Jump to content
  • Sign Up

Disponibile Pro Cycling Manager 2021

Pro Cycling Manager 2021 e Tour de France 2021sono finalmente disponibili
Leggi di più

Hai già scoperto i nostri tutorial?

Come sottoscrivo una mod su Steam? Come modifico un database? Come posso creare una maglia personalizzata? Per queste ed altre domande visita la nostra sezione tutorial!
Tutorial

Seguici su Discord

Unisciti al server Discord di PCM Italia per rimanere sempre in contatto con noi, parlare di ciclismo e vivere un'esperienza multiplayer ottimale
Unisciti al server

PCM Italia è su Tapatalk

Scarica Tapatalk gratuitamente sul tuo smartphone per consultare in maniera facile e veloce PCM Italia anche da mobile!
Leggi di più

La nostra RECENSIONE di Pro Cycling Manager 2020

Leggi e guarda la nostra recensione di Pro Cycling Manager 2020, a cura di BubbaDJ
Leggi di più

Che succede se una "provinciale" vuol fare ciclismo?


Recommended Posts

Avellino è una piccola città della Campania (circa 58.000 abitanti), immersa in una valle tra il monte Terminio e il massiccio del Partenio(conosciuta ai più per il santuario di Montevergine, montagna inserita sempre più spesso nel percorso del Giro d'Italia). Una piccola città, con la sua piccola storia e le sue piccole tradizioni. Una città dove il ciclismo è radicato, e dove ci sono moltissimi appassionati di questo sport, tant'è che ogni anno si corre, a ferragosto, il torneo circuito di Avellino.

E' proprio grazie a un gruppetto di appassionati che, in primavera, nascono i Green Wolves Avellino. Inizialmente la squadra sempra destinata a dare sfogo a tutti quegli appassionati locali che vogliono mettersi in mostra nelle competizioni amatoriali, ma, inspiegabilmente si accendono gli entusiasmi, e in città non si parla che di questi ragazzi. Gli sponsor fanno a gara per entrare in questa avventura, e come per magia... ecco i Green Wolves Avellino in continental.

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 74
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Bene... cominciamo con la presentazione degli sponsor, o meglio di tutte le aziende locali che si sono impegnate per realizzare il sogno nato tra un gruppo di appassionati sul bancone di un bar.

Gli sponsor principali sono:

Sidigas: piccola azienda di distribuzione di gas, leader nella zona;

Progress: il riferimento irpino per ogni lavoro, dal fai da te ai piccoli lavori di edilizia;

Sciuker: un brand dal successo imperioso e costante, che ha determinato una collocazione di tutto rispetto sui mercati internazionali della linea di infissi distribuita dalla System di Avellino.

Inoltre la società scafatese Givova fornisce le divise, il centro sportivo Country Sport mette a disposizione le sue strutture per gli allenamenti in palestra e l'azienda locale di trasporti A.Ir. mette a disposizione alcuni mezzi per gli spostamenti.

Hanno partecipato alla sponsorizzazione anche le seguenti aziende:

Pasta Baronia; Banca della Campania; GL Tronic; Di Iorio Torroni; Pisapia sport e Telenostra.

ecco la divisa che indosseranno gli uomini Green Wolves

wolmaillot.jpg

L'obiettivo primario è affermarsi nel circuito ciclistico continental, ma tutto sarà fatto a tempo debito. Per questa stagione la squadra sarà composta soprattutto da giovani ciclisti, e si prenderà potra prendere parte solo alle corse in ambito nazionale.

Link to comment
Share on other sites

Veniamo invece alla squadra.

Il roster è composto da 21 corridori, di cui ben 15 appena passati tra i pro. Tra questi spiccano il 25enne Gianfranco Visconti, ed il 23enne Andrea Grendene. Il ruolo di capitano sarà affidato ad Andrea Noè, 40 anni, che in carriera è stao uno dei più fedeli gregari che si potessero avere. 2 vittorie di tappa al Giro, e un 4° posto nel 2003, sono i suoi migliori risultati in carriera.

A fare da chioccia, insieme ad Andrea Noè ci sarà Marco Pinotti, 32 anni,uno dei migliori cronoman italiani. In rosa anche i due interessantissimi giovani Eros Capecchi e Dario Cataldo, entrambi 23enni, che si presume dovranno essere gli uomini di punta di questa squadra. A completare il roster ci sono Siro Camponogara, che rientra dalla sua esperienza in USA nella Navigator, ed Ermanno Capelli.

Ecco in riepilogo tutta il roster.

gw1j.jpg

Pian piano impareremo insieme a conoscere tutti i corridori.

Link to comment
Share on other sites

Ginova è lo sponsor tecnico della salernitana e Pisapia sport è una catena di negozi campani di articoli sportivi scusa se m'intrometto, ma sono campano come te :smilie_daumenpos:

figurati :wink:

non so se sai che Givova nasce dalla Legea... infatti è uno dei fratelli Acanfora(fondatori della Legea) che si è diviso e ha partorito il suo brand :tongue:

Link to comment
Share on other sites

Intanto annunciato anche il calendario per il mese di febbraio. L'esordio è previsto il 7 al GP costa degli etruschi, si prosegue con il giro della Calabria dal 11 al 13 febbraio, poi c'è il Giro della provincia di Grosseto dal 13 al 15, il trofeo di Laigueglia il 21, il giro della Sardegna dal 24 al 28 ed infine il Gp dell'Insubria il 28 Febbraio.

Link to comment
Share on other sites

Squadra interessante, anche se forse per una formazione del genere 21 corridori sono troppi

ne ho presi 21 perchè la maggior parte son giovani e non so quanto posso puntarci... il primo anno punterò alla salvaguardia del bilancio, poi faccio tutti i tagli necessari :wink:

Link to comment
Share on other sites

L'esordio tutto sommato non è malaccio...

La gara è lunga 193Km e completamente piatta, tranne una salitella proprio all'inizio della gara.

E' proprio sull'unica salita che Capecchi parte in fuga, mancano ancora 170Km all'arrivo, e dopo nemmeno 10Km si aggiungono alla fuga Cucinotta e Tamajo Martinez, che inizialmente non vogliono saperne di collaborare, tentano qualche allungo, ma poi cedono e i battistrada finalmente si organizzano.

pcm0005l.png

L'organizzazione è più che buona, tant'è che a metà gara il vantaggio è cresciuto a 7 minuti e mezzo, il distacco massimo di 8'15'' si toccherà intorno ai -70, ma intanto il gruppone ha alzato l'andatura e comincia a recuperare.

pcm0007v.png

Poco dopo i -50 sono in 5 a staccarsi dal gruppo, ma adesso gli inseguitori vanno a tutta, e la fuga sembra destinata a perdersi.

pcm0008t.png

Ai -20 Cucinotta e Tamayo Martinez tentano l'allungo decisivo. Capecchi non ha la gamba per stargli dietro.

pcm0014i.png

Ma a 10Km dal traguardo il gruppo torna compatto. La fuga è finita...

pcm0015z.png

Agli 8Km comincia a venir fuori il treno irpino... Pinotti,Cataldo,Noè, Grendene...

pcm0016b.png

Sembra viaggiare bene, ma a 4 Km dall'arrivo accade l'irreparabile... il treno verde è risucchiato nel gruppo.

pcm0017.png

A nulla servono gli sforzi dei quattro ciclisti, Petacchi esce per primo dall'ultima curva ai -400m e va a prendersi la meritata vittoria.

pcm0019l.png

pcm0012f.png

pcm0021y.png

Link to comment
Share on other sites

Tutto sommato l'esordio poteva andare peggio...

E' la prima gara della stagione, e la forma è quello che è... inoltre mancano ancora gli automatismi giusti, ma qualcosa di buono s'è già visto, come ad esempio i 160Km di fuga di Capecchi.

Alessio Salvatore ha ceduto sugli ultimi KM arrivando staccato dal gruppo. Il nostro miglior piazzamento è stato il 18° posto di Grendene. Ma la stagione è appena iniziata e avremo tutto il tempo per rifarci

Link to comment
Share on other sites

Mi sembra ovvio che viene risucchiato non è che pinotti può tirare tutto il treno dal 12km quando la barra rossa è finita il secondo deve andare con il cursore

Pinotto è il mio corridore con il valore più alto in PI (76)... li ho ordinati in questo modo perchè Noè e Cataldo hanno entrambi 68 in pianura, ma noè è leggermente migliore sullo sprint... il velocista è Grendene e questo mi sembra non si possa discutere...

cmq dopo inizio a mettere anche le schede dei ciclisti

Link to comment
Share on other sites

Pinotto è il mio corridore con il valore più alto in PI (76)... li ho ordinati in questo modo perchè Noè e Cataldo hanno entrambi 68 in pianura, ma noè è leggermente migliore sullo sprint... il velocista è Grendene e questo mi sembra non si possa discutere...

cmq dopo inizio a mettere anche le schede dei ciclisti

Si ho capito ke è più forte ma non può tirare sempre lui e come se martin parte da quando mancano 2km e porta ai meno 400m Cavendish e Renshaw non puo tenere una velocità elevata per 1,6 km

Link to comment
Share on other sites

Come detto l'obiettivo al giro della Calabria è quella di fare punti in scalata, e l'unico che può farcela è Eros Capecchi, che riesce a prendersi il GPM della prima tappa. Il resto della squadra si stacca alla prima salita e non recupererà più, tant'è che Zavattini, Sassi, Zizzariello, Quarta e Giacobbo arrivano fuori tempo massimo. Rimangono in corsa solo Capecchi (che non è riuscito a tenere il passo del gruppo che si preparava alla volata, accumulando 3'59''), Paolucci (ritardo di 16'46'') e Visconti (22'18'').

Il risultato finale non è per niente incoraggiante.

Intanto ecco le schede dei tre corridori ancora in gara:

pcm0002.png

pcm0003.png

pcm0004.png

Link to comment
Share on other sites

Seconda tappa del Giro della Calabria, che prevede un unico GPM.

Pronti via, e all'inizio della salita attaccano Power e Podgornik.

pcm0005.png

Capecchi, da oggi in maglia a pois, si porta all'inseguimento, raggiunge i fuggitivi e fa l'andatura... Risultato: il ciclista del team irpino fa il vuoto in pochi km,

pcm0007.png

e nonostante il tentativo di attacco da parte di diversi corridori, arriva in cima al GPM da solo, con 38'' sugli inseguitori e oltre 1' sul gruppo.

pcm0008.png

La tappa è lunga, con diversi saliscendi, e sarebbe una follia andare in solitaria. Per questo Capecchi rallenta e torna nel gruppo, e nel bel mezzo della discesa attaccano in 13... Il gruppo decide che è meglio lasciarli fare.

pcm0011.png

Intanto dietro Visconti e Paolucci, staccatisi sulla salita si organizzano nel tentativo di recuperare il gap. Si formerà un gruppo di coda composto da una dozzina di ciclisti, che finirà la gara con 23' di ritardo.

pcm0013y.png

Ai -100 il gruppo accelera, per andare a prendere i fuggitivi. Frattini ha oltre 5' di vantaggio, mentre i 12 inseguitori staccano il gruppo di quasi 3' e mezzo.

pcm0014.png

pcm0016p.png

La fuga finisce a 25km dal traguardo, il gruppo torna compatto, ma diversi corridori attaccano a 15 km dall'arrivo.

pcm0017.png

Sembrava dover essere un fuoco di paglia, ma il gruppo non reagisce e Giovanni Visconti vince la tappa, e diventa leader della corsa.

pcm0021.png

Noi intanto festeggiamo la maglia a pois di Capecchi, che ha 14 pts di vantaggio su Beauchat e Strangelj.

pcm0023.png

Link to comment
Share on other sites

La terza ed ultima tappa del giro della Calabria è lunga 168 Km, di cui gli ultimi 80 completamente pianeggianti. Capecchi è già in maglia a pois e non può perderla, visto che l'unico GPM della gara è da 6 pts. La tappa è per velocisti, e noi non ne abbiamo. Ci limitiamo quindi a stare nel gruppo e a vedere cosa succede.

Vince Paulinho in volata, mentre Gianfranco Visconti e Maximilian Paolucci riescono a farsi staccare pure in pianura :banghead:

pcm0025.png

Vabbè intanto ci godiamo la maglia a pois di Capecchi

pcm0026.png

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.



×
×
  • Create New...