Jump to content
  • Sign Up

Disponibile Pro Cycling Manager 2021

Pro Cycling Manager 2021 e Tour de France 2021sono finalmente disponibili
Leggi di più

Hai già scoperto i nostri tutorial?

Come sottoscrivo una mod su Steam? Come modifico un database? Come posso creare una maglia personalizzata? Per queste ed altre domande visita la nostra sezione tutorial!
Tutorial

Seguici su Discord

Unisciti al server Discord di PCM Italia per rimanere sempre in contatto con noi, parlare di ciclismo e vivere un'esperienza multiplayer ottimale
Unisciti al server

PCM Italia è su Tapatalk

Scarica Tapatalk gratuitamente sul tuo smartphone per consultare in maniera facile e veloce PCM Italia anche da mobile!
Leggi di più

La nostra RECENSIONE di Pro Cycling Manager 2020

Leggi e guarda la nostra recensione di Pro Cycling Manager 2020, a cura di BubbaDJ
Leggi di più

Vuelta Ciclista al Pais Vasco


sateo

Recommended Posts

VUELTA CICLISTA AL PAIS VASCO 2008

1° tappa: Legazpia - Legazpia (137 km)

Vasco1Pr.jpg

2° tappa: Legazpia - Erandio (153 km)

Vasco2Pr.jpg

3° tappa: Erandio - Viana (195 km)

Vasco3Pr.jpg

4° tappa: Viana - Vitoria Gasteiz (168 km)

Vasco4Pr.jpg

5° tappa: Vitoria Gasteiz - Orio (162 km)

Vasco5Pr.jpg

6° tappa: Orio - Orio (20 km ITT)

Vasco6Pr.jpg

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 96
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Paesi Baschi: Contador fa sua la prima tappa

Alberto Contador ha vinto per distacco la prima tappa del Giro dei Paesi Baschi, la Legazpi-Legazpi di 137 km. Alle sue spalle si sono piazzati nell'ordine Ezequeil Mosquera a tre secondi e David Herrero, entrambi della Karpin Galicia. Dietro di loro un terzetto di italiani composto da Cunego, Riccò e Rebellin. Ordine d'arrivo 1. Alberto Contador (Astana) 2. Ezequiel Mosquera (Karpin Galicia) a 3" 3. David Herrero (Karpin Galicia) 4. Damiano Cunego (Lampre) a 8" 5. Riccardo Riccò (Saunier Duval Scott) 6. Davide Rebellin (Gerolsteiner) 7. Peter Velits (Milram) 8. Maxime Monfort (Cofidis) 9. Joaquin Rodriguez (Caisse d'Epargne) 10. Yuri Trofimov (Bouygues Telecom)

Tuttobiciweb.it

Link to comment
Share on other sites

Contador è in grande forma, ma anche Cunego, Riccò e Rebellin stanno bene, ne vedremo delle belle alla Liegi e all'Amstel, sempre che lo spagnolo dell'Astana venga invitato!!!

Link to comment
Share on other sites

Results 1° tappa

1 Alberto Contador Velasco (Spa) Astana 3.39.22 (37.472 km/h)

2 Ezequiel Mosquera Miguez (Spa) Karpin Galicia 0.03

3 David Herrero Llorente (Spa) Karpin Galicia 0.08

4 Damiano Cunego (Ita) Lampre

5 Riccardo Ricco (Ita) Saunier Duval - Scott

6 Davide Rebellin (Ita) Gerolsteiner

7 Peter Velits (Svk) Team Milram

8 Maxime Monfort (Bel) Cofidis - Le Crédit par Téléphone

9 Joaquim Rodriguez (Spa) Caisse d'Epargne

10 Iouri Trofimov (Rus) Bouygues Telecom

11 Johann Tschopp (Swi) Bouygues Telecom

12 Mikel Astarloza Chaurreau (Spa) Euskaltel - Euskadi

13 Mauricio Alberto Ardila Cano (Col) Rabobank

14 David De La Fuente Rasilla (Spa) Saunier Duval - Scott

15 Cadel Evans (Aus) Silence - Lotto

16 Ruben Lobato Elvira (Spa) Saunier Duval - Scott

17 Igor Antón (Spa) Euskaltel - Euskadi

18 Patxi Javier Vila (Spa) Lampre

19 Iker Camaño (Spa) Saunier Duval - Scott

20 Thomas Dekker (Ned) Rabobank

Link to comment
Share on other sites

  • Moderators

Che corridore Contador ... va forte nei salitoni del Tour e nelle "salitelle" tipo queste del Paesi Baschi ... non vederlo al Tour quest'anno sarà un ver peccato per il ciclismo mondiale ... forza Alberto !! Bravissimi i 2 Karpin Galicia e i nostri italiani Cunego, Riccò e Rebellin !! Complimenti

Link to comment
Share on other sites

Baschi, Contador è già re

Subito all'attacco lo spagnolo dell'Astana, che ipoteca il successo finale al Giro dei Paesi Baschi. Damiano Cunego, quarto, è il primo degli italiani. Bettini penalizzato dall'allergia

0JYYQEAR--346x212.jpg

Alberto Contador, 25 anni, ha appena vinto la classifica alla Vuelta Castalla y Leon. Reuters

LEGAZPI (Spagna), 7 aprile 2008 - Alberto Contador con uno scatto secco in salita sull'Alto de Deskarga (ultimo dei 7 gpm in programma, 7,8 km dal traguardo) vince la prima tappa del Giro dei Paesi baschi (quarto successo stagionale) e mette in mostra una condizione che lo candida come favorito per la vittoria finale.

ITALIA ALTI E BASSI - Quando il madrileno scatta, Damiano Cunego, che forse lavora per il suo compagno Vila, prova a prendere la sua ruota. Invece prende 8" al traguardo. Comunque è quarto, migliore degli italiani, e la prostatite che lo aveva fiaccato è ormai solo un ricordo. Subito dietro Cunego finiscono Riccardo Riccò, che aveva messo la tappa nel mirino, e Davide Rebellin, che spera di bissare il successo della Parigi-Nizza "anche se quest’anno il percorso è meno duro rispetto al passato". Il veneto della Gerolsteiner guarda già con preoccupazione alla crono conclusiva di 20 km "che sarà quella che farà la classifica" perché Contador ed Evans hanno più doti di lui in quel genere di sfide, e poi è angustiato dalle condizioni meteo ("sono allergico all’umidità, spero non piova").

BETTINI GIU' - Oggi, dopo una partenza sotto il sole, ha fatto il bagno. Anche Contador, dominatore della Vuelta Castilla y Leon, è allergico. Ma al polline. Quindi, al contrario di Rebellin, spera che venga una bell’acqua tutti i giorni. Accontentato al primo colpo, con previsioni in peggioramento per i prossimi due giorni. Allergia che sta facendo tribulare anche Paolo Bettini. "E' dal 2002 che non sto così male. Appena spingo sui pedali soffoco". Ma l’iridato ieri sui pedali ha provato ad attaccare ed è uscito in fuga con un altro ex campione del mondo, Igor Astarloa. Ma ha sbagliato completamente una curva a sinistra e s’è infilato in mezzo a un bosco. Fortunatamente senza cadere. Non sarà colpa delle ruote in carbonio a profilo alto con la pioggia che veniva? Ci si potrebbe quasi scommettere.

RUJANO - Si rivede, alla partenza, anche il venezuelano Josè Rujano che sogna di tornare quello del 2005, quando arrivò 3° a soli 45" dalla maglia rosa Savoldelli. Ma da allora, il piccolo scalatore ha collezionato solo maglie (quattro in tre stagioni) e brutte figure: una vittoria nel campionato venezuelano a cronometro e scarsissimi piazzamenti. Dice di essere qui per allenarsi (scusa sempre comoda per stare ben nascosti nel gruppo) e che al Giro sarà il capitano della Caisse d’Epargne. Domani intanto si va da Legazpi a Erandio, nei pressi di Bilbao. Sono 153 km con un gpm di 1ª categoria (Alto de Ixua) dopo 47. Poi quattro gpm di 3ª categoria e un finale abbastanza facile. Partenza alle 13,15, occhio alle fughe che potrebbero avere la benedizione di Contador per arrivare.

Gazzetta.it

Link to comment
Share on other sites

Paesi Baschi: Kirchen batte Bettini allo sprint

Il lussemburhese Kim Kirchen ha vinto allo sprint la seconda tappa del Giro dei Paesi Baschi, la Legazpi-Erandio di 153 chilometri, superando il campione del mondo Paolo Bettini. Protagonista anche oggi Damiano Cunego, quinto, subito alle spalle di Rinaldo Nocentini. Abile controllore della corsa nelle sue fasi più calde, lo spagnolo Alberto Contador resta al comando della classifica generale. Ordine d'arrivo 1. Kim Kirchen (Lux) Team High Road 2. Paolo Bettini (Ita) Quick Step 3. David Herrero Llorente (Spa) Karpin Galicia 4. Rinaldo Nocentini (Ita) Ag2r-La Mondiale 5. Damiano Cunego (Ita) Lampre

Tuttobiciweb.it

Link to comment
Share on other sites

Lo riconfermo qui, Riccò vince il Giro...

guarda...a me come "personaggio" non piace un gran che...anche se mi diverto un mondo a sentire le sue dichiarazioni...però ammetto che è un grandissimo corridore (soprattutto in rapporto all'età) con una classe infinita.....al giro ci sta!!! l'unico dubbio è sulla capacità di sopportare la pressione 3 settimane, ma conoscendo il tipetto potrebbe non essere un gran problema

Link to comment
Share on other sites

L'anno scorso ha fatto un gran Giro con una condizione pessima (dopo quasi tre mesi al top...), quest'anno sarà un'altra musica...

Per me, in salita, Contador e Riccò, rispetto agli altri, sono di un altro pianeta...

Ricordiamo che Riccò, sulle lunghe salite e in successione, al max della forma, non l'abbiamo ancora visto...

Link to comment
Share on other sites

  • Moderators
L'anno scorso ha fatto un gran Giro con una condizione pessima (dopo quasi tre mesi al top...), quest'anno sarà un'altra musica...

Per me, in salita, Contador e Riccò, rispetto agli altri, sono di un altro pianeta...

Ricordiamo che Riccò, sulle lunghe salite e in successione, al max della forma, non l'abbiamo ancora visto...

E beh ... stai dimenticando il trullo di Alberobello e un certo Gilberto Simoni ... che in salita nn sono da meno, anzi ...

Link to comment
Share on other sites

purtroppo sì, cmq scommetto ke se piepoli riuscisse a capire ke questo potrebbe essere il suo giro e riuscisse a nn farsi mettere i piedi in testa da riccò, se ne vedrebbero delle belle

Link to comment
Share on other sites

Results 2° tappa

1 Kim Kirchen (Lux) Team High Road 3.40.42 (41.594 km/h)

2 Paolo Bettini (Ita) Quick Step

3 David Herrero Llorente (Spa) Karpin Galicia

4 Rinaldo Nocentini (Ita) AG2r - La Mondiale

5 Damiano Cunego (Ita) Lampre

6 Francesco Gavazzi (Ita) Lampre

7 Alexander Efimkin (Rus) Quick Step

8 Leonardo Duque (Col) Cofidis - Le Crédit par Téléphone

9 Cadel Evans (Aus) Silence - Lotto

10 Inaki Isasi Flores (Spa) Euskaltel - Euskadi

11 Igor Astarloa Ascasibar (Spa) Team Milram

12 Fabian Wegmann (Ger) Gerolsteiner

13 Yaroslav Popovych (Ukr) Silence - Lotto

14 Michael Barry (Can) Team High Road

15 Andry Grivko (Ukr) Team Milram 0.03

16 Sebastian Schwager (Ger) Team Milram

17 Stefan Schumacher (Ger) Gerolsteiner

18 Mauricio Alberto Ardila Cano (Col) Rabobank

19 Daniel Navarro Garcia (Spa) Astana

20 Alexandre Botcharov (Rus) Crédit Agricole

General classification after stage 2

1 Alberto Contador Velasco (Spa) Astana 7.20.07

2 David Herrero Llorente (Spa) Karpin Galicia 0.05

3 Damiano Cunego (Ita) Lampre

4 Kim Kirchen (Lux) Team High Road

5 Cadel Evans (Aus) Silence - Lotto

6 Mauricio Alberto Ardila Cano (Col) Rabobank 0.08

7 Ezequiel Mosquera Miguez (Spa) Karpin Galicia 0.11

8 Paolo Bettini (Ita) Quick Step 0.12

9 Alexander Efimkin (Rus) Quick Step

10 Iker Camaño (Spa) Saunier Duval - Scott

11 Patxi Javier Vila (Spa) Lampre

12 Bobby Julich (USA) Team CSC 0.15

13 Morris Possoni (Ita) Team High Road

14 Maxime Monfort (Bel) Cofidis - Le Crédit par Téléphone 0.16

15 Iouri Trofimov (Rus) Bouygues Telecom

16 Igor Antón (Spa) Euskaltel - Euskadi

17 Jussi Veikkanen (Fin) Française des Jeux 0.19

18 Thomas Dekker (Ned) Rabobank 0.22

19 José Angel Gomez Marchante (Spa) Saunier Duval - Scott

20 Joaquim Rodriguez (Spa) Caisse d'Epargne

Link to comment
Share on other sites

Kirchen ha la vista lunga

Il lussemburghese della High Road batte in volata Bettini nella seconda tappa del Giro dei Paesi Baschi e annuncia: "Il mio obiettivo è vincere il Tour"

0JZ0JPER--346x212.jpg

Kim Kirchen, 29 anni, al primo successo stagionale. Reuters

ERANDIO (Spa), 8 aprile 2008 - Che un corridore sogni di vincere il Tour de France è normale. E' la corsa più importante del mondo... Che un corridore dopo un successo sia euforico è normale pure questo. Però se un corridore che i fiori della premiazione li vede molto di rado (14 volte in 8 anni da pro') sogna di vincere il Tour... beh, forse è un po' meno normale. Però è quello che spera Kim Kirchen. "Il mio obiettivo è vincere il Tour. Vado forte a crono e la classifica la fa la crono".

CADUTE - Vero che lo scorso anno il lussemburghese è arrivato 7° in Francia e secondo sia alla Tirreno, sia al Giro di Svizzera. Però sembra che l'abbia sparata grossa. Per intenderci, il corridore della High Road, cresciuto come gregario per le azioni da lontano nella Fassa di Petacchi, di crono non ne ha mai vinte. In compenso oggi ha conquistato la 2ª tappa dei Baschi battendo in volata Bettini, Herrero, Nocentini e Cunego. Alla volata ci teneva anche Riccardo Riccò, visto che la sede della sua Saunier Duval è proprio qui. La caduta del suo compagno de la Fuente agli 800 metri lo ha però tolto dai giochi. È caduto anche Davide Rebellin, ma senza gravi conseguenze.

CUNEGO - Domani si riparte per la terza tappa (Erandio-Viana, 195 km) con lo spagnolo Contador sempre leader e Cunego, che resta in quarta posizione a 8" (lo stesso ritardo di tutti i migliori come Evans, Riccò, Rebellin, Dekker e lo stesso Kirchen) e tenterà il colpaccio. Ma la maglia gialla 2007 è in grande forma, come ha dimostrato oggi nel finale, e batterlo non sarà facile.

Gazzetta.it

Link to comment
Share on other sites

tappa di oggi

1º 183 HERRERO, David ESP KGZ 4:54:24

2º 21 SÁNCHEZ, Luis León ESP GCE m.t.

3º 91 BETTINI, Paolo ITA QST m.t.

4º 65 DUQUE, Leonardo COL COF m.t.

5º 33 ALBASINI, Michael SUI LIQ m.t.

6º 161 REBELLIN, Davide ITA GST m.t.

7º 151 CUNEGO, Damiano ITA LAM m.t.

8º 73 NOCENTINI, Rinaldo ITA ALM m.t.

9º 8 DE LA FUENTE, David ESP SDV m.t.

10º 141 ASTARLOA, Igor ESP MRM m.t.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.



×
×
  • Create New...