Jump to content

Seguici su Discord

Unisciti al server Discord di PCM Italia per rimanere sempre in contatto con noi, parlare di ciclismo e vivere un'esperienza multiplayer ottimale
Unisciti al server

PCM Italia è su Tapatalk

Scarica Tapatalk gratuitamente sul tuo smartphone per consultare in maniera facile e veloce PCM Italia anche da mobile!
Leggi di più

Disponibile Pro Cycling Manager 2024

Pro Cycling Manager 2024 e Tour de France 2024 sono finalmente disponibili
Leggi di più

Recommended Posts

Come tutti sapete la Colombia è famosa per il traffico di stupefacenti, e da qualche tempo il problema dei trafficanti è: ma dove li spendo tutti sti soldi?

Così uno di loro (del quale non si può fare il nome), ha deciso di ingaggiarmi per creare una squadra ciclistica professionistica con l'obiettivo di portare la Colombia sul tetto del mondo del ciclismo.

E dico Colombia perchè il mio "protettore" vuole una squadra in maggioranza colombiana e guai a me se in futuro non sarà così.

Purtroppo però il budget iniziale che mi ha dato non è dei più esaltanti... sapete... tra corruzzioni e mercenari si spendono un mucchio di soldi!!!

Siamo però riusciti ad ingaggiare (costringere) molti corridori colombiani che erano rimasti senza una squadra, più alcuni nomi di spessore, quali Ardila, Duarte e Soler

Anche l'eterno Rebellin ha scelto di raggiungerci per una cifra irrisoria e la possibilità di aprire un bar sulla spiaggia alla fine della sua carriera

E infine l'ultimo degno di nota è Piero (Quiroz), un ragazzo dall'enorme potenziale sul quale puntiamo tantissimo per il futuro.

ecco una sua recente foto scattata durante la scorsa estate

001000-5.jpg

qui di seguito il roster completo del primo anno

2dsr39h.png

dico primo anno, perchè il nostro obiettivo è quello di tirare a campare per le prime stagioni, in attesa che il nostro talento Piero sbocci e ci regali molte soddisfazioni.

per questo soprattutto all'inizio, simulerò molte gare e cercherò solo di fare contento il nostro boss

(gioco a difficoltà massima con il packevo2012)

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 553
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Grande Spino!!!!Noi Managers dobbiamo essere uniti!!Ti seguo ovvio!!!Anche tu col mitico paracarro Dominguez!!!! :mrgreen: ...nella mia story ha fatto pena,spero che a te riservi qualche soddisfazione in più!

Il buon Piero cosa diventerà?

Link to comment
Share on other sites

e dopo aver fatto schifo al tour down under, dove il boss ci chiedeva di vincere la classifica a punti, eccoci alla prima corsa giocata: la Volta ao Algarve

il boss ci chiede una top10, ma abbiamo contro una startlist di tutto rispetto, da Igor Anton a Samuel Sanchez e Ivan Basso.

la piccola corsa a tappe prevede 3 tappe ondulate, una di pianura e una piccola crono finale.

noi per fare risultato portiamo il belga De Waele (75in col e unico in forma), Ardila(74col) e Pedraza(73col)

ecco alcune fasi poco dopo la partenza

2dqribc.png

ed ecco Piero, il nostro colosso colombiano di 1.99m per 80Kg (lo so, nella foto di quest'estate sembrava più basso) ma è ancora in piena fase dello sviluppo

potete anche apprezzare la nostra maglia sponsorizzata dalla Lipton

lch1u.png

nella fuga di giornata inseriamo l'alter ego di Piero, un nano colombiano di nome Baraybar strappato per pietà alle piantagioni di coca e messo su una bici da corsa.

l'obiettivo è quello di farci vedere, perciò lottiamo su tutti i traguardi volanti, ma quando capiamo che la fuga prende consistenza è troppo tardi, e il nostro nano è stracotto

(consiglio: di solito per capire se una fuga arriva, prendo i chilometri mancanti e li divido per 10. se il risultato è minore dei minuti di vantaggio moltiplicati per 10, la fuga probabilmente arriva.

esempio ai 30km dovreste avere più di 3min, ai 20km più di 2 ecc ecc. questa cosa non vale in montagna)

34inwuw.png

la fuga infatti arriva con il nostro nano che dai -10 si attacca alla ruota del francese Pichot (il più veloce del gruppo)

qqspyd.png

e sarà proprio Pichot a vincere con Baraybar che affonda in coda al gruppetto.

4h5pus.png

tutto sommato Baraybar non è male e se saprà gestire i 2.20 che ha di vantaggio sul gruppo, potremo portare a casa il primo obiettivo stagionale

Link to comment
Share on other sites

Grande Spino!!!!Noi Managers dobbiamo essere uniti!!Ti seguo ovvio!!!Anche tu col mitico paracarro Dominguez!!!! :mrgreen: ...nella mia story ha fatto pena,spero che a te riservi qualche soddisfazione in più!

Il buon Piero cosa diventerà?

Piero l'ho dovuto creare modificando il database

dopo 2 giorni che continuavo a creare nuove carriere per cercare un colombiano dal grande futuro (senza trovarlo) ho deciso di farmelo io.

i limiti li ho messi a 84in montagna, 81 col e 78cronometro, poi res rec ecc ecc sono un po' più bassi.

uscirà un gran corridore, ma il mio obiettivo è fare la tripletta e volevo farla prima di avere i capelli bianchi

cmq, siccome è la mia prima story.... prenderò in considerazione ogni consiglio

Link to comment
Share on other sites

_ la seconda tappa è classificata come collinare, ma presenta solo un'asperità nei primi chilometri. Invece succede il patatrac. Baraybar crolla!

per lo meno abbiamo Pedraza e il belga che reggono bene.

_ a questo punto simuliamo anche la terza e arriva incredibilmente la prima vittoria per la nostra squadra con il belga De Waele che vince una volata ristretta con tutti i migliori.

_ la quarta non succede nulla ed arriviamo all'ultima crono di 20Km con Pedraza 8° e De Waele 10°

entrambi non sono cronoman, ma ci conforta il fatto che anche la concorrenza non è messa bene.

qui vediamo Malori che è stato per molto in testa alla classifica e che a metà strada aveva già superato colui che lo precedeva

2w2ppuc.png

ed ecco il campione lituano Konovalovas (una mia vecchia conoscenza) che a fine gara sarà secondo

bdwu4h.png

gara vinta da Hincapie, mentre noi otteniamo solo un 18° posto.

come speravamo però centriamo la top10.

Pedraza guadagna una posizione nella crono ed arriva 7°

ne perde una il belga che esce dai 10, ma ciò che conta è che abbiamo centrato il primo obiettivo stagionale

Sponsor contento e per un po' siamo tranquilli.

2dl8yfk.png

Link to comment
Share on other sites

Ho iniziato una carriera identica :shock2: Mi leggi nel pensiero ? :mrgreen: Solo che io li ho tutti sudamericani.

hahaha, prima volevo fare una specie di all black, ma poi non potevo mandare scout in nuova zelanda.

poi ho pensato ad una squadra giapponese, ma non suonava bene.

alla fine... ho optato sui colombiani..

nel frattempo non ci vogliono in nessuna corsa

ne alla milano sanremo... e qui la scelta è condivisibile,

nè al criterium international

quindi, altri 2 obiettivi mancati

il prossimo obiettivo è il giro d'italia. speriamo che almeno li ci prendano!!

Link to comment
Share on other sites

nel frattempo siamo giunti a metà aprile, ed abbiamo già trovato uno sponsor per l'anno prossimo.

è uno sponsor Colombiano di fama internazionale che ci garantirà circa 4M l'anno

(in confronto ai 360.000 del primo anno, direi che abbiamo trovato una gallina dalle uova d'oro)

nel frattempo al giro non ci hanno invitato e le gare non vanno molto bene. le stiamo simulando tutte e non sono arrivati piazzamenti degni di rilievo.

a fine maggio però c'è un obiettivo dello sponsor: il Tour del Lussemburgo, al quale siamo invitati!!

vogliamo fare bella figura e decidiamo di portare Duarte, il leader della nostra squadra.

per prepararlo a dovere, lo portiamo al tour della california (dove seguiremo la penultima e unica tappa di montagna)

Link to comment
Share on other sites

Siamo sfortunati: al california c'è il meglio del ciclismo: Contador, i 2 Schleck, VdB, Vinokurov in maglia gialla, Cunego, Evans, Rodriguez, Horner.. potrei stare qui delle ore.....

noi partiamo dalla 21esima posizione in classifica e quasi quasi ce ne freghiamo della gara perchè il panorama che ci offre la california è splendido.

34ozp52.png

la Astana controlla la gara e va a riprendere la fuga del mattino dove c'era anche uno dei nostri.

2z4mrcw.png

Andy, Contador e Vinokurov provano a dare una scossa e cercano di andarsene sullo strappo finale.

noi resistiamo a fatica con Duarte che si aggrappa agli altri ciclisti per rimanere in scia

k9denn.png

Qui dall'alto vediamo benissimo la situazione

Contador ha staccato Vinokurov e Schleck.

poco dietro Cunego, l'altro Schleck, Van der Broeck e Duarte.

infine si scorge la maglia rossa di Evans che capeggia un gruppetto con Horner, Rodriguez e altri

2qw32g6.png

e le posizioni rimarranno queste fino all'arrivo con il solo Frank Schleck che riesce con uno scatto a sopravanzare il fratello

la generale ci vede al 15° posto. peccato perchè per 1 minuto nn rientriamo nella top ten.

a stasera con l'avvicinamento al Tour De Luxembourg

Link to comment
Share on other sites

ma anche io ho problemi con le immagini, a volte le fa vedere altre no. avete altri host di immagini da consigliarmi?

ora stò usando tynipic, che ha questo problema

su imageshack mi dicono che dopo un po' ti cancellano le immagini

c'è altro in circolazione?

Link to comment
Share on other sites

image.png

ed eccoci ad uno dei nostri obiettivi.

lo Skoda Tour de Luxembourg

Duarte si presenta in splendida forma, ma per sicurezza ci portiamo dietro anche Soler

si inizia con un prologo, e vedendo Bonnet capiamo subito che è una giornata strana.

non devono avergli spiegato che durante una crono, non ci si rimbocca le maniche!!!

evidentemente non ha ambizioni di classifica

PCM0013.png

tutti i nostri non sfoggiano abilità in questa disciplina e sono tutti fuori dalla top ten

ma ecco che parte il capitano Duarte

PCM0017.png

il tempo da battere è quello di Veikkanen che mantiene la prima posizione virtuale fin dalle prime battute della prova.

in rapida successione lo superano prima Roux e poi Ovechkin

ma il nostro Duarte beffa tutti e si piazza in prima posizione

qui sotto lo vediamo mentre cerca di farsi vedere più alto durante le foto di rito

PCM0018.png

prima vittoria "sul campo" per i Colombianos!!!

Link to comment
Share on other sites

Bene bene secondo me è perchè si è fatto prestare la bici da Wiggins :tongue:

occhio lungo....

nel frattempo si è concluso il Giro d'Italia.

Ha vinto Scarpoi..... su Cobo Acebo e Menchov :dubbio:

questo Pinotti.... :stelle:

Basso 7° e Nibali 10° :banghead:

se mi davano la wild card potevo lottare per il podio....

ma torniamo al nostro tour.

abbiamo simulato la seconda e terza tappa.

ora il leader è Pauriol con 1 secondo di vantaggio su Duarte, e altri 2 dei nostri sono in top 10.

a tra poco con la quarta e penultima tappa

Link to comment
Share on other sites

Che tappa quella che vi stò per raccontare

se ci fosse stata, la DeStefano si sarebbe emozionata ed avrebbe obbligato i telespettatori ad ascoltare per oltre 15 minuti le sue paranoie sugli eroi che si alzano sui pedali e bla bla bla

ma partiamo dall'inizio.

è un cielo plumbeo e colmo di pioggia quello che accompagna gli atleti in questa quarta tappa. nonostante ciò molti spettatori attendono il passaggio dei corridori fuori dalle loro case.

PCM0019.png

poco dopo la partenza è andata via la fuga di giornata. In un primo momento la FdJ controlla la corsa, poi tra un rifornimento e l'altro ci accorgiamo che i fuggitivi hanno preso inspiegabilmente un vantaggio quasi incolmabile. Guardiamo come sono piazzati gli attaccanti e constatiamo il peggio: sono tutti intorno al minuto di distacco in classifica. 15 uomini al comando: sarà dura riprenderli

non abbiamo la squadra per tirare, ma abbiamo parecchie punte al nostro arco.

decidiamo di aspettare la prima delle 4 salitelle che disegnano il finale di gara e lanciamo Soler

PCM0020.png

come ci aspettavamo la FdJ non ci fa partire facilmente, ma Soler riesce in ogni caso a staccarsi dal gruppo quando mancano 50Km all'arrivo.

un grande Mauricio riprende piano piano molti vagoni del treno di fuggitivi che pian piano sta perdendo pezzi, mentre dietro FdJ e Cofidis stanno forzando il ritmo

PCM0021.png

ai -20, un Soler sempre in rimonta, è però lui stesso rimontato dal gruppo, che stava andando a tutta

PCM0022.png

ed è proprio a causa dell'alta velocità e di un gruppo di fuggitivi ripresi che allo scollinamento si crea un buco, putroppo per noi Duarte rimane attardato in un secondo gruppetto

qui sotto lo vediamo mentre cerca di ricucire sulla coda di quello che non si può più defiire plotone

PCM0023.png

durante la discesa Duarte rientra, e poco dopo rientra anche il belga De Waele che scortato da un gregario si mette prima a tirare e all'imbocco dell'ultima salita, ai -10, scatta all'attacco

PCM0025.png

il belga se ne va, dietro la FdJ torna a fare il ritmo e come al giro precedente Duarte perde contatto allo scollinamento. ma ora non ci sono più pause, c'è solo una lunga discesa fino all'arrivo che tutti stanno facendo a tutta per andare a prendere De Waele.

ai -7 la situazione vede ancora davanti 2 fuggitivi con circa 2 minuti sul nostro belga. poi dietro 2 uomini FdJ e dietro ancora un minigruppetto tirato solo dal nostro Duarte.

il sogno finisce ai -5

il lavoro di squadra paga e la Fdj riprende con Roux e Pauriol il nostro uomo

i 2 francesi preparano lo sprint, con Roux che lo lancia lontanissimo.

De Waele è cotto e non ce la fa a tenerne le ruote e poco dopo viene saltato anche da Pauriol

PCM0026.png

davanti vince l'highlander Vantomme! Qui in lussemburgo tutti si guardano in faccia quando lo speaker annuncia il suo nome, ma nessuno lo conosce.

secondo si piazza Roux a 30sec che in volata sopravanza l'altro fuggitivo rimasto, Van Zandbeek. quarto Pauriol e al 5° posto finisce De Waele

Duarte arriva col suo gruppo a 1.20

la generale tuttavia ci sorride.

dovevamo ottenere una top 10, ed abbiamo De waele al 4° posto, Duarte al 6° e Soler al 12°

in cima alla classifica c'è proprio quello sconosciuto che ha vinto la tappa di oggi.

l'ultima tappa pianeggiantem la simuleremo tra poco, ma non dovrebbe succedere nulla

Link to comment
Share on other sites

l'ultima tappa arriva in volata, ma il nostro Duarte deve aver preso qualche abbuono, perchè alla fine del giro è 5° in generale, subito dietro a De Waele.

obiettivo centrato ed ora si intravede davanti a noi una Estate di vacanza

al Tour molto probabilmente non ci vorranno, al toru de Wallonie ci han già detto no, e dopo lo sponsor vorrebbe fare la Vuelta.

siccome quest'anno non verremo promossi e siccome non voglio affaticare troppo i miei baldi giovani, mi sa che ci si rivede con le gare giocate in autunno

Link to comment
Share on other sites

ma anche io ho problemi con le immagini, a volte le fa vedere altre no. avete altri host di immagini da consigliarmi?

ora stò usando tynipic, che ha questo problema

su imageshack mi dicono che dopo un po' ti cancellano le immagini

c'è altro in circolazione?

A me con imageshack è successo che dopo aver uppato 500 immagini non c'era più spazio, ma non te le cancella il sito (almeno spero); sono stato io che per fare spazio le ho cancellate (credendo che i link rimanessero attivi). Comunque anche a me alcune immagini me le visualizza ed altre no :dubbio: ...

Link to comment
Share on other sites

A me con imageshack è successo che dopo aver uppato 500 immagini non c'era più spazio, ma non te le cancella il sito (almeno spero); sono stato io che per fare spazio le ho cancellate (credendo che i link rimanessero attivi). Comunque anche a me alcune immagini me le visualizza ed altre no :dubbio: ...

ora ho trovato questo sito http://postimage.org/ che sembra funzionare meglio.

per quanto riguarda la story.... siamo stati incredibilmente invitati alla Vuelta!!!

li portiamo Duarte per fare classifica, mentre lo sponsor vuole riuscire a portare la maglia di miglior scalatore, e per quell'obiettivo portiamo Gil Martinez.

questo Gil Martinez è un veterano di 35 anni che è incredibilmente cresciuto parecchio in questa prima parte della stagione, ed ha un margine ancora notevole.

seppur avanti con l'età, pensiamo che possa crescere ancora un po' e restare un bel corridore ancora per un paio di stagioni

gil_martinez.jpg

inoltre si è aperto il mercato, e per la prossima stagione ci siamo accapparrati 7 colombiani (5 dal mercato + 2 giovani)

di questi gli unici degni di nota sono Leonardo Douque e Ardila Cano

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.



×
×
  • Create New...