Vai al contenuto
Ignoto 1997

Vengo da PCM13, che differenze troverò in PCM18?

Messaggi raccomandati

Inviato (modificato)

Eccomi qui, come un T-Rex che improvvisamente si risveglia da un letargo millenario e scopre che adesso la carne ce la si procura dal macellaio staccando il ticket al bancone invece che inseguendo prede lungo la pianura, e chiaramente si trova un po' confuso.

Prima di fare il grande salto però preferirei avere alcune rassicurazioni tecniche sui miglioramenti del gioco.

Già ho spulciato alcuni topic sulla pianificazione (ora si chiama agenda credo) e vedo che qualcosa (forse molto, non si capisce mai dove finisce lo stravolgimento grafico e inizia quello reale😂) è cambiato, ma andiamo con ordine.

Innanzitutto, è cambiato qualcosa nell'organizzazione delle gerarchie delle squadre IA? In PCM 13 capitava ad esempio di avere Valverde gregario di Quintana, che essendo suo gregario non poteva attaccare in prima persona se aveva il compagno davanti, e capitava certe volte che se nessuno attaccava impedendogli di contrattaccare rimaneva passivo fino al traguardo e arrivava con un quarto d'ora di ritardo, praticamente coi velocisti. In generale comunque c'erano grosse problematiche per l'IA nel far convivere due leader o nel dare libertà a un leader che per qualche motivo si trovasse dietro in classifica generale ad un suo luogotenente, pur se sul lungo andare il capitano gli avrebbe dato 20 minuti nel prosieguo della corsa a tappe. Hanno raffinato il meccanismo in questi anni?

Altro issue degli anni passati: la rigidità nella scelta dei leader delle squadre IA. Esempio: nel '13 praticamente esistevano solo 3 possibilità per la scelta del leader: flat, collina, montagna . Così accadeva che in una tappa considerata flat, ma piuttosto vallonate nel finale, squadre come la Radioshack di Daryl Impey (corridore che in tappa piatta non avrebbe avuto possibilità allo sprint, ma che in una flat mossa sarebbe stato fra i più forti) in virtù della classificazione flat non lavorava, e addirittura lasciava Impey in fondo al gruppo come se non fosse interessato al risultato finale, non un granché per questi corridori "intermedi" e soprattutto una mazzata al realismo.

Ultimo issue, tattica generale: ad esempio, capita che vada in fuga più di un corridore per squadra con un di essi che sia gregario rispetto all'altro? Capita ancora che i leader inizino a scattare tutti rigorosamente dalla base dell'ultima salita in poi, parziale motivo per il quale nelle tappe più difficili si generavano distacchi chilometrici con corridori simili nelle prestazioni a crono e nel resto, ma che nelle 6/7 tappe di montagna accumulavano qualcosa come 6 minuti di ritardo complessivo a fronte di una differenza di solo una unità nel valore Montagna?

Attualmente non mi viene in mente altro, ma penso sia già abbastanza corposo il post, grazie a tutti per le risposte che arriveranno😄

P.S.: sappiate che non voglio essere in alcun modo critico nei confronti del titolo, so che lo studio che vi lavora è piccolo, che le vendite del gioco non giustificherebbero investimenti ingenti, e che gli issue che ho menzionato sono legati a sfumature tattiche molto complesse e raffinate da simulare con degli algoritmi.

Modificato da Ignoto 1997

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao, ti risponderò un po' sommariamente perchè personalmente non ho passato molto tempo su pcm 18. In ogni caso direi che i primi due punti sono rimasti abbastanza immutati, mentre per il terzo nel 18 si assiste senza dubbio a fughe numerose mentre in generale i distacchi risultano più contenuti rispetto alle edizioni passate.

Diciamo che a livello single player i cambiamenti più grandi riguardano appunto la pianificazione della carriera, dal momento che è possibile lavorare sulla curva di forma più in dettaglio dal momento che è possibile definire dei "carichi di lavoro" per le singole settimane (quindi ad esempio in un giro d'italia puoi aggiustarti la forma in modo da essere più competitivo nella terza settimana, ecc...)

E' stata aggiunta la possibilità di impostare una sorta di allenamento prestagionale, ovvero puoi decidere se il tuo corridore deve essere competitivo fin da subito perchè magari ci sono degli obiettivi imminenti, oppure nei mesi successivi.

E' presente anche una sorta di semplificazione per obiettivi e forme, ovvero il gioco sceglie in automatico tre leader, uno da corse a tappe, un velocista, un battitore libero, si selezionano gli obiettivi stagionali (che sono 3 e corrispondono ai periodi gennaio-aprile, maggio-luglio, agosto-ottobre) e si scelgono gli eventuali gregari di ognuno, che seguiranno i programmi dei leader. E' però una modalità un po' "sbagliata", nel senso che molto spesso questi leader vengono scelti un po' a caso e questa selezione non può essere modificata. Fortunatamente si può bypassare impostando forma e obiettivi in maniera manuale per ogni corridore (un po' come in passato).

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente registrato per poter lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi Subito

Sei già registrato? Accedi da qui.

Accedi Adesso

  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.











×