Jump to content
  • Sign Up

Disponibile Pro Cycling Manager 2021

Pro Cycling Manager 2021 e Tour de France 2021sono finalmente disponibili
Leggi di più

Hai già scoperto i nostri tutorial?

Come sottoscrivo una mod su Steam? Come modifico un database? Come posso creare una maglia personalizzata? Per queste ed altre domande visita la nostra sezione tutorial!
Tutorial

Seguici su Discord

Unisciti al server Discord di PCM Italia per rimanere sempre in contatto con noi, parlare di ciclismo e vivere un'esperienza multiplayer ottimale
Unisciti al server

PCM Italia è su Tapatalk

Scarica Tapatalk gratuitamente sul tuo smartphone per consultare in maniera facile e veloce PCM Italia anche da mobile!
Leggi di più

La nostra RECENSIONE di Pro Cycling Manager 2020

Leggi e guarda la nostra recensione di Pro Cycling Manager 2020, a cura di BubbaDJ
Leggi di più

[Uci Europe Tour - HC] Parigi - Roubaix


emmea90

Recommended Posts

  • Admininistrators

logo.png

Planimetria

CARTE.gif

I settori in pavé

28 98 De Troisvilles à Inchy 2,2

27 104,5 De Viesly à Quiévy 1,8

26 107 De Quiévy à Saint-Python 3,7

25 112 Saint-Python 1,5

24 119,5 De Vertain à Saint-Martin-sur-Écaillon 1,9

23 126,5 Capelle-sur-Écaillon - Le-Bruat 1,7

22 138,5 De Verchain-Maugré à Quérénaing 1,6

21 141,5 De Quérénaing à Maing 2,5

20 144,5 De Maing à Monchaux-sur-Écaillon 1,6

19 156 De Haveluy à Wallers 2,5

18 164 Trouée d’Arenberg 2,4

17 170,5 De Wallers à Hélesmes 1,6

16 177 De Hornaing à Wandignies 3,7

15 184,5 De Warlaing à Brillon 2,4

14 188 De Tilloy à Sars-et-Rosières 2,4

13 194,5 De Beuvry-la-forêt à Orchies 1,4

12 199,5 Orchies 1,7

11 205,5 De Auchy-lez-Orchies à Bersée 1,2

10 211 Mons-en-Pévèle 3

9 217 De Mérignies à Pont-à-Marcq 0,7

8 220 De Pont-Thibaut à Ennevelin 1,4

7 225,5 Templeuve - L’Épinette 0,2

7 226 Templeuve - Moulin-de-Vertain 0,5

6 232,5 De Cysoing à Bourghelles 1,3

6 235 De Bourghelles à Wannehain 1,1

5 239,5 Camphin-en-Pévèle 1,8

4 242,5 Carrefour de l’Arbre 2,1

3 244,5 Gruson 1,1

2 251,5 Hem 1,4

1 258 Roubaix 0,3

Link to comment
Share on other sites

  • Admininistrators

Startlist

AG2R-LA MONDIALE (ALM) FRA - Directeur sportif : LAVENU Vincent

* USOV Alexandre BLR

* ROUSSEAU Nicolas FRA

* PLIUSHIN Alexandr MDA

* PINEAU Cedric FRA

VANDENBERGH Styn BEL

POULHIES Stéphane FRA

NAZON Jean-Patrick FRA

MONDORY Lloyd FRA

MANGEL Laurent FRA

KRIVTSOV Yuriy UKR

ELMIGER Martin SUI

DION Renaud FRA

AGRITUBEL (AGR) FRA - Directeur sportif : HUBERT Emmanuel

* RAVARD Anthony FRA

* JALABERT Nicolas FRA

* BOUET Maxime FRA

* BICHOT Freddy FRA

SINNER Benoit FRA

LEQUATRE Geoffroy FRA

ISTA Kevin BEL

GAZTANAGA Mikel ESP

COUTOULY Cédric FRA

CASPER Jimmy FRA

CAETHOVEN Steven BEL

BERGES Emilien-Benoît FRA

BARLOWORLD (BAR) GBR - Directeur sportif : TEBALDI Valerio

* THOMAS Geraint GBR

* SABIDO Hugo POR

* GASPAROTTO Enrico ITA

* FROOME Christopher GBR

SCOGNAMIGLIO Carlo ITA

LONGO BORGHINI Paolo ITA

IMPEY Daryl RSA

HUNTER Robert RSA

CORTI Marco ITA

COOKE Baden AUS

CALCAGNI Patrick SUI

CACCIA Diego ITA

BOUYGUES TELECOM (BTL) FRA - Directeur sportif : ARNOULD Dominique

* GAUDIN Damien FRA

* CLAUDE Mathieu FRA

TURGOT Sébastien FRA

RENIER Franck FRA

PÜTSEP Erki EST

PICHOT Alexandre FRA

MARTIAS Rony FRA

LABBE Arnaud FRA

GENE Yohann FRA

CLERC Aurélien SUI

CAISSE D’EPARGNE (GCE) ESP - Directeur sportif : LEDANOIS Yvon

* PERGET Mathieu FRA

* PEREZ SANCHEZ Francisco ESP

* PATANCHON Fabien FRA

* CHARTEAU Anthony FRA

ROJAS Jose Joaquin ESP

PORTAL Nicolas FRA

PASAMONTES Luis ESP

GUTIERREZ José Ivan ESP

GARCIA ACOSTA Vicente ESP

ERVITI Imanol ESP

DRUJON Mathieu FRA

COYOT Arnaud FRA

COFIDIS CREDIT PAR TELEPHONE (COF) FRA - Directeur sportif : DELOEUIL Alain

* HEIJBOER Mathieu NED

* BLAIN Alexandre FRA

VALENTIN Tristan FRA

SCHEIRLINCKX Staf BEL

NUYENS Nick BEL

MINARD Sébastien FRA

HOJ Frank DEN

DUCLOS-LASSALLE Hervé FRA

DE WEERT Kevin BEL

BRARD Florent FRA

CREDIT AGRICOLE (C.A) FRA - Directeur sportif : BEUCHERIE Serge

* LEMOINE Cyril FRA

* BERTHOU Eric FRA

TALABARDON Yannick FRA

RENSHAW Mark AUS

RASCH Gabriel NOR

HUSHOVD Thor NOR

HUNT Jérémy GBR

HINAULT Sébastien FRA

ENGOULVENT Jimmy FRA

BODROGI Laszlo HUN

CYCLE COLLSTROP (COS) SWE - Directeur sportif : VAN DER SCHUEREN Hilaire

* VAN DER SCHUEREN Kenny BEL

* SMITH Raynold RSA

* PERSSON Lucas SWE

* CRIEL Tom BEL

WESEMANN Steffen SUI

PRONK Matthé NED

MARCATO Marco ITA

LAGUTIN Sergey UZB

KOPP David GER

GOLAS Michal POL

GILING Bas NED

BOZIC Borut SLO

EUSKALTEL - EUSKADI (EUS) ESP - Directeur sportif : CARBAYEDA Xavier

* BRU Yon ESP

PEREZ Alan ESP

OROZ Juan José ESP

IRIZAR Markel ESP

FERNANDEZ Koldo ESP

ARAMENDIA Javier ESP

APERRIBAY Lander ESP

ALBIZURI Benat ESP

AGIRRE ASEGINOLAZA Josu ESP

FRANCAISE DES JEUX (FDJ) FRA - Directeur sportif : MADIOT Marc

* HUTAROVICH Yauheni BLR

* GERARD Arnaud FRA

* CHEREL Mickael FRA

OFFREDO Yoann FRA

MENGIN Christophe FRA

MEERSMAN Gianni BEL

LADAGNOUS Matthieu FRA

GUESDON Frédéric FRA

GUDSELL Timothy NZL

DELAGE Mickaël FRA

CHAVANEL Sébastien FRA

GEROLSTEINER (GST) GER - Directeur sportif : HOLCZER Hans-Michael

* ZBERG Markus SUI

* SCHOLZ Ronny GER

* ORDOWSKI Volker GER

* DE BONIS Francesco ITA

WROLICH Peter AUT

WESTPHAL Carlo GER

SCHRECK Stephan GER

LANG Sebastian GER

KRAUSS Sven GER

HAUSSLER Heinrich GER

GATTO Oscar ITA

FOTHEN Thomas GER

HIGH ROAD (THR) USA - Directeur sportif : HOFFMAN Tristan

* RABON Frantisek CZE

* HANSEN Adam AUS

* GREIPEL André GER

* CAVENDISH Mark GBR

SIEBERG Marcel GER

REYNES Vicente ESP

KNAVEN Servais NED

KLIER Andreas GER

HINCAPIE George USA

HAMMOND Roger GBR

GRABSCH Bert GER

EISEL Bernhard AUT

LAMPRE (LAM) ITA - Directeur sportif : BONTEMPI Fabrizio

* RIGHI Daniele ITA

* LONGO Roberto ITA

* BOSSONI Paolo ITA

* BONO Matteo ITA

SPILAK Simon SLO

NAPOLITANO Danilo ITA

MURRO Christian ITA

MORI Massimiliano ITA

FORNACIARI Paolo ITA

BANDIERA Marco ITA

BALLAN Alessandro ITA

BALDATO Fabio ITA

LANDBOUWKREDIET - TÖNISSTEINER (LAN) BEL - Directeur sportif : VAN COILLIE Claude

* MANNING Paul GBR

* DELFOSSE Sebastien BEL

* CLANCY Eddy GBR

* BOUCHER David FRA

VAN MECHELEN Wouter BEL

STANNARD Ian GBR

NEYRINCK Kevin BEL

MEIRHAEGHE Filip BEL

KUYCKX Jan BEL

CAPPELLE Andy BEL

BELLEMAKERS Dirk NED

STEELS Tom BEL

LIQUIGAS (LIQ) ITA - Directeur sportif : SCIREA Mario

* VANOTTI Alessandro ITA

* DA DALTO Mauro ITA

* CURTOLO Alberto ITA

* CORIONI Claudio ITA

WILLEMS Frederik BEL

QUINZIATO Manuel ITA

POZZATO Filippo ITA

KUSCHYNSKI Aleksandr BLR

FRANZOI Enrico ITA

FISCHER Murilo Antoniobil BRA

CHICCHI Francesco ITA

BODNAR Maciej POL

QUICK STEP (QST) BEL - Directeur sportif : PEETERS Wilfried

* TOSATTO Matteo ITA

* CRETSKENS Wilfried BEL

WEYLANDT Wouter BEL

VAN IMPE Kévin BEL

STEEGMANS Gert BEL

ROSSELER Sébastien BEL

HULSMANS Kevin BEL

DEVOLDER Stijn BEL

DE JONGH Steven NED

BOONEN Tom BEL

RABOBANK (RAB) NED - Directeur sportif : VAN HOUWELINGEN Adri

* LEEZER Tom NED

* KOZONTCHUK Dmitriy RUS

POSTHUMA Joost NED

LANGEVELD Sebastian NED

HORRILLO Pedro ESP

HAYMAN Mathew AUS

FLENS Rick NED

FLECHA Juan Antonio ESP

ELIJZEN Michiel NED

BOVEN Jan NED

SAUNIER DUVAL - SCOTT (SDV) ESP - Directeur sportif : ALGERI Matteo

* CAPECCHI Eros ITA

* BERTOGLIATI Rubens SUI

PASSERON Aurélien FRA

PAGLIARINI Luciano BRA

GOMEZ Angel ESP

FLAHAUT Denis FRA

DEL NERO Jesus ESP

CAPELLI Ermanno ITA

BELOHVOSCIKS Raivis LAT

ALARCON GARCIA Raul ESP

SILENCE - LOTTO (SIL) BEL - Directeur sportif : REDANT Hendrik

* ROESEMS Bert BEL

* ROELANDTS Jurgen BEL

* KAISEN Olivier BEL

* D’HOLLANDER Glenn BEL

VANSEVENANT Wim BEL

VAN SUMMEREN Johan BEL

VAN AVERMAET Greg BEL

TJALLINGII Maarten NED

SENTJENS Roy BEL

HOSTE Leif BEL

GARDEYN Gorik BEL

DE VOCHT Wim BEL

SKIL-SHIMANO (SKS) NED - Directeur sportif : IMANISHI Hisalumi

* VAN HUMMEL Kenny Robert NED

* HUPOND Thierry FRA

* DEN BAKKER Maarten NED

* BACQUET Fabien FRA

WAGNER Robert GER

VEELERS Tom NED

SIEDLER Sebastian GER

LHOTELLERIE Clément FRA

GOESINNEN Floris NED

DEROO David FRA

CURVERS ROY NED

BEPPU Fumiyuki JPN

SLIPSTREAM CHIPOTLE (TSL) USA - Directeur sportif : MARIE Lionel

* PATOUR Kilian FRA

* PATE Danny USA

SUTTON Christopher AUS

MAASKANT Martijn NED

LAURENT Christophe FRA

FRISCHKORN William USA

FRIEDMAN Michael USA

FARRAR Tyler USA

DEAN Julian NZL

BACKSTEDT Magnus SWE

TEAM CSC (CSC) DEN - Directeur sportif : SUNDERLAND Scott

* LUND Anders DEN

* GOSS Matthew Harley AUS

O’GRADY Stuart AUS

LJUNGQVIST Marcus SWE

KLOSTERGAARD Kasper DEN

JOHANSEN Allan DEN

CANCELLARA Fabian SUI

BRESCHEL Matti DEN

BAK Lars DEN

ARVESEN Kurt-Asle NOR

TEAM MILRAM (MRM) GER - Directeur sportif : BEVILACQUA Antonio

* ZABEL Erik GER

* LANCASTER Brett Daniel AUS

* HAUEISEN Dennis GER

* BARLA Luca ITA

VELITS Martin SVK

TERPSTRA Niki NED

SABATINI Fabio ITA

POITSCHKE Enrico GER

MÜLLER Martin GER

KNEES Christian GER

GRABSCH Ralf GER

EICHLER Markus GER

TINKOFF CREDIT SYSTEMS (TCS) ITA - Directeur sportif : MAINI Orlando

SEROV Alexander RUS

RICCIO Bernardo ITA

LODDO Alberto ITA

IGNATIEV Mikhail RUS

GOTTFRIED Alexander RUS

ESKOV Nikita RUS

CHERNETSKIY Ilya RUS

BRUTT Pavel RUS

TOPSPORT VLAANDEREN (TSV) BEL - Directeur sportif : PLANCKAERT Walter

* VANHEULE Bart BEL

* VANDEWALLE Kristof BEL

* NOLF Frederick BEL

* GODDAERT Kristof BEL

VERBIST Evert BEL

VANSPEYBROUCK Pieter BEL

NEYENS Maarten BEL

HOVELYNCK Kurt BEL

GHYLLEBERT Pieter BEL

EECKHOUT Nico BEL

DE HAES Kenny BEL

BARBE Koen BEL

* = Riserva

Link to comment
Share on other sites

Roubaix, istruzioni per l'uso

Duecentocinquantanove chilometri e mezzo, ventotto settori di pavè (per un totale di 52,4 chilometri), una corsa anacronistica e fantastica: ecco la Parigi-Roubaix. Partenza fissata alle 11 da Compiegne, arrivo sei ore e mezza più tardi al velodromo di Roubaix.

I favoriti in ordine sparso sono lo svizzero Cancellara e dil vincitore dell’edizione 2007 O’Grady, entrambi della CSC, poi il giovane olandese Langeveld, l’eterno Wesemann, belga Hoste, Pozzato, Boonen, Hincapie e Hammond della High Road, Ballan, Grabsch, Hushovd e Backstedt.

Per gioco, proviamo anche a prevedere una fuga da lontano di uomini della Skil Shimano (attenti a L’Hotellerie) e della Tinkoff Credit Systems (Brutt e Ignatyev gli indiziati principali).

In tv - Diretta su RaiTre alle 15.30 e su Eurosport alle 16.30.

Tuttobiciweb.it

Link to comment
Share on other sites

Barloworld: quattro punte per la Roubaix

Baden Cooke sta pensando alla Roubaix da almeno un anno e non ha mai fatto mistero della sua predilezione per le competizioni nel grande nord e per la Roubaix in special modo. L’obbiettivo è fare una gara da protagonista, quanto al risultato, sarà quel che verrà. Ma Baden ci crede e il Team Barloworld è con lui, pur sapendo di avere almeno altri tre uomini in grado di farsi valere. Adesso il problema è capire quali siano le reali possibilità dell’australiano anche alla luce della prestazione luci ed ombre di domenica al Fiandre seguita poi da quella soddisfacente alla Gand-Wevelgem.

“In effetti – spiega Claudio Corti, il team manager – al Fiandre abbiamo visto Baden in due versioni completamente diverse. Brillante, reattivo, sempre presente nel vivo della corsa fino ai 200 km. Poi improvvisamente la luce si è spenta e Baden non ha potuto raccogliere neanche la minima parte di quello che avrebbe voluto e meritato”.

Tante le cause o concause di quella parziale delusione: il cambio di bici in corsa, qualche problema alla schiena... “Indubbiamente c’è qualcosa da migliorare nella posizione in bici di Baden – spiega Corti – abbiamo cominciato a lavorarci e i risultati si sono visti subito. Ma io credo che al Fiandre il problema sia stato soprattutto legato all’alimentazione. In corsa Cooke ha mangiato poco e male: quando si è trovato a corto di energie ed è corso ai ripari, era troppo tardi”.

Un’esperienza che può risultare doppiamente utile alla Roubaix, dove pure si balla molto sulla bici: bisogna tenere le mani ben strette sul manubrio e mettere qualche tartina in bocca è spesso un problema. Ma il Team Barloworld si sente pronto, galvanizzato dalla vittoria di Patrick Calcagni, che al G.P. Cerami non ci ha pensato due volte a prendere al volo l’occasione che gli è capitata, favorito da un gran lavoro di squadra, per piazzare una super-volata e regalarsi la prima vittoria in maglia Barloworld. “Non sono uno che vince spesso, purtroppo – scherza Calcagni – ho detto ai fotografi: fatemi parecchi scatti, chissà quando ricapiterà... Però era già un po’ di tempo che sentivo la gamba buona e dunque sono doppiamente contento per me e per la squadra. Credo e spero potremo fare una buona Roubaix”.

E’ quello che spera anche Rob Hunter, che dopo un periodo per niente brillante è sembrato improvvisamente rinfrancato al Gran Prix Cerami, dove si è reso protagonista di una bella fuga che ha spianato la strada al compagno di squadra Calcagni. “Rob ha avuto qualche problema di salute: la febbre prima di venire in Belgio e qui qualche fastidio intestinale. Lui comunque ha fatto un ottimo lavoro e dunque ci aspettiamo che si sblocchi da un momento all’altro, forse ha già cominciato a farlo...”, spiega Tebaldi.

Sulla via verso Roubaix c’è anche un Paolo Longo Borghini molto ispirato, il migliore dei “Barloworld” al Fiandre, poi brillante sia alla Gand che al Cerami. “Per me la priorità è sempre aiutare la squadra – riflette il simpatico e brillante atleta lombardo – ma con una buona condizione come quella che mi sostiene posso cercare di stare con i migliori”.

Chris Froome, Daryl Impey, Carlo Scognamiglio e Marco Corti completano il team. C’è un bel clima nel clan Barloworld, che in questo lungo soggiorno al nord ha già messo a segno due colpi. Valerio Tebaldi con la sua aria sorniona, tra ricordi e speranze, guarda avanti: mai dire mai...

Tuttobiciweb.it

Link to comment
Share on other sites

Ballan: sono pronto per una grande Roubaix

Tutto pronto in casa Lampre per affrontare la Parigi-Roubaix. Ieri i

corridori blu-fucsia hanno effettuato la prevista ricognizione sui

tratti più impegnativi di pavè (Foresta di Arenberg compresa), percorrendo un totale di circa 80 km in 3 ore: tutto bene, a parte qualche immancabile foratura.

Alessandro Ballan sarà il capitano della squadra italiana e avrà al suo fianco Bandiera, Baldato, Bossoni, Fornaciari, Mori, Murro e Napolitano.

«Sto bene, sono pronto per dare il massimo domenica - ha spiegato Ballan -: le conseguenze della caduta del Fiandre non si fanno più sentire, pedalo bene e la mia condizione è quella giusta per fare una bella corsa».

Domenica inizierà anche una esperienza nuova per la Lampre: il team blu-fucsia sarà infatti per la prima volta al via del Giro di Turchia.

Guidati dal ds Vicino, prenderanno il via da Istanbul con un circuito e si cimenteranno in 8 tappe i seguenti atleti: Bindi, Longo, Loosli,

Lorenzetto, Pelanek e Santambrogio.

«È bello scoprire una nuova corsa, avremo davvero molti stimoli - ha commentato il ds Vicino -: Lorenzetto sarà il nostro uomo di punta, con Bindi e gli altri ragazzi pronti a mettersi in luce».

Tuttobiciweb.it

Link to comment
Share on other sites

Paris-Roubaix, l'analisi del percorso

Strade strette, vento, fango, polvere e sopratutto il pavé, questa è la Parigi-Roubaix. Una corsa che negli anni è diventato un vero e proprio monumento, un sfida quasi unica lungo i 259,5 km tra Compiègne e il velodromo di Roubaix.

Anche in questa edizione, la 106a della corsa francese, i settori di pavé da affrontare saranno 28 per un totale di 52,8 km: il primo arriverà dopo soli 98 km di corsa, a Troisvilles ma il vero "Inferno del Nord" inizierà al km 163.5, a poco meno di 100 km dal traguardo, quando verrà affrontata la mitica Foresta di Arenberg. Nell'avvicinamento alla "Foresta" l'andatura del gruppo salirà vertiginosamente visto che tutti i capitani dovranno prendere in testa questo settore per non rimanere coinvoilti in cadute e rallentamenti; questo sarà l'undicesimo tratto di pavé (il numero 18 visto che vanno a scalare). Gli altri due settori di difficoltà massima saranno quello di Mons-en-Pévèle (al km 210,5) e quello denominato Le Carrefour de l’Arbre, a soli 18 km dall'arrivo, che spesso ha deciso le sorti della corsa.

Molto importanti saranno anche le condizioni climatiche: le previsioni danno qualche possibilità di pioggia sul percorso; se così dovesse essere ogni settore di pavé affrontato potrebbe diventare quello decisivo per far vincere o perdere a qualcuno un'edizione epica della Roubaix.

(cicloweb)

Link to comment
Share on other sites

Nessuno parla del vincitore del Fiandre come possibile favorito per la Roubaix. Ma a me domenica scorsa Devolder ha impressionato parecchio, non lo trascurerei neppure per domani!

Assolutamente no! a costo che sia Boonen ad andarlo a riprendere...

Poi ha già vinto il Fiandre, con la maglia di campione nazionale, per un belga è il massimo, sarà soddisfatto...

Poi rimane sempre un gregario, e credo ricambierà il favore a Boonen rimanendo sempre con lui e andando a chiudere chiunque....

Link to comment
Share on other sites

  • Moderators
FRANCAISE DES JEUX (FDJ) FRA - Directeur sportif : MADIOT Marc

* HUTAROVICH Yauheni BLR

* GERARD Arnaud FRA

* CHEREL Mickael FRA

OFFREDO Yoann FRA

MENGIN Christophe FRA

MEERSMAN Gianni BEL

LADAGNOUS Matthieu FRA

GUESDON Frédéric FRA

GUDSELL Timothy NZL

DELAGE Mickaël FRA

Non c'è Gilbert ?? :mrgreen:

CHAVANEL Sébastien FRA

Link to comment
Share on other sites

la roubaix è una gara per paveari puri, gente come gilbert e pozzato qui non potranno fare molto.

come favoriti direi boonen, hoste, Langeveld e Flecha, in secondo piano O'Grady, Hincapie (che alla fine però non vince mai) Cancellara (che se avesse la forma di inizio stagione vincerebbe anche in monociclo, ma ultimamente mi sembra un po' sottotono) e Ballan, anche se la sua corsa era il Fiandre.

Link to comment
Share on other sites

Roger De Vlaeminck: «Scommetto su Flecha e Cancellara»

«Dico Flecha e Cancellara, per me sono i favoriti per la Roubaix». A parlare, intervistato dall'agenzia Dire, è Roger de Vlaeminck. Lui, il gitano di Eecklo, si è imposto per quattro volte nella regina del

pave' (1972, 1974, 1975 e 1977), unico nelle centocinque edizioni.

«Sono partito sempre per vincerla. Quella che ricordo con maggiore piacere? Quando ho battuto Merckx, che indossava la maglia di campione del mondo (1975, ndr)- prosegue de Vlaeminck- Per quest'anno vedo o un arrivo in solitaria o un paio di corridori. Comunque, la Roubaix è la gara più dura dopo il Giro di Lombardia. Una corsa in cui, senza gravi incidenti - conclude - vince sempre il più forte».

Tuttobiciweb.it

Link to comment
Share on other sites

Baldato, ultimo giro sul pavé

Il vicentino della Lampre che a giugno compirà 40 anni, domani disputerà la sua 14ª Roubaix: "Qui al Nord lascio il cuore. Mi riconoscono tutti, sono più famoso che in Italia. Cos'è questa gara? Come Italia-Brasile giocata con gli scarponi da neve"

1950989--346x212.jpg

Fabio Baldato, 40 anni a giugno, sul pavé. Bettini

COMPIEGNE (Fra), 12 aprile 2008 - Al Giro delle Fiandre è arrivato con le braccia aperte per ringraziare il suo pubblico. "E’ stata la corsa che mi ha dato più brividi ed emozioni. Il gesto è venuto istintivo. Adesso la Roubaix: a fine stagione mi ritiro, ma qui al Nord lascio il cuore. Ancora adesso, dopo tanti anni, mi riconoscono tutti, sono più famoso che in Italia".

Fabio Baldato, vicentino di Brendola, compirà 40 anni il 13 giugno. E’ l’ultima campagna del Nord dopo 18 stagioni da professionista e 42 successi. Domenica scorsa l’ultima recita nella «Ronde», che ha disputato 14 volte: 2° nel 1995 e 1996 dietro a Museeuw e Bartoli. Domani l’addio alla Parigi-Roubaix, e anche in questo caso sarà la 14ª partecipazione: 2° nel 1994, sotto la neve, quando vinse Tchmil. Adesso alla Lampre è compagno di stanza di Alessandro Ballan, uno dei favoriti della classicissima francese del pavé.

Baldato, ricorda il debutto al Nord?

"Era il 1991, avevo 22 anni, correvo nella Del Tongo-Mg di Cipollini e Ballerini. Ero quasi uno spettatore, ma mi servì per capire che cosa mi sarebbe toccato in futuro. La prima gara fu il Gp Harelbeke, un piccolo Fiandre. La finii davanti, nei primi 50, e Cipollini, che non faceva mai troppi complimenti, mi disse: "Bravo, giovane"".

E la prima Roubaix?

"La corsi sempre nel 1991. Una buona gara, fino agli ultimi 30 chilometri ero con i primi, diedi una mano a Ballerini, gli passai anche la borraccia. Poi una volta staccato non riuscii nemmeno a terminarla. Mi fermai in mezzo alla strada, e mi caricarono in macchina per portarmi all’arrivo".

Da dove le veniva la passione per il pavè?

"A casa mia, guardare in tv Fiandre e Roubaix era come vedere i Mondiali di calcio. Si fermava tutta la famiglia davanti al televisore dopo pranzo. Il mio idolo era Moser, quelli erano i suoi anni, gli anni della tripletta alla Roubaix. Per me era come vivere dentro un sogno, perciò quelle gare mi sono sempre rimaste nel cuore. E poi la gente, il pubblico così vicino, mi entusiasmava".

Le migliori esperienze al Nord sono state a metà anni Novanta.

"Nel 1994, alla MG, c’era tutto il gruppo belga di Museeuw, Peters, Willems, Bomans. E’ stato come andare all’università del ciclismo. Mi insegnarono tutto, dalle ricognizioni nei tratti di pavé alla gestione della squadra. La prima regola era: unità, sempre".

Lei ha visto vincere Bugno e Ballerini, Argentin e Museeuw, Bartoli e Tchmil. Qual è il campione al quale è rimasto più legato?

"Il belga Johan Museeuw. Sia come compagno di squadra sia come uomo. Mi tirava le volate alla Parigi-Nizza, mi portava le borracce quando io dovevo fare la corsa, ma poi pretendeva fedeltà assoluta sul pavé. E noi gli restituivamo non il 100%, ma il 120%".

Chi avrebbe potuto fare di più al Nord?

"Credo Michele Bartoli. Era nato per queste gare. Ha fatto la Roubaix una sola volta, a fine carriera, e se n’è pentito. Aveva una tale classe, era così eclettico, che ha saputo vincere sia il Fiandre sia la Liegi-Bastogne-Liegi".

Lei ha avuto Giancarlo Ferretti come d.s.. Che cosa vi diceva di queste gare?

"Ricordo la sua definizione di Parigi-Roubaix: "E’ come mettere in un campo di calcio l’Italia e il Brasile, e poi farle giocare con gli scarponi da neve".

Lei ha amato di più il Fiandre o la Roubaix?

"Il Fiandre, perché era aperta non solo a corridori da pavé, tanto che l’hanno vinta anche Bugno e Argentin. Ed era la corsa più vera, più completa. La sentivo così tanto che mi sono ritirato una volta sola. La Roubaix è bella quando stai bene e vai forte, altrimenti la odi: se non sei al 100%, diventa un calvario anche solo arrivare al rifornimento. Il Fiandre è stato amore vero, la Roubaix amore e odio".

Gazzetta.it

Link to comment
Share on other sites

  • Moderators

Ragazzi stamattina mi sn allenato insieme ad Alessandro Proni ... mi ha detto ke Boonen è in grandissima forma e secondo lui vincerà a spasso x come l'ha visto ... inoltre ha detto ke Devolder tirerà tutta la gara x lui x ricambiargli il favore ... che squadra !!

Link to comment
Share on other sites

l'unica possibilità per ballan e cancellara era tentare un attacco all'ultimo km dopo l'ultimo tratto in pavè... ballan forse ha tirato troppo e alla fine non ne aveva più mentre cancellara ha perso l'attimo giusto per tentare lo sprint...

cmq boonen imprendibile, dominatore assoluto oggi

Link to comment
Share on other sites

  • Moderators
l'unica possibilità per ballan e cancellara era tentare un attacco all'ultimo km dopo l'ultimo tratto in pavè... ballan forse ha tirato troppo e alla fine non ne aveva più mentre cancellara ha perso l'attimo giusto per tentare lo sprint...

cmq boonen imprendibile, dominatore assoluto oggi

Ballan è quello che ha tirato di meno tra quei 3 ... già quando è partito Boonen x l'attacco decisivo Ballan non aveva dato 5-6 cambi ed ha avuto le gambe x stare con i "grandi" al contrario del povero Hoste che ha tirato per prendere O'Grady e Devolder e nn ha avuto le gambe per andare a prendere i primi ...

Boonen oggi era troppo troppo superiore ... sul Carrefour de l'Arbre è andato a prendere Cancellara con una facilità assurda ... grande Tom e grande Maaskant !! ottima 4a posizione !!

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.