Jump to content
  • Sign Up

Disponibile Pro Cycling Manager 2021

Pro Cycling Manager 2021 e Tour de France 2021sono finalmente disponibili
Leggi di più

Hai già scoperto i nostri tutorial?

Come sottoscrivo una mod su Steam? Come modifico un database? Come posso creare una maglia personalizzata? Per queste ed altre domande visita la nostra sezione tutorial!
Tutorial

Seguici su Discord

Unisciti al server Discord di PCM Italia per rimanere sempre in contatto con noi, parlare di ciclismo e vivere un'esperienza multiplayer ottimale
Unisciti al server

PCM Italia è su Tapatalk

Scarica Tapatalk gratuitamente sul tuo smartphone per consultare in maniera facile e veloce PCM Italia anche da mobile!
Leggi di più

La nostra RECENSIONE di Pro Cycling Manager 2020

Leggi e guarda la nostra recensione di Pro Cycling Manager 2020, a cura di BubbaDJ
Leggi di più

2a Prova a Squadre - Giro d'Italia - Risultati


emmea90

Recommended Posts

  • Admininistrators
Link to comment
Share on other sites

  • Admininistrators

Rossi
Dando un occhio alla planimetria generale posso dire che mi piace la distribuzione delle tappe e soprattutto nonostante i vincoli l'idea di un percorso lineare.
Bene la partenza siciliana anche se forse tre giorni sono tanti. Ho qualche dubbio sulla praticabilità dell'arrivo del castello di Paternò. Le due tappe successive portano a 3 tappe per velocisti in 4 giorni. Tantine per essere la prima settimana di un giro. La tappa di Roccaraso mi sembra abbastanza - per non dire parecchio - facile, con sì tante salite ma solo il finale con pendenze veramente impegnative.
Ok la tappa di Alba Adriatica ma la salita di Controguerra - che per me è la più dura - non mi sembra adeguatamente valorizzata dal percorso.
Tappa 8: non sono un fan dell'arrivo sui monti in mezzo al nulla, a meno che non siano adeguatamente giustificati - Monte Prata come stazione sciistica è poco credibile. Si poteva fare un percorso migliore sfruttando meglio il Sassotetto.
La tappa di Todi, invece, presenta un pezzo di sterrato (il 6) in discesa e ho qualche dubbio sulla praticabilità del settore 8. La crono di Follonica è ben tracciata e collocata mentre quella di Viareggio dice poco o nulla. Quella di Salsomaggiore è forse più carina anche se con un finale più facile - finale però riproposto in maniera molto simile il giorno dopo ad Acqui Terme.
La tappa di Valmala è mal disegnata. Nel senso che la salita dura e la distanza probabilmente depaupera le due salite precedenti. La soluzione migliore sarebbe stata Chianale o al contrario un arrivo a S. Anna di Vinadio - ma anche un semplice arrivo in discesa a Sampeyre. Ok il Finestre a Pragelato - anche se il Finestre mi sembra più una salita da penultimo giorno che da seconda settimana. La tappa di Solda non mi piace per il semplice motivo che mi ricordo la tappa del 2012 e dopo il Mortirolo c'è stata la noia più assoluta. La tappa di Bressanone ho paura che per come è stata collocata rischi di essere decisamente interlocutoria - il duo finale è invece molto bello.

Sostituzione tappa
Decisamente apprezzabile il fatto di aver mantenuto partenza ed arrivo. La tappa però c'entra decisamente poco con l'originale che passa da modello tappone alpino a modello "mortirolo/aprica" con il Grappa il giorno dopo. Difficile quindi vedere corridori prendersi dei rischi.

Blu
La planimetria generale mi sembra abbastanza contorta a dispetto della Rossa oltre al fatto che spesso si passa per le stesse strade in tappe diverse. La distribuzione delle tappe mi sembra fortemente accentuata verso l'ultima settimana.
Bene il primo weekend di gara Lecce-Matera, non mi piace la tappa di Fiano Romano. La tappa di Siena ha un finale parecchio brutto anche e soprattutto considerato che la carovana del giro è un "filo" più larga di quella della strade bianche e che nel finale ci sono tanti settori ma nessuno veramente impegnativo. L'arrivo di Urbino ormai alla settima mi sa di già visto - avrei, per esempio, osato molto di più nella tappa di Firenze.
Bella la tappa del Monte Cimone, forse troppo dura rispetto al resto della prima settimana (vedi consiglio su Firenze). La tappa di Chiavari lì così mi sembra un attimo sprecata - mentre invece è molto bella la tappa successiva di Rivergaro.
Somma Lombardo come arrivo, invece, non mi sembra il massimo - meglio Piancavallo anche se così rischia di svalutare l'Ologno. La cronometro di Varese è invece molto bella, anche se forse un po' tardiva e sbilanciante il Giro decisamente verso gli scalatori.
La tappa di Monte di Nese non ha invece il minimo senso logico in ottica ultima settimana e con tre tappe rosse di fila dopo. Buon trittico finale tra Maniva, Pergine e Lavazé anche se non mi piace l'idea di arrivare in cima ad un passo e avrei fatto una delle tre tappe lievemente più facile. Nel finale, inoltre, sarebbe stato forse l'ideale Pampeago. Nell'ultima tappa sarebbe stato apprezzato inventarsi un bel circuito a Milano invece di copiare spudoratamente quello di eseifrancesi.

Sostituzione tappa
Senza dubbio la sostituzione è stata ben riuscita. E' la tappa che più somiglia a quella originale come percorso e logica. E' ovviamente più facile, ma non intacca minimamente l'integrità del giro né cambia il tipo.

 

----------------

 

Voto: La mia preferenza va ai BLU

Link to comment
Share on other sites

Rossi
Ottima copertura dell'Italia, un po' meno la gestione dei trasferimenti.
Prime due tappe ok, non mi piace moltissimo la 3° tappa. Volate standard ok, mentre la sesta tappa offre diverse salite inutili con solo la salita finale impegnativa. Bella la 7° e buona anche la 8°(un po' sprecato il Sassotetto però) come la 9°.
Ok la lunga cronometro, 12° tappa classica tappa da fughe e 13° tappa con la giusta dose di incertezza.
Bella la 14° tappa e buona anche la 15°.
Il tappone di Solda ok, troppo corta invece la tappa seguente, ho visto troppe tappe under160km. Bella la 19° tappa e molto bella la 20° tappa. Buona la crono finale di Verona con la salita del mondiale 2004.

Sostituzione tappa
Decisamente diversa dal tappone originale, difficile comunque far meglio mantenendo le sedi di tappa.


Blu
Davvero brutta la planimetria generale.
Non sono un amante delle crono con passaggi su vie parallele. Ok le due successive tappe mentre la quarta va bene rendere incerta la tappa, ma a me sembra un modo per rendere omaggio al meglio per l'anniversario della morte di Weylandt, si arriva in piazza dei caduti di Nassirya, con un finale del genere è probabile che dopo celebrerà anche altri caduti.
screenshot_2016-01-24_16.35.12.png
Ok le due tappe successive e bella la 7°. Pessimo invece il finale dell'ottava tappa. Buona la tappa di alta montagna.
Ok la 10° e buona la 11° ma perché così corta? La 12° tappa è carina, ma con una discesa impraticabile e sembra un'accozzaglia di salite.
Non mi piace molto la 14° ed inoltre l'arrivo è stato piazzato male, ok la crono anche se l'avrei evitata alla penultima domenica.
Discreta la 17esima tappa mentre molto bella la 18° e ottima la 19°, purtroppo il trittico termina con la tappa più brutta e mi sembrava facilmente migliorabile.
Ok la passerella a Milano

Sostituzione tappa
Non male, inoltre vengono mantenute le sedi di tappa.

Per me il percorso migliore è quello dei ROSSI.

Link to comment
Share on other sites

Rossi
La planimetria è buona a dispetto dei vincoli.
Convincente la partenza dalla Sicilia, salvo per il raccapricciante trasferimento da Paternò ad Amantea. I due sprint successivi abbastanza standard. Piuttosto insipida la tappa di Roccaraso. Molto buona invece quella di Alba Adriatica. L'8a tappa è buona, anche se l'arrivo è un po' preso ad mentulam. Bella la 9a.
Da estimatore delle cronometro lunghe non posso che apprezzare quella di Follonica. Ok la volata a Viareggio, la 12a mi dice poco. La tappa di Acqui Terme ha senso perché è finalmente una volata non completamente scontata e banale. Il week-end piemontese è pieno di belle salite e buone idee, però avrei scambiato arrivo in salita e arrivo in discesa: arrivo in discesa a Sampeyre e arrivo in salita a Sestriere. La sequenza con Valmala è bella ma un po' a rischio di neutralizzazione di Esischie e Sampeyre, nel caso avrebbe forse avuto più senso nella terza settimana o almeno a fine week-end. In alternativa ci poteva stare arrivare a Chianale e lasciare l'arrivo dopo il Finestre a Pragelato.
Ok il biliardo alla 16a. La tappa di Solda poteva benissimo fare a meno del Mortirolo, infilando da qualche parte un'altra salita se volevate aumentare il dislivello. Originale la tappa di Bressanone, che in sé è ben fatta, però in quel punto del Giro verrebbe sicuramente sprecata. Bene invece il gran finale in montagna, ok la crono finale.
La tappa sostitutiva in sé sarebbe stata da denuncia penale, però contando che avete mantenuto partenza e arrivo e che non era facilissimo trovare alternative valide non è venuta male.
 
Blu
La planimetria non è il massimo, la parte centrale poi sembra sia stata disegnata da Muhammad Ali.
Ok la partenza, interessante la prima tappa in linea. Standard la volata alla terza, un punto a favore rispetto ai rossi l'aver inserito una tappa pianeggiante - la quarta - non scontata nella prima setti l'mana. Meno a favore il tentativo di decimare il gruppo, già che c'eravate potevate mettere il traguardo a 10 metri dalla fine di un vicolo cieco e vedere se qualcuno riusciva a fermarsi prima del muro. La tappa strade bianche non è male ma si poteva fare di meglio in zona. Standard lo sprint della 6a, carina Urbino. Molto moscia invece quella di Firenze. Non mi piace granché la tappa di Le Polle, con una salita molto dura e breve alla fine che castra qualsiasi possibilità di azione in precedenza (e l'Abetone non è che invogli granché, come penultima salita è piuttosto fiacca). Passa giusto perché è comunque a fine prima settimana.
L'inizio della seconda settimana (10a-11a) è bello altimetricamente, dal punto di vista planimetrico non mi esprimo perché non sarebbe elegante fare un paragone con una secchiata di letame gettata a caso su una parete bianca. Bella la 12a, salvo l'inciampo sulla discesa impraticabile. Sprint ok, lodevole il tentativo di fare un tappone nel VCO, anche se il risultato mi convince fino ad un certo punto, nel senso che l'Ologno viene ad essere parecchio lontano dall'arrivo e la difficoltà della salita finale non incentiva molto a correre rischi. Ottima la cronometro, anche se forse un pelo troppo dura per essere l'unica.
Ok Como, la tappa di Monte di Nese non è molto il mio genere ma ci può stare per spezzare un po' il tema dell'alternanza tra sprint e tappe decisive dell'ultima parte di Giro. Molto belle la 18a e la 19a tappa, la 20a va bene anche se il Lavazè mi sembra scelto un po' a casaccio come arrivo. Forse tre tapponi tutti intensissimi di fila sono un po' sovraccaricati, però è un finale da fondisti, il che non mi dispiace. Ok il finale a Milano.
La tappa sostitutiva è nettamente peggiore dell'originale ma questo è normale, alla fin fine avete mantenuto partenza e arrivo presentando comunque un percorso dignitoso.
 
La mia preferenza va alla squadra ROSSA.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now


×
×
  • Create New...