Jump to content
  • Sign Up

Seguici su Discord

Unisciti al server Discord di PCM Italia per rimanere sempre in contatto con noi, parlare di ciclismo e vivere un'esperienza multiplayer ottimale
Unisciti al server

PCM Italia è su Tapatalk

Scarica Tapatalk gratuitamente sul tuo smartphone per consultare in maniera facile e veloce PCM Italia anche da mobile!
Leggi di più

Disponibile Pro Cycling Manager 2021

Pro Cycling Manager 2022 e Tour de France 2022 sono finalmente disponibili
Leggi di più

FABLE:TLC


Turk75

Recommended Posts

FABLE:TLC

Dopo una genesi di 4 anni ed un milione e mezzo di copie vendute su Xbox, arriva su PC il tanto discusso Fable, arricchito per l'occasione di nuovi contenuti e mosso da un motore grafico potenziato per mostrarci al meglio le affascinanti locazioni di Albion.

Quando il gioco originale uscì l'altr'anno su Xbox le reazioni furono molto contrastanti.

Molyneux difatti aveva coinvolto spesso, anzi, troppo, la stampa, discutendo ogni idea che intendeva realizzare per il titolo, e senza troppa modestia aveva promesso il miglior rpg di sempre.

Quando Fable arrivò nei negozi, ognuno avea in mente questo rpg idealizzato, ed anche se Molyneux aveva avvisato dei numerosi tagli e ridimensionamenti, per molti ci fu una delusione non tanto per la qualità del titolo quanto per le attese disulluse.

Oggi, fortunatamente lontani da quell'hype, forse possiamo valutare con più obiettività questo titolo, che se è certo che non è il miglior rpg di sempre, è altrettanto certo che è un prodotto assolutamente originale nella mistura che propone, capace quindi di ritagliarsi un suo spazio nel panorama degli ARpg offrendo in molti aspetti un approccio ancora unico.

Fable: TLC, esattamente come Fable, si presenta come un Arpg la cui meccanica si muove a grandi linee sulla traccia segnata da Zelda. Da questa base aggiunge poi tantissima libertà e possibilità di sentir propria l'intera esperienza di gioco.

Una delle cose che subito spiccano nel gioco è la possibilità di vivere un personaggio che, partendo da una base comune a tutti (ovvero la fase della giovenù dell'eroe) si evolverà offrendo una miriade di varianti del nostro eroe, caratterizzato non solo da stats fisiche/magiche, non solo da skill relative ad azioni che possono essere fatte ma soprattutto vedremo il nostro personaggio cambiare fisicamente.

La corporatura dipenderà tanto da come spenderete l'esperienza quanto dal cibo che ingurgiterete. Il colorito della pelle varierà, potrete modificare il vostro look tanto nel taglio dei capelli quanto in quello della barba, potrete decidere come vestirvi scegliendo dallo stivale al guanto, fino ad arrivare a poter personalizzare anche la vostra pelle con tatuaggi pre disegnati od anche dipinti da voi.

Questo grado di libertà nel customizzare l'aspetto esteriore dell'eroe è accompagnato dalla libertà (non sempre offerte) di operare vere e proprie scelte morali non solo direttamente nelle quest (che alcune volte possono essere affrontate "da buoni" o "da cattivi") ma anche durante il vostro peregrinare libero per Albion (decidendo se commettere o meno atti vandalici, furti, risse).

Questa grossa libertà è poi accompagnata anche dalla possibilità di instaurare relazioni sentimentali con gli NPC.

E questa concretizza un'altra piccola rivoluzione di Fable/Fable:TLC.

Per quanto ancora semplicistico, Fable vi offre difatti un mondo dove i personaggi non solo hanno una vita propria (dormono, mangiano, aprono il negozio, espongono le loro mercanzie, lavorano, si ritrovano nei pub, etc...) ma sono anche reattivi all'eroe, sia per quanto concerne la sua fama, sia le sue azioni, siano esse dirette ad impressionarli (tipo espressioni, regali, etc...) sia quelle indirette (ad esempio quando combattiamo un mostro).

Questo aspetto, specie su console, proietta Fable anni luce avanti agli rpg dove abbiamo NPC inchiodati 24h su 24h in casa, senza varietà di emozioni se non quelle già decise, senza vita, assolutamente rigidi nel loro vedere il giocatore esclusivamente come la storia prevede.

Fable rompe con tutto ciò e lascia il giocatore libero di girare in mutande in città e farsi prendere in giro, libero di cercare un plauso di cittadini con gesta eroiche o di emettere peti davanti ad una ragazza, libero di indossare una maschera da gallina e combattere in incontri clandestini alla Fight Club, libero di uccidere di nascosto qualcuno, prendere possesso della sua casa, arredarla ed affittarla, libero di lavorare come prostituto in un bordello o di corteggiare tanto una donna quanto un uomo fino a portarvela/o a letto e sposarla/o.

Liberi.

Liberi come non siete mai stati.

Tutto questo però ha anche un prezzo ed il prezzo è proprio una poca profondità della storia e dell'avventura in genere.

Scordatevi le caratterizzazioni raffinate tipiche dei Jrpg, dimenticate la tonnellata di quest di Morrowind.

Qui le cose strettamente da fare per arrivare al finale del gioco sono poche, e volendo solamente finire il gioco, l'esperienza è attraversabile in sole 8 ore per il gioco originale e ca. 11 per Fable: TLC.

Questo però è giocare Fable come un classico Arpg, senza però assaggiare ciò che di unico Fable propone.

L'attenbzione di Fable difatti non è nella quest in se, nella storia in se, bensì è proprio nel contorno, e se lo vivete a fondo facilmente vi troverete a totalizzare 30/40 ore di gioco assolutamente uniche e diverse da ciò che avete giocato finora.

Assurdo?

Forse.

Originale?

Sicuro.

E questo è dannatamente un bene perchè di rpg ce ne sono molti e ben venga il coraggio di proporre qualcosa di così alternativo.

Per gli amanti degli Rpg canonici di sicuro ci sarà una sensazione di "povertà" in termini di gameplay standard, ma dopo giocato Fable sarà difficile impersonarvi nuovamente in un Rpg standard.

Tutti i giochi inzieranno a sembrarvi poco personalizzabili, "stretti", troppo lineari e sarà allora chiaro l'eccezionale valore di questa esperienza.

In questi mesi passati dalla release Xbox alla BigBlueBox (ora pienamente Lionhead) non sono rimasti con le mani in mano e difatti Fable: The Lost Chapters si presenta come Fable arricchito di un 30% in più di gioco.

Ovvio però che la miscela rimane invariata. Non abbiamo quindi solo quest in più, ma il 30% di contenuti è distribuito con le stesse proporzioni del gioco originale, e quindi con tanta attenzione anche per le cose "extra".

Totalmente rivisto per l'occasione è anche il sistema di controllo, ora basato sull'interazione di mouse e tastiera, e va riconosciuto che, per quanto l'suo del pad fosse eccellente, dopo pochi minuti ci troveremo a girare per Albion senza grossi problemi.

Come detto nell'apertura di questa preview, anche il motore grafico è stato rivisto e Fable: TLC si presenta su PC con diverse migliorie.

Innanzitutto il gioco gira solo ad alta risoluzione (dalla 1024x768 in su), presenta diverse texture ad alta risoluzione, alcuni modelli arricchiti, qualche nuovo effetto, antialias e migliori luci/ombre.

Il tutto quindi presenta sicuramente Albion al meglio, arricchita di nuove sfumature e diverse novità, ed altrettanto sicuramente la differenza con la versione Xbox si vede.

Di contro però va detto che comunque non si riesce a noascondere la genesi di titolo che è stato pensato per poter girare su una macchina che oggi non è più al passo con i tempi (l'Xbox).

Alcune texture sono a bassa risoluzione, molti modelli sono un pò troppo poveri poligonalmente ed il tutto è mosso da un motore che se va riconosciuto essere molto personalizzabile, quando lo si spinge "al massimo" diviene un pò troppo esigente in termini di HW.

A rendere comunque il titolo visivamente affascinante è la grossa cura artistica del titolo che, seppur con qualche poligono in meno di quanti sarebbe lecito aspettarsi su un PC di oggi, lo pone una spanna sopra molte produzioni.

Albion, la sua fauna e la flora sono difatti dannatamente magiche, dotate di quel fascino un pò oscuro proprio delle fiabe dei Grimm, dove campi di papaveri che ondeggiano al vento confinano con boschi impenetrabili dove albergano lupi mannari che fanno razie nei villaggi.

Splendido.

Ed il tutto è ulteriormente completato da una colonna sonora il cui tema principale è addirittura scritto da Danny Elfman.

Cosa dire quindi complessivamente di questo Fable: The Lost Chapters?

Semplice.

Se non avete apprezzato Fable originale non cambierete la vostra opinione con The Lost Chapters.

Se non avete trovato piacevole vivere il mondo di Albion al di là delle quest, non saranno certo 16 quest in più (neanche tutte obbligatorie) a farvi rivalutare il gioco.

Ma se avete perso il titolo nella sua edizione Xbox, se siete consci che è molto diverso dai soliti Rpg, vi consiglio caldamente di addentrarvi nelle terre di Albion, il gioco potrebbe veramente regalarvi qualcosa di nuovo finora ancora non riproposto da alti Rpg.

Ugualmente, se avete amato la versione Xbox ed avete un buon PC, questa edizione potrebbe essere un ottimo motivo per rituffarvi in Albion, godervi tutti i contenuti extra e rendervi conto del grosso grado di rigiocabilità del titolo regalata dai tanti extra e dai bivi morali davanti ai quali il gioco vi pone.

E' comunque importante ricordare che Fable: The Lost Chapters uscirà comunque anche per Xbox, e lo farà addirittura in linea economica, ma sarà ovviamente priva della gran parte di migliorie visive e della possibilità di disegnarvi i vostri tatuaggi.

Io intanto, col mio pg tatuato come nella vita reale, con delle mutande leopardate indecenti (sono customizzabili nel tatuaggio) ed una canotta di Everyeye, per pagarmi un armatura migliore, vado a prostituirmi in un bordello...

fonte

Fablegame.it

Link to comment
Share on other sites

Che dire se a qualcuno piacciono i RPG un po "anomali" è da prendere :lol::lol:

Intanto testo la versione inglese e vi riporto se volete delle impressioni, in attesa di prendere la versione ita dal buon negozio www.imbogames.it

Link to comment
Share on other sites

Embè Morrowind è morrowind nun se tocca... :lol::lol:

Kanz ma parli di versione xbox?

que è The Lost Capters è differente diciam riveduto e corretto...

io personalmente sto provandolo e per esser un prodotto Moulinex non è niente male....

Link to comment
Share on other sites

Embè Morrowind è morrowind nun se tocca... :lol:  :lol:  

Kanz ma parli di versione xbox?

que è The Lost Capters è differente diciam riveduto e corretto...

io personalmente sto provandolo e per esser un prodotto  Moulinex non è niente male....

Si io mi riferisco alla versione Xzozz ( :lol: ), però so cos'è The Lost Chapters...Le aggiunte sono a livello d'espansione, con maggiori aree da esplorare, nuove caratteristiche e così via, ma il gameplay è sempre quello. Per intenderci, Fable doveva essere quel gioco in cui senza punti attributi e senza abilità il proprio personaggio doveva progredire esclusivamente in base alle esperienze di gioco, ma così non è stato... :lol:

Link to comment
Share on other sites

Embè Morrowind è morrowind nun se tocca... :lol:  :lol:  

Kanz ma parli di versione xbox?

que è The Lost Capters è differente diciam riveduto e corretto...

io personalmente sto provandolo e per esser un prodotto  Moulinex non è niente male....

Si io mi riferisco alla versione Xzozz ( :lol: ), però so cos'è The Lost Chapters...Le aggiunte sono a livello d'espansione, con maggiori aree da esplorare, nuove caratteristiche e così via, ma il gameplay è sempre quello. Per intenderci, Fable doveva essere quel gioco in cui senza punti attributi e senza abilità il proprio personaggio doveva progredire esclusivamente in base alle esperienze di gioco, ma così non è stato... :lol:

spiega meglio che son interessato :D

in effetti non ci son abilità vere e prorpie un po come dungeon siege

Link to comment
Share on other sites

Embè Morrowind è morrowind nun se tocca... :lol:  :)  

Kanz ma parli di versione xbox?

que è The Lost Capters è differente diciam riveduto e corretto...

io personalmente sto provandolo e per esser un prodotto  Moulinex non è niente male....

Si io mi riferisco alla versione Xzozz ( :wink: ), però so cos'è The Lost Chapters...Le aggiunte sono a livello d'espansione, con maggiori aree da esplorare, nuove caratteristiche e così via, ma il gameplay è sempre quello. Per intenderci, Fable doveva essere quel gioco in cui senza punti attributi e senza abilità il proprio personaggio doveva progredire esclusivamente in base alle esperienze di gioco, ma così non è stato... :(

spiega meglio che son interessato :lol:

in effetti non ci son abilità vere e prorpie un po come dungeon siege

Praticamente nei primi tempi di sviluppo si diceva che Fable avrebbe portate un'innovazione , ovvero eliminare completamente punti esperienza ed abilità lasciando ad un motore dinamico di gestione del personaggio la sua evoluzione. In pratica al posto di assegnare punti nella categoria forza, ad esempio, il proprio personaggio avrebbe aumentato la sua forza fisica in base al modo di vivere, se sedentario o attivo e così via. Di tutto ciò è rimasto pochissimo, tipo le cicatrici che il personaggio si porta dietro per tutta la vita...

Link to comment
Share on other sites

si anch'io ho fable per xbox e devo dire che cmq rimane un gran bel gioco(anche se è metà di quello che doveva essere)per quanto riguarda lo sviluppo diciamo che rimane vicino agli altri rpg per console:uccidendo mostri si prendono punti in grado di modificare caratteristiche fisiche,mentali e magiche(visibili in tempo reale sul personaggio)...poi il nostro personaggio cambia aspetto dal tipo di vita che facciamo...dai combattimenti sostenuti..dall'età e dall'allineamento(bene o male)...insomma un gioco che può andare benissimo su console....ma che deve rivedere qualcosa(soprattutto sul fato della durata)per la versione pc

Link to comment
Share on other sites

quale sarebbe il prezzo?

Na cinquantina di euri a passa la paura. Per ora c'è solo per Xzozz :wink: , a breve versione ampliata (The Lost Chapters) anche su PC :)

confermo prezzo e uscita cmq a me convince

certo kanz quel che promettevano era mitico ma in parte lo han realizzato e poi ormai lo si è capito che Moulinex Peter le spara alte sempre eheheheheh :(

Cmq un bel gioco d'atmosfera e longevo se esplorato tutto

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.


×
×
  • Create New...