Jump to content
  • Sign Up

Disponibile Pro Cycling Manager 2021

Pro Cycling Manager 2021 e Tour de France 2021sono finalmente disponibili
Leggi di più

Hai già scoperto i nostri tutorial?

Come sottoscrivo una mod su Steam? Come modifico un database? Come posso creare una maglia personalizzata? Per queste ed altre domande visita la nostra sezione tutorial!
Tutorial

Seguici su Discord

Unisciti al server Discord di PCM Italia per rimanere sempre in contatto con noi, parlare di ciclismo e vivere un'esperienza multiplayer ottimale
Unisciti al server

PCM Italia è su Tapatalk

Scarica Tapatalk gratuitamente sul tuo smartphone per consultare in maniera facile e veloce PCM Italia anche da mobile!
Leggi di più

La nostra RECENSIONE di Pro Cycling Manager 2020

Leggi e guarda la nostra recensione di Pro Cycling Manager 2020, a cura di BubbaDJ
Leggi di più

ITALIA VERGOGNA!


alexilalas

Recommended Posts

Siamo proprio il Paese dei Balocchi...

...sveglia gente!

Questa generale mancanza di senso civico è a dir poco rivoltante!

Quello che mi arreca maggior fastidio poi, è sapere che dovrò subire le NON scelte di tanta gente, quando nella mia regione si è praticamente dato un segnale chiaro ed inequivocabile di quel che si vorrebbe fare. Perchè invece di tante ciance non facciamo un bel federalismo che chi vuole pagare 600.000 EUR di multa perchè vuole un figlio sano se li paga, e chi ha scelto che invece non è reato farlo (piuttosto che far nascere un figlio disabile magari) è libero di portare avanti la sua scelta!

La vera Democrazia sta nel rispetto delle regole... non nel machiavellico raggiungimento del fine con qualsiasi mezzo...

Difendere le proprie idee col voto, esprimendosi sul campo, senza ricercare mezzucci da Libero Stato delle Banane!

Che SCHIFO!

Link to comment
Share on other sites

Difendere le proprie idee col voto

io nn capisco perchè qulli che volevano anora le leggi nn andavano a votare.....il risutato è lon stesso ma bisogna cmq andare a vtare....è un diritto e anche un dovere.......

cmq chiudiamola qui sulla politica......nn è il forum adatto

Link to comment
Share on other sites

axelilalas non avevi un titolo meno offensivo per il topic??? :D:D:evil: io avrei messo GRANDE ITALIA che per la maggior parte ha capito l'inutilità di questo referendum...

Quindi complimenti alle persone che nn sono andate a votare e hanno dimostrato a Emma Bonino & Co. che questi referendum annuali giusto per fare un po di casino sono inutili (per la maggior parte di noi)...

perchè far nascere un figlio artificialmente con tutti i bambini da addottare nel mondo..che muoiono sulle strade..se una persona nn puo avere figlio dovrebbe addottarli nn farseli "creare"in provette :evil: ...

Link to comment
Share on other sites

gabri ricorda che il voto non solo è un diritto, ma anche un dovere

e in quanto tale va esercitato...

ti posso elencare una lista infinita di motivi per votare

(ATTENZIONE per votare sia si che no, ognuno ha le sue idee)

Link to comment
Share on other sites

hai sentito quanto hanno speso per questo referendum??milioni e milioni di euro...per un risultato del 20, 30 % di votanti (nn so bene la percentuale) cm si puo pretendere che la gente voti questi complicatissimi argomenti quando ha eletto apposta dei rappresentanti esperti in materia per farlo???

Link to comment
Share on other sites

gabri io non ho mai detto che questo referendum sia giusto

dico solo che non votare è una cazzata,

tu hai detto che hanno speso molti soldi x farlo e questo è un altro buon motivo x votare

anche votare no non sto discutendo affatto il tema del referendum

Link to comment
Share on other sites

assolutamente no norby! per fortuna ce lo abbiamo...

però secondo me era giusto nn votare riguardo questo argomento...è da 6 anni che in questo periodo i radicali organizzano referendum senza mai avere ottenuto il 50% di votanti...dico semplicemente che in questi giorni il nostro stato ha buttato via milioni di euro per un referendum del quale si sapeva già l'esito praticamente...e poi devono votare tutti quei politici che sono al governo e che si beccano tutti quei soldi visto che ci rappresentano e sono piu componenti della maggior parte di noi...

Link to comment
Share on other sites

perchè far nascere un figlio artificialmente con tutti i bambini da addottare nel mondo..che muoiono sulle strade..se una persona nn puo avere figlio dovrebbe addottarli nn farseli "creare"in provette :D ...

Perchè parlare senza informarsi prima?

Link to comment
Share on other sites

Non si tratta di "creare figli in provetta", ma di abolire alcuni punti della pluricitata legge 40.

Se fosse passato il SI nel primo quesito gli embrioni che non possono essere impiantati avrebbero potuto esser congelati e resi disponibili, oltre che per successivi impianti, per la ricerca scientifica. Ma sarebbe continuato ad essere vietato produrre embrioni solo per utilizzarli nella ricerca scientifica, sarebbe continuato ad essere vietato il ricorso a pratiche eugenetiche (selezione degli occhi, del colore dei capelli, etc...), sarebbe continuata ad essere vietata la clonazione riproduttiva.

Se fosse passato il SI nel secondo quesito avrebbero potuto accedere alla fecondazione assistita le coppie che, essendo portatrici di malattie genetiche, è sconsigliabile che abbiano figli naturalmente e soprattutto, in caso di embrioni con malattie genetiche, la donna avrebbe potuto rifiutare l'impianto EVITANDO UN SUCCESSIVO ABORTO. Così come resta la donna DEVE sottoporsi all'impianto di embrioni malati ma poi può abortire... se questa ti sembra una cosa sensata....

Se fosse passato il SI nel terzo quesito i diritti della madre avrebbero prevalso su quelli dell'embrione. Cosi com'è il diritto alla salute della madre deve essere sacrificato al diritto all’integrità fisica dell’embrione.

Se fosse passato il SI nel quarto quesito le coppie di maggiorenni di sesso diverso avrebbero potuto accedere alla fecondazione eterologa. Così com'è si nega la POSSIBILITA' DI SCELTA alle coppie.

Come vedi, da nessuna parte si parla di "creare figli in provetta". Tutto qui.

Link to comment
Share on other sites

ma lo sapete di che cosa parlate???

benomale che filzaman ha capito con chi aveva a che fare.

ma chi ha messo la vita ai voti? nessuno. Anzi a me sembra che la vita venga danneggiata da una legge solo mirata a compiacere la chiesa.

il risultato del referendum è stata una sconfitta etica, economica e civile.

e a tutti quelli che sostengono che il no sia stata una scelta consapevole basti leggere quanto scritto fino ad ora qui.

Informasi e votare è troppo faticoso? la democrazi presuppone che la popolazione si informi e che quando è chiamata in causa esponga le proprie opinioni invece che stare a casa a dormire e sparando giudizi senza sapere quello di cui si parla. Tutta questa gente dovrebbe evitare di lamentarsi della classe politica perchè questo schifo se lo meritano solo.

Link to comment
Share on other sites

axelilalas non avevi un titolo meno offensivo per il topic??? :x  :x  :x  io avrei messo GRANDE ITALIA che per la maggior parte ha capito l'inutilità di questo referendum...

Quindi complimenti alle persone che nn sono andate a votare e hanno dimostrato a Emma Bonino & Co. che questi referendum annuali giusto per fare un po di casino sono inutili (per la maggior parte di noi)...

perchè far nascere un figlio artificialmente con tutti i bambini da addottare nel mondo..che muoiono sulle strade..se una persona nn puo avere figlio dovrebbe addottarli nn farseli "creare"in provette :x ...

No, caro gabri88. Mi dispiace. Ma non c'è altro termine che VERGOGNA.

Mi piacerebbe risponderti in modo del tutto distaccato dalle mie scelte, e proverò a farlo utilizzando questa risposta esclusivamente per esplicitare le motivazioni che mi spingono a non considerare GRANDE una nazione che rifiuta il confronto politico.

Già, alla base della DEMOCRAZIA, quella VERA, vi è infatti la COSCIENZA POLITICA di ogni singolo individuo, che deve appunto CONFRONTARSI secondo regole ispirate, innanzitutto, alla LEALTA'.

Non ho messo il maiuscolo a casaccio. L'ho messo perchè tu possa dare il giusto peso ad ogni singola parola.

E tutto questo, bada bene, va analizzato imprescindibilmente da quale che sia il quesito proposto. Non ci si può infatti nascondere dietro ad una eventuale complicatezza del quesito. Certo non è di facile comprensione, ma il minimo che dovrebbe fare un buon cittadino è non farsi sciroppare il cervello con gli "AMICI" o i "CAMPIONI" vari, e mantenere quel minimo di intelligenza necessaria per potersi documentare, e per fare una scelta cosciente (indipendentemente dalla scelta!). Te lo dice uno che è riuscito a rispondere ai famosi 12 referendum senza perderci la testa...

Non c'è vittoria senza confronto, non può oltremodo esserci senza un confronto leale. Come si può pensare di avere la maggioranza dei consensi, e di avere quindi agito democraticamente, quando una percentuale così piccola dei cittadini si è espressa? Pensi davvero che il 70% degli italiani sia contento di questa legge e ne condivida gli ideali, o piuttosto che una buona parte se ne sia andata al mare o sia rimasta pigra a rigirarsi nel letto o a guardarsi la MotoGP?

Il punto non è quanti soldi vadano ai comitati promotori (ne parlerò più avanti), o quanti ne prendano i politici per fare le leggi (sempre comunque troppi). Il punto è che 500.000 persone si sono ritenute in dovere di mettere in discussione una legge che a loro pareva assurda, e hanno chiesto agli italiani di esprimersi, in maniera del tutto democratica.

Ora, non pensare che il bilancio dello stato possa essere riequilibrato rinunciando ai referendum, perchè il costo, in termini di democrazia persa, non avrebbe un valore stimabile!

Se davvero si riteneva importante difendere questa legge, così come hai esposto tu, sarebbe stato quanto meno logico andare a votare NO, impedendo quindi le eventuali future modifiche (le faranno) alla legge stessa.

Così facendo, hanno perso i SI', e hanno perso i NO.

TUTTI gli italiani hanno perso un'occasione per mandare un segnale chiaro ed inequivocabile ai politici ("occhio, lavorate bene perchè non siamo disposti ad accettare passivamente tutto ciò che votate a Montecitorio"!).

La coscienza politica di cui parlavo prima, passa anche attraverso la consapevolezza che il voto, come ti è già stato ricordato da coroz, non è solo un DIRITTO, ma anche un DOVERE.

Esercitando il diritto di voto infatti esprimi una tua personalità democratica di cui, credimi, i politici tengono conto.

Non succede altrettanto con l'astensionismo, piaga delle democrazie moderne, in cui il politico prende coscienza della superficialità con cui vengono trattati (quando non vengono del tutto trascurati) i temi di politica nel paese.

Difendi sempre le tue idee, ed esprimile chiaramente, quando ti è data l'opportunità di farlo. Perchè i politici interpreteranno sempre le scelte ambigue e non nette come loro meglio conviene.

Non sei schifato anche tu del teatrino che, a destra e a sinistra, è saltato fuori per dare connotazioni finemente politiche ad un quesito su temi civili importantissimi? Sono tutti lì per farsi le scarpe, e per vomitare insulti alla controparte, o per pugnalare il loro stesso compagno di partito se gli conviene...

A questo punto, sarebbe meglio rivedere almeno un paio di punti sui referendum... forse ti sembreranno troppi, ma ti assicuro che l'iter per farli approvare somiglia ad un vero e proprio calvario! Sinceramente se leggi i temi dei referendum degli ultimi 30 anni ben pochi erano su temi non IMPORTANTI, e comunque c'è già un disegno di legge per portare a 800.000 le firme necessarie per iniziare questo iter burocratico estenuante (che va comunque percorso in 3 mesi!), e per poter proporre anche referendum con cui legiferare direttamente. Questo potrebbe disincentivare dal proporre quesiti di scarsa rilevanza... ma ti assicuro che la macchina organizzativa che c'è dietro queste proposte necessita di molti fondi, e quindi non pensare che alla fine i soldi dati ai comitati promotori siano tutto "grasso che cola"!

Credo piuttosto che sia arrivato il momento di ELIMINARE del tutto il QUORUM.

Quando ti viene data la possibilità di esprimere un parere, o quando ti viene chiesto di farlo, è giusto che tu lo faccia. Se un cittadino non ritiene importante partecipare alla vita politica del paese è giusto che non decida del futuro della nazione...

Caro gabri88, se il tuo nick è significativo dell'età che hai, sappi che se un domani tu volessi avere un figlio, bè, nel mondo odierno, fatto di stress e inquinamento e chissà cosa altro, almeno 1 coppia su 3 ha delle difficoltà a concepire. Ritengo che sia più che giusto snellire le pratiche burocratiche per le adozioni (io, nel caso, preferirei adottare...), ma credo che sia giusto lasciare a ogni singolo individuo la LIBERTA' di decidere quale indirizzo dare alla sua vita,e , eventualmente, a quella di suo figlio...

Qua si fa sempre un gran parlare di LIBERTA', ma ce n'è ormai ben poca...

Quello che mi spaventa, caro gabri88, è che molte delle tue argomentazioni erano purtroppo le stesse superficiali, riferite da questo o quel telegiornale.

Qualche volta non basta guardare la televisione per comprendere cosa sia giusto o meglio fare, anzi, come dice Niccolò Fabi, sarebbe proprio meglio "spegnere la televisione".

Hai tra le mani uno strumento potentissimo per aggiornarti e per comprendere il mondo che ti circonda.

Il prossimo anno, probabilmente, potrai votare... non perdere MAI questa opportunità, perchè è attraverso la PARTECIPAZIONE alle consultazioni politiche che sei parte integrante del paese, non ASTENENDOTI dal farlo.

Sincerly Your

alexilalas

Link to comment
Share on other sites

complimenti alexilalas per quanto hai scritto(intendo la quantità)...

in effetti è vero ho solo 16 anni ma qualche idea ce lo già e nn ho intenzione di cambiarla (secondo me l'Italia è stata molto saggia ad andare a votare)...adesso è inutile che ripeta quello che ho gia detto però se è stata cosi poca la gente che ha votato ci sarà un perchè???o no???

ho capito che tu ne sai molto piu di me di politica quindi questo topic potrebbe andare avanti all'infinito con io che dico le mie idee (riguardo l'andare o nn andare a votare) e tu che le critichi...quindi chiuderei qui la discussione...

un'altra cosa quelle che ho detto nn sono citazioni prese dalla tv (nn sono cosi scemo che ascolto e ripeto) ma idee mie o sentite e argomentate con gente piu grande e di cui mi fido cecamente..i miei genitori, i miei amici...

Link to comment
Share on other sites

ma guarda che tu non hai dato una spiegazione del perchè non bisognava andare a votare e non hai detto perkè le modifiche alla legge erano sbagliate.

Certo se poi tu ascolti le opinioni alla tv di gente di cui ti fidi ciecamente (che alla fine sono quelli che hanno votato la legge) senza invece ragionarci sopra criticamente non serve neanche stare qui a discutere.

Il fatto che 75% delle persone non mi sembra che sia una prova a tuo favore perkè dopo le cose lette fino qui mi sa che sono stati a casa o per menefreghismo o perchè non sapevano manco di che si parlava.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.


×
×
  • Create New...