Jump to content
  • Sign Up

Seguici su Discord

Unisciti al server Discord di PCM Italia per rimanere sempre in contatto con noi, parlare di ciclismo e vivere un'esperienza multiplayer ottimale
Unisciti al server

PCM Italia è su Tapatalk

Scarica Tapatalk gratuitamente sul tuo smartphone per consultare in maniera facile e veloce PCM Italia anche da mobile!
Leggi di più

Disponibile Pro Cycling Manager 2021

Pro Cycling Manager 2022 e Tour de France 2022 sono finalmente disponibili
Leggi di più

I nostri percorsi


Recommended Posts

  • Replies 123
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

matto

Cancellara91 è vero che il Pitoro ha pendenze massime altissime? Voglio sapere se quello che mi racconta mio padre è vero oppure no.

Il Monte Pitoro lo puoi fare da due lati, uno facile e uno più difficile.

Il lato facile parte da Massarosa: è lungo poco più di 4km ed è diviso in 3 tronconi: i primi 500-600m pendenze sopra il 10%; seconda parte con pendenze che vanno dal 3% al 7%; ultimi 600m al 2%. Si passa da Pieve a Elici (infatti per distinguerli dico il "Pitoro da Pieve a Elici". http://www.salite.ch/7500/7665.gif (il primo tratto è più duro dell'immagine)

Il lato difficile invece parte dal paese di Stiava. Più o meno sono 3Km. Pendenza media del 7%. Parte subito duro con a metà 200m di respiro (4%). Poi arrivano i dolori. Negli ultimi 800m ci sono due strappi con pendenze anche del 14%. Questa salita è quella affrontata ogni anno al GP Camaiore. http://www.salite.ch/6000/6073.gif (anche qui sono sbagliate alcune pendenze, come la fine).

Entrambe le salite si uniscono e concludono gli ultimi 200m con uno strappetto al 5-6%.

In sintesi il Monte Pitoro da Stiava è duro; un ciclo amatore poco allento ha difficoltà ad affrontarlo. Io con gli allenamenti di atletica riesco a farlo ma soffro, sopratutto negli ultimi 1000m. Vado su con il 39x26 (delle volte metto il 23), anche perché preferisco l'agilità alla potenza. Velocità media 14-15Km/h.

Spero di esser stato esaustivo :wink:

Link to comment
Share on other sites

Il Monte Pitoro lo puoi fare da due lati, uno facile e uno più difficile.

Il lato facile parte da Massarosa: è lungo poco più di 4km ed è diviso in 3 tronconi: i primi 500-600m pendenze sopra il 10%; seconda parte con pendenze che vanno dal 3% al 7%; ultimi 600m al 2%. Si passa da Pieve a Elici (infatti per distinguerli dico il "Pitoro da Pieve a Elici". http://www.salite.ch/7500/7665.gif (il primo tratto è più duro dell'immagine)

Il lato difficile invece parte dal paese di Stiava. Più o meno sono 3Km. Pendenza media del 7%. Parte subito duro con a metà 200m di respiro (4%). Poi arrivano i dolori. Negli ultimi 800m ci sono due strappi con pendenze anche del 14%. Questa salita è quella affrontata ogni anno al GP Camaiore. http://www.salite.ch/6000/6073.gif (anche qui sono sbagliate alcune pendenze, come la fine).

Entrambe le salite si uniscono e concludono gli ultimi 200m con uno strappetto al 5-6%.

In sintesi il Monte Pitoro da Stiava è duro; un ciclo amatore poco allento ha difficoltà ad affrontarlo. Io con gli allenamenti di atletica riesco a farlo ma soffro, sopratutto negli ultimi 1000m. Vado su con il 39x26 (delle volte metto il 23), anche perché preferisco l'agilità alla potenza. Velocità media 14-15Km/h.

Spero di esser stato esaustivo :wink:

lo aggiungo alla mia lista...

Link to comment
Share on other sites

Uno dei miei percorsi preferiti che ho affrontato un paio di domeniche di fila nell'estate 2009 (purtroppo causa infortuni e mancanza di compagni di avventura non l'ho più ripetuto).

Partenza vicino casa mia, direzione sud verso la prima ascesa: Monte Magno. Salita molto pedalabile, con pendenze del 4-5%. Arrivati in cima discesa larga, veloce e alberata. Dopo qualche chilometro lasciamo la Val Freddana per salire a Gavine: 1km circa di salita con pendenza media del 7-8% (punte anche del 10%). Discesa nel tratto chiamato "piccolo Mortirolo" e arrivo a San Macario in Piano. Svolta sulla provinciale e di nuovo svolta verso Balbano. Salita scorrevole, non molto lunga e poco impegnativa, con l'ultimo tratto un po' più duro (6%; il resto va dal 3 al 5%). Discesa molto panoramica con il lago di Massaciuccoli che si apre allo sguardo e la piana di Viareggio; poco distante il mare. Fine discesa e strada che diventa tortuosa ma di pianura, la quale costeggia le sponde del lago citato poco fa. Qualche chilometro tranquillo e ultima ascesa. Monte Pitoro (dal lato facile). Si ritorna sul Monte Magno, il quale viene percorso ora in discesa. Ultimi 10Km di pianura. Una 70ina i chilometri totali.

Questa l'altimetria http://tracks4bikers.com/tracks/show/102654

Non è durissimo ma per chi non è un ciclista a tempo pieno si fa sentire icon_mrgreen.gif

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.



×
×
  • Create New...