Jump to content
  • Sign Up

Disponibile Pro Cycling Manager 2021

Pro Cycling Manager 2021 e Tour de France 2021sono finalmente disponibili
Leggi di più

Hai già scoperto i nostri tutorial?

Come sottoscrivo una mod su Steam? Come modifico un database? Come posso creare una maglia personalizzata? Per queste ed altre domande visita la nostra sezione tutorial!
Tutorial

Seguici su Discord

Unisciti al server Discord di PCM Italia per rimanere sempre in contatto con noi, parlare di ciclismo e vivere un'esperienza multiplayer ottimale
Unisciti al server

PCM Italia è su Tapatalk

Scarica Tapatalk gratuitamente sul tuo smartphone per consultare in maniera facile e veloce PCM Italia anche da mobile!
Leggi di più

La nostra RECENSIONE di Pro Cycling Manager 2020

Leggi e guarda la nostra recensione di Pro Cycling Manager 2020, a cura di BubbaDJ
Leggi di più

1a Prova ad Eliminazione - L'ultima settimana del Tour 2016 - Risultati


emmea90

Recommended Posts

  • Admininistrators

1a Prova ad Eliminazione - L'ultima settimana del Tour 2016

Link to comment
Share on other sites

  • Admininistrators

Ed eccoci qua. Andremo in ordine di quota di neve: da chi era libero, a chi era più "basso".

Partiamo con Lucatb99, che era più libero di tutti

Emmea90

Cita

Come cazzo si fa a non consegnare quando non hai manco un limite?

Nasdon33

Cita

RIP 

Gigilasegaperenne

Cita

Hai comunque fatto più bella figura di quelli che hanno consegnato certe cose.

Papaloukass

Cita

Non è da tutti non riuscire a fare 4 tappe in 14 giorni. Giù il cappello.

 

Link to comment
Share on other sites

  • Admininistrators

Prime recensioni: FrancescoPalma

Emmea90

Cita

Intanto c'è un errore concettuale - che è quello di comparare tappa per tappa. Detto questo, la prima tappa è molto più dura di Finhaut vista soprattutto l'altitudine di Izoard e Granon. La seconda ci può stare anche se la Monteé non è assolutamente HC. Nella Cronoscalata Sappey è un paese di 1100 e rotti abitanti e non è nemmeno stazione sciistica. La tappa finale così non ha niente a che vedere con l'originale che aveva l'intento di attaccare da subito, perdendo la sua peculiarità. Inoltre non avrei allontanato così dall'arrivo il Joux Plane che in tutti i tour tranne l'ultimo è sempre stata una salita che ha messo i corridori uno per angolo.

Nasdon33

Cita

Oltre al fatto che copiare tappa per tappa non mi sembra una soluzione adatta la prima tappa è piuttosto impegnativa rispetto a quelle del tour reale. La seconda tappa non mi dispiace anche se avrei evitato il "circuito", mi piace anche la crono anche se avrei evitato di cercare un qualcosa di simile a Megeve. L'ultima tappa invece non mi piace proprio, oltre a rendere la Joux Plane secondaria una tappa senza arrivo in salita a fine Tour deve essere quantomeno adatta ad attacchi continui cosa che qui non è presente

Gigilasegaperenne

Cita

Non ho ben capito perché hai voluto imitare tappa per tappa. Ad ogni modo quella del Granon per me non è male, anche se magari avendo a disposizione un ventaglio enorme di possibilità si poteva fare qualcosa di più originale. Quella di Les Deux Alpes ok, non potendo usare il Galibier non è che si potesse fare molto di meglio. Sulla classificazione HC di Villard-Notre-Dame (senza "de") in altri tempi avrei protestato, ma visto che Prudhomme ha classificato HC il Grand Colombier da Lochieu, per me vale.

Nella cronoscalata non c'era nessun bisogno di replicare una simil-Megève, men che meno forzando per questo l'arrivo in un buco di culo. Anche qui Prudhomme viene in soccorso perché ha fatto l'arrivo a Jausiers, però c'è da dire che questo paese ha pure una collocazione ancora più sfigata. Diciamo che per una buona causa mi sarebbe andato bene, per fare la cronoscalata del Palaquit non credo ne valesse la pena.

Morzine a me piace. Joux-Plane - Avoriaz sarebbe una classica infilata salita molto dura-salita più pedalabile, e non credo che una discesa in più faccia qualche differenza.

Papaloukass

Cita

Innanzitutto non era parte del contest paragonare tappa per tappa. A parte ciò, l'accoppiata Izoard-Granon mi sembra un po' eccessiva. Molto standard Les Deux Alpes, l'arrivo della cronoscalata in un paesucolo è parecchio forzato, davvero al limite. Molto, troppo facile anche la 4a, l'avrei indurita passando per la Ramaz dopo il Romme. 

 

Link to comment
Share on other sites

  • Admininistrators

Terzo per quota, FrancescoGrassi

Emmea90

Cita

Molto buona la prima tappa Alpina d'entrata. La seconda presenta due errori gravi, ovvero A) L'uso dell'Alpe d'Huez in quel modo (l'alpe paga sempre e solo per essere arrivo, in tutta la storia del Tour), B) Il col du Solude in discesa - mi si lasci semplicemente dire che è una delle 10 strade più pericolose di Francia tra sede stradale stretta e passaggi in gallerie di roccia. E' al limite in salita, accettabile per la bassa velocità - è folle in discesa. Se ci aggiungiamo la discesa del Sarenne mi chiedo se qua si cerchi o meno il morto. La tappa regina è ok, sulla tappa finale vedi Palma.

Nasdon33

Cita

Bella la prima tappa, mentre la seconda è forse eccessiva sia per le salite sia per le discese(quella del Solude è davvero rischiosissima, sarebbero 3km da sistemare con lavoro molto costosi). Bella anche la terza tappa, mentre la quarta ha gli stessi difetti di Palma. In generale direi 4 tappe troppo dure rispetto a quelle reali.

Gigilasegaperenne

Cita

Apprezzo la scoperta di salite poco note, andrei un po' più cauto con gli sterrati. Peccato perché la tappa di Les Orres era molto buona. Del resto tutte le tappe prese singolarmente sono all'altezza, quello che secondo me non quadra è il bilancio delle difficoltà. Sono quattro tappe tutte molto dure, mediamente molto più delle originali, e senza la cronoscalata a rompere la sequenza. Mi sembra un tracciato pensato con più attenzione alla singola frazione che al risultato complessivo.

Papaloukass

Cita

La prima sarebbe un'ottima tappa se solo "La Montagne de St Jean de Crots" non fosse sterrata e di dubbia praticabilità. Problemi di praticabilità anche nella seconda che, oltre ad avere un dislivello un tantino alto e riducibile senza togliere alcun passaggio fondamentale, presenta due discese ardue come quella del Sarenne e, soprattutto, quella del Solude. Apprezzabile comunque l'accoppiata Alpe d'Huez-Les Deux Alpes. Per la terza, oltre al dislivello monstre di quasi 6000 metri, sarei arrivato su una salita più abbordabile di La Plagne. Ok invece la quarta.

 

Link to comment
Share on other sites

  • Admininistrators

Terzo per quota, FrancescoGrassi

Emmea90

Cita

Molto buona la prima tappa Alpina d'entrata. La seconda presenta due errori gravi, ovvero A) L'uso dell'Alpe d'Huez in quel modo (l'alpe paga sempre e solo per essere arrivo, in tutta la storia del Tour), B) Il col du Solude in discesa - mi si lasci semplicemente dire che è una delle 10 strade più pericolose di Francia tra sede stradale stretta e passaggi in gallerie di roccia. E' al limite in salita, accettabile per la bassa velocità - è folle in discesa. Se ci aggiungiamo la discesa del Sarenne mi chiedo se qua si cerchi o meno il morto. La tappa regina è ok, sulla tappa finale vedi Palma.

Nasdon33

Cita

Bella la prima tappa, mentre la seconda è forse eccessiva sia per le salite sia per le discese(quella del Solude è davvero rischiosissima, sarebbero 3km da sistemare con lavoro molto costosi). Bella anche la terza tappa, mentre la quarta ha gli stessi difetti di Palma. In generale direi 4 tappe troppo dure rispetto a quelle reali.

Gigilasegaperenne

Cita

Apprezzo la scoperta di salite poco note, andrei un po' più cauto con gli sterrati. Peccato perché la tappa di Les Orres era molto buona. Del resto tutte le tappe prese singolarmente sono all'altezza, quello che secondo me non quadra è il bilancio delle difficoltà. Sono quattro tappe tutte molto dure, mediamente molto più delle originali, e senza la cronoscalata a rompere la sequenza. Mi sembra un tracciato pensato con più attenzione alla singola frazione che al risultato complessivo.

Papaloukass

Cita

La prima sarebbe un'ottima tappa se solo "La Montagne de St Jean de Crots" non fosse sterrata e di dubbia praticabilità. Problemi di praticabilità anche nella seconda che, oltre ad avere un dislivello un tantino alto e riducibile senza togliere alcun passaggio fondamentale, presenta due discese ardue come quella del Sarenne e, soprattutto, quella del Solude. Apprezzabile comunque l'accoppiata Alpe d'Huez-Les Deux Alpes. Per la terza, oltre al dislivello monstre di quasi 6000 metri, sarei arrivato su una salita più abbordabile di La Plagne. Ok invece la quarta.

 

Link to comment
Share on other sites

  • Admininistrators

Tocca a Camenzind

Emmea90

Cita

Ora. Fermo. Respira. C'erano da rifare tre rosse ed una cronoscalata: che cazzo c'entra una tappa intermedia in tutto questo? La tappa del Revard è una delle cose più brutte mai viste. Sembra la Mont-Blanc, ma peggiorata. La tappa di Les Deux Alpes è ancora peggio e mi fa venire voglia di cavarmi gli occhi e bruciarli nel camino. La tappa finale mantiene le promesse anche se il percorso, complessivamente, è più facile dell'originale (e non era per niente facile riuscirci)

Nasdon33

Cita

E' media montagna ma molto tendente all'alta montagna quindi per me è accettabile anche se l'avrei evitata. La seconda tappa mi piace davvero poco con troppa pianura nella fase centrale, la terza se possibile è quasi peggio(poi il Col du Glandon è HC). L'unica cosa positiva della tappa finale è che è movimentata fin dall'inizio, per il resto non mi piace.

Gigilasegaperenne

Cita

La prima cosa che salta all'occhio è che la tappa del Noyer è molto più leggera rispetto a quelle del Tour reale. Il che di per sé non sarebbe stato un problema (salvo per la classificazione) se non fosse che questo gap non viene colmato per nulla nelle tappe successive. Quella Revard è tipo Saint-Gervais ma annacquata. Les Deux Alpes è terribile, e non nel senso che è molto impegnativa (tra l'altro non capisco perché il Glandon 1a cat.). Morzine secondo me viene un po' sminuita dalla mancanza della Ramaz; di per sé comunque non era male, ma non basta assolutamente a redimere il resto del percorso.

Papaloukass

Cita

Cominciare con una di media montagna - seppur impegnativa - non è un inizio promettente; e infatti l'arrivo sul Revard della seconda, salita pedalabile e ammazza-attacchi, è rivedibile, come i km e km di falsopiano tra una salita e l'altra. Sfruttati male invece il Glandon nella terza e soprattutto la Madeleine nell'ultima, che non fa altro che far lievitare il dislivello di tappa a 6000 metri.

 

Link to comment
Share on other sites

  • Admininistrators

Tocca a Zagor92

Emmea90

Cita

Mi complimento dopo aver visto che non sei riuscito ad inserire nemmeno un GPM Hors Categorié. Non era facile, considerato che a 2000 potevi arrivare, ma ce l'hai fatta. La tappa di Risoul è così facile che mi vergognerei a definirla Alta Montagna. L'arrivo di Les Deux Alpes è tipo la cosa più orrenda mai vista in sei anni di contest. La crono dell'Alpe d'Huez compensa la durezza ma forse ti sei dimenticato che è appena stata arrivo di tappa nel 2015 (e ovviamente questa cosa andava considerata). Il finale di Morzine, che è veramente bello come variante dell'originale, forse ti potrebbe salvare. Forse perché la tappa è troppo facile.

Nasdon33

Cita

Pessima la prima tappa, nella seconda sei riuscito forse a fare pure peggio. Per la cronoscalata ok, ma la tappa finale è davvero inadatta. Non era facile fare così male l'ultima settimana ma ci sei riuscito

Gigilasegaperenne

Cita

Le prime due tappe mi avevano fatto pensare che ci fosse stato un fraintendimento e che stessi avanzando una proposta per il Tour de l'Avenir. Poi con la cronoscalata dell'Alpe d'Huez mi sono ricordato che eravamo al Tour, e preso atto di ciò mi sono domandato come cataminchia si faccia a concepire di fare la Ramaz al posto del Joux-Plane.

Papaloukass

Cita

Per prima cosa grave non aver inserito nessun HC. Poco da salvare delle prime due, che sono decisamente troppo facili. Una cronoscalata all'Alpe va sempre bene, anche se non è molto realistico che ospiti un arrivo in due edizioni consecutive. Troppo facile anche la quarta, che si sarebbe salvata arrivando ad Avoriaz.

 

Link to comment
Share on other sites

  • Admininistrators

E' il momento di Sauber96

Emmea90

Cita

La prima tappa non sarebbe nemmeno troppo brutta, se non fosse che fai la discesa del Solude. Bella la crono di Grenoble e la tappa di Beaufort - ok la tappa di Avoriaz con l'arrivo in cima. Sono restio a giudicarlo sufficiente per via della discesa non praticabile, ma è l'unico errore

Nasdon33

Cita

La prima tappa sarebbe anche buona se non fosse per la discesa killer. Avrei evitato una crono così lunga però direi che sia stata ben bilanciata da un'ottima 19° tappa e da una buona ultima tappa.

Gigilasegaperenne

Cita

Les Deux Alpes sarebbe buona se non fosse per la discesa omicida del Solude. La cronometro è stramba ma non mi dispiace. Molto bene le due tappe conclusive, specie la prima. Normalmente l'errore della discesa ti metterebbe a rischio, in questo contesto di abomini generalizzati costa qualche punto ma non certo il passaggio del turno.

Papaloukass

Cita

Ok la prima, tralasciando la discesa problematica del Solude e un dislivello eccessivo per la tipologia di tappa. Mi piace molto invece la cronometro, finalmente qualcuno che osa invece di fare una cronoscalata "classica". Davvero ottima la terza, molto buona pure la quarta. Peccato per la discesa del Solude che penalizza il voto finale. 

 

Link to comment
Share on other sites

  • Admininistrators

Quartultimo, Lory94ITA

Emmea90

Cita

Mi piace il primo arrivo di Reallon anche se avrei indurito la tappa. L'arrivo di Les Deux Alpes non è venuto nemmeno troppo male. La cronoscalata con quell'arrivo è orrenda, per non dire "più brutta di una fusione tra Rosy Bindi e Livia Turco". La tappa di Morzine non è brutta.... se avesse avuto delle salite in precedenza. Complimenti anche a te per il mancato inserimento di HC

Nasdon33

Cita

Non male la prima tappa, mentre la seconda tappa al contrario non mi piace per niente(dopo la prima non molto dura mi sarei aspettato delle difficoltà maggiori). La cronoscalata andrebbe anche bene se si arrivasse in una località quantomeno conosciuta della gente del luogo. Per terminare anche l'ultima tappa non ha le caratteristiche adatte per me, sia poco movimentata all'inizio sia con le salite sbagliate nel finale.

Gigilasegaperenne

Cita

La prima tappa non è male, buono l'utilizzo del Pontis. Con Les Deux Alpes iniziano i problemi, il finale è un po' fiacco. Peraltro queste due tappe assieme globalmente non sono proibitive, perciò chiamerebbero un incremento di difficoltà nelle altre di cui invece non c'è traccia. La cronoscalata è abbastanza standard, anche se darei un paio di centoni per sapere quello che succede nella testa di una persona che dice: "Sai dove sarebbe figo fare una cronoscalata? Ad Albiez-le-Jeune". Sulla tappa di Morzine sarei tentato di dire che era difficile fare peggio, ma devo ancora vedere qualche percorso e non vorrei peccare di ottimismo.

Papaloukass

Cita

Il primo impatto non è certo positivo, con uno 0 nella casella delle salite HC. Interessante il tentativo di valorizzare il Pontis, ma nell'ottica generale la prima tappa risulta leggermente semplice. Interessante l'aver cercato una via alternativa per l'avvicinamento a Les Deux Alpes, ma purtroppo la cronoscalata vanifica tutto ciò; sconsigliato arrivare in buchi di culoz da 110 anime. Male pure la quarta, troppo facile per essere la frazione decisiva del Tour.

 

Link to comment
Share on other sites

  • Admininistrators

Andiamo con Giusberto

Emmea90

Cita

Un po' facilina la tappa iniziale verso Le Bourg d'Oisans. La crono della Toussuire sarebbe Ok, se non fosse che è appena stata arrivo di tappa. La tappa di Annecy è bella e ci sta alla grande. Quella di Morzine direi "ni" perché se si snatura il Joux Plane almeno è corta ed esplosiva

Nasdon33

Cita

Non un granché la prima tappa ma accettabile. Ok la cronoscalata, molto movimentata la tappa seguente ma il Semnoz dal lato facile come salita decisiva non si può vedere. Come i due Francesco la tappa finale ha quella brutta accoppiata anche se la tua ha il pregio di essere movimentata fin dall'inizio.

Gigilasegaperenne

Cita

Un po' moscia la tappa di Les Deux Alpes. Ok la cronoscalata. Il Semnoz dal lato facile come ultima salita è più sgradevole di una lavanda gastrica. Standard ma bella la tappa di Morzine, a parte per la denominazione del Col de Romme.

Papaloukass

Cita

Solito percorso di avvicinamento a Les Deux Alpes, ok alla seconda la cronoscalata di La Toussuire. La terza non mi piace, troppe salite inserite senza un apparente senso logico, con quel Semnoz pedalabilissimo che stona davvero come ultima salita. Ok invece la quarta, con un buon equilibrio tra lunghezza e dislivello. 

 

Link to comment
Share on other sites