Vai al contenuto
Wanka84

Il Bar del Ciclismo

Messaggi raccomandati

Sconfitto dalla depressione di cui soffriva da qualche tempo, Luca Gelfi si è tolto la vita, nel proprio negozio di biciclette di Torre dè Roveri. Il 42enne di Seriate (43 anni avrebbe compiuto il prossimo 21 giugno) lascia così moglie e un figlio. E il ciclismo ne piange la scomparsa.

Vincitore dei Giochi del Mediterraneo 1987, il bergamasco Gelfi è stati quindi professionista dal 1988 al 1998. Dieci anni nei quali si è distinto come valido cronoman, ma anche come affidabile uomo squadra, che disponeva di un discreto spunto. Vincitore di 2 tappe al Giro d'Italia del 90 (a Fabriano e nella crono di Cuneo), Gelfi sfiorò il colpaccio alla Milano-Sanremo del 1993, secondo solo al quel giorno strepitoso Fondriest. Da qualche anno era il team manager di un apprezzatissima squadra junior, il Team Fratelli Giorgi.

Luce Gelfi, guardando alla sua parabola agonistica e considerandone le buone doti, rientra a pieno titolo nel novero di coloro che, in carriera, hanno raccolto meno di quanto avrebbero potuto e meritato. Adesso, va invece ad aggiungersi ai tanti campioni dello sport poi sconfitti dal male oscuro. Un male che ti può aggredire anche se guadagni palate di Euro, anche se sei uno dei migliori calciatori al mondo e se ti chiami Gigi Buffon. Un male che puoi sconfiggere, ma non è facile, se hai la volontà di aggredirlo e cacciarlo via dal tuo dentro, come a Buffon è riuscito. Ma non a Luca Gelfi.

Di depressione purtroppo, si può morire. Perché hai una moglie, un figlio, hai un lavoro. Perchè è vero che hai tutto, ma dentro di te pensi di non avere niente. Il doping non c'entra niente. E' solo colpa, tutta colpa, di quel male oscuro. Quel niente che ti risucchia fino a farti sparire.
Fabio Panchetti / Eurosport

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

anno nuovo topic nuovo?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Che brutta storia :cry2:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

R.I.P.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

sigh sigh cmq

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

r.i.p. brutta bestia ke e' la depressione

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Dispiace di aver aperto il topic proprio per una notizia così tragica

R.I.P. Luca

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

È dura la depressione...

R.I.P.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

L’Uci ha presentato l'8 a Ginevra il regolamento del nuovo Calendario Mondiale 2009, che raggruppa le più grandi corse del ciclismo su strada.

Il presidente Pat McQuaid ha sottolineato come il regolamento sia stato approvato da tutte le componenti del ciclismo (organizzatori, squadre e corridori) e si è augurato che il suo lancio rappresenti una nuova partenza per il mondo del ciclismo stesso. Secondo McQuaid, la nuova struttura permette al ciclismo e ai suoi protagonisti di ritrovare un quadro sereno e stabile che favorirà lo sviiluppo universale di questo sport.

McQuaid ha tenuto a ringraziare i dirigenti della Editions Philippe Amaury (EPA) per il contributo offerto all’elaborazione di questo progetto, così come i componenti del gruppo di lavoro costituito per elaborare le regole del calendario mondiale. Il presidente si è poi detto felice per il fatto che tutte le prove più importanti del mondo siano unite in maniera armoniosa nell’unica struttura che è stata creata.

L’Uci ha quindi presentato nel dettaglio le regole del Calendario Mondiale , che raggruppa le corse con licenza UCI ProTour e le prove storiche. In base a queste prove saranno stilate le classifiche individuali e quelle a squadre.

Estratto del regolamento:

- I corridori conquisteranno punti nelle prove del calendario secondo le graduatorie fissate ogni anno dal comitato direttivo.

- I punti conquistati nelle singole tappe saranno conteggiati solo al termine della prova in oggetto, dando origine ad una nuova classifica.

- A decidere tra due o più corridori a pari merito saranno i migliori piazzamenti.

- La graduatoria a squadre sarà stilata tenendo conto dei punteggi ottenuti dai cinque migliori atleti di ogni fomazione.

- Ugualmente, la classifica per nazioni sarà stilata sui punteggio ottenuti dai cinque migliori atleti di ogni nazione.

- L’UCI attribuisce un trofeo al corridore vincitore e alla società vincitrice.

QUESTI I PUNTEGGI

Tour de France:

200 punti al 1°, 150 al 2°, 120 al 3°, 110 al 4°, 100 al 5°, 90 al 6°, 80 al 7°, 70 all’8°, 60 al 9°, 50 al 10°, 40 all’11°, 30 al 12°, 24 al 13°, 20 al 14°, 16 al 15°, 12 al 16°, 10 al 17°, 8 al 18°, 6 al 19°, 4 al 20°.

Giro d’Italia e Vuelta España:

170 punti al 1°, 130 al 2°, 100 al 3°, 90 al 4°, 80 al 5°, 70 al 6°, 60 al 7°, 52 all’8°, 44 al 9°, 38 al 10°, 32 all’11°, 26 al 12°, 22 al 13°, 18 al 14°, 14 al 15°, 10 al 16°, 8 al 17°, 6 al 18°, 4 al 19°, 2 al 20°.

Tour Down Under, Parigi-Nizza, Tirreno-Adriatico, Milano-Sanremo, Giro delle Fiandre, Giro dei Paesi Baschi, Parigi-Roubaix, Liegi-Bastogne-Liegi, Giro di Romandia, Volta a Catalunya, Delfinato, Giro di Svizzera, Giro di Polonia, Eneco Tour, Tour of Sochi e Giro di Lombardia:

100 punti al 1°, 80 al 2°, 70 al 3°, 60 al 4°, 50 al 5°, 40 al 6°, 30 al 7°, 20 all’8°, 10 al 9°, 4 al 10°.

Gand-Wevelgem, Amstel Gold Race, Freccia Vallone, San Sebastian, Vattenfall Classic e Gp Ouest France:

80 punti al 1°, 60 al 2°, 50 al 3°, 40 al 4°, 30 al 5°, 22 al 6°, 14 al 7°, 10 all’8°, 6 al 9°, 2 al 10°.

Tappe e prologhi Tour de France:

20 punti al 1°, 10 al 2°, 6 al 3°, 4 al 4° e 2 al 5°.

Tappe e prologhi Giro e Vuelta:

16 punti al 1°, 8 al 2°, 4 al 3°, 2 al 4° e 1 al 5°.

Tappe e prologhi altre corse a tappe:

6 punti al 1°, 4 al 2°, 2 al 3°, 1 al 4° e 1 al 5°.

Classifiche Squadre Professional

- L’Uci crea una classifica annuale riservata alle formazioni Professional che aderiranno al programma del passaporto biologico.

- La classifica è stilata sulla base dei punti ottenuti dai corridori delle squadre partecipanti in tutte le prove di categoria .HC, .1 e .2 di qualsiasi continente.

- La classifica sarà aggiornata mensilmente dall’Uci e andrà dal 1° gennaio al 31 dicembre.

- Anche in questo caso verranno contati i punti dei cinque migliori corridori di ogni squadra.

PARTECIPAZIONE

alle prove ProTour parteciperanno:

- le squadre del ProTour obbligatoriamente

- le squadre che hanno diritto di partecipare a un Grande Giro secondo l’accordo Uci-organizzatori

- squadre Professional che hanno con wild card, partecipanti al programma di passaporto biologico

- nelle prove di cui all’articolo 2.15.154, le squadre nazionali del paese organizzatore

alle corse storiche:

- le squadre che hanno diritto di partecipare a un Grande Giro secondo l’accordo Uci-organizzatori

- le squadre del ProTour

- squadre Professional che hanno con wild card, partecipanti al programma di passaporto biologico.

(fonte: tuttobiciweb.it)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Meglio dello scorso anno ma si poteva fare sicuramente meglio...una vittoria a Sanremo, Fiandre, Roubaix, Liegi, Lombardia vale quanto vincere Sochi Polonia o Eneco :nonnn:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Meglio dello scorso anno ma si poteva fare sicuramente meglio...una vittoria a Sanremo, Fiandre, Roubaix, Liegi, Lombardia vale quanto vincere Sochi Polonia o Eneco :nonnn:

Scandaloso, nn hanno ancora capito che le classiche sn corse a parte....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Anzi pensandoci bene vale anche di più se consideriamo che oltre ai punti della corsa ci sono anche quelli delle tappe per cui un Fiandre porta meno punti del Tour of Sochi :banghead:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

vabbeh...è anche inevitabile se si vuole dare risalto a queste corse... :rolleyes:

Vogliamo che il ciclismo sopravviva? Bene, ha bisogno di queste corse strane, rassegnamoci...Protestare e boicottarle è inutile, anzi. Perfino dannoso.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Meglio dello scorso anno ma si poteva fare sicuramente meglio...una vittoria a Sanremo, Fiandre, Roubaix, Liegi, Lombardia vale quanto vincere Sochi Polonia o Eneco :nonnn:

L'anno scorso non considerarlo proprio, e se ti riferisci a 2 anni fa non è cambiato una beata mazza, se non che piò e meno, molto più, hanno solo raddoppiato il punteggio (chissà perchè...)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Amstel Gold Race, wild card per la Vacansoleil, la Skil, la Topsport, la Cervelo e la Landbouwkrediet.

Fuori la LPR di Di Luca e la Diquigiovanni di Rebellin..

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ma non sono entrambe continental NON Professional :dubbio: ?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

• Vorarlberg – Corratec (AUT)

• Landbouwkrediet – Colnago (BEL)

• Topsport Vlaanderen – Mercator (BEL)

• Andalucia – Cajasur (ESP)

• Contentpolis – AMPO (ESP)

• Barloworld (GBR)

• Ceramica Flaminia – Bossini Docce (IRL)

• ISD (ITA)

• Skil – Shimano (NED)

• Vacansoleil Pro Cycling Team (NED)

• Cervelo Test Team (SUI)

• BMC Racing Team (USA)

• Serramenti PVC Diquigiovanni – Androni Giocattoli (VEN)

Queste sono le squadre Professional che hanno ottenuto la licenza UCI per ricevere Wild Card. La Diquigiovanni c'è, la LPR no..

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Candido Cannavò in gravi condizioni

Candido Cannavò, l'ex direttore e ora editorialista della Gazzetta dello Sport, è stato ricoverato nel pomeriggio all'ospedale Santa Rita di Milano dopo avere accusato un malore mentre si trovava nella redazione del quodidiano. Le sue condizioni sono gravi.

Cannavò, direttore della Gazzetta dal 1983 al 2002, è ancora popolarissimo presso i lettori per la sua quotidiana rubrica sulla Rosea ("Fatemi capire"), oltre che per la produzione di libri di successo ("Una vita in rosa", "Libertà dietro le sbarre", "E li chiamano disabili", "Pretacci") degli ultimi anni.

da «Gazzetta.it»

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
ma non sono entrambe continental NON Professional :dubbio: ?

No sono entrambe professional :wink:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Scandaloso, nn hanno ancora capito che le classiche sn corse a parte....

Per loro la San Remo è diversa dal Trofeo Beghelli solamente per l'altimetria e il kilometraggio!! :banghead:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Alexandre Vinokourov si è laureato a Samarinda (Indonesia) campione asiatico della cronometro. Dopo il secondo posto nella prova su strada, il kazako ha vinto la crono precedendo il connazionale Andrey Mizourov di 1’40” e Eugen Wacker di 2’.

Seconda vittoria,e sempre a crono per Vinokourov al ritorno dalla squalifica,anche se gli avversari non sono fenomeni ma comunque un segnale da parte del campione kazako che ricordiamo è anche iscritto come prima riserva dell'Astana nella squadra che andrà alla Vuelta

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ma quindi Vinokurov è tornato all'Astana?A me non risulta,e nemmeno sul sito ufficiale dell'Astana

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Finora ha corso con la maglia della nazionale kazaka.. adesso pare sia la prima riserva Astana alla Vuelta..

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

15 giorni fa si diceva Che dovesse partecipare da un momento all' altro al Tour dell'Ain,poi pero' era saltato tutto...

Comunque Hushovd ha vinto l'Oslo grand prix(criterium),secondo Alexander Kristoff,terzo Arvesen,ottavo Lance al rientro

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

In effetti Vino ha partecipato al Tour de l'Ain che ha corso con la maglia della nazionale kazaka e ha vinto la crono,in pratica la prima corsa dal suo ritorno alle gare però si è ritirato il giorno successivo :smilie_daumenpos:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Riporto una news un po datata ma di una certa importanza:

Date:

03.08.2009

Description: Currently 18 teams and 14 events hold UCI ProTour licences. The licences of five teams and three events are due to expire in 2009.

All of these teams have presented applications to have their licences renewed. The teams are:

Ag2r La Mondiale (FRA) / EUSRL France Cyclisme

BBox Bouygues Télécom (FRA) / SA Vendée Cyclisme

Cofidis, le crédit en ligne (FRA) / Cofidis Compétition EUSRL

Lampre (ITA) / Bici Club Azzurro SRL

Team Milram (GER) / VeloCity GmbH

Furthermore, two new teams and one UCI Professional Continental Team have applied for UCI ProTour licences:

Team Sky (GBR) / Tour Racing Limited

Team Radio Shack (USA) / Bill Stapleton

Skil-Shimano (NED) / SMS Cycling B.V.

The candidature files will be examined by the Licence Commission and decisions on the first files announced by September.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

In pratica da quanto sopra visto che al 99,9% Team Sky e The Shack saranno pro tour, 2 delle 5 la cui licenza scadrà non la vedranno rinnovata,a meno che altre squadre non abbandonino(da questo punto di vista rischia molto la Fuji)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Spero la fuji lasci, non hanno fatto niente.

Per la skil la vedo dura salire, a meno di grossi acquisti, sempre a mio modo di vedere la bbox dovrebbe scendere di categoria.

Ag2r e milram dovrebbero rimanere, la prima ha una squadra discreta ed ha fatto bene, la seconda ha un buon potenziale.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ma guarda che la Skil se sale nel pt o meno non dipende dagli acquisti.. dipende dai soldi: se li caccia ha possibilità di salire altrimenti nisba..

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ma guarda che la Skil se sale nel pt o meno non dipende dagli acquisti.. dipende dai soldi: se li caccia ha possibilità di salire altrimenti nisba..

Parlavo di meriti, so come funziona, ma parlavo più che altro come sarebbe giusto, seguendo i livelli delle squadre, il la vedo dura era per fare una figura decente nel protuor.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente registrato per poter lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi Subito

Sei già registrato? Accedi da qui.

Accedi Adesso

  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.













×