Jump to content
  • Sign Up

Disponibile Pro Cycling Manager 2021

Pro Cycling Manager 2021 e Tour de France 2021sono finalmente disponibili
Leggi di più

Hai già scoperto i nostri tutorial?

Come sottoscrivo una mod su Steam? Come modifico un database? Come posso creare una maglia personalizzata? Per queste ed altre domande visita la nostra sezione tutorial!
Tutorial

Seguici su Discord

Unisciti al server Discord di PCM Italia per rimanere sempre in contatto con noi, parlare di ciclismo e vivere un'esperienza multiplayer ottimale
Unisciti al server

PCM Italia è su Tapatalk

Scarica Tapatalk gratuitamente sul tuo smartphone per consultare in maniera facile e veloce PCM Italia anche da mobile!
Leggi di più

La nostra RECENSIONE di Pro Cycling Manager 2020

Leggi e guarda la nostra recensione di Pro Cycling Manager 2020, a cura di BubbaDJ
Leggi di più

[PCM09 STORY] Una squadra per ripartire


Recommended Posts

slovenia1.jpg

Buonasera, oggi per la nostra rubrica sportiva serale abbiamo come ospite il nuovo team ciclistico italo-sloveno Splugen-Mobitel, che quest'anno si è messo molto bene in mostra con giovani come Bole e Mugerli, prima di passare alle interviste ecco il servizio che abbiamo preparato

.......

Ehm.... scusate, c'è stata un pò di confusione, eccolo...

L'avventura nel ciclismo che conta della Splugen Mobitel nel ciclismo professionistico inizia nel migliore dei modi, al Gp Ouverture Mugerli è protagonista di una fuga da lontano al termine della quale stacca i compagni d'avventura con una discesa spericolata e torna a successo dopo 3 anni

4472775_540x479.jpg

A Grosseto è Bole a tirar fuori le unghie, ma nella volata della seconda tappa trova sulla sua strada un Pietropolli troppo in forma, e si deve accontentare del 2° posto, sarà anche 5° in classifica generale, con Illiano 7° e Sobal 9°

4508678_640x526.jpg

A Laigueglia c'è ancora Pietropolli sulla stada della Splugen, Mugerli resiste nel gruppo di testa ma in volata deve accontentarsi del gradino più basso del podio

4547688_800x600.jpg

Grega finalmente centra il successo in Sardegna, battendo Elmiger in volata, sarà 2° nella generale dietro Luca Paolini per questione di abbuoni

4553445_800x600.jpg

A Lugano torna Mugerli, con una discesa delle sue a battere i 9 corridori che con lui si erano avvantaggiati sull'ultima salita, fra cui anche il bielorusso Sobal

4585771_800x600.jpg

Bene torniamo in studio, con i Ds della squadra, Mario Albeni e Claudio Marchini. Un inizio di stagione ottimo, con Mugerli che sorprende tutti con due vittorie in semiclassiche di un certo prestigio

MA: Sì, Matej è partito con una forma fenomenale, sapevamo che poteva avere questi colpi, ma non pensavamo che sin da subito volasse così. Ma tutta la squadra nel complesso va forte, anche quelli che fin qui hanno raccolto pochi piazzamenti

Mugerli: Sapevo che dovevo riscattarmi dopo due stagioni deludenti, in cui avevo raccolto poco, la mia vecchia squadra non ha voluto tenermi, ma io ho continuato ad allenarmi per essere in forma se qualcuno mi avesse chiamato. Ora i risultati stanno arrivando e non mi importa se per ottenerli sono dovuto scendere di categori

Una squadra costruita con molti senza contratto italiani, più parte del vecchio blocco Perutnina, e imperniata su questo dualismo fra italiani e sloveni. E' stato un problema o una risorsa?

CM: Qualche problema c'è stato, soprattutto linguistico, visto che solo Matej parlava entrambe le lingue, ma non si può certo dire che si siano creati due gruppi contrapposti, o una rivalità, anche se gli sloveni sono partiti più forti questo non è stato sentito come un problema dai loro compagni italiani.

Per il prosiego della stagione a cosa puntate?

MA: Correremo soprattutto il calendario italiano, con qualche puntata all'estero, ovviamente il Giro di Slovenia, più qualche altra corsa, in particolare nella penisola iberica, correremo molte corse in linea, dove con Bole, Illiano, Mugerli, Ghisalberti e Osella siamo ben attrezzati, nelle gare a tappe dovrebbero essere invece Pedraza e Mahoric a cercare il risultato, non dovremmo partecipare a corse pro tour, visto che per quest'anno l'organico non ci consentirebbe di competere con i big.

Per la prossima stagione si pensa a ingrandire la squadra?

MA: Non saprei, molto dipende da se otterremo risultati soddisfacenti, si dal punto di vista sportivo che di marketing, visto che il budget dipende dagli sponsor, comunque speriamo di ingaggiare qualche nome importante e magari correre il Giro d'Italia, che diventerebbe l'obiettivo centrale della stagione

Grazie al team Splugen Mobitel per la disponibilità e a voi che ci avete seguito da casa, arrivederci a domani sera, con una panoramica sulle migliori speranza del Canoa Polo sloveno

Link to comment
Share on other sites

Prossimo appuntamento la Nokere Koerse, corsa belga in linea, eggermente vallonata e con arrivo su una salitella

4796601_467x162.jpg

Mario: Allora, siamo in Belgio, l'università del ciclismo, cerchiamo di tenere chiusa la corsa, che su uno strappetto come quello finale Grega ha pochi rivali, nei km finali Sergio e Gregor possono fare da stopper

Nella fuga del mattino si butta Osella, con lui Voss, Hansen e Tronborg

4796604_798x573.jpg

A 40km dall'arrivo si riportano sui 4 Roberts, Laurent, Ladagnous, Tjallingi, Cornu e Sutherland, il primo prova anche a tirare dritto, ma senza successo

4796590_798x573.jpg

Ma gli Splugen insieme ai Landbouwkredit controllano la corsa, e ai -10 il gruppo torna compatto, ciè allora spazio per un allungo di Weylandt

4796600_798x573.jpg

Nessuna squadra sembra capace di prendere in mano la situazione, allora Bole chiama Ghisalberti

GB: Sergio, ne hai?

SG: Sì, non ho tirato

GB: Allora anticipiamo lo sprint, portami davanti

E così Ghisalberti e Bole provano ad anticipare la volata, con gli ISD tirare per Abakoumov

4796602_798x573.jpg

Grega sullo strappo finale non cede un metro, anzi, Abakoumov deve accontentarsi del secondo posto, Ghisalberti non si pianta e va a prendersi la terza piazza

La Nokere Koerse è di Bole

4796603_798x573.jpg

4796605_269x255.jpg

Link to comment
Share on other sites

Ancora nel nord europa, questa volta sul Reno per la Rund um Koln, corsa per velocisti, ovviamente Bole capitano

4806621_466x165.jpg

Fuga da lontano, per stare coperti ci entra un uomo veloce come Allegrini, con lui Kvachuk, Murer, May, Bartlomiej, Frohlinger, Bertling

4806614_823x585.jpg

Verso i 40 al traguardo l'azione dei sette si spegne, si sgancia allora un altro gruppetto, con dentro Martin, Thomas Guldhammer, Murn, Stevenson, Sutherland, Possoni, Rheis, Schillinger e Zielinski

4806615_823x585.jpg

Mario: Qualcuno ne ha per lanciare Grega?

Gazvoda: No, vanno troppo forte, non ce la facciamo a risalire

Così il treno è quello della Milram, con Fothen a lanciare Voss, e Wagner a provare l'anticipo

4806622_823x585.jpg

Il velocista della Skil resiste al ritorno degli avversari e si impone su Wyss e Hondo, 5° posto per Grega

4806619_823x585.jpg

4806620_270x257.jpg

Forse si poteva fare di più con una corsa più selettiva, ma alla fine il 5° posto va bene per Grega

Link to comment
Share on other sites

Ritorno in Italia per la Splugen, in programma la settimana lombarda, formazione molto aggressiva, con Illiano e Ghisalberti per la classifica

4806627_468x164.jpg

La prima tappa, una cronosquadre, vedeva una prova discreta della Splugen-Mobitel, 7° posto, non disprezzabile vista l'assenza di specialisti di valore, a sorpresa successo del Team Capinordic

4806628_756x184.jpg

Prima tappa con probabile volata, Cannone in fuga per tenere coperta la squadra

4811192_801x556.jpg

Donato lotta fino all'ultimo, ma a 10km dal traguardo anche lui e Benetseder mollano

4811195_801x556.jpg

La Splugen orchestra un treno, con Mahoric e Stare a lanciare Bole, Matej esce forte ai -200

4811205_801x556.jpg

Matej è lanciatissimo, Bole guarda un attimo indietro, gli avversari non sembrano poter rimontare, si rialza e lascia il successo al suo apripista

4811206_801x556.jpg

4811212_271x257.jpg

Per Stare, che per anni ha combattuto nelle corsette balcaniche è un successo che vale una carriera, dopo il traguardo corre ad abbracciare Bole e Mahoric. 5° successo stagionale per la Splugen

Link to comment
Share on other sites

Terza tappa, ancora per velocisti, Mahoric e Murer sono protagonisti della lunga fuga di giornata

4811256_789x559.jpg

Il gruppo non lascia spazio, è volata, Cooke parte forte, Bole e Stare, brillantissimi il giorno prima non sembrano della partita

4811257_789x559.jpg

E' Khalilov a imporsi, Bole soltanto 11°

4811258_789x559.jpg

4811259_270x257.jpg

Link to comment
Share on other sites

Quarta tappa, si inizia a fare sul serio, con una salita dura ai -12, un brillante Donato Cannone prova ad avvantaggiarsi con Stannard, Sonnery, Gaia, De Vocht e Kump

4880651_bigthumb.jpg

Dal gruppo fuoriesce Eibegger, uno dei favoriti per la classifica generale, che ha perso 4' a causa di una caduta, e dopo 30km di inseguimento solitario si riporta sugli attaccanti

4880653_bigthumb.jpg

Inizia l'ultima salita, De Vocht attacca e a seguirlo sono solo Cannone e Eibegger, ma il gruppo è lì

4880651_bigthumb.jpg

Intanto dietro Capecchi accelera in salita, Illiano e Botcharov lo marcano

4880653_bigthumb.jpg

Capecchi porta via un gruppetto con Illiano, Baliani, Giordani, Botcharov e Gilioli, che rientra su Cannone e Eibegger, De Vocht intanto aveva apgato lo scatto e si era staccato

4880656_bigthumb.jpg

In discesa Mugerli disegna traiettorie perfette e rientra, portandosi appresso Bole, Ghisalberti e Khalilov

4880657_bigthumb.jpg

Lo sloveno prova anche a tirar dritto, ma le energie spese per il recupero pesano, e non fa la differenza come al solito

4880658_bigthumb.jpg

E' volata, gli Splugen sarebbero in superiorità numerica, ma le energie scarseggiano. E' comunque Grega a gettarsi nello sprint, chiuso al terzo posto dietro uno straripante Capecchi e Khalilov.

4880659_bigthumb.jpg

4880660_bigthumb.jpg 4880661_bigthumb.jpg

Capecchi è anche leader della generale, la Splugen ne ha 3 nei 10, Cannone grazie alla lunga fuga va aprendersi la maglia GPM.

Link to comment
Share on other sites

La penultima tappa vede una bella azione di Capecchi e Baliani, con il giovane della Fuji, già capoclassifica, che la scia il successo parziale al compagno d'avventura.

Illiano e Ghisalberti resistono nei 10.

4893220_756x266.jpg

Mario: Oggi è importante supportale Raffaele, che può puntare al podio, Donato avrà via libera per i GPM, visto che paga solo 2pt da Giordani, gli altri in appoggio

E così Cannone parte in fuga, scortato anche dal giovane Koren, con loro Valach, Matveyev, De Vocht, Kump, Sonnery, Aistrup, Sestili, Benetseder

4893221_800x600.jpg

Donato si avventa sui primi 2 sprint GPM, riprendendosi la maglia, alla sua ruota restano Matveyev, Valach e Sonnery mentre Kristian sembra un pò in difficoltà,

4893222_800x600.jpg

Cannone ai -7 saluta anche loro, ma il gruppo incombe

4893227_800x600.jpg

Infatti la bella fuga di Donato si interrompe su uno strappo ai -4, quando Botcharov lo supera a doppia velocità

4893224_800x600.jpg

Dietro al russo si muovono Illiano, Giordani ed Eibegger, ma non sembra facile ricucire

4893225_800x600.jpg

Bella vittoria per Botcharov, Illiano regola gli inseguitori e si mangia le mani per non aver seguito subito il russo

4893226_800x600.jpg

4893228_269x257.jpg4893231_269x257.jpg4893232_269x257.jpg

Un bilancio buono per la Splugen Mobitel, che porta a casa una tappa con Stare, due top ten con Illiano e Ghisalberti e la maglia GPM con Cannone

Link to comment
Share on other sites

La Splugen si trasferisce prima in Olanda per la Ronde van Drenthe, che vede un bel successo di Ghisalberti, che anticipa il gruppo di un soffio

4934660_468x162.jpg

4934661_758x227.jpg

(Nota: Il gioco è crashato subito dopo l'arrivo e non ho potuto prendere gli screen)

Link to comment
Share on other sites

E dopo il successo olandese ecco la Klasika Amorebieta, nei paesi baschi, Illiano capitano

4934664_469x165.jpg

Rizzi si lancia in un azzardato attacco solitario ad oltre 100km dall'arrivo

4934662_703x484.jpg

Dal gruppo Guerra, Mosquera e Palomares ai -40, corsa che si accende

4934663_703x484.jpg

Il gruppetto di testa si rinfoltisce con l'arrivo di Rollin, Timmer e Moreno Bazan, Rizzi è ormai a pochi metri

4934665_703x484.jpg

La situazione spinosa per la Splugen, visto che lo stremato Rizzi non avrebbe potuto certo lottare con i ben più freschi avversari, viene annullata, ma a 25km dal traguardo allungano l'idolo di casa Astarloza e il redivivo Sikewitz

4934666_703x484.jpg

Astarloza, come tutti i baschi, sente molto il richiamo della sua terra, ed è scatenato, staccca il ceco, che decide di attendere i contrattaccanti, Moos, Scarponi e Ten Dam

4934667_703x484.jpg

Meritato trionfo per Astarloza, che arriva in solitaria sul traguardo di Amorebieta

4934668_703x484.jpg

Alle sue spalle Moos regola il gruppetto inseguitore su Scarponi, Ten Dam e Sinkewitz

4934669_703x484.jpg

Illiano se non altro riesce ad anticipare la volata del gruppone e prendersi il 6° posto

4934677_703x484.jpg

4934678_267x253.jpg

Link to comment
Share on other sites

Prossimo appuntamento, Giro del Trentino, dove molti italiani vanno a rifinire la forma per il Giro, per la Splugen invece un'occasione per mettersi in mostra, Illiano l'uomo più in palla, con Pedraza pronto a provarci in salita

convocati.jpg

Mario: Allora, possiamo giocarcela oggi, Raffaele e Sergio sono i capitani, Walter, tu devi solo evitare rischi e poi giocartela domani

Coppia tutta spagnola in fuga con Garcia Rena e Duran Aroca, zero speranze per loro

1.jpg

I due iberici infatti sono ripresi senza sforzo dal gruppo, sull'ultima salitella, ai -15 Scarponi dà una frustata impressionante, che fa esplodere il gruppo

1b.jpg

E' Carrara a partire secco in contropiede, a fatica Sorensen e Illiano si riportano su di lui

1c.jpg

Mario segue nervosamente il suo capitano: Ce la fai ad anticipare lo sprint a 3?

Illiano: No, sono al gancio

Mario: Allora marca Carrara, è il più veloce, dovete farlo partire per primo

Il capitano della Vacansoleil è lanciatissimo e ai -300 comincia lo sprint, Sorensen e Illiano sembrano arrancare

2.jpg

Ma Raffaele riesce a racimolare le ultime energie, e mentre Carrara si pianta esce dalla ruota del danese bruciandolo in volata

3.jpg

class.jpg

Claudio: Bene, abbiamo la maglia, non correremo per difenderla, visto che in salita c'è chi è ben superiore a Illiano, e i distacchi sono stati azzerati

Link to comment
Share on other sites

Seconda tappa, temuto arrivo in salita, la Splugen sulla difensiva, Illiano deciso a lottare, ma conscio delle poche possibilità

In fuga partono Ermeti e D'Hollander, pochissime possibilità

1-1.jpg

Illiano le prova tutte, si butta anche sun un traguardo volante a prendere 2" di abbuono

1b-1.jpg

D'Hollander scoppia e sulla salita finale Ermeti resta solo, ma poco dopo è ripreso

2-1.jpg

In gruppo regna l'attendismo, nessuno se la sente di provarci, e si arriva all'ultimo km con ancora 40 uomini, Pedraza, Illiano e Ghisalberti ci sono ancora

Claudio: Chi ne ha per provare qualcosa?

Pedraza: Sono alla frutta

Illiano: No

Claudio: Potevi evitarti quello sprint. Sergio?

Ghisalberti: Ci provo...

2b.jpg

Ma l'attacco di Sergio non va a segno, in volata Daniel Martin batte a sropresa tutti, ma il gruppo sembra compatto alle sue spalle, Illiano con i 2" di abbuono dovrebbe tenere a sorpresa la maglia

3-1.jpg

class-1.jpg

Ma arriva la beffa...

gen.jpg

I giudici di gara assegnano 36" di distacco ad alcuni corridori, fra cui Raffaele, Martin nuovo leader

gen.jpg

Molta delusione nel clan Splugen-Mobitel, Illiano è furibondo: <Non è possibile, ieri hanno annullato il distacco, oggi dove lo hanno visto?> urla mentre viene annunciata la classifica <E' un complotto leghista contro di me!!!> <Calmati, qua rischi la squalifica> gli fa Claudio Marchini, mentre intervengono anche Ghisalberti e Mahoric a condurlo via.

Link to comment
Share on other sites

Terza tappa, ancora montagne, per gli Splugen ancora da soffrire, vista la forma non perfetta di Walter, Osella per non lasciare nulla di intentato prova la fuga dal mattino, con lui Gescke

1-2.jpg

Ma quando inizia l'ultima salita per i due battistrada è la fine dell'avventura, Giampaolo Caruso forza, per Illiano, Ghisalberti e Pedraza è notte fonda

2-2.jpg

Con lui scollinano Scarponi, Niemec e Baliani

3-2.jpg

Il leader Martin è attardato, con lui ci sono Carrara, Glomser e Hivert

4.jpg

Sono i 4 battistrada a giocarsi la tappa allo sprint, si impone Scarponi su Caruso, il marchigiano è anche nuovo leader della classifica grazie all'abbuono, Martin perde anche le ruote di Carrara e Hivert ed è solo 7°

5.jpg

class-2.jpg

La classifica generale non sorride molto alla Splugen-Mobitel

gen-1.jpg

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.


×
×
  • Create New...