Jump to content
  • Sign Up

Disponibile Pro Cycling Manager 2021

Pro Cycling Manager 2021 e Tour de France 2021sono finalmente disponibili
Leggi di più

Hai già scoperto i nostri tutorial?

Come sottoscrivo una mod su Steam? Come modifico un database? Come posso creare una maglia personalizzata? Per queste ed altre domande visita la nostra sezione tutorial!
Tutorial

Seguici su Discord

Unisciti al server Discord di PCM Italia per rimanere sempre in contatto con noi, parlare di ciclismo e vivere un'esperienza multiplayer ottimale
Unisciti al server

PCM Italia è su Tapatalk

Scarica Tapatalk gratuitamente sul tuo smartphone per consultare in maniera facile e veloce PCM Italia anche da mobile!
Leggi di più

La nostra RECENSIONE di Pro Cycling Manager 2020

Leggi e guarda la nostra recensione di Pro Cycling Manager 2020, a cura di BubbaDJ
Leggi di più

Destinazione Alpi


Recommended Posts

A fine maggio andrò a scalare Mortirolo e Gavia aspettando i ciclisti in vetta.

Ai più esperti volevo chiedere, che temperature trovo secondo voi in vetta?

Come conviene vestirsi?

E per l'alimentazione cosa mi conviene fare?

Link to comment
Share on other sites

Scusate ma mi sono dimenticato una domanda: cosa mi consigliate di fare per ottimizzare il recupero da un giorno all'altro?

Devo cercare di ottimizzare tutto perchè non sono abituato a scalate del genere e ho il grande obiettivo di non mettere mai piede a terra con la mia mountain bike.

Link to comment
Share on other sites

Se vuoi posso contattare un mio amico, che va su prprio quei giorni, lo dovrai aspettare perchè è un oò brocco, ma se andate insieme è simpatico.. mi pare si chiami Alberto Contador, o na roba simile..

Link to comment
Share on other sites

Io per recuperare dopo i grandi sforzi, prendo una bustina di R2 della Enervit. Sa un po' di arancio andato a male ma è molto efficace :wink:

ma che bustine...neanche gli juniores/under dovrebbero prenderle figuriamoci un amatore :rolleyes: .... l'importante è fare una buona alimentazione e stretching ....

Link to comment
Share on other sites

Non è che contengano chissà che cosa (non sono quelle che menziono nel topic "la mia fatica")

Comunque io non vedo nulla di male a prendere integratori per gestire meglio il recupero, finchè non ci sono sostanze proibite.

Queste bustine di R2 contengono Glutammina e Aminoacidi ramificati che contribuiscono al recupero muscolare più alcune vitamine e sali minerali.

Link to comment
Share on other sites

  • Moderators
ma che bustine...neanche gli juniores/under dovrebbero prenderle figuriamoci un amatore :rolleyes: .... l'importante è fare una buona alimentazione e stretching ....

direi FONDAMENTALE... fino allo scorso anno lo facevo poco e niente.. da quest'anno lo faccio regolarmente (prima e dopo allenamento) e il miglioramento è notevole!!

Bhe per recuperare meglio panta ti consiglierei apparte lo stretching andare a letto e mangiare in maniera corretta (poco la sera sarebbe anche meglio) :D

Link to comment
Share on other sites

Non è che contengano chissà che cosa (non sono quelle che menziono nel topic "la mia fatica")

Comunque io non vedo nulla di male a prendere integratori per gestire meglio il recupero, finchè non ci sono sostanze proibite.

Queste bustine di R2 contengono Glutammina e Aminoacidi ramificati che contribuiscono al recupero muscolare più alcune vitamine e sali minerali.

parti dal fatto che uno non allenato e si fa il mortirolo il giorno dopo anche se si prende l'epo avra un mal di gambe allucinante....

cmq ti cito una cosa che ha scritto un mio caro amico...

Una cura a base di ferro, b12, acido folico, disintossicanti è accettabile dagli under in sù, ma assolutamente è inammissibile a livello juniores, quando si corre a distanza di 7 giorni. Se un ragazzo di 17 anni non recupera da una gara in 7 giorni allora può cambiare sport. Il discorso è che c'è la volontà di spingere il fisico oltre il consentito, anzi oltre quello che la biodisponibilità corporea di un 17enne ha, perchè l'unico obiettivo per certe formazioni o certi presidenti è quello di vincere, di dominare, pertanto per fargli sostenere carichi di lavoro sempre più consistenti e dispendiosi da un punto di vista muscolare ecco che c'è la necessità di dover accelerare i tempi di recupero, ma con questa operazione insegniamo una cultura sbagliata e roviniamo il processo di crescita di un ragazzo.

con questo non sto dicendo che le bustine di R2 siano chissà cosa... però crescere con la mentalita prendere la bustina di sali piuttosto che aminoacidi da juniores pensando di recuperare è sbagliato.. visto che da juniores non si fanno sforzi tali da dover prendere cose al di fuori di quelle che la natura ci fornisce... e se c'è il bisogno di prenderle è perchè si esagera :wink:

Link to comment
Share on other sites

Eh, ma se non sei ben allenato su salite di un certo tipo il piede a terra rischi di mettercelo..

Non sono allenatissimo ma in salita vado molto e ho soprattutto buona gestione dello sforzo, spero con molta calma di farcela.

Te non gufarmela! :mrgreen:

Panta io non ti posso dare consigli...se apprezzi ti dico solo buona fortuna... :mrgreen:

Apprezzo. :smilie_daumenpos:

Riguardo alle bustine sono restio a prenderle, mi piacerebbe fare tutto da me. Comunque vedo che si pone molta attenzione sullo stretching, ci starò attento. Spero non faccia troppo freddo, secondo voi che temperature mi attendono in cima ai passi?

Link to comment
Share on other sites

Ma è più difficile salire con la MTB o quella da corsa?

dipende

il vantaggio della mtb è che se hai una crisi metti la coroncina piccola davanti e sali qualsiasi pendenza senza sentirla troppo sulle gambe e questo in caso di salita lunga e dura può capitare

per contro, avere una grande cadenza di pedalata ti stanca di più le anche e la schiena e la minor velocità significa che ci metti molto più tempo ad arrivare in cima, quindi più disidratazione. poi in generale le mtb sono più pesanti e hanno ruote che fanno più attrito, anche se a quelle pendenze questo conta poco (parlo dell' attrito, il peso invece conta)

poi dipende da quanto sei allenato, se riesci a fare salite di 5-6 km con pendenze medie intorno al 7%, allora ce la fai a fare anche il mortirolo, magari mettendo la corona più piccola nei punti più duri. altrimenti se uno è abituato ad andare sempre e solo in pianura, ti pianti dopo un paio di km, non ci sono rapporti leggeri che tengano.

Link to comment
Share on other sites

Se così fosse non avrei problemi, quest'estate ho fatto 2 passi da 800-1000 metri di dislivello con pendenze del 6% circa, e a 12 km/h più o meno arrivo in cima. Ho riniziato ad aprile ad andare in bici e ho fatto circa 6 uscite, l'unica su cui ho preso i tempi è la Consuma, salita da 15 chilometri alla pendenza media del 6% e in meno di un'ora e mezzo l'ho fatta, quindi spero di non avere troppi problemi.

Link to comment
Share on other sites

mmh 6 uscite forse sono un po' poco, poi la consuma è una salita abbastanza facile con tantissimi punti in cui rifiatare. poi tutto è soggettivo, io per fare un mortirolo dovrei allenarmi tanto ma tanto ma tanto, stamani per dire ho fatto 11 km di salita con tratti al 13% e media del 7% e stavo per morire, eppure faccio due uscite a settimana regolarmente. sarà che sono vecchio, boh :D

Link to comment
Share on other sites

io pianifico le mie uscite con questo

http://tracks4bikers.com/

devi cliccare su GMAP Builder e poi costruire il percorso sulla mappa (funziona come google maps, puoi mettere i segnalibri ai vari bivi. poi clicchi su sull' iconcina con la montagna sulla destra dello schermo e schiacci il bottone update profile e ti da l' altimetria generale, la lunghezza delle salite e le pendenze medie e massime che trovi sul percorso.

poi se ti registri puoi anche salvare i percorsi sul sito, io stamani con la bici ho fatto questo (poi ho fatto anche altri km che non sono nel percorso) che avevo preparato l' altra sera

http://tracks4bikers.com/tracks/show/24423

Link to comment
Share on other sites

io invece ho la fortuna di avere pianura, colline e montagne tutte vicine. posso scegliere salite dai 4 agli 8-9 km con belle pendenze tipo alcune salite delle alpi, oppure salite dai 10 ai 20 km pedalabili se mi sposto su verso il nord della provincia, al confine con la romagna o con la provincia di firenze dove ci sono i passi appenninici

Link to comment
Share on other sites

Qualcuno ha dei bei percorsi non in salita in zona fiorentina da consigliarmi?

Faccio sempre e solo salita, mi piacerebbe anche per fare un giro con gli amici poter andare più rilassato per bei paesaggi.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.


×
×
  • Create New...