Jump to content
  • Sign Up

Disponibile Pro Cycling Manager 2021

Pro Cycling Manager 2021 e Tour de France 2021sono finalmente disponibili
Leggi di più

Hai già scoperto i nostri tutorial?

Come sottoscrivo una mod su Steam? Come modifico un database? Come posso creare una maglia personalizzata? Per queste ed altre domande visita la nostra sezione tutorial!
Tutorial

Seguici su Discord

Unisciti al server Discord di PCM Italia per rimanere sempre in contatto con noi, parlare di ciclismo e vivere un'esperienza multiplayer ottimale
Unisciti al server

PCM Italia è su Tapatalk

Scarica Tapatalk gratuitamente sul tuo smartphone per consultare in maniera facile e veloce PCM Italia anche da mobile!
Leggi di più

La nostra RECENSIONE di Pro Cycling Manager 2020

Leggi e guarda la nostra recensione di Pro Cycling Manager 2020, a cura di BubbaDJ
Leggi di più

[Story PCM 2010] La storia del Team Vuvuzela


Recommended Posts

New York


1 Settembre 2009,

Dopo i 3 mesi passati in "vacanza" in giro per il mondo, mi ritrovo qui a fare il lavoro che odio, con quella gamba zoppicante che gli aveva tappato le ali da giovane. Scusate ora mi presento sono Dan Pemberton discendente del famoso John Stith Pemberton l'iventore della famossima Coca~Cola e da come avrete capito non sono un tipo molto felice, all'età di 19 anni feci un pauroso incidente mentre stavo partecipando al campionato del mondo di Ciclismo Under 23. Mi ricordo quel giorno ome se fosse oggi, in quel giorno uggioso di Lugano. Ho ancora la fotocopia dell'altimetria eccola:

lugano19969sy.png


Erano da fare 10 giri su questo temibile circuito, ricordo ancora cosa successe:

-3 giri all'arrivo: Parto sul tratto più duro della 1 salita, vado a tutta in discesa e riesco a guadagnare una 50 di secondi su un gruppo che si disinteressa completamente di me.

-2 giri all'arrivo: Ho guadagnato 2 minuti e il gruppo tirato dalla squadra italiana inizia a spingere

-1 giro all'arrivo: Dietro si è sganciato un gruppetto con una decina di corridori che cercano di inseguirmi ma ho ancora una 20 di secondi quando inizia la discesa dopo la 2 salita. Non ne ho più, ma cerco di dare tutto per provare ad arrivare ai -2km con almeno una 10 di secondi. La mia discesa è perfetta riesco a mantenere il vantaggio, la vittoria sembra cosa fatta, ma sotto lo striscione dell'ultimo chilometro succede l'impensabile, un cane morde il gazebo gonfiabile, e così scatta un movimento a catena che provoca la caduta del perno che teneva saldo il triangolo rosso dell'ultimo cilometro mi finisce in testa.

Passai 15 giorni in coma e quando mi svegliai i dottori mi dissero che non potevo più tornare a correre come prima e ora che ho 33 anni continuo a disperarmi per questo bruttissimo scherzo del destino.

TO BE CONTINUED...
Link to comment
Share on other sites

  • Replies 365
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Ma che sfiga assurda però :lol:

Ti seguo

Non volevo essere banale :biggrin:

CMQ QUESTA STORIA E' PURAMENTE INVENTATA DA ME A PARTE QUALCHE ACCENNO A FATTI REALMENTE ACCADUTI QUINDI REGOLATEVI DI CONSEGUENZA.

Link to comment
Share on other sites

New York


7 Settembre 2009,
Entro in ufficio frettolosamente, non voglio far arrabbiare il mio amato capo reparto, oh scusa non te l'ho ancora detto, io lavoro in una fabbrica di Coca~Cola nel Minnesota e sono il responsabile dei dipendenti. Nonostante questo non sono molto ben voluto, soprattutto dopo aver reso le 12 ore obbligatorie al giorno e la notevole riduzione degli stipendi; spesso mi sono trovato le gomme della mia Panda a terra, a volte scherzi telefonici di pessimo gusto,....
"Vieni subito qui!!!!" mi urlò il mio capo
"Certo Signor Direttore, arrivo subito" risposi prontamente
"Senti ti devo parlare....." disse il direttore
"Certo, ma prima lasci che le offra un caffè"
"BASTA FARE IL LECCHINO!!!"
"Certo, allora di cosa mi voleva parlare capo??"
"Questi dipendenti, costano troppo e lavorano poco"
"Allora??"
"Devi andare per me in Sud Africa e prelevare nuovi dipendenti a bassissimo prezzo"
"Per lei qualcunque cosa Signore"
"Perfetto partirai domani"
"Ma veramente..."
"Non mi freghi" controbattè il direttore "Tu non hai mai impegni, sarà perchè non hai nemmeno un amico".
"Certo, vado a casa a preparare la valigia"
"Domani alle 8.00 hai il volo, non tardare"

Ma io sto già attraversando l'ufficio, cammino veloce per cercare di evitare le occhiataccie dei dipendenti, prendo l'ascensore e qualche secondo dopo mi ritrovo al parcheggio dove vedo la mia piccola auto portata via da un camion enorme. Dovrò tornare a casa a piedi, 12 Km sotto il sole bollente. Arrivo a casa, forse questa camminata mi ha fatto bene, mi ha fatto prendere sonno e mi ha aiutato a controllare come è ridotta la mia povera gamba.....

TO BE CONTINUED...
Link to comment
Share on other sites

Johannesburg


9 Settembre 2009,
Dopo il lunghissimo viaggio in aereo durato all'incirca 30 ore scendo da quell' aereo, appena arrivato in Hotel mando un messaggio al mio capo dicendogli che sono appena arrivato e inizierò l'incarico a partire da domani. Intanto volevo visitare questa bella cittadina dove l'anno prossimo si svolgeranno i Mondiali. La città non offre molte attrative turistiche, si vede c'è molto impegno, però, ad allestire il villaggio Mondiale. Dopo aver passato tre ore a zonzo, vedo una piccola via stretta piena di bancarelle e provo a vedere se trovo qualcosa di bello per il mio capo; si chiamano bazar questi mercati che vendono di tutto, ma non ci trovo niente di bello e allora decido di andare via. Ma a un certo punto una mano mi prende il braccio e mi dice (con un inglese piuttosto africano) "Tu volere diventare ricco???" Allora io gli domando come potrei e lui mi accompagna fino alla sua bancarella e mi mostra uno strano strumento di plastica di colore nero. "Questa è Vuvuzela, diventerà tormentone dei mondiali e i tifosi saranno disposti a guadagnare molti soldi" mi dice lui "E quanto costa???" "3 $ questa mentre avere l'esclusiva 550 $" "Fammici pensare torno domani con una risposta" "Ok fratello bianco, tu sai dove trovarmi". Torno in Hotel, sono stanco di camminare oggi, sono appena le 8, ma subito dopo cena mi corico a letto, ma non riesco a dormire in fondo sono solo 550$, potrei diventare ricco. Ma come la mettiamo con il capo??? Mi scervello tutta la notte, ma non ottengo nulla. Poi prendo il libro genealogico della mia famiglia, un libro di oltre 140 pagine con tutti i componenti della famiglia, una loro foto e la descrizione scritta dai loro familiari, stavo andando alla pagina di mio padre per vederlo ancora una volta sepure in foto da quando se ne è andato. Ma il libro mi cade e finsce in una pagina che non avevo mai letto, parla del mio avo più famoso, quello che aveva inventato la Coca~Cola. Segno del destino???? Bho sta di fatto che la leggo e mi rimane impressa, per 550$ ha venduto la formula della sua invenzione a uno i cui discendenti navigano nell'oro, perchè non fare un tentativo?? Faccio colazione in fretta e furia, non voglio aspettare a lungo. Torno nella vietta di ieri e vedo la sua bancarella, mi avvicino e dico "La compro" Sbandierando i 550$ davanti a colui che mi farà diventare ricco, o almeno lo spero....


TO BE CONTINUED....
Link to comment
Share on other sites

Johannesburg


10 Settembre 2009,
Mi dà una specie di foglio di carta firmata come contratto, poi gli chiedo se posso provare la fantomatica Vuvuzela e me la porge, io la posiziono e soffio fortiiiiissimo, ma esce fuori un rumore starnazzante. "Tu mi hai fregato" dico al venditore "Questo non essere vero, tu no capace di suonare", in un momento mi prende la Vuvuzela, ne pulisce l'imboccatura e iniza a soffiare fortissimo, appena smette inizio a sentirmi male, mi scende sangue dall'orecchio e poi svengo, un altra volta.

New York


14 Settembre 2010,
Mi sveglio, vedo tutto bianco e credo di essere finito in paradiso, almeno finchè un' infermiera con al seguito un uomo entrno nella stanza. Aspetta un attimo, io conosco quella persona, e dopo qualche secondo di riflessione capisco che è il mio capo. Inizia subito a parlarmi "Tu, tu mi sei costato una cifra e nn hai portato nemmeno un nuovo dipendente nella fabbrica??? SEI LICENZIATO!!!! Ma suvvia, è inutile fare il lecchino, ormai la decisione è presa" "Ok, va bene tanto sarò molto più ricco di lei fra qualche mese" "Non mi faccia ridere" e mentre se ne stava andando lo chiamo, lui si gira e faccio la cosa che da 5 anni a questa parte volevo fare: prendo bene la mira e gli sputo in faccia. Ma stranamente dal solito non sono dispiaciuto di aver fatto questo al mio capo, o almeno al mio Ex - Capo.

Qualche istante dopo arriva il dottore, si siede di fianco a me e mi dice "Sei guarito" "Da cosa precisamente???" "Come da cosa, dalla sua malattia alla gamba" "Non ci posso credere, ma cosa è successo???" "Vede nel suo incidente di 14 anni fa, il perno aveva compresso una piccola parte del cervelletto, causando il disturbo alla sua gamba. Quello strano rumore, ha diciamo "spaventato" i suoi neuroni che, muovendosi all'impazzata, hanno fatto tornare tutto alla normalità" "Quindi io ora posso tornare a correre in bicicletta?'" "Non a livello professionistico, è chiaro, ma se vuole allenarsi quotidianamente lo può fare" "Quando potrò uscire da qui"
"Per ulteriori accertamenti la terremo qui la notte, ma domani mattina lei può uscire da qui.
Mentre il dottore esce dalla mia stanza urlo di gioa felicissimo e il mio pensiero va subito a lei, la mia vecchia bici.

TO BE CONTINUED...
Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.



×
×
  • Create New...