Jump to content

Archived

This topic is now archived and is closed to further replies.

Pell90

[PCM2011] Un balzo nel futuro

Recommended Posts

logo.gif

2 LUGLIO 2014

TAPPA 1 - STOCCARDA (Crono Individuale) 10,6 km

Amici appassionati di ciclismo, benvenuti all'attesissima Grand Depart dell'edizione numero 101 del Tour de France. Per l'occasione, gli organizzatori della corsa hanno deciso di partire dalla Germania, per tre giorni che, a detta del comitato organizzativo tedesco, saranno davvero spettacolari.

Oggi è in programma una cronometro individuale di 10,6 km. Sarà una prova da seguire con grande attenzione perchè, nonostante non vedremo probabilmente grandi distacchi, sicuramente la distanza permetterà di capire quali sono gli uomini più in forma al via.

immaginesxf.png

Prima di lanciarci nella diretta, andiamo a scoprire l'elenco dei partenti di questo Tour de France. Sono tanti i campioni al via e, naturalmente, il più atteso di tutti è Alberto Contador (Saxo Bank) che, proprio lo scorso anno, è tornato a vincere la corsa da lui più amata, dopo la squalifica per doping. Antagonista principale, naturalmente, Andy Schleck (Rabobank) che quest'anno ha voluto partecipare anche al Giro d'Italia, dove però non è riuscito a lasciare il segno, per varie sfortune, chiudendo al 10° posto. Attenzione però anche al tridente del Team Apple, composto da Jurgen Van den Broeck, Roman Kreuziger e Bradley Wiggins, che si presenta molto pericoloso, a Frank Schleck (Lampre ISD), Chris Froome (Sky) e l'eterno Cadel Evans (BMC), tutti uomini che potranno dire la loro nella battaglia per la classifica finale.

pcm0041.png

Adesso però concentriamoci perchè sta per partire il francese Sebastien Turgot (Europcar) che aprirà le danze di questo attesissimo Tour de France.

pcm0040y.png

[...]

STOP! FERMI UN ATTIMO... C'E' QUALCOSA CHE NON QUADRA...

Non ti sembra che stiamo un po' avanti con gli anni?

Che squadre sono la Apple e la Gazprom?

Che ci fa Andy Schleck alla Rabobank ed il suo fratellone alla Lampre ISD?

Che è successo nel 2012, nel 2013 e nella prima parte di stagione del 2014?

Tu che squadra guidi?

Tutto nasce qualche mese fa che avevo iniziato una carriera con la Garmin Barracuda con il database aggiornato al 2012. Per la prima volta in vita mia sono riuscito a portare a termine due stagioni consecutive ed ora, arrivato al Tour de France, mi è venuta voglia di farci una storia. Io sono alla guida del Team Apple, sponsor che ha preso il posto della Garmin Barracuda proprio in questa stagione.

Per quanto riguarda quel che è accaduto negli anni precedenti, lo si scoprirà lungo la storia. Infatti a fianco dei racconti delle tappe, inserirò delle notizie riguardanti i corridori protagonisti, quel che hanno combinato negli anni passati e anche delle loro evoluzione a livello di caratteristiche.

SPERO CHE LA STORIA VI PIACCIA E, ALLO STESSO TEMPO, MI AUGURO CHE RIESCA FINALMENTE A TROVARE IO UN PO' DI CONTINUITA' NEL RACCONTO.

Share this post


Link to post
Share on other sites

il ritorno di Pell :shock2:

ti seguo ovviamente :smilie_daumenpos:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grande Pell era un po' che non ti si sentiva.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bravo...cerca di arrivare fino alla fine!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bell'idea, mi piace :wink:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bella idea, via :smilie_daumenpos:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Seguo immediatamente

Share this post


Link to post
Share on other sites
logo.gif

2 LUGLIO 2014

TAPPA 1 - STOCCARDA (Crono Individuale) 10,6 km (parte 2)

Grande sorpresa nella prima tappa del Tour de France. Tutti si aspettavano di vedere vincere il campione del mondo delle lancette, Tony Martin (Omega Pharma Quick Step), apparso in grande forma al Giro del Delfinato dove ha dominato la cronometro, e invece è stato Roman Kreuziger (Apple) a sorprendere tutti. Il ceco, recente vincitore del Giro di Svizzera, è stato abile a sfruttare al meglio la prima parte del tracciato con la salita, più adatta alle sue caratteristiche, e a resistere nel finale, dove il suo avversario tedesco è andato meglio, chiudendo con 3 secondi di vantaggio e conquistando la prima maglia gialla.

Terzo posto, a 12 secondi dal vincitore, per Alberto Contador (Saxo Bank SunGard), che guadagna così una manciata di secondi nei confronti dei suoi diretti avversari per la vittoria finale. Tra gli italiani, il migliore è stato Vincenzo Nibali (Liquigas Cannondale), 11° a 25" dal vincitore Kreuziger.

Spicca subito il ritardo di 30 secondi da Contador accumulato da Andy Schleck (Rabobank) che ancora una volta dimostra di essere inferiore ai suoi avversari nelle prove contro il tempo.

pcm0055.png

Ordine di arrivo e classifica generale

1. R.Kreuziger (Apple) in 15' 06"

2. T.Martin (Omega Pharma Quick Step) a 3"

3. A.Contador (Saxo Bank) a 12"

4. J.Van den Broeck (Apple) a 14"

5. C.Froome (Sky) a 18"

6. R.Gesink (Rabobank) a 20"

7. L.Leipheimer (Ag2r La Mondiale) a 21"

8. T.Dekker (Apple) a 23"

9. C.Horner (Movistar) a 25"

10. J.Coppel (Saur Sojasun) st

BILANCIO APPLE

Subito un grande inizio di Tour de France per noi. Oltre alla vittoria di Kreuziger da segnalare la prestazione di Van den Broeck, vero capitano per questa corsa, che è riuscito a guadagnare su tutti i suoi avversari salvo Contador. Peccato solamente per Wiggins che, nonostante la forma e le sue doti a cronometro, non sono riuscito a fargli disputare una crono dignitosa (16° a 29" da Kreuziger), complice anche un -3 di giornata.

Domani tappa strana, su un percorso movimentato. Cercheremo di portare Farrar allo sprint, ma prima di tutto bisognerà stare attenti a non perdere secondi.

L'UOMO DEL GIORNO - ROMAN KREUZIGER

pcm0006o.png

Vediamo che ha combinato il ceco in questi anni che non vi ho raccontato a Cycling Manager.

2012: con la maglia dell'Astana, ha subito evidenziato un'evoluzione notevole nel valore della collina. Vince la Parigi - Nizza e si piazza secondo al Giro di Svizzera. Partecipa al Tour de France, vinto da Cadel Evans, senza cogliere risultati importanti. Campione ceco su strada e a cronometro.

2013: non viene rinnovato il contratto con l'Astana e rimane clamorosamente un anno a piedi.

2014: la Apple gli offre un contratto importante ed un ruolo di capitano per le corse di un giorno nello squadrone e Roman non delude le attese. Inizia la stagione forte, chiudendo al 6° posto la Tirreno Adriatico. Nelle Ardenne, dopo una deludente Amstel, coglie un 4° posto sia alla Freccia Vallone che alla Liegi Bastogne Liegi. Arriva in grande condizione al Giro di Romandia, dove vince due tappe, la classifica a punti e la classifica generale. Replica qualche mese dopo, nella stessa nazione, al Tour de Suisse, dove si comporta da dominatore vero e proprio. E' attualmente il leader della classifica UCI World Tour. Pochi giorni fa si è laureato di nuovo campione ceco su strada e a cronometro.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bravo...cerca di arrivare fino alla fine!

sempre d'accordo con Jacopo....

cmq ottima partenza!!!

(e che squadrone la Apple....)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Se Kreuzi non è il capitano quanto è forte Van Den Broeck??? :shock2:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Vai :wink:

Share this post


Link to post
Share on other sites

logo.gif

3 LUGLIO 2014

TAPPA 2 - STOCCARDA - KARLSRUHE 182 km

Inizio atipico per il Tour de France. Già oggi infatti assisteremo ad una tappa piuttosto impegnativa, che potrebbe mettere in difficoltà corridori giunti alla partenza della Grand Bouclè con una condizione approssimativa.

Nel tracciato che si delinea attraverso i Vosgi, saranno ben 5 le salite da affrontare. Da tenere d'occhio soprattutto l'Hochberg e il Freiolsheim, rispettivamente 3° e 4° Gpm di giornata, che presentano pendenze medie del 9,5%.

immaginejwz.png

La tappa ha visto partire subito una fuga da lontano con ben otto uomini: il campione belga Bjorn Leukemans (Omega Pharma Quick Step), Juan Antonio Flecha (Team Sky), Yohan Offredo e Lars Boom (FDJ Big Mat), Yohan Genè (Europcar), Alessandro Ballan (Gazprom), Nick Maes (Lotto Belisol) e Michael Hepburn (GreenEDGE).

pcm0003s.png

Il vantaggio di questi coraggiosi attaccanti è stato al massimo di 5' 40", ma dietro è stata la Apple della maglia gialla Roman Kreuziger a tenere sotto controllo la corsa.

Proprio la formazione americana, sulle rampe dell'Hochberg, ha organizzato un vero e proprio forcing, con Thomas Dekker e Christophe Le Mevel tra i più attivi.

pcm0007ej.png

Il lavoro della Apple ha fatto subito vittime illustri, con corridori del calibro di Alejandro Valverde (Movistar), Pierre Rolland (Lotto Belisol), Igor Anton (Omega Pharma Quick Step), Bauke Mollema (Astana) ed il vincitore dell'ultimo Giro d'Italia, Michele Scarponi (Lampre ISD), in partenza dati per protagonisti della battaglia per la classifica generale, che si sono staccati subito, dimostrando di non avere la condizione.

A 2 km dal Gpm dell'Hochberg, quando ormai il gruppo era ridotto ad una 60ina di unità e la fuga ormai a meno di un minuto, è stato il portoghese Rui Costa (Movistar) a rompere gli indugi, lanciandosi in fuga in compagnia di Yann Huguet (Argos Shimano).

pcm0011i.png

I due attaccanti, in poco tempo sono riusciti a guadagnare un minuto sul gruppo e, al Gpm avevano già ripreso e superato i fuggitivi della prima ora.

Sulle rampe del Friolesheim, Huguet non è più riuscito a tenere il ritmo di Rui Costa, rimasto solo al comando, mentre dietro era sempre la Apple, con un bravissimo Le Mevel a controllare la situazione.

In vista del Gpm è stato Joaquim Rodriguez (Gazprom) a lanciare l'attacco, seguito da Vincenzo Nibali (Liquigas Cannondale).

pcm0021p.png

L'azione di due uomini di classifica, ha spinto il gruppo ad aumentare l'andatura e, al fianco degli Apple, si sono attivati anche i Rabobank.

Il forcing delle due squadre ha permesso di tenere sempre sui 20 - 25 secondi il vantaggio dei due contrattaccanti, che però non sembravano intenzionati a voler cedere, nonostante mancassero ancora 20 km ed una salita (meno dura delle altre) al traguardo.

All'imbocco dell'ultima salita, Rodriguez e Nibali avevano nel mirino Rui Costa, ma alle loro spalle incombeva un gruppo.

Purito allora ha piazzato una sparata delle sue, lasciando sulle gambe lo Squalo dello Stretto, ed è andato a prendere il portoghese. Da dietro però altri corridori stavano rinvenendo: Alberto Contador (Saxo Bank) e Roman Kreuziger (Apple).

pcm0026d.png

Share this post


Link to post
Share on other sites

logo.gif

3 LUGLIO 2014

TAPPA 2 - STOCCARDA - KARLSRUHE 182 km (Parte 2)

Dietro a Kreuziger e Contador, si erano mossi anche Frank Schleck (Lampre ISD) e Robert Gesink (Rabobank). Al Gpm si era dunque formato un drappello di 6 uomini al comando.

pcm0029t.png

SITUAZIONE A 17 KM DAL TRAGUARDO

1° GRUPPO: Rui Costa (Movistar), Alberto Contador (Saxo Bank), Roman Kreuziger (Apple), Frank Schleck (Lampre ISD), Joaquim Rodriguez (Gazprom) e Robert Gesink (Rabobank)

2° GRUPPO a 42 secondi: Steven Krujswijck e Andy Schleck (Rabobank), Jurgen Van den Broeck (Apple), Vincenzo Nibali (Liquigas Cannondale), Thibaut Pinot (Cofidis), Chris Horner (Movistar), Chris Froome (Sky), Tony Martin (Omega Pharma Quick Step), Wout Poels (Vacansoleil DCM), Chris Sorensen (Saxo Bank), Jerome Coppel (Saur Sojasun), Giovanni Visconti (Lampre ISD)

Grande selezione ha fatto la tappa fino ad ora e grandi emozioni ha regalato. Davanti non c'era grande accordo, con diversi corridori alla ricerca dell'allungo solitario, mentre dietro diversi corridori si davano il cambio.

Si è aperto così un lungo testa a testa sul filo dei secondi: i battistrada continuavano a perdere qualcosa, ma sembravano destinati a giocarsi la tappa.

Così infatti è stato: il ricongiungimento è avvenuto praticamente ai 500 metri dal traguardo, quando la volata era ormai partita. Alberto Contador riuscì ad imporsi battendo la maglia gialla Kreuziger, e dimostrando già di avere una grande condizione.

pcm0034w.png

Ordine di arrivo

1. A.Contador (Saxo Bank) in 5h 03' 57"

2. R.Kreuziger (Apple) st

3. R.Gesink (Rabobank) st

4. J.Rodriguez (Gazprom) st

5. F.Schleck (Lampre ISD) st

6. A.Schleck (Rabobank) st

7. Rui Costa (Movistar) st

8. G.Visconti (Lampre ISD) st

9. W.Poels (Vacansoleil DCM) st

10. V.Nibali (Liquigas Cannondale) st

Non cambia la classifica generale, con Kreuziger che mantiene un vantaggio invariato su Martin e su Contador.

Classifica generale

1. R.Kreuziger (Apple) in 5h 19' 03"

2. T.Martin (Omega Pharma Quick Step) a 3"

3. A.Contador (Saxo Bank) a 12"

4. J.Van den Broeck (Apple) a 14"

5. C.Froome (Sky) a 18"

6. R.Gesink (Rabobank) a 20"

7. C.Horner (Movistar) a 25"

8. J.Coppel (Saur Sojasun) st

9. V.Nibali (Liquigas Cannondale) st

10. G.Visconti (Lampre ISD) a 31"

BILANCIO APPLE

Ancora una buona giornata per i nostri. Siamo riusciti a difendere la maglia gialla di Kreuziger e, nello stesso tempo Van den Broeck non ha perso nulla da Contador, in un terreno a lui non proprio congeniale. Certo, lo spagnolo sempre in grandissima forma e sarà durissima batterlo, però la squadra ha dimostrato di essere forte e finchè la classifica ce lo permette, noi sogniamo il massimo risultato. Peccato solo per Bradley Wiggins che ha perso contatto sull'ultima salita per un mio errore. Il britannico non farà dunque classifica, ma sarà un gregario fondamentale per Kreuziger e Van den Broeck.

L'UOMO DEL GIORNO - ALBERTO CONTADOR

pcm0051g.png

Neanche a dirlo oggi ci dedichiamo ad Alberto Contador. Lo spagnolo, rientrato dalla squalifica, è tornato più forte di prima. Nella passata stagione è stato l'assoluto dominatore e anche quest'anno sta mantenendo la stessa strada.

2012 - Rientrato dalla squalifica, partecipa ai mondiali e al Giro di Lombardia, ottenendo piazzamenti nei 10

2013 - Vince il Tour de France battendo i fratelli Schleck, ma in precedenza aveva anche vinto il Giro del Delfinato, la Tirreno Adriatico e la Vuelta a Andalucia. Un infortunio lo rallenta nella seconda parte di stagione, dove comunque conquista un 5° posto al GIro di Lombardia. Si laurea campione nazionale spagnolo a cronometro.

2014 - Anno nuovo, vita vecchia. Lo spagnolo è partito anche quest'anno alla grande, vincendo Giro della California, Giro del Delfinato e Campionato Nazionale a cronometro. Ora punta al Tour... sarà durissima batterlo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Lo spagnolo è partito anche quest'anno alla grande [...] Ora punta al Tour... sarà durissima batterlo.

e ci credo :stelle:

è una bomba!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

logo.gif

4 LUGLIO 2014

TAPPA 3 - KARLSRUHE - EPINAL 238 km

Ed eccoci giunti all'ultimo appuntamento di questo Tour de France in terra francese. Anche la tappa odierna ci propone un percorso nervoso, forse meno duro di quello di ieri, ma comunque ricco di insidie, soprattutto nella seconda parte. Attenzione agli ultimi 2 km, tutti in salita con una pendenza media del 7%.

pcm0053y.png

Pronti via, ed è stata subito una fuga a prendere il largo. Protagonisti, questa volta, sono stati Lars Boom (FDJ Big Mat), molto attivo in questo inizio di Tour, Andrea Moletta (Liquigas Cannondale), Marcus Burghardt (BMC Racing), Pim Lightart (Rabobank) e Sebastien Turgot.

pcm0055u.png

Il gruppo, tirato dagli uomini della Apple della maglia gialla Roman Kreuziger, è rimasto a guardare fino alla prima asperità, la più dura, di giornata. Qui alcuni uomini, soprattutto seconde linee, hanno tentato qualche allungo e, alla fine, sono riusciti ad andare via in tre, ovvero Carlos Betancur (Astana), Alexander Kolobnev (Gazprom) e Yann Huguet (Argos Shimano).

pcm0057g.png

I tre sono subito riusciti a riportarsi sui battistrada e Huguet, vincendo i due Gpm seguenti, è riuscitio a garantirsi i punti necessari per superare in classifica Rui Costa, staccatosi invece proprio sulla prima salita, dopo la bella tappa di ieri.

Dietro però il gruppo non sembrava intenzionato a lasciare troppo spazio ai battistrada, diventati ormai 8. Il lungo tratto pianeggiante che avrebbe portato la corsa verso gli strappetti finali, ha permesso agli uomini Apple e Saxo Bank di organizzarsi e di riprendere gli attaccanti ai 15 km dal traguardo.

A 10 km dalla fine il gruppo dei big è compatto, prepariamoci a vivere un finale di gara appassionante.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Vediamo unu po

Share this post


Link to post
Share on other sites
logo.gif

4 LUGLIO 2014

TAPPA 3 - KARLSRUHE - EPINAL 238 km Parte 2

Ed eccolo, a 7 km dal traguardo, lo scatto di Alberto Contador.

Alla sua ruota si lanciano subito Joaquim Rodriguez e Roman Kreuziger, poco più indietro Van den Broeck.

pcm0064.png

A differenza di ieri, però, il madrileno non è riuscito a fare la differenza in maniera significativa, e così il gruppo, ridotto ad una 20ina di unità si è ricompattato.

Per evitare sorprese, è stata di nuovo la Apple a prendere in mano la situazione, piazzando un corridore del calibro di Bradley Wiggins, in qualità di gregario di lusso, in testa al gruppo a scandire un'andatura volta ad impedire scatti.

pcm0067f.png

Si è arrivati all'ultimo km compatti.

A lanciare la volata è stato ancora una volta Alberto Contador. Lo spagnolo, partito ai 300 metri, è andato via come una freccia, andando a conquistare la seconda vittoria in tre tappe in questo Tour de France.

pcm0070.png

Niente da fare stavolta per i suoi avversari, in primis Rodriguez e Kreuziger, che non sono riusciti a colmare il gap sullo spagnolo che è riuscito a guadagnare quei 13" che gli frutteranno la maglia gialla.

Ordine di arrivo

1. A.Contador (Saxo Bank) in 5h 45' 04"

2. J.Rodriguez (Gazprom) a 13"

3. C.Horner (Movistar) st

4. R.Gesink (Rabobank) st

5. A.Schleck (Rabobank) st

6. R.Kreuziger (Apple) st

7. V. Nibali (Liquigas Cannondale) st

8. W.Poels (Vacansoleil DCM) st

9. C.Froome (Sky) a 26"

10. J.Coppel (Saur Sojasun) st

Classifica generale

1. A.Contador (Saxo Bank) in 11h 04' 19"

2. R.Kreuziger (Apple) a 1"

3. R.Gesink (Rabobank) a 21"

4. C.Horner (Movistar) a 26"

5. V.Nibali (Liquigas Cannondale) st

6. J.Van den Broeck (Apple) a 28"

7. T.Martin (Omega Pharma Quick Step) a 31"

8. C.Froome (Sky) a 32"

9. A.Schleck (Rabobank) a 33"

10. W.Poels (Vacansoleil DCM) a 35"

BILANCIO APPLE

Si è conclusa così la tre giorni tedesca del Tour de France. Sembra strano ma la classifica è già ben delineata e, a parte i primi 14 racchiusi nell'arco di un minuto, gli altri distacchi sono già ben definiti. E' un Tour che già alla terza tappa ha ridotto il lotto dei favoriti ad una manciata di uomini. Al rientro in Francia, comunque, ci aspettano una serie di tappe relativamente facile che permetteranno ai corridori di rifiatare. Quel che è emerso in questi giorni, è un Contador già in palla capace di vincere ben 2 tappe. Noi comunque siamo là, con Kreuziger e Van den Broeck pronti a dare battaglia. L'obiettivo non è il podio, ma la vittoria finale, anche se sarà dura.

L'UOMO DEL GIORNO - JOAQUIM RODRIGUEZ

pcm0002x.png

Grande protagonista in questo inizio di Tour de France, Purito è un vero e proprio stakanovista all'interno del gruppo. Quest'anno ha corso praticamente da febbraio, ha disputato la Tirreno - Adriatico, corsa che tra l'altro ha vinto nel 2012 e nel 2013, poi il Catalunya, le Classiche, il Giro d'Italia, dove ha vinto una tappa, il Delfinato ed infine eccolo al Tour de France. Quest'anno Purito, dopo tanti piazzamenti, è riuscito a togliersi la più grande soddisfazione della carriera, vincendo la Liegi-Bastogne-Liegi. Nonostante abbia 35 anni, sembra ancora un ragazzino e probabilmente anche negli anni a venire sarà protagonista.

Share this post


Link to post
Share on other sites

ma da te son tutti fenomeni!!!

spera che Contador sia partito troppo avanti di condizione e che cali nel finale, perchè se resta così, sarà dura batterlo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Purito in realtà è in calo in questo momento... era arrivato ad avere 83 in montagna nel 2013... Calo drastico lo hanno avuto Menchov ed Evans che hanno perso 3-4 punti in quasi tutte le caratteristiche

Share this post


Link to post
Share on other sites

accidenti è davvero dura stare davanti al Pistolero :banghead:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Super Roman

Share this post


Link to post
Share on other sites

logo.gif

5 LUGLIO 2014

TAPPA 4 - METZ - REIMS 197 km

Dopo le emozioni dei percorsi tedeschi, il Tour de France torna a casa e, finalmente, regala ai corridori un attimo di respiro con una tappa piuttosto facile, destinata ai velocisti. Un solo GPM, ad una ventina di km dal traguardo, che potrebbe rendere la vita difficile a qualcuno, ma difficilmente verranno fatte grandi differenze.

pcm0088e.png

Contro ogni previsione però, la giornata odierna non ci ha regalato una volata a ranghi compatti. Il gruppo infatti, forse stanco dopo queste intense prime giornate, non è riusciti a chiudere sui fuggitivi della prima ora, che sono così arrivati a giocarsi la tappa. A vincere è stato il britannico Graint Thomas (Astana), che in volata è riuscito a beffare Alexander Kolobnev (Radioshack Nissan) e l'ex-compagno di squadra Juan Antonio Flecha (Sky). Il gruppo, giunto con 1' 56" di ritardo, è stato regolato da Peter Sagan (Liquigas Cannondale).

Questi corridori erano comunque lontani in classifica generale, e così le prime posizioni non hanno subito stravolgimenti.

pcm0085.png

Ordine di arrivo

1. G.Thomas (Astana) in 4h 28' 59"

2. A.Kolobnev (Radioshack Nissan) st

3. J.A.Flecha (Sky) st

4. N.Nuyens (BMC Racing) st

5. G.Ciolek (Argos Shimano) st

6. M.Hepburn (GreenEDGE) st

7. M.Quinziato (BMC Racing) st

8. P.Sagan (Liquigas Cannondale) a 1' 56"

9. A.Contador (Saxo Bank) st

10. A.Ravard (Omega Pharma Quick Step) st

Classifica generale

1. A.Contador (Saxo Bank) in 15h 35' 14"

2. R.Kreuziger (Apple) a 1"

3. R.Gesink (Rabobank) a 21"

4. C.Horner (Movistar) a 26"

5. V.Nibali (Liquigas Cannondale) st

6. J.Van den Broeck (Apple) a 28"

7. T.Martin (Omega Pharma Quick Step) a 31"

8. C.Froome (Sky) a 32"

9. A.Schleck (Rabobank) a 33"

10. W.Poels (Vacansoleil DCM) a 35"

BILANCIO APPLE

Siamo partiti con l'obiettivo di portare allo sprint Tyler Farrar ma, allo stesso tempo, non avevo intenzione di far lavorare la squadra. Nessuno però si è mosso per l'inseguimento e per questo la fuga ha preso forma. Nel finale abbiamo provato un forcing sulla salita, per provare a sorprendere qualche big, ma l'attacco non ha avuto esito. Domani altra tappa facile, ma l'arrivo in cima ad uno strappetto potrebbe regalare sorprese.

L'UOMO DEL GIORNO - GERAINT THOMAS

pcm0006u.png

Passato dalla Sky all'Astana nella stagione 2013, Thomas non è ancora riuscito ad ottenere risultati di primo piano, nonostante la sua crescita esponenziale, soprattutto per quanto riguarda le prove in pavè. Questo successo al Tour è il primo dopo mesi di astinenza. Speriamo che riesca a sbloccarsi e, nei mesi a venire, di trovare altri risultati importanti.

Share this post


Link to post
Share on other sites

molto forte Thomas :thumbup:

Share this post


Link to post
Share on other sites

E' uno dei miei preferiti almeno su pcm

Share this post


Link to post
Share on other sites

è na bestia :shock2:

Share this post


Link to post
Share on other sites
logo.gif

6 LUGLIO 2014

TAPPA 5 - HAMIENS - LE HAVRE' 224 km

Prosegue il viaggio attraverso la Francia, verso i Pirenei. Oggi i corridori dovranno affrontare una lunga tappa, sulla carta piuttosto facile ma in realtà ricca di insidie. Da Hamiens a Le Havrè infatti ci saranno numerosi sali e scendi che potrebbero favorire attacchi a sorpresa. Attenzione anche all'ultimo chilometro, costantemente in salita.

pcm0012j.png

Ancora una volta è stata una fuga ad avere la meglio. 13 uomini erano infatti partiti al km 32 ed il gruppo ha lasciato a loro campo libero, concedendo anche un vantaggio massimo di 24 minuti!

Dietro però è stata la Apple ad alzare il ritmo, per impedire la nascita di una clamorosa fuga bidone, vista anche la presenza di Bjorn Leukemans (Omega Pharma Quick Step), distante in classifica "solo" 12 minuti.

Alla fine è stato proprio il campione belga ad imporsi sul traguardo di Le Havrè, beffando il beniamino di casa Sandy Casar (FDJ Big Mat) che, nonostante l'età ha ancora voglia di combattere.

pcm0016d.png

I due corridori erano riusciti ad avvantaggiarsi nei confronti dei compagni di fuga ad una decina di chilometri dal traguardo.

Dietro il gruppo, sotto la spinta degli Apple, è arrivato lanciatissimo ai piedi dello strappo finale. E' stato Roman Kreuziger a tentare un attacco, nella speranza di riprendersi la maglia gialla. Ancora una volta però, non c'è stato verso di sorprendere un attentissimo Alberto Contador (Saxo Bank), che ha risposto agli attacchi del ceco.

L'azione degli Apple però, nonostante non abbia portato alla riconquista della maglia, si è rivelata importante, perchè il gruppo sullo strappo di è fratturato e, tutti gli uomini di classifica sono arrivati attardati, nei confronti di Kreuziger, Contador e Jurgen Van den Broeck.

Ordine di arrivo

1. B.Leukemans (Omega Pharma Quick Step) in 5h 46' 28"

2. S.Casar (FDJ Big Mat) st

3. M.Hayman (GreenEDGE) a 1' 25"

4. V.Dimitriyev (Astana) st

5. J.Vissers (Argos Shimano) st

6. S.Hinault (Ag2r La Mondiale) st

7. J.Bol (Rabobank) st

8. Y.Offredo (FDJ Big Mat) st

9. A.Dowsett (Sky) st

10. Y.Genè (Europcar) st

Classifica generale

1. A.Contador (Saxo Bank) in 21h 31' 19"

2. R.Kreuziger (Apple) a 1"

3. J.Van den Broeck (Apple) a 28"

4. R.Gesink (Rabobank) a 53"

5. V.Nibali (Liquigas Cannondale) a 58"

6. C.Horner (Movistar) st

7. T.Martin (Omega Pharma Quick Step) a 1' 03"

8. C.Froome (Sky) a 1' 04"

9. A.Schleck (Rabobank) a 1' 05"

10. W.Poels (Vacansoleil DCM) a 1' 07"

BILANCIO APPLE

In una tappa da me giudicata di trasferimento, sono riuscito a guadagnare nei confronti di tutti i miei avversari per il podio, direi che non posso lamentarmi. In realtà, almeno in partenza, puntavo a portare Farrar in volata, ma poi ho preferito spremere la squadra solo nel finale. Certo, Contador ancora una volta si sta dimostrando inattaccabile, ma è ancora presto per dare giudizi

L'UOMO DEL GIORNO

pcm0022.png

E' ormai uno dei veterani del gruppo. Terminata l'avventura in Vacansoleil nel 2012, è ormai al secondo anno in Omega Pharma Quick Step. Sta vivendo un momento di grazia che gli ha fruttato, oltre alla vittoria in questa tappa, anche il trionfo al campionato belga battendo Philippe Gilbert. E' nella fase di tramonto della carriera, ma lotterà per stare sempre con i migliori.

Share this post


Link to post
Share on other sites

grandissima azione della Apple, e Van den Broeck è terzo! :shock2:

Share this post


Link to post
Share on other sites
logo.gif

7 LUGLIO 2014

TAPPA 6 - CAEN - RENNES 184 km

Terza tappa pianeggiante, in avvicinamento ai Pirenei, in questo Tour dove, comunque, non ci si annoia mai. Oggi però le squadre dei velocisti dovranno darsi da fare, poichè la tappa è veramente troppo facile per far andare via una fuga. Negli ultimi 100 km non c'è un metro di pianura.

pcm0027o.png

E infatti volata è stata, anche se non è stato semplice. Infatti una fuga di 6 uomini era partita e stava prendendo il largo. Ci ha pensato la Apple a prendere in mano le redini del gruppo per tirare la volata a Tyler Farrar, con il gran lavoro di Ramunas Navardauskas e Martin Maaskant. Nel finale, piuttosto convulso, la formazione americana non è riuscita a tirare una volata degna di quel nome al proprio sprinter, rimasto chiuso. La vittoria se la sono giocata in un testa a testa Romain Feillu e Peter Sagan, con il francese che è riuscito a trovare quel briciolo di energie in più, per far sua la tappa.

pcm0025g.png

Non cambia nulla in classifica generale, anche se va segnalato il ritiro di Gerald Ciolek (Argos Shimano), caduto a terra a 10 km dal traguardo.

Ordine di arrivo

1. R.Feillu (Vacansoleil DCM) in 4h 31' 07"

2. P.Sagan (Liquigas Cannondale) st

3. A.Ravard (Omega Pharma Quick Step) st

4. G.Henderson (Saur Sojasun) st

5. F.Ventoso (Movistar) st

6. T.Boonen (Astana) st

7. A.Demare (FDJ Big Mat) st

8. T.Farrar (Apple) st

9. M.Goss (Sky) st

10. T.Gallopin (Europcar) st

Classifica generale

1. A.Contador (Saxo Bank) in 15h 35' 14"

2. R.Kreuziger (Apple) a 1"

3. R.Gesink (Rabobank) a 21"

4. C.Horner (Movistar) a 26"

5. V.Nibali (Liquigas Cannondale) st

6. J.Van den Broeck (Apple) a 28"

7. T.Martin (Omega Pharma Quick Step) a 31"

8. C.Froome (Sky) a 32"

9. A.Schleck (Rabobank) a 33"

10. W.Poels (Vacansoleil DCM) a 35"

BILANCIO APPLE

Con tutto il lavoro fatto, l'ottavo posto è naturalmente un risultato deludente. Ho sbagliato la preparazione del treno partendo troppo tardi con Rathe in qualità di apripista. Farrar sta bene e paradossalmente ha fatto una bella rimonta in volata. Speriamo nelle prossime due giornate di far bene, anche perchè sulle montagne credo farò ritirare Tyler che quest'anno ha corso molto.

L'UOMO DEL GIORNO - ROMAIN FEILLU

pcm0050x.png

Dopo sei mesi di digiuno assoluto, arriva finalmente la vittoria per il francese. Quest'anno, nonostante abbia preso parte a molte corse, non è mai riuscito ad imporsi ma ottenendo solo piazzamenti, tra i quali un 4° posto alla Milano - Sanremo.

E' il primo successo al Tour de France dopo anni di astinenza (l'ultima volta a braccia alzate risaliva al 2006 se non ricordo male). Lo scorso anno Feillu dominò le volate alla Vuelta, vincendo 4 tappe e la maglia a punti.

Share this post


Link to post
Share on other sites

logo.gif

8 LUGLIO 2014

TAPPA 7 - RENNES - PLOUMELEC 197 km

Mancano ormai solo due tappe ai Pirenei. L'attesa sta per finire. Oggi una tappa facile, anche se l'arrivo, identico a quello del Tour 2008 quando vinse Alejandro Valverde, potrebbe creare difficoltà a qualche corridore e magari regalarci delle belle sorprese.

pcm0032.png

A vincere è invece, sorprendendo tutti, Tyler Farrar (Team Apple). La sua squadra ha lavorato praticamente dal chilometro zero per lui, tenendo chiusa la corsa e impedendo ai fuggitivi di prendere il largo. L'americano poi ha finalizzato al meglio il lavoro del suo compagno Roman Kreuiger, generosissimo nel lanciarlo all'ultimo km, precedendo Peter Sagan (Liquigas Cannondale) e proprio il ceco che sfruttando la salitella ha poi fatto la volata per se, mangiandosi un po' le mani per l'assenza di abbuoni, che gli avrebbero permesso di superare in classifica Contador e riprendersi la maglia gialla.

pcm0036.png

Ordine di arrivo

1. T.Farrar (Apple) in 4h 59' 44"

2. P.Sagan (Liquigas Cannondale) st

3. R.Kreuziger (Apple) st

4. G.Visconti (Lampre ISD) st

5. M.Goss (Sky) st

6. R.Feillu (Vacansoleil DCM) st

7. F.Ventoso (Movistar) st

8. B.Eisel (Sky) st

9. D.Bennati (Gazprom) st

10. J.Van den Broeck (Apple) st

Classifica generale

1. A.Contador (Saxo Bank) in 15h 35' 14"

2. R.Kreuziger (Apple) a 1"

3. R.Gesink (Rabobank) a 21"

4. C.Horner (Movistar) a 26"

5. V.Nibali (Liquigas Cannondale) st

6. J.Van den Broeck (Apple) a 28"

7. T.Martin (Omega Pharma Quick Step) a 31"

8. C.Froome (Sky) a 32"

9. A.Schleck (Rabobank) a 33"

10. W.Poels (Vacansoleil DCM) a 35"

BILANCIO APPLE

Secondo centro in questo Tour de France. Tappa praticamente perfetta per non parlare del treno (mi riesce una volta su 10), con Rathe bravissimo a portare avanti Farrar e Kreuziger all'inizio dello strappo. Poi ci ha pensato il ceco a lanciare Farrar che ha sprintato su una gamba sola per vincere la tappa. Ora si punta al bis nella prossima tappa, prima dei Pirenei dove probabilmente farò ritirare l'americano, che ha corso molto in questa stagione.

L'UOMO DEL GIORNO - TYLER FARRAR

pcm0051.png

Negli ultimi anni si è dimostrato un vincente, andando sempre in doppia cifra. Nel 2013 gli era però mancato il successo al Tour che, dopo un anno di astinenza è finalmente tornato. Il prossimo anno potrebbe cambiare maglia, visto che molte formazioni sono su di lui e ancora non ha trovato un accordo con la Apple.

Share this post


Link to post
Share on other sites

grandissimo Farrar e grandissima Apple!! :bannana_guitar::shock2:

Share this post


Link to post
Share on other sites

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.