Jump to content
  • Sign Up

Disponibile Pro Cycling Manager 2021

Pro Cycling Manager 2021 e Tour de France 2021sono finalmente disponibili
Leggi di più

Hai già scoperto i nostri tutorial?

Come sottoscrivo una mod su Steam? Come modifico un database? Come posso creare una maglia personalizzata? Per queste ed altre domande visita la nostra sezione tutorial!
Tutorial

Seguici su Discord

Unisciti al server Discord di PCM Italia per rimanere sempre in contatto con noi, parlare di ciclismo e vivere un'esperienza multiplayer ottimale
Unisciti al server

PCM Italia è su Tapatalk

Scarica Tapatalk gratuitamente sul tuo smartphone per consultare in maniera facile e veloce PCM Italia anche da mobile!
Leggi di più

La nostra RECENSIONE di Pro Cycling Manager 2020

Leggi e guarda la nostra recensione di Pro Cycling Manager 2020, a cura di BubbaDJ
Leggi di più

II Contest: Milano > Roma - Recensioni


emmea90

Recommended Posts

  • Admininistrators

II Contest: Milano > Roma - Recensioni

Ecco i percorsi presentati

 

Andreferri: PDF - Presentazione nel Topic

Casa: PDF - Presentazione nel Topic

FrancescoGrassi: PDF - Presentazione nel Topic

FrancescoPalma: PDF - Presentazione nel Topic

Gimox97: PDF - Presentazione nel Topic

Igi: PDF - Presentazione nel Topic

Lory94ITA: PDF - Presentazione nel Topic

Nasdon33: PDF - Presentazione nel Topic

NibaliSanBaronto: PDF - Presentazione nel Topic

 

In questo topic potete postare

A) Promozione del vostro percorso: un breve post, eventualmente con immagini promozionali, in cui presentate il vostro percorso per promuovervi (una cosa del genere, insomma)

B) Recensione di uno o più percorsi proprio o altrui

C) Segnalazione di uno o più errori nel proprio percorso (se siete cretini o masochisti) o in percorsi altrui

 

Non è necessario essere iscritti al contest per recensire un percorso. Le recensioni non hanno valore di voto ma possono ovviamente influenzarlo.

 

Per scaricare i PDF dovete fare clic su scarica

21kgk89.png

Link to comment
Share on other sites

Il mio è un percorso in cui ciascuna tappa ha il suo motivo:

-la cronosquadre molto lunga è un ritorno ai vecchi tempi

-la seconda, passa non molto lontano dalle terre colpite dal terremoto emiliano del 2012

-la terza, è dedicata a Bartali e ricca di salite semisconosciute

-la quarta è più normale, ma è la classica tappa per velocisti dove niente è scontato

-la quinta, ha il muro di Todi:massima del 22%

-la sesta, affronta il Terminillo dopo altre salite impegnative, al contrario di come si è solitamente fatto nelle tappe in cui lo presentavano

-la settima non è particolare, però presenta tante salite non troppo impegnative messe in rapida successione

-l'ultima col pavé di Via Appia Antica può essere considerata una "mini Roubaix" o "L'Inferno di Roma".

Link to comment
Share on other sites

Perché votare il mio percorso?

Perché è un percorso che non porta al "greggismo spinto" (cit.) ma incoraggia gli attacchi.

 

Perché ho messo la tappa rossa già alla terza tappa?

Perché intanto è una rossa anomala, con strade strette, discese tecniche, ed un'ultima salita corta ma molto impegnativa e caratterizzata da una sede stradale stretta: non è roba per il classico Skyborg, per fare un esempio.

 

Non hai il timore che la corsa sia chiusa lì?

No, perché chi rimarrà indietro dopo la tappa rossa e dopo la spettacolare cronometro all'isola d'Elba di difficile interpretazione avrà tre tappe che incoraggiano gli attacchi:

  • La tappa dei muri, che sarebbe già di per sé selettiva senza lo sterrato; con lo sterrato diventa davvero pericolosissima, specie in caso di pioggia. E con Montalcino a 45 km dal traguardo può succedere di tutto, chi vuole attaccare può farlo e non c'è solo quello: attenzione a Monticchiello nel finale!

 

  • La tappa dello "spirito", una mezza montagna classica con cinque salite in totale non lunghe ma molto dure, che metteranno a dura prova i corridori che non sopportano le pendenze dure.

 

  • La tappa conclusiva, quella dell'Appia Antica percorsa per intero, preceduta da salite che possono fare molta selezione in caso di folle andatura: corsa incerta fino all'ultimo metro!
Link to comment
Share on other sites

Come ho già detto nel topic di presentazione, questo percorso mi è servito per fare esperienza e non pretendo molto dai risultati. Ciò che lo caratterizza sono i trasferimenti cortissimi tra una tappa e l'altra e i passaggi con riferimenti alla storia italiana e del ciclismo.

 

P.S.:Probabile che finirò a 0 perchè non posso votare...se qualcuno non sa chi mettere al terzo posto... :ph34r:  :65:

Link to comment
Share on other sites

  • Admininistrators

Come ho già detto nel topic di presentazione, questo percorso mi è servito per fare esperienza e non pretendo molto dai risultati. Ciò che lo caratterizza sono i trasferimenti cortissimi tra una tappa e l'altra e i passaggi con riferimenti alla storia italiana e del ciclismo.

 

P.S.:Probabile che finirò a 0 perchè non posso votare...se qualcuno non sa chi mettere al terzo posto... :ph34r:  :65:

 

Proprio perché vale l'autovoto chi ha presentato un percorso può votare anche se non iscritto negli ultimi sei mesi

Link to comment
Share on other sites

  • Moderators

Tra una riga e l'altra dei Malavoglia, ho buttato giù le mie considerazioni:

 

Andreferri: Belle le due tappe gialle, anche se quella di Chieti sarebbe stato meglio non farla terminare con una salita, visto che il giorno prima si arriva già su uno strappo. Non mi piace invece quella di montagna, con il Teminillo così solo. Inoltre non ci sono tappe over 200.

 

Casa: salta subito all’occhio la bella grafica. Il percorso però a mio avviso è esageratamente duro, il circuito del San Luca è evitabile, mi piacciono la 3 e la 6 tappa che però sono più gialle della 5. L’unica veramente gialla è quella di Artena.

 

FrancescoGrassi: non mi piace la terza tappa, indicata come di montagna, che oltretutto arriva in un comune con meno di 1000 abitanti. Nelle due di collina si sarebbe potuto osare di più, mi piacciono la cronometro e la seconda rossa, che però non è nemmeno troppo dura. La grafica non è un granché chiara.

 

FrancescoPalma: sicuramente i km di cronometro sono ben bilanciati con le tappe più impegnative. Le 2 gialle sono belle, interessante quanto atipica la tappa di montagna, forse un po’ troppo facile (preferisco la versione di Nasdon) ma che tuttavia si inserisce bene nell’economia del percorso. Però manca una frazione over 200 e nella grafica mancano le altimetrie e alcune quote.

 

Gimox97: Finalmente un percorso con commento. La terza tappa l’avrei alleggerita un po’, eliminando Beigua e Bric Dato. Arriva in un comune di 700 abitanti… La tappa di Assisi l’avrei fatta arrivare a Collepino eliminando il circuito. Mi piace la crono dell’Elba e l’ultima tappa (anche se sull’Appia Antica sono dubbioso), invece avrei evitato di mettere lo sterrato per i motivi già spiegati.

 

Igi: Manca una over 200. Le prime due tappe sono molto simili, la terza mi piace mentre la quarta non ha senso. In una corsa di 8 giorni 2 tappe di montagna sono esagerate, in questo caso sono addirittura consecutive. Inoltre il versante del Petrano dell’altimetria è quello affrontato in discesa. La frazione di Piane d’Archi arriva su un muro di 400 metri posto nel nulla, a quel punto prosegui fino al comune di Archi. La cronometro mi piace,anche se nel contesto sbilancia il percorso troppo verso gli scalatori.

 

Lory94ITA: Nonostante le immagini siano oscurate, la grafica è chiara. La seconda tappa è bella, mentre la terza poteva essere valorizzata molto meglio. Per me è verde. Molto bella quella di Castelsantangelo sul Nera, non mi pace invece l’arrivo di Campo Staffi, come nel caso di Andreferri la salita finale è troppo sola nel percorso.

 

 

Nasdon33: Grafica chiara, percorso decisamente facile ma ben bilanciato con i km a cronometro. Bello l’arrivo di Bobbio come quello di Frontignano, nelle tappe di Cortona e Frascati avrei invece messo qualche difficoltà in più.

 

NibaliSanBaronto: Nel riepilogo manca il chilometraggio. 48 km per la cronosquadre di apertura sono forse un po’ troppi. Belle le tappe di Ponte a Ema e del Terminillo (la più bella di montagna tra i vari percorsi), ma l’arrivo di Rocca Priora è di troppo (tutte le gialle arrivano in salita, volando uno dei punti della consegna) e l’ultima potrebbe essere una gara a sé, per me è già esagerato passare una volta sull’Appia Antica, quattro poi…

Inoltre per le altimetrie ti consiglio di usare quelle che trovi su salite.ch o cyclingcols.

Link to comment
Share on other sites

  • Admininistrators

Lascio le mie considerazioni

 

Andreferri: direi intanto che ci sono tre trasferimenti decisamente lunghi negli ultimi quattro giorni. La tappa più lunga è 200 km - capisco la mancata voglia di usare altro oltre track4bikers ma si poteva fare di meglio. Una sola tappa per velocisti è poca, avrei tolto quel GPM dalla tappa di Acqui Terme. Mi piacciono le gialle di due tipologie diverse, non mi piace la rossa messa così a salita secca al penultimo giorno, l'avrei messa prima di Chieti. Bene la crono finale.

 

Casa: partenza sprint di 200 km totalmente piatta? WHAT!?!?!?! Seconda tappa troppo dura, terza è un tappone da giro, anche qua veramente dura. Quarta ok, anche la quinta mi sembra durissima, La sesta ci sta, la settima mi piace, forse un po' dura in partenza - viste le prime tappe la crono finale l'avrei fatta più piatta e più lunga. In generale troppo dura la prima parte.

 

FrancescoGrassi: anche qua partenza insipida che vuol dire poco. Mi sembra troppo facile e corta la settima tappa mentre al contrario l'ottava è troppo lunga, avrei distribuito meglio le difficoltà. Ci sono inoltre due tappe totalmente piatte senza GPM di cui l'ultima, grave, è quella finale, che sembra più passerella da GT che ultima tappa di un giro di una settimana. La tappa di Assisi è veramente, veramente, brutta: sembra che cercavi un arrivo giallo intorno e hai tracciato alla pene di gnu, si vede che è una tappa casuale e non cercata. In generale in un percorso del genere mi sarebbe piaciuto vedere più una tappa coi muri tipo Chieti o Porto Sant'Elpidio... 

 

FrancescoPalma: vorrei fare i miei personalissimi complimenti per la scelta della cronometro iniziale. Che paralizzerebbe per un giorno tutta Milano Est coprendo tutte e tre le vie d'accesso. Ma vabbè, sorvoliamo. La tappa di Voghera avrei messo un GPM... in questo modo una maglia sponsorizzata non viene assegnata prima del terzo giorno, errore grave. La terza la metto da parte con la scritta "per erezione istantanea". La quarta è più da GT che da giro di una settimana, avrei messo un San Baronto. Bella la quinta ma è la copia della terza. La settima è al limite tra rossa e gialla, l'avrei fatta più dura - non mi piace la passerella finale che non avviene mai nelle corse di 8 gg.

 

Gimox97: bene le prime due. Non mi piace la rossa. La cronometro trovo squilibri un filo la corsa, mi piace lo sterrato - meno la tappa di Assisi che per essere una gialla ha le ultime salite abbastanza distanti fra loro e non mi piace la tappa finale con quel circuito forzatissimo prima del pavè dell'appia antica, seppur apprezzi l'idea di non far finire con una passerella.

 

Igi: Intanto, grave errore, mancano i chilometri della sommità delle salite. Questo non mi impedisce di classificare "una boiata pazzesca" il mettere una prima tappa gialla con l'ultima salita a 20-24 dall'arrivo. La seconda tappa non può sicuramente definirsi verde. Mi piacciono le due rosse, peccato arrivino troppo presto nella corsa risultando decisive anzitempo. La tappa di Piane d'Archi è troppo facile nel finale per essere una gialla collocata a quel punto di corsa, sembra quasi messa a caso. La passerella finale fa crollare ulteriormente il giudizio sul percorso - probabilmente il peggiore.

 

Lory94Ita: anche qua non capisco la moda di aprire con una tappa per velocisti.... vabbè. La seconda mi piace, anche se avrei alleggerito il finale mentre la terza sembra la classica tappa al contrario di Prudhomme: mettere 3 km al 7% come unica salita degli ultimi 110 e chiamarla gialla..... finalmente una cronometro piatta anche se poi rovina la tappa di Gubbio con uno strappetto inutile come già detto sopra più da Gt che da giri di una settimana relegando, di fatto, ai velocisti, le uniche due tappe che non dovrebbero avere - vale a dire la prima e l'ultima. Mi piace la tappa dopo mentre trovo un filo a caso la rossa - anche qua inutilissima passerella finale.

 

Nasdon33: finalmente un percorso lineare, con pochi trasferimenti ad eccezione del post prima tappa che, comunque, è una cronometro. La seconda tappa è una via di mezzo tra il Sauber e l'orrido a cui seguono due tappe insipidissime (3° e 4°) ed una quinta che non è altro che un arrivo su strappetto dato che la salita è troppo lontana dall'arrivo. Mi piace la rossa, forse unica tappa decente - peccato che sia rovinata dalla gialla successiva. Fortunatamente, almeno, c'è una cronometro finale e non un'orrida passerella.

 

Nibali-San Baronto: 48 chilometri di cronosquadre? No, ma siamo seri???? Persino al Tour de France li ritengono troppi. La seconda tappa ok, la terza è troppo dura per essere gialla e per trovarsi così all'inizio della corsa. La tappa di Chiusi scalo spero sia verde. Quella di Todi è la classica tappa da fare Over 200.... rovinata dal chilometraggio limitato a soli 162 km. Ok le tappe di Terminillo e Rocca Massima e soprattutto il pavè finale. Manca, errore gravissimo, una cronometro individuale.

 

Considerazioni generali:

  • In pochi han fatto descrizioni scritte delle tappe. Se mettete una salita spiegate il perché nella descrizione, in alcuni casi ho dovuto capire io cosa volevate fare voi
  • La Nizza finisce col Col d'Eze, l'Eneco col Grammont, il Catalunya con il Montjuic, il Delfinato spesso e volentieri con un arrivo in salita, Tirreno, Pais Vasco, Suisse, Pologne e Romandie con una cronometro. Rimangono escluse Down Under e Bejing che sono una corsa di carico e una passerella commerciale di fine stagione dall'esiguo valore tecnico. A questo punto, dico io, di che sostanza vi siete fatti per far finire in passerella una corsa a tappe di una settimana?
  • Mancano alcune planimetrie generali e alcune quote dei GPM. 
  • Credo che se avessi dovuto valutarli nessuno dei percorsi avrebbe preso la sufficienza.

 

Link to comment
Share on other sites

Saranno le altimetrie diverse da quelle di tb4,ma il percorso non è così duro.

la tappa del san luca la salita più lunga misura 2km.

nella 3° il cippo è di 4km,manco avessi inserito il san pellegrino in alpe,e prima c'è solo una salita da scalatori.

Anche nella 5°,parliamo di salite di 6-7km.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now


×
×
  • Create New...