Jump to content

Seguici su Discord

Unisciti al server Discord di PCM Italia per rimanere sempre in contatto con noi, parlare di ciclismo e vivere un'esperienza multiplayer ottimale
Unisciti al server

PCM Italia è su Tapatalk

Scarica Tapatalk gratuitamente sul tuo smartphone per consultare in maniera facile e veloce PCM Italia anche da mobile!
Leggi di più

Disponibile Pro Cycling Manager 2021

Pro Cycling Manager 2022 e Tour de France 2022 sono finalmente disponibili
Leggi di più

Team Miche contro tutti


Recommended Posts

Questa storia inizia il 27 dicembre 2005, dopo aver diretto per 3 anni una squadra ciclistica di U23, la Formaggi Reatini, con discreti risultati ero stato costretto a chiudere per il fallimento della ditta sponsorizzante, e per due anni, non trovando nessuno sponsor ero finito a scrivere articoli di ciclismo su un insulso settimanale sportivo locale di Viterbo.

Quel giorno ricevetti una chiamata, era la dirigenza del Team Miche:

TM: Il nostro Direttore sportivo si è licenziato perchè non riteneva il budget sufficiente a mettere insieme una squadra decente, la stagione sta per iniziare e abbiamo bisogno di un sostituto, sarebbe interessato?

Rimasi stupito del fatto che un team professionistico fosse interessato a me, visto che non avevo grande esperienza e risultati di prestigio alle spalle, ma senza pensarci accettai

IO: Certamente, quando possiamo incontrarci per firmare il contratto?

TM: Il 30,nell sede della squadra

Felice come non mai chiamai il mio ex assistente alla Formaggi Reatini, l'ucraino Dmitry Kvishenko. Ora lui cercava giovani ucraini per le squadre dilettantistiche italiane.

IO: Pronto Dmitry, ho grandi notizie

DK: Che genere di notizie?

IO: Mi ha chiamato il Team Miche, mi vogliono come DS!!! Torniamo in ammiraglia, e tra i professionisti!!!!!!!!!!

DK: Come??? Il Team Miche ti vuole come DS???

IO: Sì, sembra incredibile ma è così. Mi vuoi affiancare in questa nuova avventura?

DK: Certamente!!

IO : Bene, allora ci vediamo il 30 per discutere il contratto con la dirigenza.

Trovare l'accordo non fu difficile, avevo poche pretese.

Mi diedero degli obiettivi non impossibili

obiettivirt9.png

Link to comment
Share on other sites

Un buon capitano per i terreni impegnativi: Przemislaw Niemec

10091030506120905510-2-0-3-1.jpg

Un esperto e valido luogotenente: Giuseppe Di Grande

arrivo5.jpg

Un passista d'eperienza per i percorsi collinari: Bo Hamburger

Bo_hambu.jpg

Un velocista con buona tenuta in salita: Alejandro Borrajo

alejandro%20borrajo.jpg

Insomma, si può partire con grande fiducia per il ritiro pre stagione di La Londe, ridente località del sud della Francia, scelta per i suoi prezzi stracciati :lol::) .

Link to comment
Share on other sites

Il mese di gennaio passa tranqiullamente tra gli allenamenti, per cercare di essere subito in forma e ottenere già nelle prime corse punti pesanti per la classifica continental, coma quelli messi in palio dal Tour de Langkawi, corsa malese classificata HC

header-top01.jpg

Puntiamo alla classifica generale con Niemiec e Di Grande, ma anche alle volate con Borrajo

Ecco i 6 partenti:

Przemislaw Niemiec

Giuseppe di Grande

Eddy Serri

Slawomir Kohut

Alejandro Borrajo

Tommaso Caneschi

[/img]

Link to comment
Share on other sites

Parte la prima tappa, Dmitry mi deve ancora raggiungere, lui è rimasto in Italia per il Gp Costa degli Etruschi, mi raggiungerà per la 3a tappa,la prima di montagna.

Non vedo l'ora che arrivi, anche perchè lui sa pronunciare i nomi polacchi.

I frtelli Kohut è dal ritiro pre stagione che mi prendono in giro per come dico Przemislaw.

Nella prima tappa parte una fuga senza nessuno dei nostri

fugalagk1df4.png

e ciò si rivela un errore, perchè la fuga arriva al traguardo

arrivolagk1ih6.png

Tappa, e ovviamente maglia, all'estone Putsep

Borrajo è solo 16°:wink:

Dopo la tappa c'è un pò di delusione

IO: Ragazzi, la volata oggi non è andata bene

Di Grande: Io ho provato a lanciare Ale, ma sono uno scalatore non è questo il mio ruolo

IO: Sì, in effetti l'unico che può fare da aprirpista è Hamburger, che è rimasto in Italia, domani si fa la volata senza treno, vedi di prendere la ruota buona, Alejandro

Borrajo: Farò del mio meglio

Link to comment
Share on other sites

Nella seconda tappa in fuga c'è Tommaso Caneschi

fugalagk2qe5.png

Ma si arriva in volata, vinta da Van Hummel, Borrajo 9°

volatalagk2la1.png

IO: Ale, oggi sei andato meglio

AB: Sì, ho preso bene la ruota di Davis, ma negli ultimi metri mi è mancata la forza per uscire

IO: Dai, vedrai che la forma migliore arriverà, e poi non sono questi biliardi le tue corse preferite, se c'è qualche strappo vai meglio

AB: Purtroppo tranne i tapponi qui è tutto piattume, farò quel che posso

Intanto arrivano notizie dall'Italia

giornalecostaetruschisg5.png

Rossi piega allo sprint i 4 compagni di fuga, migliore dei nostri Gerosa, 12° e 7° nello sprint di gruppo.

Chiamo subito Dmitry

IO: Dmitry, ho ricevuto i risultati del Costa degli Etruschi, perchè non hai inserito nessuno nella fuga?

DK: Ci abbiamo provato con Hamburger e Caneschi, ma gli altri non collaboravano, comunque è stato bravo Gerosa in quella volata con tanti campioni a prendere la ruota di Bennati e arrivare 7° del gruppo

IO: Fagli i miei complimenti, sono anche i primi punti nella classifica continental, e poi vieni in Malesia, oggi c'è il tappone e mi serve qualcuno che sappia pronunciare il nome di Niemiec

DK: Vengo, prendo l'aereo Ciampino-Kuala Lumpur, arrivo alle 10 di mattina

Link to comment
Share on other sites

Buona fortuna...!
bravo buona squadra!!solo che i budget sono insostenibili per le continental d'ora in poi li modifico con l'editor prima di cominciare una carriera!

Grazie, cercherò di rendere la storia più interessante possibile, cercando di sopperire con la fantasia alla mia scarsa abilità informatica

Link to comment
Share on other sites

Oggi c'è il tappone del Lagkawi, ci si gioca buona parte della classifica generale, Di Grande e Niemiec devono fare bene, sono tra i favoriti, ma bisogna fare attenzione al team ispano-kazako Astana con Beloki, Yakovlev e Baranowski

Il percorso prevede una durissima salita con scollinamento a 30 Km dal traguardo, poi pianura e uno strappo nel finale

La mattina arriva Dmitry e la squadra si riunisce per decider la strategia

IO: Premy, tu e Giuseppe dovete muovervi sulla salita più dura

Niemiec si incazza, odia quel diminutivo

Kohut: Dai, è meglio di quando ti chiama Perzislak o cose del genere

IO: Slawomir, tu li devi coprire e aiutare in salita, tutti gli altri per le fughe, attenti agli Astana

Così inizia la corsa e in fuga c'è Borrajo, ma anche un uomo Astana, Yakovlev

fugalagk3vj3.png

Ma l'argentino si stacca e viene ripreso dal gruppo tirato da Slawomir Kohut

kohuttiranr4.png

E subito dopo scatta Di grande

scattodigrandeme1.png

Giseppe riprende e stacca uno dopo l'altro i fuggitivi della prima ora, gli resiste fino allo scollinamento solo il kazako Yakovlev

scollinamentodigrandenf8.png

Dmitry dalla seconda ammiraglia continua a incitarlo: Vai Giuseppe, fagliela vedere a quel kazako, sei il migliore, dietro non c'è accordo, insiti e conquista il Lagkawi

E Giuseppe sull'ultimo strappo stacca l'esausto Yakovlev e si lancia verso un successo epico

arrivolagk3digrandesg1.png

Intanto Niemiec è stato a ruota per tutto il tempo, avendo davanti un compagno e sull'ultimo strappo è il più fresco <Vai Premy, sono stanchi per l'inseguimento a Giuseppe, staccali tutti>.

E Niemiec, un pò per essere stato a ruota, un pò per la rabbia dovuta al ridicolo diminutivo stacca gli inseguitori e conquista il terzo posto

scattoniemecqk5.png

Link to comment
Share on other sites

Alla fine conquistiamo la tappa

classificatappalagk3xx5.png

La maglia di leader della generale

generalelagk3oh9.png

Quella dei GPM

montagnalagk3ci7.png

Quella dgli U25

u25lagk3uu3.png

E la classifica a squadre

squadrelagk3ar7.png

Insomma è un trionfo, all'arrivo siamo tutti entusiasti, mentre il pubblico malese inneggia a Di Grande che con l'impresa di oggi è diventato un idolo da queste parti, anche Borrajo, che i è sciroppato una fuga da lontano per permettere agli altri di non tirare, anche Niemiec che è stato un pò sacrificato come stopper.

<Spero di vincere dopodomani e di staccare Yakovlev per il 2° posto generale, Giuseppe è stato grande, un'impresa stupenda, 50 Km praticament in solitaria, perche Yakovlev era stremato e non dava cambi> le sue dichiarazioni dopo la tappa.

Al traguardo Beloki è un pò infastidito <Niemiec è stato sleale, non ha tirato un metro, sì aveva Di Grande davanti, ma anche io avevo Yakovlev eppure mi sono dato da fare, poi certo che ci ha staccati sull'ultima salita>

Przemislaw risponde in maniera sferzante <Beloki è un corridore finito, un residuato che ormai non sa più a cosa attaccarsi per giustificare i suoi insuccessi. Cosa dovevo fare secondo lui, andare a riprendere il mio compagno?>

Link to comment
Share on other sites

La quarta tappa è un piattone per velocisti

Vanno in fuga Almagro (Relax) e Caccia (Barloworld)

fugalagk4vk3.png

Ma il gruppo non lascia fare e in volata vince ancora Van Hummel (Skil-Shimano)

volatalagk4nf7.png

Borrajo chiude solo 13°:wink:

IO: Dai, Alejandro, possibile che non riesci mai ad entrare nei 5?

AB: Mah, non so, negli ultimi metri mi mancano sempre le gambe, poi io non ho grande esplosività, su queste tappe brevi e piatte gli altri hanno più spunto

IO: Continua ad impegnarti, vedrai che in breve i risultati arriveranno

Link to comment
Share on other sites

Oggi c'è il tappone decisivo, puntiamo a vincerlo, ma ci basterebbe mantenere la leaderhip nella generale

IO: Allora, oggi niente attacchi avventati, rispondete solamente agli scatti altrui, è fondamentale restare in testa alla classifica

Di Grande: E per le fughe che facciamo? Dobbiamo inseguire noi?

IO: No, Serri, Borrajo, Caneschi uno di voi deve andare in fuga, altrimenti dovrete lavorare tutti per chiudere, capito?

Tutti: Sì

IO: Bene, allora impegnatevi al massimo, ci si gioca il Giro di Malesia

E infatti Serri entra nella fuga di giornata

fugalagk5wr0.png

Sull'ascesa finale scatta Elias

scattoeliasru7.png

E in contropiede se ne va un scatenato e incazzatissimo Joseba Beloki

scattobelokish9.png

Nessuno può seguirlo, e il basco va a vincere in solitaria con 1'45" sul gruppo inseguitore di cui fanno parte Di Grande e Niemiec

arrivolagk5cv5.png

Ma Giuseppe limita i danni e riesce a salvare la maglia di leader, con ancora una sola crono di 16Km per cambiare la classifica è vicino al successo finale

generalelagk5ms6.png

Niemiec resta terzo grazie al crollo di Yakovlev che arriva staccato di 5 minuti

Purtroppo Astana e Credit Agricole ci scavalcano nella classifica a squadre

squadrelagk5yi5.png

Dopo la tappa c'è un pò di preoccupazione

Di Grande: Ho provato a seguire Beloki sulla salita, ma era troppo forte oggi, non c'è stato nulla da fare

IO: L'importante è aver mantenuto la maglia. Ora c'è solo una crono per perderla, e puoi difendere 3 secondi a kilometro, Beloki non è uno specialista, ce l'hai quasi fatta

Di Grande: Lo spero, ma ,Premy, perchè hai detto a Joseba che era un relitto, hai visto come si è incazzato? E se va avanti così, a crono mi sorpassa

Niemec: Dai, a crono non sei così scarso, ce la farai. E non chiamarmi più Premy

Beloki nel dopo tappa rilascia dichiarazioni infuocate <Con questa vittoria ho dato una risposta a tutti coloro che mi consideravano un ex corridore, un atleta finito, sulle Genting Higlands sono rinato, e adesso punto alla vittoria finale. 47" sono nulla, a cronometro li posso tranquillamente recuperare>

Link to comment
Share on other sites

Intanto Dmitry torna in europa per guidare il resto della squadra (Muto, Hamburger, Gerosa, Skharpeta, Wojtas e gli altri fratelli Kohut e Caneschi) al Tour Mediterraneen

0208-tourmediterraneen.jpg

Gli sponsor ci tengono a ben figurare in questa corsa, per cui Kohut si lancia subito in fuga con Portal, e i due scollinano sui due GPM posti a inizio tappa

fugamedit1kohutportalhm4.png

Altri corridori si riportano su di loro e in testa si forma un quintetto

fugamedit1uu8.png

Ma alla fine in volata si impone Said Haddou, del piccolo team francese AUBER 93 nessuno dei nostri si piazza

volatamedit1vf7.png

Ma Szewerin Kohut indossa la maglia degli scalatori

montagnamedit1wk9.png

A fine tappa mi chiama Dmitry

IO: allora, come è andata al Mediterraneo?

DK: Non lo sai?

IO: No, come faccio dalla Malesia? Ho provato a guardare il televideo in albergo, ma in Malese non capisco nulla

DK: Sul traguardo il migliore è stato Gerosa, 20°

IO: Grandioso :wink::lol:

DK: Dai, non è andata così male. Kohut ha preso la maglia dei GPM

IO: Bene, bravo, Sedve...

DK: Szewerin

IO: Sì, insomma... lui. Ora ti saluto che con il nostro budget non possiamo permetterci telefonate intercontinentali

Link to comment
Share on other sites

La sesta tappa del Lagkawi è completamente piatta, non mandiamo nessuno in fuga

fugalagk6kp0.png

Fuga che arriva al traguardo, con la vittoria di Lebeau su Retsche

arrivolagk6rt7.png

Insomma una giornata anonima, ma il pensiero è già alla crono decisiva.

Link to comment
Share on other sites

Intanto al Giro del Mediterraneo c'è il Mont Faron, Kohut ovviamente va in fuga per raccogliere punti GPM sulle asperità di giornata

fugamedit2tv0.png

Non ne raccoglie molti (appena 8 ) e nella classifica degli scalatori viene avvicinato da Castresana, oggi suo compagno di fuga (32 a 28), ma la fuga arriva al traguardo e Szewerin ottiene un buon 6° posto.

Si impone il francese Rous dellaBouygues (giusto in un gioco la Bouygues

può vincere :twisted::wink: ), e Tiralongo, 2° al traguardo veste la maglia di leader

arrivomedit2kl0.png

Ovviamente Dmitry mi chiama

DK: Anche oggi non hai saputo i risultati?

IO: No, ti ho detto che qui in Malesia è difficile informarsi

DK: Oggi, sul Mont Faron non è andata male, Kohut con una fuga è arrivato 6°

IO: Bene e per i GPM?

DK: Purtroppo ha perso le volate da Castresana, della Unibet, che ora è a pochi punti

IO: Vabbè sarà stato stanco per la fuga di ieri, speriamo che tenga la maglia fino in fondo, gli sponsor ci contano molto. Ora ciao, la dirigenza mi ha detto che le telefonate non me le pagano e io così mi sto giocando metà dello stipendio.

Link to comment
Share on other sites

PS. Nel posto prima Kohut e Castresana erano 32 a 28 per caso ho digitato il codice di uno smile

AB: E' inutile provare un'altra volata, Davis, Loddo, Kirsipuu, Van Hummell, sono troppo più forti, oggi provo la fuga

IO: D'accordo, Ale, cerca di vincerla una tappa

fugalagk7xl3.png

Ma la fuga viene ripresa e in volata Kirsippu batte al fotofinish Loddo

volatalagk7aw3.png

A fine tappa cerco di consolare Borrajo

IO: Dai Ale, meglio averci provato e aver fallito che un'altro 12° posto in volata

AB; Sì, hai ragione, ma io volevo vincerla una tappa qui in Malesia

IO: avrai tutto l'anno per rifarti, questa era solo la prima corsa di stagione, e poi ci sono ancora 2 tappa adatte a te

Link to comment
Share on other sites

Della terza tappa non abbiamo le immagini perche la Tv francese che ne aveva i diritti ha preferito mandare le finali dei campionati nazionali di ginnastica artistica :twisted::wink:

risultatimedit3yf9.png

Questa volta Dmitry mi manda un sms per avvertirmi del 9° posto, un buon risultato visto che di cronoman forti non ce ne erano nella squadra mandata in Francia

PS: Trovato un nuovo bug, in questo gioco anche la Bouygues vince :wink::wink:

Link to comment
Share on other sites

In malesia tappa breve e piatta

IO: Caneschi, Serri oggi voglio uno di voi due in fuga, chiaro? Altrimenti dalla Malesia ci tornate in bici

Caneschi e Serri: Faremo il possibile

IO: Gli altri si riposano, che domani c'è la crono

E Serri, comprendendo che è meglio farsi 70 km di fuga, che 10000 di ritorno subito è all'attacco

fugalagk8vy4.png

La fuga va in porto, ma alla fine Borghi con una sparata impressionante va a vincere, Serri 5°

arrivolagk8em7.png

Serri: Borghi è stato incredibile, ero alla sua ruota, è partito quasi senza scattare, ma a una velocità impressionante, non sono riuscito a seguirlo, oggi era davvero forte

IO: Sì ho visto, ha fatto una sparata micidiale, ma tu non sei fermo in volata, potevi almeno regolare il gruppetto

Serri: Per provare a chiudere ho speso tanto e nel finale gli altri ne avevano di più

IO: Va bebe, un 5° posto non è da buttare. Domani è il giorno decisivo, Di Grande, devi difendere a ogni costo i 47" che hai su Beloki, la classifica del Lagkawi vale moltissimi punti Continental e anche un cospicuo premio in denaro per le casse disastrate del team.

Di Grande: Darò tutto, Beloki è in forma, ma non è un cronoman, ce la posso fare

IO: Premy, non credo che tu ne abbia per recuperare più di 1' a Beloki, ma mi basta che difenda il podio e la maglia degli U25

Niemec: Mah, gli inseguitori sono più scarsi di me, non dovrei avere grossi problemi. Ma se mi chiami ancora Premy ti strozzo con la camera d'aria

Link to comment
Share on other sites

Ma intanto Dmitry continua a guidare i nostri al Tour Mediterraneen

Kohut ancora in fuga per i GPM (conquisterà 18pt) , dietro ad inseguire gli uomini di Tiralongo

testagruppomedit4ul2.png

Sull'ultima salita parte dal gruppo Casar che fa il vuoto

attaccocasarqk9.png

Ma non ce la fa a riprendere i due fuggitivi superstiti, il belga Van de Walle, che conquista la tappa nella volata a 2 e il colombiano Perez Rodriguez

arrivomedit4hi0.png

E Van de Walle conquista anche la leadership della generale

clasificamedit4uo0.png

E Szewerin Kohut grazie alla fuga di oggi consolida la maglia degli scalatori

montagnamedit4ta5.png

Dmitry come al solito mi chiama

DK: Oggi Kohut è andato in fuga, ha conquistato punti GPM ed è arrivato 12°. Van de Walle è il nuovo leader della generale. Ciao

IO: Ciao

Link to comment
Share on other sites

In Malesia è giunto il momento decisivo: 16Km da affrontare in apnea per cercare di portare a casa il Lagkawi

Caneschi, Borrajo e Serri partono presto, ma i loro risultati non sono significativi. In testa si trova il lituano Vaitkus

Poi parte il nostro miglior cronoman, Slawomir Kohut, la sua prova è soddisfacente, chiude con un buon 4° posto

cronokohutyb9.png

Niemec parte per terzultmo, fa un'ottima crono, va anche quasi a riprendere il francese Dupont, partito 1'30" prima di lui. Chiude al 6° posto

crononiemiecyw3.png

Parte la sfida tra Di Grande e Beloki.

cronobelokini5.png

Io dall'ammiraglia continua a incitare Giuseppe: <Vai, Beloki non recupera, ce la fai, manca poco>

Sul traguardo Kohut, Serri, Borrajo e Caneschi aspettano con grande tensione l'arrivo degli ultimi 3.

I due procedono appaiati per gran parte della crono, ma alla fine Beloki si pianta, e conclude con 22° a 13" da Di Grande

All'arrivo scendo dall'ammiraglia quasi al volo esultando:

E' fatta!!! Il Lagkawi è nostro!!!

Per l'ufficialità dobbiamo ancora aspettare domani, ma la tappa su circuito lunga in tutto 60KM non dovrebbe cambiare nulla in classifica

Link to comment
Share on other sites

Per la cronaca Vaitkus resiste in testa evince la tappa su Lancaster e Schmidt

Ecco la generale (vinta da Di Grande)

classificalagk9bx3.png

Quella degli scalatori (sempre a Di Grande)

montagnalagk9ir0.png

Quella degli U25 (vinta da Niemiec)

u25lagk9dm8.png

Ma non ci riesce la rimonta in quella a squadre, vinta dall'Astana

squadrelagk9sl5.png

Link to comment
Share on other sites

5a tappa del Tour Mediterraneen, tappa mossa, ma con probabile volatona finale

Purtroppo in fuga ci sono Portal e Castresana, nostri rivali per la maglia dei GPM, mentre Kohut e Hamburger non riescono ad azzeccare la fuga buona

fugamedit5sx7.png

Ma i fuggitivi, dopo che Portal ha ottenuto 16pt GPM e Castresana 12 vengono raggiunti in prossimità del traguardo dove si impone nettamente in volata Cadamuro, nessuno dei nostri si piazza

volatamedit5biski8.png

Insomma, una tappa deludente, visto che ora Castresana è a soli 10pt da Kohut

Link to comment
Share on other sites

Intanto in Malesia c'è l'ultima tappa, su un circuito piattoa, lunga appena 60Km

Borrajo sa che i volata non ce la può fare

AB: Ritento la fuga, sento che questa è la volta buona

IO: Ok, fai come preferisci

E infati ecco Borrajo in fuga

fugalagk10ke8.png

Fra i fuggitivi è nettamente il più veloce, ma ai -3 dal traguardo parte e stacca tutti con la rabbia delle delusioni patite nei giorni precedenti, io dall'ammiraglia gli urlo <Che cazz.o fai, sei il più veloce, rischi di bruciarti>

AB: Da dietro il gruppo rientra, qui non c'è accordo. E poi a vincere in solitaria c'è più gusto

arrivolagk10tf5.png

La sparata ha successo, vince con 32" sul gruppo

IO: Grande, Ale, hai fatto una follia, ma ti è andata bene

AB: Per tutto il Lagkawi ho inseguito una tappa, ormai non ci credevo quasi più, ora in europa farò grandi cose.

Le classifiche restano ovviamente invariate, trannoe quella a squadre in cui recuperiamo una posizione

squadrelagk10kt1.png

Perdere per 6" suona un pò come una beffa, ma dopo un successo così totale non ci pensiamo

Link to comment
Share on other sites

Dmitry intanto deve occuparsi dell'ultima tappa del Mediterraneen, in odore di Sanremo, con Cipressa e Poggio

Kohut va in fuga a difendere la maglia dei GPM dall'eventuale attacco di Portal e Castresana

fugamedit6wq0.png

Guadagna 14pti e mette al sicuro la maglia, ma poi viene staccato da Mespoulede, Ljungbald e Charteau

kohutcedezv0.png

Ma anche gli altri sono ripresi a 3km dal traguardo

fugaripresamedit6dg9.png

E Casper batte di misura allo sprint Paolini e Halgand

fotofinishmedit6kt1.png

Purtroppo Gerosa cede e non riesce a disputare la volata

La generale va a Van de Walle, migliore dei nostri Hamburger 24° :oops::wink:

classificamedit6dv6.png

Ma la maglia dei GPM è di Szewerin Kohut!

montagnamedit6zo5.th.png

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.


×
×
  • Create New...