Jump to content
  • Sign Up

Disponibile Pro Cycling Manager 2021

Pro Cycling Manager 2021 e Tour de France 2021sono finalmente disponibili
Leggi di più

Hai già scoperto i nostri tutorial?

Come sottoscrivo una mod su Steam? Come modifico un database? Come posso creare una maglia personalizzata? Per queste ed altre domande visita la nostra sezione tutorial!
Tutorial

Seguici su Discord

Unisciti al server Discord di PCM Italia per rimanere sempre in contatto con noi, parlare di ciclismo e vivere un'esperienza multiplayer ottimale
Unisciti al server

PCM Italia è su Tapatalk

Scarica Tapatalk gratuitamente sul tuo smartphone per consultare in maniera facile e veloce PCM Italia anche da mobile!
Leggi di più

La nostra RECENSIONE di Pro Cycling Manager 2020

Leggi e guarda la nostra recensione di Pro Cycling Manager 2020, a cura di BubbaDJ
Leggi di più

UN SALUTO A TUTTI!


Recommended Posts

Aho! ormai è un bel po' che faccio parte della Community ma pensandoci non mi sono mai presentato e.....che dire, come quando uno va in un museo è giusto che lasci la propria firma scritta sul quaderno dei presenti!

E poi sarebbe sgarbato nei confronti di tutti non presentarsi...e, seppur mooooooolto in ritardo, lo faccio ora.

Link to comment
Share on other sites

Peccato.....non riesco ad allegarla......cmq se volete vederla cliccate col pulsante destro del mouse sopra l'immagine postata nel primo messaggio, selezionate "PROPRIETA'", copiate il collegamento raffigurato nella voce "indirizzo URL" con CTRL+C , e immettetolo nella pagina di ricerca degli indirizzi in alto a sinistra digitando CTRL+V, oppure facendo incolla.......CIAO CIAO A TUTTI E IL SOLITO ABBRACCIONE! :D

Link to comment
Share on other sites

Questa è la persona che mi ha fatto avvicinare al ciclismo, grazie alla sua impressionante potenza...........

indurain.jpg

Indurain Miguel ciclista spagnolo vincitore del Tour de France per cinque volte consecutive. Disputò il suo primo Tour de France nel 1985 e vi prese parte per i successivi cinque anni senza mai ottenere risultati significativi. Il successo arrivò nel 1991: da allora, sino al 1995, il campione spagnolo dominò la scena della corsa francese. Nel 1992 e nel 1993 vinse anche il Giro d'Italia, entrando così nel gruppo dei sei ciclisti (Anquetil, Coppi, Merckx, Hinault, Roche), capaci di vincere Giro e Tour nello stesso anno. Ai Giochi olimpici di Atlanta del 1996 ha vinto la medaglia d'oro nella cronometro individuale su strada.

Link to comment
Share on other sites

E poi invece la persona che tutti hanno amto e continuano ad amare.....quella per cui ci si alzava dal divano quando lui invece si alzava sui pedali per imporre il suo ritmo....la persona che mi ha fatto gioire e sperare come nessuno mai potra' farmi fare....che dire.....solo.....il pirata....

pantani3-h.jpg

preparativi1.jpg

Link to comment
Share on other sites

Ora un'occhiata a chi alla storia del ciclismo ha dato un gran bel scossone: Fausto Coppi e Gino Bartali

cop.jpg

Coppi, Fausto (Castellania, Alessandria 1919 - Tortona 1960), campione di ciclismo italiano, vinse 110 corse di cui 53 per distacco. Il suo arrivo solitario sui grandi traguardi era annunciato con una frase che è entrata nella storia: "Un uomo solo al comando, la sua maglia è biancoceleste, il suo nome Fausto Coppi!". Il grande ciclista si aggiudicò due volte il Tour de France nel 1949 e nel 1952 e cinque volte il Giro d'Italia (nel 1940, 1947, 1949, 1952 e 1953) e fu uno dei cinque ciclisti al mondo, con Merckx, Roche, Hinault e Indurain, ad aver vinto Giro e Tour nello stesso anno. Al suo attivo vi furono tre volte la Milano-Sanremo (1946, 1948, 1949), cinque Giri di Lombardia (1946-1949, 1954), due Gran premi delle Nazioni (1946, 1947), una Parigi-Roubaix (1950) e una Freccia vallone (1950). Morì per una malaria contratta durante un viaggio in Egitto e non diagnosticata in tempo. La sua storia di ciclista, caratterizzata dalla rivalità-alleanza con Bartali, e le vicende della vita privata, segnata dalla relazione segreta con la "dama bianca", hanno fatto del leggendario ciclista una figura che, ben al di là del fatto sportivo, può dirsi veramente rappresentativa dell'Italia degli anni Cinquanta.

Fausto_Coppi.jpg

La sua storia:

Fausto Angelo Coppi nacque a Castellania, località a quota 380 in provincia di Alessandria, alle ore 17 del 15 settembre 1919.

Prima occupazione: garzone di salumeria

Il l luglio 1937 disputò la prima corsa sul tracciato Castellania (Boffalora), Sarezzano, Tortona, Villalvernia, Castellania (Boffalora): si ritirò per l'afflosciamento di una gomma

Prima squadra da professionista: Legnano. Poi difese i colori delle seguenti squadre: Bianchi, Carpano, Tricofilina: alle ultime due abbinò il proprio nome Sì legò alla S. Pellegrino alla fine del '59, prima di recarsi nell'Alto Volta, da dove tornò ammalato, e fece in tempo a posare accanto a Bartali per fotografie destinate al rilancio della coppia: i due si ritrovavano nella medesima industria a venti anni di distanza.

Capacità respiratoria: media 6.500 cc., frequentemente 6.600 e 6.700 cc. Alt. mt. 1,87, peso - forma Kg. 76 Torace: massima 102, minima 94.

Militare a Tortona (Alessandria), appartenente al 38° Reggimento di fanteria della Divisione Ravenna (Caserma Passalacqua) Caporale della terza squadra di un plotone in quadrato nella compagnia agli ordini di Fausto Bidone. Prigioniero degli inglesi in Africa, a Capo Bon. 1117 maggio 1943 venne internato a Megez el Bab, poi trasferito al campo di concentramento di Blida, nei pressi di Algeri.

Il 1° febbraio 1945 s'imbarcò sul piroscafo < Città di Orano > che lo riportò in Italia, a Napoli, in quarantotto ore.

Il 22 novembre 1945, a Sestri Ponente, si unì in matrimonio alla signorina Bruna Ciampolinì (prima tappa del viaggio di nozze a Varazze)

Padre di Marina, nata l'11 novembre 1947 e di Faustino, nato il 13 maggio 1955.

Cessò di vivere alle 8,45 del 2 gennaio 1960. E' sepolto a Castellania (AL).

La foto che ancora fa parlare: chi passo' quella borraccia?

coppi_bartali2.jpg

coppi.jpg

coppi2.jpg

coppi1.jpg

coppi2.gif

coppi3.gif

Un saluto anche a Gino Bartali....un altro Grande!

barlapg.jpg

Gino Bartali è nato il 18 luglio del 1914 a Ponte a Ema (Firenze). Sposato con Adriana, lascia tre figli Andrea, Luigi e Bianca. Da atleta il suo peso forma era di 70 chili, distribuiti su 1,72 di altezza.

La sua carriera professionistica durò vent'anni: dal 1935 quando si laureò campione d'Italia, al 1954. Con Fausto Coppi ha segnato una stagione mitica del ciclismo. I due gareggiarono anche nella stessa squadra, la Legnano, per poi separarsi e difendere i colori delle principali industrie: la Legnano appunto e la Bianchi.

coppi-bartali1.GIF

coppi-bartali3.GIF

Vicini.GIF

coppi-bartali2.GIF

Link to comment
Share on other sites

  • 2 weeks later...

Allora ragazzi.......ebbene si, anche io come la maggior parte degli sportivi amo in maniera profonda il calcio......magari non è bello inserire immagini di tale sport in un forum che invece cerca di far conoscere e parlare ancor piu' di ciclismo. Pero' credo che in questa sezione, dedicata alla presentazione degli utenti, ognuno possa, per cosi' dire prendersi un po' di libertà, facendo vedere la propria immagine, come ho fatto io, i suoi maggiori interessi.......insomma farsi conoscere di piu' e dividere le proprie passioni con gli altri.......e io una grande passione ce l'ho....la lazio.

Cmq Imboden e tutti gli altri moderatori sappino che possono decidere se tagliare cio' che vado ad inserire liberamente......rimango sempre uno di voi!:cry:

Comincio mostrandovi l'immagine che vorrei rimanga nella mente mia e di tutti coloro che come me sostengono i colori biancocelesti, ora piu' di ieri vista la situazione difficile che la società si appresta ad affrontare.......

283_big.jpg?ver=1

Spero di rivederli tutti la prossima stagione....ma so' che non sarà così...

285_big.jpg?ver=1

Link to comment
Share on other sites

  • 3 weeks later...

Tipi da spiaggia si......soprattutto io! ma non sapete che quella sera io e i miei amici eravamo andati ad un pub di Ostia Lido......ce semo presi un'icocciata della madonna fra tequila e roba varia e ce semo addormiti sulla spiaggia sul lungomare......la mattina m'ha svegliato un marocchino che me voleva vende gli occhiali......io, guardandomi, me so' visto moooooooolio piu' nero de lui, e cosi' con gli occhi ancora semichiusi gli ho detto "damme tre paia che te li vendo io tanto semo neri uguale!" ehhehehehehhehehehheehe

Quella foto me l'hanno scattata un'ora e mezza dopo alla stazione termini che doveva arriva alessandra e andrea per l'appunto.......ecco quanto! un saluto dar tipo da spiaggia! ehehhehe

Link to comment
Share on other sites

  • 2 months later...
  • 6 months later...

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.


×
×
  • Create New...