Vai al contenuto
emmea90

3a Prova Libera - Nuove classiche

Messaggi raccomandati

3a Prova Libera - Nuove classiche

L'UCI ha deciso di riformare in maniera importante il proprio calendario World Tour inserendo delle nuove classiche. In particolare

  1. Una classica d'apertura di stagione in Nuova Zelanda, si terrà il giorno in cui si tiene abitualmente People's Choice Classic
  2. UAE Classics. Classica che si terrà la domenica successiva al dubai che terminerà quindi al venerdì
  3. Asian Classic. Classica che si corre in Asia la domenica della Kuurne, riserva ai corridori che escono dall'Abu Dhabi e che andranno a fare Nizza e Tirreno la settimana
  4. Dutch Cobbles Race. Classica olandese per i corridori delle pietre che non partecipano alla Milano-Sanremo
  5. Euskal Klasikoa: Classica ondulata per i corridori che escono dal Catalogna e andranno ai Paesi Baschi. Si tiene il giorno prima del Fiandre.
  6. Giro di Padania: Classica di media montagna di preparazione al Giro. Si tiene la settimana prima del Giro.
  7. California Classics: Classica che si corre il mercoledì prima del Giro di California, gara per coloro che corrono il Giro di California (in ottica Tour)
  8. Classique des Pyrenees: Classica francese che si corre la domenica dopo il Delfinato, in preparazione al Tour
  9. East Coast Grand Prix: GP su una città della costa est degli USA in preparazione al mondiale, si disputa una settimana prima dei canadesi
  10. China Cup: Disputata la settimana prima della Japan Cup e del Guangxi.

A voi seguendo nomi ed indicazioni, dove fornite, individuare e specificare la tipologia di ognuna di queste 10 classiche.

La consegna è prevista per il 14 aprile 2018, ore 23.59

La prova è libera, ma il vincitore della prova sarà il primo finalista. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ricordo, su la Flamme, prima di tracciare in Cina, di selezionare il paese "Cina" dal menu e poi fare disegna profilo. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Per l'Asian Classic, come devono essere valutati gli Stati transcontinentali? Possiamo considerarli facenti parte interamente dell'Asia o è preferibile avvalersi del confine interno? Nel caso, è meglio attenerci al confine geografico o a quello politico-culturale?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
4 ore fa, dg1107 ha scritto:

Per l'Asian Classic, come devono essere valutati gli Stati transcontinentali? Possiamo considerarli facenti parte interamente dell'Asia o è preferibile avvalersi del confine interno? Nel caso, è meglio attenerci al confine geografico o a quello politico-culturale?

Confine interno e confine geografico. io comunque gli stati al confine, personalmente, li eviterei. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Consegno le mie 10 Nuove Classiche;

https://www.la-flamme-rouge.eu/maps/tours/view/8909

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Pincoletto

Recensione di Pr8

1. Buona la classica neozelandese, mossa ma non eccessivamente, ma l'avrei preferita un po'più corta.

2. L'idea di una classica corsa in mezzo al nulla non mi esalta, ma devo dire che il saliscendi creato dalle dune rende il profilo abbastanza interessante, donando un po'di imprevedibilità a questa corsa per ruote veloci.

3. Furba scelta l'Azerbaijan, paese che sta investendo molto nel ciclismo. Percorso non esaltante ma buono in ottica Sanremo.

4. Alcuni settori presentano una pavimentazione che fatico a definire "pavè", ma gli ultimi tre sembrano veramente impegnativi. Inoltre il chilometraggio è già di per sé fattore che crea selezione.

5. Forse troppo impegnativa la classica basca. Inoltre l'arduo Alto de Artxanda a ridosso del traguardo rende la corsa troppo simile ad un San Sebastian, e inibisce gli attacchi da lontano.

6. Giro di Padania ben disegnato. Ottima la sequenza delle salite.

7. Carino il profilo, ma da un punto di vista logistico crei troppo disagio alla viabilità di una metropoli come San Francisco.

8. Va bene utilizzare salite pirenaiche non di primissimo piano. Avrei voluto vedere però qualcosa di un pochino più adatto agli scalatori puri.

9. In tema logistica rivedi il punto 7. Sarebbe anche una buona buona corsa per velocisti o finisseur, ma essendo una corsa in preparazione al mondiale avrei voluto vedere maggiori difficoltà altimetriche.

10. Interessante corsa di fine stagione. Giusto il chilometraggio.

Recensione di Emmea90

  1. Mi piace la classica di Wellington ma per completarla meglio avrei fatto un circuitino con la salita di Brooklyn magari togliendo qualcosa in mezzo
  2. Interessante anche se avrei qua, al contrario, fatto una parte più esposta al vento con un minicircuito con l'autostrada invece delle dune
  3. Qua non ci siamo. Dovrebbe essere per i corridori da GT, il dislivello è un po' scarso e le salite finali facili.
  4. Probabilmente sono pietre solo gli ultimi tre settori. Avrei cercato più qualità e meno quantità
  5. Questa è bella dura anche se sembra una copia della San Sebastian e la salita finale è forse troppo da attendisti. Anche qua, aggiungere chilometraggio
  6. Onestamente qua mi aspettavo qualcosa di molto più duro, tipo una "Classique des Alpes" italiana quando ho scritto la traccia. E' troppo corta e fa salite anonime. Mi sarei aspettato uno sfruttamento della Valtellina o della zona Vivione/Presolana...
  7. Bella anche questa ma... 185 km sono veramente pochi
  8. Qua l'idea doveva essere quella di trasporre la ex Classique des Alpes francese sui Pirenei. Avrei accettato anche un percorso simil-Lombardia ma questo mi sembra veramente troppo scarno
  9. La difficoltà qua era trovare le salite, hai fatto qualcosa di buono anche se nelle mie intenzioni sarei andato più a nord. Il difetto è sempre il solito, il chilometraggio. Il Quebec è 201 ma è mosso, questo è molto più piatto quindi si poteva portare intorno ai 220 per mantenere qualcosa intorno alle 5 ore
  10. Qua il tema era più paesaggistico. Ci sta per lunghezza e durezza a fine stagione

Recensione di Nasdon33

1 - La classica in sé non è male, però paragonarla alla Sanremo non è corretto in quanto le pendenze qui sono molto più impegnative.

2 - Sarebbe stato più realistico un percorso totalmente pianeggiante in una delle principali città, però il percorso, non considerando ciò, può essere considerato in maniera positiva

3 - Percorso troppo facile per questa corsa, il finale potrebbe anche starci, ma almeno servirebbe un dislivello complessivo non inferiore ai 2500m

4 - Bella classica, a prima vista con fin troppo pavè, ma considerando che molti tratti abbiano il pavè all' "olandese", che è molto più facile rispetto a quello belga, ci sta bene

5 - Classica molto impegnativa, che ben si adatta ai tipi di corridori che competono in Catalogna e nei Paesi Baschi

6 - Mi aspettavo onestamente un tipo di classica diversa, però nonostante tutto è abbastanza impegnativa per permettere a chi dovrà giocarsi il Giro di poterla vincere

7 - Bella classica sui muri di San Francisco, però la immaginavo più impegnativa e non credo che questa classica si adatti a corridori che preparano il Tour

8 - Classica ideale per preparasi alle pauate del Tour. Non mi convince per nulla e avrei preferito un arrivo in una località più grande

9 - Mi piace come classica simil-Amstel e ci sta anche come antipasto delle classiche canadesi

10 - Va bene la classica di Hong Kong

Recensioni di Papaloukass

1. Ok il percorso anche se troppo lunga, la Sanremo la ricorda MOLTO MOLTO vagamente...

2. Magari poco realistica, ma davvero bella.

3. Ok la scelta dell'Azerbaijan, peccato che sia troppo facile - solo 1200 metri di dislivello positivo. Meglio un circuito cittadino.

4. Ok, però pavè (o roba simile) tutta nella seconda metà di corsa

5. Qua siamo a quasi 4000 metri di dislivello, che è parecchio. Però il percorso non mi dispiace.

6. Invece qua non ci siamo. Zona anonima, percorso troppo facile.

7. Chilometraggio un po' troppo corto e percorso un po' troppo facile per chi si gioca il Tour; in ogni caso, come classica fuori contesto non è male.

8. Sicuramente troppo facile, percorso non adatto a scalatori - o almeno, non solo.

9. Ci sta, buona la scelta della location, forse un pelo troppo corta. Anche qua mi sarei aspettato un circuito cittadino.

10. Questa va benone, però... China Cup che si disputa a Hong Kong? :lol:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Dg1107

Recensioni di Pr8

1. Nel tuo caso la classica neozelandese è decisamente troppo dura. Siamo ad inizio gennaio! 

2. Molto interessante la corsa negli Emirati, ma non vedo perché non classificarla "media montagna".

3. In vista di Nizza e Tirreno, ma soprattutto della Sanremo, avrei preferito qualcosa di meno duro. Senza l'arrivo in salita sarebbe stata una buona corsa.

4. Valutazione identica a quella di Pincoletto, ma nel tuo caso è ancora più evidente che non si può classificare "pavè" un piastrellato in ottime condizioni su strada larga.

5. Appena un attimo meno dura della classica di Pincoletto. Senza la salita di Atxe sarebbe stata un'ottima corsa, molto più favorevole agli attacchi da lontano.

6. Classica molto insidiosa, ma nel finale forse le salite sono troppo lontane una dall'altra.

7. Seppur le classiche con circuiti in stile mondiale non mi esaltino questa non è male, e se non altro non blocca la viabilità della città. Ma avrei tolto un giro di circuito ed evitato il Monte Nido all'inizio.

8. Non è una classica, è una tappa da Tour. Troppo audace.

9. Molto simile alle corse canadesi, ma la location ed il circuito sono interessantissimi.

10. Anche qui il percorso non mi esalta. Avrei preferito salite un po' più brevi e l'avrei accorciata di qualche chilometro.

Recensioni di Emmea90

  1. Questa è decisamente troppo dura. Ma troppo, troppo dura per inizio stagione. Speravo che almeno uno dei due si fosse accorto che in Nuova Zelanda c'è dello sterrato...
  2. Premettendo che sulla salita non sono troppo convinto del 18% dell'editor, buona scelta qua con parte esposta al vento sul mare e circuito. Forse vista la tipologia dei corridori era meglio una salita un po' più facile.
  3. Una classica in Israele al confine con la Siria non mi sembra una scelta molto furba. Mi sembra forse eccessivamente dura all'inizio e facile alla fine.
  4. Distribuzione migliore dei settori rispetto a Pincoletto, lunghezza però da incrementare
  5. Premettendo che Azpetia come arrivo mi dice pochino, avrei fatto diversamente l'arrivo senza la salitona e con uno strappo più facile
  6. Qua sicuramente è stato centrato il tema paesaggistico rispetto a Pincoletto, meno quello tecnico
  7. Scelta giusta, forse anche un po' troppo dura
  8. Idea azzeccata, esecuzione un po' meno. Avrei allungato magari anticipando una salita, anche a costo di lasciare in mezzo un po' di spazio. Il finale è giusto
  9. Il New York grand Prix si corre in New Yersey? Troppo facile.
  10. Decisamente fuori tema e troppo dura.

Recensioni di Nasdon33

1 - Classica molto impegnativa a differenza di Pincoletto, probabilmente troppo considerando che ci troviamo ancora nel mese di gennaio

2 - Stesso discorso di Pincoletto, avrei preferito una classica piatta, qua però almeno si arriva in una città più grande

3 - Classica particolarmente impegnativa, forse un filo troppo, però mi piace molto

4 - La classica delle pietre olandesi non è male, però non mi convince il posizionamento dell'arrivo

5 - Anche in questo caso bel percorso, ma fin troppo impegnativo. In questo caso il dislivello ci può stare, ma è un po' troppo condensato nel finale

6 - Non mi convince particolarmente, né come classica a sé stante né come classica preparatoria del Giro

7 - Bella classica, ma la prima salita così dura non era per nulla necessaria

8 - Un vero e proprio tappone da Tour de France, come classica però non mi convince, forse proprio perché per l'appunto è disegnata come tappa del Tour e non come classica.

9 - Almeno si evita di bloccare completamente New York, però è disegnata oggettivamente male con un arrivo fuori dal circuito che contiene il 90% della classica

10 - Questa è esattamente la corsa che mi aspettavo in una Classique des Pyrenees, ma non mi convince come classica cinese

Recensioni di Papaloukass

1. Si comincia con una classica troppo lunga (siamo a inizio stagione...) e sicuramente troppo dura.

2. Questa invece è ottima, però la classificazione corretta è media montagna, non pianura.

3. Troppo dura, quasi 4000 metri di dislivello. Ok comunque la scelta di Israele.

4. Ok, bene l'aver messo qualche settore anche a inizio gara.

5. Non mi piace, mi sarei aspettato salite meno lunghe e un arrivo più appetibile di "Azpeitia"

6. Come per Pincoletto, troppo facile: stavolta la location è ottima, però l'alto dislivello non presenta salite veramente impegnative - eppure ce ne sono a decine là vicino.

7. Ottima, sia per percorso che a livello paesaggistico: proprio quello che mi aspettavo.

8. L'arrivo a Payolle non convince: molto tappone da GT, molto poco classica in preparazione di un GT.

9. Davvero bella, anche se di New York c'è molto poco - solo partenza e arrivo... il resto è in New Jersey. Un po' come chiamare GP di Trieste una corsa che si svolge in Slovenia.

10. Percorso troppo duro e anonimo, meglio un circuito cittadino o qualcosa di simile.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Vince la prova ed è il primo finalista.... PINCOLETTO!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere un utente registrato per poter lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi Subito

Sei già registrato? Accedi da qui.

Accedi Adesso

  • Chi sta navigando   0 utenti

    Nessun utente registrato visualizza questa pagina.

  • Contenuti simili

    • Da emmea90
      2° Pressure Test - La seconda Chance nella penisola Iberica
      Siccome siamo molto delusi che in cinque settimane una squadra di due elementi non sia riuscita a concludere un GT abbiamo deciso di concedere, come pressure test, una seconda chance ad ognuno dei due membri della squadra rossa, @bugo96 e @dg1107
      La traccia del pressure sarà quindi esattamente quella che non siete stati in grado di consegnare come prova a squadre, ovvero il GT della Penisola Iberica. La difficoltà del pressure sarà che questa volta dovrete farlo individualmente e in sole due settimane di tempo.
      La consegna è prevista infatti per le 23.59 del 24 marzo 2018
      Buon lavoro
       
    • Da emmea90
      2a Prova ad Eliminazione - L'ultima settimana del Giro
      Il tema della seconda prova ad eliminazione riguarda l'ultima settimana del giro d'Italia. Il giro vuole rivalutare il Sud Italia e vi chiede quindi di disegnare gli ultimi 6 giorni di corsa - da martedì a domenica. Le regioni sono Toscana, Marche, Umbria, Lazio, Abruzzo, Molise, Puglia, Campania, Basilicata, Calabria e Sicilia ovvero tutto il sud tranne la Sardegna. Per quanto riguarda le prime due settimane prendete a modello quelle del Giro d'Italia 2016 ovviamente non come località ma come tipologia di tappe affrontate. In questi sei giorni finali, quindi, non potete fare tappe a cronometro.
      Vantaggi:
      Il vincitore della 2a prova libera potrà dichiarare esclusive fino a sei regioni a condizione che queste siano confinanti e costituiscano un unico blocco contiguo. Si considera la Calabria confinante con la Sicilia. Di queste sei regioni dichiarate esclusive potrà assegnarne una, due, tre, quattro, cinque o tutte e sei a ciascuno dei contendenti a condizione che Il blocco di regioni assegnato sia contiguo tra se stesso e confinante col blocco non esclusivo La quantità di regioni assegnate sia diversa  Vi sia un utente che le avrà tutte ed uno che non ne avrà nessuna E' possibile assegnare la stessa regione più volte Il vincitore può scegliere di partecipare o meno. Se partecipa entrerà nel computo dell'assegnazione (può autoassegnarsi sei regioni per non dare il set completo ad un altro) Vincoli:
      Come già detto, niente crono Niente sconfinamenti all'estero o oltre la zona delimitata Valutazione:
      Bilanciamento del giro immaginando le prime due settimane come sopra Scelta e distribuzione delle difficoltà Scelta dell'ultima tappa La consegna sarà entro le 23.59 del 27 gennaio 2018
      -------------------
      Scelte di Dg1107
      Dg1107 sceglie di non partecipare all'eliminazione Le sei regioni esclusive sono Sicilia, Basilicata, Calabria, Campania, Lazio e Toscana Pincoletto prende ZERO regioni esclusive Lory94ITA prende UNA regione esclusiva: la Basilicata Bugo96 prende CINQUE regioni esclusive: tutte tranne la Toscana Sagan99 prende tutte e SEI le regioni esclusive 
    • Da emmea90
      1° Pressure Test - Giro di Padania
      Sull'onda del successo referendario, Zaia e Maroni hanno preso le redini di RCS Sport e hanno trasformato il Giro d'Italia in un Giro di Padania. La corsa sarà formalmente un Giro d'Italia con stessa categoria, vincoli e date ma si disputerà solo ed unicamente in Val d'Aosta, Piemonte, Lombardia, Trentino, Friuli, Veneto, Liguria ed Emilia Romagna senza possibilità di sconfinamento alcuno su territorio estero.
      I criteri di valutazione saranno sempre quelli del Touv di Pievve8, ovvero dovrete presentare un percorso non troppo sbilanciato e con interesse sia tecnico che paesaggistico sia nel suo insieme, sia nelle tappe a disposizione.
      Dove sarà la difficoltà? La difficoltà sarà nel fatto che cime e saranno ad asta: potete fare offerte per 50 cime di 1a categoria o HC secondo i coefficienti della mappa salite della Flamme Rouge. Nel foglio Excel allegato avete a disposizione 1000 crediti. Dovete usarli tutti e dovete fare 50 offerte, non una di più e non una di meno.
      Chi vince la cima avrà il diritto esclusivo di transito nel passo (in caso di passo) o dell'arrivo in salita (in caso di strada senza fondo) per la cima che si è aggiudicato.
      Si potranno usare liberamente cime di 2a, 3a e 4a categoria. Non potrete usare 1a cat o HC non assegnati nell'asta. La categorizzazione da tenere per la corsa è quella del Tour de France.
      L'asta va consegnata in busta chiusa allegandola in questo topic (scaricate il foglio excel in questo post) con password, inviandomi la password via MP
      Siete pregati di utilizzare il nome del passo presente sulla mappa della Flamme Rouge.
      In caso di parità di offerta la cima sarà assegnata a sorteggio tra i due contendenti. In caso di ulteriore parità di una cima tra i due contendenti, la seconda cima sarà assegnata a chi ha perso il sorteggio precedente e così via. Le cime verranno assegnate in ordine alfabetico.
      L'asta va consegnata entro le ore 18.00 di venerdì 8 dicembre 2017
      La consegna del giro di Padania è per le 18.00 di sabato 23 dicembre 2017.
      E il 25 si augurerà un buon natale a qualcuno buttandolo fuori...
      ModelloAsta.xlsx
    • Da emmea90
      1a Prova a Squadre - Il "Touv di Pievve8"
      La prima prova a squadre consiste nel realizzare un grande sogno del giudice PR8, nonché del ct della nazionale Davide Cassani, ovvero realizzare un Tour de France completamente privo di "erre". 
      Le regole sono semplici, la lettera R NON deve essere contenuta:
      Nei nomi delle sedi di tappa (fatta eccezione ovviamente per Paris, sede d'arrivo obbligatoria dell'ultima frazione) Nei nomi dei GPM Non potrete inoltre segnare in altimetria qualsiasi cosa contenga la lettera R, quindi dovrete piazzare sprint e rifornimenti in città o su statali che non contengano tale lettera. Nel caso di sconfinamenti (o partenze dall'estero) fa fede il nome nella lingua locale. Per quanto riguarda i GPM utilizzate il nome presente su Google Maps, se questo è assente potete fare affidamento sulla mappa delle salite di La Flamme Rouge, in caso non vi fosse "Cote de [Paese più vicino]". Attenzione: non categorizzare dei GPM è un errore, per cui se è vi è una salita vicino ad un paese con la lettera R non categorizzata, sarà considerato tale.
      Non ci sono altri vincoli riguardanti il percorso, a patto che rispetti il regolamento UCI. Non ci sono inoltre indicazioni relative al tipo di corsa da tracciare, ma ovviamente verranno premiati i percorsi più bilanciati.
      I concorrenti saranno divisi in due squadre da 3 componenti su decisione del vincitore della prova esterna
      Consegna della prova 2 dicembre 2017, ore 23.59
      La squadra perdente andrà al Pressure Test!
    • Da emmea90
      Giro di Romandia 2018
      L'organizzazione del Giro di Romandia 2018 ha comunicato le sedi di città di partenza ed arrivo con cui ha stretto accordi commerciali per la prossima edizione. Le sedi sono le seguenti.
      Mardi 24.4.18: Fribourg (partenza e arrivo) Mercredi 25.4.2018: Fribourg - Delémont Jeudi 26.4.2018: Delémont - Yverdon-les-Bains Vendredi 27.4.2018: Ollon - Villars Samedi 28.4.2018: Sion (partenza e arrivo) Dimanche 29.4.2018: Mont-sur-Rolle - Genève La prova vi richiede quindi di tracciare il giro di Romandia rispettando i contratti con le città. Deve essere presente nella traccia una cronometro individuale.
      Fattori di giudizio saranno
      Percorso similare come tipologia alle precedenti edizioni, idem per i corridori a cui sono dedicati sprint e tappe "Piano neve", ovvero uso di poche salite a rischio neve (in realtà, discese) e/o possibilità di buone tappe alternative valide in caso di problemi di quota Aspetto paesaggistico Il vantaggio per alcuni selezionati dal vincitore della prova libera sarà quello di poter cambiare una, due o tre sedi di arrivo.
      Le decisioni di @dg1107 sono le seguenti
      @Sagan99 ed @enrico96 potranno cambiare tre sedi di partenza o arrivo @Stylus potrà cambiare due sedi di partenza o arrivo @bugo96 potrà cambiare una sede di partenza o arrivo @Lory94ITA e @Pincoletto non potranno cambiare sedi di partenza o arrivo   Il cambio di sede si riferisce esclusivamente a quanto concerne la tappa e non la città. Esempio, se cambio Sion nella tappa di Sabato 28/4 come arrivo, cambio solo l'arrivo, non la partenza. Idem per Friburgo La consegna è per il 21 di ottobre alle ore 18.00










×