Jump to content
  • Sign Up

Seguici su Discord

Unisciti al server Discord di PCM Italia per rimanere sempre in contatto con noi, parlare di ciclismo e vivere un'esperienza multiplayer ottimale
Unisciti al server

PCM Italia è su Tapatalk

Scarica Tapatalk gratuitamente sul tuo smartphone per consultare in maniera facile e veloce PCM Italia anche da mobile!
Leggi di più

Disponibile Pro Cycling Manager 2021

Pro Cycling Manager 2022 e Tour de France 2022 sono finalmente disponibili
Leggi di più

South American Super Team


Recommended Posts

Si può creare una squadra da primo posto nel WT con solo corridori sudamericani?

È quanto proverà a fare una coppia strana e tutta italiana...Claudio Corti, stanco di guidare solo colombiani, e Giuseppe Martinelli, stanco dell'Astana e di Vinokurov.

17 corridori, quasi tutti più giovani di 25 anni. Colombiani, venezuelani (c'è anche Rujano, ve lo ricordate?), brasiliani,argentini, e poi ciclisti da Cile,Uruguay,Ecuador,Bolivia. Il capitano sarà ovviamente Nairo Quintana, felice di liberarsi di Valverde. Ci sarà anche il fratello Dayer, e tanti altri, tra poco l'organico completo!

Link to comment
Share on other sites

Squadra sicuramente forte,si comincia da Continental Pro.

E la stagione comincia all'insegna della sfortuna. Lo sponsor, argentino, ci chiede un primo posto nella corsa di casa, il Tour de San Luis.

Noi contiamo su Nairo che però prende un'influenza e siamo costretti a non portarlo. Puntiamo allora su Miguel Angel Lopez e Sepulveda che corre in casa. Portiamo anche l'altro Quintana, Dayer, e poi il cileno Irazusta e due velocisti: il gioiellino Gaviria e il vecchio Fischer.

PRIMA TAPPA

Volatona di gruppo: Gaviria rimane al vento troppo presto e coglie comunque un buon quarto posto dietro a Bohuanni,Degenkolb e Demare. Subito dietro un buon Fischer.

TSEOKn.png

 

Da notare in questa immagine il tifo già sfrenato che i tifosi riservano ai nostri corridori (nella foto Irazusta e Gaviria), tanto da invadere la strada.

UyYPSK.png

Edited by pantanibali3
Link to comment
Share on other sites

SECONDA TAPPA

L' arrivo è su una salitella per cui sembra la tappa ideale per il nostro Sepulveda. All'inizio dell'ultima salita attacca Dayer Quintana che però viene ripreso e staccato dal francese Simon che vince la tappa.

56usvJ.png

 

A 21 secondi un gruppetto di una ventina di corridori. Sepulveda, partito forse troppo tardi, è quarto ma si consola con la maglia bianca.

zDH0ks.png

 

Uno stanco Quintana chiude settimo, nel gruppetto anche il capitano Lopez.

 

TERZA TAPPA

Tappa per velocisti, vince Degenkolb.

 

QUARTA TAPPA

Arrivo in salita, puntiamo forte su Lopez che ha un +2 di giornata e cede solo a Contador, battendo Peraud allo sprint per il secondo posto. Il colombiano si consola comunque con la maglia bianca. Anche Quintana e Sepulveda nei 10 di tappa.

ePFKio.png

 

ey3Uxb.png

 

QUINTA TAPPA

Nella crono di 17 km Sepulveda chiude settimo ed è quarto in classifica. Lopez, 45°, perde la seconda posizione che passa a Peraud.

 

SESTA TAPPA

Tentativo disperato di Lopez di prendere la maglia, ma Contador straccia tutti. Lopez guida un gruppetto di 4 che giunge a 4.15 dal vincitore

 

SETTIMA TAPPA

Ultimo sprint a Degenkolb.

Chiudiamo secondi in classifica con Lopez. Purtroppo non centriamo l'obiettivo dello sponsor ma è comunque un gran bell'inizio, con Lopez sempre più promettente...

Link to comment
Share on other sites

Come va forte contador

 

 

Bravissimo Lopez.

 

 

Il San Luis è sempre una strana corsa. Quasi tutti i big sono fuori forma e basta poco (un minimo di forma) ad un gregario per far bene.

 

 

Grande Lopez!

 

Avete ragione tutti: Lopez è stato sicuramente molto bravo ma è capitato in una corsa dove i migliori del mondo o non c'erano o non andavano forte. Purtroppo, però, Contador c'era e è andato fortissimo!

Link to comment
Share on other sites

Vuelta Mallorca

Lo sponsor ci chiede un top 5 e per non correre rischi portiamo Quintana (Nairo). Poi portiamo Lopez, per provarlo come luogotenente di Quintana in attesa di un'eventuale wild card per un GT, il vecchio Jose Rujano che lotterà per la maglia di miglior scalatore, e poi tre sprinter: Molano, 20 anni, colombiano; Giovannella; promettentissimo brasiliano di 18 anni; e il vecchio Leonardo Duque.

PRIMA TAPPA

E nella prima tappa succede l'impensabile: arriva la prima vittoria per il South American Super Team!

Molano, dopo aver protetto Quintana tutto il giorno, si lancia nello sprint insieme a Giovannella e...vince! Al colpo di reni su Tom Veelers. Certo, Veelers non è Greipel, ma alla prima gara non è male anzi! Molano prende tutte le maglie possibili, Giovannella quinto.

 

OFbK1w.png

 

SECONDA TAPPA

Stavolta allo sprint non ci va bene: vince Sbaragli della MTN, che prende la maglia di leader e quella di miglior giovane. Terzo Duque, sesto Giovannella, ottav Molano che perde per un punto la maglia verde da Veelers.

Link to comment
Share on other sites

TERZA TAPPA

Tappa si salita, con tante montagne anche se l'arrivo è in pianura.

Rujano va in fuga per prendere i punti del gpm ma trova  Madrazo che lo anticipa sempre.

Lopez sembra il cugino di quello del San Luis: prima dell'inizio dell'ultima salita, la più dura, ha già finito la gialla o quasi.

Invece, Leonardo Duque, velocista, è in giornata di grazia: è lui a tirare Quintana nella prima parte della salita. Fa il vuoto: poi, quando non ce la fa più, Quintana scatta per raggiungere il gruppetto dei fuggitivi.

WthQhe.png

 

Trova allora Rujano, che tira con tutto se stesso finché può.

IZDPNR.png

 

Ma da dietro rientra Kreuziger: in cima alla salita Rujano molla e si forma una coppia in testa.

vxMqze.png

 

I due procedono insieme fino all'arrivo, quando Kreuziger vince lo sprint e prende la maglia.

d8kbKD.png

 

Bravissimo Rujano, alla fine sesto.

RAYQs1.png

 

Bravissimo anche Duque che chiude trentesimo. Incredibile in negativo invece Lopez, 82°. Ma cosa gli è successo?

 

QUARTA e ultima TAPPA

 

Nella fuga di giornata ci sono anche due dei nostri: Molano per la maglia verde, Lopez per il riscatto. Il giovane sprinter riesce a passare per primo al traguardo volante e porta quindi a casa la maglia verde finale. Poi dà una mano per tenere lontano il gruppo, ma Lopez si stacca quando si stacca lui. Lo scalatore, l'ombra di se stesso, aiutato ancora da Molano riesce a rientrare, salvo poi ristaccarsi subito dopo. Riassorbito dal gruppo, non riuscirà a rimanere con esso ma si staccherà e arriverà con tre minuti di ritardo, anche se sarà il migliore dei nostri dopo Quintana. Male invece quelli che erano andati bene nella tappa prima: Duque e Rujano arrivano staccatissimi. Si gioca la vittoria un gruppo di 40 corridori con Quintana che cerca disperatamente un'abbuono. Niente da fare: vince Ventoso, Quintana è sesto dietro anche a due gregari di Kreuziger che gli si piazzano davanti per soffiargli l'abbuono che comunque non avrebbe preso.

MKEGe2.png

 

Centriamo l'obiettivo dello sponsor e anzi facciamo di meglio raggiungeno la top 3 finale.

Usciamo da questa corsa consapevoli che:

Molano è un grande talento e può tirare anche in salita

Giovannella va aspettato ancora un po'

Duque è capace sicuramente di rimanere in gruppetti di 30-40 corridori e giocarsi la vittoria

Rujano non è finito e può dare una grossa mano in salita

Quintana sta bene e non ha speso troppo

Lopez alterna grande prestazioni (San Luis) a performance imbarazzanti

Link to comment
Share on other sites

All' HERALD SUN TOUR otteniamo solo piazzamenti con i nostri velocisti e un sesto posto nella generale con Sepulveda.

 

VUELTA MURCIA

 

Lo sponsor ci chiede un top 5 e perciò portiamo i pezzi migliori: Duque, Sepulveda, i due Quintana, Monsalve e Rujano.

Mandiamo in fuga Monsalve e Sepulveda. La fuga scollina con 2 minuti e mezzo di vantaggio sul gruppo in cima alla penultima salita, ai meno 30.

Decidiamo allora di attaccare: Monsalve e Sepulveda scattano in pianura e guadagnano non poco sul gruppo, che finisce quasi a tre minuti.

Quando Monsalve finisce la gialla Sepulveda rimane da solo, ma ormai ha un vantaggio rassicurante, che conserva fino all'arrivo (in salita). E' una passerella trionfale: ecco la prima vittoria in una corsa di un giorno!!

wvHdxy.png

 

Monsalve rimane secondo quasi fino al traguardo, dove arriva comunque insieme a Valverde e Quintana che rientrano da dietro.

QZuPGW.png

 

Piazzamo tre corridori nei primi quattro: che risultato!

Link to comment
Share on other sites

TOUR OF OMAN

 

Lo sposor ci chiede un primo posto e allora noi riproviamo con l'accoppiata Quintana-Lopez che l'altra volta non aveva dato i risultati sperati.

Le prime tre tappe sono tutte con arrivo in volata e cogliamo qualche buon piazzamento con Gaviria e il giovanissimo argentino Palon.

La quarta tappa. la più dura, ha l'arrivo in salita. Mentre Lopez prende un -5 di giornata e chiuderà 14°, Quintana sta benissimo e va a vincere con 3 minuti di vantaggio su Konig. Più indietro Froome, Rodriguez e Aru.

moMALY.png

 

Ormai sembra che Nairo abbia la vittoria in tasca, ma nella tappa successiva, in un tratto di strada molto stretto e in salita, Quintana rimane indietro e Purito Rodriguez attacca portando via un gruppetto di 7 (tra cui anche il nostro Lopez in cerca di riscatto) che va a giocarsi la vittoria. Vince Kwiatkowski, Lopez, 5°, diventa quarto nella generale. Quintana, che perde più di due minuti, ora ha solo 10 secondi su Bakelansts e 33 su Rodriguez.

 

L'ultima tappa prevede delle salitelle ma si prevede un arrivo a ranghi compatti. Mentre  Quintana controlla Bakelandts e Purito, attacca Lopez, seguito solo da Benoot della Lotto Soudal. Il colombiano cerca la vittoria di tappa e il podio finale, ma purtroppo non ottiene nessuna delle due cose. Benoot vince allo sprint e i ue guadagnano sul gruppo dei migliori solo 53 secondi, 11 in meno di quanti ne servivano per superare Rodriguez in classifica. Comunque, Quintana vince e centriamo l'obiettivo dello sponsor.

 

Purtroppo, nonostante le vittorie, ci rifiutano le wild card in tutte le corse del world tour.

Se qualche giocatore più esperto segue questa story, mi potrebbe per favore dire in base a cosa vengono concesse le wild card?

Link to comment
Share on other sites

In base ai corridori in squadra, la nazionalità dello sponsor e i risultati

Grazie!

 

Andiamo al GIRO DI LUGANO dove chiudiamo settimi con un sorprendente Alex Diniz nella gara vinta da Kwiatkowski su Rui Costa e Daniel Martin. Male invece Monsalve e Rujano.

 

Arriviamo poi alla SETTIMANA COPPI E BARTALI, dove lo sponsor vuole un top 5. Portiamo due sprinter, Giovannella e Palon, poi Diniz e Monsalve per la vittoria di tappa, il boliviano Valdez e Lopez che farà il capitano.

Nella prima tappa le cadute sono tantissime e rimangono coinvolti anche i nostri Diniz e Valdez, mentre Giovannella e Palon si staccano.

Arriva la fuga, o meglio uno dei fuggitivi: Pozzo della Nippo Fantini. Monsalve prova a raggiungerlo ma è troppo tardi e si deve accontentare del secondo posto. A 45 secondi un gruppetto di 40 corridori col nostro Lopez.

StcQt4.png

 

Nella cronosquadre andiamo male, com'era prevedibile, e perdiamo 1 minuto e 11 dall'Astana.

La terza tappa, piuttosto dura, vede la vittoria di Navardauskas che vince lo sprint di un gruppetto di 25 corridori.

Lopez e Monsalve arrivano con questo gruppetto, e Monsalve diventa quinto in classifica.

Il giorno dopo,alle Piane di Mocogno, Lopez trionfa in solitaria ma è ancora sesto in classifica per via della cronosquadre. Monsalve, 11° di tappa, è 9° in classifica.

Ma con la crono di Crevalcore, apparentemente non adatta a lui, scalza Nieve ed è quinto prima dell'ultima tappa!

Link to comment
Share on other sites

Obiettivo centrato alla Coppi e Bartali! L'ultimo sprint va a McCarthy della Tinkoff e Lopez vince anche la maglia bianca finale.

Intanto al CRITERIUM INTERNATIONAL Gaviria finisce 3° nella tappa con arrivo in volata.

E' il momento allora del GP MIGUEL INDURAIN. Lo sponsor ci chiede un top 5 e noi portiamo i due Quintana, Monsalve, Rujano, Diniz e Diaz.

Corsa tranquilla fino ai -9, quando il nostro Diniz innesca una caduta che spacca il gruppo: davanti rimangono solo in 25. Fortunatamente dei nostri oltre a Diniz cade solo Dayer Quintana.

5BCpop.png

 

Si arriva così alla rampa finale: tutti aspettano Quintana ma Rujano sta benissimo e parte provando a giocare d'anticipo. Lo insegue Izagirre della Movistar che però alla fine non ne ha per superarlo. E allora è vittoria! La prima in questa stagione per Rujano, che sta attraversando un gran periodo di forma e dimostra di non essere finito.

DZKEqQ.png

 

Quintana rinviene da dietro ed è terzo. Monsalve quinto completa il trionfo del South American Team. Trionfo che non passa inosservato...

Infatti, qualche giorno dopo, ci arriva una notizia incredibile e inaspettata: abbiamo la WILD CARD PER IL GIRO D'ITALIA!

Edited by pantanibali3
Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.


×
×
  • Create New...