Jump to content
  • Sign Up

Disponibile Pro Cycling Manager 2021

Pro Cycling Manager 2021 e Tour de France 2021sono finalmente disponibili
Leggi di più

Hai già scoperto i nostri tutorial?

Come sottoscrivo una mod su Steam? Come modifico un database? Come posso creare una maglia personalizzata? Per queste ed altre domande visita la nostra sezione tutorial!
Tutorial

Seguici su Discord

Unisciti al server Discord di PCM Italia per rimanere sempre in contatto con noi, parlare di ciclismo e vivere un'esperienza multiplayer ottimale
Unisciti al server

PCM Italia è su Tapatalk

Scarica Tapatalk gratuitamente sul tuo smartphone per consultare in maniera facile e veloce PCM Italia anche da mobile!
Leggi di più

La nostra RECENSIONE di Pro Cycling Manager 2020

Leggi e guarda la nostra recensione di Pro Cycling Manager 2020, a cura di BubbaDJ
Leggi di più

Campionati Nazionali 2015


Recommended Posts

Ma io non ho capito, questa vale come Milano-Torino così come l'anno scorso valeva come Trofeo Melinda? 

Basta guardare se a ottobre è la Milano Torino

Comunque tra anni 80 e 90 era frequente che fosse una corsa a rotazione del calendario italiano ad assegnare la maglia tricolore, in fondo è anche un modo per rilanciare gare che non se la passano tanto bene... pure se poi il campionato italiano è snobbato da molti

Link to comment
Share on other sites

Dato l'avatar da una parte e il contesto generale dall'altra io avrei citato un altro a caso fra i cattivi maestri :P

 

Non mi sembra di aver detto che Schleck fosse pulito, non ci metterei la mano sul fuoco se ti senti di mettercela te va benissimo, le uniche cose certe sono due: le dichiarazioni di Bjarne Riis e che Schleck non è mai stato squalificato.

Link to comment
Share on other sites

Premesso ulteriormente che non mi sento di difendere Schleck nè nessun altro anche perché non sono il procuratore di nessuno, posso solo dire che la mia fiducia va a quegli atleti che sono in attività e non sono mai nemmeno sfiorati da accuse di doping, tutti coloro che sono stati squalificati e hanno ripreso a correre per me non hanno credibilità...

Lascio perdere Armstrong perchè quello che ha fatto l'Uci nel suo caso mi fa ridere...

Link to comment
Share on other sites

Premesso ulteriormente che non mi sento di difendere Schleck nè nessun altro anche perché non sono il procuratore di nessuno, posso solo dire che la mia fiducia va a quegli atleti che sono in attività e non sono mai nemmeno sfiorati da accuse di doping, tutti coloro che sono stati squalificati e hanno ripreso a correre per me non hanno credibilità...

Lascio perdere Armstrong perchè quello che ha fatto l'Uci nel suo caso mi fa ridere...

Questa frase ha ben poco senso

 

Dato che chiunque una volta scontata la pena è al pari degli altri, altrimenti radiazione per chiunque venga trovato positivo è un pò come dire ergastolo per chiunque commetta un reato   :P

Link to comment
Share on other sites

Questa frase ha ben poco senso

Dato che chiunque una volta scontata la pena è al pari degli altri, altrimenti radiazione per chiunque venga trovato positivo è un pò come dire ergastolo per chiunque commetta un reato :P

Totalmente favorevole alla radiazione.

Se poi, per qualche motivo, ti beccano dopo ti tolgo tutto quello che hai vinto

Link to comment
Share on other sites

Ma si riscriviamo le classifiche, radiamoli tutti

Sarà bello poi vedere le classifiche di sette tour senza il vincitore, solo per questa assurda cosa di riscrivere le classifiche.

Veramente i sette Tour senza vincitore sono proprio dovuti al fatto che la classifica non l'hanno voluta riscrivere assegnando i Tour a quelli arrivati dietro.

Poi, al di là del fatto che uno sia favorevole o meno alla radiazione (io no), togliere le vittorie a chi viene beccato, perlomeno nella corsa in cui la positività è stata rilevata, mi sembra inevitabile. Nessuno trova da ridire perché è stato levato l'oro a Ben Johnson, anche se non è il massimo che il campione olimpico dei 100 metri sia quello che ha tagliato il traguardo per secondo.

Semmai, il problema - nel caso Johnson-Lewis come in tanti casi ciclistici - è che spesso il secondo è come il primo o peggio e solo più furbo/fortunato/protetto/quellochevuoitu, però quello è un altro discorso, e non si può pensare che l'Uci, il Cio, la Iaaf o chi per loro ragionino nell'ottica che tanto il secondo ha buone probabilità di essere dopato tanto quanto il primo.

Link to comment
Share on other sites

Però mi sembra assurdo che a Rebellin abbiano tolto l'argento di Pechino e ora che è stata dimostrata la sua innocenza non glielo restituiscano.

 

Allego la sua lettera mandata alla Gazzetta propro il giorno dei campionati nazionali a riguardo: http://www.gazzetta.it/Ciclismo/26-06-2015/lettera-rebellin-ce-ho-fatta-vittoria-piu-grande-mia-carriera-120325041039.shtml

Link to comment
Share on other sites

  • Admininistrators

Però mi sembra assurdo che a Rebellin abbiano tolto l'argento di Pechino e ora che è stata dimostrata la sua innocenza non glielo restituiscano.

Allego la sua lettera mandata alla Gazzetta propro il giorno dei campionati nazionali a riguardo: http://www.gazzetta.it/Ciclismo/26-06-2015/lettera-rebellin-ce-ho-fatta-vittoria-piu-grande-mia-carriera-120325041039.shtml

E con la "radiazione" Rebellin manco potrebbe più correre.

La radiazione è una cosa abbastanza populista ed ingiusta. Gente come Di Luca o Riccò va fatta fuori senza dubbio, ma non puoi mettere sullo stesso piano anche casi meno gravi rischiando di eliminare ciclisti incastrati o meno protetti politicamente

Link to comment
Share on other sites

E con la "radiazione" Rebellin manco potrebbe più correre.

La radiazione è una cosa abbastanza populista ed ingiusta. Gente come Di Luca o Riccò va fatta fuori senza dubbio, ma non puoi mettere sullo stesso piano anche casi meno gravi rischiando di eliminare ciclisti incastrati o meno protetti politicamente

Senza dubbio d'accordo, ma ora come ora vedo impossibile l'applicazione di un sistema più corretto ahimè...

Link to comment
Share on other sites

  • Admininistrators

Senza dubbio d'accordo, ma ora come ora vedo impossibile l'applicazione di un sistema più corretto ahimè...

 

Con la radiazione il ciclismo è finito: uno dopo l'altro nella guerra politica tra posizioni di potere e squadre i corridori buoni vengono fatti fuori uno ad uno. Forse bisognerebbe smetterla di criminalizzare i dopati, invece, e tornare al regime precedente dove male che vada stavi fuori tre-quattro mesi. Tanto sono tutti nella stessa barca.

Link to comment
Share on other sites