Jump to content
Sign in to follow this  
CleCorda

[PCM08 Story]Russia-Italia via etere

Recommended Posts

un applauso per questa carriera al mio porchettaro preferito :mrgreen:

Share this post


Link to post
Share on other sites
porco :mrgreen:

Sempre, e ne vado fiero... volevo metterlo anche visto al nome sul citofono ma la donna non ha voluto :mrgreen:

Share this post


Link to post
Share on other sites

41km all'arrivo

Johan continua la sua azione, passa in cima al Monteberg con 2'20" di vantaggio, parlotta con Petrov via radio, sta spendendo molto ma sta ancora bene, anche se non crede di riuscire ad arrivare all'arrivo.

gewe_08.jpg

Petrov comunica con Flecha, la decisione è presa, il gruppo è troppo folto bisogna sfiancarlo, all'attacco del Monteberg Flecha parte, nessuno lo segue.

gewe_09.jpg

Anche Flecha transita sul Monteberg in solitaria, 1'49" di ritardo dal compagno di squadra, dietro il gruppo si allunta, i Silence fanno l'andature ed arriva la prima vera scrematura, restano in 94.

gewe_10.jpg

37km all'arrivo

Cheret è instancabile e macina il pavè come fossero chicchi di grano, passa per l'ultima volta sul Kemmel, il suo vantaggio ancora di 1'39".

gewe_11.jpg

Flecha non avrà forzato, nonha cercato di andarsene ma solo di fare selezione e così quando il gruppo arriva sul Kemmel lo spagnolo viene ripreso, restano in 39 davanti a tutti, i favoriti presenti con ora l'High Road che si fa vedere in testa al gruppo.

gewe_12.jpg

Finisce il Kemmel, ora è tutta insesorabile pianura fino al traguardo, 27km all'arrivo, si muovono O'Grady e Gusev, O'grady non è nuovo a fughe da lontano con arrivo in parata, la Sanremo di quest'anno la persa per un soffio, e così Juan decide che è l'attacco giusto, anche perchè davanti Cheret sarebbe altrimenti solo, assieme al nostro si muove anche Hoste, il ritardo da Cheret era attorno al minuto.

gewe_13.jpg

22km all'arrivo

Si forma un quartetto al comando, Gusev non riuscirà a reggere il tirmo e così Flecha, O'Grady e Hoste riprendono Cheret, il nostro Belga non si stacca.

gewe_14.jpg

E non ancora domo chiama l'ammiraglia e poi porta i rifornimenti al suo capitano, una corsa da dieci e lode per li giovane belga che sa che al primo allungo inesorabilmente si staccherà, il vantaggio di questi quattro è di 39" su Gusev e De Vocht e di 1'01" su un gruppo di 20 unità composto da tutti i migliori.

gewe_15.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grandissimo Cheret!! Vai Flecha!!!!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

16km all'arrivo,

O'Grady si alza sui pedali e forza il ritmo, Flecha non vuole farsi staccare.

gewe_16.jpg

E mentre Flecha e Hoste si alzano sui pedali alla caccia dell'australiano Cheret li vede allontanarsi, il suo sogno finisce a 16km dalla conclusione.

gewe_17.jpg

Davanti i tre avanzano collaborando, anche O'Grady che si credeva lavorasse per il suo capitano Cancellara non si risparmia.

10km all'arrivo, dal gruppetto inseguitori escono 5 uomini che superano il nostro Cheret e si lancia all'inseguimento della testa della corsa: Ballan, Boonen, klier, Devolder e Burghardt, 35" il loro ritardo.

gewe_18.jpg

6km alla conclusione,

i tre al comando reggono mentre dietro Devolder dopo aver lavorato per Boonen si staccherà, ma nel gruppetto Boonen è rientrato anche Cancellara, 18" di vantaggio per il terzetto di testa.

gewe_19.jpg

5km alla conclusione

Cancellara si alza sui pedali e cerca di lasciare i compagni di inseguimento, lo svizzero macina sui pedali con una potenza fuori dal comune cercando di rientrare.

gewe_20.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

gulp, speriamo in bene!!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Arriva la locomotiva, vediamo se è in orario :mrgreen:

Share this post


Link to post
Share on other sites

4km alla conclusione

quando lo svizzero rientra davanti Flecha si alza sui pedali e parte, non vuole volata, sarebbe battuto, una rasoiata alla quale ne O'Grady ne Hoste riescono a rispondere.

gewe_21.jpg

1km alla conclusione

Flecha rilancia l'azione, 25" di vantaggio su un quartetto formato da Hoste, O'Grady, Cancellara e Boonen che era riuscito a rientrare.

gewe_22.jpg

E Flecha VA, FLECHA VA, braccia alzate mentre da dietro stavano rientrando, Boonen secondo e O'Grady terzo.

gewe_23.jpg

Quarto posto per Cancellara e quinto per un ottimo Hoste, Cheret arriverà 26° a 1'42", è arrivato nello stesso gruppetto del dodicesimo, pertanto ha retto bene il rientro degli altri, ottima prova per lui.

gewe_24.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

The Winner is FLECHA

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tripletta per Flecha dalla San Remo, stagione già memorabile :mrgreen:

Share this post


Link to post
Share on other sites

nclr.jpg

Ludmilla : anche oggi siamo qua a festeggiare amici telespettatori, BENVENUTI... Flecha porta a casa la sua terza classicha stagionale e domenica alla Roubaix cercherà di fare poker. Una vittoria più sudata rispetto al Giro delle Fiandre, ma una corsa che ha dimostrato ancora una volta quanto la 1TV sia squadra. I nostri ospiti, Pavel Tonkov, che arriverà fra poco e Guido Bontempi vincitore di questa corsa per due volte.

- attimo di pausa, poi un tecnico fa un segno a Ludmilla -

Ludmilla : ah si, c'è anche Vido, ed ora amici telespettatori PAVEL TONKOV.

- Tonkov entra in studio bardato da torero su un vecchio velocipide, fa un paio di giri attorno a Ludmilla prima di perdere l'equilibrio e cadere in mezzo al publico, proprio sulle rotondità della prosperosa bionda in seconda fila -

Tonkov : sto bene... sto bene.. sono caduto sul morbido, volevo mostrarvi con cosa correrà Flecha alla Roubaix, è l'unico modo per dare anche agli altri qualche possibilità di vittoria, poveri pipponi ancora che cercano di sfidarlo, FLECHA SEI TUTTI NOI, ALLEVA CHERET E A TUTTI QUANTI GLIELO METTERETE NEL C.....

- microfono di Tonkov spento -

Ludmilla : grazie Pavel, ed ora la parola al nostro ospite Guido Bontempi

gewe_01.jpg

Bontempi : oggi era una gara da arrivo in volata, come spesso è, come spesso è anche la Milano-Sanremo, Flecha l'ha trasformata arrivando senza sprintare a braccia alte, un grande lavoro, come importantissimo il lavoro di Cheret, se non fosse stato in fuga lui probabilmente all'arrivo sarebbe arrivato un gruppetto di 30/40 corridori visto che il gruppo si sarebbe rilassato, non ho capito appieno l'attacco di Flecha sul Monteberger ma alla fine hanno vinto no? la tattica era giusta.

Ludmilla : grazie Guido, ed ora collegamento da Wevelgem con la nostra inviata Elisa Triani.

elisatriani.jpg

Elisa : grazie Ludmilla, siamo qua con Petrov, il DS della squadra quest'oggi, ci racconti questa corsa.

Petrov : Oggi Cheret stava bene, è stato importante avere un uomo la davanti così potevamo correre su due binari.

Elisa : come mai Flecha è stato per primo mentre Cheret era ancora in fuga?

Petrov : Top Secret

Elisa : di poche parole quest'oggi Petrov, io ti saluto Ludmilla e ti do appuntamente al velodromo di Roubaix.

Ludmilla : Amici telespettatori noi ci vediamo domani per la tappa del giro dei paesi baschi, seguiteci che a breve comincerà anche il televoto per la Roubaix.... ah si, la parola a Vido.

ludnclr.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

"Non ci sono davvero parole per descrivere ...;

Ludmilla: "scusa ma deve esserci un problema con il micorofono";

"Prova, prova, ora si sente; dicevo che oggi non ci sono davvero parole per descrivere la grande impresa di Flecha..."

Dal pubblico: "allora TACI!!!!";

"ehm ehm, davvero una gran corsa dello spagnolo che ha sorpeso tutti attaccando prima della volata e ha fatto sua anche questa gara; un applauso anche all'ottimo Cheret, che è stato in fuga tutta la gara e nel finale non è andato alla deriva; se continua così, potrebbe essere protagonista nei prossimi anni."

Share this post


Link to post
Share on other sites

Corsa : Parigi-Roubaix

Categoria : Pro-Tour

Corse in concomitanza : -

Ciclisti scelti dal DS : Flecha-Barbè

Ciclisti messi a riposo dal DS : Petrov-Kiryienka

Descrizione corsa : Classicissima, l'Inferno del Nord, più di 20 tratti in pavè per un totale di circa 50km di pavè sugli oltre 250km della corsa. Totalmente piana con arrivo al velodromo di Roubaix.

fo_17.jpg

I ciclisti da votare saranno 6

24 ore di tempo

VIA AL TELEVOTO

Share this post


Link to post
Share on other sites

rovny, igniatiev sicuri

Share this post


Link to post
Share on other sites

cheret

zappata

commesso

bazhenov

serov

rovny

purtroppo sul pavè nn tanto solo in 3 hanno sopra il 70

Share this post


Link to post
Share on other sites

John caparbio ma grandissimo lavoro di squadra alla Gand...grande Flechaaaaaa

Share this post


Link to post
Share on other sites

Zappata

Commesso

Denisenko

Cheret

Bazhenov

Eskov

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grandissimo Flecha :dry:

Cheret

Bazhenov

Sioutsou

Rovny

Serov

Ignatiev

Share this post


Link to post
Share on other sites

grandissimi risultati ai paesi baski e alla gand :dubbio:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grandi Gadret e Flecha.

Per la Roubaix:

Commesso

Zappata

Cordani

Cheret

Trussov

Serov

Share this post


Link to post
Share on other sites

STOP AL TELEVOTO

Ecco il roster per L'Inferno del Nord

Scelti dal DS

Flecha (in maglia leadere Pro-Tour)

Barbè

Scelti dal publico

Cheret 4

Rovny 3

Zappata 3

Commesso 3

Bazhenov 3

Serov 3

Share this post


Link to post
Share on other sites

Vai che si mantiene la maglia bianca!

Share this post


Link to post
Share on other sites

L'ospite per l'inferno del Nord non poteva che essere lui, Monsieur Roubaix, il "Ballero", Franco Ballerini.

os_17.jpg

Classe 1964, arriva al professionismo nel 1986 con la Magniflex dove resta per due anni prima di passare alla Del Tongo, nel 1989 corre per una stagione alla Malvor per poi tornare in casa Del Tongo l'anno dopo il 1990. Nel 1991 la Del Tongo cambia nome in Del Tongo-MG e nel 1992 prende il nome di GB-MG, Franco continua a correre per la squadra italiana fino al 1998 nonostante questa nel 1994 cambi ancora nome diventando Mapei. Nel 1999 e nel 2000 Ballerini corre per la Lampre prima di tornare a chiudere la sua carriera nella squadra che lo ha visto protagonista, ancora la Mapei nel 2001. Nella sua carriera ha ottenuto 17 vittorie la prima delle quali nel 1987 alla Tre Valli Varesine, di grandi corse vince "solo" la Parigi-Roubaix per due volte nel 1995 e nel 1998. A causa di un'allergia non ha mai potuto correre appieno le grandi corse a tappe visto spesso è stato costretto a saltare la parte centrale della stagione, questo comunque non gli ha impedito di vincere una tappa la Giro d'Italia. La sua stagione è stata quasi sempre incentrata sulla Parigi-Roubaix, corsa che ha sempre amato nel modo più intenso tanto da ricevere la cittadinanza onoraria di Roubaix. L'ultima sua partecipazione alla Roubaix risale al 2001, forse la più emoziante per Ballero visto che al suo ingresso al velodromo un boato lo ha accolto come manco fosse il vincitore, invece in quell'edizione fu solo 32°, all'arrivo aperta la giacchetta una scritta capeggiava sulla sua maglia "Merci Roubaix", e con quell'emozione si chiuse la carriera di Franco Ballerini, fu proprio la Roubaix la sua ultima corsa da professionista.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Parigi - Roubaix

palanimetria.gif

L'inferno, se la chiamano così ci sarà un motivo, 270km, di questi 50km in pavè, ed in più oggi all'inferno piove, Noi come novelli Dante attraverso i 2400metri di pavè ininterrotto della foresta di Arenberg cercheremo di attraversare tutto l'inferno e giungere al nostro purgatorio posto al Velodromo più famoso del mondo, quello di Roubaix.

Favorito di giornata non poteva che essere lui Juan Antonio Flecha, già vincitore di Fiandre e Gand che cercherà di eguagliare il record di Rik Van Looy, unico ad aver vinto tutte e tre le grandi classiche sul pavè nello stesso anno il 1962. I Bookmakers danno come secondo favorito Tom Boonen, forte di un terzo ed un secondo nelle due classiche finora corse, dietro a questi a sorpresa il nome di O'Grady finora sempre meglio piazzato del capitano ufficiale della CSC Cancellara, Cancellara che nei pronostici segue proprio l'australiano pari opportunità con Ballan. Oltre a questi da tenere d'occhio anche Hoste, Burghardt e Devolder finora sempre nei dieci. Non compare il nome di Pippo Pozzato fra i favoriti visto che l'italiano non ha fatto nulla finora per convincerci che può vincere.

Ma sotto una pioggia battente la corsa parte, è arrivato il momento che sia la strada a decidere a decidere chi sarà il vincitore, nessuno tenta la fuga, nessuno vuole suidicarsi in questa edizione della corsa francese, l'andatura procede turistica fino a quando dopo circa 100km di corsa O'Grady causa l'asfalto bagnato cade a terra, un primo pretendente è già stato messo al palo, la squadra non si ferma tutta chiusa attorno a Cancellara e l'australiano non rientrerà più.

paru_01.jpg

Il gruppo entra nella foresta di Arenberg, i tratti in pavè più che l'andatura hanno fatto selezione, il gruppo principale formato da 63 unità, fra queste tutti i favoriti della vigilia, tranne O'Grady, ed i nostri Flecha, Barbè, Cheret, Zappata e Bazhenov.

paru_02.jpg

Quando si esce dalla foresta di Arenberg in testa al gruppo il nostro Zappata a fare l'andatura, mancano un centinaio di chilometri all'arrivo e molti sono già inesorabilmente staccati.

paru_03.jpg

Il buon Gianni tirerà il gruppo in solitaria per una quarantina di chilometri prima di staccarsi, ottima prova la sua, 40km al traguardo e Flecha rimane solo, tutti i favoriti della vigilia sono presenti in questo gruppetto, Flecha col pettorale 31 marca stretto Cancellara forte del numero 1, davnati a loro Pozzato e Ballan, alla destra di Flecha Burghardt e appena dietro Tom Boonen, manca solo Hoste.

paru_04.jpg

Eh già, il belga ci aveva tentato 4km prima ed era riuscito ad uscire dal gruppo in cerca di un'impresa, azione solitaria del Belga della Silence.

paru_05.jpg

35km all'arrivo,

Hoste ha quasi 1' di vantaggio sul gruppetto inseguitori, gruppetto ora composta da 32 unità

paru_06.jpg

30km alla conclusione,

cercano di partire in tre, Gusev, Wesemann e Nuyens, i primi due riusciranno a prendere un po di vantaggio mentre il cofidis dovrà rialzarsi, gruppetto di 25 con Hoste in testa solitario a 46".

paru_07.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Vai flecha che ci sei!

Share this post


Link to post
Share on other sites

25km all'arrivo,

Gusev e Wesemann riprenderanno Hoste, 40" il loro vantaggio su un gruppetto di 14 corridori, per ora tutti i favoriti sono lì.

paru_08.jpg

22km alla conclusione,

la corsa entra nel vivo, primo scatto di Alessandro Ballan sempre generosissimo, Burghardt, Cancellara, Flecha i più pronti a rispondere mentre Boonen continua del suo passo.

paru_09.jpg

19km alla conclusione,

superato il gruppetto di Hoste il Silence si era aggregato agli attaccanti, sono in cinque al comando: Cancellara, Flecha, Ballan, Burghardt e Hoste, 32" su un terzetto formato da Wesemann, Pozzato e Boonen.

paru_10.jpg

17km alla conclusione,

Tom Boonen lascia la compagnia dei compagni di inseguimento ed in solitaria si mette alla caccia della testa della corsa, 27" di ritardo e 21" su Wesemann, Pozzato pare essere allo sbando.

paru_11.jpg

15km all'arrivo,

Boonen riprende le ruote dei primi, sono ora in sei là davanti, l'andatura pare rallentare, tutti si controllano ma da dietro nessuno riesce a rientrare.

paru_12.jpg

11km alla conclusione, ultimo tratto di pavè, arriva la rasoiata di Fabien Cancellara, tutti sui pedali a spendere le ultime energie fra fango e sudore, Hoste il primo a cedere, pagherà caro il primo attacco della corsa.

paru_13.jpg

8km alla conclusione

Ballan ha preso 14" di vantaggio e Flecha va nuovamente a chiudere, inesauribile lo spagnolo.

paru_14.jpg

6.6km alla conclusione

Avviene il ricongiungimento, oltre al nostro anche Cancellara e Burghardt sono rientrati mentre Boonen è rimasto attardato, 26" il suo ritardo.

paru_15.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dai Juan!!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dai Flecha!!!!!Vinci!!!!Occhio però alla LOCOMOTIVA!!!!!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

5.8km alla conclusione

una corsa fatta di scatti e controscatti, nuovamente Alessandro Ballan cerca di lasciare la compagnia, e nuovamente Flecha a chiudere, Cancellara e Burghardt non sembrano averne per rientrare.

paru_16.jpg

5.2km all'arrivo, entrati nell'abitato di Roubaix ora Ballan e Flecha sono davanti a tutti, solo 15" il loro vantaggio su Cancellara e Burghardt, 33" su Boonen.

paru_17.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

forza flecha!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Sign in to follow this  

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.















×
×
  • Create New...