Jump to content
  • Sign Up

Disponibile Pro Cycling Manager 2021

Pro Cycling Manager 2021 e Tour de France 2021sono finalmente disponibili
Leggi di più

Hai già scoperto i nostri tutorial?

Come sottoscrivo una mod su Steam? Come modifico un database? Come posso creare una maglia personalizzata? Per queste ed altre domande visita la nostra sezione tutorial!
Tutorial

Seguici su Discord

Unisciti al server Discord di PCM Italia per rimanere sempre in contatto con noi, parlare di ciclismo e vivere un'esperienza multiplayer ottimale
Unisciti al server

PCM Italia è su Tapatalk

Scarica Tapatalk gratuitamente sul tuo smartphone per consultare in maniera facile e veloce PCM Italia anche da mobile!
Leggi di più

La nostra RECENSIONE di Pro Cycling Manager 2020

Leggi e guarda la nostra recensione di Pro Cycling Manager 2020, a cura di BubbaDJ
Leggi di più

[CYM09]Da Uno a Tre


Recommended Posts

La mia avventura è iniziata tre stagioni fa, per scommessa mi sono messo alla guida della Tinkoff assieme a Giancarlo Perini, la prima stagione ci ha visti salire alla Top Class, il Pro-Tour, la seconda ci ha visti vincerlo senza avendo grandi campioni in squadra ma portando a casa risultati di prestigio come la vittoria alla Tirreno-Adriatica ed al Giro di Svizzera ed il secondo posto al Giro d'Italia, una lotta vinta sul filo di lana sull'Astana di Vinokurov.

Lo scorso anno la Tinkoff ci ha abbandonato e abbiamo creato la prima squadra totalmente russa del circuito professionistico, la 1TV, una stagione sempre sul piccolo schermo grazie ai programmi televisivi che ci hanno seguito, alla bella Ludmilla, allo scalmanato Tonkov, ed a tutti gli ospiti che ci hanno fatto compagnia nel proseguo della stagione, fra i quali ricordiamo con simpatia Vido, Camenzind e, sicuramente il più preparato, Wolfwood.

Una stagione piena di soddisfazioni, con Flecha che vince tutte le classiche Pro-Tour alle quali partecipa, eccezzion fatta per la Classica di San Sebastiano, lo spagnolo infatti scrive il suo nome nell'albo d'oro del Giro delle Fiandre, della Gent-Wevelgen, della Liegi, della Classica di Plouya, della Classica di Amburgo, della Classica di Zuriga, della Parigi Tours e non contento mette la zampata anche sul Lombardia, senza dimenticare la maglia verde al Tour del France. 22 vittorie stagionali per lo spagnolo che è il più vincente della stagione, che è il vincitore del Pro-Tour davanti a Cadel Evans che porta a casa Tour e Vuelta. A livello di squadra ci giochiamo con la CSC la vittoria finale, ma già ad inizio settembre i giochi sembrano fatti. Nei grandi giri sorprendente prova di Kiryenka al Giro d'Italia dove si piazza settimo dietro a tanti campioni, ma ancora meglio fa John Gadret secondo al Tour del France dove non è mai stato staccato su nessuna salita e solo le cronometro gli levano la maglia gialla, un po più deludente la Vuelta che Pasamontes ottavo, lo spagnolo non è mai stato in corsa manco per il podio.

A livello personale ho anche la soddisfazione di aver portato la squadra russa alla vittoria dei campionati mondiali, Kolobnev ha staccato tutti all'ultimo giro ed è riuscito a mantenere un vantaggio sufficente per portare a casa la maglia iridata, meno bene a cronometro dove la nostra punta, Gusev, non ha preso il via per infortunio, migliore dei nostri nella specialità contro il tempo Ignatiev settimo.

f_04.jpg

Ma basta parlare della stagione passata, anche se non si può scoprire il futuro senza sapere da dove arriviamo...

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 77
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Cominciamo con la presentazione delle squadre questa nuova avventura, se fino allo scorso anno eravamo l'unica squadra russa oggi non è più così, oltre alla già annunciata squadra Continental che ci farà da vivaio, la 2TV-Vini Valtidone, un'altra formazione arriva con prepotenza nel mondo del ciclismo, il Team Katusha, una squadra con molti campioni dove si è accasato anche Trussov, corridore al quale avevamo deciso di non rinnovare il contratto.

Lo scorso anno dal Pro-Tour erano retrocesse in serie minore Ag2r e Bouygues, al loro posto promosse al Pro-Tour le prime due della classifica Continental, Agritubel e Garmin-Splipstream. La Saunier Duval cambia nome in Fuji e pertanto la sua licenza resta alla squadra spagnola, mentre Gerolsteiner e Credit Agricole si ritirano lasciano due posti vacanti, ora la scelta è: come decidere chi prenderà il loro posto? Si salvano le due squadre retrocesse? Si fanno salire la terza e la quarta del Continental? o forse è meglio scegliere due neo-team di prestigio come la Katusha e la Cervelo?

Questa situazione tiene banco, quasi tutte le squadre unite contro la terza soluzione, chi viene dal nulla deve farsi la gavetta e meritare di dimostrare, pertanto la Katusha che già sperava di correre fra i Big dovrà sudare nel Continental, dopo giorni di discussioni la decisione è presa: la terza e la quarta del Continental saliranno nel Pro-Tour, e così Acqua & Sapone e CSF fanno la loro comparsa nel ciclismo che conta che cercare di restarci.

Ed ecco le squadre che parteciperanno al Pro-Tour, con il taglio di Budget sulle trasmissioni televisive noi non potremo avere MTV come sponsor secondario, il suo posto viene preso da una prestigiosa casa automobilistica Russa, la Gaz Volga.

i_01.jpg
Link to comment
Share on other sites

Certo ke infamata che hai fatto ai tuoi cugini russi gli hai lasciati in continental

Essendo il gioco diverso dalla realtà, ovvero non prende la licenza chi paga di più che chi va più forte, ho optato per la scelta che mi sembrava più logica, tutto qua :wink:

Link to comment
Share on other sites

Arrivano notizie dall'UCI, quest'anno il calendario Pro-Tour viene modificato e spalmato su tutta la stagione, alcune corse storiche vengono tolte dal calendario, l'UCI ha fatto in modo che per ogni mese ci siano 10 giorni delle corse che contano ogni mese, eccezzioni sono Gennaio e Ottobre, l'inizio e la fine della stagione, ed i mesi dei Grandi Giri ovvero Maggio, Luglio e Settembre.

Ecco come si presenta quindi il nuovo calendario.

Gennaio

20/01 Tour Down Under (6 tappe)

Febbraio

11/02 Giro del Mediterraneo (5 tappe)

15/02 Vuelta a Andalucia (5 tappe)

Marzo

08/03 Parigi - Nizza (8 tappe)

21/03 Milano - Sanremo

29/03 Gran Premio Llodio

Aprile

05/04 Giro delle Fiandre

08/04 Gent - Wevelgen

12/04 Parigi - Roubaix

19/04 Amstel Gold Race

22/04 Flecha Wallone

22/04 Giro del Trentino (4 tappe)

26/04 Liegi - Bastogne - Liegi

Maggio

09/05 Giro d'Italia (21 tappe)

Giugno

07/06 GP du Canton d'Argovie

13/06 Giro di Svizzera (9 tappe)

Luglio

04/07 Tour de France

Agosto

01/08 Classica di San Sebastiano

16/08 Classica di Amburgo

18/08 Eneco Tour (8 tappe)

Settembre

19/08 Vuelta de Espana

Ottobre

11/10 Parigi - Tours

12/10 Giro di Lombardia

Link to comment
Share on other sites

Delfinato levato dal calendario Pro-Tour, così come Tirreno, Romandia, Giro di Polonia, Paesi Vaschi, Vuelta Catalunya e Gp di Plouya, queste restano come Gare Continental di prestigio.

Pure la Tirreno! hai fatto una rivoluzione in tutto e per tutto

Link to comment
Share on other sites

Mosca, Hotel Metropol a pochi passi dalla Piazza Russa, come ogni anno avviene la consueta presentazione della squadra prima della partenza per il ritiro pre-stagionale che quest'anno si svolgerà in Nuova Zelanda.

A presentare la serata una nostra vecchia conoscenza, Ludmilla Radchenko.

top7.jpg

Come ogni anno una festa vera e propria, negli anni scorsi la parte musicale era stata affidata dapprima a Fiordaliso e poi a Noelia, mentre nell'ultimo anno nella diretta su MTV non c'erano ospiti, quest'anno la Channel 1 Russia ha ingaggiato Lady Gaga, sia Fiordaliso che Noelia erano passate sotto le mani, chiamiamole mani, di Brutt, chissà se anche questa avrà il suo dafare col folletto Russo.

Lady%20GaGa.png

Arriva il momento tanto atteso, la presentazione della squadra, ma avendo anche una squadra Continental viene prima presentata questa, capitanata da Evgueni Petrov, per anni nostro leader, che dovrà far da chioccia a nove giovani trementi. Ma la prima sorpresa è il DS dichiarato, Pavel Tonkov, poveri giovani.

I nomi sono tutti poco noti nel mondo del ciclismo, tutti ragazzi dai 19 ai 23 anni, fra questi spicca Yegor Denisenko, alla sua terza stagione fra i professionisti, dalla prima squadra è stato retrocesso coi ragazzini per mancanza di risultati. Aleksey Radchenko è il giovane del gruppo, solo 17 anni, approdato alla squadra perchè cugino di Ludmilla, ma la vera attrazione della squadra è un giovane algerino Azedine Lagab, 23 anni campione nazione sia su strada che a cronometro, ma il confronto col ciclismo che conta sarà diverso di quello fatto ad evitare cammelli.

Signore e Signori la 2TV - Vini Valtidone

i_02.jpg

Uno di questi ragazzi, Petrov escluso, a fine stagione passerà in prima squadra, sarà la strada a decidere chi, colui che otterrà i migliori piazzamenti sarà il prescelto, un'occasione d'oro per questi ragazzi.

Link to comment
Share on other sites

Ed eccoci al momento tanto atteso, la prima squadra viene presentata, dapprima la maglia che ci accompagnerà in questa avventura, maglia creata dallo stilista del mondo del ciclismo GrillodiLivorno.

maglia.jpg

Tocca poi ai nostri ragazzi, dapprima i tre campioni nazioni nelle nostre file, Mick Ignatiev campione Russo, Juan Antonio Flecha campione Spagnolo e John Gadret campione Francese. Seguono tutti i ragazzi che erano con Noi anche l'anno passato, da Brutt a Serrano, da Chernethsky a Commesso e così via, prima di arrivare alla presentazione dei nomi arrivi.

I primi due sono un ritorno dopo un anno di lontananza, Cadamuro e Ruggero Marzoli quest'ultimo di ritorno da una squalifica a nostro modo di vedere ingiusta, seguono poi i nuovi russi giunti alla nostra corte, Arekeev e Khatuntsev, poi i giovani italiani Belletti e Moser.

E per finire il nome che tutti attendono, il suo ingaggio era stato annunciato al Tour de France dello scorso anno, ed ora è qua a vestire la maglia 1TV, Alberto Contador.

Signore e Signori la 1TV-Gaz Volga

i_03.jpg
Link to comment
Share on other sites

Dopo la grande festa, dopo che Pavel è riuscito a mettere anche Lady Gaga nel suo Palmares siamo partiti per la Nuova Zelanda, dieci giorni di allenamento intensivo in preparazione del Tour Down Under, alla fine del ritiro i ragazzi che parteciperanno alla corsa Australiana si trasferiscono direttamente a Sidney mentre gli altri tornano in Italia per preparare le corse successive.

Ecco la lista dei ragazzi che parteciperanno alla corsa dei canguri, Serrano Capitano che cercherà di fare la differenza nell'unica tappa mossa della corsa, Samuele Marzoli leader per le volate con Rapinski a guidarlo, Ruggero Marzoli e Rovny potrebbero cercare la maglia di miglior scalatore.

aus_01_01.jpg

Tour Down Under 1^Tappa

Arriviamo all'esordio stagionale, si sono già corsi i campionati australiani con le vittorie di Evans a cronometro e di Davis nella prova su strada, al Down Under presenti molti velocisti di rango, Cavendish e Boonen in testa, e da tenere d'occhio un sempre pericoloso Fabien Cancellara.

Fuga del Mattino con il nostro Ruggero che cerca di inserirsi, passa terzo ad un traguardo volante ma non riesce a fare punti sul primo GPM di giornata, passerà primo Cancellara, sempre lo svizzero a metterci i bastoni fra le ruote, quando si avvicina il secondo ed ultimo GPM di giornata la fuga viene ripresa, dall'ammiraglia scatta l'ordine a Rovny che fino a quel momento ha scortato Serrano "vatti a prendere i punti", Ivan non se lo fa ripetere e sul GPM transita primo davanti ad Hoste.

aus_01_02.jpg

Rovny si rialza mentre Hoste ci prova assieme ad altri corridori, ma oggi come si poteva supporre sarà volata, i nostri ragazzi cercano di organizzare un piccolo treno, Rapinski prende la ruota di Hunt della Cervelo, alla sua Samuele Marzoli. La volata viene lanciata, ai 200 metri Rapinski cerca di sopravanzare il britannico senza successo, ai 100metri è Marzoli a lasciare la ruota del compagno di squadra per cercare un piazzamento ma purtroppo non pare essere in forma, delusione per lui che non riesce neppure a sopravanzare il meno quotato compagno di squadra.

Vittoria di Tom Boonen davanti ad Oscarito Freire e ad Elminger, quest'ultimo corridore della Ag2r qua grazie ad una Wild Card, oltre alla squadra francese invitate anche la LPR, la Cervelo e la Katusha.

aus_01_03.jpg

Docicesimo posto per Rapinski appena dietro a Feillu della Agritubel, Samuele Marzoli tredicesimo.

aus_01_04.jpg

Generale e maglia a punti sulle spalle di Boonen, maglia GPM portata da Cancellara anche se lo svizzero ha gli stessi punti del nostro Rovny, per Cavendish maglia giovani. In generale spicca il quinto posto di Ruggero Marzoli grazie all'abbuono al traguardo volante.

aus_01_05.jpg

Tappa dalla quale non potevamo chiederci di più. non abbiamo la potenza necessaria per lottare in volata, su sei tappe di questo tour probabilmente per cinque saremo spettatori e ci giocheremo tutto nell'unica tappa un po mossa. Un peccato per la maglia GPM ma Rovny è deciso a portarla a casa.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.



×
×
  • Create New...