Jump to content
  • Sign Up

Seguici su Discord

Unisciti al server Discord di PCM Italia per rimanere sempre in contatto con noi, parlare di ciclismo e vivere un'esperienza multiplayer ottimale
Unisciti al server

PCM Italia è su Tapatalk

Scarica Tapatalk gratuitamente sul tuo smartphone per consultare in maniera facile e veloce PCM Italia anche da mobile!
Leggi di più

Disponibile Pro Cycling Manager 2021

Pro Cycling Manager 2022 e Tour de France 2022 sono finalmente disponibili
Leggi di più

Altra tragedia


kekko

Recommended Posts

da tuttobiciweb

La morte di Paolo Marelli, deceduto poche ore dopo la conclusione della gara, ha posto in secondo piano la vittoria di Manuel Molteni sul traguardo della 41esima Medaglia d'Oro Lamperti per la categoria Juniores, partenza da Perego e arrivo a Imbersago, nel Lecchese. La strada resa scivolosa dalla pioggia, un impatto violento contro il guard-raid coinvolgono il giovane diciottenne comasco Paolo Marelli. Ricoverato d'urgenza all'Ospedale di Lecco, il corridore del Gruppo sportivo Albese, nonostante il pronto intervento dei medici, cessa di vivere nel giro di qualche ora. Una notizia terribile, una tragedia che getta nello sconforto tutti quanti. L'eco festoso per la vittoria appena conquistata da Molteni, si spegne come d'incanto. Tutto passa in secondo piano. Paolo Marelli aveva iniziato la sua avventura in bicicletta soltanto all'inizio di quest'anno. Una passione che aveva coltivato tra i Cicloamatori e che grazie al team di Albese si era trasformata in vero ciclismo. Abitava con la famiglia a Cantù (Co) ed era nato il 18 maggio 1987. Un destino crudele ha portato con sè un ragazzo di appena diciotto anni in una giornata triste per tutto lo sport del pedale.

showimg2kr.jpg

Sinceramente questa notizia fà male.. Perkè penso che questo ragazzo aveva 2 anni in più di me,irciol e molti utenti qui, un anno in più di aitor, e so che questi rischi li prendiamo anke noi in gara.. Ma molte volte nella foga della gara nn ragioniamo e tentiamo l'impossibile.. Condoglianze alla famiglia

Link to comment
Share on other sites

E' morto??? Ieri era in corsa con me e l'avevo visto per terra dopo una curva con una moto al fianco caduta anche lei!!! Non pensavo fosse morto :wink: ...c'era un tornante pericoloso, perchè era pieno di foglie e quindi si rischiava di scivolare, e lui l'ha fatto troppo forte ed ha sbattuto contro il guard rail...poi non so se anche la moto lo abbia investito perchè io ho visto solo la scena pochi secondi dopo, cioè con lui a terra e la moto a fianco...

Link to comment
Share on other sites

paolo lo conoscevo....è una tragedia

secondo le ricostruzioni del suo ds deve aver preso la curva troppo forte ed è scivolato sbattendo violentemente cn l'addome contro il guard rail.....

paoolo all'inizio era cosciente e ha riconoscito il suo ds ma da li a poco niente il buio..............lesioni gravissime agli organi interni......secondo i medici dell'ospedale d erba ha spappolato gli organi interni e bucato un polmone......è bruttissimo da raccontare ma è così

poi oggi a scuola ho parlato con marco scarabello e luca gandola suoi compagni d squadra anke loro scoinvolti dall'accaduto

paolo aveva iniziato quas'anno a correre su strada dopo essersi dedicato + k altro alla mtb

CONDOZIOANZE VIVISSIME ALLA FAMIGLIA K SPERO D SENTIRE D XSONA(o ALMENO INCONTRARE)

paolo era un bravissimo ragazzo e sicuramente riposerà in pace cn la sua passione k selo è portato via

Link to comment
Share on other sites

Sn scombussolato dopo aver sentito qst notizia....e sapendo ke tt noi (ciclisti intendo) risckiamo la vita pure se c divertiamo a fare le gare mi vengono dei brividi d freddo...mi dispiace molto anke se nn lo conoscevo :wink:

SENTITE CONDOGLIANZE ALLA FAMIGLIA MARELLI

Link to comment
Share on other sites

cmq molte volte in gara si prendoono moltissimi rischi,sia per colpa nostra,sia per le motostaffette o la gente ai bordi della strada.. oltre ad andare forte,e a ragionare per la gara,dobbiamo stare attentissimi.. perkè basta una curva fatta male per far venire una tragedia.. io domanica sono caduto in curva,una classica scivolata.. una volta rialzato mi sn incazzato perkè ero a ruota del velocista più forte,che aveva poi vinto la volata di gruppo.. ma riflettendo.. nn vale molto arrabbiarsi per una gara persa.. paolo nn ha neanke avuto il tempo di farlo, e molte volte noi ci lamentiamo per cavolate..

Link to comment
Share on other sites

Alla coppa verde per stare avanti ho rischiato d cadere 3 volte e in 3 volte ci sn state tre cadute brutte :wink: siamo partiti in 158 e a causa delle cadute siamo finiti in 88 per fortuna niente di grave solo qualke piccola lesione....comunque kekko c'era una squadra veneta la (donna carolina) <--------------------può essere :oops: ?

Link to comment
Share on other sites

certo,la sicurezza nn era il massimo,visto che c'erano le foglie in curva in discesa con la pioggia.. poi aitor ne sa più di noi.. delle volte noi venet e toscanii rischiamo l'impossibile.. per esempio in veneto su 130 partenti,ogni gara minimo 10 cadono.. mentre in emilia o al sud nn è così..

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.


×
×
  • Create New...