Jump to content
  • Sign Up

Disponibile Pro Cycling Manager 2021

Pro Cycling Manager 2021 e Tour de France 2021sono finalmente disponibili
Leggi di più

Hai già scoperto i nostri tutorial?

Come sottoscrivo una mod su Steam? Come modifico un database? Come posso creare una maglia personalizzata? Per queste ed altre domande visita la nostra sezione tutorial!
Tutorial

Seguici su Discord

Unisciti al server Discord di PCM Italia per rimanere sempre in contatto con noi, parlare di ciclismo e vivere un'esperienza multiplayer ottimale
Unisciti al server

PCM Italia è su Tapatalk

Scarica Tapatalk gratuitamente sul tuo smartphone per consultare in maniera facile e veloce PCM Italia anche da mobile!
Leggi di più

La nostra RECENSIONE di Pro Cycling Manager 2020

Leggi e guarda la nostra recensione di Pro Cycling Manager 2020, a cura di BubbaDJ
Leggi di più

Recommended Posts

Posted (edited)

Pronti via e sono subito una 20ina i corridori che tentano di andare in fuga, la tappa di oggi è molto importante per la Maglia Azzurra, TV e per i premi fuga, c'è sempre quella piccola speranza che il gruppo ti lasci arrivare.

Anche Mader e Ciccone tentano di inserirsi nella fuga e alla fine sono in 32 a guidare la corsa con un vantaggio massimo che è stato anche di 6minuti.

PCM0032.thumb.png.75eff41955e9e1957da48ff94852941e.png

La Trek è ben organizzata, Mollema, Brambilla e Ciccone fanno parte della fuga, ma ci sono tanti bei nomi. Dietro gruppo tirato da Ineos Grenadiers e Astana. La corsa prosegue cosi fino alla salita di Ovindoli dove la fuga inizia a sgretolarsi e dietro entrano in azione pesantemente i gregari Ineos. In poco tempo il vantaggio si dimezza.

Nel falsopiano dopo Ovindoli è la Deceuninck che mette davanti Almeida a fare l'andatura, tutti i big sono rimasti soli o con solo un compagno. Landa è con il solo Caruso, a dimostrazione che i malanni di Bilbao (staccatosi quasi subito nella salita di Ovindoli) sono reali. Anche Bernal e Vlasov dopo aver spremuto le rispettive squadre sono rimasti da soli. L'azione di Almeida porta a riprendere gran parte dei fuggitivi.

PCM0033.thumb.png.ed1edab81b69efa735f98fc9ce8fbba8.png 

Siamo ai - 8km e restano in testa in 6: Reichenbach, Guerreiro, Hirt, Mollema, Conti e Fabbro. Dietro di loro gruppetti di fuggitivi ormai in crisi. I big non sono lontani.

PCM0034.thumb.png.7ee0b2554f7220123bc6c087e1921aa9.png

 

 

 

 

Edited by vivailciclismopulito
Link to post
Share on other sites
  • Replies 103
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Bernal sta dominando, Landa unico a tenere testa o quasi   Ps. Se fai Ctrl e U togli tutti i menu per fare lo screen pulito

Molto  interessante e story molto carina.  Mikel a Crono Ha già fatto bene

Sono daccordo con Camezind, il secondo posto dovrebbe essere in cassaforte e magari si può tentare qualche altra stoccatina...

Posted Images

Si arriva ai -4km e i big iniziano a darsele. Primo scatto di Carthy, rintuzzato da Yates che si porta dietro tutti gli altri e prosegue nella sua azione. Sembra in palla il capitano della Bike Exchange.  Caruso fa l'andatura per Landa e con il ritmo si riportano sotto. Carthy dopo lo scattino iniziale si pianta, incredibile!! E' lui il primo a cedere.

PCM0035.thumb.png.73c4cb0610fc8a085a4e534231bc1708.png

Il ritmo del gruppetto maglia rosa è nettamente superiore e i fuggitivi vengono quasi tutti ripresi, ai -2km resistono Reichenbach e Hirt

All'inizio dello sterrato parte la maglia rosa, è un attacco devastante quello del colombiano. Landa risponde prontamente e si porta dietro Nibali, incredibile lo Squalo, Vlasov e Evenepoel. Un pò più indietro Yates che aveva dato il via alle danze.

PCM0036.thumb.png.5b6725a334e17632bbfc55d70524dc83.png

BERNAL VINCE ANCORA!!!!! LEGITTIMA LA MAGLIA E METTE IN FILA I BIG!!

PCM0037.thumb.png.4e530518b3feb688302928664579e39c.png

Yates e Vlasov perderanno qualcosa. Crollano Carthy, Bardet e Dan Martin. Impressionante Bernal, è sempre più leader!!!

A voi podio e classifiche:

PCM0038.thumb.png.b643eeaaacfdc30c90301f0d171f892c.png

PCM0040.thumb.png.8a84e193ce30f1a275cf377ba5995e7c.png

Cattura.PNG.54395235740c2588922ab3150ee1e49d.PNG

Cattura11.PNG.fd3ade40ac6752e3ac35f062a0909225.PNG

 

 

Link to post
Share on other sites

DECIMA TAPPA: L'AQUILA - FOLIGNO 139km (Simulata)

LolPg3Ivp92ijLjahuZi_220421-125818.thumb.jpg.ad69befea681bd702af36fddf1f0e001.jpg

Tappa corta, partenza in salita poi discesa e pianura fino al Valico della Somma, unica vera asperità di giornata. Dopo questa salita i velocisti avranno tutto il tempo di recuperare e giocarsi la tappa a Foligno. 

VIVIANI VINCE A FOLIGNO!!!

PCM0001.thumb.png.17aef52dea9dce12d82b5bd654ce3f62.png

La Generale non cambia.

La prossima tappa è la temutissima tappa di Montalcino, sulle strade bianche e polverose un altro step decisivo per la lotta alla Maglia Rosa.

 

Link to post
Share on other sites
4 minuti fa, Camenzind ha scritto:

Caspita in pochissimi davanti sullo sterrato , anche qui Joao sacrificato 

Si, Almeida ha fatto un lavoro assurdo..ha scremato il gruppo. Io son rimasto a ruota, mi aspettavo anche un attacco di Remco e invece è partito Carthy (rimbalzato) e poi Yates che ha ulteriormente distrutto le resistenze dei Big. Finora Bernal solidissimo però rimane quasi sempre da solo. Vedremo a Montalcino che succederà. Dovrei giocarla oggi o domani. Giro comunque appassionante. Landa non ha ancora avuto un bonus giornaliero di rilievo. 

  • Haha 1
Link to post
Share on other sites

UNDICESIMA TAPPA: PERUGIA - MONTALCINO 162 km

Giro-dItalia-2021-Tappa-11-Altimetria.thumb.jpg.57e74b402fe7707a78e3208966d79c46.jpg

E' finalmente arrivata la spettacolare tappa delle Strade Bianche. Si passerà in 4 tratti di sterrato fra le colline toscane, nelle terre del Brunello di Montalcino, sede d'arrivo di oggi. Dopo un primo tratto di ambientamento si affronterà il temibile secondo tratto di sterrato con la salita a Castiglion del Bosco che potrebbe creare non pochi problemi. In seguito la decisiva salita del Passo del Lume Spento che è posta a soli 9km dal traguardo e sarà una possibile rampa di lancio per chi avrà le forze di sferrare un attacco. L'arrivo nel centro storico di Montalcino è uno spettacolo nello spettacolo.

Nelle interviste della mattina i big sono pronti a dar battaglia. Per Nibali oggi ''qualcuno rischia di lasciarci le penne'', gli fa eco Landa ''bisognerà stare all'erta e sperare che nello sterrato non accada nulla, la fortuna sarà un fattore''. Più rilassata la maglia rosa, per la quale ''è una tappa dove divertirsi stando comunque sempre in testa al gruppo''.

Dopo la partenza ufficiale mezzo gruppo tenta la fuga, mille gruppetti si inseguono, si riprendono e ri-scattano. La tappa si presta ad attacchi da lontano e tutte le squadre cercano di mettere uno o più corridori nella fuga.

Link to post
Share on other sites

Dopo una 20ina di km i vari gruppetti si riuniscono in un unico gruppo. Sono 30 corridori. Nomi importanti sono riusciti a centrare l'obiettivo di evadere dal gruppo. Tra loro i più importanti sono Visconti, Gallopin, la maglia azzurra di miglior scalatore De Gendt, Mohoric, Oss, Campenaerts. Il gruppo si rialza praticamente subito. I minuti di vantaggio schizzano fino a 13-14 prima che ci sia una flebile reazione. Si capisce subito che sarà la fuga a giocarsi la tappa, in fondo è un pò un peccato.

PCM0002.thumb.png.fe123cf6bdeb44f79456d5625d6e155f.png

Intanto i fuggitivi arrivano al primo settore in sterrato

PCM0003.thumb.png.15c12b8c93ea2961e8c2b51c04266d54.png

Nel gruppo tutto regolare, si arriva al primo tratto sterrato e davanti ci sono a fare l'andatura Ineos e Bike Exchange.

Nel tratto finale dello sterrato, in discesa, avviene il fattaccio: Carthy, in evidente difficoltà, sbanda e tocca Almeida il quale cadendo tira giu anche Vlasov proprio in una curva a gomito.

TRE LEADER A TERRA, LO STERRATO HA COLPITO!!!

PCM0004.thumb.png.029b630fd2f66b6a5d253ff1a21ccc4c.png

I tre risalgono subito sulle loro bici e, via radio, i compagni vengono fermati per organizzare l'inseguimento. Fortuna vuole che il gruppo non è impegnato in chissà quale ritmo ma sarà comunque una rincorsa che potrebbe restare nelle gambe dei tre big, rincorsa che arriva poi a pochi km dall'inizio della salita che porta al TV di Castiglion del Bosco.

Primo colpo di scena, Astana e EF a tirare a tutta, la Deceuninck ha fermato solo due uomini, gli altri son davanti al gruppo con Evenepoel. Almeida sembra anche quello messo peggio dei tre, varie escoriazioni e una botta presa al gomito. Inizierà una parte di tappa infernale per il portoghese.

PCM0005.thumb.png.6a41cc0ddfb52d0a729e636f466ef7c5.png

All'imbocco della salita hanno ancora 1'52'' da recuperare al gruppo. Brutta situazione per tutti e tre. Davanti ora la Ineos sta aumentando leggermente il ritmo.

Vlasov e Almeida riescono a rientrare ai meno 30km dopo una lunga rincorsa che resterà nelle gambe soprattutto del portoghese, mentre Carthy è ancora dietro. Intanto in testa al gruppo la Bahrain dà un ulteriore variazione di ritmo per prendere davanti l'ultima discesa prima della salita decisiva di fine tappa. Gli altri big sono tutti lì, quasi tutti con ancora dei compagni.

PCM0006.thumb.png.9dee50b0a888a374e44549dace55f331.png

 

 

Link to post
Share on other sites

Ma se nel gruppo si sta ancora relativamente tranquilli, i fuggitivi sono già nella salita che porta a Montalicino. Un gruppetto si giocherà la tappa: Visconti, Denz, Campenaerts, Gallopin e Oss sono i reduci della fuga che si è disgregata nelle fasi finali della salita del Lume Spento, anche Mohoric ha pagato e dovrà accontentarsi di un piazzamento.

Non cè neanche volata, Visconti si avvantaggia nello strappo in pavè e va a vincere....

GIOVANNI VISCONTI ESULTA A MONTALCINO!!!!!!

Bella vittoria per il siciliano e per la Bardiani CSF Faizanè.

PCM0007.thumb.png.50ba9be1623fca79220869ee899e2784.png

Il gruppo intanto è nel bel mezzo della salita, la Bahrain sempre in controllo. Caruso e Bilbao si alternano a tirare e proteggere Landa, coadiuvati ancora da un grande Mader. A metà salita si stacca inesorabilmente Dan Martin, la Israel fermerà anche due uomini per aiutare l'iralndese ma sarà tutto vano, Martin è in crisi...!!!

PCM0008.thumb.png.8569d532f484d653488afe265f6d9bbe.png

Ai -5km anche Almeida abbandona le velleità di classifica, le botte si fanno sentire. Crolla anche il portoghese. Si arriva ai -3km quando Pello e Landa tentano un allungo. Nelle stradine di Montalcino riescono a guadagnare qualche decina di metri e dietro nessuno ha gregari da sfruttare, la maglia rosa si fa sorprendere ed è l'ottimo Vlasov a tentare di chiudere seguito da Yates. Encomiabile il giovane russo oggi capace di un ottima rincorsa dopo la caduta.PCM0009.thumb.png.df5be73ef77db4909dc7537a123d67ee.png

Alla fine i secondi guadagnati da Landa su Bernal saranno solo otto ma è comunque un ottimo segnale per il futuro. A breve arriveranno tappe dure e qualcuno dovrà pur esporsi. 

A voi risultati e classifiche di questa tappa caratterizzata dalla caduta che ha fatto fuori Carthy e Almeida, ormai lontanissimi in GC, anche la crisi di Dan Martin significa addio alla top 5 per l'irlandese. La fuga permette clamorosamente a Mohoric di guadagnare 6 posizioni e issarsi al 10 posto in GC.

PCM0010.thumb.png.d651857d58dc90c5e042d6f15902895c.png

PCM0011.thumb.png.b0521746d11d3dbca26e3ee5e6a1116a.png

Catturaassss.PNG.a3f7f214b04ac8818cf32f09992de537.PNG

 

 

 

 

 

 

Link to post
Share on other sites

DODICESIMA TAPPA: SIENA - BAGNO DI ROMAGNA 212 km

BpaoIhlc0vUI7iM5PQda_220421-024731.thumb.jpg.0e43b6e3653b1baf48f125dadb007b0e.jpg

Tappa insidiosissima. Un su e giù continuo, salite vere come la Consuma e la Calla, con il passo del Carnaio sul finale. La tipica tappa dai mille volti, la fuga verrà lasciata andare? Qualche big cercherà l'imboscata?

Al mattino quello più battagliero sembra il buon vecchio Beppe Martinelli: ''Oggi sento che succederà qualcosa, la tensione in gruppo è palpabile, da parte nostra c'è la voglia di farci vedere, abbiamo una squadra adatta a percorsi come questo e abbiamo anche qualcosina da recuperare, ieri Alex (Vlasov) è caduto ma per fortuna ha recuperato bene, oggi sta bene e vuole rifarsi, correremo come sempre senza paura e senza rimpianti''. Le parole del capitano dell'Astana sono invece molto più soft ''ieri un pò di sfortuna ma la condizione è buona, oggi bel percorso e splendida giornata, ma dopodomani c'è lo Zoncolan, bisogna stare calmi e non avere fretta.'' 

3128333-64122388-2560-1440.png.thumb.jpeg.655af1094a623e4d76616c82fe9dfde6.jpeg

 

 

Link to post
Share on other sites

Eccoci quindi al racconto della tappa numero 12. La fuga prende subito piede, sembrerebbe che il gruppo lasci fare.

La Bahrain piazza due uomini in fuga, Mohoric e Mader, forse si inventeranno qualcosa? 

PCM0001.thumb.png.60aca9a42ea666adb4c36a1826f61396.png

Anche la maglia azzura De Gendt all'attacco, il belga vuole a tutti i costi portare la maglia di miglior scalatore a Milano.

Per molti km il gruppo se ne sta tranquillo finchè il vantaggio arriva a 7 minuti. Mohoric a questo punto inizia a far paura a qualche big in top ten e l'Astana si mette in testa, seguita dalla Deceuninck e anche la DSM di Bardet mette un uomo in testa.

Sul passo della Consuma il forcing riduce il distacco a 3 minuti con la fuga che si disgrega in tre gruppetti. Nelle immagini Luis Leon Sanchez tira a tutta.

PCM0002.thumb.png.2cef1f7f4a9bd3a9b0b21b4255a88b39.png

L'azione dell'Astana riduce il gruppo a sole 28 unità. Un forcing incredibile degli spagnoli Sanchez e Izaguirre. La fuga ormai ha i minuti contati. 

PCM0003.thumb.png.c6324eea23f0ae76411a36e9267e282b.png

Ripresa la gran parte della fuga, in Bahrain Mohoric e Mader danno una mano alla squadra. Soprattutto Mohoric farà un grande lavoro sia in salita che nelle discese guidando alla grande il gruppo.

Link to post
Share on other sites
Posted (edited)

Sul passo della Calla entrano in azione Caruso e Bilbao, la Bahrain fa sul serio...

In effetti il ritmo sembra far male a qualcuno, in particolare Evenepoel è nelle retrovie del gruppo maglia rosa e soffre il ritmo dei Bahrain. Gli altri big sembrano solidi.

PCM0007.thumb.png.46d7f7beb04ce52d007fa85c765b8e1a.png

Non succede granchè fino al Carnaio. I big ormai sono tutti al massimo, Landa è ancora con Caruso. Bilbao si è leggermente staccato ma potrebbe recuperare. Il primo ad accendere la miccia è Davide ''Roccia'' Formolo. Splendida accelerazione dell'uomo UAE. Il primo a rispondere è Dan Martin e poi Simon Yates, che risponde e contrattacca. Landa soffre, si affida a Caruso, incredibile la tappa del siciliano. Anche Bilbao è lì ma ormai è al gancio.

PCM0010.thumb.png.6f11ee529cb0b96bcb74c094e61fbb02.png

Parte Vlasov proprio sul GPM, ed è allora che si muove la maglia rosa, Formolo rimbalza quasi subito, mentre Yates riesce ad accodarsi con fatica. Gli altri leader soffrono, Caruso si incarica dell'inseguimento in discesa. Ma ormai tutti gli altri hanno perso l'attimo. I tre davanti si giocheranno la vittoria.

PCM0012.thumb.png.bdefc846d4173fbd4193866001688add.png 

Bernal e Vlasov volano in discesa e nel finale la maglia rosa stacca tutti gli altri..

EGAN BERNAL, ANCORA LUI, MOSTRA LA MAGLIA E VINCE ANCHE QUESTA TAPPA!!! DOMINIO COLOMBIANO!!!!!

PCM0013.thumb.png.1d547d1d9eca71e98652d4751fa83137.png

Landa nel finale recupera qualcosina a Yates ma paga 32'' da Bernal, sempre più padrone del Giro.

Vlasov rosicchia qualcosa ai rivali per la top 3.

Podio e classifiche:

PCM0014.thumb.png.d7ba776324529c552ad6ed287c1f0abe.png

PCM0015.thumb.png.1f5491f28ef219136d83a037cbf63b3d.png

Cattura.PNG.47d93f11370006e5dc048d72664c060a.PNG

Cattura11.PNG.3aef6ff61223b025c4c2669c2145bcce.PNG

Guadagna su tutti Egan Bernal, ennesima dimostrazione di forza del colombiano, super Giro finora del capitano della Ineos.

 

Edited by vivailciclismopulito
Link to post
Share on other sites

TREDICESIMA TAPPA: RAVENNA - VERONA 198km (Simulata)

xxJe4rrSAehcCPlKbQxQ_220421-040205.thumb.jpg.d1501a09ca15a1cd1599c19ad1353e69.jpgTappa di trasferimento e preludio all'attesissima scalata allo Zoncolan. Dopo le scintille della tappa di ieri oggi si respira aria di relax in gruppo. Chi si lecca le ferite e chi mostra i muscoli, i big restano al coperto mentre una timida fuga di 4 parte quasi subito. Le squadre dei velocisti entrano in azione a 40 km dal traguardo, per la fuga non c'è storia. 

La volata premia ancora una volta Caleb Ewan che batte Viviani anche a domicilio. Niente da fare per il veronese, ha dato tutto ma Ewan ha avuto lo spunto decisivo.

EWAN A VERONA, TERZA VITTORIA E MAGLIA CICLAMINO SEMPRE PIU' SULLE SPALLE DEL TASMANIANO!!!

PCM0020.thumb.png.9f670446861920acd9e771a2d411b5cd.png

Domani arriva il Kaiser!! 

Salita mitica del Giro, ormai è entrata a far parte dell'immaginario collettivo come ''La Salita'' del Giro. Temuta da tutti, eppure domani sarà il primo vero giudice di questo Giro. 

Il versante da Sutrio non è duro come quello da Ovaro ma è comunque una salita incredibile, devastante.

L06eI5VECJpPBdIZ30cH_220421-043335.jpg.4e082add1cf5ad3fe8c700beb01e1a3f.jpg

8,5 % medio, 14 km di salita. Punte al 27% sul finale durissimo. Chi riuscirà a domare questa bestia? 

 

 

Link to post
Share on other sites

Bernal impetuoso come nella realtà, sarà curioso adesso vederlo alla prova sullo Zoncolan 🤤, ma anche per gli altri i distacchi sono ancora recuperabilissimi con tanta montagna ancora davanti, Landa secondo me sta controllando 😎

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Landa come detto non ha ancora avuto l'occasione di poter attaccare. Diciamo anche che io non sono un player che rischia. 😁

Ieri notte ho giocato lo Zoncolan. Spero di riuscire a postarlo questa sera. Anticipo che c'è stata una piacevole sorpresa. 

Link to post
Share on other sites

QUATTORDICESIMA TAPPA: CITTADELLA - MONTE ZONCOLAN 205km 

4GQu7tq3rRjdXMO4g0zz_220421-043337.thumb.jpg.649b45373c0fb6e4cb067c76d227cb8b.jpg

Eccoci finalmente alla tappa dello Zoncolan, una delle tappe più attese. Tantissimi tifosi hanno scalato a piedi e in bici le terribili pendenze della sede d'arrivo odierna, previsioni meteo ottime, ci sarà da divertirsi. Tutti abbottonati i leader nelle dichiarazioni mattutine: ''Oggi il finale è devastante, in queste tappe si può pagare tutto, crisi di fame, fuorigiri, disattenzioni, dovremo sempre essere concentrati al 100%'' ammette Landa. La Bahrain oggi è chiamata ad un gran lavoro, Landa è lì e queste salite sono pane per i suoi denti. Per Pellizzotti ''lo Zoncolan ha sempre il suo fascino ma il Giro è ancora lungo, non dovremo cercare di fare tutto oggi. E' solo la prima di tante tappe decisive''.

Subito una bella fuga ben assortita prende il largo dopo una 20ina di km. Tanti bei nomi, a sorpresa anche Hugh Carthy ne fa parte, l'inglese ormai lontanissimo in classifica cerca il sigillo personale, con lui anche Van Garderen che farà un ottimo lavoro per il proprio capitano. Intervistato in corsa dalla motocronaca il DS della EF Matti Breschel ammette che l'obiettivo è conquistare il prestigioso arrivo sullo Zoncolan. Hirt, l'onnipresente De Gendt, Carboni, Bouwman e Cepeda gli altri papabili. 

PCM0022.thumb.png.0fd18804ba09de930a01ee3d703e9c2b.png

Il gruppo lascia spazio ai fuggitivi. Oltre 6 minuti prima della prima salita di giornata, Forcella Monte Rest. Da qui in poi Ineos, Astana e Bahrain metteranno qualche uomo in testa a tirare.

Il divario si riduce, i fuggitivi arrivano sotto lo Zoncolan con 2'20'' sul gruppo che ormai è ridotto ad una 60ina di unità.

 

 

Link to post
Share on other sites
Posted (edited)

La fuga inizia a dividersi in più gruppetti, davanti restano solo in 2. Sono Gallopin e Carthy.

Dietro Pozzovivo parte ai -9. Il lucano ha coraggio da vendere. Di fatto il suo scatto frantuma il gruppo maglia rosa. Pozzo è in classifica e gli altri big temono per le proprie posizioni. Formolo è il primo a rispondere mentre Ineos e Bahrain hanno ancora 3-4 gregari per questo inizio di salita. Anche Masnada e Nieve scortano i rispettivi capitani. 

PCM0025.thumb.png.0cecacd6ed53aa4bb907fc07f989e694.png

Per 5 km Formolo e Pozzovivo resistono con 15'' di vantaggio sul gruppo tirato da Caruso e Martinez, ogni tanto qualche reduce della fuga viene ripreso. Ai -4km parte Soler, anche lui tenta di recuperare su Carthy e Gallopin, che ormai sono a 1'35'', per cercare di vincere la tappa. Yates prova un allungo ed è lo scatto dell'inglese che dà il via alle danze. Tutti i leader rispondono, Remco salta quasi subito, sarà crisi per il giovanissimo belga che cercherà di salire col suo passo. Bernal e Landa si ritrovano insieme, Landa darà qualche cambio alla maglia rosa per staccare Yates e Vlasov che dopo aver dato impulso all'azione soffriranno negli ultimi 2km. All'ultimo km Landa e Bernal hanno un bel vantaggio sugli altri big e vedono Gallopin, ormai ciondolante, e Carthy che pare ancora lucido in testa...

PCM0026.thumb.png.36ae724efa64fed3edefa5168f5db5f5.png

Questa la situazione ai - 400m.. Carthy ha un bel vantaggio su Gallopin. Landa e Bernal sono quasi in scia al francese ma ormai le energie sono al limite. Dietro di loro un ottimo Soler, vera sorpresa in queste pendenze. 

Poco dietro Yates, Vlasov e Pozzovivo, immenso, che pagano qualcosina da Bernal e Landa. Ecco le immagini:

PCM0028.thumb.png.405470a56779fdbccfebb5a1df381350.png

Remco e Nibali perdono più di 1'30'' per ora. Bardet è quello messo peggio dei leader. Perderà parecchio.

PCM0029.thumb.png.1dbb5bd0729b1b18614498c6b8850373.png

 

Edited by vivailciclismopulito
Link to post
Share on other sites
Posted (edited)

HUGH CARTHY VINCE SULLO ZONCOLAN!! UN INGLESE DOMA IL KAISER!!

PCM0030.thumb.png.39d05d0ebbd0fc6ebe96ae3540c2c0f3.png

Arriva da solo dopo essere stato in fuga tutto il giorno. Gran bella vittoria per l'inglese e per la EF.

Gallopin con grinta mantiene il secondo posto, terza la maglia rosa di Bernal che rosicchierà anche qualche secondo (oltre all'abbuono) a Mikel Landa. Soler ottimo 5, bella prova per lui. Vlasov e Yates a 1'43'', Pozzovivo a 1'49''.

Nibali perderà 2'24'' e peggio ancora farà Evenepoel a 2'52''. Bardet perderà 3'14''. Ecco podio e classifiche.

PCM0031.thumb.png.fce52edc2aedd12c98a060fe031ade26.png

PCM0032.thumb.png.75fa70346cbd5dd27bbdf5e3a5361fb1.png

Cattura.PNG.5fe67fe95adedf19ad41cf57acaa813d.PNG

Cattura11.PNG.54b248f981cfb2a2bf922a49fcdf75e5.PNG

Tappa che ha rispettato le attese. Un ottimo Pozzovivo ha aperto le danze da lontanissimo, Formolo ha pagato sul finale il fuorigiri fatto per seguire il lucano. Segnali importanti da Soler, che torna in corsa per una top 10. Evenepoel non va alla deriva, Bardet ormai lontanissimo. Encomiabile Nibali che è sempre lì a portata di top 5. 

 

Edited by vivailciclismopulito
Link to post
Share on other sites

Come sempre i tapponi di montagna regalano emozioni e sorprese, certo che un Bernal così non perde mai un colpo...anzi. Però ci sono ancora 7 tappe (inclusa la crono) e tutto può succedere, stiamo a vedere 😉

Link to post
Share on other sites

QUINDICESIMA TAPPA: GRADO- GORIZIA 147km

xIZYK348vIeiHmVCo49l_030521-022155.thumb.jpg.794131267e6f97e48e99f8a934b1b9e6.jpg

Tappa interlocutoria tra lo spettazolo dello Zoncolan di ieri e il tappone dolomitico di domani con Fedaia, Pordoi e Giau. Dopo le fatiche di ieri il gruppo dovrà mettere in conto anche le fatiche (incredibili) di domani. La fuga per oggi è favorita alla luce di queste considerazioni. Bernal in mattinata si è detto tranquillo e pronto al tappone, ''tre passi del genere nella stessa tappa sono l'università del ciclismo, mi farò trovare pronto''.  

Intanto la fuga è partita e clamorosamente è di soli due atleti. Gallopin e Gavazzi prendono la testa. Il gruppo sonnecchia. Arriveranno ad avere 7minuti.

PCM0001.thumb.png.ea51351e4d839a64bee38a838bb3589b.png

 

 

Link to post
Share on other sites

La tappa scorre tranquilla e qualcosa succede solamente nel finale. La Bahrain aumenta il ritmo sull'ultimo passaggio nella salita del circuito di Nova Gorica, il gruppo si sfalda e i tre alfieri della Bahrain (Bilbao, Caruso e Landa) si avvantaggiano leggermente, Landa vuole recuperare qualche secondino e tastare il polso agli altri leader.

PCM0004.thumb.png.0499f099622d984491bf0ff99513da9d.png

Intanto la fuga arriva. Ed è Gavazzi che beffa Gallopin sulla linea d'arrivo. Ancora un secondo posto per Gallopin.

GAVAZZI VINCE A GORIZIA!!!! ESULTA LA EOLO!!!

PCM0003.thumb.png.eb935087b0e2c114f000d9467df0b231.png

Dietro l'attacco della Bahrain ha smosso l'immobilismo del gruppo. I tre della Bahrain riescono ad avere un leggero vantaggio. Landa vuole l'abbuono e riesce a prenderlo lanciato da Bilbao. Il gruppo rinviene proprio sull'arrivo ma troppo tardi. Landa è terzo!

PCM0005.thumb.png.cf6fdd7a2d7a942940fe0ce30f7b20bf.png

Batte un colpo il basco in vista delle tappe adatte a lui. Recupera qualche secondo e per il morale è una bella iniezione di fiducia. Seguono podio e classifiche.

PCM0007.thumb.png.10b20c21d83a1d1da7a3598a67d0ea52.png

PCM0008.thumb.png.a083a5c0a1779f4e35ebe3b482b34c68.png

PCM0009.thumb.png.21ea89abdd1b0febbd7ff26a242e7481.png

PCM0010.thumb.png.838e99568182dc468208d9d066278f11.png

 

 

 

Link to post
Share on other sites
Posted (edited)

SEDICESIMA TAPPA: SACILE - CORTINA D'AMPEZZO 212km

1163625396_index(3).jpeg.ac1da5b4632451f40a682565acef7798.jpeg

E' arrivato il tappone. Dopo la Crosetta, salita subito a freddo, trampolino per gli attaccanti della prima ora, si scaleranno il Passo Fedaia, 14 chilometri al 7.6% di pendenza media e massime del 18%, e il Passo Pordoi (altri 12 chilometri al 7% con massime del 10%). Vetta a 2239 metri per la Cima Coppi di questo Giro 2021. Ma non è finita qui, c'è anche il Giau: una salita dura di 10 chilometri con pendenza media del 9.3% e massime del 14%. La vetta sarà a 2233 metri e mancheranno 18 chilometri a Cortina d’Ampezzo, praticamente tutti in discesa prima degli ultimi 500 metri finali in leggera salita sul pavè. 5600 metri di dislivello per una tappa sovrumana. Ne vedremo sicuramente delle belle.

Intervistato in mattinata il ds della Ineos Grenadiers, Tosatto ammette che ''oggi porteremo Bernal a giocarsi la tappa, sta bene, stiamo bene e oggi è la tappa giusta per dare un segnale decisivo, sappiamo che proveranno ad attaccarci ma siamo pronti''.

 ''Bernal è veramente al top, siamo concentrati per poter vincere questa corsa.              Abbiamo lavorato bene e siamo qui tutti al top.  Mi aspetto Vlasov e Landa con un atteggiamento offensivo, ma non escludo altri nomi''.Tosatto-218x150.jpg.8378a2f925cb14f87b3fc2a116cea8f5.jpg

Edited by vivailciclismopulito
Link to post
Share on other sites

Subito gruppetti a tutta sulla salita della Crosetta, all'attacco Dan Martin, De Gendt, Bouchard, Carr e tanti altri. La Bahrain prova ad inserire Bilbao in questi tentativi. 

PCM0011.thumb.png.587c218f1dae25bfb66d4575cb576724.png

Gruppetti che si accavallano ma dietro il gruppo non lascia fare, ci sono Deceuninck, Ineos e Bike Exchange a fare un buon ritmo, il primo gruppetto con Hirt, Bilbao, Hamilton, Bennett e Dan Martin scollina la Crosetta con soli 2'45'' sul gruppo che è in controllo. A bagnomaria tra gruppo e fuggitivi alcuni corridori rimbalzati nella salita, tra loro anche Mollema

PCM0013.thumb.png.f8699739f14922e52b101ad99e282e3f.png

Ritmo altissimo in gruppo. La Deceuninck fa sul serio oggi.  Non lasciano più di 2'30'' ai fuggitivi.

PCM0014.thumb.png.e3c89261838dd345a3bf940de13743f3.png

Tappa tutta da seguire, oggi saranno i big a giocarsi tutto, ormai è chiaro. La fuga verrà ripresa addirittura già sul Fedaia???

Stay tuned.

 

 

Link to post
Share on other sites

Il gruppo tirava per riprendere Bilbao, clamoroso!! Appena ripreso Bilbao il gruppo si è allargato e la fuga ha ripreso vigore. Siamo all'inizio del Fedaia. Sono in tre la davanti adesso e hanno sui 4minuti. In gruppo è la Bahrain che prende in mano la corsa, decisamente. 

PCM0018.thumb.png.05a79a6d0dfe83fe3fe7372a74eb65b0.png

Salita e discesa del Fedaia senza grandi emozioni, la fuga aumenta addirittura il vantaggio. La Bahrain in testa ma il ritmo non è impossibile.

Si inizia il Pordoi con una situazione di stallo. Gruppo ancora numeroso, circa 60 atleti. Nessuno alza il ritmo, nessuno attacca.

PCM0019.thumb.png.6d314ac06ff816db369845a13c72539c.png

Tutto ciò significa che se qualcosa succederà, dovrà succedere sul Giau.

 

 

Link to post
Share on other sites

Eccoci sul Giau, la fuga ormai è a portata del gruppo, il ritmo della Bahrain sul falsopiano tra la discesa del Pordoi e l'inizio del Giau ha ridotto le distanze. Nell'ultima asperità di giornata i tre superstiti della fuga verrano verosimilmente ripresi. I big sono tutti li, aspettano probabilmente che il più coraggioso rischi la prima mossa. 

Ed è cosi ai - 6,3 km dalla vetta è Vlasov a tentare l'affondo. Il russo è uno dei più attivi in questo Giro. Con coraggio prova lo scatto. 

PCM0021.thumb.png.d743f384e4dca1d69f49f8654fb71a13.png

Gli va subito dietro Bardet, sembra pimpante il francese. Sivakov lavora per riportare sotto la maglia rosa, Bernal neanche oggi vuole lasciare nulla agli altri. Almeida si accoda al russo della Ineos, poi tutti i big con il gruppo che, ovviamente, esplode.

PCM0022.thumb.png.08a9abf6006571ec91958a462aacc620.png

Il lavoro di Sivakov è ottimo, il gruppo dei big si riporta subito sotto dopo aver ripreso e staccato i fuggitivi della mattina ormai stremati. Ora sono tutti da soli tranne Remco che ha ancora Almeida con sè.

Ai -800m dal GPM è Bernal che rompe gli indugi, scatta in faccia a tutti. Landa l'unico che prova a reagire seguito da Almeida che però poi viene fermato, dovrà scortare Evenepoel in discesa. Gli altri sembrano al lumicino, Bernal vuole un altra vittoria, STRAPOTERE DEL COLOMBIANO in tutte le salite!!!!

PCM0023.thumb.png.75d255b9d278fe52975b3fb4ea2578f3.png

PCM0024.thumb.png.d31a364312f94eda20fd305359e49ced.png

Al GPM Landa paga già 36'' da Bernal, mentre dietro Remco, guidato da Almeida, e Vlasov devono ancora scollinare. Gli altri sono tutti dietro...

PCM0025.thumb.png.b5a264016d6d8b4107efa957841f91ae.png

Sarà una discesa tutta da seguire... Tutti sono a tutta, discesa tecnica fino a Cortina. Bernal ha ancora una volta dimostrato di essere il padrone del Giro, Landa rivale indomabile, Vlasov e Remco ad inseguire col prezioso contributo di Almeida, Yates finora ha perso qualcosina ma in discesa potrà rientrare sui tre.

Emozioni fino alla fine quest'oggi..

 

Link to post
Share on other sites

Gran ritmo di Landa in discesa, Bernal davanti non rischia. Preferisce perdere qualcosina ma gestisce benissimo il vantaggio. Landa non riesce ad avvicinarsi più di tanto, all'ultimo km vede Bernal ma ormai è tardi, ha ridotto di tanto il distacco ma non basta, Bernal alza le braccia al cielo...

ANCORA LUI, ANCORA E-GAN BER-NAL...ENNESIMA DIMOSTRAZIONE DI FORZA...A CORTINA ANCORA LUI!!!!

PCM0026.thumb.png.ffb652557b1a74211b010a21173e3519.png

PCM0030.thumb.png.e632a78ff3f68e84c5bb1a69ee8a2077.png

Landa ha ridotto di tanto il gap prendendosi dei rischi assurdi in discesa, arriverà a soli 16'' dalla maglia rosa. Non crollano neanche Yates e Vlasov che pagano un ritardo di 1'09'', poco più indietro Almeida e Remco Evenepoel. 

PCM0027.thumb.png.c731f6631f330642b0f0b4d641ec6a91.png

Per gli altri, a partire da Bardet e Soler, oltre 3 minuti di distacco. Incredibile prova di forza della maglia rosa che al momento sembra inattaccabile. In generale incrementa su tutti i leader. Che corridore!!!! 

A voi podio e classifiche aggiornate al termine di questo tappone che ci ha fatto vivere una grande giornata di ciclismo.

PCM0031.thumb.png.376a155fd9e908838c62ff8197256124.png

PCM0032.thumb.png.fa40b7bbc06fb0cbbf019473b1014ac8.png

aa.PNG.b261bd305ae7268341b6ff1eddc9a192.PNG

bb.PNG.3767e2d3786b9c3a5d096b01403b013e.PNG

 

Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.




×
×
  • Create New...