla!,prima si passano il Sella Chianzutan iniziandolo da Tolmezzo (anche qui non servono descrizioni credo),posto a 35 km circa dal traguardo,ancora prima si fa il Monte San Simeone,12,5km di salita all'8,5% di media,posto a meno di 70km dal traguardo.

16°TAPPA: Tolmezzo-Valdobbiadene/Monte Cesen 216km

L'arrivo è in pianura,ma si affrontano nell'ordine il Sauris di Sopra (17km al 4,8%) dopo 37,5 km,poi il Pozzale (3,1km al 6,5%) posto dopo 81km dalla partenza,poi il Passo Sant'Osvaldo (15km al 2,3%),poi dopo un lungo tratto di discesa e pianura si arriva il salita in cima al Monte Cesen,nei pressi di Valdobbiadene,con una ascesa di 18,5 km alla pendenza media del 7% e max dell'11%)

SECONDO GIORNO DI RIPOSO

17° TAPPA: Trento-Livigno 217km

Unica ascesa lo Stelvio (non servono descrizioni) a 54 km dal traguardo.

18° TAPPA: Livigno-Trivigno 178 km

La tappa più dura con nell'ordine:Forcola di Livigno,Gavia,Tonale,Mortirolo,Aprica e finale sul Trivigno,14,5km al 8,9%.

19°TAPPA: Vervio-Predore 172km

Si affronta quasi subito,dopo 35km dalla partenza il Monte Colmo(12,5km al 9,2% di pendenza media),la seconda asperità è il Passo del Vivione posto dopo 66 km dalla partenza (20km al 6,6%)),la terza è poi la Presolana,presa dal versante di Dezzo e posta dopo 105 km dalla partenza quindi a 67 dal traguardo (8km al 6,9 %),la quarta salita di giornata è il Monte Croce (9,1km al 5,9%) posto a 38km dal traguardo,L'arrivo è in pianura a Predore,sul Lago d'Iseo

20° TAPPA: Iseo-Brescia 27,6km (crono-individuale)

Si riparte dall'altro versante del Lago Di Iseo,appunto proprio da Iseo,27,6 km totalmente pianeggianti,quasi tutti in Strada Statale per arrivare in pieno centro a Brescia.

21°TAPPA: Brescia-Milano 161km

Classica sfilata conclusiva,con arrivo a Piazza del Duomo,Milano,ma prima di arrivare nel capoluogo un bel giro nella provincia e poi nell'interland partendo appunto da Brescia,poi Bergamo,Monza,Trezzano Sul Naviglio,Sesto San Giovanni,Cinisello Balsamo per poi ripercorre una parte del tratto verso Trezzano arrivando però stavolta al centro di Millano.

Ecco qua,è un giro molto duro,con gli Appennini a metà giro,e l'ultima settimana tremenda con praticamente tutte le salite storiche,Anche le tappe semplici,quelle per velocisti sono arricchite da itinerari particolari.In parole povere a giocarlo ci si dovrebbe divertire..:) Do per scontato che nel realizzare le tappe,alcune distanze e alcune lunghezze di alcune tappe potrebbero variare,no problem..:)

Attendo riscontri.grazie...:)

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 103
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Ho fatto alcuni errori nello scrivere,dovuti a dei cambi "in corsa"

la prima crono non è di 50 km come è scritto nella descrizione,ma la lunghezza è quella scritta nel "titolo"

la tappa che parte da borgo pace non arriva al monte acuto ma al monte giovi,come poi è scritto nella descrizione

la tappa di valdobbiadene non arriva in pianura ma ovviamente in salita sul monte cesen.

Link to comment
Share on other sites

Salve,chiedo innanzitutto scusa per non avere la foto,ma non riesco a caricalra,in più so che forse avrei potuto postare questa richiesta nella sezione "artisti su commissione",ma vista la specificità e la lunghezza che potrebbe assumere la discussione ho preferito aprire un topic a parte,sempre se non dispiace e/o se interessa.

Venendo al dunque,ho aperto questo topic perchè io ritengo un "problema" quello dellà varietà dei Giri D'Italia presenti sul gioco,se non sbaglio sono quattro o 5 che ruotano,pertanto sia che uno scelga la modalità carriera sia che uno scelga la modalità "corsa a tappe" alla fine non ha un granchè di scelta.Quindi la mia idea era,collaborando tutti insieme inventando e proponendo dei percorsi nuovi,e sperando di poter contare sull'abilità dei tecnici e dei "creatori" di tappe per realizzarli,quella di postare mano a mano i Giri qua sopra in modo che chi abbia voglia di variare possa scaricarseli.Che ne pensate?

..come ho scritto sopra,spero di avere la fortuna di poter contare sull'abilità di chi sa creare le tappe,perchè ahimè io,come credo tanti altri,pur avendoci provato non riesco ad avere buoni risultati nella creazione,diciamo che proprio non sono capace..:)

io intanto propongo una mia idea,un percorso che ho ideato..con una breve descrizione di ogni tappa...spero che ciò verrà accolto bene.

GIRO D'ITALIA-MATTEO

1° TAPPA: Città Del Vaticano-Roma (cronoprologo) 7km

breve cronoprologo,totalmente pianeggiante,che si svolge nelle vie centrali della Città Del Vaticano,quindi anche con alcuni tratti con strada a "Sanpietrini",praticamente pavè.

2°TAPPA: Castel Gandolfo-Mondragone 187km

tappa pianeggiante che parte dalle rive del Lago di Albano,incontra la prima salita dopo 15,2 km (Rocca Priora,770 metri di altitudine,pendenza media del 5%,massima dell'8%,lunghezza 4,5 km),passa poi per il lungomare pontino,deviando all'altezza di Monte San Biagio sul gpm del Monte delle Fate (circa 1000 metri di altitudine,pendeza media attorno al 6%),posta a 70 km dal traguardo,Finale totalmente pianeggiante sul lungomare.Tappa per velocisti.

3° TAPPA: Castel Volturno-Potenza 225km

tappa quasi esclusivamente pianeggiante su strada statale,unica asperità la salita verso Monteforte Irpino (502 m di altitudine,lunghezza e pendenze non le conosco,ma è molto semplice) a circa 55km dal traguardo.Volata quasi sicura.

4°TAPPA: Potenza-Castellana Grotte 152km

altra tappa semplice,pure corta,anche se a circa 40 km dal traguardo si scala il Monte della Parata (circa 505 m di altitudine,pendenza media al 4%,lunghezza circa 6,5km).

5° TAPPA: Monopoli-San Giovanni Rotondo 197km

tappa pianeggiante sulla costa ADRIATICA,ma l'arrivo è in "altitudine",San Giovanni Rotondo infatti è ai 570 m di altitudine,negli ultimi 5 km si puo mettere uno strappo o un muro in stile Liegi che puo fare anche distacchi,adatto al miglior Cunego o al miglior DiLuca :)

6° TAPPA San Giovanni Rotondo-RoccaRaso 225km

Primo arrivo in salita,in cima a Roccaraso,località sciistica e turistica,a 1236 m di altitudine.7,5km di salita al 6,2 % di pendenza media.Prima di quella si affronta il Colle Dell'Orso a 96 km dal traguardo,salita agevole ma lunga,una collina,e soprattutto la salita di Rionero Sannitico,a 21 km dal traguardo,1030 m di altitudine,9 km al 6,7% di pendenza,Tappa durissima.

7° TAPPA: Sulmona-Sant'Elpidio a Mare 188 km

Nessuna asperità,solo un percorso leggermente nervoso.tappa per velocisti.

8° TAPPA: Macerata-Borgo Pace 188km

Prima parte tranquilla nelle Marche,poi si affronta il Monte Cucco (1170 m di altitudine,8,2km di salita al 7,7% di pendenza) a 95km dal termine,dopo un po si affronta il Monte Nerone (1290 m di altitudine,lunghezza circa 15 km,pendenza media al 7,5%,massima all'11%) posto a 40 km dal traguardo.Tappa dura anche se non arriva in salita si puo fare la differenza.

9° TAPPA: Borgo Pace-Monte Acuto 182km

Secondo arrivo in salita,sul Monte Giovi,870 m di altitudine,lunghezza 8,9 km all'8,4% di pendenza media,prima si affronta il Monte Santa Maria di Tiberina,10,5 di salita al 3,3% di media,posto dopo circa 70 km dalla partenza,quindi ad oltre 110 dall'arrivo.

PRIMO GIORNO DI RIPOSO.

10° TAPPA: Pistoia-Lucca crono individuale 42,7km

Crono individuale di 50 km,per specialisti,quasi tutta pianeggiante.L'unica asperità e al Ponte di Serravale,250 m di altitudine,salita molto blanda posta 13 km dopo la partenza.

11°TAPPA: Lucca-Budrio 195km

Tappa con l'Abetone,posto però a 130km dal traguardo.Per il resto percorso nervoso tra gli Appennini e finale pianeggiante nelle valli di comacchio.

12° TAPPA:Bologna-Bussolengo 201km

Tappa pianeggiante ma suggestiva,percorso che infatti attraversa molte grandi città storiche,dopo Bologna appunto Modena,Reggio Emilia,Parma,Mantova e termina appunto in località Bussolengo,probabilmente in volata.

13° TAPPA:Verona-Caorle 184km

Altra tappa tranquilla,si affronta solo la lieve salita di Altavilla Vicentina dopo 30 km dalla partenza,corta e semplice,poi tutta pianura tra le province di Padova e Venezia e l'arrivo a Caorle,sul litorale.

14° TAPPA:Lignano Sabbiadoro-Ljubljana(Slovenia) 189km

Sconfinamento in Slovenia,con passaggio del duro Valike Vrse a meno di 90km dal traguardo ad un altitudine di circa 800m e pendenze medie al 5,arrivo nel centro della capitale Slovena.

15°TAPPA:Dobrova (Slovenia)-Mt.Zoncolan 239km

Si riparte ancora dalla Slovenia,ma dopo circa 40 km si rientra in Italia nella provincia di Udine,un bel po di pianura a qualche falsopiano,si arriva in cima allo Zoncolan e non serve che descrivo nulla!,prima si passano il Sella Chianzutan iniziandolo da Tolmezzo (anche qui non servono descrizioni credo),posto a 35 km circa dal traguardo,ancora prima si fa il Monte San Simeone,12,5km di salita all'8,5% di media,posto a meno di 70km dal traguardo.

16°TAPPA: Tolmezzo-Valdobbiadene/Monte Cesen 216km

L'arrivo è in pianura,ma si affrontano nell'ordine il Sauris di Sopra (17km al 4,8%) dopo 37,5 km,poi il Pozzale (3,1km al 6,5%) posto dopo 81km dalla partenza,poi il Passo Sant'Osvaldo (15km al 2,3%),poi dopo un lungo tratto di discesa e pianura si arriva il salita in cima al Monte Cesen,nei pressi di Valdobbiadene,con una ascesa di 18,5 km alla pendenza media del 7% e max dell'11%)

SECONDO GIORNO DI RIPOSO

17° TAPPA: Trento-Livigno 217km

Unica ascesa lo Stelvio (non servono descrizioni) a 54 km dal traguardo.

18° TAPPA: Livigno-Trivigno 178 km

La tappa più dura con nell'ordine:Forcola di Livigno,Gavia,Tonale,Mortirolo,Aprica e finale sul Trivigno,14,5km al 8,9%.

19°TAPPA: Vervio-Predore 172km

Si affronta quasi subito,dopo 35km dalla partenza il Monte Colmo(12,5km al 9,2% di pendenza media),la seconda asperità è il Passo del Vivione posto dopo 66 km dalla partenza (20km al 6,6%)),la terza è poi la Presolana,presa dal versante di Dezzo e posta dopo 105 km dalla partenza quindi a 67 dal traguardo (8km al 6,9 %),la quarta salita di giornata è il Monte Croce (9,1km al 5,9%) posto a 38km dal traguardo,L'arrivo è in pianura a Predore,sul Lago d'Iseo

20° TAPPA: Iseo-Brescia 27,6km (crono-individuale)

Si riparte dall'altro versante del Lago Di Iseo,appunto proprio da Iseo,27,6 km totalmente pianeggianti,quasi tutti in Strada Statale per arrivare in pieno centro a Brescia.

21°TAPPA: Brescia-Milano 161km

Classica sfilata conclusiva,con arrivo a Piazza del Duomo,Milano,ma prima di arrivare nel capoluogo un bel giro nella provincia e poi nell'interland partendo appunto da Brescia,poi Bergamo,Monza,Trezzano Sul Naviglio,Sesto San Giovanni,Cinisello Balsamo per poi ripercorre una parte del tratto verso Trezzano arrivando però stavolta al centro di Millano.

Ecco qua,è un giro molto duro,con gli Appennini a metà giro,e l'ultima settimana tremenda con praticamente tutte le salite storiche,Anche le tappe semplici,quelle per velocisti sono arricchite da itinerari particolari.In parole povere a giocarlo ci si dovrebbe divertire..:) Do per scontato che nel realizzare le tappe,alcune distanze e alcune lunghezze di alcune tappe potrebbero variare,no problem..:)

Attendo riscontri.grazie...:)

l'idea è buona.....se vai nella sezione dedicata a cym6 trovi 2 giri d'italia personalizzati da me, + una vuelta e più tardi o domani presenterò il mio tour.....

la realizzazione delle tappe credo sia appannaggio di pochi, uno di questi è Ciro....

io ho provveduto ad utilizzare profili esistenti adattandoli al bisogno....google maps alla mano per creare percorsi realistici e divertenti....

dando una scorsa al tuo percorso noto 2 cose...nella trento livigno non c'è solo lo stelvio come dici tu, ma anche, o eyra e foscagno, se a bormio giri a destra per livigno, o la forcola come hanno fatto sabato scorso....

...e soprattutto la livigno - trivigno non funzia...nel senso che dici gavia - tonale - mortirolo - aprica....non è possibile....

se dopo il gavia fai il tonale scendi in val di sole....come arrivi al mortirolo? .....dopo il gavia scendi a ponte di legno...se giri a sinistra fai il tonale, se vai a destra scandi ad edolo epoi puoi fare l'aprica ed il resto......ma cos' facendo scaleresti sia gavia che mortirolo dai versanti più facili.......

allora è meglio fare livigno, forcola poi giù a tirano e su per il mortirolo dal versante di mazzo in valtellina...volti a sinistra fino a ponte di legno e scali il gavia dalla parte dura.....scendi a santa caterina, bormio, ritorni a mazzo scendendo dalla valtellina e poi sali verso trivigno da dove sono scesi venerdì..... :smilie_daumenpos:

ah, dimenticavo.....da iseo a brescia non è tutta pianura.....il passaggio più dolce è provaglio d'iseo, ma comunque qualche salitella la si fa....che è anche meglio....

Link to comment
Share on other sites

l'idea è buona.....se vai nella sezione dedicata a cym6 trovi 2 giri d'italia personalizzati da me, + una vuelta e più tardi o domani presenterò il mio tour.....

la realizzazione delle tappe credo sia appannaggio di pochi, uno di questi è Ciro....

io ho provveduto ad utilizzare profili esistenti adattandoli al bisogno....google maps alla mano per creare percorsi realistici e divertenti....

dando una scorsa al tuo percorso noto 2 cose...nella trento livigno non c'è solo lo stelvio come dici tu, ma anche, o eyra e foscagno, se a bormio giri a destra per livigno, o la forcola come hanno fatto sabato scorso....

...e soprattutto la livigno - trivigno non funzia...nel senso che dici gavia - tonale - mortirolo - aprica....non è possibile....

se dopo il gavia fai il tonale scendi in val di sole....come arrivi al mortirolo? .....dopo il gavia scendi a ponte di legno...se giri a sinistra fai il tonale, se vai a destra scandi ad edolo epoi puoi fare l'aprica ed il resto......ma cos' facendo scaleresti sia gavia che mortirolo dai versanti più facili.......

allora è meglio fare livigno, forcola poi giù a tirano e su per il mortirolo dal versante di mazzo in valtellina...volti a sinistra fino a ponte di legno e scali il gavia dalla parte dura.....scendi a santa caterina, bormio, ritorni a mazzo scendendo dalla valtellina e poi sali verso trivigno da dove sono scesi venerdì..... :smilie_daumenpos:

ah, dimenticavo.....da iseo a brescia non è tutta pianura.....il passaggio più dolce è provaglio d'iseo, ma comunque qualche salitella la si fa....che è anche meglio....

Sei perfetto...:) insieme allo stelvio si puo aggiungere eyra e foscagno,visto che la forcola la si fa il giorno dopo.

appunto per la tappa di trivigno hai stra-ragione,e me ne accorgo anche riguardando la cartina e rimembrando i giri d'italia visti...forse avevo perso un po di lucidità nelle descrizioni,c'ho messo 2 ore buone per farle,e li ero verso la fine.:)

prendiamo allora assolutamente per buona la tua modifica,è perfetta...nel caso qualcuno volesse provare a realizzare questo giro deve usare la "tua" livigno-trivigno" che è piu credibili...

per la crono se c'è qualche strappeto è meglio,è piu dura almeno..:)

grazie per le sacrosante correzioni,ora vado a dare un occhiata ai tuoi giri e alle tue vuelte.

Link to comment
Share on other sites

Sei perfetto...:) insieme allo stelvio si puo aggiungere eyra e foscagno,visto che la forcola la si fa il giorno dopo.

appunto per la tappa di trivigno hai stra-ragione,e me ne accorgo anche riguardando la cartina e rimembrando i giri d'italia visti...forse avevo perso un po di lucidità nelle descrizioni,c'ho messo 2 ore buone per farle,e li ero verso la fine.:)

prendiamo allora assolutamente per buona la tua modifica,è perfetta...nel caso qualcuno volesse provare a realizzare questo giro deve usare la "tua" livigno-trivigno" che è piu credibili...

per la crono se c'è qualche strappeto è meglio,è piu dura almeno..:)

grazie per le sacrosante correzioni,ora vado a dare un occhiata ai tuoi giri e alle tue vuelte.

se vuoi li trovi in questo topic :rolleyes:

http://www.cycling-manager.it/forum/index....st&p=408751

considera che le tappe di cym6 funzionano anche in cym9, quindi queste corse saranno utilizzabili anche per la tua versione del gioco

Link to comment
Share on other sites

però così viene maluccia,

la migliore secondo me è scendere da livigno fino a tirano e fare l'aprica ,arrivi a ponte di legno e li fai il gavia(versante duro) discesa fino a mazzo di valtellina e affronti il mortirolo,poi salita verso aprica ,discesa e imbocchi il passo Santa Cristina,dal passo sono pochi kilometri in leggera salita e sei a trivigno

Link to comment
Share on other sites

però così viene maluccia,

la migliore secondo me è scendere da livigno fino a tirano e fare l'aprica ,arrivi a ponte di legno e li fai il gavia(versante duro) discesa fino a mazzo di valtellina e affronti il mortirolo,poi salita verso aprica ,discesa e imbocchi il passo Santa Cristina,dal passo sono pochi kilometri in leggera salita e sei a trivigno

tantissimi chilometri in discesa e poi falsopiano in salita tra aprica edolo e ponte di legno, poi dal gavia a mazzo tantissima altra discesa e falsopiano in discesa....

se fai tirano, mortirolo poi dopo la discesa attacchi verso ponte di legno riduci notevolmente il percorso facile tra le 2 salite.....se poi vogliamo fare la corsa veramente dura...dopo il gavia non scendiamo fino a mazzo, ma scaliamo lo stelvio ed arriviamo dall'altra parte a malles venosta, con l'arrivo sul resia.....

Link to comment
Share on other sites

tantissimi chilometri in discesa e poi falsopiano in salita tra aprica edolo e ponte di legno, poi dal gavia a mazzo tantissima altra discesa e falsopiano in discesa....

se fai tirano, mortirolo poi dopo la discesa attacchi verso ponte di legno riduci notevolmente il percorso facile tra le 2 salite.....se poi vogliamo fare la corsa veramente dura...dopo il gavia non scendiamo fino a mazzo, ma scaliamo lo stelvio ed arriviamo dall'altra parte a malles venosta, con l'arrivo sul resia.....

escluderei lo Stelvio,che già è previsto in un altra tappa....

le ipotesi sono buone tutte e 2,anche se secondo me piu viene dura è meglio è..bisognerebbe vedere realizzandolo come viene meglio,e piu che altro giocandolo...comunque le salite sono quelle,l'ordine migliore sceglietelo voi o chi li fa quando lo fa,in base al gusto vs. e all'esperienza,per me è uguale..:)

Link to comment
Share on other sites

tantissimi chilometri in discesa e poi falsopiano in salita tra aprica edolo e ponte di legno, poi dal gavia a mazzo tantissima altra discesa e falsopiano in discesa....

se fai tirano, mortirolo poi dopo la discesa attacchi verso ponte di legno riduci notevolmente il percorso facile tra le 2 salite.....se poi vogliamo fare la corsa veramente dura...dopo il gavia non scendiamo fino a mazzo, ma scaliamo lo stelvio ed arriviamo dall'altra parte a malles venosta, con l'arrivo sul resia.....

ma nella tua versione ci sono oltre 70KM dal gavia a trivigno.

un'altra ipotesi è fare il mortirolo da Mazzo,fare lo strappetto di Vico poco fuori ad edolo(3KM al 9%) ritornare sulla statale ed imboccare il monte padrio(9,77 Km al 10%)scendere a Tirano e a Stazzona si sale fino al Passo Santa Cristina per poi picchiare fino ad aprica

10qdh5f.png

Link to comment
Share on other sites

Consideriamo il tuo obiettivo, ossia partire da Livigno ed arrivare a Trivigno (o Aprica o comunque in quella zona vicina al Mortirolo). Io farei così:

- Forcola di Livigno e scendo fino a Tirano.

Poi da li hai molte alternative. A me ne piacciono due:

1) Vai verso l'Aprica, svolti per il Valico di Santa Cristina, continui sul Trivigno, discesa, prendi il Mortirolo da Mazzo ed arrivi all'Aprica facendo la vecchia statale (quella di quest'anno e non la classica)

2) Questa è più "innovativa": vai verso l'Aprica, svolti per Piscina, discesa (alla fine confluisce con quella di Triviglio), prendi il Mortirolo da Mazzo, Aprica dalla vecchia statale e prendi a Santa Cristina il Triviglio.

Poi c'è l'alternativa suggestiva:

Partenza da Livigno, vai verso Nord costeggiando il lago di Livigno, arrivi all'Ofenpass (Passo dal Fuorn), discesa fino a Glorenza, svolta a destra ed a Spondigna inizia il trittico Stelvio, Gavia ed arrivo al Tonale.

La tappa del giorno dopo inoltre presenta all'inizio il Monte Colmo che, se non sbaglio, ha un versante solo (quello da Edolo).

Link to comment
Share on other sites

ma nella tua versione ci sono oltre 70KM dal gavia a trivigno.

un'altra ipotesi è fare il mortirolo da Mazzo,fare lo strappetto di Vico poco fuori ad edolo(3KM al 9%) ritornare sulla statale ed imboccare il monte padrio(9,77 Km al 10%)scendere a Tirano e a Stazzona si sale fino al Passo Santa Cristina per poi picchiare fino ad aprica

10qdh5f.png

ma cosi si salta il Gavia però??

Link to comment
Share on other sites

Consideriamo il tuo obiettivo, ossia partire da Livigno ed arrivare a Trivigno (o Aprica o comunque in quella zona vicina al Mortirolo). Io farei così:

- Forcola di Livigno e scendo fino a Tirano.

Poi da li hai molte alternative. A me ne piacciono due:

1) Vai verso l'Aprica, svolti per il Valico di Santa Cristina, continui sul Trivigno, discesa, prendi il Mortirolo da Mazzo ed arrivi all'Aprica facendo la vecchia statale (quella di quest'anno e non la classica)

2) Questa è più "innovativa": vai verso l'Aprica, svolti per Piscina, discesa (alla fine confluisce con quella di Triviglio), prendi il Mortirolo da Mazzo, Aprica dalla vecchia statale e prendi a Santa Cristina il Triviglio.

Poi c'è l'alternativa suggestiva:

Partenza da Livigno, vai verso Nord costeggiando il lago di Livigno, arrivi all'Ofenpass (Passo dal Fuorn), discesa fino a Glorenza, svolta a destra ed a Spondigna inizia il trittico Stelvio, Gavia ed arrivo al Tonale.

La tappa del giorno dopo inoltre presenta all'inizio il Monte Colmo che, se non sbaglio, ha un versante solo (quello da Edolo).

L'ipotesi suggestiva è....suggestiva appunto...però come ho gia scritto vorrei evitare di fare ripetizioni di salite..nel senso che lo stelvio si fa gia in un altra tappa alla quale abbiamo aggiunto con El Diablo anche l'Eyra e il Foscagno,quindi è già bella tosta.

A me piacerebbe l'accoppiata Gavia-Mortirolo e fare in partenza la Forcola di Livigno che è una salita che mi piace molto...poi per il resto,l'ordine e la posizione delle salite mi fa piacere sceglierlo insieme,anche perchè lo scopo col quale avevo aperto questo topic era quello di condividere poi i giri una volta realizzati,e se li si deve usare tutti è bello anche "sistemarli" insieme in base ai gusti e in base alle soluzioni migliori..direi che l'essenziale è arrivare in salita per avere lo spettacolo e la lotta nel finale,poi per l'ordine delle salite precedenti magari andiamo un po a vedere con la somma delle preferenze quale prevale,no? :)

Link to comment
Share on other sites

per il gavia verebbe troppo lunga...

comunque nella tappa di borgo pace,il monte cucco non esiste come salita(ho controllato) ti consiglio di utilizzare il Monte acuto prendendolo da Grumale,vicino Cagli,per scendere per il monte catria

Link to comment
Share on other sites

35l70o9.png

ipotesi con tutte e tre

Gia cosi va meglio Casa...:) lasciando l'intera tappa cosi come l'hai fatta,poi scendendo dal Gavia,dopo il discesone, non si puo mettere nulla per avere un arrivo in salita---un altra montagna intendo,anche tranquilla,giusto per vedere un po di bagarre finale..:)tanto al momento siamo sui 180 km,pure se tra pianura e l'altra salita se ne devono aggiungere un altra ventina arriviamo sui 200 e ci puo stare,diventa un massacro,ma è meglio:)

Poi scusa se ti contraddico,non è mia intenzione e mi dispiace...ma mi sono documentato proprio ora sul monte cucco,ed esiste,è pure bello tosto...non so con precisione se sia percorribile o meno e se sia mai stato scalato in bici...ti posto dei link per vedere:

http://it.wikipedia.org/wiki/Monte_Cucco_(Umbria)

http://www.montecuccomtb.it/docs/GF2010/GF2010.jpg questa è la mappa di una fondo fatta in mtb

http://maps.google.com/maps?f=d&source....458191&z=9

questo è un percorso su google maps,con ipotetica partenza da roma e arrivo appunto sul monte cucco

Link to comment
Share on other sites

Gia cosi va meglio Casa...:) lasciando l'intera tappa cosi come l'hai fatta,poi scendendo dal Gavia,dopo il discesone, non si puo mettere nulla per avere un arrivo in salita---un altra montagna intendo,anche tranquilla,giusto per vedere un po di bagarre finale..:)tanto al momento siamo sui 180 km,pure se tra pianura e l'altra salita se ne devono aggiungere un altra ventina arriviamo sui 200 e ci puo stare,diventa un massacro,ma è meglio:)

Poi scusa se ti contraddico,non è mia intenzione e mi dispiace...ma mi sono documentato proprio ora sul monte cucco,ed esiste,è pure bello tosto...non so con precisione se sia percorribile o meno e se sia mai stato scalato in bici...ti posto dei link per vedere:

http://it.wikipedia.org/wiki/Monte_Cucco_(Umbria)

http://www.montecuccomtb.it/docs/GF2010/GF2010.jpg questa è la mappa di una fondo fatta in mtb

http://maps.google.com/maps?f=d&source....458191&z=9

questo è un percorso su google maps,con ipotetica partenza da roma e arrivo appunto sul monte cucco

il monte cucco presente su Google Maps non è come quello che hai indicato su Wikipedia. Quello su wikipedia è quello al confine tra Umbria e Marche (dove tra l'altro sono stato), mentre l'altro è a Grosseto :wink:

Link to comment
Share on other sites

il monte cucco presente su Google Maps non è come quello che hai indicato su Wikipedia. Quello su wikipedia è quello al confine tra Umbria e Marche (dove tra l'altro sono stato), mentre l'altro è a Grosseto :wink:

ok...quindi mi confermi che esiste?

http://maps.google.com/maps?f=d&source...amp;t=p&z=9

questo è il tracciato su google maps dell'intera tappa col monte nerone verso la fine e appunto il monte cucco in mezzo,quello giusto...comunque il monte cucco citato nell'articolo che ho postato sulla fondo di mtb è quello che dici tu,quello della mia tappa..perchè la corsa transita come ho letto anche per Costacciaro,che è il paese da cui inizia la montagna...giusto?quindi è fattibile...?

Link to comment
Share on other sites

per il gavia verebbe troppo lunga...

comunque nella tappa di borgo pace,il monte cucco non esiste come salita(ho controllato) ti consiglio di utilizzare il Monte acuto prendendolo da Grumale,vicino Cagli,per scendere per il monte catria

gia che stavo trafficando con google maps,ho provato a comporre un percorso come l'avevi indicato tu,col monte acuto preso da cagli e discesa per il catria,mantenendo poi nerone e arrivo a borgo pace...in effetti è molto buona come tappa e si potrebbe fare,come durezza resta pressochè simile...viene solo un po piu lunga,oltre 210 km..bisogna solo decidere se la si vuole fare lunga o no,considerando che si è nella seconda settimana...

Link to comment
Share on other sites

per il gavia verebbe troppo lunga...

comunque nella tappa di borgo pace,il monte cucco non esiste come salita(ho controllato) ti consiglio di utilizzare il Monte acuto prendendolo da Grumale,vicino Cagli,per scendere per il monte catria

questo è il link..me l'ero dimenticato...:)

http://maps.google.com/maps?f=d&source...mp;t=p&z=10

Link to comment
Share on other sites

Comunque confermo che il Monte Colmo ha un solo versante :wink:

hai ragione...ho studiato delle alternative..con esattezza tre,che cambiano poco la direzione del percorso,qualcuna piu dura altre di meno:

1) Si fa il "Garda",lo si prende da Sonico,6,5 km di salita al 6,6% e si scende a Malonno con una discesa bella tosta,ma la salita non è un granchè massacrante.

2)Si fa il "Baite di Mola",da Edolo..che consiste in salita di 9,7km al 10,3 %,bella dura quindi.

3)La soluzione "intermedia" è fare il Lezza,8,3km al 7,7 %.

Io opto per la prima,o la seconda,la terza la escluderei...voi che dite?

Link to comment
Share on other sites

secondo me la tappa livigno-trivigno si potrebbe fare così, partendo però da Le Prese sul lago di Poschiavo:

lepresetrivigno.png

si affronta il mortirolo da Monno (1053 mt), la salita è molto più dolce che da mazzo ma comunque dopo la forcola e il gavia anche il turchino si farebbe sentire :mrgreen:

mortire.gif

Link to comment
Share on other sites

Ciao a tutti, avrei disegnato anch'io un Giro d'Italia, pensando ad un probabile percorso per il 2011 nel quale si festeggeranno i 150 anni dell'unità d'Italia: quindi partenza e arrivo da Torino e una serie di tappe nei luoghi storici del Risorgimento. Però prima di postare il dettaglio di tutte le tappe vi chiedo se interessa, non vorrei interrompere la discussione in corso! :wink:

Link to comment
Share on other sites

Ciao a tutti, avrei disegnato anch'io un Giro d'Italia, pensando ad un probabile percorso per il 2011 nel quale si festeggeranno i 150 anni dell'unità d'Italia: quindi partenza e arrivo da Torino e una serie di tappe nei luoghi storici del Risorgimento. Però prima di postare il dettaglio di tutte le tappe vi chiedo se interessa, non vorrei interrompere la discussione in corso! :wink:

posta! posta! che siamo curiosi :smilie_daumenpos:

Link to comment
Share on other sites

Ciao a tutti, avrei disegnato anch'io un Giro d'Italia, pensando ad un probabile percorso per il 2011 nel quale si festeggeranno i 150 anni dell'unità d'Italia: quindi partenza e arrivo da Torino e una serie di tappe nei luoghi storici del Risorgimento. Però prima di postare il dettaglio di tutte le tappe vi chiedo se interessa, non vorrei interrompere la discussione in corso! :wink:

Dev'essere bello come progetto credo,interessante sicuro..:)

tanto credo che la discussione precedente sia piu o meno definita,restava giusto da decidere come sistemare la tappa del Gavia e del Mortirolo per quanto riguarda l'ordine e la lunghezza,ma credo che le varie ipotesi siano state dette tutte...a mio parere magari si potrebbe aspettare la realizzazione e il completamento del giro precedente prima di iniziare a discutere del nuovo,in modo da potersi concentrare con piu chiarezza e piu collaborazione tutti quanti su un solo giro per volta,sia agli utenti "semplici" per dare consigli e pareri,sia ai "tecnici" per realizzare bene le varie tappe..per questo io sono del parere di postare una proposta per volta..:)

Link to comment
Share on other sites

Dev'essere bello come progetto credo,interessante sicuro..:)

tanto credo che la discussione precedente sia piu o meno definita,restava giusto da decidere come sistemare la tappa del Gavia e del Mortirolo per quanto riguarda l'ordine e la lunghezza,ma credo che le varie ipotesi siano state dette tutte...a mio parere magari si potrebbe aspettare la realizzazione e il completamento del giro precedente prima di iniziare a discutere del nuovo,in modo da potersi concentrare con piu chiarezza e piu collaborazione tutti quanti su un solo giro per volta,sia agli utenti "semplici" per dare consigli e pareri,sia ai "tecnici" per realizzare bene le varie tappe..per questo io sono del parere di postare una proposta per volta..:)

ok dai, allora aspettiamo un attimo. intanto mi rivedo qualche dettaglio :wink:

Link to comment
Share on other sites

7° TAPPA: Sulmona-Sant'Elpidio a Mare 188 km

Nessuna asperità,solo un percorso leggermente nervoso.tappa per velocisti.

Visto che l'arrivo a Sant'Elpidio a Mare è in leggera salita se magari ci aggiungi qualche collinetta prima diventa un bel percorso per scattisti... Se vuoi ti posso suggerire un'alternativa: stessa partenza e stesso arrivo ma si devia 5 volte dalla Statale 16 su altrettante collinette...

  1. Tortoreto Alto: 239 m | 3,2 km al 6,8% - max 11%
  2. Colonnella: 303 m | 4.2 km al 5.3% - max 11%
  3. Monterubbiano: 463 m | 6.4 km al 5.6% - max 10%
  4. Fermo: 319 m | 5.8 km al 3.6% - max 8%
  5. Sant'Elpidio a Mare: 251 m | 8.3 km al 2.9% - max 9%

il percorso diventa di circa 235 km

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.



×
×
  • Create New...