Jump to content
  • Sign Up

Seguici su Discord

Unisciti al server Discord di PCM Italia per rimanere sempre in contatto con noi, parlare di ciclismo e vivere un'esperienza multiplayer ottimale
Unisciti al server

PCM Italia è su Tapatalk

Scarica Tapatalk gratuitamente sul tuo smartphone per consultare in maniera facile e veloce PCM Italia anche da mobile!
Leggi di più

Disponibile Pro Cycling Manager 2021

Pro Cycling Manager 2022 e Tour de France 2022 sono finalmente disponibili
Leggi di più

1a Prova ad Eliminazione: Romandia 2018


emmea90

Recommended Posts

  • Admininistrators

Giro di Romandia 2018

L'organizzazione del Giro di Romandia 2018 ha comunicato le sedi di città di partenza ed arrivo con cui ha stretto accordi commerciali per la prossima edizione. Le sedi sono le seguenti.

  • Mardi 24.4.18: Fribourg (partenza e arrivo)
  • Mercredi 25.4.2018: Fribourg - Delémont
  • Jeudi 26.4.2018: Delémont - Yverdon-les-Bains
  • Vendredi 27.4.2018: Ollon - Villars
  • Samedi 28.4.2018: Sion (partenza e arrivo)
  • Dimanche 29.4.2018: Mont-sur-Rolle - Genève

La prova vi richiede quindi di tracciare il giro di Romandia rispettando i contratti con le città. Deve essere presente nella traccia una cronometro individuale.

Fattori di giudizio saranno

  • Percorso similare come tipologia alle precedenti edizioni, idem per i corridori a cui sono dedicati sprint e tappe
  • "Piano neve", ovvero uso di poche salite a rischio neve (in realtà, discese) e/o possibilità di buone tappe alternative valide in caso di problemi di quota
  • Aspetto paesaggistico

Il vantaggio per alcuni selezionati dal vincitore della prova libera sarà quello di poter cambiare una, due o tre sedi di arrivo.

Le decisioni di @dg1107 sono le seguenti

  • @Sagan99 ed @enrico96 potranno cambiare tre sedi di partenza o arrivo
  • @Stylus potrà cambiare due sedi di partenza o arrivo
  • @bugo96 potrà cambiare una sede di partenza o arrivo
  • @Lory94ITA e @Pincoletto non potranno cambiare sedi di partenza o arrivo
 
Il cambio di sede si riferisce esclusivamente a quanto concerne la tappa e non la città. Esempio, se cambio Sion nella tappa di Sabato 28/4 come arrivo, cambio solo l'arrivo, non la partenza. Idem per Friburgo

La consegna è per il 21 di ottobre alle ore 18.00

Link to comment
Share on other sites

  • Admininistrators
27 minuti fa, Sagan99 dice:

se non cambiamo nessuna sede di partenza/arrivo non succede niente vero?

Teoricamente no, praticamente la giuria non apprezzerebbe e a parità di percorso sceglie chi era obbligato a non cambiare.

Link to comment
Share on other sites

  • Admininistrators
Adesso, Sagan99 dice:

in teoria non dovrebbe essere premiato chi pur potendo cambiare tiene fede al percorso?

 

No, è l'esatto contrario. Chi è già penalizzato dal non poterlo fare viene premiato su chi ha deciso di rinunciare all'opportunità 

Link to comment
Share on other sites

  • 2 weeks later...
  • Admininistrators
2 ore fa, Pincoletto dice:

@Pincoletto questo percorso non è accettato, non puoi cambiare la sede dell'ultima tappa. Hai tempo fino alle 18 per correggere.

Link to comment
Share on other sites

  • Admininistrators

Stylus (2 cambi)

Recensione di emmea90

Buona la scelta logistica per il prologo, la tappa di Delemonte (coi GPM a caso) non mi sembra di pianura. Mi piace la scelta di terza e quarta tappa, forse anche troppo dure per la corsa. Temo che penalizzino la seconda che avrei dedicato agli sprinter puri, giusto però prima l'arrivo in salita e poi quello in discesa. I cambi possiamo dire siano quasi stati regalati. Avrei tenuto Ollon > Villard personalmente per utilizzare un cambio per Yverion se volevi fare una gialla migliore lì. 

Recensione di Pr8

Noto subito l’assenza di una tappa per ruote veloci (anche mossa). Va bene il cronoprologo breve a Friburgo, carina anche la tappa di Delemont. Mi convince di meno la frazione successiva; l’avrei resa meno dura in modo da renderla appetibile ad un passista veloce.

L’arrivo di Villars è un classico per il Romandia, ma preceduto dal Les Giettes fa una bella figura. Sion (che non è media montagna) invece mi pare decisamente eccessiva per la tipologia di corsa. Non presenti alcun “piano neve”, ma superando appena i 1500 m dovresti farla franca.

Non amo le cronometro prive di curve, ma il chilometraggio è giusto.

La scelta delle due località da modificare è intelligente da un punto di vista logistico.

Recensione di Papaloukass

Bello il prologo, forse farlo un pizzico più lungo sarebbe stato meglio. Delemonte parecchio dura per essere verde (tra l'altro l'unica...), Yverdon ha più di 3000 metri di dislivello sparsi qua e là che rendono la tappa abbastanza insipida.

Ok Villars, Sion l'avrei alleggerita - 4 salite (senza contare il breve GPM iniziale) andavano più che bene. Giusta la crono finale.

Ok anche le nuove sedi di partenza e arrivo.

Recensione di Nasdon33

Il percorso del prologo è molto carino, ma fin troppo breve per me, un percorso di 4-6km contenente quel tratto sarebbe stato molto meglio. Carina la tappa per velocisti con diverse difficoltà, mentre quella successiva è fin troppo facile dopo il Rougemonne da poter permettere uno sprint con un gruppo quasi compatto. Il tappone di Villars ci sta però avrei quasi utilizzato uno dei versanti alternativi(più duri), molto bella la tappa di Sion che può ancora modificare di molto la classifica generale. Buona la cronometro conclusiva.

In generale direi una corsa un filo troppo sbilanciata per gli scalatori, buono l'utilizzo dei cambi.

Link to comment
Share on other sites

  • Admininistrators

Lory94ITA (0 cambi)

Recensione di emmea90

Buono il prologo e buona la scelta delle prime due tappe, forse anche troppo dure. La tappa di montagna non è predominante però e valorizza le gialle. Giusta scelta la cronometro a Sion - male la scelta di non fare la cronometro finale e chiudere con una tappa di pianura. Se non potevi cambiare era l'unica possibilità fare 34 km di crono alla fine indurendo il giusto il resto del Tour per bilanciarli.

Recensione di Pr8

Il cronoprologo è contorto ma molto suggestivo. Nella prima frazione in linea transiti per un lungo tratto al di fuori dei confini della Svizzera romanda. La tappa di Yverdon non mi dispiace.

Per quanto riguarda la frazione di Villars non condivido il tuo stesso ottimismo sul fatto che a fine Aprile non possa nevicare a 1700 m. E dire che in caso di neve la discesa della Croix potrebbe essere evitata semplicemente scendendo in valle in direzione di Aigle, ma tu non l’hai scritto nella descrizione.

Molto positiva la crono di Sion, meno la tappa facile ma mossa di Ginevra.

Recensione di Papaloukass

Molto bello il prologo e la seguente, così così invece Yverdon (tanto dislivello, poca sostanza). Idem Villars, 4300 metri di dislivello e pochi spunti.

La crono di Sion l'avrei preferita più facile e un po' più lunga, ma l'errore più grosso sta nel concludere la corsa con una verde che, nonostante qualche strappo, non è abbastanza per tenere viva la corsa fino all'ultimo.

Recensione di Nasdon33

Bel prologo iniziale ma rischia di intasare la città per tutto il giorno e non è comodissimo il trasferimento dall'arrivo alla partenza.

La prima tappa non è niente male anche se rischia di finire in una volata non così ristretta, mentre la seconda è una tappa interessante anche se probabilmente non farà grandi danni. Il tappone del Romandia non è male anche se avrei inserito una opzione in caso di neve a 1700m. Buona la cronometro di Sion anche se avrei sistemato in modo più comodo partenza e arrivo.

Il non poter cambiare sedi di tappa nell'ultima tappa era molto compromettente e quindi essendo la tua soluzione una delle migliori possibili va tenuto in considerazione.

Link to comment
Share on other sites

  • Admininistrators

Enrico96 (3 cambi)

Recensione di emmea90

Ecco un classico caso in cui cambiando si può far danni. La tappa con lo Chasserai in discesa rimarrà una delle perle sulle peggiori porcate nella storia del contest. Il senso di cambiare due località per fare una crono di lunghezza analoga alle due finali mi è ignoto. La passerella finale al settimo anno di contest sembra una presa in giro. Peraltro senza mezzo GPM e cambiando pure le località e con un circuito finale pieno di curve a gomito. 

Recensione di Pr8

Ok il prologo, la prima frazione in linea è la tipica tappa da Romandia, quindi va bene. Non mi convince invece l’accozzaglia di salite della tappa di Yverdon, con le più dure nella prima parte.

Va bene la frazione di Villars, anche perché hai segnalato un piano B in caso di inagibilità del Col de la Croix. La cronometro è un attimo troppo lunga, con una planimetria che mi convince molto poco. È condivisibile la scelta di dedicare una tappa ai velocisti puri, ma essendo l’ultima avrei cercato qualche insidia nel finale.

Recensione di Papaloukass

Innanzitutto planimetria assai contorta.

Stando alla classificazione, Friburgo sarebbe una frazione in linea. Immagino sia un refuso, ma purtroppo sei riuscito a disegnare un prologo pianeggiante su una collina, mettendoci più discesa che salita...

Delemonte piuttosto facile per essere di media montagna, Yverdon tappa da salite messe qua e là senza senso logico.

Ok Villars e la crono (scelta delle località a parte), malissimo invece concludere la corsa con un piattone.

Recensione di Nasdon33

Il prologo iniziale è accettabile, va bene la prima tappa per velocisti(ma non capisco perché la consideri media montagna, al contrario della tappa successiva), mentre la seconda tappa è stata imbottita di salite con poco senso, avrei preferito un cambio di sede d'arrivo in caso. Può andare bene come tappone la 4° tappa, bene l'alternativa in caso di neve.

Non capisco il senso del  cambio di sedi per questa tappa onestamente, una cronometro si poteva fare tranquillamente a Sion, mentre si è preferito sputtanare completamente il percorso inutilmente. Chapeau.

Link to comment
Share on other sites

  • Admininistrators

Pincoletto (0 cambi)

Recensione di emmea90

Finalmente uno che abbia fatto la terza per velocisti o comunque mossa senza cercare salite impossibili per renderla gialla e una seconda tappa tutto sommato intrigante ma non durissima. Avrei invertito le lunghezze delle due tappe di montagna, vedrei più Sion come esplosiva. Secondo me nel compenso non sono abbastanza dure per compensare la crono finale. Tutto sommato è sufficiente. Voto 6

Recensione di Pr8

Bene il prologo. Mi piacciono la seconda e la terza tappa, anche se avrei posto la frazione per velocisti al secondo giorno.

Suggestiva la frazione di Villars, e ragionevole la proposta di piano B. L’unica critica che posso avanzarti è che la tappa, già di per se corta, se mutilata dalle nevicate non supererebbe i 115 km. Per quanto riguarda la frazione di Sion vale quanto detto per Stylus, il dislivello complessivo mi pare decisamente esagerato.

La crono finale è troppo lunga per un Romandia, ma perlomeno è coerente con la durezza delle due frazioni di alta montagna.

Recensione di Papaloukass

Ok il prologo, anche se avrei preferito venisse sfruttato qualche strappo. Buona Delemont e finalmente una verde, ottima per percorso e posizionamento nella corsa.

Buona anche Villars, giusta la difficoltà di quella di Sion - forse un pizzico troppo lontano l'ultimo GPM dal traguardo, anche se i km restanti sono in grandissima parte di discesa.

Unica pecca la crono finale, che reputo leggermente troppo lunga rispetto all'ideale.

Recensione di Nasdon33

Accettabile il prologo iniziale, va bene la prima tappa anche se quasi fin troppo dura, però bene il bilanciamento con una tappa per velocisti seguente. Va bene la tappa di Villars anche se la vostra originalità nella scelta del versante mi colpisce. Non male la tappa di Sion anche se il finale rischia di ricompattare lo sparpaglio precedente. La cronometro finale rende la corsa fin troppo per cronoman viste le altre tappe, avrei preferito la tappa di Friburgo in linea con questa soluzione.

Link to comment
Share on other sites