Jump to content
  • Sign Up

Disponibile Pro Cycling Manager 2021

Pro Cycling Manager 2021 e Tour de France 2021sono finalmente disponibili
Leggi di più

Hai già scoperto i nostri tutorial?

Come sottoscrivo una mod su Steam? Come modifico un database? Come posso creare una maglia personalizzata? Per queste ed altre domande visita la nostra sezione tutorial!
Tutorial

Seguici su Discord

Unisciti al server Discord di PCM Italia per rimanere sempre in contatto con noi, parlare di ciclismo e vivere un'esperienza multiplayer ottimale
Unisciti al server

PCM Italia è su Tapatalk

Scarica Tapatalk gratuitamente sul tuo smartphone per consultare in maniera facile e veloce PCM Italia anche da mobile!
Leggi di più

La nostra RECENSIONE di Pro Cycling Manager 2020

Leggi e guarda la nostra recensione di Pro Cycling Manager 2020, a cura di BubbaDJ
Leggi di più

MatteoJuve ai GT, Episodio 3 - Il grande ricciolo


Recommended Posts

  • Replies 149
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

 :lol: 

 

Siete fuori strada, l'Inter per provare a prendere Shaqiri doveva tagliare qualcuno e quindi parte della rosa è andata in comproprietà a qualche squadra di ciclismo, e a Luglio anziché i gradoni fanno il Tour de France; la mia storia è incentrata su lui:

sQepCQV.jpg

Link to comment
Share on other sites

Bboni...

 

 

  :biggrin: Comunque, per evitare fraintendimenti, quella su Dodò era una battuta, il Grande ricciolo è semplicemente la Grande Boucle, il Tour, la corsa che mancava a completare la mia "trilogia" sui GT 2014.

 

Non c'è bisogno di molte spiegazioni, visto che il percorso e la startlist sono quelli reali, quindi ve li presento velocemente solo per rinfrescarci la memoria :wink:

 

 

Tour 2014 - Il percorso

tour-2014-planimetria.jpeg

9 tappe di pianura - 5 tappe intermedie (1 col pavé) - 6 tappe di montagna - 1 cronometro individuale - 2 giorni di riposo

Edited by MatteoJuve
Link to comment
Share on other sites

 :mrgreen: Grande sagan99, mi hai anticipato :thumbup: 

 

 

Comunque questa mia "serie" è sui GT reali, quindi sceglierne uno di Preud'homme era scelta obbligata. :P 

 

 

 

Ecco intanto la startlist (quella reale) a cui seguirà un breve presentazione della squadra che guiderò.

 

 

Tour 2014 - La startlist

abpWwAB.png

Link to comment
Share on other sites

Astana Pro Team - Roster Tour 2014

Come probabilmente si era già capito io sarò alla guida dell'Astana di Nibali in questo Tour. Questo inizialmente doveva essere il primo episodio, che volevo giocare in contemporanea con il Tour vero, ma poi ho preso il gioco solo ad Agosto e la cosa aveva perso un po' di significato (anche perché Nibali aveva vinto nella realtà), quindi ho preferito lasciarlo per ultimo... ed eccoci qua!

f7NqbnH.png

Questi sono i nostri nove uomini, una squadra costruita intorno a Nibali, outsider per la vittoria di questa Grande Boucle che cercherà di dimostrarsi al livello di Contador e Froome e proverà ad inventarsi qualcosa per batterli. Oltre a lui ci sono tre scalatori come Fuglsang, Scarponi e Kangert; tre vallonari, Westra, Grivko e Iglinskiy; e due passisti/uomini di fatica come Vanotti e Grudzev. Non abbiamo una grande squadra in vista della tappa del pavé, ma il biker Fuglsang e Iglinskiy non se la cavano abbastanza bene, e anche Nibali dice di sentirsi all'altezza della sfida...

Edited by MatteoJuve
Link to comment
Share on other sites

L'eloquenza fatta in persona sei Matteo.

 :lol: È che per sbaglio mentre scrivevo ho inviato il messaggio, quindi per evitare di lasciare leggibile il post non completo l'ho sostituito con i puntini sospensivi fino a quando non era pronto... :P 

Link to comment
Share on other sites

A proposito, ho dimenticato di dire che per questa story si torna al normale format senza scommesse, anche perché Sauber è impegnato per 4 vite ai lavori forzati in quel di Pau (sembra che debbano alzare una montagna che arrivi allo Zoncolan per fare una funivia diretta e organizzare la famosa attrazione del volo dell'Angelo (Zomegnan))...

 

 

 

Oggi si parte con la corsa!

Link to comment
Share on other sites

E finalmente si inizia con la corsa!

 

Tappa 1: Leeds - Harrogate 190.5km

La tappa è caratterizzata da una grandissima bagarre per andare in fuga che ha come risultato il formarsi un'azione che riesca a prendere il largo e restare in avanscoperta per molti chilometri. Dalla metà della tappa poi il gruppo è rimasto sostanzialmente compatto fino agli ultimi chilometri, dove la tappa si è decisa in volata. Andiamo a vedere meglio come è andata...

Primi chilometri, o forse sarebbe meglio dire prime decine di chilometri, tiratissimi, con svariati attacchi, fughe che si formano, prendono mezzo minuto e vengono riprese, rimescolando sempre le carte. La prima fuga che supera il minuto di vantaggio e sembra poter essere quella buona è una composta da 8 uomini: quando questo avviene sono passati oltre 70km dall'inizio della tappa e sta per iniziare il primo GPM, infatti sono proprio questi 8 a giocarsi il traguardo in salita, con Gérard che passa per primo. Il distacco del gruppo è di 1'24".

IfdAnwg.jpg

Però passano pochi chilometri e il vantaggio inizia a scendere: il TV è molto vicino e Cavendish non vuole perdere l'occasione; mette la sua squadra a tirare e guadagna sugli 8, che intanto sono ancora frazionati perché Chainel e Leezer sono rimasti avanti, poi i suoi fanno addirittura il buco formando un trenino che viaggia veloce verso il GPM. Ai -2 riprendono gli inseguitori e tirano dritto, con due di loro che riescono ad agganciarsi, poi all'ultimo chilometro parte Cavendish che riprende la coppia di testa passando secondo sotto lo striscione.

5yN4Y3u.jpg

Tutta questa bagarre assottiglia fino ad annullare il vantaggio dei fuggitivi e così più o meno a metà tappa il gruppo è di nuovo compatto. A quel punto non partono più fughe, ma solo gli attacchi per prendere i punti dei due GPM: entrambe le volte si muovono Gerrans e De Marchi, che arrivano entrambe le volte in quest'ordine, l'australiano sarà la prima maglia a pois di questo Tour.

GODrTvy.jpg

Nessun tentativo nemmeno nei chilometri finali e quindi classico volatone: a 3km dal traguardo le squadre dei velocisti sono schierate per lanciare i loro uomini: la Giant di Kittel, la Katucha di Kristoff, l'Omega di Cavendish e vari altri velocisti che si attaccano ai treni degli altri; tra questi spicca Sagan.

KF5GXfy.jpg

Gli OPQS portano Cavendish proprio dietro Sagan, anche se il britannico è costretto a prendere la ruota di Navardauskas che è proprio dietro lo slovacco; Paolini, invece, essendo in posizione più avanzata, riesce a portare il suo capitano sulla ruota di Kittel; proprio in quel momento Degenkolb lancia la volata e subito si crea un buco, visto che Sagan deve rallentare e cambiare la propria traiettoria per superare Paolini, che si è piazzato lì anche con un po' di esperienza. La vittoria di tappa sembra dover essere un affare tra Kittel e Kristoff...

xSXM9sD.jpg

E con una fantastica rimonta negli ultimi metri a spuntarla è Kristoff! Inizio con sorpresa per questo Tour! Terzo Sagan, che ha recuperato un po' di metri ma inutilmente...

EZdxHzS.jpg

Link to comment
Share on other sites

Ed ecco una rubrica di commento alla tappa che ci accompagnerà per questo Tour...

 

L'uomo del giorno - Astana

Per oggi in realtà non c'è nessun uomo del giorno, visto che i nostri se ne sono stati buoni in gruppo a cercare di riposarsi e proteggere il capitano, quindi parliamo un po' della situazione in generale e soprattutto di Nibali.

La tappa è stata molto tirata e quindi dopo questa prima frazione i nostri già iniziano a sentire le prime fatiche: alcuni addirittura si trovano con freschezza Buona, altri con Molto buona e solo Westra ce l'ha ancora Ottima... speriamo che le prossime tappe diano occasione di recuperare un po', altrimenti qualcuno già è sulla buona strada per crollare nella terza settimana; comunque la tappa è stata tirata per tutti e quindi credo che anche gli altri siano più o meno nella stessa situazione, peccato solo per Nibali che aveva il -2 e quindi ha sofferto un po' ritrovandosi appunto con freschezza Molto Buona. Comunque attenzione perché la prossima tappa è tutt'altro che un piattone per recuperare!

Link to comment
Share on other sites

PROFIL.png

Tappa 2: York - Sheffield 201km

Siamo alla seconda frazione ed ecco già una tappa "mangia e bevi" con le prime fatiche per i corridori (anche se già la prima tappa non è stata proprio riposante) e un ampio ventaglio di possibili vincitori di tappa. Non dovrebbe succedere niente tra gli uomini che possono vincere il Tour, ma con tutti allo stesso tempo in classifica la maglia gialla ha buone probabilità di cambiare proprietario, più con colpi di mano che con una debacle di Kristoff, che è pur sempre il vincitore dell'ultima SanRemo.

Anche stavolta lotta serrata e prolungata per andare in fuga: al primo GPM, dopo 50km di corsa, in avanscoperta ci sono 8 uomini ma il gruppo è vicino. Passano per primi Bak e Taaramae, seguiti da Moinard e poi un quintetto con Voigt, Riblon, Vanmarcke, Terpstra e Gautier. Gruppo a 1'23" dalla coppia di testa.

7QiwREG.jpg

I 6 inseguitori vengono ripresi, mentre dal gruppo scatta Jérémy Roy che si riporta sui due. Nei successivi 35km i tre guadagnano un uleriore minuto e mezzo sul gruppo, ma allo scollinamento del secondo GPM sono solo in due: difficoltà per Bak.

eTP0CM1.jpg

Nei chilometri successivi la situazione si stabilizza, col gruppo che tiene i battistrada sotto controllo entro i tre minuti e mezzo di distacco e i due che si dividono la posta in palio ai GPM: il terzo di giornata va al francese, quello dopo all'estone. Quando il gruppo arriva al TV Kristoff regola Sagan per il 3zo posto in uno sprint tra velocisti che non soffrono questi saliscendi. L'accelerata in gruppo si fa risentire sul vantaggio dei due fuggitivi, che diminuisce.

Dopo il TV c'è l'attacco di Chavanel, seguito sulle prime rampe da quello di Bakelants, che aveva provato a prendere la ruota del francese in precedenza ma senza riuscirci. I due si riportano sulla coppia di testa: allo scollinamento Chavanel già li ha saltati ed è solo, mentre Bakelants sta per riprenderli e ce la farà prima dello striscione a pois. Il gruppo non è molto lontano.

jWbXlfl.jpg

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.



×
×
  • Create New...