Jump to content

Seguici su Discord

Unisciti al server Discord di PCM Italia per rimanere sempre in contatto con noi, parlare di ciclismo e vivere un'esperienza multiplayer ottimale
Unisciti al server

PCM Italia è su Tapatalk

Scarica Tapatalk gratuitamente sul tuo smartphone per consultare in maniera facile e veloce PCM Italia anche da mobile!
Leggi di più

Disponibile Pro Cycling Manager 2021

Pro Cycling Manager 2022 e Tour de France 2022 sono finalmente disponibili
Leggi di più

Petacchi fermato


davide__

Recommended Posts

Il Tas ferma Petacchi

Il Tribunale arbitrale dello sport ha squalificato per dodici mesi il velocista della Milram, trovato positivo al salbutamolo durante il Giro d'Italia dello scorso anno

0K0AI0RA--346x212.jpg

Alessandro Petacchi, 34 anni, 8 vittorie nel 2008. Ansa

LOSANNA (Svizzera), 6 maggio 2008 - Il Tribunale arbitrale dello sport di Losanna ha squalificato per un anno Alessandro Petacchi, trovato positivo al salbutamolo durante il Giro d'Italia 2007. Il ricorso era stato presentato dalla Procura antidoping del Coni in opposizione al proscioglimento disposto dalla Federciclismo.

L'ASMA - Il caso nasce da un controllo antidoping effettuato il 23 maggio dopo la tappa di Pinerolo vinta proprio da Ale-jet. Nelle urine dello spezzino fu rilevato un livello di salbutamolo, sostanza presente nei farmaci contro l'asma, di 1320 nanogrammi/millilitro, superiore al limite consentito di 1000 nanogrammi per millilitro. Un dato giustificato da Petacchi con la necessità di ricorrere a uno spray anti-asma (il ventolin). In seguito al deferimento, Petacchi fu costretto a saltare il Tour de France (al suo posto la Milram schierò Grivko al via da Londra), poi l'assoluzione della federazione e il pronunciamento della Commissione d'appello, che aveva confermato l'assoluzione dello spezzino dichiarandosi incompetente rimandando la questione al Tas.

LE VITTORIE - La squalifica decorre dal 1° novembre 2007 e scadrà il 31 agosto perché comprende i due mesi di sospensione cautelare già scontati lo scorso anno dallo sprinter. Le vittorie ottenute dalla data del controllo, il 23 maggio, ad oggi (tra le altre 2 tappe al Giro, 2 alla Vuelta, la Parigi-Tours, 3 alla Ruta del Sol, 1 alla Valenciana, 1 alla Tirreno-Adriatico e 2 al Giro di Turchia) saranno cancellate con restituzione dei premi incassati. Ma a questo punto con la stagione compromessa, si pongono parecchi interrogativi sul futuro di Petacchi alla Milram e in generale sulla sua voglia di proseguire la carriera.

SCONFORTO - "È una decisione così assurda che stiamo valutando la possibilità di impugnarla davanti al Tribunale Federale Svizzero o alla Corte dei Diritti dell'uomo di Strasburgo - ha detto subito dopo il verdetto del Tas il legale del campione ligure, Maria Laura Guardamagna, all'Agenzia Radiofonica GRT -. Ho parlato con Chiara, sua moglie e la sua reazione è stata di sconforto e perplessità".

Gazzetta.it

Link to comment
Share on other sites

Il TAS inflige un anno di squalifica a Petacchi

Il Tribunale d'arbitrato sportivo (Tas) ha squalificato per un anno Alessandro Petacchi. Lo sprinter della Milram era risultato positivo al salbutamolo durante il Giro d'Italia dello scorso anno. La sanzione comminata al velocista spezzino, che era stato assolto dalla Commissione disciplinare della federciclismo, scadra' il 31 agosto e prevede la cancellazione dei risultati che l'atleta ha ottenuto al Giro d'Italia 2007. Petacchi aveva vinto 5 tappe della corsa rosa e si era aggiudicato la maglia ciclamino. Il 34enne ha annunciato la scorsa settimana che, a causa di una tracheobronchite, non avrebbe partecipato al Giro d'Italia 2008, al via il 10 maggio a Palermo.

«E' una decisione talmente assurda che stiamo valutando la possibilità di impugnarla o davanti al Tribunale Federale Svizzero o davanti alla Corte dei Diritti dell'uomo di Strasburgo». Lo ha detto Maria Laura Guardamagna, legale di Alessandro Petacchi dopo la decisione del Tas di Losanna di squalificare il velocista della Milram per un anno. «Ho parlato con Chiara, la moglie di Alessandro - ha detto la Guardamagna all'agenzia radiofonica GRT - la sua reazione è stata di sconforto e perplessità».

Una riflessione a caldo: un anno di squalifica a Vinokourov per autoemtrasfusione e un anno per “abuso” di Ventolin. C'è qualcosa che non quadra in questa giustizia a troppe velocità e anche maledettamente lenta.

Tuttobiciweb.it

Link to comment
Share on other sites

Ma sto tas poteva riunirsi in inverno e prendere questa decisione in inverno?

Sempre prima del giro e del tour o durante arrivano sti scandali, vogliono proprio rovinarlo questo sport!!!

Poi quelli di mediaset che non hanno fatto nemmeno un servizio sulla Liegi, oggi visto che si associava il ciclismo al doping hanno fatto un servizio a studio sport. SCANDALOSO!!!!!!!!!!!

Link to comment
Share on other sites

Ma sto tas poteva riunirsi in inverno e prendere questa decisione in inverno?

Sempre prima del giro e del tour o durante arrivano sti scandali, vogliono proprio rovinarlo questo sport!!!

Poi quelli di mediaset che non hanno fatto nemmeno un servizio sulla Liegi, oggi visto che si associava il ciclismo al doping hanno fatto un servizio a studio sport. SCANDALOSO!!!!!!!!!!!

purtroppo questo normale...cmq petacchi aveva già rinunciato al giro

Link to comment
Share on other sites

fino ad adesso si sa solo questo

Patxi Vila positivo: «Vi spiego come stanno le cose»

Lo spagnolo Patxi Vila della Lampre ha confermato in una intervista concessa al quotidiano El Diario Vasco le voci che da giorni circolavano sul suo conto: «Prima che siano dette cose non vere - dice Vila - preferisco raccontare io stesso quel che è successo. Sono stato sottoposto ad un controllo a sorpresa il 3 marzo, a casa mia e in questo controllo è risultato un parametro relativo al testosterone che non corrisponde ai miei livelli abituali, registrati all'Uci. La quantità è minima, molto bassa, ma c'è».

Vila si è ritirato nei giorni scorsi dal Giro di Romandia e non è stato inserito, come invece da programma, nella formazione che parteciperà al Giro de Italia. Al giornalista Benito Urraburu, Vila ha detto ancora: «In realtà sono risultato positivo, ma fino alle controanalisi non si può dire nulla. L'avvocato (lo stesso di Petacchi) e l'endocrinologo hanno parlato di quantità minima e vogliono esaminare bene il caso. Naturalmente abbiamo chiesto le controanalisi».

tuttobiciweb.it

Link to comment
Share on other sites

Comunque credo che le vittorie di Petacchi del 2007 non siano annullate, "soltanto" le vittorie di questo inizio anno... Infatti la squalifica parte dal 1 novembre...

Link to comment
Share on other sites

Strepitoso! Per il Tas Petacchi non ha barato, ma va punito

In merito alla sentenza di condanna da parte del TAS ad Alessandro Petacchi desiderano precisare quanto segue:

“Nel determinare la sanzione applicabile a Petacchi, il TAS si dice sicuro che l'atleta non abbia assunto salbutamolo per migliorare la propria prestazione fisica, riconoscendo quindi, implicitamente, che l'atleta ha utilizzato il farmaco solo per sopperire ad una situazione di difficoltà fisica, per di più, al termine della gara.

In relazione a questa significativa premessa, la sanzione comminata pare eccessiva. Stiamo quindi valutando l'eventualità di una impugnazione”.

A prova di quanto detto riportiamo di seguito il punto 7.7 e 7.8 della decisione presa dal Tribunale arbitrale e pubblicata al sito www.tas-cas.org nella sezione giurisprudenza.

“7.7 Il Collegio è convinto che il Sig. Petacchi non sia un imbroglione e che lo sfavorevole risultato delle analisi, in questo caso, sia il risultato del fatto che il Sig. Petacchi semplicemente, e, forse in modo accidentale abbia assunto troppo Salbutamolo nel giorno del test, ma che la dose eccessiva non sia stata presa con l’intenzione di migliorare la prestazione [sportiva].

Infatti, sarebbe uno strano modo di cercare di migliorare la prestazione quello di assumere la sostanza dopo che la specifica gara si è conclusa.

7.8 Nel caso in esame, il Collegio è convinto che al Sig. Petacchi non siano attribuibili colpe o negligenze significative, perché la sua colpa o negligenza, se vista alla luce di tutte le circostanze di fatto e prendendo in considerazione il criterio dell’assenza di colpa o negligenza, non è stata significativa in relazione alla violazione della normativa antidoping. Ne consegue, pertanto, che il Collegio può ridurre il periodo di squalifica che, altrimenti, Petacchi dovrebbe scontare.”

Avv.to Maria Laura Guardamagna

Avv.to Alessandro Facchino

Tuttobiciweb.it

Link to comment
Share on other sites

Moser: Petacchi? C'è l'anarchia più assoluta

«Sono situazioni sempre difficili da giudicare e da valutare, ma ormai ci abbiamo fatto l'abitudine a queste squalifiche. Tanto fra qualche mese qualcuno dirà che Petacchi non doveva essere sospeso» dice

Francesco Moser commentando la squalifica inflitta dal Tas ad Alessandro Petacchi.

«Possiamo solo sperare che tutti si rimettano sulla retta via. Si era provato, assieme alla Pro Tour, a dare regole certe al ciclismo, ma ora prevale l'anarchia assoluta e i corridori rimangono l'anello debole della catena e sono gli unici a pagare. Per questo dico che anche gli organizzatori e i dirigenti che sbagliano dovrebbero essere mandati a casa».

Tuttobiciweb.it

Link to comment
Share on other sites

ecco, stavo postando lo stesso articolo di tuttobiciweb...

...quando leggo le sentenze della magistratura mi vengono

sempre le lacrime agli occhi...

sarà un effetto secondario della storpiatura della lingua di Dante,

o forse, più semplicemente, dell'incapacità di argomentare in modo congruente

determinate decisioni.... (e questo vale soprattutto per altre sentenze extrasportive...)

cmq... che vuol dire che il Collegio può ridurre il periodo di squalifica che, altrimenti, Petacchi dovrebbe scontare.???

Non è il collegio che decide la pena...?

Link to comment
Share on other sites

  • 2 weeks later...

Ciclismo: Petacchi e la Milram si separano

MILANO - Alessandro Petacchi e la Milram hanno deciso, consensulamente, di interrompere la loro collaborazione sportiva. Il velocista spezzino, squalificato fino al 31 agosto dal Tas di Losanna perche' trovato positivo al salbutamolo durante il Giro d'Italia 2007, ha dunque rescisso il contratto che lo legava al team tedesco. (Agr)

Link to comment
Share on other sites

  • 1 month later...

Ma la Tinkoff l'ha assunto? Eppoi guarda ke la Vuelta comincia il 30 agosto e la sua squalifica finisce il 31! Cmq scandalosissimo... Per Petacchi lo stesso periodo di squalifica di alcune bravissime persone ke però hanno il merito di nn esser nati in Italia... una sola parola: VERGOGNA! E' stato uno dei pochissimi corridori, o forse l'unico, per cui la Wada (agenzia mondiale antidoping) ha fatto ricorso in appello contro l'assoluzione... e tutti gli altri ke potrebbero essere colpevoli?

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.


×
×
  • Create New...