Jump to content
  • Sign Up

Disponibile Pro Cycling Manager 2021

Pro Cycling Manager 2021 e Tour de France 2021sono finalmente disponibili
Leggi di più

Hai già scoperto i nostri tutorial?

Come sottoscrivo una mod su Steam? Come modifico un database? Come posso creare una maglia personalizzata? Per queste ed altre domande visita la nostra sezione tutorial!
Tutorial

Seguici su Discord

Unisciti al server Discord di PCM Italia per rimanere sempre in contatto con noi, parlare di ciclismo e vivere un'esperienza multiplayer ottimale
Unisciti al server

PCM Italia è su Tapatalk

Scarica Tapatalk gratuitamente sul tuo smartphone per consultare in maniera facile e veloce PCM Italia anche da mobile!
Leggi di più

La nostra RECENSIONE di Pro Cycling Manager 2020

Leggi e guarda la nostra recensione di Pro Cycling Manager 2020, a cura di BubbaDJ
Leggi di più

109th Milano - Sanremo (1.UWT)


PR8

Recommended Posts

 Team Sky
1 KWIATKOWSKI Michal
2 DOULL Owain
3 MOSCON Gianni
4 PUCCIO Salvatore
5 STANNARD Ian
6 VAN BAARLE Dylan
7 WISNIOWSKI Lukasz

 AG2R La Mondiale
11 NAESEN Oliver
12 VUILLERMOZ Alexis
13 GALLOPIN Tony
14 GOUGEARD Alexis
15 GAUTIER Cyril
16 VANDENBERGH Stijn
17 VENTURINI Clément

 Astana Pro Team
21 SANCHEZ Luis Leon
22 FRAILE Omar
23 GATTO Oscar
24 LUTSENKO Alexey
25 CORT NIELSEN Magnus 
26 VALGREN Michael
27 VILLELLA Davide

Bahrain Merida Pro Cycling Team
31 NIBALI Vincenzo
32 BOARO Manuele
33 COLBRELLI Sonny
34 HAUSSLER Heinrich
35 KOREN Kristijan
36 NAVARDAUSKAS Ramunas
37 PELLIZOTTI Franco

 Bardiani - CSF
41 ANDREETTA Simone
42 BARBIN Enrico
43 CARBONI Giovanni
44 CICCONE Giulio
45 MAESTRI Mirco
46 ROTA Lorenzo
47 TONELLI Alessandro

 BMC Racing Team
51 VAN AVERMAET Greg
52 BETTIOL Alberto
53 CARUSO Damiano
54 DRUCKER Jean-Pierre
55 GERRANS Simon
56 ROELANDTS Jurgen
57 SCHAR Michael

 BORA - hansgrohe
61 SAGAN Peter
62 BENEDETTI Cesare
63 BODNAR Maciej
64 BURGHARDT Marcus
65 OSS Daniel
66 SAGAN Juraj
67 SCHILLINGER Andreas

 Cofidis, Solutions Crédits
71 TEKLEHAIMANOT Daniel
72 BONNAFOND Guillaume
73 CHETOUT Loïc
74 LAPORTE Christophe
75 LEMOINE Cyril
76 TURGIS Anthony
77 VAN LERBERGHE Bert

Groupama - FDJ
81 DÉMARE Arnaud
82 BONNET William
83 CIMOLAI Davide
84 GUARNIERI Jacopo
85 KONOVALOVAS Ignatas
86 LE GAC Olivier
87 ROUX Anthony

Gazprom-RusVelo
91 FIRSANOV Sergey
92 BOEV Igor
93 CHERKASOV Nicolay
94 KURIANOV Stepan
95 NYCH Artem
96 LAGUTIN Sergey
97 VLASOV Aleksandr

Israel Cycling Academy
101 HERMANS Ben
102 BOIVIN Guillaume
104 JENSEN August
105 NEILANDS Krists
106 SAGIV Guy
107 SBARAGLI Kristian

Lotto Soudal
111 GREIPEL André
112 BAK Lars Ytting
113 DEBUSSCHERE Jens
114 DE BUYST Jasper
115 KEUKELEIRE Jens
116 MAES Nikolas
117 SIEBERG Marcel

 Mitchelton-Scott
121 TRENTIN Matteo
122 BAUER Jack
123 EWAN Caleb
124 HAYMAN Mathew
125 IMPEY Daryl
126 KLUGE Roger
127 MEZGEC Luka

Movistar Team
131 BENNATI Daniele
132 ANACONA Winner
133 BARBERO Carlos
134 BICO Nuno
135 BETANCUR Carlos
136 ROJAS José Joaquín
137 SÜTTERLIN Jasha

Nippo - Vini Fantini - Europa Ovini
141 CUNEGO Damiano
142 BAGIOLI Nicola
143 CANOLA Marco
144 HATSUYAMA Sho
145 PONZI Simone
146 TIZZA Marco
147 SANTAROMITA Ivan
148 LOBATO Juan José

 Quick-Step Floors
151 VIVIANI Elia
152 ALAPHILIPPE Julian
153 DECLERCQ Tim
154 SABATINI Fabio
155 GILBERT Philippe
156 KEISSE Iljo
157 RICHEZE Ariel Maximiliano

Dimension Data
161 BOASSON HAGEN Edvald
164 RENSHAW Mark
165 SLAGTER Tom-Jelte
166 THOMSON Jay Robert
167 VERMOTE Julien

Team EF Education First-Drapac p/b Cannondale
171 MODOLO Sacha
172 BRESCHEL Matti
173 CLARKE Simon
174 CLARKE William
175 DOCKER Mitchell
176 LANGEVELD Sebastian
177 MCLAY Daniel

 Team Katusha - Alpecin
181 BELKOV Maxim
182 GONÇALVES José
183 HAAS Nathan
184 KITTEL Marcel
185 POLITT Nils
186 ŠPILAK Simon
187 ZABEL Rick

Team LottoNL-Jumbo
191 BOOM Lars
192 BATTAGLIN Enrico
193 MARTENS Paul
194 VAN EMDEN Jos
195 VAN HOECKE Gijs
196 VAN POPPEL Danny
197 WAGNER Robert

Team Novo Nordisk
201 BRAND Sam
202 HENTTALA Joonas
203 LOZANO David
204 PERON Andrea
205 PLANET Charles
206 POLI Umberto
207 KAMSTRA Brian

 Team Sunweb 
211 MATTHEWS Michael
212 ARNDT Nikias
213 CURVERS Roy
214 DUMOULIN Tom
215 KÄMNA Lennard
216 OOMEN Sam
217 THEUNS Edward

 Trek - Segafredo
221 MULLEN Ryan
222 DE KORT Koen
223 FELLINE Fabio
224 RAST Gregory
225 STUYVEN Jasper
226 REIJNEN Kiel
227 VAN POPPEL Boy

 UAE-Team Emirates
231 KRISTOFF Alexander
232 BYSTRØM Sven Erik
233 CONSONNI Simone
234 MARCATO Marco
235 SWIFT Ben
236 TROIA Oliviero
237 ULISSI Diego

Wilier Triestina - Selle Italia
241 MARECZKO Jakub
242 BERTAZZO Liam
243 BUSATO Matteo
244 COLEDAN Marco
245 MOSCA Jacopo
246 POZZATO Filippo
247 ZARDINI Edoardo
Link to comment
Share on other sites

16 ore fa, emmea90 ha scritto:

Vediamo come la butta via Sagan a sto giro

Be credo in volata. Cioè non che per forza la butta via, ma date le moltissime defezioni fra le ruote veloci forse se ne starà tranquillo ad aspettare lo sprint (tanto  alla sanremo ci sono sempre squadre che pur totalmente prive di uomini veloci collaborano gentilmente per ricompattare i ranghi). Tattica Bergen insomma, dove fra l'altro è anche andata bene.

Link to comment
Share on other sites

Comunque dallo scorso Lombardia a questa Sanremo stiamo vedendo il miglior Nibali da classiche, anche a dispetto dei risultati ottenuti in passato, cosa che non credevo possibile sebbene pensassi opportuno per lui puntare di più alle gare di un giorno.

Sagan l'ha persa nel modo che pensavo, in marcatura con kwiatkowski. Podio con gente che non avevo considerato (nel senso che avevo dimenticato la loro esistenza)

Link to comment
Share on other sites

  • Admininistrators

Non ho mai visto una roba più insulsa. 280 km di niente manco un attacco alla Cipressa, Nibali lasciato andare come se nulla fosse nemmeno un Oss o un Trentin a seguire per favorire i capitani. Peggior Sanremo di sempre. E ora scusate, vado ad elaborare il lutto.

Link to comment
Share on other sites

  • Moderator Head Staff
5 minuti fa, emmea90 ha scritto:

Non ho mai visto una roba più insulsa. 280 km di niente manco un attacco alla Cipressa, Nibali lasciato andare come se nulla fosse nemmeno un Oss o un Trentin a seguire per favorire i capitani. Peggior Sanremo di sempre. E ora scusate, vado ad elaborare il lutto.

Per carità ha sfruttato un certo immobilismo, per altro incomprensibile: a parte i soliti noti, perchè uno come alaphilippe non ha provato l'attacco? E kwiato (o in alternativa Moscon)? E soprattutto che fine ha fatto viviani prima degli ultimi 100m? 

In ogni caso siamo senza discussione difronte al più grande degli ultimi 20 anni 

Link to comment
Share on other sites

2 minuti fa, emmea90 ha scritto:

Non ho mai visto una roba più insulsa. 280 km di niente manco un attacco alla Cipressa, Nibali lasciato andare come se nulla fosse nemmeno un Oss o un Trentin a seguire per favorire i capitani. Peggior Sanremo di sempre. E ora scusate, vado ad elaborare il lutto.

La Cipressa ha visto 0 attacchi anche l'anno scorso mi pare. Ovviamente indovina chi avrebbe potuto attaccare per come sgambettava tra i primi 5? Per la gioia di chi non vedeva l'ora di bollare il solito inutile attacco disperato. Che poi avrebbe significato gara insulsa fino ai meno 10, in ogni caso. il che significa, ovviamente, che non ti sei divertito perché non ti piace il risultato, non lo svolgimento. 

8 minuti fa, casa ha scritto:

Lultimo a vincere la san remo in solitaria è stato cancellara nel 2008, l'ultimo a vincere in solitaria, partendo dal poggio, è stato Fondriest nel 1993. A suo modo è stata una impresa.

Be dopo Fondriest anche Furlan e poi Jalabert con lo stesso Fondriest l'anno dopo. E anche il podio dell'anno scorso è nato da li.

  • Upvote 1
Link to comment
Share on other sites

Era sempre tra i primi, c'era con la testa e con le gambe.. l'ha cercata anche se nelle interviste ha detto che era li per Sonny..per me sapeva di essere in forma e sapeva che Sagan e Kwiato si sarebbero controllati allo stremo. Ha avuto il coraggio necessario per beffarli. Mitico, grandioso. E' leggenda.

Link to comment
Share on other sites

  • Moderator Head Staff
2 minuti fa, vivailciclismopulito ha scritto:

Era sempre tra i primi, c'era con la testa e con le gambe.. l'ha cercata anche se nelle interviste ha detto che era li per Sonny..per me sapeva di essere in forma e sapeva che Sagan e Kwiato si sarebbero controllati allo stremo. Ha avuto il coraggio necessario per beffarli. Mitico, grandioso. E' leggenda.

Si anche perchè non è credibile che facesse da stopper sul lettone :rotfl:

Link to comment
Share on other sites

32 minuti fa, vivailciclismopulito ha scritto:

Era sempre tra i primi, c'era con la testa e con le gambe.. l'ha cercata anche se nelle interviste ha detto che era li per Sonny..per me sapeva di essere in forma e sapeva che Sagan e Kwiato si sarebbero controllati allo stremo. Ha avuto il coraggio necessario per beffarli. Mitico, grandioso. E' leggenda.

Infatti fra gli altri lo stesso Sagan ne ha elogiato il coraggio.

Comunque l'uomo in meno per squadra può aver pesato su come si è sviluppato il finale? Secondo me un pochino tra un tatticismo e l'altro anche quello ha avuto la sua rilevanza. E forse è un conto che chi doveva decidere fra attacco e volata ha sbagliato

Link to comment
Share on other sites

  • Admininistrators

Io proprio non capisco perché i tifosi di Nibali invece di godersi la vittoria debbano dipingerlo come quello che non è: "il più grande della sua generazione" / "il più forte degli ultimi 20 anni" ecc... rimane inspiegabile come sia potuto accadere che un corridore può essere lasciato partire così sul poggio perché tutti guardano cosa fa Sagan. Niente da dire sul numero, ma per favore non tiriamo fuori nomi altisonanti o "il migliore di sempre"

  • Upvote 1
Link to comment
Share on other sites

12 ore fa, emmea90 ha scritto:

Io proprio non capisco perché i tifosi di Nibali invece di godersi la vittoria debbano dipingerlo come quello che non è: "il più grande della sua generazione" / "il più forte degli ultimi 20 anni" ecc... rimane inspiegabile come sia potuto accadere che un corridore può essere lasciato partire così sul poggio perché tutti guardano cosa fa Sagan. Niente da dire sul numero, ma per favore non tiriamo fuori nomi altisonanti o "il migliore di sempre"

Perché invece? Cosa ti fa sospettare che i tifosi di Nibali non si godano la vittoria E lo status, magari presunto superiore alla realtà, del loro beniamino? Ciò che è innegabile, e che va oltre il migliore / peggiore, è che siamo certamente davanti a un caso ampiamente unico, che è stato in grado di vincere (ma anche di piazzarsi, il che rende queste vittorie non casuali) gran parte delle gare importanti del calendario. E questo è un patrimonio del ciclismo nell'era delle specializzazioni più spinte.

Per il resto anche rivedendo il finale, non trovo lo svolgimento estremamente inspiegabile, si pensava che l'azione potesse essere ripresa ma evidentemente sono mancati uomini, gambe e forse nel finale le gambe dello stesso fuggitivo erano migliori di quanto ci si potesse attendere, come dimostra il destino dell'azione di Trentin, restato a bagnomaria senza guadagnare praticamente nulla, come ad un certo punto sarebbe stato quantomeno presumibile. Lo stesso Sagan, pur marcato, si presenta finalmente con una grande squadra, se resta a guardare e in volata si piazza così così vuol dire che evidentemente non era nella sua giornata migliore.

Edited by ian
Link to comment
Share on other sites

  • Moderators

Io invece non capisco perchè i non tifosi di nibali invece di godersi un finale obiettivamente eccitante debbano denigrarlo oltre ogni forzatura come il corridore più sculato degli ultimi 20 anni :corb:

Voglio dire, per vincere serve sempre un pizzico di fortuna, ma la fortuna bisogna sapersela andare a prendere. Niente gambe, niente fortuna... è ciclismo, mica short track

Link to comment
Share on other sites

  • Admininistrators
53 minuti fa, papaloukasss ha scritto:

Io invece non capisco perchè i non tifosi di nibali invece di godersi un finale obiettivamente eccitante debbano denigrarlo oltre ogni forzatura come il corridore più sculato degli ultimi 20 anni :corb:

Voglio dire, per vincere serve sempre un pizzico di fortuna, ma la fortuna bisogna sapersela andare a prendere. Niente gambe, niente fortuna... è ciclismo, mica short track

Perché Sanremo e Lombardia sono le meno nobili tra le monumento (anzi, la prima, dove per 270 km non succede niente, è quasi vergognoso lo sia), niente a che vedere con Liegi, Fiandre e Roubaix non a caso vinte da carneadi come Ciolek e Zaugg. In generale non si capisce perché una monumento, sforzo da un giorno, lotteria finale, dovrebbe valere un GT che richiede 21 giorni di sforzo e soprattutto IL tour che è lo scontro tra i migliori al mondo. 

Nibali ad oggi di Tour ne ha uno che conta pochino. Conta pochino perché lo ha vinto per le cadute altrui ed in generale nei GT non ha MAI battuto i migliori, li ha sempre evitati perché quando c'erano i GT li perdeva. Quando e se batterà i migliori al Tour vincendolo non per colpe altrui allora sarà tra i migliori ma per me queste lotterie/regali di Sagan non possono essere considerati al pari di uno sforzo di 21 giorni a Luglio (e la storia del più completo lascia il tempo che trova. Cunego ha vinto monumento e un Gt ma non è migliore di Froome). 

Per il resto la Sanremo reintroduca le Manie perché una corsa dove si sta 6h30' passivi in gruppo oltre ad essere noiosa non è degna di essere monumento. 

Link to comment
Share on other sites

31 minuti fa, emmea90 ha scritto:

Perché Sanremo e Lombardia sono le meno nobili tra le monumento (anzi, la prima, dove per 270 km non succede niente, è quasi vergognoso lo sia), niente a che vedere con Liegi, Fiandre e Roubaix non a caso vinte da carneadi come Ciolek e Zaugg.

Nuyens, Hayman ed Iglinsky (ma anche Poels volendo) e pareggiamo i conti :mrgreen:

Link to comment
Share on other sites

  • Moderators
40 minuti fa, emmea90 ha scritto:

Perché Sanremo e Lombardia sono le meno nobili tra le monumento (anzi, la prima, dove per 270 km non succede niente, è quasi vergognoso lo sia), niente a che vedere con Liegi, Fiandre e Roubaix non a caso vinte da carneadi come Ciolek e Zaugg. In generale non si capisce perché una monumento, sforzo da un giorno, lotteria finale, dovrebbe valere un GT che richiede 21 giorni di sforzo e soprattutto IL tour che è lo scontro tra i migliori al mondo. 

Nibali ad oggi di Tour ne ha uno che conta pochino. Conta pochino perché lo ha vinto per le cadute altrui ed in generale nei GT non ha MAI battuto i migliori, li ha sempre evitati perché quando c'erano i GT li perdeva. Quando e se batterà i migliori al Tour vincendolo non per colpe altrui allora sarà tra i migliori ma per me queste lotterie/regali di Sagan non possono essere considerati al pari di uno sforzo di 21 giorni a Luglio (e la storia del più completo lascia il tempo che trova. Cunego ha vinto monumento e un Gt ma non è migliore di Froome). 

Per il resto la Sanremo reintroduca le Manie perché una corsa dove si sta 6h30' passivi in gruppo oltre ad essere noiosa non è degna di essere monumento. 

Che Sanremo e Lombardia siano monumento di classe B mi è nuova, d'altronde anche fiandre, roubaix e liegi sono state vinte da carneadi quali Iglinskyi, Nuyens e Hayman (per non andare troppo indietro nell'albo d'oro).

Poi classiche e GT sono questioni diverse. Uno può essere tra i migliori per le corse a tappe o tra i migliori per le classiche di un giorno, ma raramente si eccelle in entrambi. Nibali è una di queste eccezioni: competitivo nei GT e competitivo nelle classiche, bisogna darne atto.

D'accordissimo invece riguardo l'inserimento delle Manie, come d'altronde lo è la stra-maggior parte degli spettatori

 

Ah, aggiungo: il Cunego dei tempi migliori nelle corse di un giorno farebbe mangiare la polvere a Froome :D

Link to comment
Share on other sites