Jump to content
  • Sign Up

Disponibile Pro Cycling Manager 2021

Pro Cycling Manager 2021 e Tour de France 2021sono finalmente disponibili
Leggi di più

Hai già scoperto i nostri tutorial?

Come sottoscrivo una mod su Steam? Come modifico un database? Come posso creare una maglia personalizzata? Per queste ed altre domande visita la nostra sezione tutorial!
Tutorial

Seguici su Discord

Unisciti al server Discord di PCM Italia per rimanere sempre in contatto con noi, parlare di ciclismo e vivere un'esperienza multiplayer ottimale
Unisciti al server

PCM Italia è su Tapatalk

Scarica Tapatalk gratuitamente sul tuo smartphone per consultare in maniera facile e veloce PCM Italia anche da mobile!
Leggi di più

La nostra RECENSIONE di Pro Cycling Manager 2020

Leggi e guarda la nostra recensione di Pro Cycling Manager 2020, a cura di BubbaDJ
Leggi di più

L'uomo che ci ha fatto sognare: Marco Pantani, ''il pirata''


Recommended Posts

pantani_giro-tour.jpg

Colui che da piccolo tornava a notte fonda dopo il suo giro, colui che teneva la sua bicicletta in camera lavandola nella vasca, colui che da ragazzo staccava i professionisti. Ci ricordiamo delle sue cavalcate trionfali e dei suoi pochi sorrisi. Beh, stiamo parlando del pirata: Marco Pantani !

 

- Dalle Alpi francesi solcate da una tempesta, si leva solenne, al di là delle nuvole della fantasia, un dio dello sport: si chiama Marco, il nome forte di un evangelista. È andato lassù, in una bugiarda giornata di luglio, a predicare sulle montagne il mistero eterno dell'uomo ai confini della più spietata fatica. Eccolo, con i rivoli di forza vitale che gli restano addosso, nel suo ultimo gemito soave. È finita. Lo straordinario miscuglio di gioia e sofferenza che agita la sua anima produce una sorta di trasfigurazione nel volto di Pantani. C'è un senso profondamente drammatico nel suo trionfo. Ne ho viste tante in quasi mezzo secolo di sport, ma l'abbraccio di Marco con quel traguardo che gli sta davanti e che gli cambia la maglia e la vita, è un'immagine baciata dall'eternità (Candidò Cannavo)

Non c'è niente da fare... quando la strada si rizza sotto i pedali Pantani è il più forte (Adriano de Zan)

- Io sto vincendo questo tour, ma se ci fosse Pantani lo vincerebbe lui. (Lance Armstrong - Tour 1999)

 

Ci sono moltissime cose ancora da raccontare su Marco, ma un post non basterebbe, quindi iniziamo a descrivere come si svolgerà la story. 

 

Cercherò di ripercorrere la carriera di Marco nel professionismo con diversi database, ma sempre collegati tra loro. 

Ovviamente io avrò il controllo prima della Carrera e poi della Mercatone Uno ! 

- Con il db '94 (che uscirà il 30 Gennaio) giocherò in carriera il 1994 e il 1995 per poi passare al db '96 ! 

- Con il db '96 giocherò il 1996 e il 1997 per poi passare al db '98

- Con il db '98 giocherò il 1998 per poi passare al db '99 per giocare il 1999

- Poi se uscirà in tempo (penso di sì) il db 2000 giocherò con questo db fino al 2003, l'anno in cui il pirata si ritirò. 

 

Vorrei trovare più corse reali possibili (va bene anche solo Giro, Tour e Vuelta). 

Sino ad ora ho trovato queste: 

1994 

1995: Giro d'Italia, Vuelta 

1996 

1997 

1998: Tirreno Adriatico

1999 

2000: Tour de France

2001 

2002: Tour de France

2003: Tour de France, Tirreno Adriatico, Delfinato, Romandia

Se ne trovate altre datemi il link ! 

 

Che dire ? Spero che l'idea vi piaccia e che la story vi faccia appassionare. 

 

marco-pantani-5.jpg

 

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 385
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Gli esordi 

znc95i5.jpg

Savini e Vandi: ''Ma quanto vai forte te in salita ? Cosa ti da il tuo babbo da mangiare per andare così forte ?'' 

Pantani: ''Ma io vado anche più forte di così. ''

Così era il pirata e come dice Cassani: ''O era un montato o era un fenomeno. Alla fine era la seconda ipotesi''

 

Giuseppe Roncucci, quando il pirata aveva 17 anni, lo scartò e scelse Della Vedova, che quel giorno nella Forlì - Montecoronaro si vide battere proprio da Marco. 

Il pirata non si arrende e nel 1989 passa alla Rinascita Ravenna dove il 18 Luglio 1989 vince la Martirano - San Mango d'Aquino nella Sei giorni del sole. 

Eccolo quel giorno all'intervista (il pirata sarà premiato da Francesco Moser) 

nhGHfIf.png

Su di lui mettono gli occhi molte squadre, ma è proprio lo stesso Roncucci che se lo porta alla Giacobazzi. 

Beppe Roncucci:''Con lui bisognava dire: Marco ci hanno proposto questo. Cosa ne dici ? Sicuramente si faceva quello, però era lui che voleva valutare ed essere partecipe''

                           '' Lui era nato campione, non doveva niente a nessuno. Era stato creato così ''

 

Nel 1990 partecipa al suo primo Giro d'Italia per dilettanti che si corre sulle stesse strade di quello dei professionisti. Due avversari: Ivan Gotti e Wladimir Belli. 

Sin dall'inizio lo colpisce la sfortuna e in Versilia scivola su una bolla d'olio, ma la mattina dopo convince il padre e Roncucci a ripartire. Al penultimo giorno nel tappone con le salite un sasso nella discesa va nelle sue ruote e cadde ancora ! Nonostante questo riuscì a chiudere il Giro al 3° posto, ma il pirata non è contento. 

 

Nel 1991 ci riprova con Orlando Maini al posto di Roncucci. I sogni del pirata sfumano già nelle prime tappe perchè in pianura perde terreno.

Marco riesce comunque a centrare un 2° posto, ma al pirata non basta e vuole di più. 

Intanto il 31 Agosto 1991 Marco si mette in testa di battere il più grande corridori ai quei tempi, Gianni Bugno, nella cronoscalata della Futa

Il pirata domina la cronoscalata nel settore dilettanti e fa qualche secondo peggio del campione del mondo Gianni Bugno. Per tutti è un successo, ma per Pantani no !

''Il pirata sembrava contrariato per essere battuto dal campione del mondo dei professionisti. Mi son detto: O è un montato o è un fenomeno. Alla fine si era la seconda ipotesi'' (Davide Cassani). 

Ormai il pirata è pronto per diventare professionista e Marco sceglie la Carrera Tassoni del diablo Chiappucci e diretta da Boifava. 

 

Continua ...

Link to comment
Share on other sites

L'ingresso nel professionismo 

400marco-pantani,0.jpg

All'incontro si presenta subito come un ragazzo ambizioso e fa aggiungere al suo contratto dei premi per le vittorie nei grandi giri ! 

Al termine del colloquio Pantani, rispondendo a Bonifava, dice una delle sue frasi più celebri: ''L'affare l'avete fatto voi !'' 

 

Prima di passare nel professionismo Marco deve ancora vincere qualcosa: il Giro dei dilettanti 1992. 

Il pirata si ritrova presto lontano dal leader, Wladimir Belli, ma nel tappone di montagna va in scena il suo primo capolavoro ! Sul Passo Sella il pirata se ne va e rimane in compagnia del solo Bolivar. A pochi km dal traguardo il venezuelano arranca, ma Marco vuole farlo vincere. 

Bolivar però non ce la fa proprio più e il pirata trionfa con 10 minuti e 43'' su Belli: è lui il vincitore del Giro d'Italia dilettanti

 

Nell'estate del 1992 approda alla Carrera e si rivela subito un ragazzo talentuoso, ma riservato. 

Il 1993 è un anno da apprendista per Pantani che al Giro viene fermato a Torino per un problema al tendine d'achille. 

Sul finire della stagione si confida con Roncucci esprimendo tutti i suoi dubbi sulle sue capacità: ''Se non vedo qualcosa di concreto l'anno prossimo, io posso anche tornare a fare piadine con mia madre''. Questa era la sua mentalità: o arrivo primo o niente. 

 

Ormai è tutto pronto per l'anno del pirata: il 1994 

Link to comment
Share on other sites

 

Savini e Vandi: ''Ma quanto vai forte te in salita ? Cosa ti da il tuo babbo da mangiare per andare così forte ?'' 

Pantani: ''Le chiama bistecche di Contador ''

 

ahahahah :D

 

''Epo, coca, le ho provate un pò tutte''

Link to comment
Share on other sites

  • 2 weeks later...

Seguo, story appassionante già dall'inizio, ho scoperto delle cose su Pantani che non sapevo :D !

 

 

Savini e Vandi: ''Ma quanto vai forte te in salita ? Cosa ti da il tuo babbo da mangiare per andare così forte ?'' 

Pantani: ''Le chiama bistecche di Contador ''

 

ahahahah :D

 

 :lol::mrgreen:

Link to comment
Share on other sites

  • 2 weeks later...

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now



×
×
  • Create New...