Jump to content
  • Sign Up

Disponibile Pro Cycling Manager 2021

Pro Cycling Manager 2021 e Tour de France 2021sono finalmente disponibili
Leggi di più

Hai già scoperto i nostri tutorial?

Come sottoscrivo una mod su Steam? Come modifico un database? Come posso creare una maglia personalizzata? Per queste ed altre domande visita la nostra sezione tutorial!
Tutorial

Seguici su Discord

Unisciti al server Discord di PCM Italia per rimanere sempre in contatto con noi, parlare di ciclismo e vivere un'esperienza multiplayer ottimale
Unisciti al server

PCM Italia è su Tapatalk

Scarica Tapatalk gratuitamente sul tuo smartphone per consultare in maniera facile e veloce PCM Italia anche da mobile!
Leggi di più

La nostra RECENSIONE di Pro Cycling Manager 2020

Leggi e guarda la nostra recensione di Pro Cycling Manager 2020, a cura di BubbaDJ
Leggi di più

FIFA WORLD CUP GERMANY 2006


Steve

Recommended Posts

Salve sono Rip Steve Hamilton :cry: .Ho aperto questo topic anzi l'ho riaperto per poter scrivere tutto su questiattesi mondiali(finalmente e arrivato).Qui si posteranno tutti i risultati,le news,i commenti a caldo dei giocatori e le vostre considerazioni basta ke nn siano stupide(senza offesa per voi amici utentiche siete grandi).Quindi vi ringrazio di tutto e ringrazio me stesso ke sono ancora qui :( eheh.arrivederci da Steve

Ps vorrei chiedere a qualcuno ke si vuole offrire per darmi un aiuto per postare le immagini soprattutto e i commenti basta mandarmi un mp oppure su msn.Ciao (mi pare la rai eheh)da steve ah una cosa nn sono Del Noce eheheheh :D.

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 371
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

I componenti del team sono karpets,Kamenzind,Bistrita,Iverson,io e vediamo un altro.Chi vuole partecipare me lo dica su msn oppure con un mp.fatemi sapere pero nn scrivete qui in questo topic.Ciao da Steve

Link to comment
Share on other sites

  • 2 weeks later...

ieri si è giocato il match inaugurale, che ha visto prevalere i padroni di casa.

GERMANIA COSTARICA

(4-4-2) (4-4-2-1)

6' (1T ) Lahm P. 12' (1T ) Wanchope P.

17' (1T ) Klose M. 28' (2T ) Wanchope P.

16' (2T ) Klose M.

42' (2T ) Frings T.

1 Lehmann J. Porras J. 18

3 Friedrich A. Umana M. 4

17 Mertesacker P. Sequeira D. 20

21 Metzelder C. Marin L. 3

16 Lahm P. Martinez Vidal G. 5

19 Schneider B. Fonseca D. 6

8 Frings T. Solis M. 8

18 Borowski T. Gonzalez L. 12

7 Schweinsteiger B. Centeno W. 10

11 Klose M. Wanchope P. 9

20 Podolski L. Gomez R. 11

Allenatore Allenatore

Klinsmann J. Guimaraes A

A disposizione:

12 Kahn O. Mesen A. 1

4 Huth R. Badilla G. 17

2 Jansen M. Drummond J. 2

6 Nowotny J. Rodriguez M. 22

15 Hitzlsperger T. Wallace H. 15

5 Kehl S. Azofeifa R. 14

14 Asamoah G. Bernard K. 13

10 Neuville O. Bolanos C. 7

22 Odonkor D. Hernandez C. 16

Nunez V. 21

Saborio A. 19

Alfaro W. 23

Arbitro

Elizondo (Argentina)

Link to comment
Share on other sites

questa è la cronaca del primo tempo:

1' Calcio d'inizio battuto dal Costarica - Un minuto di silenzio per i giocatori recentemente scomparsi

2' Germania in avanti: Schweinsteiger chiuso in fallo laterale

3' Gran destro di Frings dalla distanza, di poco alta sulla traversa

5' Gonzalez dalla sinistra con le mani, allontana la retroguardia tedesca

6' GERMANIA IN GOL: LAHM P.. Germania-Costa Rica: 1-0. Lahm lascia partire un destro a girare dal vertice sinistro dell'area: suo il primo gol del Mondiale

9' Porras anticipa di un soffio il lanciato Klose, poi Schneider manda alto da posizione ravvicinata

12' COSTA RICA IN GOL: WANCHOPE P. Germania-Costa Rica: 1-1. Wanchope scatta sul filo del fuorigioco (ma Friedrich è più avanti) e infila di destro Lehmann in uscita

14' Borowski crossa basso dalla destra, Porras sicuro sul pallone

17' GERMANIA IN GOL: KLOSE M.. Germania-Costa Rica: 2-1. Cross all'indietro di Schneider, Schweinsteiger conclude sbilenco, ma il tiro diventa assist per Klose

20' Rimessa lunga di Porras, direttamente su Lehmann

22' Conclusione improvvisa di Borowski, non si fa sorprendere Porrai

23' Lahm costretto a un retropassaggio di testa su Lehmann sull'inserimento di Wanchope

25' Gonzalez salta Friedrich ma si allunga troppo il pallone, lo ferma Frings

28' Sequeira e Marin azzardano retropassaggi insidiosi, se la cava Porras

28' Marin chiude in angolo in anticipo su Borowski

30' Lahm ferma Wanchope, il più vivace, prima dell'affondo del costaricano

33' Schweinsteiger cerca di far filtrare un pallone per Klose O Borowski, trova Umana

31' Ammonito Fonseca D. (Cos) per comportamento non regolamentare.

35' Frings abbatte Solis, punizione dalla trequarti

37' Gran botta di destro dalla distanza di Friedrich, alta

40’Punizione di Podolski di poco alta sulla traversa

42' Lahm crossa da destra, Umana mette in fuorigioco

43' Sulla cross dalla bandierina di Schweinsteiger Klose "buca", Metzelder manda alto da posizione ravvicinata

45' Wanchope fermato in fuorigioco. Un minuto di recupero

46' Alla fine del primo tempo la Germania è in vantaggio per 2-1 sulla Costa Rica

Link to comment
Share on other sites

questa invece del secondo tempo:

1' Sinistro di Podolski da fuori, a lato

3' Fonseca copisce di testa in tuffo su azione d'angolo: cerca l'angolo e manda fuori

6' Podolski non trova la porta con un colpo di testa, anticipando il meglio piazzato Mertesacker

8' Martinez prova lo sfondamento centrale, lo ferma la diga tedesca

10' Punizione di Sequeira, Fonseca arriva in corsa e colpisce di testa, ma commettendo fallo

12' Porras interviene sicuro su un cross di Podolski

15' Prosegue il monologo tedesco: padroni di casa perennemente in attacco

16' GERMANIA IN GOL: KLOSE M.. Germania-Costa Rica: 3-1. Segna Klose al secondo tentativo: Porras gli respinge un colpo di testa, facile il tap in della punta

19' Lehmann anticipa Wanchope, lanciato a rete ma sempre molto isolato

19' Sostituzione Costa Rica: entra Drummond J. esce Martinez Vidal G

21' Gomez cerca di girarsi al limite, Fring di potenza manda in angolo

24' Porras para una conclusione ravvicinata di Lahm

26' Sostituzione Germania: entra Kehl S. esce Borowski T

28' COSTA RICA IN GOL: WANCHOPE P.. 28' Germania-Costa Rica: 3-2. Wanchope parte sul filo del fuorigioco e di destro supera Lehmann

31' Sostituzione Costa Rica: entra Bolanos C. esce Solis M

33' Sostituzione Germania: entra Neuville O. esce Klose M

35' Porras respinge a pugni chiusi un colpo di testa di Mertesacker

38' La fiammata costaricana pare essersi esaurita: la Germania controlla la gara

40' Schneider reclama un rigore per un fallo in area di Sequeira, Elizondo lascia correre

42' GERMANIA IN GOL: FRINGS T.. Germania-Costa Rica: 4-1. Frings dalla lunghissima distanza lascia partire un destro violentissimo a fil di traversa

42' Sostituzione Germania: entra Odonkor D. esce Schneider B

45' Sostituzione Costa Rica: entra Azofeifa R. esce Gomez R

45' Tre minuti di recupero

48' La gara è finita: la Germania ha battuto la Costa Rica 4-2 nel match d'apertura dei Mondiali

Link to comment
Share on other sites

ed ecco l'articolo uscito sul sito della gazzetta:

La Germania fa festa al debutto

I padroni di casa si impongono 4-2 sulla Costa Rica nella gara inaugurale dei Mondiali. Di Lahm al 6' il primo gol. Record: mai sei reti in un match d'esordio. Doppiette per Klose e Wanchope

Il primo gol dei Mondiali: Lahm realizza al 6'.

MONACO DI BAVIERA (Ger), 9 giugno 2006 - La Germania salta la prima trappola, la più insidiosa come le ultime edizioni dei Mondiali hanno insegnato. E fa sua la gara inaugurale dei Mondiali centrando anche un record: mai partita di apertura fu piu ricca di reti, 6, intesa come partita singola preceduta dalla cerimonia di apertura. I tedeschi superano la Costa Rica 4-2, e ora possono allentare la pressione in vista della prossima gara, il 14 contro la Polonia.

Come preannunciato, nel debutto la Germania deve fare a meno dell'infortunato Ballack, il capitano, rilevato da Borowski. Ma l'assenza passa in secondo piano, di fronte a una squadra inaspettatamente attenta, concentrata e vivace. La Costa Rica, sul fronte opposto, delude invece in quanto a reattività e spessore, facilitando il compito dei padroni di casa. Il primo gol mondiale è quello realizzato da Lahm al 6' con un gran destro a girare dal vertice dell'area. Passano sei minuti e Wanchope, il più vivace dei suoi, scatta sul filo del fuorigioco, ringrazia Friedrich e sigla il pareggio. Con teutonico aplomb la Germania non si scompone e continua a macinare calcio grintoso e possente. Il vantaggio arriva al 17' con Klose, lesto nel trasformare in assist un tiro sballato di Schweinsteiger e ad appoggiare in rete in scivolata. Per la cronaca, al 31' arriva anche il primo cartellino giallo dei Mondiali: è per Fonseca, reo di aver allontanato il pallone dopo un fischio dell'arbitro argentino Elizondo.

La ripresa conferma la netta superiorità tedesca, sul piano tecnico e agonistico. Tanto che la gara vivacchia per lunghi tratti come se i giochi fossero fatti, stiracchiata fra la voglia della Germania di archiviare il risultato e rari lampi d'orgoglio costaricani, incoraggiati anche dalla staticità talora imbarazzante della retroguardia tedesca. Al 16' Klose trova gol e doppietta personale, regalando ai suoi l'illusione di chiudere il match. Ma al 27' Wanchope lo emula, riaprendo di fatto i giochi: 3-2 e più di un quarto d'ora di gara da giocare. Ma la fiammata costaricana si estingue qui: torna in sella la Germania, che non molla più la presa, giocando un finale tutto d'attacco forse anche per proteggere una difesa per nulla granitica. E infatti arriva anche il quarto gol, al 42' con un gran tiro da trenta metri di Frings: un poker che mette le ali a una Germania che si è scoperta più bella di quel che lei stessa s'aspettava.

Link to comment
Share on other sites

credo che ieri abbiamo visto una germania molto forte, nonostante un'assenza importante come quella di ballack, anche se ci sono state varie disattenzioni della difesa. per la sqradra allenata da Klinsmann è quindi un ottimo risultato, perchè centrare la prima partita è un'ottima iniezione di fiducia. per finire voglio complimentarmi con la costarica perchè nonostante l'ampio divario tecnico ha provato ad opperre resistenza alla germania.

Link to comment
Share on other sites

Non so se Ste mi permetterà di scrivere in questo topic, però io ci provo....

Iv3, beh, molto forte forse è un'esagerazione! Alla fine di fronte avevano una squadra che senza Wanchope, è niente!Ho visto un grande giocatore che è Lahm e un buon Klose sempre attento in area, ma altri giocatori come Friedrich che ha tenuto in gioco due volte gli avversari per i gol e un Podolski un pò fuori dai giochi! Cmq con Ballack potrebbe avere ancora maggior peso in attacco ma la difesa un pò dev'esser registrata! Il suo girone è molto facile, ma già dagli ottavi si potrà capire il vero potenziale dei crucchi!

Mi scuso con STe se non potevo intervenire qui....sorry! :lol:

Link to comment
Share on other sites

dato che il coordinatore e boss del topic(steve), ha avuto dei problemi con i virus, non può scrivere per alcuni giorni, per questo periodo cerchiamo di gestire le partite noi altri del team. ok?

Link to comment
Share on other sites

per non rimanere troppo in arretrato ecco l'articolo uscito sul sito della gazzetta a seguito della inaspettata vittoria dell'ecuador sulla polonia:

Ecuador, il bello della prima sorpresa

I sudamericani battono con merito la Polonia con un gol per tempo: a segno Carlos Tenorio e Delgado. I biancorossi si svegliano troppo tardi: traversa di Jelen e palo di Brozek nel finale

Carlos Tenorio, autore del gol dell'1-0. Reuters

GELSERCHIRCHEN (Germania), 9 giugno 2006 - E' l'Ecuador la seconda forza del gruppo A. I sudamericani battono 2-0 la Polonia e si propongono come damigella d'onore della strafavorita Germania padrona di casa. La squadra di Suarez, duramente contestato prima dei Mondiali per aver puntato sulla vecchia guardia, zittisce i critici con una prestazione convincente, dominando una Polonia inconcludente, pericolosa per la prima volta (traversa) con una conclusione della riserva Jelen a 5' dalla fine. Una figuraccia.

Il primo tempo è di marca Ecuador. Dopo 20' di studio i sudamericani di Suarez trovano il vantaggio con Carlos Tenorio. Rimessa laterale di De La Cruz, sponda di testa di Delgado, e con una zuccata incrociata, in anticipo, Carlos Tenorio trova l'1-0. Poi i sudamericani legittimano il vantaggio. Manovrano su ritmi bassi, ma con discreta proprietà di palleggio, manovrando più e meglio dei biancorossi europei. E pungendo in avanti. Delgado si muove molto, ma sbaglia il raddoppio sottomisura, mentre De La Cruz, proprio lui, l'incubo di Trapattoni quattro anni fa, imperversa sulla destra. La Polonia delude, aggrappata a qualche accelerazione di Smolarek, rapido trequartista del Borussia Dortmund, figlio d'arte di un ex nazionale. Ma il coloratissimo portiere Mora (si è tatuato sulle guance i colori nazionali, a mo' di indiano) non corre seri pericoli, se non sbagliando clamorosamente un'uscita su un angolo.

Nel secondo tempo la Polonia cresce, aggrappata a qualche sporadica invenzione del fantasista Szymkowiak, ma attacca più con il cuore che con la testa. Gioco pochino, tiri zero. L'Ecuador si difende con ordine, forte dei baluardi Hurtado-Espinoza, prestante coppia centrale difensiva. Entra anche Kaviedes, ex Perugia, per alimentare il contropiede. Ed è proprio lui ad andarsene sul filo del fuorigioco ed a servire una palla solo da spingere in rete a Delgado, per il quale è un gioco da ragazzi segnare il 2-0. Delude l'attaccante del Celtic Glasgow Zurawski, gli unici guizzi per la squadra di Janas (che ha lasciato a casa Dudek, portiere ex Liverpool incubo dei tifosi del Milan), arrivano dai nuovi entrati Jelen e Brozek, che colpiscono rispettivamente una traversa ed un palo nei minuti finali. Ma è troppo poco e troppo tardi. L'Ecuador può celebrare la prima vittoria in questo Mondiale (aveva battuto la Croazia nel 2002), alla Polonia servono due vittorie per passare il turno. Sarà dura.

Link to comment
Share on other sites

IL COMMENTO TECNICO

Il Mondiale è iniziato già da tre giorni, ma sinceramente in pochi se ne sono accorti...Le cause??

Essenzialmente una, la mancanza di trasmissioni in chiaro; la RAI ha praticamente snobbato l'evento dell'anno, una partita al giorno quando se ne giocano altre due quotidianamente è un qualcosa di imbarazzante. Forse entreremo in clima "mundial" solamente dai quarti in poi. Si nota inoltre la mancanza di aggiornamenti in tempo reale dei risultati delle partite criptate.

Accantoniamo per un attimo il discorso mediatico e tuffiamoci nel calcio giocato; accantonando anche gli scandali che scuotono il nostro Bel Paese...

286259-1160147-458-238.jpg

L'onore di aprire il torneo è toccato ovviamente al paese ospitante: la Germania. I tedeschi si sono dimostrati, qualora ce ne fosse bisogno; squadra quadrata, compatta e forte fisicamente. Probabilmente non ancora al top della forma, lo dimostrano le numerose amnesie difensive che la rendono per ora squadra vulnerabile...ma certamente i tedeschi saranno squadra da semifinale come minimo; godendo ovviamente dell'appoggio del pubblico.

Una Germania priva della sua stella più luminosa: Michael Ballack (fresco di contratto Chelsea), ma con in carniere uno Miro Klose in più. Il polacco naturalizzato tedesco prenota un posto nella classifica cannonieri con i suoi gol e le sue piroette per festeggiare; un pò in ombra invece il suo compagno di reparto Lukas Podolski, ma il talento di Colonia è giovane e sicuramente non può avere la continuità di un Klose. Chiuso il discorso attacco, apriamo il capitolo centrocampo:

Ottima l'organizzazione tedesca, si è notato l'assenza del faro Ballack; ma Tim Borowski ha fatto il suo e lo ha fatto piuttosto bene. Gran perla per Torsten Frings; un siluro di esterno ha freddato il Costa Rica. Ancora non brillantissimo l'altro talento di casa: Bastian "Baki" Schweinsteiger...c'è da giurarci che avanzando nel torneo anche lui crescerà di ritmo.

E giungiamo alle note dolenti: la difesa. Quello che viene considerato uno dei punti di forza dei panzer è risultato invece l'anello debole della corazzata tedesca; ancora qualche indecisione dei giganti della retroguardia. Per emettere sentenze è comunque ancora presto...troppo presto!

Se la Germania ha avuto qualche difficoltà il merito è del Costa Rica, ed in particolare dell'ex Citizens Paulo Wanchope che con due gol ha fatto tremare Lehman e compagni; sicuramente il migliore in campo...spalla a spalla con il baby prodigio ex Stoccarda e di casa Bayern: Philipp Lahm; autentica spina nel fianco.

286292-1160853-317-238.jpg

Chiuso il capitolo tedesco; apriamo quello riguardante i vicini di casa polacchi. Delusione e sconcerto sono gli aggettivi adatti alla debacle di Zurawski e compagni; accreditati alla partenza di un secondo posto nel girone hanno deluso alla prima e la stecca inziale potrebbe lasciare strascichi pesntissimi.

Molto bene l'Ecuador invece; sembrava dovesse essere fuori condizione visti gli scarsi risultati delle amichevoli pre-mondiali invece trascinata da Tenorio e Delgado ha sorpreso molti degli addetti ai lavori!

A cura de...il sottoscritto!!!

A presto per il punto sulle altre partite... :D

Link to comment
Share on other sites

RIECCOMI QUIIIIIIIIIIIIIIIIIIII mi dispiace per nn esser stato presente qui in questi giorni a causa di problemi col computer cmq domani scrivero i commenti di Italia-usa e karpets se vuole di Usa-Rep ceca e Iverson domani scrivi sul Brasile.Ringrazio Davide,Michele e Riccardo.

Link to comment
Share on other sites

IL COMMENTO TECNICO:

286491-1163192-317-238.jpg

E' stata l'Inghilterra a spuntarla nel difficile match con i sudamericani del Paraguay, guidati in attacco dal tande m Valdez e Santa Cruz (non al meglio). Dall'altra parte gli inglesi schieravano un Michael Own molto spento e quasi mai in partita.

A decidere l'incontro però non è stato però un attaccante, ma un'autorete di Gamarra su tiro di David Beckham.

Tra i più propositivi certamente il centrocampista del Chelsea Frank Lampard (che si appresta a diventare il più pagato al mondo) che ha più volte provato il tiro dalla distanza.

In generale la vittoria è stata presa dalla stampa inglese con le pinze, ma era fondamentale non fallire la prima, anche giocando un calcio meno brillante; aspettando il talento Wayne Rooney pronto per il prossimo match dopo un recupero fulminante. Con Wayne li davanti a dar peso e vivacità all'attacco l'Inghilterra lotterà certamente per un posto tra le grandi: vista la qualità immensa de centrocampo (il più completo del Mondiale); la solidità della difesa e un portiere come Robinson che certamente è più affidabile del "vecchio" David James.

Sul fronte opposto parliamo dei paraguayani: discreta partita in quella che non è stato certamente un incontro eccezionale. I sudamericani hanno disputato una discreta partita, senza però dimostrarsi mai pericolosi; anche nel secondo tempo quando hanno provato a schierare le tre punte con Cuevas in aggiunta.

Ora li vedremo all'opera nel prossimo incontro...

286640-1165217-458-238.jpg

Da una parte del mondo c'è un paese deluso e affranto; a migliaia di km e dall'altra parte del globo un intera nazione è in festa per quello che è un pareggio storico. Il ct di Trinidad Leo Beenhaker è entusiasta della partita dei suoi ragazzi, splendidi nel tenere botta alla ben più quotata Svezia; giocando per un tempo perfino in inferiorità numerica.

L'espulsione di Avery John ha costretto i centro-americani a soffrire fino alla fine, salvati anche da uno splendido Shaka Hislop; portiere in extremis di Trinidad. Gli scandinavi invece hanno disputato una partita sottotono non riuscendo ad incidere specialmente con le loro forti ali: Wilhelmsson e Ljungberg; mentre Zlatan Ibrahimovic continua ad essere un giocatore sottotono...Ma molto sotto!

Dopo poche partite abbiamo già la prima sorpresa di questo mondiale??

Link to comment
Share on other sites

286652-1165394-458-238.jpg

Parli di Argentina e ti viene in mente una delle favorite...la vedi giocare e ti rendi conto di quanto possa recitare fino in fondo il copione previsto: vincere il Mondiale!

Ottima partita dei ragazzi di Pekerman. Sono proprio i suoi ragazzi, avendo vinto con lui un Mondiale under 17 e componendo l'80% della squadra attuale; con talenti purissimi come: Messi, Tevez, Luis Gonzales, Mascherano...

Ma proprio i due talenti Tevez e Messi sono stati tagliati fuori alla prima: dentro Crespo e Saviola ed il "conecho" ex Siviglia ha messo il suo sigillo in questo Mondiale...e a dare manforte all'Argentina ci ha pensato Hernan Crespo; che al Chelsea ritroverà Andriy Shevchenko, compagno nell'avventura al Milan.

La Costa d'Avorio è venuta fuori nel secondo tempo quando l'Argentina ha tirato i remi in barca; ma si è dimostrata squadra ancora un pò acerba per una competizione del genere...pur mostrando grandi individualità e costruita attorno alla classe di Didier Drogba, in gol anche lui.

Sicuramente gli africani si rifaranno e chissà che non facciano qualche scherzetto...

286852-1166982-317-238.jpg

Un solo nome nella vittoria dell'Olanda sulla Serba: Arjen Robben. L'ala del Chelsea ha disputato un grandissimo primo tempo, sfiorando più volte il gol e andando a segno dopo pochi minuti con un eccellente contropiede, concluso da un'azione indivduale di Robben.

La Serbia-Montenegro, al primo ed ultimo Mondiale con questo nome (il Referendum ha sancito la divisione dei due stati, dal prossimo anno ci saranno due nazioni separate: Serbia da una parte e Montenegro dall'altra) ha disputato una partita non certamente all'altezza delle aspettative: dopo aver subito un solo gol nelle qualificazioni la squadra allenata da Petkovic è caduta nella gabbia costruita da Van Basten attorno ai giocatori più pericolosi: Kezman, Stankovic e Milosevic.

Le punte ed il trequartista non hanno certamente brillato e Petkovic ha provato a mischiare le carte inserendo il gigante della Stella Rossa Zigic, ma mai risultando pericolosa; a parte una bella conclusione del "furetto" Ognjen Koroman.

Anzi, è stata proprio l'Olanda a rendersi pericolosa con le due ali esplosive Robben e Van Persie...proprio il gioiello dell'Arsenal, spalleggiato dal suo allenatore si è lamentato dello scarso altruismo di Robben; chissà come finirà la cosa!?!

Van Basten non è soddisfatto ma c'è da giurarci che appena Van Nistelrooy la metterà dentro e Van der Vaart prenderà in mano il pallino del gioco gli Orange faranno paura a molti. La Serbia invece è chiamata ad un pronto riscatto, in quello che è certamente il girone più difficile di Germania 2006.

Link to comment
Share on other sites

287027-1169428-458-238.jpg

Il Messico, inserita come testa di serie in un girone abbordabile, doveva fare la voce grossa con l'Iran nell'incontro iniziale...e solo dopo settanta minuti di gioco è riuscito a farla, battendo un Iran parecchio propositivo.

La squadra iraniana vive in un clima surreale, considerando la situazione che si sta creando attorno al Paese da parte del mondo intero; a causa delle dichiarazioni del Presidente Ahmadinhejad...ma in campo l'Iran ha dimostrato di esserci solamente per giocare a calcio e l'ha fatto anche piuttosto bene nel primo tempo; impattando il Messico sull'1-1 grazie alla rete di Golmohammadi.

La classe superiore dei messicani è però venuta fuori nel secondo tempo, disputando una partita superiore e trascinati dal centrocampista Omar Bravo e da un ottimo Zinha (gol più assist!). Delude invece Jared Borgetti e con lui anche il compagno di reparto Guille Franco, sostituito infatti da Kikin Fonseca nella ripresa.

C'è da giurarci che il Messico venderà cara la pelle nel match con il Portogallo e vista la prestazione dei lusitani sarà una bella sfida...

287030-1169532-317-238.jpg

Parliamo proprio del Portogallo. Contro l'Angola sembrava dover essere una passeggiata ma non è stato affatto così; non per grandi meriti angolani: pericolosi solo con il numero 10 Akwa e nella ripresa con la punta del Benfica Mantorras; ma più che altro per demeriti della squadra di Scolari.

Dopo l'1-0 firmato da Pauleta su assist di Figo infatti, la squadra ha mollato completamente, rinunciando a giocare e affidandosi a qualche giocata del "fumoso" Cristiano Ronaldo. Si è sentita l'assenza di Deco in cabina di regia; sta di fatto che i portoghesi devono cambiare marcia se vogliono tener testa ad un Messico certamente più in palla!!!

Link to comment
Share on other sites

ieri dopo una grande attesa c'è stato il debutto dei campioni in carica, ovvero il brasile. quest'anno è partito con l'appellativo di super favorito, sulla carta nessuno avrebbe dovuto resistere a questa squadra di campioni, e cos' la croazia era solo la prima vittima sacrificale che doveva affrontare i verdeoro.

ma il campo ha emesso un altro verdetto, infatti i croati, definiti da parreira forti come le loro riserve, ha dato battaglia, ed il Brasile ha dovuto faticare da matti per ottenere i tre punti, che a mio parere meritavano i croati.

ieri il brasile tutto sembrava tranne di essere la squadra candidata alla vittoria finale. la croazia è stata battuta solo da una grande giocata di uno dei fuoriclasse brasiliani.kaka.

c'è da dire che i giocatori verdeoro sono risutati quasi tutti essere in condizioni fisiche precarie.inoltre il ct brasiliano

ha schierato un ronaldo che è sembrato una zavorra. l'unica corsa che ha fatto è stato quando doveva essere sostituito, per evitare l'ammonizione.....

ieri i croati hanno avuto tutte le carte in regola per vincere, ma è stata un pò troppo timida nei momenti in cui doveva affondare il colpo, e le punte non sono tra le più forti qualitativamente, anche se prso si è rivelato un grande combattente.

comunque non dobbiamo dimenticare che la croazia con le grandi si è fatta sempre valere infatti nel 1998 ha battuto la germania, mentre nel 2002 purtroppo ha sconfitto i nostri azzurri,e per poco non ha fatto il tris.

nel primo tempo il brasile porta avanti un ritmo molto lento e con una disposizione tattica non eccezionale:ronaldo, che non è in una condizione proponibile, adriano che gioca spalle alla porta, ronaldinho ben chiuso dai croati ed una difesa non eccezionale.

infatti il tecnico slavo Kranjcar è stato un mago tattico, adottando nel primo tempo un 3-5-1-1 che è riuscito ad arginare i vari campioni brasiliani . l'unico brasiliano che sembra stare bene è quello che ha firmato il vantaggio, ovvero il milanista kaka, che si inventa un gran gol di sinistro. a parte l'azione del gol il brasile ha fatto ben poco.

una volta iniziato il secondo tempo la croazia è un po' più offensiva, capendo anche le difficoltà dei brasiliani.

infatti prso passa a fare la punta pura, supportatpo dal figlio del ct che lavora dietro le punte.la croazia ha alcune buone occasioni, la maggior parte sprecate.

in questo secondo tempo inoltre il brasile mostra tutta la sua fragilità difensiva.

ma alla fine il copione è stato rispettato, anche se non meritato.

concludo dicendo che se è questo il vero brasile sono ben felice di affrontarli asgli ottavi per cacciarli subito fuori dal mondiale senza neanche troppi problemi.purtroppo il calcio è imprevedibile, quindi i verdeoro potranno riprendersi tranquillamente, ma almeno ieri hanno dimostrato a tutti di essere vulnerabili.

Link to comment
Share on other sites

Ragazzi che Italia.Chi se lo sarebbe aspettato una simile prestazione degli azzurri.Poi la sveglia di Pirlo che finalmente ha fatto vedere realmente chi è con quella botta.Però partiamo dalla tanto snervante viglia.Tutti i programmi parlano della possibile formazione con la solita sfida Totti e del Piero.C'è da dire che vedendo le condizioni di Totti tutti prevedono già Alex in campo dall'inizio ma Lippi stravolge tutti e schiera Toti che secondo LIppi è al 70 % come dichiarato nella conferenza stampa.Io tremo per il Ghana come tutti quanti vedendo chi ci gioca.Però passiamo ai fatti.Nel pomeriggio quei sopravvalutati degli Usa prendono 3 goal dal grande Tomas Rosicky nuovo acquisto dell'Arsenal e poi Koller che con la sua solita testolina :wink: segna l'1-0.Poi un bel palo di reyna ma nient'altro però passiamo all'Italia,l'attesa sale e tutti vogliono vedere come si comporta la squadra di Lippi.vedendo le amichevoli e gli scorsi mondiali viene da pensare "e mo so cavoli amari co sti ghanesi" detto in dialetto ma in italiano tutti se lo saranno detto nella mente.Sono le 21.00 circa ed inizia a suonare il nostro inno dopo che le due nazioni sono entrate con un boato quasi mai sentito del pubblico di hannover.Quasi tutto lo stadio canta l'Inno di Mameli e sale ancor di piu' emozione per i giocatori e anche a me.Parte il match e subito si vede un'Italia aggressiva con vari tackle di De Rossi subito ammonito per un fallo su un ghanese e anche Totti aiuta i reparto difensivo.Da notare la grande forza e la classe dei due centrali Cannavaro e Nesta che prendono ogni palla.Il gioco dell'Italia si concentra molto sulla fascia destra con un bravissimo Zaccardo che riesce a dominare ,anche se con fatica, la sua fascia.Pirlo gioca alla grande e tutti i suoi passaggi sono meravigliosi.L'italia si mangia varie occasioni con Gilardino ke fa il tunnel a Kingson ma la palla tocca il palo.Poi inizia ad attaccare il Ghana soprattutto sulle fascie peroi senza concludere all'altezza facendo un esempio il tiro di Appiah sparato fuori quando era tutto libero e dentro l'area e la tira sopra la traversa la palla.Un azione significativa e quella di toni che su uno stupendo passaggio di Totti riesce a scavalcare Kuffour e coordinarsi pur essendo braccato a tirare un collo pazzesco prendendo il palo.Ma sta per finire il primo tempo e Pirlo da calcio d'angolo con uno schema riesce a tirare una bordata che sorprende la difesa del Ghana e, grazie anche a Gilardino che si abbassa, ci portiamo in vantaggio meritatamente.Finisce il primo tempo e tutti i tifosi azzurri pensano già in grande e tirano un grandissimo sospiro di sollievo.Rinizia il match e dalla ripresa c'e da pensare ai ghanesi che hanno voglia di ristabilire il risultato che sembra quasi scontato e a sfavore loro.Però iniziamo a vedere gli africani molto violenti e con un arbitro,Simon(Brasile),che ha fatto letteralmente una brutta partita(era meglio Moreno,poco ci mancava).Essien che tira almeno un 5 gomitate e poi Asamoah che si butta in aria di rigore tra De Rossi e Nesta se non sbaglio e acccentua la caduta ma l'arbitro vede bene e da la punizione all'Italia però non da l'ammonizione per la simulazione(fa anche rima :wink: ) e poi l'arbitraggio scandaloso passa anche al guardalinee che da almeno tre fuorigiochi inesistenti.C'è da notare che entra Iaquinta al posto del povero Totti che ha subito un tacchettata ed infatti i medici hanno rilevato una forte contusioneperò niente di grave.Poi entrato Iaquinta cambia la partita e subito si fa vedere grazie ad un lancio perfetto di Pirlo riesce ad arrivare da solo davanti al portiere purtroppo il guardalinee da il fuorigioco che non c'era e poi kuffour fa un brtto fallo da dietro a gioco fermo che era da punire.Poi grazie ad un mitico Pirlo ancora una volta Iaquinta scatta velocmente e prende quais il pallone ma Kuffour lo anticipa e passa una palla per il suo portiere molto male cioè lenta e Kingson non va sulla palla e Iaquinta anticipa con una velocità strepitosa il portiere e va a segnare.Poi il match finisce e tutta Italia e anche in Germania in paizza a festeggiare e a fare cortei.spero vi sia piaciuto e vi ringrazio amici di cym forum.Ciao da Steve :wink: e alla prossima speriamo con le pagelle :D .Ciao.

Link to comment
Share on other sites

In effetti l'Italia ha sorpreso pure me, squadra compatta, concentrata che ha battuto un Ghana spuntato dove il solo Essien si è reso vivace. Qualche piccola distazione nel primo tempo e qlc minuto di sofferenza nella ripresa, ma vittoria netta e meritata, ahimè!

Link to comment
Share on other sites

ieri sera la germania ha ipotecato la qualificazione agli ottavi, che potrà diventare matematica se l'ecuador vincerà oggi pomeriggio.

la germania infatti ha trovato il vantaggio, nella bella cornice del Westfalenstadion di Dortmund,a tempo scaduto, grazie alla rete di Neuville, entrato da poco.

il gol è arrivato dopo l'assedio finale e dopo un sacco di occasioni mancate.

infatti la germania ha confermato quello che ha fatto vedere di buono con il costarica, con un lahm che è il migliore fra tutti. inoltre ieri ballack è stato schierato regolarmente in campo, dato che i suoi problemi fisici sono stati superati.

la germania ha condotto tutta la partita, ma la polonia,sembraq trasformata, rispetto al match d'andata, in meglio. forse un pò anche per l'orgoglio di questa partita molto sentita.

fatto sta che quasi tutte le occasioni le hanno prodotte, ma quasi sempre sprecate i tedeschi.

infatti l'instancabile terzino lahm al 21' offre un assist perfetto su klose, che ha origini polacche, che manca abbastanza clamorosamente il gol, mandando la palla al lato.avrà voluto graziare i polacchi?

sempre lahm al 46' offre un altro assist, stavolta il destinatario è l'altro attaccante tedesco di origini polacche:Podolski. riceve un buon pallone, che si spegne sul fondo.

ma non sono solo queste le occasioni tedesche,neutralizzate da un buruk quasi miracoloso, o sbagliate di poco.

ma tra le tante occasioni tedesche si è vista anche una polonia che ha esercitato una buona pressione offensiva, nonostante non sia riuscita a creare occasioni nitide.

la polonia come la germania, è una squadra molto fisica, ma manca di quegli uomini che possono decidere la partita, e che fanno la differenza tecnica, per esempio gente come ballack.ma ieri nè ballack e nè le due punte erano in grado di fare la differenza, così abbiamo assistito ad una partita vivace ed abbastanza equilibrata.

il secondo tempo si svolge sulla falsariga del primo, con una polonia che non può perdere se vuole continuare la sua avventura mondiale, mentre alla germania un paraggio andrebbe anche bene.

ma dal 20' in poi i padroni di casa spingono sull'acceleratore e ci sono occasioni per:klose, mertesacker,lahm,neuville e per finire l'incredibile doppia traversa colpita prima da klose e poi da ballack. la polonia non ci sta e prova ad affondare il colpo con smolarek, fallendo.

inoltre al 30' si ritrova con in campo 10 uomini a causa dell'espulsione di Sobolewski. parte così l'assedio tedesco che vede la sua completa realizzazione quando neuville gonfia la rete al 46', a tempo scaduto.

la germania quindi si ritrova ad un passo dagli ottavi.

Link to comment
Share on other sites

ecco le pagelle: (fonte datasport)

GERMANIA

Lehmann J. 6 - Solo Jelen prova a creargli qualche grattacapo, ma lui e` sempre pronto. Passa gran parte dei novanta minuti facendo lo spettatore.

Friedrich A. 6.5 - Poco impegnato a contenere le avanzate polacche, prova a farsi sentire nella meta` campo avversaria. Sulla destra punge, riuscendo spesso a mettere in mezzo palloni interessanti.

Lahm P. 7 - Brillante ed ispirato. Riesce a far pesare la sua vivacita` e la sua intraprendenza, mettendo in difficolta` i dirimpettai e servendo palle invitantissime a Klose e Podolski.

Mertesacker P. 7 - Puntuale ed attento in difesa. Pericoloso e grintoso in attacco. Pedina fondamentale della formazione di Klinsmann.

Metzelder C. 6 - Gli avanti polacchi non sono ispirati e lui ne approfitta. Serata tranquilla.

Ballack M. 6 - Aveva tutti gli occhi puntati addosso e, forse anche per questo, non ha entusiasmato. Inutile dire che il suo contributo e` stato comunque prezioso; da un giocatore del suo calibro ci si attende, in ogni modo, di piu`.

Frings T. 6.5 - Altra gara positiva davanti alla difesa. Se chi sta dietro non soffre e` anche merito suo. Qualche bel lancio ne illumina, poi, la prestazione.

Schneider B. 6 - I pochi spazi concessi dal centrocampo polacco ne limitano il raggio d`azione. Cresce nel finale quando, nell`arrembaggio dei suoi, da` un prezioso contributo.

Schweinsteiger B. 6 - Cuce in mezzo al campo e tenta di dare una mano la` davanti. La troppa imprecisione gli costa un voto piu` alto.

Klose M. 5.5 - Divora almeno un paio di gol facili facili e questo non e` da lui. L`impegno non manca ma, contro i suoi `connazionali`, vanifica quanto di buono creato dai suoi compagni. Sfortunato quando, di testa, centra la traversa.

Podolski L. 5 - Si vede molto raramente. Nell`unica ghiotta occasione che gli capita riesce, a pochi passi da Boruc, a calciare incredibilmente a lato.

Borowski T. s.v. - Entra in tempo per l`assalto finale. Non fa in tempo a farsi vedere.

Neuville O. 7 - Venti minuti di qualita`. Ha due occasioni; nella prima e` miracoloso Boruc, nella seconda non sbaglia.

Odonkor D. 7 - In meno di mezz`ora cambia la gara. Sfonda spesso sulla destra, mettendo in grave imbarazzo il suo marcatore. S`inventa l`assist per il gol.

All.Klinsmann J. 6.5 - Si dimostra coraggioso quando, vedendo che il risultato non si sblocca, mette da parte gli equilibri ed inserisce una punta dopo l`atra. Il gol di Neuville allo scadere e` il giusto premio per chi ha osato.

Link to comment
Share on other sites

POLONIA

Boruc A. 7 - Miracoloso per novanta minuti, si arrende in pieno recupero. E` il piu` deluso quando, raccolgiendo la palla in fondo al sacco, capisce che la qualificazione e` ormai una chimera.

Bak J. 5.5 - Soffre incredibilmente la velocita` ed i guizzi dei rivali. Palla a terra e` quasi sempre tagliato fuori. Si rifa` parzialmente sulle palle alte, dove il suo contributo pesa.

Baszczynski M. 5 - Tiene come puo` fino al settantesimo. Negli ultimi venti minuti naufraga come tutto il reparto, concedendo occasioni su occasioni ai rivali.

Bosacki B. 4.5 - Klose, Odonkor, Lahm, Podolski, chiunque passi dalle sue parti riesce, in qualche modo, a sfondare. Inadeguato.

Zewlakow M. 6 - Soffre parecchio ma, alla lunga, riesce a prendere le misure a Klose e Podolski. Esce sfinito.

Krzynowek J. 5.5 - Riesce a contenere alla meglio le avanzate dei pari ruolo tedeschi. Bene come interditore, nullo nella meta` campo avanzata.

Radomski A. 5.5 - Piace nel primo tempo quando, con una marcatura attenta, leva ossigeno a Ballack e Frings. Nella ripresa non si vede.

Smolarek E. 6 - L`ultimo ad arrendersi. Prova ad innescare a contrastare Ballack ed a innescare Jelen. Non sempre ci riesce. L`impegno va, in ogni modo, premiato.

Sobolewski R. 5.5 - Non ha fatto malissimo. La seconda ammonizione ha, pero`, pesato parecchio sull`economia della gara: in undici contro undici, infatti, i suoi difficilmente avrebbero perso.

Jelen I. 6 - Janas gli da` fiducia e lui risponde con una gara tutto cuore, nella quale dimostra le sue buone doti ed il suo indiscutibile carattere. Prova, da solo, ad impegnare la difesa tedesca.

Zurawski M. 5 - Cerca di affondare i colpi ma, fermato con le cattive dai dirimpettai, si spegne presto. Col passare dei minuti perde sempre piu` convinzione.

Dudka D. s.v. - Solo uno spezzone. Ingiudicabile.

Lewandowski M. s.v. - Solo pochi minuti. Ingiudicabile.

Brozek P. s.v. - Entra un attimo prima del gol. Ingiudicabile.

All.Janas P. 5.5 - Un pari lo avrebbe accontentato, questo e` vero; i suoi sono, in ogni caso, parsi un po` troppo rinunciatari. Il gol subito in zona Cesarini, probabilmente, chiuso il discorso qualificazione.

ARBITRO

Medina Cantalejo 6 - Non dispiace anche se, in piu` di un’occasione, e` parso avere i cartellini “facili”. Ha, comunque, adottato lo stesso metro di giudizio sia con i tedeschi che con i polacchi.

Link to comment
Share on other sites

Il bollettino del mondiale:

Il bollettino di Karpets

Diamo un'occhiata al termometro di questo Mondiale:

CHI SALE:

su.JPG

-SPAGNA: 287799-1177601-458-238.jpg

Sicuramente la squadra più convincente del Mondiale. I giovani talenti di Aragones hanno disputato una partita straordinaria; sia per intensità di gioco che per qualità messa in campo. Superbe le due punte Fernando Torres ed in particolare David Villa: l'attaccante del Valencia si dimostra gran giocatore nonostante la giovane età, mentre "El Nino" ha messo la sua zampata nel gol capolavoro in collaborazione con Carles Puyol.

L'avversario Ucraina è parso sottotono, ma rappresentava cmq il banco di prova più importante per le Furie Rosse.

E' vero che non è mai arrivata in fondo in un Mondiale, ma questa schiera di talenti giovanissimi può arrivare fino in fondo, trascurando addirittura Raul. VOTO 9

REPUBBLICA CECA: Gran partita, nulla da eccepire per la squadra di Bruckner; i suoi hanno disputato un match su ritmi altissimi trascinati dal gioiello dell'Arsenal Tomas Rosicky e dalla nuova punta dell'AS Monaco il gigante Jan "Dino" Koller; i cechi sono squadra molto pericolosa e molto forte...se avranno ancora con loro Koller sicuramente sapranno far vittime illustri! VOTO 8,5

AUSTRALIA: La prima vittoria dell'Australia ad un Mondiale è opera del talento dell'Everton Tim Cahill, autentico mattatore di giornata. Il voto alto è giustificato dal carattere della squadra di Hiddink (autentico guru del calcio!), autrice di un'incredibile rimonta...e dal predominio in campo degli "aussi". Poi sono arrivate le perle Australiane e chissà se ci sarà un seguito contro la Croazia e poi....c'è il Brasile, per ora facciamo si che si godano il momento di gloria: VOTO 8

ITALIA: L'Italia vista col Ghana può andar lontano...molto lontano! Ma la prestazione eccellente del primo tempo non ha avuto un seguito nel secondo; cosa abbastanza normale all'inizio di un torneo lungo ed impegnativo. Totti non è ancora al meglio e sinceramente non ho visto le giocate descritte dai giornali, molto bene Toni invece; eccezionale nel difendere palla, far ripartire la squadra e ripartire.

Sta di fatto che mi sorge un dubbio, se al posto di Amoah ed Asamoah ci fossero stati Koller, Baros e Rosicky???

Mmmmh.....il Ghana è andato al tiro spesso con Essien, ma con un avversario come la Repubblica Ceca sarà veramente dura, il vero banco di prova. Staremo a vedere, intanto.... VOTO 7,5

ARGENTINA Stesso voto dell'Italia, concreta, cinica e bella da vedere; l'Argentina di Pekerman si può anche permettere di rinunciare a Leo Messi e a Carlitos Tevez nella difficile partita con la Costa d'Avorio...mostra il suo gioco migliore nel primo tempo e nel secondo amministra da squadra esperta; una delle favorite!!! VOTO 7,5

GERMANIA & OLANDA Primo tempo starordinario all'esordio per l'Olanda contro l'ostica Serbia, con un Robben arma a doppio taglio. La squadra di Van Basten è giovanissima ma è li a giocarsela con le migliori...aspettando la sfida stellare con l'Argentina.

La Germania invece si è dimostrata solidissima e a mio modo di vedere può andare molto lontano, proprio grazie alla propria quadratura! Il voto potrebbe essere ben più alto, viste le due vittorie iniziali...ma la scarsa vena realizzativa di Lukas Podolski la porta ad un bel... VOTO 7,5

ECUADOR & MESSICO Il Messico è squadra da ottavi di finale come minimo...gran secondo tempo per i Sombreri. L'Ecuador può essere la sorpresa del Mondiale dopo aver fatto secca la Polonia. VOTO 7+

TRINIDAD & TOBAGO Pareggiare contro la favorita Svezia in dieci contro 11, per una squadra alla prima partecipazione in un Mondiale è un risultato straordinario...i centramericani non hanno probabilmente disputato una partita brillante e spettacolare, ma hanno bloccato gli svedesi alla grande...guidati dal talento che non muore mai: Dwight Yorke.

VOTO 7

Link to comment
Share on other sites

STABILI:

uguale.JPG

BRASILE & CROAZIA Si attendeva un Brasile al ritmo di Samba bailado ed invece si è assistito ad un lento sulle note di "Una lacrima sul viso"... Totalmente imbarazzanti le prestazioni di Adriano e di Ronaldo; movimento praticamente inesistente delle due punte, a questo punto Parreira deve considerare le alternative Robinho e Fred; se lo stato di forma dei due attaccanti dovesse essere il medesimo.

Salvati solo da un grande Kakà i brasiliani, non hanno avuto nemmeno un Ronaldinho all'altezza...meglio l'altro milanista Nelson Dida, bravo a salvare il risultato sotto il pressing Croato.

Sta di fatto che i brasiliani rimangono i favoriti e guai a fidarsi dei loro passi falsi!!! VOTO 6,5

Veramente buona la partita della Croazia invece, squadra veramente tosta e pronta a prenotare un posto per gli ottavi; gioco superiore al Brasile: solo il risultato gli ha detto male! VOTO 6,5

SVIZZERA, PORTOGALLO & INGHILTERRA

-I lusitani si sono limitati ad uno scarno 1-0; ecco i motivi del VOTO 6

-Meglio la Svizzera bravissima a bloccare la Francia... VOTO 6,5

-L'Inghilterra non è al top ma una vittoria contro l'ostico Paraguay è un buon punto di partenza. VOTO 6,5

Link to comment
Share on other sites

Guest
This topic is now closed to further replies.
  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.



×
×
  • Create New...