Jump to content
  • Sign Up

Seguici su Discord

Unisciti al server Discord di PCM Italia per rimanere sempre in contatto con noi, parlare di ciclismo e vivere un'esperienza multiplayer ottimale
Unisciti al server

PCM Italia è su Tapatalk

Scarica Tapatalk gratuitamente sul tuo smartphone per consultare in maniera facile e veloce PCM Italia anche da mobile!
Leggi di più

Disponibile Pro Cycling Manager 2021

Pro Cycling Manager 2022 e Tour de France 2022 sono finalmente disponibili
Leggi di più

pena di morte a saddam


giaggiu92

Recommended Posts

Raga, che ne pensate della pena di morte data a saddam???

la cosa non è di mio primario interesse, però la prof. di diritto ci ha dato x mercoledì da fare un piccolo tema dove diciamo la nostra opinione su la pena di morte e su saddam hussein e la pena di morte inflittagli dal tribunale!

La cosa ha cominciato a interessarmi quando ha detto che chi faceva la prova migliore la pubblicava sul giornalino della scuola ( e chissene frega) e ci dava un bel 9!!!

Io ho pensato che un 9 in diritto nn andrebbe male, anche perchè se poi prendo 3 sono già aposto!!!

Quindi... se qualcuno ha voglia di aiutarmi ben venga!!!

Grazie

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 68
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

contrario, a qualsiasi pena di morte, sopratutto quelle politiche, trovo che chi agisca come hanno agito i partigiani con Mussolini e Petacci siano accomunabili agli animali, e che se la cosa viene almeno dipinta di un sommario processo anche se migliora un po rimane un errore politico e umano.

Ovviamente ogni dittatore deve essere messo in condizione di non nuocere e deve pagare per gli errori che ha fatto.

Link to comment
Share on other sites

Di Mussolini non parlare dai retta a zio Caesar, come cronaca recente (Pansa) la "grande Bugia" dell'antifascismo e della resistenza mitologica viene difesa a suon di bacchettate e purghe, un'atteggiamento fascista ironia della sorte, ergo se come il 99% dei professori la tua prof e' di sinistra ti mette massimo 6 e ti marchia per il resto della vita.

Fai la retorica bunista ben presentata tecnicamente, meglio per te e per il voto.

Link to comment
Share on other sites

Io sarò estremista..ma x Saddam son d'accordo, cosi come per Bin Laden..

Sono troppo dannosi per l'umanità!

Al di la che scegliere della vita e della morte di un uomo sta a dio e non agli uomini, anche dal mero punto di vista della convenienza, hai pensato che ne faresti un martire santo e che la cosa creerebbe e faciliterebbe kamikaze e terrorismo?

Saddam va dipinto per quello che e', un laico opportunista dittatore vergognoso come uomo e come leader che si e' rifugiato nell'estramismo islamico per non perire o per dare un minimo di senso alla sua esistenza, o piu' biecamente sperando di salvare la pelle, come quando si era nascosto sotto una capanna di paglia per mesi. E' uo uomo vergognoso da mettere alla berlina, non un pericoloso dittatore carismatico.

Certo a molti farebbe piacere tappargli la bocca...... Ma a me farebbe piacere sentire quella campana, salutare per tutto il mondo e per evitare che l'intellighenzia partitica stile PCI/DS possa perpretrare altri "grandi bugie" o chi per loro, in questo caso magari lo Zio Sam.

Link to comment
Share on other sites

io per la politica a volte ho preso brutti voti... sono in una scuola nuova e non so ancora di che parte sono i prof. però, essendo in emilia, praticamente tutti i prof. sono di sinistra... almeni, quelli che ho conosciuto io erano tutti di sinistra, poi nn so!!!

Io per quel che ho scritto che per me in casi estremi come questo la pena di morte è giusta!!!

Link to comment
Share on other sites

io per la politica a volte ho preso brutti voti... sono in una scuola nuova e non so ancora di che parte sono i prof. però, essendo in emilia, praticamente tutti i prof. sono di sinistra... almeni, quelli che ho conosciuto io erano tutti di sinistra, poi nn so!!!

Io per quel che ho scritto che per me in casi estremi come questo la pena di morte è giusta!!!

Sono un'idealista e mi caccio sempre nei guai, quindi non posso che apprezzare il coraggio e l'onore delle proprie idee, sopratutto in un omento che vede l'uomo occidentale una patetica caricatura di se stesso, però... credo sia giusto farti riflettere che questo non porta altro che problemi, sopratutto in emilia Romagna.

Leggiti questo libro del SOCIALISTA "Giampaolo Pansa", che certo non la vede come me, e vedi il PCI come agisce e cosa e' nel 2006

Link to comment
Share on other sites

concordo con Caesari in molti punti...la pena di morte per Saddam è sbagliatissima perchè se ne fa un martire e basta..poi è stato processato da un giudice curdo è come far processare un palestinese da un israeliano!! è un mezzo comodo e veloce per tappargli la bocca perchè è impossibile processare personaggi così perchè da "pubblici accusati" diventano "pubblici accusatori" come scrisse anche Mussolini nel suo testamento.. Saddam ha i suoi scheletri nell'armadio e credo che potrebbe far scoprire Saddam molti scheletri di altri fomentando odio e terrorismo...per questo lo vogliono impiccato e in fretta...anche se il probabile effetto non credo sarà tanto migliore...

Link to comment
Share on other sites

Nonostante sarei, come risultato finale, d'accordo con Caesar e Jussi ( 8) devo misurarmi la febbre che è meglio :lol: ), il ragionamento che mi porterebbe a ciò non è tanto il fatto (seppur comprendendolo e condividendolo in parte) che essi verrebbero poi considerati martiri, ma piuttosto il fatto che non si dovrebbe usare la pena di morte come strumento legale per punire un criminale, di qualsiasi tipo esso sia...

Tralascio anche la questione che il processo è stato indirizzto fin dall'inizio e la sentenza scontata...

Vorrei però soffermarmi sulla questione della facilità di giudizio come può essere la nostra in questo caso...

Ci rendiamo conto di quello che possono aver passato tante persone sotto Saddam? Cioè non dico avere un idea di quello che può aver fatto loro, ma realmente provare emotivamente e fisicamente quella sensazione?

Discorso analogo per l'esempio citato da Caesar di Mussolini. Facile è per noi giudicare con il senno di poi e del non averlo vissuto. Condividerei quello che dice Caesar, ma non so quanto sarebbe stato facile non farlo...

Altro piccolo appunto; Caesar, per quanto possa in parte condividere il tuo discorso, molto in parte, proprio perchè punti il dito contro una sola parte, non credo sia inertissimo al discorso in causa...

Tralasciando il fatto che citare un socialista (sottolineandolo come lo sottolinei te) non credo sia una grande idea... Ricordiamoci chi sono i socialisti, cosa sono diventati negli ultimi ventanni ma soprattutto ora... Credo che Turati, Anna Kuliscioff e Pertini (solo per dirne alcuni) si rivolterebbero nella tomba...

Pansa sarà senza dubbio autorevole giornalista, ma anche dalle testate per cui ha scritto (La Stampa, Il Giorno, Il Corriere della Sera), non si può certo dire che il suo socialismo vada inteso alla lettera...

Fermo restando che la penso come te, la resistenza è stata romanzata fin dai primi anni del dopo guerra, ciò non toglie che l'italia è figlia di quella resistenza...Nel bene e nel male...

Conclusione: Non esprimo un parere (o quasi)

Motivo? Io credo che la nostra generazione, nostra di noi italiani come di noi europei dei grandi paesi, non sappia assolutamente quale sia la reale portata e le reali conseguenze di crimini contro l'umanità, e che quindi non possa razionalmente esprimere la sua opinione (proprio perchè razionale).

Link to comment
Share on other sites

Io non credo che un Saddam morto sia meno nocivo di un Saddam vivo... non vedo come possa più nuocere... dal punto di vista puramente politico non credo sia conveniente giustiziare Saddam... ricordate che lui era si un dittatore ma che rappresenteva cmq una parte sunnita... quelli che adesso sono ribelli e cercano di rovesciare l'attuale ordinamento... forse una sua impiccagione può aumentare l'odio di questa fazione e minare ancora di più la convivenza pacifica in iraq...

Questo processo contro Saddam è stato veramente una semifarsa, nel senso che anche che non ci son dubbi che lui sia colpevole di crimini contro l'umanità c'è un tribunale internazionale contro i crimini di guerra( quello che ha processato e condannato Milosevic).

La giustizia deve esser super partes, non si può confondere con la vendetta.

Questa era solo una valutazione politica quella morale e quella dietrologica le faccio più avanti....

Link to comment
Share on other sites

Ci rendiamo conto di quello che possono aver passato tante persone sotto Saddam? Cioè non dico avere un idea di quello che può aver fatto loro, ma realmente provare emotivamente e fisicamente quella sensazione?  

Discorso analogo per l'esempio citato da Caesar di Mussolini. Facile è per noi giudicare con il senno di poi e del non averlo vissuto. Condividerei quello che dice Caesar, ma non so quanto sarebbe stato facile non farlo...  

cmq c'è una certa differenza..Saddam è un torturatore copevole di genocidi di vario genere..Mussolini per quanto dittatore era tutt'altra cosa..

Questo processo contro Saddam è stato veramente una semifarsa, nel senso che anche che non ci son dubbi che lui sia colpevole di crimini contro l'umanità c'è un tribunale internazionale contro i crimini di guerra( quello che ha processato e condannato Milosevic).  

certo ma questi processi sono sempre una semifarsa come lo è stato il processo di Norimberga e come lo è stato il processo a Milosevic (tribunale internazionale sì ma non riconosciuto dagli USA) giusto per citarne un paio. Dopodichè concordo un Saddam vivo "comprato" in qualche maniera può essere molto più utile all'Iraq di un Saddam martire giustiziato per mano (dal loro punto di vista) più o meno diretta degli invasori.

Link to comment
Share on other sites

Saddam vai alla forca!!!!!! Ed io godrò da morire insieme a tutti quelli che hai torturato e massacrato sotto il tuo sporco regime vedendoti agonizzare con la baba alla bocca appeso ad una corda che piano piano ti strapperà la vita spedendoti all' inferno!!!!! E poi nn capisco il paragone con MUSSOLINI???? Non c'è nemmeno confronto seppur tutti e due fossero dei dittatori... Il regime fascista durante il suo corso ha effettuato solo due omicidi da parte di fanatici e nn sotto chiaro comando del Duce, mentre per il Rais nn sò nemmeno quante possono essere state le vittime e le condizioni di vita degli altri!!!!! La piu' dannosa nel caso nostro è stata proprio la resistenza partigiana che con le sue inutili rappresaglie ( le Fosse Ardeatine in primis ove uccidendo 34 tedeschi ormai sulla ritirata fecero fucilare 340 civili senza nemmeno alzare la mano e dire di aver commesso loro il fatto come sarebbe dovuto a veri uomini d'onore!!! ). Scusate se mi sono dilungato cosi tanto ma questi discorsi mi colpiscono al cuore... Un saluto a tutti...

Link to comment
Share on other sites

Caro Wanka, non vedo perchè bisogna strabbuzzare gli occhi quando ci sono punti in comune come l'incondizionata condanna della condanna a morte. Infatti io avevo scritto questo

contrario, a qualsiasi pena di morte, sopratutto quelle politiche

Confermo che il processo e' stata una farsa e non prevedeva altro che questo fin dall'inizio. Per quanto riguarda la facilità di giudizio considero una persona come Saddam una persona che deve essere condannata per il resto della vita a reclusione, come i terroristi neri e rossi per esempio, del resto basta la vicenda di Alì il chimico o una qualsiasi gestione del problema kurdo a capire che il genocidio non puo' che essere condannato all'espiazione della pena.

Per l'animalesca uccisione di Mussolini e della sua amante Petacci (incolpevole) SENZA PROCESSO, la condanna deve essere ferma e risoluta, come allo stesso modo deve esserci la condanna per esempio per i sanguinosi atti barbarici della X MAS del principe Borghese, ed in generale quella dei partigiani post 45. Detto questo è chiaro che in una guerra civile per antonomasia succedano "atti animaleschi" da una parte e dell'altra, il punto e' che si racconta la "favola" della resistenza eroica contro il giuda fascista e si parla di "guerra di liberazione" e non "guerra civile" e non si condannano gli atti abominevoli di una parte, si è moralmente colpevoli e vicini a quegli atti barbarici, quindi a mio parere paragonabili a chi oggi sfila per il Rais.

Io punto il dito contro gli atti barbarici dei filostalinisti manigoldi partigiani perchè al contrario dei repubblichini di cui si sa tutto e per 60 anni ci sono state unanimi condanne, di questo punto al contrario non si sa nulla non si dice nulla addirittura non si punta il dito sul barbarico omicidio della coppia Mussolini & co, senza processo, e sopratutto del barbarico post finito a piazzale loreto. Per quanto riguarda Pansa, persna di cui certo non condivido il pensiero politico, mi trovo a difenderlo poichè trattato in maniera folleggiante a mio parere. Prima di tutto non e' un socialista reale, i socialisti che hai citato (tranne Pertini che era un partigiano filostalinista, ovvero che come per Tito in Jugoslavia lottava per instaurare il comunismo in Italia) erano socialisti pre rivoluzione d'ottobre, quindi dei socialisti che non si erano scissi in socialisti e comunisti. Pansa è un socialista, non di stampo Craxiano, diciamo e' facilmente assimilabile nella corrente DS socialista, non togliattiana insomma, non PCI, quella di Fassino e D'Alema che guarda caso hanno avuto parole importanti su Mussolini e guerra civile.

Detto questo l'italia è figlia di quella resistenza, PURTROPPO per come la vedo io, resistenza anche cristiana e laica (ovvero non della religione comunista) spesso passata a fil di mitra dai gappisti, del resto alla prima votazione ha vinto De Gasperie GRAZIE A DIO nn Togliatti. Pansa e' un libero pensante, per giunta di sinistra, manco di centro sinistra, e da intellettuale ha affrontato in maniera "cronistica" professionale, quasi storica un'aspetto italiano ancora chiuso dall'intellighenzia comunista morente, per altro qualcosa che si sapeva e che tutte le famiglie italiane sapevano, penso proprio che i socialisti di allora VERAMENTE antifascisti, sarebbero daccordo con Pansa e non con chi come il gota di MicroMega usa atteggiamenti fascisti per tappare la verità e la storiografia, e non condanna l'uccisione di Mussolini e continua a fingere che le Foibe siano stati atti di singoli biasimabili, siamo ai soliti "compagni che sbagliano".

Sicuramente non avendo vissuto la guerra sulla pelle, e sopratutto una guerra civile non possiamo sapere cosa sia, però forse proprio per questo dobbiamo andare oltre e creare un tipo di giustizia non faziosa e inquinata, non certo piegarsi ad atteggiamenti biasimabili come quello dell'Anpi, e certo non fare negazionismo fazioso, e sopratutto non bestemmiare parlando di neofascismo indicando il socialista (questa volta di stampo craxiano) Berlusconi.

Link to comment
Share on other sites

Mi dispiace ma devo essere critico con Jussi e sampei.

Mussolini andava condannato, prima di tutto per aver creato un regime da una democrazia, SOPRATUTTO QUANDO NON NE AVEVA BISOGNO. In secundis ma piu' grave va condannato per essersi avvicinato (o meglio esser costretto dall'alleanza ad avviciniarsi) al regime nazista, con tanto di leggi razziali osannate dal repubblichino Dario Fo. Condannato a morte? Certamente NO!!! Ma estromesso e condannato SI!!! Il confino è una bestemmia che non deve esistere, non puo', se avesse agito come il Caudillo Francisco Franco, al contrario non sarebbe condannabile, del resto persone come D'Annunzio, Gentile e Italo Balbo erano anti interventisti e certo non in quei termini, Mussolini ha sbagliato, ci ha tirato nella merda, merda che paghiamo ancora oggi, e per questo andava estromesso e condannato.

Link to comment
Share on other sites

Ho letto i primi post di questo argomento. Bè...che dire: i discorsi di Caesar mi trovano abbastanza d'accordo in quanto non credo che Saddam vivo possa dare grossi problemi; certo, ha compiuto crimini contro l'umanità e come tale va punito. La pena di morte è una pena che in alcuni paesi permane; sinceramente non credo sia la soluzione a tutti i mali ma in soltanto un effetto placebo. Seppur alcune volte assistendo a terribili tragedie mi verrebbe voglia di sottoscriverla...

Sono d'accordo con Caesar anche nei suoi primi post: dell'orrore partigiano nei confronti di Mussolini e della Petacci e delle conseguenti Fosse Ardeatine...l'orrore è stato a destra si, ma anche a sinistra...

Sta di fatto che se Saddam dovesse essere condannato con la pena capitale non mi strapperei i capelli, ma occorre prestare la massima attenzione per non incorrere in una guerra civile nel paese.

Anche perchè le migliaia di vittime, tra cui anche alcuni suoi familiari meritano giustizia...una giustizia che fin d'ora non è ancora stata ripagata!

Link to comment
Share on other sites

Questo processo contro Saddam è stato veramente una semifarsa, nel senso che anche che non ci son dubbi che lui sia colpevole di crimini contro l'umanità c'è un tribunale internazionale contro i crimini di guerra( quello che ha processato e condannato Milosevic).

certo ma questi processi sono sempre una semifarsa come lo è stato il processo di Norimberga e come lo è stato il processo a Milosevic (tribunale internazionale sì ma non riconosciuto dagli USA) giusto per citarne un paio. Dopodichè concordo un Saddam vivo "comprato" in qualche maniera può essere molto più utile all'Iraq di un Saddam martire giustiziato per mano (dal loro punto di vista) più o meno diretta degli invasori.

Jussi gli Stati uniti non sono il mondo nè sono il paese più democratico del mondo da cui prendere esempio...

il tribunale dell'Aja è un tribunale riconosciuto dall'ONU, da tutte le nazioni europee e dalla quasi totalità delle nazioni straniere eccezion fatta per USA e CINA in primo luogo... perchè?

Perchè i primi non accetterebbero mai di venir processati secondo leggi non statunitensi... e noi ancora piangiamo Ustica e i morti della funivia di qualche anno fa per citare 2 esempi.... e i secondi sono colpevoli di torture e esecuzioni sommarie, ma siccome sono il nuovo mercato e abbiamo bisogno di rilanciare l'economia chiudiamo gli occhi davanti a quello che succede in Cina e ci giriamo dall'altro lato... come abbiamo fatto tanto tempo fa in Iraq per altre ragioni........

Link to comment
Share on other sites

La cosa piu' vergognosa del Cernis non e' tanto la voglia di insabbiare americana (condannabile) ma l'azione del governo di allora di insabbiare scambiando la cosa con la TERRORISTA Baraldini, oggi libera e pagata dai contribuenti.

Link to comment
Share on other sites

Saddam una persona che deve essere condannata per il resto della vita a reclusione, come i terroristi neri e rossi per esempio, del resto basta la vicenda di Alì il chimico o una qualsiasi gestione del problema kurdo a capire che il genocidio non puo' che essere condannato all'espiazione della pena.

saddam ha 70 anni, 10 anni di prigione nn darebbero giustizia a m,io avviso alle famiglie di coloro che sono morti a causa sua... ripeto: a mio avviso!!!

Detto questo è chiaro che in una guerra civile per antonomasia succedano "atti animaleschi" da una parte e dell'altra, il punto e' che si racconta la "favola" della resistenza eroica contro il giuda fascista e si parla di "guerra di liberazione" e non "guerra civile" e non si condannano gli atti abominevoli di una parte, si è moralmente colpevoli e vicini a quegli atti barbarici, quindi a mio parere paragonabili a chi oggi sfila per il Rais.

x favore nn me ne parlare, quando c'è la zia di mia madre, ex partigiana, osanna i partigiani e dice che quello che hanno fatto è stato eroico...

io dico che sono stati peggio loro dei fascisti!!! (nn dico xò che i fascisti sono stati dei grandi!!!)

Link to comment
Share on other sites

io onestamente, non per crudeltà, lo metterei in una piazza, dove c'è chi ci vuole andare, lui legato a un palo, chi lo vuole difendere lo difende, chi lo vuole attaccare gli lancia pietre addosso, perchè è l'unico modo in cui la gente può riuscire a farsi giustizia!!!

penso...

ma ricordo: nn per cattiveria!!!

Link to comment
Share on other sites

mettere la gente alla forca non mi pare la soluzione migliore ecco..

secondopoi concordo con caesar su praticamente tutto il resto...aggiungo alcune cose...

e non condanna l'uccisione di Mussolini e continua a fingere che le Foibe siano stati atti di singoli biasimabili, siamo ai soliti "compagni che sbagliano".  

io sono stato di persona a Basovizza e ti assicuro che il monumento è praticamente abbandonato e che più o meno solo i carabinieri ci portano i fiori. In paese a non più di 200 metri da lì c'è il monumento in onore dei partigiani tutto agghindato, fiorito e ben tenuto.. ecco cosa non va in italia..

Mussolini andava condannato, prima di tutto per aver creato un regime da una democrazia, SOPRATUTTO QUANDO NON NE AVEVA BISOGNO. In secundis ma piu' grave va condannato per essersi avvicinato (o meglio esser costretto dall'alleanza ad avviciniarsi) al regime nazista, con tanto di leggi razziali osannate dal repubblichino Dario Fo.  

indubbiamente ma io parlavo del Mussolini 22-38!poi quello che è successo dopo è stata tutta una deriva che non apparteneva nè a lui nè agli italiani...

Jussi gli Stati uniti non sono il mondo nè sono il paese più democratico del mondo da cui prendere esempio...  

il tribunale dell'Aja è un tribunale riconosciuto dall'ONU, da tutte le nazioni europee e dalla quasi totalità delle nazioni straniere eccezion fatta per USA e CINA in primo luogo... perchè?  

Perchè i primi non accetterebbero mai di venir processati secondo leggi non statunitensi... e noi ancora piangiamo Ustica e i morti della funivia di qualche anno fa per citare 2 esempi.... e i secondi sono colpevoli di torture e esecuzioni sommarie, ma siccome sono il nuovo mercato e abbiamo bisogno di rilanciare l'economia chiudiamo gli occhi davanti a quello che succede in Cina e ci giriamo dall'altro lato... come abbiamo fatto tanto tempo fa in Iraq per altre ragioni........

1) il tribunale dell'Aja rimane una buffonata lo stesso ognuno dovrebbe essere giudicato dalla propria gente nel proprio paese... 2)per quanto riguarda la cina sono il primo detrattore e quando ne si parla come il nuovo mercato e Prodi va lì a fare grandi sorrisi veramente mi si rivolta lo stomaco!

Link to comment
Share on other sites

il gota di MicroMega usa atteggiamenti fascisti per tappare la verità e la storiografia, e non condanna l'uccisione di Mussolini e continua a fingere che le Foibe siano stati atti di singoli biasimabili, siamo ai soliti "compagni che sbagliano".

Ma non è vero, quando mai MicroMega ha difeso le foibe? Cita numero e pagina, please...

Per quanto riguarda l'argomento del topic: contrario alla pena di morte. Sempre.

Link to comment
Share on other sites

la cosa non è di mio primario interesse, però la prof. di diritto ci ha dato x mercoledì da fare un piccolo tema dove diciamo la nostra opinione su la pena di morte e su saddam hussein e la pena di morte inflittagli dal tribunale!  

poi come è andato il tema giaggiu?

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.



×
×
  • Create New...