Jump to content

Seguici su Discord

Unisciti al server Discord di PCM Italia per rimanere sempre in contatto con noi, parlare di ciclismo e vivere un'esperienza multiplayer ottimale
Unisciti al server

PCM Italia è su Tapatalk

Scarica Tapatalk gratuitamente sul tuo smartphone per consultare in maniera facile e veloce PCM Italia anche da mobile!
Leggi di più

Disponibile Pro Cycling Manager 2021

Pro Cycling Manager 2022 e Tour de France 2022 sono finalmente disponibili
Leggi di più

Ronaldo s'infortuna


davide__

Ronaldo:  

13 members have voted

  1. 1. carriera finita per lui secondo voi?

    • Si
      12
    • No
      1


Recommended Posts

MILAN, DRAMMA RONALDO

Ginocchio ko, carriera a rischio

Nel recupero con il Livorno finisce 1-1 (Pulzetti e Pirlo su rigore). Il brasiliano esce in barella: per lui rottura completa del tendine rotuleo. Tempi di recupero: da 9 mesi a un anno. Meerseman: "Siamo tutti disperati". Carriera a rischio

0JW73W9P--346x212.jpg

L'urlo di Ronaldo dopo l'ennesimo infortunio. Ap

MILANO, 13 febbraio 2008 - La sfortuna si accanisce su Ronaldo. Il Milan, nell'ultimo dei tre recuperi di campionato post-mondiale per club, deve accontentarsi di un punto contro il Livorno, ma deve soprattutto fare i conti con il grave infortunio subito dal brasiliano al 14' della ripresa, tre minuti dopo il suo ingresso in campo. Accade in occasione dell'azione che porta al rigore assegnato al Milan e poi trasformato da Pirlo per il definitivo 1-1, dopo lo splendido gol di Pulzetti che aveva illuso il Livorno.

DISPERATI - Un infortunio che potrebbe mettere la parola fine alla carriera del Fenomeno. La diagnosi parla chiaro: rottura totale del tendine rotuleo del ginocchio sinistro. Lo ha evidenziato la risonanza magnetica cui è stato sottoposto il giocatore all'ospedale Galeazzi di Milano. I tempi di recupero sono drammatici: tra i 9 mesi e un anno. La prima percezione di Ronaldo dopo l'infortunio è stata quella di avere subito un danno molto simile a quello che si procurò nel 2000, quando si ruppe il tendine rotuleo del ginocchio destro. Lo ha spiegato il dirigente del Milan, Leonardo, raccontando le prime parole pronunciate dal giocatore nello spogliatoio del Meazza: "Si è reso conto subito e ha detto 'è la stessa cosa dell'altra volta'". "Come volete che stia....,- ha aggiunto Leonardo riguardo l'umore dell'attaccante del Milan -, adesso vedremo cosa fare, ma credo che sarà tutto molto veloce". "Siamo tutti disperati", ha sottolineato il direttore responsabile di MilanLab Jean-Pierre Meerseman.

LA PARTITA - Contro gli amaranto Carlo Ancelotti decide di abbassare la media degli anni in campo, lanciando nella mischia Yoann Gourcuff, 21 primavere. Clarence Seedorf non sta bene e il francese rappresenta il punto di riferimento ideale, dovendo il Milan fare a meno anche di Kakà. La formula Gourcuff alle spalle di Gilardino e Paloschi equivale a 64 anni: media bassissima, ma forse non molto sgamata per abbattere il muro del Livorno che si presenta a San Siro con un tenace 3-5-2: partita di copertura, ma con licenza di sorprendere in velocità i rossoneri nel contropiede. In attacco Camolese non bada a spese e schiera due punte che possono fare male: Tristan e Tavano. Il Milan ritrova Gattuso e mischia le carte in difesa con Oddo, Bonera, Kaladze e Favalli.

POCO O NULLA - Il primo tempo non è comunque da ricordare. Bruttino e lontano dai canoni del bel calcio. Al Milan mancano geni come Kakà e Seedorf e si vede, e Pirlo da solo non può certo cambiare le sorti del mondo. Spesso prevedibile, la squadra rossonera straccia il Livorno con il 68,4% di possesso palla; in realtà dato improduttivo perché si traduce in un paio di conclusioni di Gourcuff da fuori area e l'unica vera occasione da gol a opera di Ambrosini, il cui colpo di testa ravvicinato in tuffo viene deviato in angolo da Amelia con un prodigio. Per non parlare poi dell'assenza di gioco sulle fasce: una delle note dolenti più ricorrenti della squadra rossonera. Al Livorno resta qualche tentativo, come quello di Tavano che spaventa Kalac a compagni con un sinistro che sfiora la traversa. Cambiano invece quelle dell'attaccante che al 45' deve lasciare il posto a Diamanti per un problema muscolare.

RONIE ANCORA K.O. - Ma la fatica che fa il Milan è ben visibile. E tutti i difetti dei rossoneri vengono esaltati dopo 4' della ripresa da Pulzetti che, nel giorno del suo 24' compleanno, dopo un contropiede ficcante con una sinistro a giro fulmina nel sette alla destra di Kalac. Ancelotti desolato toglie Paloschi e Gilardino, dentro Inzaghi e Ronaldo. E' il minuto 12. Il tempo di scaldare i muscoli ai nuovi entrati che al 14' accade di tutto. Vidigal tocca in piena area con la mano: rigore ineccepibile. Ma nel tentativo di colpire di testa, Ronaldo rimedia un infortunio. E' un dèjà-vu: il Fenomeno crolla a terra e si tocca il ginocchio sinistro, per poi lasciare il campo in barella e in lacrime. Pirlo trasforma, ma il Milan, sotto choc, perde la verve necessaria, anche con un Serginho in più sulla fascia sinistra, entrato al posto di Ronaldo. Inzaghi sfiora il gol sul tocco calibrato di Gourcuff, ma Amelia si supera. I toscani rispondono ancora con Pulzetti, che questa volta però si accartoccia sulla palla, con la porta spalancata. Finisce 1-1; per i toscani è un'impresa meritata. Per il Milan, ora a 37 punti, uno in meno della Fiorentina quarta, un liscio che complica il suo cammino verso l'Europa.

Link to comment
Share on other sites

Un Fenomeno di sfortuna

Tutti gli infortuni di Ronaldo

Una carriera devastata dai guai fisici eppure ugualmente vincente. Dalla crisi di Parigi al primo crack nel '98 durante Inter-Lecce. Dalle urla dell'Olimpico nel 2000 ai guai muscolari dell'era rossonera. Secondo Sky la risonanza magnetica a cui è stato sottoposto avrebbe evidenziato la rottura del tendine rotuleo del ginocchio sinistro

88682--346x212.jpg

Il 12 aprile 2000 Ronaldo, appena rientrato, si infortuna gravemente all'Olimpico di Roma. Ansa

MILANO, 13 febbraio 2008 - La risonanza magnetica a cui è stato sottoposto Ronaldo avrebbe evidenziato la rottura del tendine rotuleo del ginocchio sinistro del brasiliano. La notizia è stata data da Sky nel corso delle sue trasmissioni del dopo-partita di Milan-Livorno. Se confermata, vorrebbe dire che la carriera del Fenomeno è seriamente a rischio.

Quello patito stasera a San Siro nel recupero della 16ª giornata di A, tra Milan e Livorno, rischia di essere l'ennesimo grave stop per Ronaldo.

GUAI IN SERIE - La sua carriera è stata costellata da molti pesanti infortuni che lo hanno costretto a lunghe assenze dal campo. Il 25 settembre 1998 il primo stop dopo il rientro dal Mondiale francese, quello della discesa incerta dalla scaletta dell'aereo e della crisi accusata la sera della finale. Il Fenomeno torna a Milano con una tendinopatia rotulea. Si comincia a parlare di operazione, ma il tempo passa fino al dramma: il 21 novembre Ronie si lacera parzialmente il tendine rotuleo destro durante Inter-Lecce.

IL PRIMO INTERVENTO - Operato a Parigi dal professor Saillant, Ronaldo comincia la lunga riabilitazione, conclusa apparentemente con successo. Il 12 aprile del 2000 tutti gli sportivi applaudono il ritorno in campo del brasiliano a Roma, contro la Lazio. Ma la festa dura pochissimo: dopo 6' il brasiliano si lacera completamente il tendine operato. Il giorno dopo Ronaldo viene rioperato da Saillant nello stesso centro di Capbreton dove sosterrà un'altra, durissima, riablitazione. L'8 marzo 2001 Saillant lo definisce "clinicamente guarito". A giugno Ronie torna in campo ad Appiano Gentile con l'Inter nel test amichevole con il Sant' Angelo Lodigiano, segnando due gol.

IN SPAGNA - Nel 2001 si allena a singhiozzo per un paio di lievi infortuni: a settembre in coppa Uefa contro il Brasov si procura un lieve stiramento al bicipite femorale destro. A novembre rientra in campionato contro il Lecce, ma dopo pochi minuti deve uscire per una contrattura al bicipite femorale sinistro. Nel giugno 2002 il passaggio in Spagna in seguito alla rottura con Cuper, il tecnico dell'Inter e del 5 maggio. Quasi tre anni dopo, in maglia Real, un altro guaio: Ronaldo si ferma per una distorsione dei legamenti posteriori del perone sinistro riportata contro l' Atletico Madrid, che lo costringe a quasi tre mesi di cure e tribuna.

AL MILAN - A gennaio 2006 il passaggio in rossonero. Il primo anno ci sono 14 partite, 7 gol, e una serie di prestazioni che lasciano pensare al ritorno del grande attaccante ammirato in maglia Inter. All'inizio di questa stagione un altro stop casuale, quasi fortuito, durante la presentazione della nuova maglia a San Siro: lesione del muscolo semitendinoso del bicipite della coscia sinistra con parecchie complicazioni (e stavolta anche parecchie polemiche per un'errata diagnosi iniziale). Prima del crack di questa sera c'era stato il guaio al polpaccio che lo ha costretto al forfeit nel Mondiale per club. Penultimo capitolo di una storia sfortunatissima.

Gazzetta.it

Link to comment
Share on other sites

Ronaldo, un tiro e la fitta

Ecco il video dell'infortunio

Esclusiva di Sky Life che attraverso un video racconta l'ultima disavventura che tiene fermo il rossonero da quasi due mesi. E' accaduto il 31 luglio a San Siro durante l'evento "Uniti dalla maglia". Un tiro casuale e poi la dolorosa fitta

ronaldo400a--346x212.jpg

Nel fermo immagine del video, il momento in cui Ronaldo si accascia a terra. Sky Life

MILANO, 20 settembre 2007 - Lo scoop è di Sky Life, il sito internet di Sky. A tutta pagina un inequivocabile video, in esclusiva mondiale, che racconta come si è infortunato Ronaldo. E' il 31 luglio; una calda giornata di sole. San Siro è pieno di tifosi per l'evento "Uniti dalla maglia", organizzato per la presentazione della nuova divisa ufficiale con una singolare iniziativa: permettere ai tifosi di farsi fotografare con la squadra. In programma c'è anche una partitella.

IL TIRO E LA FITTA - I rossoneri si riscaldano. Ronie, Kakà, Serginho e Seedorf palleggiano a centrocampo. Poi il Fenomeno prende la palla in mano e colpisce al volo di sinistro indirizzando la sfera verso altri giocatori non inquadrati. Un tiro come tanti; poi una fitta intensa. Ronaldo si accascia e si tocca la gamba sinistra.

FERMO DUE MESI - Immagini rocambolesche che raccontano la casualità dell'infortunio, quello che obbliga il fuoriclasse a un'assenza dai campi da quasi due mesi. Nel video si vede Carlo Ancelotti avvicinarsi a Ronaldo che resta a terra per qualche secondo. Ronie poi si rialza minimizzando il suo problema. Tant'è che non parteciperà pochi minuti dopo alla partitella. Il resto è storia.

Gazzetta.it

Link to comment
Share on other sites

Berlusconi e Moratti uniti

per Ronie: "Può tornare"

Un volo-ambulanza ha portato il brasiliano alla clinica parigina Pitiè-Salpetriere, dove il professor Rolland interverrà per ricostruire il tendine rotuleo del ginocchio sinistro. I presidenti del Milan e dell'Inter gli fanno coraggio: "Tornerà in campo"

0JW75HNP--346x212.jpg

L'attaccante del Milan Ronaldo, 31 anni, a terra dolorante. Ap

MILANO, 14 febbraio 2008 - Ronaldo è stato trasportato in aereo a Parigi, dove sarà operato dalla stessa equipe che intervenne nel 2000 sul suo ginocchio destro. Nessuna conferma, ancora, sul fatto che l'intervento sia eseguito in giornata. Appare anzi improbabile che si possa intervenire a nemmeno 24 ore dall'infortunio. Il professor Gerard Saillant ha confermato all'agenzia AP che non sarà lui ad occuparsi in prima persona della ricostruzione del tendine rotuleo dell’attaccante milanista. "Sarà operato stasera o domani da Eric Rolland, il mio successore al Pitie-Salpetriere. Io lo aiuterò" - ha confermato Saillant, che nel 2000 operò l’attaccante brasiliano al ginocchio destro per un simile infortunio.

La partenza era prevista alle 10: Ronaldo è salito su un volo-ambulanza da Linate alla volta di Parigi, anche se la nebbia segnalata allo scalo d'arrivo ha ritardato il decollo del velivolo dall'Italia. Con il brasiliano, anche la fidanzata Maria Beatrix, il suo fisioterapista Bruno Mazziotti, il connazionale e dirigente rossonero Leonardo e il medico sociale Massimiliano Sala. Ronaldo aveva lasciato stanotte l'istituto ortopedico Galeazzi di Milano con un tutore applicato sulla gamba sinistra, Il brasiliano era stato portato a casa a bordo di un'auto grigia su cui c'erano anche la sua fidanzata e il dirigente rossonero Leonardo, ed è stato salutato dagli applausi di una ventina di tifosi ancora in attesa di sue notizie davanti all'ospedale.

ROTTURA TOTALE - La risonanza magnetica, come hanno spiegato Jean-Pierre Meerseman, responsabile di MilanLab, e il primario di traumatologia sportiva, Walter Pascale, "ha confermato la rottura totale del tendine rotuleo del ginocchio sinistro". "È stato lo stesso Ronaldo - ha aggiunto Meerseman - a chiedere di farsi operare a Parigi dall'equipe guidata dal professor Saillant, la stessa che ha ricostruito il suo ginocchio destro otto anni fa". "Già era stato ottimo l'intervento precedente in questi otto anni le tecniche chirurgiche sono molto migliorate», ha sottolineato il professor Pascale rispondendo a chi gli chiedeva se esistesse il rischio che questo infortunio possa porre fine alla carriera del brasiliano: "Se le cose andranno come devono riuscirà a riprendere le sue capacità di grande calciatore. Comunque è difficile in questo momento stabilire una tempistica di recupero".

UN ANNO DI PROBLEMI - Il professor Meerseman ha anche ricostruito la dinamica dell'infortunio: "E' stato toccato da dietro e ha sentito perdere il piede d'appoggio". Inoltre ha confermato che già nei giorni scorsi Ronaldo aveva avvertito qualche problema allo stesso ginocchio: questo ginocchio gli dà fastidio già da un anno e la settimana scorsa ha sentito qualcosa, ma ciò non gli ha impedito di allenarsi anche ieri". La carriera di Ronaldo però, non è ancora finita. Ne è convinto Piero Volpi, medico sociale dell'Inter dal 1995 al 2000. "È un infortunio di una gravità importante - commenta a SkyTg 24 - ma la lesione si può riparare, oggi anche di più perchè le tecniche chirurgiche sono migliorate. I tempi di recupero sono intorno agli 8-10 mesi ma non sarei pessimista sul futuro della carriera di Ronaldo. Il problema vero è che ha otto anni in più rispetto al 2000 e per un sportivo è sempre più difficile tornare ad avere una performance completa".

L'INCORAGGIAMENTO DI BERLUSCONI - Fiducioso il presidente del Milan, Silvio Berlusconi, ospite di Unomattina: "L'ho raggiunto telefonicamente ieri sera, L'ho chiamato, l'ho invitato a credere in sè stesso, ha grandi potenzialità fisiche. Oggi va ad operarsi, a 31 anni è ancora giovane, penso possa ritornare dopo qualche mese di recupero il campione che conosciamo, questo è l'augurio di tutti gli sportivi". Il professor Saillant si è invece mostrato cauto circa le prospettive della carriera di Ronaldo: "Considerando la sua età ed il fatto che ha otto anni in più rispetto al primo infortuno, è difficile dire quando potrà tornare a giocare", ha concluso lo specialista francese.

Gazzetta.it

Link to comment
Share on other sites

UN PO' DI FOTO:

03.JPG

L'azione in cui Ronaldo si procura l'infortunio. Reuters

04.JPG

Un gesto inequivocabile. Afp

05.JPG

Ronaldo si tocca il ginocchio sinistro. Reuters

06.JPG

Inzaghi e Ambrosini si rendono conto della gravità dell'infortunio. Afp

07.JPG

Ronie esce in barella fra le lacrime. Reuters

08.JPG

La disperazione di Ronie. Ap

Gazzetta.it

Link to comment
Share on other sites

Si infatti ... è stato un grande del calcio mondiale ... ed era un mito di fifa '99 - '00 sotto il nome di No.9 :happy::happy::roll:

a me il calcio non è mai piaciuto un gran che...ma sai alle elementari com'è tutti guardavano e raccoglievano le figurine....e io tifavo inter perchè c'era lui

Link to comment
Share on other sites

il più grande di tutti...

anche fuori forma sapeva fare la differenza, diventerebbe davvero un idolo se riuscisse a trovare gli stimoli per andare avanti, ma credo che sarà difficile trovare ancora la volontà senza avere paura di incappare in un altro brutto incidente come questo...

deve essere stato davvero un incubo, dopo 8 anni credeva forse che quel genere di guai fosse finito, e invece...

Link to comment
Share on other sites

Mi Dispiace tanto...da Juventino lo considero un Grandissimo del Calcio ma la sua Fragilità sia Muscolare sia ossea purtroppo non l'han mai abbandonato!Personalmente credo sia difficile che possa Tornare a Giocare dopo questa ennesima Batosta ma cmq gli faccio i Migliori auguri e spero che si possa riprendere presto! :roll:

Link to comment
Share on other sites

Da interista dispiace molto vedere un giocatore che subisce qst infortunio e sopratutto dopo quello che ha passato lui!

Inoltre è davvero bizzaro subire lo stesso infortunio per entrambe le ginocchia....

Purtroppo, a 31 anni, potrebbe essere la fine della sua carriera...

Link to comment
Share on other sites

Ronaldo, operazione alle 18

Quanti messaggi: "Tornerai"

Un volo-ambulanza ha portato il brasiliano alla Pitiè-Salpetriere, dove il professor Rolland interverrà questa sera per ricostruire il tendine rotuleo del ginocchio sinistro. Berlusconi e Moratti gli fanno coraggio: "Tornerà in campo". E sul web e telefonini viaggia l'affetto dei tifosi

0JW75HNP--346x212.jpg

L'attaccante del Milan Ronaldo, 31 anni, a terra dolorante. Ap

MILANO, 14 febbraio 2008 - Ronaldo è stato trasportato in aereo a Parigi, dove sarà operato questa sera alle ore 18 dalla stessa equipe che intervenne nel 2000 sul suo ginocchio destro. Il professor Gerard Saillant ha confermato all'agenzia Ap che non sarà lui ad occuparsi in prima persona della ricostruzione del tendine rotuleo dell’attaccante milanista. "Sarà operato stasera o domani da Eric Rolland - aveva dichiarato -, il mio successore al Pitie-Salpetriere. Io lo aiuterò" - ha confermato Saillant, che nel 2000 operò l’attaccante brasiliano al ginocchio destro per un simile infortunio.

La partenza era prevista alle 10: Ronaldo è salito su un volo-ambulanza da Linate alla volta di Parigi, anche se la nebbia segnalata allo scalo d'arrivo ha ritardato il decollo del velivolo dall'Italia. Con il brasiliano, anche la fidanzata Maria Beatrix, il suo fisioterapista Bruno Mazziotti, il connazionale e dirigente rossonero Leonardo e il medico sociale Massimiliano Sala. Ronaldo aveva lasciato stanotte l'istituto ortopedico Galeazzi di Milano con un tutore applicato sulla gamba sinistra. Il brasiliano era stato portato a casa a bordo di un'auto grigia su cui c'erano anche la sua fidanzata e il dirigente rossonero Leonardo, ed è stato salutato dagli applausi di una ventina di tifosi ancora in attesa di sue notizie davanti all'ospedale.

ROTTURA TOTALE - La risonanza magnetica, come hanno spiegato Jean-Pierre Meersseman, responsabile di MilanLab, e il primario di traumatologia sportiva, Walter Pascale, "ha confermato la rottura totale del tendine rotuleo del ginocchio sinistro". "È stato lo stesso Ronaldo - ha aggiunto Meersseman - a chiedere di farsi operare a Parigi dall'equipe guidata dal professor Saillant, la stessa che ha ricostruito il suo ginocchio destro otto anni fa". "Già era stato ottimo l'intervento precedente in questi otto anni le tecniche chirurgiche sono molto migliorate», ha sottolineato il professor Pascale rispondendo a chi gli chiedeva se esistesse il rischio che questo infortunio possa porre fine alla carriera del brasiliano: "Se le cose andranno come devono riuscirà a riprendere le sue capacità di grande calciatore. Comunque è difficile in questo momento stabilire una tempistica di recupero".

UN ANNO DI PROBLEMI - Il professor Meersseman ha anche ricostruito la dinamica dell'infortunio: "E' stato toccato da dietro e ha sentito perdere il piede d'appoggio". Inoltre ha confermato che già nei giorni scorsi Ronaldo aveva avvertito qualche problema allo stesso ginocchio: questo ginocchio gli dà fastidio già da un anno e la settimana scorsa ha sentito qualcosa, ma ciò non gli ha impedito di allenarsi anche ieri". La carriera di Ronaldo però, non è ancora finita. Ne è convinto Piero Volpi, medico sociale dell'Inter dal 1995 al 2000. "È un infortunio di una gravità importante - commenta a SkyTg 24 - ma la lesione si può riparare, oggi anche di più perchè le tecniche chirurgiche sono migliorate. I tempi di recupero sono intorno agli 8-10 mesi ma non sarei pessimista sul futuro della carriera di Ronaldo. Il problema vero è che ha otto anni in più rispetto al 2000 e per un sportivo è sempre più difficile tornare ad avere una performance completa".

L'INCORAGGIAMENTO DI BERLUSCONI - Fiducioso il presidente del Milan, Silvio Berlusconi, ospite di Unomattina: "L'ho raggiunto telefonicamente ieri sera, L'ho chiamato, l'ho invitato a credere in sè stesso, ha grandi potenzialità fisiche. Oggi va ad operarsi, a 31 anni è ancora giovane, penso possa ritornare dopo qualche mese di recupero il campione che conosciamo, questo è l'augurio di tutti gli sportivi". Il professor Saillant si è invece mostrato cauto circa le prospettive della carriera di Ronaldo: "Considerando la sua età ed il fatto che ha otto anni in più rispetto al primo infortuno, è difficile dire quando potrà tornare a giocare", ha concluso lo specialista francese.

MARE DI MESSAGGI - Intanto i tifosi del Milan, ma anche di altre squadre, stanno testimoniando il loro affetto al Fenomeno, con mail alla società e sms. Anche il nostro sito ha aperto un canale di ricezione desgli sms per Ronaldo: tutti gli saranno recapitati, i più meritevoli verranno anche pubblicati sulla Gazzetta.

Gazzetta.it

Link to comment
Share on other sites

beh... io la figurina di ronaldo non l'ho mai avuta....

quella di maradona careca, giannini, gullit, van basten... ecc. si...

cmq io a questo punto, da esperto del settore farmaceutico, inviterei crescina a rivedere il foglietto illustrativo....

PUO' CAUSARE rotture ai tendini e ai legamenti!!!!!

:mrgreen:

Link to comment
Share on other sites

un vecchietto reggiano come me ha vissuto un infortunio identico al suo idolo Paulo Futre, :105: tendine rotuleo in Reggiana-Cremonese del novembre 1993......allora i medici topparono e lo rimisero in campo troppo presto.....oggi la medicina è migliore e penso dipenda molto dalla volontà del giocatore......io sono juventino, ma lo spettacolo di milan-napoli coi tre ronaldo-kakà-pato è stato da esteti del calcio....i miei migliori auguri al fenomeno di tornare in campo e di perdere la prossima finale mondiale con l'Italia... saluti dal diablo :mrgreen:

2002729468507772579_rs.jpg

p.s. scusate l'attimo di nostalgia......... :cry2::cry2::cry2:

Link to comment
Share on other sites

Quoto Came

Per quanto riguarda Ronaldo quoto Trevi essendo anch'io interista :mrgreen:, ma vado controcorrente dicendo che, secondo me, tra 1 anno lui sarà in campo, la forza di un campione sta nello spirito di reazione e anche 32 enne saprà rimettersi in gioco quindi voto a favore della sua ripresa....

Link to comment
Share on other sites

ronaldo?!?!?!?!?! ah si, quello che 5-6 anni fa gicava nell'inter e faceva dei goal qua e la..... era un bel giocatore....

però erano anni che nn sete più parlare di lui....

io credo che la sua carriera sia finita ormai da 3-4 anni...... almeno, da 3-4 anni, non è più "il fenomeno"

Link to comment
Share on other sites

ronaldo?!?!?!?!?! ah si, quello che 5-6 anni fa gicava nell'inter e faceva dei goal qua e la..... era un bel giocatore....

però erano anni che nn sete più parlare di lui....

io credo che la sua carriera sia finita ormai da 3-4 anni...... almeno, da 3-4 anni, non è più "il fenomeno"

a si?? non lo sapevo.....BELLA CAZZATA!!!!!! vatti un pò a vedere le statistiche goal qua e la li fai te....lui ha sempre segnato!!!! i primi 4 anni viaggiava a una media di 1 goal a partita....e dopo giocandomeno segnava meno ma ha sempre segnato...un goal ogni due partite lo ha cmq sempre fatto....vatti a legge un pò di storia

Link to comment
Share on other sites

  • Admininistrators

Dipende tutto dalla volontà di Galliani. I soldi x l'acquisto sono già stati recuperati con le operazioni di marketing legate a lui. (Amichevoli, Sponsor (quanto è brutto quello della Crescina!!!) ecc).

Potrebbe essere anche l'occasione buona per dargli il benservito specie se, come sembra, a Giugno arriverà uno tra Ronaldinho e Drogba (quest ultimo ha detto che al 100% lascerà il Chelsea).

Link to comment
Share on other sites

Si ritira con una media col Milan pari a 9 gol su 20 giocate (compresi i 3' col Livorno) (0,45 gol a partita), non una brutta media se permetti.

bè... se permetti...

il milan gli paga lo stipendio (e che stipendio......) per un anno e mezzo e lui ha fatto 20 partite (una di tre minuti)..... se permetti a me paiono soldi rubati dato che quest anno quanto avrà giocato???4/5 partite????

Link to comment
Share on other sites

bè... se permetti...

il milan gli paga lo stipendio (e che stipendio......) per un anno e mezzo e lui ha fatto 20 partite (una di tre minuti)..... se permetti a me paiono soldi rubati dato che quest anno quanto avrà giocato???4/5 partite????

non ho parole

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.


×
×
  • Create New...