Jump to content
  • Sign Up

Disponibile Pro Cycling Manager 2021

Pro Cycling Manager 2021 e Tour de France 2021sono finalmente disponibili
Leggi di più

Hai già scoperto i nostri tutorial?

Come sottoscrivo una mod su Steam? Come modifico un database? Come posso creare una maglia personalizzata? Per queste ed altre domande visita la nostra sezione tutorial!
Tutorial

Seguici su Discord

Unisciti al server Discord di PCM Italia per rimanere sempre in contatto con noi, parlare di ciclismo e vivere un'esperienza multiplayer ottimale
Unisciti al server

PCM Italia è su Tapatalk

Scarica Tapatalk gratuitamente sul tuo smartphone per consultare in maniera facile e veloce PCM Italia anche da mobile!
Leggi di più

La nostra RECENSIONE di Pro Cycling Manager 2020

Leggi e guarda la nostra recensione di Pro Cycling Manager 2020, a cura di BubbaDJ
Leggi di più

Vota il più bel Report degli utenti al Giro d'Italia 2011


BubbaDJ

Recommended Posts

  • Admininistrators

Giro d'Italia 2011, Maggio. Un mese molto imporante per il forum. La community ha potuto recarsi al Giro grazie agli esclusivi pass forniti da Halifax.

Gli utenti hanno così fatto i loro resoconti esclusivi, raccontando la loro esperienza al Villaggio rosa.

Siete chiamati adesso a dare il vostro voto al miglior report di questo Giro d'Italia 2011. In palio una copia di Pro Cycling Manager Giro d'Italia 2011. Si vota dal 31 maggio al 7 giugno ore 23.59

Come funziona la votazione?

In questo topic verranno riuniti tutti i report degli utenti. In base alla lista che troverete in questo primo post potrete votare:

- Si potranno dare 2 preferenze (I voti sono pari nel senso che Due preferenze, entrambe valgono 1. Mettiamo conto uno può votare: Cancellara-Bubba, come report unico, e poi ElContador. ha scelto tre persone ma due report e il voto va al report) tramite messaggio privato

- La votazione è chiusa. Si vota tramite messaggio privato.

- I moderatori a scelta per mandare i voti saranno le coppie Cancellara91-Wanka ed Emmea-BubbaDJ. Dovete obbligatoriamente mandarli a entrambi i moderatori a vostra scelta. Quindi se lo mandate a Emmea dovete mandarlo anche a Bubba e se lo mandate a Cancellara91 dovete mandarlo anche a Wanka.

- Petacchi94 non può partecipare perchè squalificato dai concorsi per un anno.

- lo staff (ad esempio BubbaDJ, Cancellara91, Alluddha) non può vincere la copia, e nel caso la copia di PCM11 Giro in palio va dal secondo classificato in poi.

- in caso di parità:

- ballottaggio di 3 giorni se si tratta di utenti normali,

- vittoria aex aequo se si tratta di moderatori/staff contro utenti normali con premio all'utente

- vittoria aex aequo se si tratta di due moderatori/staff con premio al terzo classificato

Questo il resto del regolamento:

Regolamento per i concorsi

Articolo 1: votazione

a. ogni utente potrà dare una e una sola preferenza.

b. possono votare solo gli utenti con più di 49 messagi

c. possono votare solo gli utenti iscritti da più di 3 mesi

d. possono votare solo gli utenti con almeno un post negli ultimi 6 mesi

e. possono votare solo gl utenti che hanno almeno tre ore di permanenza sul forum nel timer

g. le votazioni saranno a scrutinio segreto. Si voterà inviando degli mp col voto a due moderatori a scelta. I moderatori riuniranno poi i loro voti e posteranno l'elenco dei votanti e dei votati a scrutinio concluso in modo da poter verificare il risultato.

Articolo 2: promozione di sè stessi e promozione di terzi

a, Una settimana prima della votazione (qualsiasi essa sia) verrà aperto da un moderatore un topic promozionale (nella sezione dove avverrà la votazione), dove si potrà chiedere di farsi votare.

b, Gli utenti potrammo rimandare altri utenti a quel topic e dare le proprie motivazioni. è consentito al massimo un post promozionale ad utente.

c. è vietato chiedere di farsi votare privatamente dentro e al di fuori del forum. Chi verrà sorpreso, con delle prove, a utilizzare questa pratica, sarà squalificato.

d. è consentito promuovere altri concorrenti, come per gli awards, non però a danneggiamento di terzi. Nello specifico si potrà chiedere di votare a favore di un concorrente, ma non chiedere di non votare un determinato utente.

e. chi promuoverà terzi al di fuori del forum e del periodo di votazioni verrà bannato da tutti i concorsi per un anno (awards compresi)

f. chi verrà sorpreso a segnalazioni fasulle al fine di danneggiare un altro utente verrà sospeso anch'esso per un anno da tutti i concorsi (awards compresi)

g. per segnalare un'infrazione, fare capo a 3 moderatori a scelta. Inviare richiesta e messaggio privato a 3 moderatori a scelta che provvederanno ad avviare una discussione nel forum di loro competenza

LISTA DEI REPORT DA VOTARE:

REPORT NUMERO 1: TOGNEX

REPORT NUMERO 2: BUBBADJ E CANCELLARA91

REPORT NUMERO 3: TANO87

REPORT NUMERO 4: ALLUDDHA

REPORT NUMERO 5: EL CONTADOR

REPORT NUMERO 6: CRISTIANO RONALDO

REPORT NUMERO 7: ELCHABA

REPORT NUMERO 8: BRUSEGHIN94

REPORT NUMERO 9: SUPERFLY88

REPORT NUMERO 10: STYLUS

post-29-0-19275500-1306801704_thumb.jpg

Link to comment
Share on other sites

  • Admininistrators

REPORT NUMERO 1: TOGNEX

Tappa 4 - Genova Quarto dei Mille - Livorno

Avrei voluto raccontare una giornata di festa...

Il mio primo ricordo al Giro d'Italia è legato al 1973 ( si , avete letto bene ) una cronometro a Forte dei Marmi ( Lu ) con la vittoria del cannibale Eddy Merckx , quando andai con mio padre a vedere quella tappa . Poi la vittoria di Saronni a La Spezia 1979 , poi Moser - Fignon con il duello del 1984 e così via ... Giro , Gp Camaiore , Costa degli Etruschi... ho seguito tantissime gare , fino alla crono squadre della Tirreno - Adriatico del 2011 ,seguento sempre con l'entusiasmo che da piccolo mi faceva giocare con i tapini , personalizzati con corridori ritagliati dalla Gazzetta e le biglie da mare ...

Mi ero preparato per questa trasferta genovese con tacquino , macchina fotografica e registratore come un vero cronista , per riportare a voi amici del forum e grazie a Imbo , Halifax e Rcs che mi hanno concesso il pass per il villaggio di partenza , ma quello che è successo a Rapallo con la morte del povero Wouter Weylandt mi ha lasciato col groppo in gola e le lacrime agli occhi .

Non ci sono parole .

Per chi come me mastica ciclismo , che ha corso per diversi anni , con mio padre che a corso , mio cugino che ha corso ... quella tragedia ci ha colpito , per me che sono stato un figlio che corre e ora sono un genitore mi vengono i brividi ...

se penso a quante volte ho rischiato in bici , se penso a quando sono caduto anche rompendomi la testa pur quel casco di cuio degli anni 80 ... io la ancora posso raccontare ... a me è andata bene ... ma a Weylandt no...

L'impegno ormai l'avevo preso e con la morte nel cuore stamani sono andato ugualmente a Genova .

Ritirato il pass ho cominciato a girare , sopratutto tra i corridori ...l'aria si tagliava col coltello , c'era un silenzio surreale rotto ogni tanto dal vociare frenetico di una scolaresca .

Occhi lucidi , atmosfera pesante , poca voglia di parlare .

Vedo Paolo Bettini con la giacca blu e gli occhi lucidi , lui è stato compagno di Weylandt all Quickstep ; poi arriva Mario Cipollini che con un sorriso di circostanza dice di no a chi gli chiede un'intervista... nessuno a voglia di parlare . Al pulmann dell 'Androni che ieri a vinto quella tappa maledetta non c'è nessun sorriso . Anche Visconti e il suo Team hanno un atteggiamento di sconforto , sgomento , incredulità , ed è quello che aleggia tra i pulmann colorati di tutte le squadre .

1visconti.jpg

I corridori sono alla ricerca di un pò di nastro nero , un piccolo lembo di stoffa nero da attaccare ad una manica in segno di lutto...

Sono vicino all'ammiraglia dell Astana quando arriva Angelo Zomegnan che parla con Guidone Bontempi e Giuseppe Martinelli (nella foto non si vede perchè è seduto in macchina )e sento distintamente quali sono le decisioni del gruppo : tirare 10 km per ogni squadra e agli ultimi 10 il Team Leopard davanti per tagliare per primi il traguardo .

angelozomegnan.jpg

Ma non trovo il Team Leopard , giro ancora e vedo che l'organizzazione l'ha giustamente parcheggiato in un'area riservato... lontana dalla gente , devono ritrovare la serenità o comunque la forza di andare avanti... sono tutti fuori dai mezzi , tra lacrime ed abbracci passano anche Bulbarelli e la De Stefano , poi piano piano arriva qualche ex compagno della Quickstep , dove mi sembra di riconoscere Chicchi e Malacarne .

1teamleopard.jpg

Ormai è l'ora dell'incolonnamento .

E' il momento più toccante della mattinata quando la fanfara dei bersaglieri suona il minuto di silenzio ... nessuno riesce a trattenere le lacrime ; davanti al gruppo i compagni di Wouter Weylandt ... poco dietro le quattro maglie del Giro , con Petacchi che visibilmente commosso si rimette gli occhiali ...

1petacchi.jpg

Il resto l'avrete visto sicuramente in tv ... dove tutti i corridori onorano uno di loro ... dove tutto il pubblico per oltre 200 km ha voluto omaggiare il povero belga scomparso , dimostrando che il mondo del ciclismo , spesso bistrattato non è il mondo del calcio ...per fortuna .

1partenza.jpg

Avrei potuto scrivere di più , e avrei voluto scrivere di più ... ma oggi è un giorno triste e anche il mio stato d'animo non è quello giusto .

Alessandro Tognetti

ps appena riesco carico tutte le foto su megaupload , così chi vorrà potrà vederle .

Link to comment
Share on other sites

  • Admininistrators

REPORT NUMERO 2: BUBBADJ E CANCELLARA91

Il Report di Cancellara91 e BubbaDJ da Piombino!!!

PIOMBINO - La Toscana abbraccia il Giro d’Italia. La partenza della quinta tappa della corsa rosa è da Piombino. Suggestivo punto di origine di una frazione dal paesaggio molto variegato. Si parte dalla costa, una partenza da Piazza Bovio e Viale del Popolo, su un promontorio dal panorama che toglie il respiro. I corridori affrontano una panoramica del paese toscano, nel suo centro storico. Tra palazzi, torri e castelli di costruzione medievale, come la Fortezza medicea e la Cittadella. Una tappa dunque dal sapore storico, che conserva anche testimonianze etrusche, come il Parco archeologico di Baratti e Populonia. Non solo storia d’Italia, ma anche storia del Giro d’Italia. La tappa di Piombino segna il ritorno dello sterrato, come ci ricorda Angelo Zomegnan, direttore della corsa rosa: “caratteristiche particolari destinate a riallacciare il ciclismo contemporaneo con quello che ne ha fatto la tradizione”.

ENTUSIASMO – Un paese che si ferma per il Giro d’Italia, ma non è immobile. Una mattinata interamente dedicata alla corsa rosa, una festa nelle strade, piene di colori, il rosa predominante in negozi, case, bar, ristoranti. Tanta la gente che si è affacciata al villaggio di tappa, intrattenuta dai tantissimi stand degli sponsor. Una grande festa, piena di entusiasmo con un pubblico che si è lasciato coinvolgere con il calore che lo contraddistingue. Nessuna manifestazione in Italia riesce a richiamare così tanta gente sulle strade come il Giro d’Italia. Appassionati e non, grandi e piccini accomunati dalla passione per l’aria aperta, per il ciclismo, un momento anche sociale di aggregazione.

LUTTO – Non solo festa. Un Giro funestato solo due giorni fa dalla morte di Wouter Weylandt, tragicamente scomparso in seguito ad una gravissima caduta. Ricordato dal pubblico nella quarta tappa, nel passaggio della tappa da Pisa, tra applausi composti, nella frazione divenuta non agonistica di Quarto dei Mille-Livorno, e ricordato anche a Piombino dal pubblico e così da Paolo Bettini, che ha apposto simbolicamente la firma “Sempre con Noi”, sul foglio firma della corsa: “il Giro va, bisogna andare, sicuramente abbiamo passato una giornata difficile ieri e ieri l’altro, non è facile oggi, ma la vita va avanti, dobbiamo andare avanti.”

TELECAMERE – Tante le radio e le televisioni nazionali e internazionali presenti a Piombino. Rai, Mediaset, e studi televisivi all’aperto, in mezzo alla gente, con personaggi come Paolo Belli intrattenere il pubblico ma anche i fotografi e i cameraman presenti. Una macchina organizzativa imponente, una carovana che si muove ogni giorno con numeri e un’organizzazione impressionante, per riuscire a curare ogni aspetto della corsa rosa. Anche in questo caso Piombino ha risposto presente.

FOGLIO FIRMA – Al foglio firma devono passare ogni giorno, per confermare la propria presenza, tutti i corridori prima della partenza. Un momento anche simbolico, per avvicinare i campioni al pubblico. Il primo ad apporre la firma è stato la maglia bianca Jan Bakelands, della Omega Pharma Lotto, che ha conquistato e mantenuto per due giorni il simbolo di miglior giovane a seguito della ottima prova nella cronosquadre della prima tappa, e al quindicesimo posto nella terza tappa del Giro d’Italia. Tanti i corridori che hanno emozionato il pubblico, specialmente la Lampre, con la presenza di tanti campioni, ma soprattutto di Diego Ulissi, il beniamino di casa, ma anche di Michele Scarponi, “l’Aquila di Filottrano”, uno dei favoriti alla vittoria finale, che attraversa uno splendido periodo di forma che dura fin dalla Tirreno-Adriatico di quest’anno. È stata la volta anche di Alessandro Petacchi, maglia rossa di questo Giro d’Italia, per aver vinto la seconda tappa con uno sprint imperioso su Mark Cavendish. Anche Bettini si lascia andare a ricordi e analisi: “Si parte da Piombino, io sono livornese, abito a metà provincia, pertanto strade che conosco, percorso movimentato, nervoso, un finale adatto, un po’ di sterrato per impolverarsi, un bellissimo arrivo. Però io ho dato, guardo gli altri, io sono in corsa, seguirò i ragazzi, però oggi tornerà lo spettacolo.”

CORRIDORI E IMPRESSIONI – Corridori che dopo il foglio firma si sono riscaldati e sono stati riscaldati dal pubblico di Piombino, che si è fatto immortalare con loro dai molto flash delle macchine fotografiche. Con noi la maglia verde Giorgio Brambilla, felice per il risultato ma senza preoccupazioni per lo sterrato della quinta tappa: “Ci provo, sicuramente anche e è dura, però vediamo con lo sterrato. Ci sono sterrati e sterrati, sicuramente l’organizzazione ha fatto il possibile per agevolarci.”

CARTOLINA – Un saluto dalla toscana, che per due giorni ha abbracciato la carovana rosa. Tra sogni speranze e il trofeo del vincitore, l’anno scorso a Ivan Basso, e anche quest’anno, speriamo, tra le braccia di un corridore italiano.

Articolo e riprese di BubbaDJ, foto di Cancellara91

E ora i saluti al forum!!! Molto semiserio...anzi...

222624_10150244003150042_617220041_9158065_1094877_n.jpg

229299_10150244002365042_617220041_9158060_2708152_n.jpg

228712_10150244007885042_617220041_9158082_8086555_n.jpg

227560_10150244033265042_617220041_9158266_8240983_n.jpg

Con Davide De Zan che indica: "è lui quello delle bici truccate"

Sul palco le 4 maglie ufficiali: quella rosa per la classifica generale a tempo; quella verde per la classifica dei GPM; quella rossa per la classifica a punti e quella Bianca per il miglior giovane.

DSC_0071.jpg

C'è chi sente la gara e chi no. Popovich legge la Gazzetta dello Sport prima di partire. Potremmo sintetizzare come "la quiete prima della tempesta"

DSC_0263.jpg

Il campione italiano Visconti con il "campione" italiano story Cancellara91

DSC_0274.jpg

Coppia di "nani" al Giro. Josè Rujano purtroppo perderà secondi preziosi durante la tappa.

DSC_0271.jpg

Lo splendido paesaggio del promontorio di Piombino con tutte le attrezzature del Giro.

DSC_0050.jpg

Il leader della Lampre-ISD Michele Scarponi.

DSC_0227.jpg

Link to comment
Share on other sites

  • Admininistrators

REPORT NUMERO 3: TANO87

Resoconto della mattinata trascorsa a Messina.

Per me si tratta di una giornata che è cominciata molto presto, infatti piazzo la sveglia alle 4. 40 con partenza prefissata da casa alle 5.20. Arrivo al porto di Reggio Calabria alle 5.50, aspetto che aprino la biglietteria, e mi accingo a prendere il biglietto, partenza con l'aliscafo alle 6.05, arriviamo a Messina alle 6.50 (forse sono arrivato un po troppo presto ma come dice un detto prevenire e meglio che curare, oltre al fatto che a me non piace presentarmi in qualsiasi appuntamento negli ultimi minuti), gia da quando sono sceso dall'aliscafo mi sono accorto che a Messina sarebbe stata una giornata particolarmente calda. Aspetto in un bar li vicino al bus dell' accredito (l'autista mi aveva detto di aspettare le 9.30). Mi fermo al bar e ascolto con un certo piacere le discussioni di alcuni venditori di gadget. Si fanno le 9.30 e mi presento al bus degli accrediti, presenti varie persone tra cui il fratello di Nibali che era alla ricerca del pass per suo nonno. Verso le 10.20 mi consegnano il pass, mi accingo ad'entrare. Vedo Zomegnan che stava parlando con alcune persone che avevano esposto degli striscioni di protesta per il mancato aiuto avuto dopo il tragico terremoto avvenuto a ottobre 2009 a Messina. Vado verso gli stand vedo Vincenzo Nibali vicino al foglio firma, me ne sono accorto solo dopo un po. Al stand rai era presente Paolo Belli, che ha fatto un siparietto comico che di comico francamente aveva ben poco :mellow: , di fianco a lui era presente anche Pasqualin che stava parlando con un giornalista, e poi vedo lui :mellow: Sgarbozza, affianco ad' Oscar Gatto che stava rilasciando interviste, a fine interviste sgarbozza si affianca a lui e gli dice che aveva creduto tanto nella sua vittoria ieri, dopo che si concede alle foto, chiamo Oscar Gatto, e di dico della foto fatta insieme alla partenza del Giro della Provincia di Reggio Calabria, se ne era ricordato :shock2: , gli chiedo se poteva farsi di nuovo una foto insieme a me, ha acconsentito e foto fatta :bannana_guitar: , vedo Petacchi, lo chiamo per una foto e nulla (però gli ho fatto un bel primo piano, stessa cosa e capitata con Di Luca), proseguo nella camminata, e vedo i Lampre-ISD che erano seduti che aspettavano, mi è uscita una foto davvero divertente. Entra Agnoli, volevo farmi una foto con lui ma è stato impossibile, i corridori della Liquigas erano sempre accerchiatiati, mi è stato impossibile pure chiamare Tiralongo, cavolo sti siciliani erano un po troppo accerchiati :mellow: , vedo Kreuziger non passa nemmeno un secondo che era già distante una decina di metri e quindi non ho potuto neanche chiamarlo per una foto, negli ultimi minuti prima della partenza vedo due corridori della Colnago, gli chiedo se potevano farsi una foto con me, e foto fatta, dirigendomi verso l'avvio, vedo Lastras che parlava visto che gli avevano chiesto chi avesse vinto oggi, lui dice, Nibali e di Messina, gli rispondono di si, e allora dice be vince Nibali, (gufatina :biggrin: ). si fanno le 12 e il gruppo parte. E io tutto sommato soddisfatto delle foto fatte mi dirigo verso casa.

35ku5vm.jpg

2h6bwv7.jpg

Link to comment
Share on other sites

  • Admininistrators

REPORT NUMERO 4: ALLUDDHA

La sveglia suona puntuale alle 05:30, un po' presto per le mie abitudini, ma per vedere una tappa del Giro si fa questo ed altro, alle 06:45 sono già nel luogo dell'appuntamento stabilito con un mio amico, imbocchiamo l'autostrada a Campagna, direzione Reggio Calabria, nel frattempo a Mercato San Severino, un bimbo di nome Cameo apre gli occhi, nonostantel la sveglia si rifiutasse di suonare a quell'ora. Nel Vallo di Diano incontriamo una nebbia fitta, la paura che ci potesse essere la pioggia sale vertiginosamente, ma giunti a Sapri ad accoglierci c'è il sole e tanti ragazzi davanti le scuole che si rifiutano di entrare. Troviamo un parcheggio e ci dirigiamo subito al villaggio di partenza, ma manca ancora il pass, senza di quello non si va da nessuna parte allora, nonostante la signorina, nonché amica intima di Cancellara91, inizia a fare storie, riesco ad ottenere l'agoniato braccialetto bianco anche per il dormiglione Cameo.

Ci dirigiamo subito verso il villaggio, ma è ancora vuoto, non incotriamo ancora nessuno, si intravede solo quel raccomandato di Fabrizio Piacente, che ha ancora più sonno di Cameo, riusciamo però ad ottenere qualche gadget, ma ce ne facciamo poco, noi vogliamo i corridori!

Allora decidiamo di dirigerci verso il parcheggio bus, dove poco dopo ci raggiungerà Cameo accompagnato da un suo amico (sarà il suo ragazzo?) fotografiamo un po' di bici, ma poi ci sembra di vedere Luca Scinto, nonostante i miei forti dubbi, Cameo si avvicina, chiede se è lui, ma il ragazzo risponde di no, che figura di merda (cit. Fede). Aspettiamo, aspettiamo, ma troviamo solo un gentilissimo Gianni Savio e qualche altro direttore sportivo disposto ad interloquire e farci fare una foto, capiamo allora che lì non otterremo mai niente e allora ci dirigiamo verso il villaggio e con un colpo di coda ci troviamo in mezzo ai ciclisti che tornano dal foglio firma, è l'apoteosi, foto a destra e a sinistra: Menchov, Scarponi, Pinotti, Nibali, Rujano, Konovalovas e chi più ne ha più ne metta.

Il gruppo però sta per partire ci avviciniamo verso Cavendish per fare uno scatto, ma lui non risponde anzi si abbassa per evitare la foto, allora io lo umilio ancora di più, non accetto questi comportamenti e parlando con Cameo gli dico: "Dai andiamo da Sastre, che questo è stronzo". Però questa cosa ancora non mi va giù e dopo aver scattato una foto con Chicchi, gli dico: "Francé dici a Cavendish che è uno stronzo, non si è voluto fare la foto", e lui sorridendo mi risponde: "Non ti preoccupare quando lo vedo glielo dico". Ora sono soddisfatto, ora non mi resta che portare sfiga a Belletti e vedere una quasi caduta tra Pineau e Chicchi, con Nibali che dice: "We Jerome, ma che stai facenn" tutti nelle vicinanze scoppiano a ridere, ed il gruppo inizia la sua avanzata verso Tropea.

Mi rendo però conto che ho ancora un sassolino nella scarpa, voglio farmi una foto con il mio idolo Gigi Sgarbozza, così lo aspetto davanti ai pullman Rai e puntualmente si dirige verso il pubblico, ma non per farsi fotografare, ma per chiederci: "Ragazzi ho la macchina qui dietro, che strada devo fare per andare a Tropea?", noi ci guardiamo e poi rispondiamo a cazzo, tanto Sgarbozza non mancherà certo a nessuno, parliamo un po' con lui e poi lo lasciamo ai suoi impegni. Dopo un po' incontriamo Marino Bartoletti e anche con lui ci facciamo la foto, nell'attesa però ci intratteniamo con le barzellette di Nonno Vigile che dice: "Sapete perché le donne non possono andare sulle MB?

A voi la risposta...

Le foto:

http://s784.photobucket.com/albums/yy122/alluddha/Giro%202011%20-%20%20La%20Partenza%20da%20Sapri/?albumview=slideshow

Link to comment
Share on other sites

  • Admininistrators

REPORT NUMERO 5: EL CONTADOR

Volevo aggiungere due parole al reportage di Ale, alias Petacchi94, su questa esperienza, intanto ringrazio questo forum, imboden per i pass, bubbadj per avermi montato il video e gli altri utenti che ci hanno fatto i complimenti, detto questo, stamani mi sono svegliato alle 3 e 50, un pò prestino, ma il nervosismo non mi ha fatto tanto dormire, voi direte ma questo è pazzo? purtroppo la mia paura maggiore era quella di non conoscere dei corridori, di non fare delle interviste o delle foto; meno male è andata bene, posso dire grazie al mio senso di curiosità mischiato con un pizzico di faccia tosta, chiedete a Petacchi94. Stamattina infatti ci voleva questo mix perchè si trapelava dai volti di alcuni corridori tensione, ma altri non hanno perso il senso dello scherzo come Scarponi. Sì, comincio a parlare di lui, la sua intervista mi è piaciuta, sincerità e non solo per un corridore che domenica è andato fuori giri, preda come tutti di un domatore come Contador, ho capito che nella goliardica intervista, Scarponi ha detto basta, basta a far tirare i suoi per gli altri, basta ha essere generoso a ogni tappa e basta a essere buoni, il marchigiano a cacciato le unghie, forse questo è l'unico modo per andare contro un favoritissimo come Contador, finalmente la competizione è entrata nel vivo, ci voleva una sana rivalità per mettere pepe a un giro che dopo il dolore della morte di Weylandt, sembrava quasi spento, non li possiamo biasimare ma questa è una gara, quindi bisogna onorarla, lo vorrebbe anche Wouter da lassù. Tra le mie interviste, in verità poche, ho potuto cogliere Daniele Righi, gregario di Scarponi, che ha commentato la tappa dell'Etna e quì gli và un plauso, ci fà capire in 30 secondi che seppur il gregario non abbia le voci della ribalta, come il suo capitano, è fiero di quello che fà anche sè non viene il risultato, sò che non è l'unico e sò anche che è il suo lavoro ma ci sono corridori che io vedo sempre indietro al gruppo e vengono a fare presenza al giro. Poi ho sentito Petacchi, l'ho visto stanco, le fatiche dell'Etna si fanno sentire, lui ha aiutato Scarponi per la prima salita dell'Etna e poi ha dato quel poco di forze che gli rimanevano sulle pendici della salita finale, e pur sempre un velocista!, oggi ha pagato lo sforzo, battuto da un Cavendish che ha "scalato" l'Etna aggrappandosi tra un'ammiraglia e l'altra, un'altro arrivo per adatto a Petacchi è presente ma deve recuperare, senza strafare, incominciando da domani, per dare il massimo giovedì. L'ultimo corridore che ho ripreso è Contador, la maglia rosa oggi non mi è piaciuta, è stata solo 60 secondi con i fan che lò aspettavano da un'ora, insomma bisogna omaggiare il pubblico che ti osanna, cosa che lui non ha fatto, penso che Scarponi con la rabbia agonistica possa mettere in difficoltà il numero 181, lo chiamo così perchè non ha vinto ancora il giro. Le mie ultime parole di questo piccolo articolo le dedico ai vari opinionisti che si sono prestati a qualsiasi domanda, Sgarbozza ha azzeccato il pronostico, può anche capirci poco di ciclismo ma è stato abbastanza gentile e almeno per me ti puoi chiamare anche Armstrong ma sè non hai educazione vali meno di zero e poi Bartoletti, anche lui sempre disponibile anche quando và di fretta.

Questo giro per me ha ancora da dire e da estimatore di Contador lò dovrei tifare, ma da italiano tifo Scarponi, mi è piaciuta la sua rabbia sè pur scherzosa nascondeva un senso di orgoglio e di rinvicita al più presto. Grazie per chi ha letto questo articolo.

Saluti Emidio D'Orazio

p.s.: non ci credo che domani Scarponi non attacca

Link to comment
Share on other sites

  • Admininistrators

REPORT NUMERO 6: CRISTIANO RONALDO

Senza aver chiuso occhio tutta la notte, forse perchè non sarebbero servite a nulla 4 ore di sonno, o magari avrei rischiato di perdere il treno, non svegliandomi. Non c'è un momento preciso nel quale è iniziata la mia giornata al giro, fatto sta che senza aver dormito, alle 4 di notte ho preso la macchina, mi sono recato alla stazione a Bari, e ho preso il treno per Termoli, nonostante un viaggio in auto non molto confortevole visto il diluvio che si stava abbattendo sulla mia zona.. viaggio tranquillo, pensando un pò a cosa dovevo fare ecc..ecc..

Arrivato a Termoli alle 7 e 20, innanzitutto noto che fa piuttosto freddo e poi vedo delle freccie con il logo del giro d'italia.. non capendo che si riferivano al tragitto dei corridori, e non alle indicazioni per il villaggio di partenza. Mi perdo, il navigatore del telefono non funziona -.-'' per poi, infine, tornare indietro e trovare le indicazioni giuste, che mi portano al villaggio del giro, dopo una lunga camminata, sotto la pioggia. Arrivato li, noto che stanno incominciando a montare il tutto, forse è un pò troppo presto per essere li.. comunque sia chiedo indicazioni a degli addetti al montaggio del villaggio dove si trova il famoso van degli accrediti. Loro non riescono a darmi una spiegazione nitida, e allora mi dirigo verso il porto.. improvvisamente vedo passare questo van accrediti, al contrario del mio senso di marcia, non riuscendo dopo a vedere in che direzione va.. e da li inizio a girovagare, sbagliando strada.. fin quando torno al villaggio e trovo il bus, ero già sfinito, dal camminare in salita

. Li vedo che c'erano degli altri ragazzi (gli altri che hanno usufruito del pass halifax) e rimango in disparte a fare i fatti miei, intanto che attendiamo passano varie macchine per la sfilata, alla fine vedo che gli altri ragazzi hanno problemi con il pass non capendo il perchè essendo lontano.. e come prima, un pò per la mia timidezza, un pò per altro resto li a guardare in disparte. Successivamente, essendomi stancato di aspettare chiedo informazioni ai ragazzi, e provo a salire sull'autobus.. parlo con la ragazza, e alla fine riesco ad ottenere il mio pass. Torno al villaggio, nell'attesa noto Paolo Savoldelli e Andrea De Luca.

Dopodichè, raccimolo qualche gadgets qua e la, e attendo l'apertura del villaggio. Nel frattempo un utente del forum viene a chiedermi di unirmi a loro, nella ''spedizione'' a caccia dei ciclisti.. io dico che ci penserò, alla fine opterò per il no.

Entro nel villaggio, noto subito che c'è molta confusione e che il tutto è molto stretto, comunque sia, mi riempio di gadgets guardo un pò qua e la le cose.. poi scelgo di posizionarmi vicino alle transenne del foglio firma, perchè non sapendo muovermi per la città, non sapevo sinceramente dove erano posizionati i bus delle squadre, allora meglio accontentarsi di vederli da vicino, senza poter puntare a una foto o un qualcosa.

Lunga attesa anche qui, cercando nel frattempo qualche soluzione per trovare i corridori.. Niente da fare..

Poco prima dell'apertura del foglio firma, viene portato il trofeo che verrà consegnato al vincitore del Giro. Molto bello vedere quella coppa luccicante!

11r56ra.jpg

Intanto il gelo imperversa, e l'attesa continua, i corridori, nonostante l'apertura del foglio firma tardano ad arrivare, sarà per le condizioni climatiche.. finchè, il primo a presentarsi al foglio firma, è il corridore Quick Step, Dario Cataldo.

riw8l5.jpg

Comincia ad infoltirsi l'affluenza dei corridori al villaggio, con il campione italiano Giovanni Visconti, i corridori della Colnago e della Farnese Vini, sulla rampa d'ingresso al foglio firma, il CT della nazionale, Paolo Bettini, il quale abbraccia Visconti e parlotta fitto fitto.

ego12s.jpg

Possiamo vedere vari corridori arrivare tra cui maglia rossa Petacchi..

fx3sib.jpg

Stefano Pirazzi raggiunge la moglie e la figlia (credo..) eincominciano ad arrivare i big.. Nibali e Scarponi.. più Danilo Di Luca!!

dekwwi.jpg

w2is6v.jpg

s2vf52.jpg

Seguiti da Pinotti, JRO e Mark Cavendish..

Il quale è protagonista di un'episodio curioso, infatti una persona del pubblico, chiede a Mark di autografare una bandiera con scritto comune di Termoli.. Mentre Mark sta per firmare, con il pennarello in mano, il tipo sfila la bandiera dalle mani di Mark, se la vuole mettere sulla spalla, e farsela firmare cosi.. Mark ci rimane male, getta il pennarello per terra e se ne va.. :D

20ht2q9.jpg

E subito dopo.. arriva la Saxo Bank.. con la maglia rosa.. Albeeeeeeerto... Cooooooontador!!

169hrax.jpg

E uno degli ultimi a firmare.. la maglia bianca e capitano dell'Astana.. Roman Kreuziger!

2dhisdc.jpg

Dopodiche si parte.. scendono dal palco le ragazze ombrelline, che si posizionano più avanti rispetto Al palco firma, assieme a tutto il gruppo.. in prossimita della rotonda dopo la passerella transennata!

Intanto, andando verso la partenza, mi passa di fianco Marco Pinotti e ad un certo punto, mi ritrovo il corridore Astana, Francesco Masciarelli, a chiedermi ''Permesso, permesso, permeesssooo!'' E io ''Vai vai, passa'' levandomi

Commenti finali.. Beh.. sicuramente l'organizzazione poteva essere migliore, colpa un pò del maltempo, e un pò dell'organizzazione un pò cosi e cosi.. per il resto, sono contento di aver visto il mio idolo Contador, e se devo fare un paragone, tra un'arrivo e una partenza di tappa, preferisco l'arrivo, avendo provato tutte e due l'esperienze. Inoltre va ringraziata l'Halifax, per il pass e.. spero ci sia opportunità l'anno prossimo anche, sperando con qualche tappa in Puglia :D

Link to comment
Share on other sites

  • Admininistrators

REPORT NUMERO 7: ELCHABA

Ecco un po’ di tempo per raccontarvi la mia tappa, Venrdi mattina arrivo intorno alle 11 a Maddaloni, sono andato abbastanza tardi perché abito a 40 km e potevo muovermi con la macchina, avrei potuto parcheggiare praticamente nel villaggio. Appena arrivato trovo il camper degli accrediti, alla fine non ritirato il pass Halifax perché scrivendo per www.cyclingworld.it pur non avendo il patentino da giornalista sono riuscito a strappare un pass come stampa locale (grazie all’aiuto di Pancani). Dopo aver atteso un po’ di tempo per ottenere il pass con tanto di fotografia, mi vado a fare un giro per il villaggio, ancora deserto e privo dei corridori, mentre sul palco del foglio firma arriva Mario Travesoni e c’è la sfilata della coppa. Intanto è quasi orario per l’arrivo dei bus, il parcheggio bus si trova ad un paio di km dal villaggio, cosi mi avvio un po’ prima e chiamo Andrea Noè, il quale mi dice che sono ancora lontani 35 km. L’area per i bus più che un parcheggio è una vera e propria strada, d'altronde mettere 23 bus, più qualche camper più 4 ammiraglie per ogni squadra non è facile. Ovviamente arrivo prima io che i bus, sono solo e cosi scambio 4 chiacchiere con un ragazzo che lavora per Eurosport, che mi spiega che si fa tutte le tappe, arrivo e partenza ma che alla fine di questo giro non vede quasi niente, comunque un’esperienza del genere la farei. Il primo bus ad arrivare è quello della Bmc, onestamente non conoscevo dal viso i corridori cosi mi intrattengo per una foto e 4 chiacchiere con Baldato che conferma che sono qui solo per cercare qualche fuga, vista la squadra portata. Dopo un po’ di tempo arrivano anche tutti gli altri bus, i più belli sono quelli dell’Astana e della Farnese, anche se non li ho visti proprio tutti perché avevo appuntamento con Andrea Noè e quindi non mi sono allontanato troppo dal suo bus. Il bus peggiore è quello della Vacansoleil. I meno disponibili quelli della Saxo nonostante tante persone siano li per Contador. Mentre Andrea si prepara scendono massaggiatori, meccanici e staff tecnico compresi Scinto e Citracca i 2 padroni della squadra, dopo la canonica foto di rito con Scinto gli chiedo una piccola intervista per il mio sito e con mio grande stupore Luca mi conosce e mi fa “allora sei tu Vincenzo di cycling world), che soddisfazione. L’intervista anche se non altissima qualità avendola fatta col cellulare l’ho messa sul sito ecco il link http://www.cyclingwo...a-cycling-world

Ne ho fatta anche una a Chicchi al villaggio ma l’ho solo scritta perché in sottofondo si sentiva troppo la voce degli speaker http://www.cyclingwo...izione-e-buonaq

Vado a farmi un giro al camper della Colnago e posso vedere i corridori che si preparano perché hanno la porta aperta e non hanno quegli odiosi teli neri a nasconderli.

Nel frattempo scende Andrea Noè dopo qualche chiacchiera mi dice di soffrire il caldo e che a Maddaloni fa proprio caldo, io gli dico che siamo al Sud, deve abituarsi e che magari è l’età che avanza ma lui mi risponde che lo ha sempre sofferto. Mi dice che la caduta della tappa di Orvieto è superata anche se era meglio evitarla, poi si parla come 2 vecchia mici anche se dal vivo e solo al prima volta che ci incontriamo, ma il buon Noè è stato il primo corridore che ho intervistato e lo scorso anno mi sono fatto raccontare il giro anche se lui non era in corsa, sul sito trovate tutte, nelle rubriche se vi interessa. Intanto si è fatta ora per Andrea di salutarmi, non prima di avermi regalato una borraccia, dopo avergli indicato al strada lo saluto e inizio a pensare al da farsi, credo sia meglio tornare al villaggio per vedere cosi quasi tutti i corridori. Vista la lontananza chiedo uno strappo a Luca Scinto che accetta immediatamente e mi fa sedere al suo fianco, mentre qualcuno dello staff si mette dietro, Luca mi dice che puntano per la tappa di Tropea su gatto nonostante non abbia avuto la forza di sprintare a Fiuggi. Arrivati al foglio firma scendo dall’ammiraglia e vado a caccia di altri corridori, visto che i corridori vanno a rilassarsi nel villaggio decido di entrare a caccia di foto (non di autografi perché non portato un quaderno, peccato) con Malacarne e Chicchi mi metto anche a chiacchierare, poi arrivano in tanti, troppi per poterli avvicinare tutti per una foto, tra chi rifiuta seccamente Pinotti. Anche Petacchi si nega ma a dire il vero aveva già fatto delle foto, comunque riesco a strappargli un autografo. Poi vedo Cavendish l’unico accompagnato da uno della sua squadra, dopo tanta insistenza riesco a fare una foto con lui, ma l’incaricato di farla sbaglia e non viene bene, si vede solo mezza faccia di Mark, gli chiedo ancora un attimo di pazienza ma niente, Cave vola via come se dovesse fare una volata. Non sto qui ad elencarvi le varie foto che ho fatto con i corridori che trovate qui http://profile.image...us/user/giro100

Ovviamente non ho inserito tutte le foto che ho fatto. Con grande piacere rincontro Francesco Mascisarelli e suo suocero, li avevo già incontrati sul Vesuvio, quando insieme a Garzelli e agli altri 2 fratelli era andato a provare la salita nel Marzo 2009, lo stesso giorno incontrai anche Basso e Purito Rodriguez che però non riconobbi. Masciarelli ha un fan club nel mio paese Qualiano (Na) Alla fine vado in mezzo al gruppo in attesa di partire, il più simpatico è Popovich al quale faccio i complimenti, però l’ucraino dice di essere buono ormai solo a mangiare. Nel frattempo il gruppo parte e il Giro se ne va. Speriamo che l’anno prossimo torni. A differenza di qualcuno di voi non ho trovato grande tristezza, certo c’è il ricordo per Weylandt ma è comunque tornata la voglia di scherzare. Al Giro ero stato all’arrivo di tappa sul Vesuvio, alla partenza di Napoli e a quella di Avellino, certo da un punto di vista agonistico è più bello stare all’arrivo ma se vuoi parlare o conoscere i corridori la partenza è molto ma molto meglio. Alla fine è stata una giornata molto bella, avere avuto la possibilità di stare cosi a contato con i corridori, vederli mentre si riposavano nei vari stand pubblicitari e vederli comunque disponibili è stato molto bello. Spero di avervi trasmesso almeno un po’ della mia emozione.

13052011271a.jpg

13052011245.jpg

13052011237.jpg

13052011170.jpg

13052011195j.jpg

13052011244.jpg

13052011182.jpg

Link to comment
Share on other sites

  • Admininistrators

REPORT NUMERO 8: BRUSEGHIN94

Il Mio resoconto:

Arrivo a conegliano alle ore 9.00, cerco il pulman accrediti, ci dirigiamo al pulman accrediti e alle 9.45 sono in possesso del mio pass per entrare.

Ora inizia il calvario, per andare sotto al palco firma per riuscire a fare le foto ho dovuto spingere e purtroppo sono riuscito a fotografare solo Rujano e Garzelli :wink: Un mio amico mi dice che alcuni corridori sono vicini alle ammiraglie e allora scatta il piano pass.

Entriamo in due e dietro alla ammiraglia della radioshack c'è una transenna alla quale abbiamo passato i due pass agli altri due miei amici e siamo entrati tutti e quattro con due pass :rotfl:

Subito ci sfreccia difianco Menchov, vediamo rujano e lo fermiamo per delle foto. Dall'altra parte c'è Valerio piva che ci guarda come a chiedere "Volete una foto" e così fu, foto con il Ds della HTC, per poco non siamo riusciti a fermare Pinotti, va bhe :stelle:

Troppa gente e nel villaggio di partenza non si può girare, alcuni ciclisti dal foglio firma tagliano dentro per le transenne e vanno direttamente sulla linea di partenza circondati dalla folla e non si riesce nemmeno a vicinarsi.

Non tutti,,,Passano ancora Di Luca, VIsconti, Sabatini, Vanotti, Gatto (sempre ultimo), Gadret, Scarponi.

Partono con 25 minuti d'anticipo rispetto al previsto e aspettiamo che il villaggio di partenza si svuoti per vederlo. Gadget finiti :wink: Però la mediolanum e la saint globant ci regalano dei cappellini e delle penne :wink:

Ci fermiamo a parlare con delle ragazze dello stand Saint Globant e fino alle 12.30 eravamo lì sotto al sole a cuocere :ph34r:

Vediamo anche Paolo Belli ma non riusciamo a fermarlo per colpa dello scimmione di turno che ci dice "Ndo annate?? non vedete che qua stanno lavorando per smontà e transenne??" :rotfl: :rotfl:

Contenti delle foto ci dirigiamo a Jesolo per poi tornare a Rimini domani.

Ho una domanda per Cancellara91: Quale delle due tipe del van accrediti trovavi interessante?? :rotfl:

A breve i migliori scatti effettuati :wink:

Link to comment
Share on other sites

  • Admininistrators

REPORT NUMERO 9: SUPERFLY88

Ciao a tt come promesso eccomi qui! Per prima cosa ringrazio a tutti sopratutto Michele per avermi dato qeusta possibilità e all'organizzazione ottima!

La giornata è andata da dio solo qlc goccia di pioggia prima del via ma niente di che...sentendo Emmea90 sn tra i pochi ad aver avvicinato Contador eheh scegliendo una posizione strategica vicino alla corsia foglio firma così praticamente nn m'è scappato nessuno

Un saluto a tt ed ecco le foto dei migliori! :)

003xld.jpg

019vc.jpg

020oa.jpg

029kn.jpg

033vqi.jpg

036fg.jpg

037ey.jpg

039qso.jpg

E della serie " LEGGETEMI SOLO IL NUMERO" :P

021lul.jpg

032et.jpg

Ciao e GRAZIE MILLE!

Link to comment
Share on other sites

  • Admininistrators

REPORT NUMERO 10: STYLUS

Oggi è stata una bellissima giornata! Il paragone con la prima tappa è stato automatico e sensibile, là dove la tensione si tagliava con la lama nello sguardo di tutti dai ciclisti ai ds allo staff del Giro, oggi invece v'era un generale rilassamento che ha reso tutto più piacevole e tutti più disponibili!

Innanzitutto nessun problema con i pass, allora avevo pagato lo scotto di essere stato il primo, oggi invece l'accredito era già pronto, con una cortesia in più: essendoci anche i miei genitori ho chiesto gentilmente se potevo avere altri due pass e questi non mi sono stati negati, quindi ringrazio la ragazza degli accrediti. Sono subito andato al villaggio degli sponsor e anche lì c'era generalmente più vita rispetto a Venaria (anche più belle ragazze) :shock2: e ho racattato molti più gadgets. Lì peraltro ho incontrato uno Zomegnan che era venuto a farsi un giro tra gli stand, l'ho fermato, è stato gentilissimo, abbiamo fatto una foto e abbiamo scambiato due chiacchere :biggrin: "Quale stata la tappa più bella?" "Quella di oggi perchè è finito!" "Contento di questo Giro?" "Io non sono mai contento di niente" :biggrin: Poi gli ho chiesto una anticipazione sul prossimo Giro ma ha deviato la domanda facendomi una battuta sulla Farnese Vini visto che indossavo la maglia della Farnese. Poi mi sono diretto ai pulmann.. siccome era ancora presto i ciclisti non c'erano ancora ma mi sono diretto a quello della Farnese giusto perchè avevo la maglia, infatti Scinto m'ha notato subito e mi ha salutato lui :biggrin: Poi, quando sono arrivati i ciclisti la sorpresa migliore...cercavo Oscar Gatto con cui avevo parlato alla prima tappa, allora mi hanno fatto salire e lì c'erano tutti (Visconti se la dormiva) e ho scambiato due chiacchere con Gatto..un ragazzo tenerissimo! Alla prima tappa era teso però s'è ricordato subito di me, gli ho fatto una battuta sulla sua vittoria, gli ho chiesto se aveva mai finito un Giro, se era quello più duro e quali sono stati i giorni più duri. Lui mi ha detto che alla fine non ha poi notato tanta differenza rispetto a quelli già percorsi, e che nonostante Gardeccia e Zoncolan non siano state tappe semplici le giornate più dure sono state le ultime perchè aveva preso una bronchite ed era ancora un po' debilitato. Dulcis in fundo mi ha regalato un cappellino e ancora qualche borraccia! Nient'altro da segnare se non che c'era ancora una pedalata vip per cui mia madre s'è fatta un po' di foto con Belli, Rossi il canoista, Giovanni (di Aldo, Giovanni e Giacomo) e uno dei fichi d'India. Stavolta non vi riempio di foto (le 200 della partenza credo vi siano bastate :shock2: ) perchè mi sono limitato a farne una con qualche figa, con Gatto, Savio e Zomegnan :nana:

Link to comment
Share on other sites

  • Admininistrators

Risultati finali:

REPORT 2: 8pt

REPORT 6: 4pt

REPORT 10: 3pt

REPORT 5: 2pt

REPORT 9: 1pt

REPORT 7: 1pt

REPORT 1: 1pt

REPORT 3: 0pt

REPORT 4: 0pt

REPORT 8: 0pt

Vince la Coppia Cancellara91-BubbaDJ

il secondo classificato, Cristiano Ronaldo dovrà inviare un messaggio a Imboden, l'amministratore, per avere una copia gratuita del gioco PCM Giro d'Italia 2011.

Lista finale voti:

P-Jama vota:

REPORT 2: BubbaDJ e Cancellara91

REPORT 6: CristianoRonaldo

Superfly88 vota:

Report numero 2 BubbaDJ e Cancellara91

report numero 9 Superfly88

Tognex vota:

REPORT NUMERO 2: BUBBADJ E CANCELLARA91

REPORT NUMERO 5: EL CONTADOR

Cancellara91 vota:

REPORT NUMERO 2: BUBBADJ E CANCELLARA91

REPORT NUMERO 6: CRISTIANO RONALDO

Alluddha vota

REPORT NUMERO 1: TOGNEX

REPORT NUMERO 5: EL CONTADOR

Imboden vota:

REPORT NUMERO 6: CRISTIANO RONALDO

REPORT NUMERO 7 : ELCHABA

Ranaetta vota:

REPORT NUMERO 10 - STYLUS

REPORT NUMERO 2 - BUBBADJ e CANCELLARA91

BubbaDJ vota:

REPORT NUMERO 2 - BUBBADJ e CANCELLARA91

REPORT NUMERO 10 - STYLUS

Emmea90 vota:

REPORT NUMERO 2 - BUBBADJ e CANCELLARA91

REPORT NUMERO 10 - STYLUS

Cunego95 vota:

REPORT NUMERO 2 - BUBBADJ e CANCELLARA91

REPORT NUMERO 6 - CRISTIANO RONALDO

Link to comment
Share on other sites