Jump to content
  • Sign Up

Disponibile Pro Cycling Manager 2021

Pro Cycling Manager 2021 e Tour de France 2021sono finalmente disponibili
Leggi di più

Hai già scoperto i nostri tutorial?

Come sottoscrivo una mod su Steam? Come modifico un database? Come posso creare una maglia personalizzata? Per queste ed altre domande visita la nostra sezione tutorial!
Tutorial

Seguici su Discord

Unisciti al server Discord di PCM Italia per rimanere sempre in contatto con noi, parlare di ciclismo e vivere un'esperienza multiplayer ottimale
Unisciti al server

PCM Italia è su Tapatalk

Scarica Tapatalk gratuitamente sul tuo smartphone per consultare in maniera facile e veloce PCM Italia anche da mobile!
Leggi di più

La nostra RECENSIONE di Pro Cycling Manager 2020

Leggi e guarda la nostra recensione di Pro Cycling Manager 2020, a cura di BubbaDJ
Leggi di più

Topic Storia


VittorioMass

Recommended Posts

Apro questo topic per chi, come me, è troppo giovane per ricordare le vecchie glorie e le loro imprese. Per cui se volete delle delucidazioni storiche potete chiederle qui e qualche Beppe Conti con Wikipedia sotto mano vi risponderà. :mrgreen:

Oppure potete postare storie interessanti, epiche o divertenti dal 31 dicembre 2010 in giù.

A voi

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 95
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Io vorreI ricordare la straordinaria tattica nella tappa di San vendemiano-falzes della saeco nel giro 2004 dove nella mattinata partì una fuga con Tonti e Spezialetti(mi sembra che fossero loro) ottImi passisti...

Sul furcia Cunego attaccó ed in cima al passo trovo uno dei gregari ad aspettarlo, continuó a guadagnare sul gruppo merito anche di qualche alleanza stretta tra la saeco e i fuggitivi che vennero ripresi, poi anche l'altro gregario si fermo e lo portó fino ai piedi della salita finale!

In quel giorno Cunego, oltre a vincere la tappa prese anche la maglia rosa, riguadagnando quello che aveva perso nella cronometro di Trieste. Spero che almeno qua non venga contestato, :)

Link to comment
Share on other sites

Io vorreI ricordare la straordinaria tattica nella tappa di San vendemiano-falzes della saeco nel giro 2004 dove nella mattinata partì una fuga con Tonti e Spezialetti(mi sembra che fossero loro) ottImi passisti...

Sul furcia Cunego attaccó ed in cima al passo trovo uno dei gregari ad aspettarlo, continuó a guadagnare sul gruppo merito anche di qualche alleanza stretta tra la saeco e i fuggitivi che vennero ripresi, poi anche l'altro gregario si fermo e lo portó fino ai piedi della salita finale!

In quel giorno Cunego, oltre a vincere la tappa prese anche la maglia rosa, riguadagnando quello che aveva perso nella cronometro di Trieste. Spero che almeno qua non venga contestato, :)

Se non sbaglio era Mazzoleni :wink: Spezialetti era nel gruppo con Simoni.

Link to comment
Share on other sites

Io vorrei ricordare la magnifica impresa di Pantani sul Galibier, ma credo che se la ricordano tutti. :tongue:

http://www.youtube.com/watch?v=tnCed54V-E4&feature=related

Nei video correlati trovate tutte le altre parti. Sono praticamente le ultime 2 ore di corsa, buona parte del Galibier, lunga discesa, salita finale e premiazione.

Link to comment
Share on other sites

Dato che non seguivo ancora il ciclismo il Giro 2004 non l'ho vissuto: me lo potreste raccontare?

Simoni, favorito per la vittoria finale alla vigilia, conquistò la maglia rosa al primo arrivo in salita (terza tappa) spiazzando gli avversari, ma il suo giovane compagno di squadra Cunego, vincendo a Montevergine, balzò al comando della classifica generale. Cunego cedette momentaneamente la maglia rosa a Popovych (dopo la cronometro della tredicesima tappa), ma si riappropriò del primo posto con un bell'attacco nella tappa di Falzes. Successivamente batté Simoni a Bormio 2000 e quindi, nella penultima tappa, controllò a distanza l'attacco di Simoni e Garzelli sul Mortirolo.

Alessandro Petacchi dominò le frazioni per velocisti, ottenendo ben 9 successi di tappa.

Link to comment
Share on other sites

Dato che non seguivo ancora il ciclismo il Giro 2004 non l'ho vissuto: me lo potreste raccontare?

Non ti sei perso questo incredibile spettacolo :mrgreen: .

Il lotto partenti era modestissimo e il percorso quasi peggio. Corsa salvata in parte dal duello interno Cunego-Simoni e dal bell'attacco di Cunego nella tappa di Falzes.

Link to comment
Share on other sites

Non ti sei perso questo incredibile spettacolo :mrgreen: .

Il lotto partenti era modestissimo e il percorso quasi peggio. Corsa salvata in parte dal duello interno Cunego-Simoni e dal bell'attacco di Cunego nella tappa di Falzes.

Bhe in effetti non è che ci fossero grandi nomi.

Io il giro d'italia 2004 me lo ricordo vagamente; mentre mi ricordo bene quello del Falco 2005 :D

Link to comment
Share on other sites

Bhe in effetti non è che ci fossero grandi nomi.

Io il giro d'italia 2004 me lo ricordo vagamente; mentre mi ricordo bene quello del Falco 2005 :D

In effetti ci sarebbe di ricordare la strenua difesa del Colle delle Finestre e del Sestriere di Savoldelli, aiutato da altri collaboratori occasionali, dall'attacco disperato del trio Simoni-Di Luca-Rujano.

Link to comment
Share on other sites

Bhe in effetti non è che ci fossero grandi nomi.

Io il giro d'italia 2004 me lo ricordo vagamente; mentre mi ricordo bene quello del Falco 2005 :D

Il Giro 2005 già fu di spessore molto maggiore, prima di tutto a livello di percorso, e con l'aggiunta di gente come Di Luca, Basso, Savoldelli, volendo Rujano.

E come non ricordare la ... (cit. Beppe Conti)

"... spostati che mi impalli lo schermo" (completamento cit. Beppe Conti)

Link to comment
Share on other sites

Simoni, favorito per la vittoria finale alla vigilia, conquistò la maglia rosa al primo arrivo in salita (terza tappa) spiazzando gli avversari, ma il suo giovane compagno di squadra Cunego, vincendo a Montevergine, balzò al comando della classifica generale. Cunego cedette momentaneamente la maglia rosa a Popovych (dopo la cronometro della tredicesima tappa), ma si riappropriò del primo posto con un bell'attacco nella tappa di Falzes. Successivamente batté Simoni a Bormio 2000 e quindi, nella penultima tappa, controllò a distanza l'attacco di Simoni e Garzelli sul Mortirolo.

Alessandro Petacchi dominò le frazioni per velocisti, ottenendo ben 9 successi di tappa.

(cit. Wikipedia)

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.



×
×
  • Create New...