Jump to content
  • Sign Up

Seguici su Discord

Unisciti al server Discord di PCM Italia per rimanere sempre in contatto con noi, parlare di ciclismo e vivere un'esperienza multiplayer ottimale
Unisciti al server

PCM Italia è su Tapatalk

Scarica Tapatalk gratuitamente sul tuo smartphone per consultare in maniera facile e veloce PCM Italia anche da mobile!
Leggi di più

Disponibile Pro Cycling Manager 2021

Pro Cycling Manager 2022 e Tour de France 2022 sono finalmente disponibili
Leggi di più

Fantagiro


-Gigilasegaperenne-

Recommended Posts

Dal momento che mi capita spesso di leggere in altre discussioni delle tappe che gli utenti vorrebbero vedere, delle lamentele per i percorsi dei Giri e dei Tour, ecc., ho aperto questo topic per dare la possibilità a tutti gli utenti di inventare le loro tappe, i loro percorsi, ecc., per disegnare il loro personalissimo Giro d'Italia. Non so se voi ci avete mai provato, ma io mi diverto tantissimo a farli.

Inizio a postarvene uno io:

Sab PROLOGO: CATANZARO 5,6 km

Classico prologo per assegnare la prima maglia rosa.

Dom 1^TAPPA: CATANZARO – TERME LUIGIANE 142 km

Tappa abbastanza tranquilla fino ai 2 km finali, tutti in salita verso il traguardo.

Lun 2^TAPPA: TERME LUIGIANE – SICIGNANO DEGLI ALBURNI 217 km

Prima frazione dedicata ai velocisti.

Mar 3^TAPPA: SICIGNANO DEGLI ALBURNI – NOLA 168 km

Seconda occasione per i velocisti.

Mer 4^TAPPA: (cronometro individuale) NOLA – MADDALONI 46 km

Tappa a cronometro, piuttosto piatta, che consentirà ai cronomen di portarsi in vantaggio in vista delle montagne.

Gio 5^TAPPA: MADDALONI – VESUVIO 118 km

La tappa in linea più corta del Giro. Il percorso è piatto fino a 12 km dall’arrivo, dove si inizierà a scalare il Vesuvio (1055m, 12,3 km all’8,4%), per l’arrivo.

Ven 6^TAPPA: TORRE DEL GRECO – ISERNIA 177 km

Tappa abbastanza vallonata, non per velocisti.

Sab 7^TAPPA: ISERNIA – ORTONA 165 km

Terza tappa teoricamente per velocisti.

Dom 8^TAPPA: ORTONA – BLOCKHAUS 206 km

Tappone appenninico, con prima il Blockhaus dal versante più duro di Roccamorice (2068m, 31,6 km al 6,2%), a 80 km dall’arrivo, e poi l’altro terribile, benchè meno del precedente, da Lettomanoppello (2142m, 28 km al 7,3%).

Lun RIPOSO E TRASFERIMENTO

Mar 9^TAPPA: CESENA – FERRARA 167 km

Breve tappa per velocisti.

Mer 10^TAPPA: FERRARA – PARMA 184 km

Tappa estremamente mossa, tutt’altro che per velocisti.

Gio 11^TAPPA: SALSOMAGGIORE TERME – GENOVA 229 km

Quinta frazione per velocisti.

Ven 12^TAPPA: GENOVA – IMPERIA 162 km

Tappa di media montagna, non per i big, ma comunque impegnativa, con la salita della Madonna della Guardia (552m, 9,85 km al 5,5%), da non confondersi con quella vicina a Genova, a 47 km dall’arrivo.

Sab 13^TAPPA: IMPERIA – ENTRACQUE 223 km

Tappone nel cunese, con le salite dei facili Tetti di Montezemolo, del Colle di San Giacomo e del Colle di Casotto, seguiti dal ben più ostico Colle della Fauniera (2511m, 22,4 km al 7,5%) a 45 km dall’arrivo, e infine della Madonna del Colletto (1305m, 6,7 km all’8,2%), a 12 km dall’arrivo.

Dom 14^TAPPA: CARMAGNOLA - OROPA 195 km

Tappa pressochè piatta fino a 13 km dall’arrivo, dove si inizia salire verso Oropa (1174m, 13 km al 5,8%), dove è situato l’arrivo.

Lun RIPOSO E TRASFERIMENTO

Mar 15^TAPPA (cronometro individuale) VENEZIA (Piazza San Marco) 39 km

Cronometro individuale in uno scenario che più suggestivo non si può.

Mer 16^TAPPA: MAROSTICA – BASSANO DEL GRAPPA 213 km

Tappone devastante. Si inizia con il Grappa da Romano d’Ezzolino (1735m, 26,5 km al 5,9%), quindi discesa a Seren e risalita da Semonzo (1745m, 19 km all’8,1%). Discesa quindi verso Possagno, per scalare l’ultima salita, il micidiale Bocca di Forca (1402m, 9,9 km all’11,4%), a meno di 20 km dall’arrivo. Discesa quindi a Romano d’Ezzolino per l’arrivo. Il dislivello dei GPM è di 4229 metri.

Gio 17^TAPPA: BASSANO DEL GRAPPA – TRENTO 126 km

Tappa extra-small prima del gran finale.

Ven 18^TAPPA: TRENTO – MAROMOLADA/PASSO FEDAIA 238 km

Tappone dolomitico, con Passo Costalunga (1752m, 26,6 km al 5,5%), Passo Sella (2244m, 11,4 km al 6,6%), Passo Gardena (2121m, 5,9 km al 4,2%), Passo Valparola (2192m, 13,9 km al 5,8%), Passo Giau (2236m, 8,6 km all’8,3%), e infine il Passo Fedaia (2057m, 14,1 km al 7,5%). Il dislivello dei GPM è di 5047 metri.

Sab 19^TAPPA: FONDO DI TRENTO – APRICA 218 km

La tappa più dura. Si comincia con il Passo del Tonale (1884m, 15,2 km al 6%), a 147 km dall’arrivo, quindi il Gavia (2621m, Cima Coppi, 17,3 km al 7,9%), a 118 km dall’arrivo. Quindi il Mortirolo (1852m, 12,4 km al 10,5%, Cima Pantani), a 50 km dall’arrivo, e infine il terribile ed inedito Monte Padrio (1825m, 9,43 km al 9,8%), a soli 15 km dal traguardo. Il dislivello totale dei GPM è di 4502 metri.

20^TAPPA: LECCO – MILANO 140 km

Passerella per velocisti.

Link to comment
Share on other sites

Dato che il primo è piaciuto, ne posto un altro, anche se questo mi sa che sarebbe iper-spettacolare ma anche troppo sbilanciato per gli scalatori (guardate la 15^tappa: fa paura!).

Sab) 1^TAPPA: (cronometro a squadre) TARANTO 31 km

Dom) 2^TAPPA: TARANTO – POTENZA 217 km

Subito tappa molto lunga, e primo arrivo per finisseur, al termine di uno strappo.

Lun) 3^TAPPA: POTENZA – AVELLINO 190 km

Seconda occasione per i velocisti.

Mar) 4^TAPPA: AVELLINO – CAMPOBASSO 153 km

Finale mosso, che potrebbe favorire molteplici soluzioni, dalla fuga da lontano, al colpo di mano, alla volata tra i velocisti in grado di tenere.

Mer) 5^TAPPA: CAMPOBASSO – SECINARO 172 km

Tappa di semi-montagna, con l’ascesa del Monte Urano (845m, 5,5 km all’8,3%) a 20 km dall’arrivo, posto dopo uno strappetto.

Gio) 6^TAPPA: SECINARO – BLOCKHAUS 185 km

Tappa appenninica durissima, con il Blockhaus da Roccamorice (2068m, 31,6 km al 6,2%), discesa su Fara Filiorum Petri, circa 35 km di pianura e infine il terribile Blaockhaus da Lettomanoppello (2142m, 28 km al 7,3%, parzialmente sterrato).

Ven) 7^TAPPA: LETTOMANOPPELLO – ASCOLI PICENO 184 km

Terza occasione per i velocisti.

Sab) 8^TAPPA: ASCOLI PICENO – FOLIGNO 166 km

Tappa vallonata nel finale, per velocisti, che se la dovranno però guadagnare.

Dom) 9^TAPPA: FOLIGNO – CAGLI 192 km

Altra tappa appenninica, con i primi 90 km circa pianeggianti, e poi un cricuito a Cagli da ripetere 2 volte, con l’ascesa del Monte Catria da Chiaserna (1328m, 11,2 km al 7,5%, parzialmente sterrato) a 25 km dall’arrivo.

Lun) RIPOSO

Mar) 10^TAPPA: (cronometro individuale) CAGLI – URBINO 58 km

Cronometro individuale con qualche saliscendi, soprattutto nella prima parte.

Mer) 11^TAPPA: URBINO – SAN GIOVANNI VALDARNO 175 km

Quarta tappa per velocisti.

Gio) 12^TAPPA: FIRENZE – LA SPEZIA 225 km

Altra frazione per velocisti.

Ven) 13^TAPPA: LA SPEZIA – FINALE LIGURE 233 km

Sestra tappa per velocisti.

Sab) 14^TAPPA: FINALE LIGURE – LIMONE PIEMONTE 213 km

Tappa di media montagna, con il Colletto del Moro (940m, 3,88 km all’8,9%), e facile arrivo in salita a Limone Piemonte (1400m, 14,2 km al 4,4%).

Dom) 15^TAPPA: LIMONE PIEMONTE – BRIANCON 231 km

Tappone di montagna micidiale, con Colle di Tenda (1871m, 8 km al 7,7%), Colle della Fauniera da Demonte (2511m, 24,7 km al 7%), a 150 km dall’arrivo, Sampeyre dal Vallone d’Elva (2284m, 16,2 km all’8,2%) a 105 km dall’arrivo, Agnello da Casteldelfino (2744m, 22,4 km al 6,5%, Cima Coppi), a 62 km dall’arrivo, e Izoard (2361m, 15,9 km al 6,9%), a 22 km dall’arrivo. Il dislivello complessivo dei GPM è di 6231 metri.

Lun) RIPOSO

Mar) 16^TAPPA: BRIANCON – BARDONECCHIA/JAFFERAU 150 km

Altro tappone, con il Monginevro (1850m, 7,7 km al 6,4%) in partenza, seguito dal Colle delle Finestre da Susa (2178m, 18,62 km al 9,1%, parzialmente sterrata), a 75 km dall’arrivo, e dal Sestriere (2035m, 9,3 km al 5,3%), a 50 km dall’arrivo. Dopo la discesa a Bardonecchia, terribile ascesa finale verso Jafferau (1908m, 5,4 km all’11,5%, parzialmente sterrata).

Mer) 17^TAPPA: BARDONECCHIA – CHIERI 192 km

Si ritorna in pianura, con una tappa tutto sommato per velocisti, che dovranno però stare molto attenti al Superga (667m, 4,9 km al 9,2%), a 17 km dall’arrivo.

Gio) 18^TAPPA: CHIERI – CHAMPORCHER 217 km

Tappa di montagna in Val d’Aosta, con Zuccore (1607m, 16,2 km al 7,5%), a circa 65 km dall’arrivo, e arrivo in salita a Champorcher (1392m, 14,1 km al 7,4%).

Ven) 19^TAPPA: CHAMPORCHER – STRESA 215 km

Tappa per velocisti prima del gran finale.

Sab) 20^TAPPA: STRESA – VERBANIA 214 km

Tappone devastante, con Mottarone (1455m, 20,1 km al 6,2%), Colma (942m, 16,5 km al 3,9%), Ungiasca (581m, 4,9 km al 7,3%), Alpe Segletta da Aurano (1254m, 8,8 km all’8,7%), Bieno (345m, 2,4 km al 6%), primo passaggio a Verbania, e Nuovamente Segletta da Aurano, a 22 km dall’arrivo, posto a Verbania.

Dom) 21^TAPPA: VERBANIA – MILANO 163 km

Classica passerella finale.

Link to comment
Share on other sites

Correggo una disattenzione nel postare il mio 2° Giro: nella 15^tappa ho messo il dato dell'Izoard relativo all'intera salita, mentre con il percorso che intendo io, di fanno 24 km di discesa dal Colle dell'Agnello (fino a Chateau Quimpers), quindi 6 km di pianura verso Arvieux, e quindi gli ultimi 10,5 km dell'Izoard, che hanno una pendenza media del 7,8%. Per fare l'Izoard intero, si sarebbero dovuti fare 42 km di discesa e falsopiano dal Colle dell'Agnello a Guillestre, quindi l'Izoard intero.

Tra poco posterò un altro Giro d'Italia, che ho già quasi finito e che sto perfezionando ora con i kilometraggi.

Link to comment
Share on other sites

Ecco fatto (mi mancava solo il kilometraggio dell'ultima tappa): vi dico subito che questo era il primo Giro ben fatto che ho tracciato, quindi vi prego di scusarmi se non è propriamente il massimo dell'originalità. Noterete anche che ci sono arrivo che ho proposto diverse volte. Il fatto è che, proprio perchè questo era il primo Giro ben fatto che ho tracciato, negli altri ho attinto da questo, quindi se troverete arrivi che ho già messo non è che vi voglia propinare aria fritta.

PROLOGO: ROMA 9,3 km

Cronoprologo molto tecnico, abbastanza lungo per permettere di attraversare le zone più suggestive della capitale.

1^TAPPA: ROMA – FROSINONE 164 km

Prima tappa in linea, per velocisti.

2^TAPPA: FROSINONE – TELESE TERME 188 km

Seconda frazione per velcositi.

3^TAPPA: TELESE TERME – VESUVIO 204 km

Primo arrivo in salita, su una delle montagne più celebri del Sud Italia.

4^TAPPA: (cronometro individuale) TORRE DEL GRECO – NAPOLI 35 km

Prima cronometro in linea del Giro, piuttosto piatta.

5^TAPPA: AVELLINO – FOGGIA 184 km

Terza occasione per i velocisti.

6^TAPPA: FOGGIA – CASACALENDA 153 km

Tappa molto mossa, per finisseur.

7^TAPPA: ISERNIA – GRAN SASSO D’ITALIA 222 km

Devastante tappone appenninnico, con 8 GPM, nell’ordine Macerone, Rionero Sannitico, Colle della Croce, Passo Godi, Olmo dei Bobbi, Forca Caruso, Vado della Forcella, e, infine, l’arrivo in salita ai 2130 del Gran Sasso d’Italia.

8^TAPPA: L’AQUILA – ASSISI 225 km

Tappa vallonata, con possibilità di azioni nel finale da parte di qualche uomo da classica.

RIPOSO

9^TAPPA: FIRENZE – BOLOGNA/SAN LUCA 150 km

Tappa con arrivo sul celebre muro finale del Giro dell’Emilia.

10^TAPPA: BOLOGNA – ABANO TERME 191 km

Quarta tappa per velocisti.

11^TAPPA: PADOVA – MAROSTICA 157 km

Tappa mossa, con la salita della Rosina a pochi km dall’arrivo.

12^TAPPA: VICENZA – TRE CIME DI LAVAREDO 242 km

Tappone dolomitico con Monte Grappa, Rolle, Valles, Giau, Tre Croci e durissimo arrivo in salita alle mitiche Tre Cime di Lavaredo. Oltre 5400 metri di dislivello.

13^TAPPA: DOBBIACO – BORMIO 245 km

Quarto tappone del Giro, con il mitico Stelvio a 22 km dall’arrivo. In precedenza, da scalare il Passo di Monte Giovo.

14^TAPPA: (cronometro individuale) LECCO – COMO 55 km

Seconda crono individuale del Giro, su un percorso molto vallonato.

RIPOSO

15^TAPPA: SARONNO – TORINO 199 km

Tappa molto interessante, con il Colle di Superga a 13 km da Torino.

16^TAPPA: TORINO – CUNEO 163

Quinta frazione per velocisti.

17^TAPPA: SALUZZO – SANT’ANNA DI VINADIO 178 km

Tappone di alta montagna con Sampeyre, Fauniera e arrivo in salita a Sant’Anna di Vinadio, per 4137 metri di dislivello complessivi.

18^TAPPA: BORGO SAN DALMAZZO – BRIANCON 257 km

Altro tappone, con Colle della Lombarda, Bonette, Vars e Izoard, per un totale di 4929 metri di dislivello.

19^TAPPA: BRIANCON – SESTRIERE 165 km

La tappa più dura, con inizialmente il Monginevro. Quindi, il Colle delle Finestre e il Sestriere. Dopo di che, discesa a Susa e ancora Finestre e Sestriere, per l’arrivo.

20^TAPPA: TORINO – MILANO 198 km

Ultima frazione per velocisti.

Link to comment
Share on other sites

Ragazzi, io vorrei tracciare un altro fantagiro, però, per farlo un po'diverso dal solito, vorrei farvi una proposta: voi mi dite dove vi piacerebbe vedere la partenza del Giro, dove vorreste l'ultima tappa, che arrivi/partenze vorreste vedere, che salite vorreste veder scalare, e mi fate delle proposte. Alla fine, io, in base alle proposte, cerco di tracciare un Giro che vi possa piacere (nel limite del possibile, nel senso che se mi chiedete 15 arrivi nella stessa regione non posso accontentarvi tutti :twisted:) . Cosa dite, si può fare?

Link to comment
Share on other sites

Deve passare dalla Puglia.

Gigi mi spieghi cm fai a sapere perfettamente la distanza da una città all' altra e le salite da fare?C'è un programma?

Dalla Puglia potremmo fare la partenza :twisted: . In questo modo ci sarebbe finalmente un po'di Sud in un Giro d'Italia che negli ultimi anni di Sud ne ha visto poco (e ve lo dice un lombardo, che al Sud non ha nessun interesse, nel senso che, anzi, in un Giro con più tappe al Nord avrei più possibilità di vedere la corsa dal vivo).

Comunque, prima di tutto mi sembrerebbe doveroso stabilire un'altra cosa: quante montagne ci mettiamo in questo Giro, quante tappe di montagna e quanti arrivi in salita?

Link to comment
Share on other sites

me la vorresti illustrare gigi???

La vuoi sapere subito? Veramente era una delle perle, comunque, se proprio vuoi che te la dica subito, va bene: due semitappe, al mattino/primo pomeriggio arrivo a Modena, magari dopo una bella tappa mossa, e poi, in notturna, mini-cronoscalata Bologna - San Luca, 3 km, ma volete mettere che spettacolo, in serata, una cronoscalata del genere tutta illuminata?!?

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.


×
×
  • Create New...