Jump to content

Seguici su Discord

Unisciti al server Discord di PCM Italia per rimanere sempre in contatto con noi, parlare di ciclismo e vivere un'esperienza multiplayer ottimale
Unisciti al server

PCM Italia è su Tapatalk

Scarica Tapatalk gratuitamente sul tuo smartphone per consultare in maniera facile e veloce PCM Italia anche da mobile!
Leggi di più

Disponibile Pro Cycling Manager 2024

Pro Cycling Manager 2024 e Tour de France 2024 sono finalmente disponibili
Leggi di più

Nuovi dubbi


Hells_CSC

Recommended Posts

direttamente da gazzetta.it

Doping, deferimenti in vista

Mazzoleni è il più inguaiato

Il bergamasco, terzo al Giro, è al centro dell'inchiesta "Oil for drug". A breve sarà sentito pure Di Luca, insieme ai campioni di atletica leggera Gibilisco e Vizzoni

MILANO, 5 giugno 2007 - Un centinaio di deferimenti, tra cui una decina di nomi di primo piano: è questa la ricaduta che "Oil for drug" avrà nel mondo dello sport a partire dalla prossima settimana. In particolare un'ombra oscura l'impresa di Eddy Mazzoleni, fresco di terzo posto al Giro d'Italia. Ma le convocazioni riguarderanno anche il vincitore della corsa rosa, Danilo Di Luca, i campioni di atletica leggera Giuseppe Gibilisco e Nicola Vizzoni, medici e dirigenti, tutti nomi di primo piano finiti nel mirino della Procura antidoping del Coni. Ci saranno prima le audizioni, ma presto Ettore Torri passerà ai deferimenti di quei nomi nell’elenco fornito dai carabinieri del Nas, che hanno illustrato al capo della Procura antidoping le 555 pagine dell'informativa finale che diede il via all’operazione "Oil for drug" coordinata dal pm romano Paolo Ferraro. Per Mazzoleni e per molti altri il deferimento è dato per sicuro.

COINVOLGIMENTO - Mazzoleni è al centro di un'intercettazione ambientale con il medico di Cepagatti (Pescara) Carlo Santuccione. In questa conversazione si accenna ad alcuni trattamenti e anche ad altri corridori (si parlerebbe di Di Luca e dello spagnolo Valverde). Inoltre, alla luce dell'"Operacion Puerto" si stanno vagliando anche possibili punti di contatto tra l'inchiesta italiana e quella spagnola. A livello penale il filone principale di "Oil for drug" a Roma è in fase dibattimentale, mentre le posizioni di Di Luca, Mazzoleni, Vizzoni e Gibilisco sono state stralciate e spedite alle Procure di residenza degli atleti.

LA PROCURA ANTIDOPING - Il capo della Procura, Ettore Torri, ha convocato tutti gli uomini a sua disposizione per il lavoro preparatorio: vanno verificati i nomi dei tesserati e predisposti i rapporti e i probabili deferimenti per federazione. La posizione dei non tesserati - in particolare dei medici — è più delicata. Contro di loro si chiederà comunque il giudizio delle Commissioni disciplinari, ma soltanto per far scattare "l'inibizione" per i tesserati a frequentare il loro studio. Questo è già stato fatto in passato per altri e, dopo l'inibizione, la Procura informerà del provvedimento tutte le federazioni e le discipline associate che si richiamano al Coni.

TRE ANNI DAL BLITZ - La Procura del Coni si è mossa tre anni dopo il blitz perché soltanto da poco è entrata in possesso delle circa 16mila pagine del dossier. Il precedente procuratore, Giovanni Verde, all'indomani del blitz aveva fatto richiesta della documentazione, ma il tutto era ancora segretato. Anche l'audizione di Eddy Mazzoleni, convocato dalla Procura, non diede esito perché il corridore si disse non a conoscenza dei fatti imputatigli. Soltanto con il sovrapporsi dell'inchiesta "Operacion Puerto" e con il rapporto che Torri ha instaurato con Ferraro proprio in occasione di uno scambio di idee sulla vicenda Basso, la Procura ha avuto la trasmissione degli atti.

I CONTROLLI A SORPRESA - Intanto, solo tra una decina di giorni si conoscerà l’esito dei controlli a sorpresa, o sarebbe meglio dire "fuori competizione", che hanno riguardato oltre a Di Luca e Mazzoleni anche Riccò e Simoni. In particolare molta attenzione si pone all'esito del controllo sull'ematocrito dei quattro corridori. Per Riccò, che ha un "ematocrito naturalmente elevato", le Commissioni scientifiche del Coni stanno verificando la documentazione presentata all'Uci per avere la "deroga" al limite imposto dai regolamenti antidoping.

Maurizio Galdi

Link to comment
Share on other sites

In poche parole anche questa operazione inizia solo con dei sospetti, intercettazioni telefoniche a quanto sembra...

Io sono sempre del parere che ci vuol poco a buttare del fango sul nome di qualcuno, quindi fino a prova contraria sono tutti innocenti... Ribadisco il fatto che però avevo fatto lo stesso identico ragionamente anche per l'operazion puerto :blush:

Link to comment
Share on other sites

gi9à anche io mi sono battuto per far si che ha basso fosse permesso correre il tour lo scorso anno ed il giro anche se sembravano coinvolti..però ho capito che sagliavo, ci vuole fermezza contro queste cose!!!

p.s. ovviamente non mi riferisco a questo caso di cui non so nulla!!! :blush::nana:

Link to comment
Share on other sites

gi9à anche io mi sono battuto per far si che ha basso fosse permesso correre il tour lo scorso anno ed il giro anche se sembravano coinvolti..però ho capito che sagliavo, ci vuole fermezza contro queste cose!!!

p.s. ovviamente non mi riferisco a questo caso di cui non so nulla!!! :mrgreen::shock:

in che senso ti sei battutto?

sono curioso...

sei un legale di Basso? o rappresenti un fan club del varesino?

Link to comment
Share on other sites

  • Admininistrators
in che senso ti sei battutto?

sono curioso...

sei un legale di Basso? o rappresenti un fan club del varesino?

suvvia non è il caso di essere sarcastici o provocatori...è chiaro che intendeva dire che si era schierato totalmente in quel senso e che era fermamente convinto delle sue idee ed è rimasto scottato come molti.

Link to comment
Share on other sites

ehm...

io ero curioso per davvero...

la prossima volta, quando non ho intenzione di essere sarcastico o provocatorio, metto un segnalino

visto che mi dite che nel forum c'è chicchi, non vedo perch+è nn avrebbe potuto essereci qlcn del fan club di ivan basso -.-

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.


×
×
  • Create New...